Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Prevenzione e riabilitazione dalle droghe

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 febbraio 2015

E’ notizia recente della quasi morte di un quindicenne milanese a causa dell’abuso di marijuana e hashish. Abuso che ha portato questo adolescente in uno stato di coma per 20 giorni. Varie e diverse le cause ipotizzate: l’eccessivo quantitativo assunto, la qualità scadente delle droghe assunte, una preesistente patologia di cui il ragazzo soffriva. Purtroppo non c’è nessun accenno a quella che è una recente causa di effetti indesiderati e pericolosissimi che l’assunzione di marijuana sta provocando in chi l’assume: oggi la marijuana è più potente che mai! Infatti la potenza media della droghe aumenta di anno in anno. Nella marijuana sono presenti numerose tossine, ma l’elemento chimico intossicante più potente che vi è contenuto è il THC o tetraidrocannabinolo. Con l’introduzione di nuovi metodi di coltivazione la quantità di THC contenuta nella marijuana è pesantemente aumentata. Esiste infatti sul mercato una forma di marijuana che è molto più potente, denominata “sensimilla”. Basti pensare che tra il 1986 ed il 2009 la potenza media della marijuana è aumentata dal 3% di TCH a quasi il 10%, mentre nella sensimilla la concentrazione di THC è stata trovata a più alte percentuali, persino fino al 37% e pertanto 10 volte più potente e forte della marijuana del passato. Chiaramente l’uso di una droga più potente procura conseguentemente maggiori effetti indesiderati come quelli, per esempio, che tristemente hanno colpito il quindicenne milanese. La notizia sulla intossicazione dell’adolescente illustrava inoltre come le attività di controllo nelle scuole, da parte delle Forze dell’Ordine, fossero delle misure assolutamente indispensabili per reprimere il fenomeno dello spaccio. Ovviamente va bene la repressione, ma forse varrebbe la pena mettere una maggiore attenzione su una particolare strada che dovrebbe essere battuta maggiormente: la prevenzione! Una semplice, diretta e non allarmistica informazione che porta gli studenti ad una maggiore consapevolezza sulle diffuse falsità che ammantano l’uso di droghe ed alcool, magari spiegata da chi ha vissuto sulla propria pelle il dramma di questa piaga sociale, ma che ne è uscito e che è quindi in grado di colpire gli studenti con una storia vera, reale, ma non da reality, che possa parlare lo stesso linguaggio dei ragazzi è certamente in grado di produrre molti più risultati di una “bella romanzina” o di innumerevoli statistiche e percentuali. Da diversi anni l’associazione Narconon Sud Europa svolge con successo, soprattutto nelle scuole, conferenze di prevenzione portando testimonianze vere di storie vissute da persone che oggi possono orgogliosamente affermare di aver vinto la propria sfida con la droga e l’alcool. Chi fosse inoltre interessato ad approfondire questo argomento o ricevere informazioni relative ad altre droghe, può contattare l’associazione Narconon Sud Europa allo 02.36589162 e richiedere una copia gratuita dell’opuscolo “10 cose che i genitori potrebbero non sapere riguardo alla marijuana”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: