Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 137

Salgono i prezzi degli hotel

Posted by fidest press agency su martedì, 3 marzo 2015

albergoSecondo l’Hotel Price Index (HPI) di Hotels.com – leader nella prenotazione di hotel online – i prezzi medi degli hotel nel 2014 hanno registrato un aumento del 3% a livello globale rispetto al 2013. L’economia globale in ripresa ha portato i consumatori ad avere maggior fiducia nel dedicare una parte più consistente del proprio budget ai viaggi. I prezzi degli hotel, inoltre, hanno subito un rialzo costante negli ultimi cinque anni, dopo la vertiginosa caduta del 2008/2009.
L’HPI nel 2014 si è assestato a quota 113, ben 13 punti in più rispetto al lancio nel 2004 e allo stesso livello del 2008, ma ancora quattro punti al di sotto del picco di 117 raggiunto nel 2007.Johan Svanstrom, Presidente del brand Hotels.com, ha affermato: “Nonostante l’indice abbia registrato una crescita nello scorso anno, è ancora lontano dal picco raggiunto 7 anni fa e questa è una buona notizia per i consumatori. Nel settore dei viaggi, ogni anno fa storia a sé ed il 2014 non ha fatto eccezione, offrendo opportunità e sfide. Come prevedibile, eventi globali come i Giochi Olimpici invernali e i Campionati Mondiali di calcio hanno calamitato i viaggiatori verso nuove destinazioni. Tuttavia, tragedie impreviste come lo scoppio dell’Ebola, la scomparsa del volo MH370 della Malaysia Airlines e l’abbattimento del volo MH17 hanno lasciato il segno.”
Delle sei regioni incluse nell’HPI, l’indice è cresciuto in quattro, rimasto stabile in una e sceso nelle restanti. Grazie ad un’economia forte e al rialzo del Dollaro, il Nord America è la regione che ha registrato il rialzo più alto, il 5%, due punti percentuali in più rispetto al 2013.
Due regioni incluse nell’analisi hanno riportato una crescita del 4%. I Caraibi hanno segnato un nuovo record, raggiungendo 137 punti, il più alto risultato mai raggiunto da questa regione. Questo risultato, essendo i Caraibi una delle mete preferite dai viaggiatori americani, è stato sostenuto dal valore sempre più forte del Dollaro. Anche l’Europa e il Medio Oriente hanno registrato la crescita più veloce degli ultimi sette anni e molti Paesi hanno raggiunto un numero record di visitatori.
L’America Latina ha visto un incremento del 2%. La Coppa del Mondo di Calcio che ha avuto luogo in Brasile ha superato le aspettative per l’industria dell’ospitalità ed ha rappresentato una grande opportunità per il Paese di mettere in mostra le strutture alberghiere di alto livello e i servizi a disposizione.
Il Pacifico non ha mostrato alcuna crescita nel 2014, ma la continua debolezza del Dollaro Australiano dovrebbe significare che la regione attrarrà più visitatori nel 2015.
In Asia l’indice è sceso del 2%. Nel corso degli anni l’HPI ha mostrato che l’Asia è stata la destinazione più a buon mercato in tutto il mondo e continua ad esserlo.
Svanstrom ha aggiunto: “Nel corso del 2014 hanno viaggiato all’estero oltre 1,1 miliardi di viaggiatori, con un incremento di quasi il 5% rispetto all’anno precedente[1], mentre si stima che la dimensione del mercato globale dei viaggi interni sia pari a 4-5 volte questa cifra. Il turismo è un settore flessibile e molto competitivo che vede i Paesi contendersi i preziosi viaggiatori con misure quali l’ammodernamento delle infrastrutture, la maggiore offerta di ospitalità e di attività per il tempo libero e minori requisiti per il rilascio dei visti d’entrata. Viaggiare apre non solo nuovi mondi, ma anche la mente, dunque andate ad esplorare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: