Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 312

Archive for 24 febbraio 2015

Miami Home Sales, Prices Rise in January

Posted by fidest press agency su martedì, 24 febbraio 2015

Miami-skyline-for-wikipediaMiami – Miami single-family home sales increased in January and all residential median sale prices continued their more than three years of consistent growth, according to the 36,000-member MIAMI Association of REALTORS® (MIAMI) and the local Multiple Listing Service (MLS) system.
Miami single-family home sales, which set an all-time annual record in 2014, increased 6.5 percent relative to January 2014, from 904 to 963. Condominium sales — which posted the second best year in Miami history last year despite increased supply of new condo construction — decreased 15 percent from 1,270 in January of last year to 1,080 last month. Combined, residential real estate sales decreased 6 percent to 2,043 last month compared to 2,174 during the same time period in 2014.“Miami is seeing a consistent and steady increase in single-family home sales while condo buyers are trending to the new coastal units becoming available,” said Christopher Zoller, the 2015 Residential President of the MIAMI Association of REALTORS®. “More houses are coming on the market, which means sellers are feeling confident about the housing market and strong sales show that buyers are also feeling confident.”Single-family home prices, which again increased in January year-over-year, remain at affordable 2004 levels despite more than three years of consistent year-over-year increases. Condo prices also increased in January 2015, marking 43 months of growth in the last 44 months. The median sale price for single-family homes increased 5.6 percent, up to $237,500 in January 2015 from $225,000 in January 2014. The average sale price for single-family homes decreased 4 percent to $392,172 last month from $408,626 during the same time period last year.Compared to January 2014, the median sale price for condominiums increased 1.3 percent to $188,500 from $186,000 a year prior. The average sale for condominiums increased 3.2 percent to $372,978 from $361,282 in January 2014.Miami single-family homes and condominiums continue to sell close to asking price, reflecting a strong consumer demand. The median number of days on the market for single-family homes sold in January 2015 was just 51 days, an increase of 10.9 percent compared to the same period in 2014. The average percent of original list price received was 94.3 percent, down a negligible 1.2 percent from a year earlier.The median number of days on the market for condominiums sold in January 2015 was 66 days, an increase of 17.9 percent compared to the same period in 2014. The average percent of original list price received was 93 percent, a 3.2-percent decrease.
Nationally, sales of existing single-family homes, townhomes, condominiums, and co-ops posted a year-over-year increase in January. All national existing housing sales decreased 4.9 percent from December, but were up 3.2 percent from January 2014, according to the National Association of REALTORS® (NAR). Statewide closed sales of existing single-family homes totaled 16,087 last month, up 10 percent compared to the year-ago figure, according to Florida Realtors. Statewide sales of condominiums totaled 7,294, down 1.7 percent compared to January 2014.
The MIAMI Association of REALTORS® was chartered by the National Association of Realtors in 1920 and is celebrating 95 years of service to Realtors, the buying and selling public, and the communities in South Florida. Comprised of five organizations, the Residential Association, the Realtors Commercial Alliance, the Broward County Board of Governors, the YPN Council and the award-winning International Council, it represents more than 36,000 real estate professionals in all aspects of real estate sales, marketing, and brokerage. It is the largest local Realtor association in the U.S., and has official partnerships with more than 125 international organizations worldwide. MIAMI’s official website is http://www.miamire.com.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Convegno sulla mielofibrosi e sul nuovo trattamento

Posted by fidest press agency su martedì, 24 febbraio 2015

Starhotels-RosaGrand_MiMilano 18 marzo ore 11,30 sala Norma Starhotels Rosa Grand Piazza Fontana 3 convegno sulla Mielofibrosi e sul nuovo trattamento inteso a migliorare la sopravvivenza e la qualità della vita. Lo si deve anche ai ricercatori italiani è disponibile nel nostro paese l’unico farmaco inibitore di JAK1 e JAK2“Sento che il mio corpo non mi appartiene più, non sono più io la padrona specialmente in certi momenti. Io sono innamorata della vita, amavo fare mille cose e ora mi sento tanto limitata in quasi tutto.”
E’ una delle oltre 250 testimonianze raccolte dalla ricerca dell’ISTUD Back to life che ci aiuta a comprendere il vissuto delle persone con mielofibrosi, patologia oncologica che colpisce le cellule staminali emopoietiche del midollo osseo, dalle quali hanno origine le cellule del sangue.
Si tratta di una malattia rara, che si stima interessi 4.000 persone nel nostro paese e ha un decorso progressivo e inarrestabile, fino a evolvere, nei casi più gravi, in leucemia acuta. La mielofibrosi ha quindi un forte impatto sulla vita sociale e lavorativa delle persone, come emerge dai racconti dei pazienti raccolti dallo studio di medicina narrativa Back to Life. I recenti passi avanti nella ricerca delle mutazioni genetiche che caratterizzano la mielofibrosi hanno aperto nuove prospettive per lo sviluppo di farmaci innovativi, in grado di bloccare selettivamente le proteine malfunzionanti. Oggi è disponibile anche in Italia ruxolitinib, un inibitore di JAK1 e JAK2 che ha dimostrato di aumentare in modo significativo la sopravvivenza e migliorare i sintomi generali della malattia, con conseguenze positive sulla qualità di vita della maggior parte dei pazienti.
Una nuova speranza in una patologia che fino ad oggi ha potuto giovare di soluzioni terapeutiche molto limitate.
Intervengono: Alessandro Vannucchi – Professore associato di ematologia presso l’Università degli Studi di Firenze, Azienda Ospedaliera Univeristaria Careggi Francesco Passamonti – , Direttore dell’U.O.C. di Ematologia dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Ospedale di Circolo di Varese Luigi Reale – Coordinatore progetti di ricerca area salute e sanità, Fondazione ISTUD Massimiliano Donato– Responsabile Gruppo AIL Pazienti MMP Ph- Modera: Michela Vuga, Coordinatore sanitario “OK salute e benessere”

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Digital Magics e Innogest SGR: accordo per lo sviluppo di startup nei settori digital/ICT e Made in Italy

Posted by fidest press agency su martedì, 24 febbraio 2015

borsa milanoInnogest SGR, il principale fondo di venture capital in Italia, e Digital Magics, incubatore certificato di startup innovative e scaleup digitali quotato sul mercato AIM di Borsa Italiana (simbolo: DM), stringono un accordo di partnership strategica per realizzare co-investimenti in startup innovative. Con questo accordo Innogest SGR amplia il novero delle collaborazioni con realtà importanti del mondo dell’innovazione in Italia e all’estero. Innogest SGR valuterà le proposte di Digital Magics nell’ambito di startup, progetti di ricerca, brevetti e innovazioni digitali che offrano contenuti e servizi a elevati potenziale di crescita e valore tecnologico e che abbiano modelli di business scalabili. Il focus sarà sul Cloud computing e sul Made in Italy: food, fashion e design. Il fondo d’investimento deciderà se supportare i progetti selezionati co-investendo con Digital Magics e potrà a propria volta presentare nuove iniziative all’incubatore.Innogest SGR diventa anche membro del Digital Magics Angel Network: gli oltre 100 investitori privati, industriali e finanziari che collaborano con Digital Magics nelle attività di selezione, mentorship e co-finanziamento delle migliori idee di business, per accelerare il processo di crescita delle imprese digitali.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nordic Sparkle is crowdfunding to launch mySelfie in China

Posted by fidest press agency su martedì, 24 febbraio 2015

mySelfieFinnish Nordic Sparkle launched a crowdfunding campaign on FundedByMe on Friday 13th of February to raise 60.000€ to expand in China. Campaign has had an excellent start, only after few days 39% of the target has been achieved. To get to China market, Nordic Sparkle has also received funding from Tekes, Finnish Funding Agency for Innovation. mySelfie is an avatar app targeted for fun-loving teens who share their selfies in social media. With the app you can create your cartoon, style it, share it and have it on your iPhone case.
– Product is ready and tested, and it has what it takes to be the coolest accessory globally, says Heini Saari, Head of Marketing & Sales at Nordic Sparkle. – There is no such concept on market that would combine smartphone cases with social media. Large target group is willing to spend money on mobile phone accessories, and smartphone case market is still expected to grow during the next five years. With the social aspect the product is expecting huge organic growth since it is also designed to be shared in social media.
– We want to start the production and sales in China in November 2015, says Heini Saari. Custom case production is now ready for shipping in Europe, and app from the Finnish company will be first launched in Western Europe. (Photo: mySelfie)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Efficienza energetica e mercato immobiliare

Posted by fidest press agency su martedì, 24 febbraio 2015

mercato-immobiliareDisponibili i dati 2014 dell’indagine promossa da ENEA, I-Com e FIAIP sull’andamento del mercato immobiliare visto nella prospettiva dell’efficienza energetica e frutto delle elaborazioni delle risposte di oltre 1000 agenti immobiliari.
I risultati dell’indagine mostrano un quadro complessivo della situazione composita e, in parte, contrastante. Il mercato rimane evidentemente dominato da immobili di qualità energetica molto scadente (anche per l’evidente peso degli edifici vecchi nello lo stock immobiliare), sebbene nelle dinamiche di mercato di alcuni segmenti sembra aumentare il peso della qualità energetica, come nel caso degli immobili di pregio: il dato delle compravendite in questo segmento per gli immobili di classe A+ e A è passato al 10%, rispetto al 6% del 2013. Questa tendenza può essere letta come un incoraggiante segnale della crescente considerazione dell’efficienza energetica come elemento essenziale e imprescindibile di un edificio. Sarà dunque necessario trasferire questa consapevolezza anche alle categorie edilizie di minor pregio per capitalizzare il potenziale di efficientamento del settore immobiliare oggi ampiamente inespresso.Incoraggianti anche i dati relativi alle nuove costruzioni, crescendo sensibilmente nel 2014 il peso delle compravendite di immobili efficienti rispetto all’anno precedente. In calo però lo stesso dato per gli immobili ristrutturati, segno che l’efficienza energetica non è un elemento sufficientemente valorizzato nelle ristrutturazioni edilizie. Infatti, le compravendite 2014 di immobili nuovi si sono realizzate per edifici di classe A+, A e B nel 49% dei casi (erano il 40% nel 2013); lo stesso dato per gli immobili ristrutturati crolla al 6%, dimezzandosi rispetto al 2013.Anche il sentiment rispetto al tema dell’efficienza energetica degli attori del mercato immobiliare presenta luci ed ombre. Se da una parte aumenta la consapevolezza dell’importanza della variabile energetica di un edificio sia da parte di chi compra che di chi vende un immobile, lo strumento della certificazione energetica continua a non essere percepito come utile nell’orientare il mercato verso immobili efficienti. Peggiora infatti il dato della percezione dell’utilità dello strumento nella lettura comparata dei dati 2014 e 2013: questa criticità potrebbe essere in parte dovuta alle frequenti modifiche normative a livello nazionale e alla frammentazione della materia a livello regionale.Rimane comunque evidente la necessità di porre in essere azioni di sistema per rendere lo strumento della certificazione energetica maggiormente incisivo rispetto alle scelte di tutti gli attori della filiera del mercato immobiliare.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le persone con sclerosi multipla avranno diritto al part-time

Posted by fidest press agency su martedì, 24 febbraio 2015

sclerosi_multiplaLo prevede una norma contenuta nel Decreto attuativo del Jobs Act relativo al riordino delle tipologie contrattuali, approvato venerdì 20 febbraio in via preliminare dal Consiglio dei Ministri. Il provvedimento ha esteso la norma del diritto al part-time, già previsto per le persone con malattie oncologiche, anche a persone con gravi malattie cronico degenerative e ingravescenti, come la sclerosi multipla.
Si tratta di un risultato importante voluto fortemente da AISM, Associazione Italiana Sclerosi Multipla, che proprio in questi mesi ha sancito nella Carta dei Diritti delle persone SM questo irrinunciabile “Diritto al Lavoro: tutte le persone con SM hanno il diritto e il dovere di essere parte attiva della società, con pieno accesso al mondo del lavoro sin da giovani e con il mantenimento dell’occupazione anche al variare delle condizioni determinate dall’evoluzione discontinua della malattia”. Grazie ad un costante dialogo con le Istituzioni parlamentari fin dall’iter della Legge delega sul Jobs Act, l’Associazione ha portato all’attenzione della Commissione Lavoro della Camera proposte per il riconoscimento normativo di questo diritto. Ne è derivato un Ordine del Giorno con cui il Governo si è impegnato a portare avanti queste proposte, giudicate meritevoli di essere valutate in sede di decreti attuativi.Nel complesso le misure, volta a migliorare l’inclusione sociale e lavorativa delle persone con sclerosi multipla ed altre patologie ingravescenti attraverso il diritto al part time, ed a riconoscere priorità di trasformazione da tempo pieno al part time per i familiari e conviventi, sono state condivise e sostenute anche da CISL – con la quale AISM ha da tempo instaurato una proficua collaborazione sui temi legati alla disabilità e lavoro.“Questo è un risultato fondamentale per tutte le persone con Sclerosi Multipla che avranno modo di vivere quotidianamente la propria condizione di vita e di lavoro oltre la SM. Tale successo si pone inoltre nella cornice dei principi espressi nel Piano di Azione Biennale delle persone con Disabilità, frutto del lavoro delle principali associazioni rappresentative delle persone con disabilità e delle loro reti, tra cui in primis FISH. Un impegno, quello dell’Associazione, che va a beneficio non solo delle persone con SM ma della più ampia comunità delle persone con patologie cronico degenerative e, più in generale, delle persone con disabilità. E’ un impegno, quello di AISM, costante e importante che non si ferma qui”- ha dichiarato Roberta Amadeo, Presidente Nazionale AISM –.Il provvedimento passerà ora al Parlamento per i pareri delle Commissioni e tornerà quindi all’esame dell’Esecutivo per la definitiva adozione ed entrata in vigore.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ddl Concorrenza: E il mercato? Occorre ancora aspettare

Posted by fidest press agency su martedì, 24 febbraio 2015

palazzo chigiEsaminiamo il disegno di legge (ddl) del Governo sulla concorrenza, che cosi’ viene presentato dal comunicato stampa ufficiale: “….. che dà attuazione, per la prima volta, al provvedimento annuale sulla concorrenza previsto dalla legge con l’obiettivo di stimolare la crescita economica frenata dalla scarsa concorrenza nel settore dei servizi. Le liberalizzazioni fanno crescere del 3,3% il Pil in 5 anni secondo le stime del Fondo monetario internazionale, migliorano la credibilità del Paese ed il suo rating e costituiscono un elemento importante nel giudizio della Commissione europea sulle riforme italiane”. Importante: e’ un disegno di legge, quindi il Parlamento lo deve discutere e approvare, ragion per cui si tratta di “linee guida” che possono subire variazioni in corso d’opera.Cerchiamo, quindi, di capire se potrebbe rendere l’Italia piu’ credibile e se potrebbe piacere alla Commissione europea, come dice il comunicato ufficiale? Sulla credibilita’ da acquisire (a parte quella delle istituzioni extra-nazionali, di cui possiamo solo prenderne atto), la lasciamo ai singoli cittadini utenti e consumatori che ne saranno fruitori, quindi ci vorra’ tempo. E possiamo anche solo prendere atto dell’ipotetica crescita del PIL del 3,3% in 5 anni secondo le stime del Fondo monetario internazionale (FMI).
Assicurazioni
– Sconti previsti sulla Rc-auto per chi installa sul proprio mezzo la scatola nera: potrebbero essere vanificati dal costo e dalla gestione di quest’ultima? Il ddl dice che gli sconti devono essere maggiori di questi costi, ma non quantifica, per cui -conoscendo i nostri interlocutori- non possiamo escludere che -euro piu’, euro meno- saranno differenze che potrebbero comunque vanificare questi sconti.
– I testimoni da indicare, in caso di incidente solo al momento della denuncia. Ci sembra un aiutino alle compagnie assicurative in violazione dei piu’ elementari diritti alla difesa e denuncia.
– La possibilita’ di recesso dalle polizze accessorie allo scadere della polizza principale. Era ora: positivo.
L’unica novita’ ci sembra l’obbligo per i gestori, ai fini dell’eventuale addebito al cliente delcosto di servizi in abbonamento offerti da terzi, di acquisire la prova del previo consenso espresso del medesimo (chissa’ cosa si inventeranno i gestori per dire che c’e’ questa prova…). Per il resto, e’ stato preso atto di quanto gia’ in vigore con le varie disposizioni delle Autorita’ in merito a stipula dei contratti e portabilita’ degli stessi. Un particolare: nel ddl si parla di “penali”, mentre nelle disposizioni oggi in vigore si parla di “spese”. Che si mettano d’accordo su come chiamare questi soldi che -comunque- l’utente deve sborsare… tanto sono sempre soldi che, notoriamente, non hanno colore.
Poste Eliminato il monopolio di Poste spa per l’invio di notifiche e atti giudiziari. Bene. E’ rumoroso il silenzio sulla qualita’ del servizio universale…
Energia E’ fissato al 2018 la fine del mercato tutelato. In teoria il libero mercato dovrebbe favorire qualita’ e costi bassi. In teoria. Le indagini dell’Autorita’ (AEEG) in merito ci fanno invece sapere che fino ad oggi i prezzi del mercato tutelato sono piu’ bassi di quello libero e -aggiungiamo noi- truffe e illeciti sono piu’ frequenti nel mercato libero. Abbiamo tre anni di tempo per far si’ che questo gap non sia piu’ tale. Ci vorra’ l’impegno di noi associazioni come vigili e denuncianti e, soprattutto, quello dell’AEEG a far capire ai gestori che non gli conviene continuare con le attuali politiche commerciali; convincimento che, a nostro avviso, potra’ svilupparsi solo se i gestori pagheranno in modo molto salato gli sgarri e le truffe.
Banche niente di nuovo rispetto a quanto gia’ oggi offre il mercato ad un consumatore attento che non creda -come dice il presidente dell’Associazione Bancaria Italiana, Antonio Patuelli- che le banche siano come dei nostri confessori in cui avere fiducia completa, piuttosto che informare ed essere trasparenti.
Avvocati L’obbligo del preventivo per i clienti non ci emoziona piu’ di tanto (oggi lo devono fare su richiesta). Mentre ci piacciono le società multiprofessionali e l’ingresso di soci di capitali. Un meccanismo per favorire maggiori e piu’ economiche offerte agli utenti. Non vorremmo, pero’, che il principio fosse vanificato, per esempio, da alcuni limiti percentuali della presenza di questi capitali; limiti che -se fortemente al ribasso- potrebbero non far cambiare nulla nella pratica del rapporto tra studio professionale e cliente, lasciando la decisionalita’ dell’avvocato al centro, piuttosto che la centralita’ di servizi da scegliere da parte dell’utente.
Notai Riduzione degli atti per cui e’ obbligatoria la presenza di un notaio. Ancora troppo poco per chi, come noi, crede che un qualunque professionista oggi potrebbe svolgere la funzione di notaio e, di conseguenza, aumentare l’offerta e far calare i costi per l’utenza.
Farmacie Viene eliminato il limite di titolarita’ di 4 licenze in capo ad un unico soggetto e viene consentito l’ingresso di soci di capitale. Liberalizzazione? Un pochino per chi fa business con il settore. Non per i consumatori: costretti a fruire dei servizi delle farmacie solo perche’ i loro proprietari hanno una potente lobby che impone prezzi di vendita e limitata presenza territoriale (4).
Conclusioni. L’Italia e’ un Paese di libero mercato? No. Sia per le osservazioni che abbiamo fatto sopra, sia per ambiti che mancano completamente o che, fino ad oggi, sono stati completamente ravvisati (la presenza di capitale pubblico, per esempio nelle societa’ di gestione dei servizi locali). Forse e meglio dire che non e’ ancora un Paese a completa economia di mercato? E in base a quali prospettive? Le timidezze dell’attuale Governo sono, a nostro avviso, eccessive. Potremmo quindi solo confidare nell’Europa? In teoria. Perche’ in pratica, finche’ l’economia dell’Unione e’ ancora, e pur sempre, soggetta alle decisioni degli Stati nazionali; manca un un potere politico deciso dagli elettori dell’Unione. Non possiamo quindi arrabbiarci piu’ di tanto se da un ministro nazionale dell’Economia, pretendiamo decisioni anche contrarie ai limiti del suo mandato (nazionale e non comunitario). (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I libri che non possono mancare nella libreria di uno studente universitario

Posted by fidest press agency su martedì, 24 febbraio 2015

platone Tra i libri che non devono mai mancare nella biblioteca di uno studente universitario, non necessariamente di filosofia, c’è sicuramente l’Etica Nicomachea di Aristotele, che fa il paio I dialoghi di Platone (“una ricchezza per la mente e lo spirito”). Riferimenti sono stati fatti anche a Le Confessioni di Sant’Agostino, Per la pace perpetua di Kant (“un libro per ragionare”), Sulla facondia dei ragionamenti e delle parole di Erasmo da Rotterdam (“un libro per farsi capire”), Confutazioni sofistiche di Aristotele (“un libro per l’autodifesa intellettuale”), Aut-aut di Kierkegaard (“per spingere a riflettere”). Infine, come opere che “contengono i temi essenziali dell’esistenza e quindi anche della filosofia: la fatica della libertà, la ricerca del bene, il desiderio di Dio”, sono state indicate La Bibbia, la Divina Commedia e il don Chisciotte.

Posted in Recensioni/Reviews, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Filosofia: un aiuto a pensare

Posted by fidest press agency su martedì, 24 febbraio 2015

università santa croceA margine di un convegno all’Università della Santa Croce” tra studiosi e insegnanti a cura di Giovanni Tridente. La filosofia – afferma Juan José Sanguineti, docente di Filosofia della conoscenza alla Santa Croce -, apre orizzonti alla persona. Consente di avere una visione più globale e serena della realtà e di valutare aspetti come il lavoro, la politica, i valori morali, la questione del senso della vita”. In questo modo, aiuta “ad avere criteri di valutazione e di giudizio nei confronti delle ideologie, delle mode culturali, di miti di ogni tipo”. Senza un certo orizzonte filosofico -metafisico, antropologico, etico-, anche la vita professionale rischia di essere accolta “senza senso critico, con un puro affidamento a valori che altri trasmettono, e che non sempre sono valori autentici”. Giacomo Samek Lodovici, docente all’Università Cattolica del Sacro Cuore, si spinge addirittura oltre, affermando che lo stesso “sviluppo di un paese andrebbe di pari passo con lo sviluppo del pensiero”. Se è vero che la filosofia non produce “cose materiali”, aggiunge Ariberto Acerbi, docente di epistemologia alla Santa Croce, essa “contribuisce senz’altro alla crescita e al miglioramento delle persone e della società nel suo insieme”. Basti pensare, suggerisce ancora Samek Lodovici, allo stretto legame che c’è stato nel mondo antico, in Grecia e nell’Occidente in genere, tra l’invenzione della filosofia e il progresso dal punto vista tecnico-scientifico.Dal canto suo, Maria Teresa Russo, dell’Università Roma Tre, è convinta che questa disciplina favorisca “l’attitudine a porsi domande e a non rinunciare a pensare con la propria testa”. A suo avviso, “la riflessione filosofica, intesa come ricerca del bene e del vero, è incompatibile con la menzogna, con la dissimulazione, con l’incoerenza, con la calunnia, con l’indiscrezione”.
Categorico Adelino Cattani, dell’Università degli Studi di Padova, per il quale, riprendendo Karl Jasper, “la filosofia insegna a non farsi ingannare”. Perciò, studiarla e lasciare che essa affini la nostra logica, può essere utile per svolgere meglio le attività lavorative, ma anche per sapersi orientare nel mondo che ci circonda.
Gli fa eco Giuseppe Savagnone, della LUMSA di Palermo, secondo il quale “un buon professionista, un buon funzionario, è chi riesce a capire i bisogni anche inespressi del suo cliente e le potenzialità finora inesplorate del proprio campo di competenza”. Ma questa dimensione del lavoro umano “esige il logos, che in greco significa ‘pensiero’, ma anche ‘collegamento’. E il logos è ciò a cui la filosofia da sempre educa le persone”.
La filosofia può anche aiutare a superare un’impostazione di società basata sul sentimentalismo, perché permette di integrare e armonizzare ragione e sentimento. Se ci si limita a “sentire” senza riflettere, avverte Sanguineti, “il rischio è di avere reazioni impulsive, non adeguate alla realtà”.“Il sentimento positivo o negativo – spiega Maria Teresa Russo – ci indica la presenza di un bene o di un male, ma non offre nessuna ragione sul perché quel bene o quel male va cercato o evitato”. Per l’assetato l’acqua è un bene e il vedere una sorgente produce desiderio, “ma è il cartello non potabile o potabile che mostra la ragione del perché bere o astenersi dal farlo”.La filosofia può generare “una visione più ampia del mondo, una migliore partecipazione alla vita sociale, più consapevolezza nell’uso delle tecnologie e più attenzione alle sorti del pianeta”, sostiene Francesco Perillo, dell’Università “Suor Orsola Benincasa” di Napoli. La condizione, però, è che venga “contagiata come una passione e non trasmessa come nozioni”.Se è tale il potere della filosofia, vale la pena interrogarsi su come rendere il suo insegnamento più interessante per i ragazzi e non limitarlo ad una semplice carrellata di autori e date. Su questo punto Savagnone afferma che bisogna “far vedere ai giovani che le teorie esposte nei manuali sono solo l’alveo disseccato di fiumi viventi costituiti dalle domande che hanno assillato alcuni uomini, alle prese con problemi molto simili ai nostri e a cui essi hanno cercato di dare risposta”.Studiare la storia della filosofia, aggiunge, non significa “descrivere le pietre e il fango, ma fare di nuovo scorrere il fiume nella mente e nella vita degli studenti”. Si tratta di partire dalle domande “evidenziandone la portata esistenziale, anche con esempi molto concreti, per spingere i ragazzi a capire che ne va del senso della loro vita e delle loro scelte di ogni giorno”.Occorre prendere il via dai grandi temi come la conoscenza, la natura, la morale, la psiche, l’economia, la società, per poi approfondire come diversi pensatori li hanno affrontati. “I grandi temi hanno la forza di catturare l’interesse e la passione dei giovani”, conclude Francesco Perillo.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A Fabriano ha preso il via il corso Unicam in “Manifattura e Conservazione dei Materiali Cartacei”

Posted by fidest press agency su martedì, 24 febbraio 2015

fabriano_vedutaCamerino. Ha preso il via nei giorni scorsi a Fabriano il corso sulla “Manifattura e Conservazione dei Materiali Cartacei”, un progetto di formazione innovativo e calato nella realtà lavorativa nel settore archivistico bibliotecario promosso dall’Università di Camerino e che sta riscuotendo un notevole successo, con partecipanti che provengono da Milano, Cagliari, Lecce, Perugia, Ascoli Piceno, oltreché dalla città di Fabriano, a dimostrazione del grande interesse nei confronti di questo settore.
“E’ infatti sempre più richiesta una formazione di aggiornamento innovativa che tenga conto delle reali esigenze pratiche – sottolinea la Prof.ssa Graziella Roselli, docente Unicam in Diagnostica chimica per i beni culturali e Responsabile del corso – ma che sia in grado di applicare nuove tecnologie capaci di snellire e tutelare il nostro patrimonio archivistico. Il corso prevede infatti, oltre alla diagnostica applicata ai materiali cartacei, anche il monitoraggio dei luoghi dove vengono conservati, la progettazione di un sistema di controllo ambientale, un laboratorio di restauro e, unico nel suo genere, un laboratorio di manifattura della carta con uno dei più competenti ed apprezzati cartai di Fabriano, Sandro Tiberi, la cui competenza rischia purtroppo di scomparire. Il successo ottenuto – conclude la Prof.ssa Roselli – spinge sicuramente gli organizzatori ad andare avanti su questa strada, anche in ambito internazionale, con l’intenzione di proporre la città di Fabriano come centro di eccellenza e di riferimento per tutto il mondo, per questo meraviglioso materiale, a cui è affidata la nostra storia, che è la carta”. Il corso in “Manifattura e conservazione dei materiali cartacei si concluderà il 13 giugno 2015

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

28 febbraio 2015 – Giornata Mondiale delle Malattie Rare

Posted by fidest press agency su martedì, 24 febbraio 2015

susanna espositoIl 28 febbraio si celebra in tutto il mondo la Giornata delle Malattie Rare (MR), che, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), costituiscono circa il 10% delle patologie umane (si stima che il 6-8% della popolazione europea, complessivamente 27-36 milioni di cittadini, sia affetto da una MR). Tra queste occupa un posto importante, purtroppo, l’Epidermolisi Bollosa, detta anche “Sindrome dei bambini farfalla”, malattia genetica rara e devastante che in Italia colpisce 1 bambino su 82 mila nati e nel mondo 1 su 17 mila, per un totale di circa 500 mila malati. Ma per loro sono in arrivo buone notizie: il Centro per l’Epidermolisi Bollosa della Fondazione Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico, creato nel 2012, ha annunciato, proprio in questi giorni, l’avvio dell’innovativo programma di chirurgia plastica della mano già realizzato con successo su 5 pazienti e l’introduzione, dopo anni di sperimentazioni, di nuove creme e gel piastrinici per il trattamento delle lesioni più resistenti nei pazienti affetti da EB.“Siamo felici di poter annunciare queste importanti novità nell’ambito del trattamento e della cura delle malattie rare – sottolinea la Prof.ssa Susanna Esposito, Responsabile del Centro EB di Milano e Presidente Waidid, Associazione Mondiale per le Malattie Infettive e i Disordini Immunologici (www.waidid.org) – in questi tre anni di attività abbiamo modificato il concetto di epidermolisi bollosa da malattia cutanea a malattia multisistemica. Attraverso nuovi approcci clinici abbiamo studiato i vari aspetti della malattia, non da ultimo quello nutrizionale, considerando che molti bambini affetti da EB, al momento 40 in cura presso la nostra struttura, presentano stadi di malnutrizione e osteoporosi importanti. Al momento stiamo studiando anche il ruolo che rivesta l’autoimmunità per capire se in alcuni pazienti può essere opportuna una terapia con farmaci biologici”.”I progetti di ricerca sia nazionali che internazionali avviati in soli tre anni – aggiunge Cinzia Pilo, Vicepresidente di Debra Italia Onlus e membro dell’Executive Committe di Debra International – sono indicativi della passione e della competenza con cui i medici del Centro EB di Milano si dedicano ai nostri “bimbi farfalla”. Siamo molto soddisfatti della proficua collaborazione instaurata con la nostra associazione Debra Italia Onlus e fiduciosi che procedendo di questo passo potremo vedere nuovi interessanti sviluppi della ricerca per migliorare la qualità e le aspettative di vita dei nostri ragazzi.” Il Centro EB di Milano è caratterizzato da un approccio assistenziale di tipo interdisciplinare: oltre ai pediatri e al dermatologo, vi sono la dietista, la fisioterapista, il chirurgo pediatra, il chirurgo plastico, l’ortopedico, l’odontoiatra, l’oculista, l’anestesista specializzato in terapia del dolore, un esperto in medicina rigenerativa e trapianto di cellule staminali, la psicologa e l’assistente sociale. Questo approccio consente non solo una completa assistenza, ma anche lo scambio di conoscenze tra specialisti, con conseguente arricchimento sia dell’assistenza che dell’approfondimento professionale per gli stessi medici.Il 26 marzo prossimo sarà inaugurato presso la Fondazione Policlinico di Milano il Centro Multidisciplinare per la Cura dei pazienti con Ittiosi, una malattia rara caratterizzata da disordini genetici con effetti sulla pelle. Nel nuovo Centro oltre al pediatra ci saranno altre figure di riferimento quali un ortopedico, una fisioterapista, un oculista, un genetista, una psicologa ed altre ancora.“L’associazione Unione Italiana Ittiosi (UNITI) – dichiara Elisabetta Tronci, Presidente UNITI – è veramente lieta di questa splendida opportunità che le viene offerta dal Policlinico di Milano, punto di eccellenza in Italia. L’apertura del Centro Multidisciplinare per la Cura dei Pazienti con Ittiosi è sicuramente un passo importantissimo, una tappa obbligata ed una grande opportunità per tutti i malati affetti da questa patologia genetica rara ed invalidante che necessita sempre di più attenzione da parte di medici e genetisti. L’impegno dell’associazione sarà di assoluta collaborazione con il Centro al fine di offrire insieme un buon livello assistenziale veicolando il malato e assistendolo nelle varie fasi. Si ringrazia la Prof.ssa Esposito e tutti i suoi collaboratori che hanno permesso questa meravigliosa avventura”.
Il Centro per l’Epidermolisi Bollosa e il Centro Multidisciplinare per la Cura dei pazienti con Ittiosi presso la Fondazione Policlinico di Milano sono entrambi coordinati dalla Dott.ssa Sophie Guez. (foto: susanna esposito)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Expert System fra le “Le 100 aziende più importanti nel Knowledge Management”

Posted by fidest press agency su martedì, 24 febbraio 2015

expert systemModena. Expert System, leader nella gestione strategica delle informazioni e dei big data, quotata sul mercato AIM Italia di Borsa Italiana, è stata nominata fra “Le 100 aziende più importanti nel Knowledge Management” dalla rivista americana KM World, il principale punto di riferimento a livello mondiale nel settore del Knowledge Management. Ogni anno, professionisti del settore, studiosi e analisti lavorano insieme con i redattori di KMWorld per discutere delle applicazioni e dei servizi più innovativi per l’accesso alle informazioni e la gestione della conoscenza.Hugh McKellar, direttore di KM World, ha così commentato l’edizione 2015 delle “KMWorld’s 100 Companies That Matter in Knowledge Management: “Ogni azienda presente nella lista ha contribuito alla creazione del mercato, alla sua ridefinizione, lo ha migliorato o ne ha favorito lo sviluppo. Tutte le aziende insieme condividono una motivazione fondamentale: assecondare e anticipare in modo innovativo le diverse esigenze dei clienti offrendo soluzioni robuste, realmente in grado di soddisfare le nuove sfide del mercato.”Aziende e agenzie governative usano i prodotti di Expert System per migliorare le attività di gestione della conoscenza, applicando le potenzialità di Cogito all’analisi dei dati. Grazie alla capacità di comprendere il significato delle parole in base al contesto, infatti, Cogito supporta le organizzazioni ad aumentare la propria competitività, valorizzando a pieno capitale intellettuale e patrimonio di conoscenze provenienti dall’esterno.“Siamo molto orgogliosi di essere tra le aziende leader nel KM”, ha dichiarato Stefano Spaggiari, Amministratore Delegato di Expert System. “Si tratta di un riconoscimento prestigioso, che premia una costante attenzione alle attività di R&D volte ad anticipare le esigenze del mercato con soluzioni affidabili e sempre più innovative per l’accesso, la ricerca, la selezione e l’estrazione di informazioni strategiche.”KMWorld Fornitore leader per il mercato dei sistemi di Knowledge, Document e Content Management, KMWorld distribuisce informazioni a oltre 50.000 abbonati su componenti e processi – e relativi casi di successo – che insieme offrono soluzioni per il miglioramento delle prestazioni aziendali. KMWorld è una testata di Information Today, Inc.
Expert System quotata sul mercato AIM Italia di Borsa Italiana, è leader nello sviluppo di software semantici utilizzati dalle aziende per gestire in modo più efficace le informazioni e ricavarne conoscenza strategica. Tutti i suoi prodotti sono basati sulla tecnologia proprietaria Cogito® e offrono avanzate soluzioni per cercare, ordinare, correlare e analizzare grandi quantità di documenti. Grazie alla comprensione automatica di qualsiasi tipo di testo, Cogito consente alle aziende di creare valore da tutti i dati e le informazioni a disposizione, aumentando il vantaggio competitivo e supportando al meglio i processi decisionali. Fra i principali clienti: gruppo Eni, ANSA, Telecom Italia, Intesa Sanpaolo, Il Sole 24 ORE e Microsoft.www.expertsystem.com (foto: expert system)

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rinite allegica: maledetta primavera

Posted by fidest press agency su martedì, 24 febbraio 2015

rinite-allergicaArriva la primavera, ma non è sola… ad accompagnarla c’è la rinite allergica, patologia infiammatoria della mucosa nasale, che si stima colpisca 12 milioni di italiani alle prese con naso che cola, starnuti ripetuti, occhi arrossati, ma anche distrazione e calo d’attenzione, effetti collaterali associati alla patologia. Alto, quindi, il rischio di rovinare passeggiate in montagna o al parco, gite a cavallo, scampagnate e giochi all’aria aperta con i bambini e di modificare i comportamenti condizionando in modo negativo la propria qualità della vita. Non solo. A rimetterci sono anche il portafoglio e l’economia in generale: si calcola[1] che il costo annuo a carico dei datori di lavoro dei lavoratori a causa dell’allergia sia di 100 miliardi di euro in Europa. Spostando lo sguardo sull’Italia[2], la spesa per i farmaci dell’apparato respiratorio si colloca al quinto posto in termini di spesa farmaceutica complessiva con 1,7 miliardi di euro e al quinto posto in termini di consumo: ogni giorno per ogni 1.000 abitanti sono state assunte 97 dosi di farmaci respiratori.
“Nella popolazione mondiale la prevalenza della rinite allergica è stimata tra il 15% ed il 25%[3], mentre in Italia gli ultimi dati riportano che ne soffre 1 italiano su 5 – dichiara il Prof. Giorgio Walter Canonica, Presidente SIAAIC – Le allergie costituiscono la terza causa di malattia cronica dopo osteoporosi e l’ipertensione[4]. L’identikit del soggetto affetto da rinite allergica risponde al profilo di una giovane donna (lieve prevalenza rispetto agli uomini), con un’età compresa tra i 15 ed i 30 anni e fattori ereditari allergici nel 20% dei casi. L’aumento di prevalenza delle patologie allergiche, che vede un trend di crescita calcolato al 5% negli ultimi 5 anni in tutti i paesi industrializzati, costituisce un vero e proprio problema sanitario che riguarda in particolare bambini e adolescenti per i quali sembrano essere rilevanti le condizioni ambientali nei primi anni di vita.” Dopo il successo del 2014, con oltre 500 visite gratuite realizzate in tutta Italia, torna per il secondo anno la Campagna di informazione e sensibilizzazione “ETCIU’! RINITE?”, promossa dalle due principali società scientifiche che operano nel campo dell’allergologia, AAITO – Associazione Allergologi Italiani Territoriali e Ospedalieri e SIAAIC – Società Italiana Allergologia Asma Immunologia Clinica, patrocinata da FederAsma e Allergie Onlus – Federazione Italiana Pazienti e APA Italia – Associazione Pazienti Allergici, e resa possibile grazie al contributo incondizionato di Meda Pharma (www.medapharma.it).
Marzo ed Aprile: 30 centri di allergologia distribuiti su tutto il territorio nazionale apriranno le porte gratuitamente al pubblico per sei giornate durante le quali un “esercito di specialisti allergologi” offriranno consulti e visite gratuite, con possibilità di realizzare alcuni esami diagnostici come il prick test e/o l’esame spirometrico. A dare il via saranno i Centri di Allergologia del Sud Italia venerdì 6 e sabato 7 marzo; il 20 e 21 marzo saranno protagoniste le regioni del Centro; l’iniziativa si concluderà il 10 e 11 aprile con i Centri del Nord.Per conoscere i Centri che aderiscono all’iniziativa e prenotare la propria visita è possibile visitare il sito http://www.nasolibero.it.
“Recenti studi ci dicono che la rinite allergica – spiega la Dott.ssa Maria Beatrice Bilò, Presidente AAITO – è una patologia che viene spesso a torto banalizzata e trascurata come un semplice raffreddore. La nuova edizione di ETCIU’! RINITE? farà informazione sulla rinite allergica con l’ambizioso obiettivo di favorire un miglior percorso diagnostico e terapeutico del paziente che spesso non sa a chi rivolgersi e sottovaluta il disturbo associandolo ad un raffreddore passeggero, ignorando che la rinite allergica può essere l’anticamera dell’asma. L’iniziativa si snoda sulle diverse primavere del nostro bel Paese che vede le prime alte concentrazioni di pollini in marzo al Sud e a seguire al Centro e a Nord.”

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »