Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 22 gennaio 2015

ECB preview: the devil in the QE detail

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 gennaio 2015

merkel angelaBy Andrew Bosomworth Managing Director, Head of PIMCO portfolio management in Germany. When the European Central Bank’s (ECB) Governing Council gathers on 22 January 2015, their discussion will turn to the final touches of “how” to implement quantitative easing (QE), not “if” and “when”. Even Germany’s Chancellor Angela Merkel, speaking at the Deutsche Börse’s New Year reception on Monday night, 19 January, in ECB President Mario Draghi’s presence, signaled her only request was that any ECB policy action must not give eurozone member states the impression that “what needs to be done in the fiscal and competitive spheres could be pushed into the background.”PIMCO’s baseline view is broadly in-line with market expectations (see table below). We think the ECB will implement an expanded asset purchase programme in the amount of €500 to €1,000 billion focused on government bonds, distributed using the ECB’s capital key as guidance and will probably include some form of partial risk sharing.We expect the ECB’s QE to have a similar effect as QE programmes by other central banks, such as the U.S. Federal Reserve, have had in the past. Importantly, the desired impact of QE on the economy will depend on how eurozone governments’ respond. By lowering the cost of financing, QE could help eurozone governments’ efforts to spur growth, for example through growth-enhancing reforms or investment in productive infrastructure. By exchanging newly created reserves for government bonds, QE will compress risk premia on other financial assets, such as mortgages, corporate bonds and stocks, and lower the euro’s external exchange value. Much of these financial effects, however, are already discounted. We think the market’s reaction, therefore, will likely hinge on three inter-related modalities of how QE is designed: risk-sharing, size and distribution. In our view the risk to eurozone taxpayers from large-scale government bond purchases by the ECB are similar to a massive eurobond issued by eurozone member states with several liabilities. Since there is no political consensus among eurozone member states to issue eurobonds, the ECB’s critics claim QE is tantamount to eurobonds via the back door by unelected officials – and therefore wrong.The problem lies in how the ECB might share eventual losses. The typical solution is to distribute such losses over each national central bank (NCB) in accordance with their share of paid-up capital in the ECB. There are three possible options: full, partial or no risk-sharing by each NCB on eventual losses on the bonds purchased under QE. At face-value, the no risk-sharing option might diminish the efficiency of QE because it sends a signal of disunity, i.e., at the zero lower bound, there are limits to what monetary policy in a monetary union can achieve.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La pietra naturale italiana cresce negli Stati Uniti

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 gennaio 2015

marmiNegli Stati Uniti, continua la crescita del marmo Made in Italy: da gennaio ad ottobre 2014 le esportazioni italiane di materiale lavorato, grezzo e semilavorato verso gli USA sono passate da 298,1 a 303,2 milioni di euro di controvalore, aumentando dell’1,7% rispetto allo stesso periodo del 2013. Lo dicono i dati Istat rielaborati dall’Osservatorio Marmomacc, nella giornata inaugurale di TISE-StonExpo/Marmomacc Americas, la manifestazione di riferimento nel Nord America per il settore marmo-lapideo, pavimentazioni, superfici e ceramica industriale, in programma fino al 23 gennaio a Las Vegas.
Veronafiere, grazie alla partnership con l’organizzatore, Hanley Wood, acquisito di recente da Informa Group, e forte del brand internazionale di Marmomacc, il più importante salone mondiale dedicato alla filiera della pietra naturale (Verona, 30 settembre-3ottobre 2015), accompagna a Las Vegas una collettiva di 17 aziende da Italia, India, Portogallo, Turchia e Marocco.
«La Fiera di Verona – commenta Ettore Riello, presidente di Veronafiere –, attraverso la rete globale di appuntamenti di Marmomacc, che quest’anno taglia il traguardo delle 50 edizioni, si conferma il partner migliore per accompagnare all’estero il business dell’industria marmo-lapidea. Gli Stati Uniti restano una tappa fondamentale e strategica, in quanto seconda destinazione del prodotto italiano e porta di accesso a mercati emergenti per la pietra, come il Messico verso cui l’export tricolore è cresciuto del 24% nei primi dieci mesi del 2014». All’interno dei 600 metri quadrati del Veronafiere International Pavilion, realizzato in collaborazione con Confindustria Marmomacchine, sono esposti una selezione di marmi e graniti, macchine per la lavorazione della pietra, prodotti per la protezione e la cura delle superfici, utensili per il taglio, levigatura e lucidatura.
Oltre agli incontri business, parte integrante della tre giorni in Nevada restano la formazione e l’aggiornamento professionale di architetti e designer con il corso “Designing with Natural Stone” di Marmomacc Stone Academy, incentrato quest’anno sull’utilizzo sostenibile di pietre e marmi. In calendario domani, invece, la cerimonia di consegna del Grande Pinnacle Award, il concorso del Marble Institute of America, sponsorizzato da Marmomacc, che premia i progetti di architettura che meglio valorizzano la pietra naturale.
TISE-StonExpo/Marmomacc Americas raddoppia l’appuntamento con l’edizione dedicata alla East Coast, in calendario a Orlando, dal 3 al 5 novembre.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vincenzi su legge contro il consumo del suolo

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 gennaio 2015

agricoltura“Salutiamo con soddisfazione la stesura del testo definitivo di base della legge sul consumo del suolo ora in discussione alle Commissioni Agricoltura ed Ambiente della Camera dei Deputati. Oltre ad un fin qui impervio iter legislativo, preoccupa la dichiarazione dell’ex ministro Catania, ispiratore del provvedimento, che paventa come alcune integrazioni inserite dai relatori possano avere effetti contrari allo spirito della legge. Come afferma anche lui, adesso si vedrà davvero chi vuole approvare una legge seria e rigorosa!”
A dichiararlo è Francesco Vincenzi, Presidente dell’Associazione Nazionale Bonifiche e Irrigazioni (A.N.B.I.).
“Al proposito – prosegue – Giovedì 5 Febbraio presenteremo ufficialmente, nella sala della Presidenza del Consiglio a Roma, i dati dell’annuale report sulle opere necessarie per ridurre il rischio idrogeologico nel Paese. Sarà la testimonianza del quotidiano lavoro dei Consorzi di bonifica per #italiasicura ma, soprattutto, sarà la prova provata della necessità di scelte indifferibili per il futuro dell’Italia, la cui ripresa è penalizzata anche da scelte urbanistiche dissennate e dalla piaga dell’abusivismo edilizio. La tutela del territorio – conclude Vincenzi – non è alternativa, ma complementare allo sviluppo economico nel nuovo modello di Paese, che vogliamo contribuire a realizzare.”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Visita di solidarietà e amicizia della Comunità di Sant’Egidio alla Comunità Ebraica romana

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 gennaio 2015

sinagoga romaUna delegazione di Sant’Egidio, composta dal fondatore della Comunità, Andrea Riccardi, il suo presidente Marco Impagliazzo e il vescovo di Frosinone monsignor Ambrogio Spreafico, si è recata oggi in visita alla Comunità ebraica romana per esprimere la sua solidarietà dopo gli attentati di Parigi che hanno colpito duramente anche gli ebrei e l’allarme terrorismo che è cresciuto in tutta Europa.
L’incontro si è svolto significativamente nella scuola ebraica “Vittorio Polacco”, dove la delegazione è stata accolta dal rabbino Capo di Roma, Riccardo Di Segni, e dal presidente della comunità ebraica romana, Riccardo Pacifici. Dopo avere fatto un giro nelle classi e visitato la struttura che ospita alunni dalle elementari al liceo, si è svolto un pranzo nel segno di un’amicizia che dura da tanti anni e che – come ha ricordato lo stesso Pacifici – ogni 16 ottobre ha come suo momento forte la “marcia della memoria”, organizzata insieme per ricordare il giorno in cui, nel 1943, vennero deportati nei campi di sterminio oltre mille ebrei romani.
Alla fine dell’incontro Marco Impagliazzo ha espresso la sua solidarietà a nome di Sant’Egidio sottolineando “il valore del confronto e del dialogo per contrastare, in un tempo difficile, ogni sentimento di scontro e di contrapposizione in nome di una religione o di un’appartenenza: in particolare le scuole, come questa, e i luoghi di culto sono da considerare sacri e inviolabili”.
“Il quartiere ebraico – ha commentato il fondatore della Comunità di Sant’Egidio Andrea Riccardi – con i suoi centri di educazione e di cultura, è sempre stato e resterà anche in futuro un prezioso luogo di incontro e di scambio a cui Roma non può rinunciare. Un’occasione per costruire insieme un futuro di pace e di unità nella diversità, contro ogni violenza e intolleranza”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lanciato il nuovo sito web inglese della comunità baha’i

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 gennaio 2015

Baha’iIl sito web inglese della comunità baha’i è stato lanciato in una nuova versione accessibile a http://www.bahai.org . Questo sito che rappresenta ufficialmente la Fede baha’i in rete è stato aperto nel 1996 e questa è la sua più recente versione. Esso esamina le credenze e gli scritti della Fede baha’i e presenta le esperienze delle persone che, ispirate dagli insegnamenti di Baha’u’llah, cercano in tutto il mondo di contribuire al miglioramento della società.Il sito riveduto comprende due sezioni «What Baha’is Believe [Che cosa credono i baha’i]» e «What Baha’is Do [Che cosa fanno i baha’i]» e offre una nuova versione della Baha’i Reference Library.
La sezione intitolata «What Baha’is Believe [Che cosa credono i baha’i]» intende organizzare una selezione delle più importanti credenze della Fede baha’i in alcune aree tematiche, come The Life of the Spirit [La vita dello spirito], God and His Creation [Dio e la Sua creazione]e Universal Peace [La pace universale]. «What Baha’is Do [Che cosa fanno i baha’i]» esamina il lavoro per il progresso sociale svolto dai baha’i, assieme a coloro che condividono le loro aspirazioni.Il sito comprende anche una nuova versione della Baha’i Reference Library, l’autorevole fonte online degli scritti baha’i che offre una selezione di opere di Baha’u’llah, del Bab, di ‘Abdu’l-Baha, di Shoghi Effendi e della Casa Universale di Giustizia, nonché altri testi baha’i Per leggere online l’articolo in inglese, vedere le foto e accedere ai link si va a: http://news.bahai.org/story/1037

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Unicom apre il 2015 con una nuova adesione

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 gennaio 2015

alessandro centini“Dopo il positivo bilancio dell’ultimo biennio, il 2015 si apre con l’ingresso di una nuova impresa che conferma il trend di crescita e consolidamento di Unicom, consentendo alla nostra Associazione di essere sempre più rappresentativa nel mondo della comunicazione” dichiara il Vice Presidente Unicom Claudio Capovilla, responsabile dei delegati territoriali e del marketing associativo.
Il Consiglio Direttivo Unicom ha infatti accolto la domanda di adesione di una nuova impresa: TLC MARKETING WORLDWIDE (Alessandro Centini)
TLC Marketing Worldwide, agenzia internazionale nata a Londra nel 1954 e presente in Italia dal 2006, è una realtà unica leader nello sviluppo di campagne promozionali che permettono ai più importanti brand in tutto il mondo di raggiungere i loro obiettivi: acquisizione, incremento delle vendite, fidelizzazione, online engagement, supporto al canale di vendita sono solo alcuni degli obiettivi raggiungibili.
TLC Marketing Worldwide studia e valorizza gli aspetti emotivi del processo decisionale, li unisce al posizionamento e alle strategie di comunicazione del cliente, identifica il giusto insight promozionale e lo traduce in esperienze gratuite di alto valore, in grado di influenzare le dinamiche decisionali dei consumatori. “Non esistono differenze tra ATL e BTL ma preferiamo parlare di through the line.” – afferma Alessandro Centini, Managing Director dell’agenzia – “E’ in questo senso che le nostre campagne promozionali sono in grado d’integrarsi perfettamente con il posizionamento e con i valori del brand veicolati attraverso tutti gli altri canali di comunicazione, generando risultati misurabili ”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Integratori alimentari e internazionalizzazione: opportunità di crescita negli USA

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 gennaio 2015

integratori alimentariAl primo posto secondo il AT Kearney 2014 FDI Confidence Index, gli Stati Uniti rappresentano il più grande e ricco mercato mondiale, che nello stesso anno vale quasi 25 MLD di dollari[i], con margini interessanti alle aziende che decidono di investire. Questo anche grazie agli accordi di libero commercio e agli scambi bilaterali privilegiati con 20 nazioni che permettono di raggiungere una popolazione complessiva di 695 milioni di consumatori e 7 trilioni di dollari di PIL. Non si hanno dazi e barriere doganali e si può contare sugli incentivi fiscali offerti dai singoli Stati.A differenza di quanto accade per altri mercati che vedono l’internazionalizzazione come una leva di sopravvivenza in un contesto di saturazione del mercato nazionale, per l’industria italiana degli integratori alimentari rappresenta un’occasione di crescita strategica finalizzata a esportare l’eccellenza raggiunta negli anni, grazie allo sviluppo tecnologico e agli elevati livelli qualitativi dei prodotti.«Il know how, la tecnologia e la qualità dell’industria degli integratori alimentari italiana rappresentano ormai uno standard di riferimento nel mondo. I mercati esteri offrono straordinarie potenzialità di sviluppo e oggi ci sono i presupposti per guardare anche gli USA, in cui quest’industria ha avuto origine, come un potenziale mercato di attrattività per investimenti italiani» ha sottolineato Marco Fiorani, Presidente di FederSalus, in occasione dell’incontro di presentazione del programma SelectUSA: Perché investire negli Stati Uniti? organizzato da Federsalus in collaborazione con il Dipartimento del Commercio Americano presso il Consolato USA a Milano.
L’Italia si presenta all’undicesimo posto tra i paesi esportatori e al tredicesimo per quanto riguarda i paesi investitori negli USA. Tra il 2009 e il 2013 lo stock di investimenti diretti italiani negli USA è cresciuto del 35% e nei prossimi anni si stima un ulteriore incremento.
Grazie alla partnership tra FederSalus e l’US Commercial Service, verrà realizzato un percorso di lavoro finalizzato a fornire un supporto concreto alle aziende che vogliono investire negli USA, affinché possano prepararsi adeguatamente, conoscere il contesto, la diversa regolamentazione e cultura del business. «Il SelectUSA Summit del 23-24 marzo 2015 rappresenta un cruciale momento informativo e di incontro con esperti pubblici e privati nel settore degli investimenti – afferma Andrea Rosa, CommerciaI Specialist SelectUSA – In collaborazione con FederSalus, stiamo mettendo a punto possibili spin-off con esperti ed associazioni del settore».
«L’incontro al Consolato USA è stato un momento significativo – conclude il Presidente Marco Fiorani – La massiccia partecipazione e l’interesse mostrato dalle aziende associate è un chiaro segnale di conferma del percorso intrapreso dall’Associazione di esplorazione dei mercati extraeuropei e di sostegno ai progetti di internazionalizzazione delle nostre realtà imprenditoriali. I tempi e il nostro know how sono ormai maturi. La riunione del Gruppo di Studio sull’internazionalizzazione, non a caso fissata nella medesima giornata, rappresenta l’avvio di una serie di attività di networking e di nuovi progetti che stiamo preparando da mesi, anche in vista di Expo».

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pillola e mestruazioni

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 gennaio 2015

Annibale VolpeL’assenza o la riduzione del sanguinamento che si verifica quando si assume la pillola non è affatto un problema. Anzi. Da molti punti di vista, può essere considerato un fenomeno vantaggioso per la salute della donna. Questo il focus de “La mestruazione e la sua modulazione con la contraccezione ormonale con estroprogestinici”, il nuovo position paper della Società Italiana della Contraccezione (SIC).“Dobbiamo spiegare in maniera chiara e univoca alle donne che la mestruazione fisiologica non ha nulla a che vedere con la finta mestruazione in corso di contraccezione ormonale”, spiega il professor Annibale Volpe, past president della SIC. “In sintesi” fa eco il professor Angelo Cagnacci, U.O. Ostetricia e Ginecologia Policlinico Modena e autore del documento “avere il ciclo mestruale “naturale” significa solamente stare bene da un punto di vista riproduttivo, ma non ha nessun vantaggio reale per la donna”.Prosegue il professor Cagnacci: “In realtà il corpo della donna non è abituato ad avere così tanti flussi mestruali: una volta si facevano più figli con conseguenti minori indici negativi legati al ciclo, quali – solo per citarne alcuni – emicrania ed endometriosi”. “Inoltre non bisogna dimenticare che gli estroprogestinici hanno anche un potere protettivo nei confronti dei tumori all’ovaio: la riduzione del reflusso di sangue all’interno dell’addome ottenuta attraverso la sospensione delle mestruazioni e la riduzione delle conseguenti ferite ovariche provocate delle continue ovulazioni grazie alla pillola, sono presupposti fondamentali per una marcata riduzione del rischio di tumore ovarico”.“Inoltre, i benefici sono anche di natura psicologica” puntualizza l’autore del position paper: “Secondo recenti studi, ben un terzo delle donne in età fertile rinuncerebbe volentieri al ciclo mestruale per evitare impedimenti, dolori e fastidi di varia natura”. “É assolutamente comprensibile” prosegue il professor Volpe “se consideriamo che secondo un recente studio svedese il gentil sesso trascorre ben 7 anni della vita alle prese con le mestruazioni”. “Un tempo infinito” commenta il past president della SIC “che può impattare non solamente sulla salute della donna, ma anche sui bilanci familiari – assorbenti, analgesici, ecc – e sui costi del Sistema Sanitario Nazionale – assenze dal lavoro”.“Ci appelliamo dunque ai ginecologi” concludono i due membri della SIC “affinché rassicurino le pazienti e spieghino loro i possibili vantaggi che derivano dal mancato sanguinamento in corso di contraccezione ormonale. Un guadagno sicuro in termini di salute e l’abbattimento di un tabù – quello legato alla “purificazione mestruale” – che è ormai tempo di abbattere”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »