Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for 13 gennaio 2015

Christians around the world pray for unity

Posted by fidest press agency su martedì, 13 gennaio 2015

Rev. Dr. Guy LiagreFrom January 18 to 25 Christians around the world will pray for unity in special celebrations, prayer services, and pulpit exchanges. The Week of Prayer for Christian Unity, traditionally observed between the fests of St. Peter and St. Paul, is an annual worldwide observance dedicated to overcoming divisions and building a spirit of unity throughout the church.The 2015 texts originate from Brazil and focus on the biblical theme, “Jesus said to her, ‘Give me a drink’.” This parable recalls the common human need for water, a need that unites all humanity. It also encourages all who hear the story to encounter strangers with hospitality and generosity.CEC encourages all its 114 member denominations to contribute to local celebrations. “We strive for Christian unity in all that we do,” said CEC General Secretary Rev. Dr. Guy Liagre, “Praying together for the unity of the church is an essential part of our ecumenical spirit.”
Materials for this week are published jointly by the Pontifical Council for Promoting Christian Unity and the World Council of Churches through its Commission on Faith and Order.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Barometro CRIF della domanda di credito da parte delle imprese italiane

Posted by fidest press agency su martedì, 13 gennaio 2015

Barometro CRIFLo studio ha fatto emergere come il numero delle domande di finanziamento presentate dalle imprese italiane ha fatto segnare, nel IV trimestre del 2014, un aumento del +0,5% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, dato che porta l’incremento relativo all’intero 2014 ad un +7,4% rispetto all’anno precedente. Per altro, l’analisi di CRIF relativa agli ultimi 12 mesi evidenzia un incremento significativo anche nel confronto con le rilevazioni degli anni precedenti, a conferma del fatto che nel corso di questi difficili anni le imprese non hanno mai smesso di rivolgersi agli Istituti per reperire le risorse necessarie a finanziare gli investimenti o, più frequentemente, per sostenere l’attività corrente. Entrando maggiormente nel dettaglio, nel corso del 2014 l’andamento aggregato mostra che le imprese individuali hanno fatto segnare un aumento delle domande di finanziamento del +6,6% rispetto all’anno 2013 a fronte di un +7,9% delle società di capitale. L’analisi ha inoltre evidenziato un ulteriore ridimensionamento dell’importo medio dei finanziamenti richiesti: nei 12 mesi dell’anno appena concluso, infatti, nell’aggregato di imprese individuali e società, l’importo medio si è attestato a 69.480 Euro contro i 70.633 del 2013 (-1,6%). Scendendo maggiormente nel dettaglio, dall’analisi per tipologia di impresa risulta che le ditte individuali hanno fatto registrare un importo medio dei finanziamenti richiesti pari a 34.218 Euro (-6,4% rispetto ai 36.563 del 2013), mentre per le società di capitali si è attestato a 93.865 Euro (in calo del -0,7% rispetto ai 94.499 Euro del 2013).

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Una scuola all’avanguardia: l’esperienza del Centro Studi Casnati di Como

Posted by fidest press agency su martedì, 13 gennaio 2015

scuola-digitale-casnati-como-800x500_cCinisello Balsamo. Nel variegato scenario scolastico italiano si trovano realtà che hanno investito risorse ed energie per fornire agli studenti una formazione di livello elevato, con l’impiego di tecnologie moderne. Il Centro Studi Casnati è una di queste ed è un ottimo esempio di scuola digitale. Tutto è iniziato nel 2009 con i libri di testo realizzati dai docenti e condivisi su una piattaforma di formazione a distanza, poi si è avviata la dotazione di portatili per gli studenti e oggi si è arrivati alla didattica interattiva, realizzata grazie a videoproiettori Epson. Nato come liceo linguistico, oggi il Centro Studi Casnati è un istituto paritario che conta circa 800 studenti con quattro indirizzi secondari superiori.”Siamo fortemente focalizzati – spiega Davide Discacciati, dirigente della scuola – sugli aspetti concreti dell’insegnamento, con un’impostazione didattica volta a insegnare una professione ai ragazzi, quindi la parte pratica è per noi molto importante. Analoga attenzione è dedicata anche alle infrastrutture tecnologiche, che oggi prevedono portatili per tutti gli studenti, videoproiettori interattivi nelle aule (ne abbiamo più di 40) e un’infrastruttura di rete che permette a tutti di utilizzare la piattaforma didattica anche a casa”.
L’avvio del progetto di digitalizzazione nasce dalla volontà di far studiare i ragazzi su dispense scaturite dalle lezioni attraverso il coinvolgimento dei docenti nell’attività di creazione dei libri di testo. “Tuttavia – spiega Discacciati – non sempre si riusciva a produrre i contenuti nei tempi richiesti con la produzione dei contenuti. Ci siamo quindi accordati con una casa editrice, in modo da poter accedere al loro catalogo di libri digitali: oggi oltre 7.000 copie di libri digitali sono a disposizione degli studenti attraverso i notebook in dotazione.
Partendo dal lavoro di produzione e condivisione dei contenuti digitali, il Centro Studi Casnati ha sviluppato un progetto specifico per studenti con problemi di dislessia che nel 2011 ha vinto, insieme ad altre 50 scuole su tutto il territorio nazionale, un bando del MIUR e di TELECOM ITALIA per l’introduzione di strumenti digitali di supporto alla didattica per il lavoro a casa – tramite piattaforma – e per i compiti in classe.Essenziale per l’evoluzione verso la didattica digitale è stata l’introduzione dei videoproiettori interattivi Epson EB-485wi, che oggi vengono quotidianamente impiegati dai docenti per le attività didattiche.”I videoproiettori Epson – afferma Discacciati – hanno caratteristiche e prestazioni perfette per una scuola come la nostra, prima fra tutte l’elevata versatilità, sia dal punto di vista dell’installazione sia della compatibilità con i sistemi operativi MacOs, Windows e open source. Sono inoltre dotati di connessione Wi-Fi, così da semplificare il collegamento con il computer e agevolare l’installazione.
“I nostri proiettori – ha dichiarato Carla Conca, Business Manager Videoproiettori di Epson Italia – aiutano gli insegnanti a sostituire le attività di classe basate su carta e penna con metodi che promuovono la creatività e l’interazione. Inoltre sono studiati per rispondere alle esigenze di robustezza e facilità d’uso, trasformando l’apprendimento in un’esperienza coinvolgente e interattiva. Come indicano diverse ricerche, infatti, le presentazioni audiovisive sono un sostegno efficace all’apprendimento degli studenti”.
Epson è leader mondiale nell’innovazione con soluzioni che superano le aspettative dei clienti in mercati diversi quali ufficio, casa, Retail e industria. La gamma dei prodotti Epson comprende stampanti inkjet, meccanismi di stampa, videoproiettori 3LCD così come robot industriali, visori e sensori, e si basa su tecnologie proprietarie che garantiscono compattezza, riduzione dei consumi energetici e affidabilità elevata. Con capogruppo Seiko Epson Corporation che ha sede in Giappone, il Gruppo Epson conta oltre 73.000 dipendenti in 94 società nel mondo ed è orgoglioso di contribuire alla salvaguardia dell’ambiente naturale globale e di sostenere le comunità locali nelle quali opera. (foto: Centro Studi Casnati di Como)

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Investimenti in ecosostenibilità della Fraccaro Spumadoro

Posted by fidest press agency su martedì, 13 gennaio 2015

fraccaro-spumadoro-investe-in-ecosostenibilita-illuminataSe al lievito madre e a materie prime eccellenti, si aggiunge l’attenzione all’ambiente, alla sostenibilità e al risparmio energetico, il risultato è straordinario. È il caso dell’azienda Fraccaro Spumadoro, che dal 1932 produce dolci da forno a Castelfranco Veneto e che sta mettendo a punto un percorso qualitativo a 360°. Una produzione artigianale di qualità, fortemente legata alle tematiche ambientali, un percorso sostenibile quello intrapreso dall’azienda veneta, che ha visto dapprima un investimento in un impianto fotovoltaico per la produzione di energia pulita, poi di pannelli solari per il riscaldamento delle celle di lievitazione e che ora vede l’installazione di un sistema di illuminazione all’avanguardia con lampade a led nel Fraccaro Cafè, il locale voluto dalla famiglia che riunisce in un unico spazio funzionale e di design caffetteria, panetteria, gelateria, pizzeria, ristorante e punto vendita, che porterà ad un risparmio energetico di ben 12.200 kw/h e ad una diminuzione di emissione di CO₂ di 6,5 tonnellate in un anno.“Crediamo molto nelle sinergie tra aziende del territorio – afferma Luca Fraccaro, presidente – per questo progetto di illuminazione a led abbiamo selezionato un’azienda veneta di Montecchio Maggiore, la Bibitech che ci ha sottoposto il progetto più idoneo alle nostre esigenze”.“Innovazione e risparmio energetico sono i valori fondanti per noi – ribadisce Gianpietro Bergamin, della Bibitech – la partnership avviata di recente con l’azienda Fraccaro ci permette di consolidare la nostra leadership anche nel territorio, nel segmento illuminazione a led”.Due aziende venete leader nei loro rispettivi settori si impegnano reciprocamente sul fronte della tutela ambientale, per garantire risparmio energetico e l’eliminazione di sostanze inquinanti come piombo, azoto e mercurio, elementi dannosi contenuti nei filamenti delle lampade tradizionali.Come riconoscimento all’impegno di tutela dell’ambiente dell’azienda di Castelfranco è arrivato anche il Premio Slow Pack per la Sostenibilità Sociale consegnato da Slow Food al Salone del Gusto di Torino, all’imballaggio eco-sostenibile del “Panettone Tre Presìdi”, confezionato in speciali scatole in acciaio 100%, riciclato e fornito da Ricrea, il Consorzio Nazionale Riciclo e Recupero dell’Acciaio.Un prodotto buono perché realizzato con miele, uova fresche, farina a km 0, lievito madre e 3 Presidi Slow Food: il panettone più apprezzato durante gli acquisti natalizi al Fraccaro Store, perché coniuga attenzione all’ambiente, sostegno a progetti solidali ad un imballaggio riciclabile. Successo confermato da una recente indagine curata da Astra Ricerche per conto di Comieco (Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi) dove emerge che il 75% dei consumatori italiani preferisce acquistare prodotti che evitano ripercussioni dannose sull’ambiente.
L’azienda Fraccaro punta alla totale riciclabilità degli imballaggi dei prodotti, soprattutto per la produzione bio certificata che ricopre attualmente il 12% dell’intera produzione.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Premio di fotografia “Arturo Ghergo”

Posted by fidest press agency su martedì, 13 gennaio 2015

Ghergo-2Montefano (MC), 18 aprile – 27 settembre 2015 Premio di fotografia “Arturo Ghergo” Presentazione a Roma mercoledì 14 gennaio 2015 ore 12.00 Presso Associazione Civita Piazza Venezia 11 – Sala Gianfranco Imperatori. Ad Arturo Ghergo, fotografo di dive e divi, di stile e seducente bellezza, Montefano, amata città natale, dedica un premio di fotografia, il PREMIO ARTURO GHERGO, che aspira a far rivivere l’interesse per l’Invenzione meravigliosa proprio in quei luoghi che il grande fotografo lasciò da giovane, spinto da un’ostinata e favolosa passione. Il 14 gennaio ne viene presentata a Roma, la prima edizione, promossa nell’ambito del progetto Regionale del Distretto Culturale Evoluto delle Marche, A.M.A.M.I. di cui l’UNICAM – Università di Camerino è capofila. Il progetto A.M.A.M.I. si distingue per la sua Strategia di sviluppo territoriale, costituita dalla opportunità di sperimentare la contaminazione di esperienze innovative superando l’idea di una “progettazione locale” in favore di una “co-progettazione multilocalizzata”.
Promotore del progetto è il Comune di Montefano con la collaborazione di Civita Cultura per la parte organizzativaIl Premio “Arturo Ghergo” vuole aprirsi al mondo della fashion photography che riesce ad interpretare e ad esprimere un punto di vista sul mondo. La linea tematica per questa prima edizione sarà “la strada”, a sua volta intesa come il set fotografico in cui muovere i fili di una rappresentazione tra realtà e finzione.
Nella prima metà del XX secolo, il fotografo marchigiano lasciava Montefano e giungeva a Roma dove, ben presto, conobbe la seduzione del cinema, delle sue luci e delle sue finzioni. In pochi anni il suo sguardo si distinse per l’ideale di bellezza e di eleganza che riusciva a comunicare sulla messa in scena o dietro le quinte di un film, dove i volti e le pose assumevano la raffinatezza del glamour. La visione che Arturo Ghergo fece propria riuscì a diffondersi come una leggenda, perché leggeva negli animi della gente e interpretava i gusti e la cultura di un’epoca.Lo stile modernista e corposo dei suoi ritratti, unito alla sapienza del tratto pittorico di una fotografia ancora analogica e “artigianale”, esprimevano un’estetica nuova che apparteneva ad una società progredita e sofisticata, in cui la donna diveniva il simbolo di una cultura visiva tutta italiana.In questo senso, le fotografie di Arturo Ghergo hanno contribuito a modellare e a diffondere quel gusto e quello stile che ben presto avrebbero distinto la moda italiana nel mondo, a partire dai primi anni Venti.Ed è in onore di tale sapiente contributo che il Premio di fotografia “Arturo Ghergo” si rivolge, da un lato, ai nuovi talenti dell’arte fotografica (sezione “fotografia emergente”) e, dall’altro, a noti e affermati artisti fotografi (sezione “riconoscimento alla carriera”).
Il settore di riferimento, dunque, sarà quello della fotografia di moda e più in particolare di quelle produzioni ambientate in esterno, per strada, nelle città, nei vicoli e nelle piazze, dove lo shooting di moda si fonde con l’ambiente urbano.
Ciò che si intende premiare è senza dubbio la capacità della fotografia e dei suoi migliori e più promettenti autori di fondere la società contemporanea insieme ai valori etici ed estetici, propri della moda.In questo senso, il più grande riferimento di questo specifico genere fotografico lo ritroviamo nel lavoro di William Klein, il fotografo “di strada” che più di tutti colse la vita americana negli anni del boom economico, lavorando come fotogiornalista prima, e come fotografo di moda poi. I suoi scatti per la rivista Vogue, ironici e irriverenti contro le regole allora imposte dalle istituzioni del fashion, hanno composto l’immaginario moderno dello stile e dell’eleganza, aprendo le prospettive di una nuova fotografia di moda, fresca e dinamica. Uno stile visivo che abbandona gli studio per trovare nella “strada” lo scenario ideale e ricco di nuovo fascino.
Altri autori di riferimento, che unirono la seduzione della strada con il fascino della moda furono Lisette Model, Frank Horvat, Walde Hut, Willi Maywald, Dennis Stock e Martin Munkácsi all’estero, Federico Garolla e più recentemente Ferdinando Scianna in Italia. Di quest’ultimo, ad esempio, rimarranno sempre vive le fotografie scattate per la prima campagna di lancio del marchio Dolce e Gabbana, ambientate per le strade della Sicilia.Il premio è curato da Denis Curti ed è strutturato attraverso la formula “ad invito”.
I vincitori del premio saranno invitati ad esporre a Montefano dal 18 aprile al 27 settembre 2015.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il fondo Legg Mason Western Asset Macro Opportunities Bond Fund tocca quota 2,7 miliardi di dollari dopo solo un anno dal lancio

Posted by fidest press agency su martedì, 13 gennaio 2015

legg-mason-400x270Londra. Il fondo Legg Mason Western Asset Macro Opportunities Bond Fund ha raggiunto quota 2,7 miliardi di dollari statunitensi* a solo un anno dal lancio, dopo dodici mesi positivi in cui il comparto ha offerto agli investitori un rendimento del 6,4%.Il fondo, gestito da Western Asset l’affiliata di Legg Mason di maggiori dimensioni per quel che riguarda il segmento obbligazionario, è guidato dal Chief Investment Officer Ken Leech ed ha un focus particolare sulla gestione attiva della duration, della volatilità dei mercati obbligazionari e delle curve dei tassi. Il processo di generazione delle idee riflette l’orizzonte di lungo termine di Western Asset, basato sulla view macro-economica del team globale di professionisti degli investimenti. L’approccio si è dimostrato vincente: il comparto unconstrained ha infatti registrato un risultato del 6,4%. nel primo anno di gestione, mentre la volatilità è rimasta inferiore al 7%. Le linee guida flessibili consentono ai gestori del portafoglio d’investire ovunque il team ritenga siano presenti le migliori opportunità per generare valore. Il fondo non utilizza leva finanziaria, ma è in grado di beneficiare sia dell’aumento che della diminuzione dei prezzi e la sua strategia diversificata si è rivelata particolarmente efficace a fronte dell’aumento di volatilità avvenuto nel corso dell’intero 2014.
Gli investitori sono stati attratti da questo approccio ed in particolare, dal profilo di rendimento senza eguali nel panorama dell’asset management, fin dalla data di lancio del comparto, con un portafoglio che offre una bassa correlazione sia agli attivi obbligazionari tradizionali che ai titoli azionari. Marco Negri, country head per l’Italia di Legg Mason Global Asset Management, commenta: “Il fondo ha catturato l’attenzione dei consulenti e dei gestori patrimoniali, grazie al suo approccio davvero unico”.“Benché il fondo sia benchmark agnostic, non vincolato cioè ad un indice di riferimento, se confrontiamo i rendimenti ottenuti nel primo anno di vita con quelli ottenuti dai comparti obbligazionari tradizionali strategic income e dai fondi multi-asset, ci rendiamo conto di aver ottenuto un risultato davvero straordinario e ciò spiega perché la crescita del fondo sia stata così rapida in soli dodici mesi”.
Focalizzandoci sul nuovo anno, il gestore ritiene che il comparto sia posizionato in maniera ideale per beneficiare del contesto atteso, caratterizzato dal proseguimento di una crescita moderata, un’inflazione contenuta e bassi tassi d’interesse, sulla scia del 2014. Il team pensa che il mercato dovrebbe continuare a sostenere alcune delle opportunità selezionate nell’ambito del settore del credito e nell’obbligazionario dei mercati emergenti.Secondo Western Asset la ripresa continuerà a un ritmo moderato negli Stati Uniti anche nel 2015, consentendo di creare le basi per un rialzo dei tassi d’interesse, anche se ci aspettiamo che eventuali movimenti verso l’alto dovrebbero essere comunque molto contenuti.“Siamo convinti che la Federal Reserve porterà i tassi ufficiali al di sopra dello zero, ma riteniamo allo stesso tempo che la Fed continuerà ad adottare una politica monetaria accomodante”, ha dichiarato Leech.“Considerando il contesto generale caratterizzato da una politica monetaria ancora espansiva e da una bassa inflazione, è improbabile che i rendimenti negli Stati Uniti salgano notevolmente. Inoltre, il rischio di una battuta d’arresto della crescita mondiale in un contesto in cui i rendimenti in Europa e in Giappone sono storicamente bassi potrebbe causare nuovi rally del mercato dei Treasury statunitensi”.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pugliese (ADM) alla presidenza di Fruit Innovation

Posted by fidest press agency su martedì, 13 gennaio 2015

Francesco_Pugliese1Francesco Pugliese, in qualità di presidente di ADM, l’ Associazione della Distribuzione Moderna, ha accettato di assumere la presidenza di Fruit Innovation, la nuova fiera internazionale dell’ortofrutta e delle tecnologie collegate, organizzata da Fiera Milano e Ipack-Ima spa, che si svolgerà nei padiglioni di Fiera Milano dal 20 al 22 maggio prossimi.
Pugliese, che è anche amministratore delegato di Conad e presidente di Core, la nuova alleanza strategica in cui sono presenti Colruyt (Belgio), Conad, Coop (Svizzera) e Rewe Group (Germania), al termine della riunione avuta venerdì 9 gennaio a Bologna con gli organizzatori di Fruit Innovation, ha dichiarato: “Abbiamo bisogno di razionalizzare la filiera ortofrutticola italiana, di far incontrare domanda e offerta nella maniera più appropriata e rispondente alle necessità del momento, nell’interesse di tutti, a partire dal consumatore, che chiede al punto vendita prodotti e servizi buoni al giusto prezzo. Fruit Innovation può dare un contributo in questa direzione e Milano è la piazza giusta per costruire un progetto valido, dove domanda e offerta trovino una sintesi importante per il nostro Paese, il suo sistema produttivo ortofrutticolo e noi distributori”.
Soddisfazione per la nomina è stata espressa congiuntamente dall’amministratore delegato di Fiera Milano, Enrico Pazzali, e dall’amministratore delegato di Ipack-Ima Guido Corbella, che sottolineano come la partnership con ADM, con un coinvolgimento ai più alti livelli di rappresentanza, possa lanciare Fruit Innovation come piattaforma nazionale e internazionale del business ortofrutticolo, rispondendo alle indicazioni fornite dalle rappresentanze del settore che costituiscono la ‘cabina di regia’ della manifestazione.
Francesco Pugliese è nato a Taranto nel 1959, è entrato in Conad nel 2004 con la carica di direttore generale ed è il presidente di ADM dal 2013.
ADM rappresenta la distribuzione moderna nei confronti della produzione industriale e agricola. Persegue il miglioramento della filiera dando impulso e favorendo l’efficienza nei rapporti tra gli operatori. Sono associati emeriti di ADM: Federdistribuzione, ANCC Coop e ANCD Conad. Affiancano in ADM il presidente Pugliese, il vice presidente Sergio Cassingena di Sisa e il consigliere delegato Massimo Viviani di Federdistribuzione.
Fruit Innovation (20-22 maggio 2015) si terrà nei padiglioni 9 e 11 di Fiera Milano e, per la sua prima edizione, avrà un contesto straordinario per il contemporaneo svolgimento di Expo 2015 e di rassegne specifiche sulla filiera del fresco (Dairytech e Meat-Tech), sulle tecnologie del processing, packaging e converting (Ipack-Ima, Converflex) e sulla logistica (IntraLogistica Italia). Fruit Innovation nasce da una joint-venture tra Fiera Milano e Ipack-Ima e conta su promotori come FruitImprese, Unaproa, Fedagromercati, Confagricoltura, Coldiretti, Fedagri Confcooperative Lombardia.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »