Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 279

Archive for 4 febbraio 2015

Recital di Fazil Say

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 febbraio 2015

fazilRoma sabato 7 febbraio 2015, ore 17.30 aula magna – palazzo del Rettorato piazzale Aldo Moro 5, l’Istituzione universitaria concerti (Iuc) propone il Recital di Fazil Say, famoso pianista turco condannato nel 2013 a dieci mesi di prigionia per oltraggio all’Islam. L’artista esegue per la prima volta in Italia la composizione “Gezi Park 2 op. 52”, ispirata dalle dimostrazioni di Piazza Taksim che hanno scosso Istanbul nel 2013.Il programma del concerto comprende le due composizioni originali “Nietzsche e Wagner”, e “Three ballads” e l’esecuzione di due opere di Mozart per pianoforte “Sonata in do minore K 457” e “Sonata in do maggiore K 330”. (Mauro Mariani) (foto fazil)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A Genova un simposio internazionale sulla leucemia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 febbraio 2015

porto antico genovaI maggiori esperti internazionali e italiani sulle leucemie si riuniranno a Genova dal 12 al 14 febbraio in occasione del simposio “Stem Cells, Cancer, Immunology and Aging”, organizzato dall’Istituto Giannina Gaslini e promosso dalla Fondazione Internazionale Menarini.Il simposio si svolgerà all’Acquario di Genova, Area Porto Antico.Al centro dell’incontro nuove e promettenti metodiche che negli studi clinici hanno dimostrato di poter sconfiggere la leucemia anche nei casi più difficili, che non rispondono ai trattamenti attualmente disponibili. Se le promesse saranno mantenute, in futuro le nuove terapie potranno sostituire il trapianto di midollo, oggi unica speranza in caso di malattia avanzata. Un’altra sessione del simposio sarà dedicata al confronto tra tumori infantili e negli adulti: oncologi ed ematologi stanno cercando di capire come mai la guarigione è più frequente nei bambini rispetto agli adulti e se lo studio dei tumori infantili può aiutare a migliorare le terapie anche negli altri tipi di tumore.Un’ultima sessione, infine, sarà dedicata alla creazione e all’organizzazione dei Centri per lo studio delle cellule staminali e delle terapie cellulari, àmbito in cui l’Istituto Gaslini è all’avanguardia.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Diminuzione uso antibiotici

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 febbraio 2015

psicofarmaciGli italiani, nel 2014, hanno diminuito sensibilmente l’uso di antibiotici. Lo ha reso noto nei giorni scorsi il “Rapporto Osmed” dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) relativo ai primi 9 mesi dello scorso anno. Il consumo di antibiotici ha registrato una riduzione rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente del 4%, con 21,2 dosi giornaliere consumate ogni mille abitanti. Numeri salutati con grande piacere dalla SIPPS. “I pazienti, nel nostro caso quelli più piccoli, i bambini – dichiara il Dott. Giuseppe Di Mauro, Presidente della Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale – non dovrebbero assumere antibiotici per curare l’influenza, infezioni virali o raffreddori non provocati da origine batterica. Dovrebbero invece ricorrere agli antibiotici solo quando necessario e dietro prescrizione medica. Non solo: per non sminuirne gli effetti, la cura dovrebbe sempre essere seguita in maniera scrupolosa, rispettando dosi e tempi di somministrazione”. “La SIPPS – aggiung il Dott. Di Mauro – è estremamente felice di quanto emerso dai dati dell’Aifa: da anni, infatti, ci battiamo per l’uso giudizioso degli antibiotici e registriamo con grande entusiasmo questa vera e propria inversione di tendenza. Inversione di tendenza alla quale abbiamo certamente contribuito coinvolgendo attivamente le famiglie con numerose iniziative sul territorio, prime fra tutte la creazione una Consensus Conference sull’impiego giudizioso della terapia antibiotica nelle infezioni delle vie aeree in età pediatrica. “Quando si utilizza una terapia antibiotica – prosegue il Presidente SIPPS – non si devono mai dimenticare le eventuali reazioni avverse, così come l’incremento del fenomeno delle resistenze batteriche, associate proprio ad una eccessiva prescrizione di antibiotici, con un importante impatto sulla sanità pubblica”. “Gli antibiotici costituiscono un aiuto fondamentale nella lotta alle patologie infettive – sottolinea la Professoressa Elena Chiappini, Componente del Consiglio Direttivo Nazionale SIPPS – ed il loro uso in maniera appropriata è senza dubbio utile a ridurre la diffusione di germi resistenti, oltre a porre una barriera all’incremento di costi e reazioni avverse”.
La Consensus Conference fornisce alcune indicazioni importanti per un utilizzo giudizioso degli antibiotici in età pediatrica anche per le famiglie attraverso la creazione di poster e depliant diffusi presso gli ambulatori dei pediatri. All’interno dell’area genitori del sito http://www.sipps.it è stata inoltre creata una sezione interamente dedicata ai quesiti più frequenti che ogni genitore si pone in merito a questo argomento.
“L’impegno della SIPPS non si ferma qui – conclude il Dott. Di Mauro -. La Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale non intende infatti abbassare la guardia e manterrà alta l’attenzione, impegnandosi seriamente ed in maniera seria e continuativa per proseguire lungo la strada dell’uso razionale degli antibiotici nelle infezioni respiratorie in età evolutiva”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A Roma un simposio sulle terapie del futuro in cardiologia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 febbraio 2015

ospedale ortona1Roma. I massimi esperti europei nelle malattie di cuore e circolazione si riuniscono a Roma per individuare le future possibilità nelle nuove terapie cardiovascolari. L’occasione è il Simposio “New trends in cardiovascular therapy”, promosso dalla Fondazione Internazionale Menarini. L’appuntamento è dal 19 al 21 febbraio al Complesso Monumentale Santo Spirito in Sassia, in via Via Borgo S. Spirito a Roma. Il Simposio traccerà le linee della cardiologia del futuro grazie all’attenta “regia” dei tre membri della segreteria scientifica, tutti dell’Istituto San Raffaele Pisana di Roma: Vincenzo Mollace, Farmacologo, Maurizio Volterrani e Giuseppe Rosano, Cardiologi.
Tra gli interventi principali, venerdì alle 9 quello di Francesco Romeo, del Policlinico Tor Vergata, riguardante il ruolo del colesterolo Ldl ossidato nelle patologie cardiovascolari, e di Andrew Coats, cardiologo di Melbourne, Australia, che illustrerà le nuove terapie contro lo scompenso cardiaco. E poi a seguire numerosi altri esperti che parleranno di ipertensione, ictus, fibrillazione atriale, diabete, ischemia e altri aspetti centrali per i trattamenti di domani nelle patologie cardiovascolari.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mercato immobiliare in calo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 febbraio 2015

case al mareIl 2014, per il mercato immobiliare, è stato un anno con luci ed ombre: da un lato è tornata a salire la domanda di mutui, complici i migliori tassi applicati dalle banche a chi chiede un finanziamento, dall’altro i prezzi di vendita hanno continuato a scendere, appena meno rispetto a quanto accaduto nel 2013. Secondo l’Osservatorio sul Mercato Immobiliare residenziale italiano condotto da Immobiliare.it (http://www. immobiliare.it) nel 2014 i prezzi degli immobili residenziali hanno subito un calo annuale pari al -5,6%.
Se nel primo semestre il calo rilevato era stato più contenuto (-1,8%) – tanto da far ipotizzare una stabilizzazione – considerando solo il secondo semestre 2014 la diminuzione dei prezzi richiesti è stata del 4,1%. A dicembre 2014 il prezzo medio ponderato degli immobili residenziali italiani si è assestato a 2.166 € per metro quadro.
Scomponendo i dati in base alle macro aree del Paese, a livello annuale il calo maggiore delle cifre richieste si è registrato al Centro (-7%) e al Sud (-6,8%), con una significativa svalutazione degli immobili rilevata in Molise (-18,2% in un anno). Considerando solo il secondo semestre, la contrazione più forte si registra nel Mezzogiorno (-5,9%). L’area che, di contro, ha mostrato nell’anno la tenuta maggiore dei prezzi è il Nord-Est: Trentino Alto Adige (-1,2%) e Friuli Venezia Giulia (-2,2%) sono le regioni che hanno arginato meglio il calo. Rispetto alla precedente rilevazione i prezzi tornano a calare in misura più evidente nelle grandi città (-4,8% in sei mesi), dopo un semestre in cui erano le più piccole a soffrire di più (queste si fermano al -3,5%).
Mentre i prezzi del mattone continuano a scendere sale ancora, ma meno che in passato, l’offerta di immobili in vendita: nel corso del secondo semestre 2014 la crescita registrata è pari al +5,7%, mentre considerando il 2014 nel suo complesso ci si ferma ad un +4,1%. Il costante aumento di questa tipologia di offerta (che prosegue dal 2012, anno di inizio delle rilevazioni) sta tuttavia rallentando a seguito del forte ridimensionamento del settore dell’edilizia, che produce sempre meno: secondo l’Osservatorio congiunturale sull’industria delle costruzioni, redatto dall’ANCE, nel 2013 la produzione di nuove abitazioni è calata del 18,4%. Da qui l’impossibilità di una crescita con la stessa intensità del passato. Si rafforza, d’altro canto, la differenza di disponibilità sul mercato di immobili residenziali in locazione, da sempre meno numerosi di quelli in vendita: nel corso del secondo semestre il divario numerico aumenta perché l’offerta di case in affitto è calata del 10,4% (-10,1% nel 2014). Fenomeno, questo, che offre una prova del calo della volontà degli italiani di mettere a reddito i propri immobili: complici l’alta tassazione legata alle locazioni e gli alti tassi di morosità registrati nel nostro Paese, il trend che emerge vede gli italiani più intenzionati a vendere il proprio immobile, piuttosto che continuare ad operare nel difficile mercato della locazione.
Esaminando l’andamento dei prezzi nelle città capoluogo di regione emerge un peggioramento in corrispondenza del secondo semestre: se la prima parte dell’anno aveva visto diverse città con contenuti rincari dei prezzi (su tutte, +2,4% a Trieste), complessivamente nel 2014 tutti i capoluoghi chiudono in negativo. L’Aquila (-17,7%) e Aosta (-11,9%) sono i capoluoghi che soffrono maggiormente nel 2014, ma particolarmente significativo è il dato di Roma: la città, che copre ben il 94% dell’offerta di immobili di tutta la regione Lazio, ha subito un calo dei prezzi di vendita pari all’8,4% in un anno.
Questo tonfo porta la città eterna a perdere il suo storico primato di città con i prezzi più elevati del comparto residenziale: Roma viene superata da Firenze (solitamente seconda) stabile a 3.657€ al metro quadro (-0,5% nei sei mesi, -0,7% nei 12), mentre Milano, che pure cala del 3,1% in un anno e arriva a 3.463€/mq, rimane il terzo capoluogo di regione della classifica.
In coda alla rilevazione sin dal 2012, i capoluoghi meno costosi d’Italia sono sempre Catanzaro (1.188€ al metro quadro, in flessione del -9,7% nel 2014) e Perugia (1.460€/mq, con prezzi in calo del 10,7% rispetto ad un anno fa).
La città che, nel 2014, ha subito la contrazione maggiore dei prezzi è L’Aquila (-17,7%), mentre considerando solo il secondo semestre perde più di tutte Campobasso (-11,6%). L’unico capoluogo di Regione che da giugno a dicembre abbia registrato un segno positivo circa l’andamento dei prezzi è Potenza, che vede un rincaro del 4,7%.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Diritto allo studio

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 febbraio 2015

scuola-digitale-casnati-como-800x500_cProprio oggi sono stati pubblicati i dati aggiornati sui giovani sotto i 29 anni che in Italia non studiano e non lavorano: sono 1 milione e 700mila, solo al Sud quasi 700mila, pari al 38,6% del totale. Ma anche quelli confortanti relativi ai 2 miliardi di fondi europei Pon Istruzione, attribuiti alle regioni Calabria, Campania, Puglia e Sicilia: se si investe il tasso di abbandono si normalizza.Intanto però il numero di abbandoni precoci dei banchi rimane fermo al 17,6%, cinque punti percentuali sopra la media Ue: negli ultimi 15 anni si sono persi per strada 2 milioni e 900mila giovani delle superiori.Marcello Pacifico (Anief-Confedir): oltre a maggiori fondi servono però anche organici maggiorati nelle aree a rischio, investire sull’orientamento, aumentare di due anni il percorso scolastico obbligatorio.

Posted in Diritti/Human rights, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pensioni e pensionati autonomi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 febbraio 2015

pensionati“Dieci euro e ventuno centesimi al mese è l’importo che un pensionato autonomo percepisce per ogni familiare a carico. Una cifra modestissima con la quale si può comprare circa mezzo chilo di carne”, dichiara il presidente ANAP Giampaolo Palazzi. “Non solo tale importo è rimasto invariato dal 1988 a oggi, ma vi è una eclatante discriminazione rispetto ai pensionati del lavoro dipendente.”
La legge 153 del 1988, istituendo l’assegno per il nucleo familiare, ne ha circoscritto l’applicazione ai soli pensionati provenienti dal lavoro dipendente. Per i pensionati provenienti dal lavoro autonomo (ex artigiani, ex commercianti, ex coltivatori diretti) è rimasta invece in vigore la vecchia normativa e i trattamenti di famiglia a loro erogati, quando ne hanno diritto, si chiamano “quote di maggiorazione della pensione” per carichi familiari.“Tale discriminazione è particolarmente odiosa – evidenzia Palazzi – dal momento che si parla di famiglie di pensionati con redditi molto bassi. L’ANAP e le altre organizzazioni dei pensionati del mondo del lavoro autonomo, anche attraverso il CUPLA, si battono da tempo per far approvare dal Parlamento una modifica della legislazione esistente che parifichi tutti i pensionati, indipendentemente dall’attività professionale svolta nella vita attiva. Tale azione proseguirà anche se, finora, si è ottenuto solamente la presentazione di proposte di legge che poi non sono giunte all’approvazione conclusiva”.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »