Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Archive for 12 marzo 2015

Minori: Pre-autistic Behaviour Scale rileva segni autismo 0-4 anni

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 marzo 2015

autismoRoma 21 e 22 marzo, nell’Aula magna dell’Istituto comprensivo Regina Elena, in via Puglie 4a dalle 9 alle 18 due giorni sull’autismo promossa a Roma dall’Istituto di Ortofonologia (IdO). L’evento, intitolato ‘Pre-autistic behaviour scale: osservazione e valutazione degli interventi precoci’, darà la possibilità alla psicoterapeuta a orientamento psicoanalitico per l’infanzia e l’età adulta di delineare ai partecipanti quali sono i segni precoci dell’autismo, il funzionamento della scala e il suo utilizzo, “al fine di rilevare i primi segnali del comportamento autistico- precisa Magda Di Renzo, responsabile del servizio Terapie dell’IdO- e valutare i progressi nel trattamento. L’intervento si concluderà con l’analisi delle tabelle di sintesi e dei grafici utilizzati nella Scala per mostrare i progressi nel trattamento”.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

FOOD ALLERGY: a burden carried by more than 17 million Europeans

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 marzo 2015

allergeneIn Europe, 1 out of every 20 children has one or more food allergiesIn the last decade, the cases of food allergies have doubled and the number of hospitalisations caused by severe allergic reactions has increased 7-fold More awareness and education is needed to improve management of food allergies and anaphylaxis
Zurich, 10 March 2015 – With more than 17 million of Europeans suffering from allergies1, food allergy is one of the most common allergic diseases. As the prevalence of food allergy is greater among children than adults2, food allergy has been recognised as a major paediatric health problem in western countries. The number of hospital admissions for severe allergic reaction3 in children has increased 7-fold in the past 10 years in Europe4.“Food allergy is not a trivial disease. No cure has been found yet and the disease is so unpredictable that it often causes anxiety in patients and caregivers, leading to social exclusion because of the fear of eating dangerous foods by mistake. Only clear information on ingredients and disease management can help food allergy patients”, says Breda Flood, EFA President. Food allergy is a major public health problem: governments and the general public are expected to face increasing direct and indirect costs, due to its major effects on lifestyle and quality of life4,5.The Beware of Allergy campaign highlights the increasing incidence and burden of food allergy and of severe allergic reactions such as anaphylaxis and calls on patients, healthcare professionals and pharmacists to familiarise themselves how to recognise early and manage these diseases.“By focusing on education for food allergy prevention, early diagnosis and correct management, EAACI hopes to help patients and their families to better control their food allergy and improve their quality of life and to increase the resources allocated by the society to manage the allergy epidemic”, says Antonella Muraro, EAACI Secretary General and President Elect. Prof. Muraro has also coordinated the publication of the Food Allergy and Anaphylaxis Guidelines, to translate best science into best practice.Prompt recognition and management of severe allergic reactions are of utmost importance as such reactions can be fatal. Caregivers, teachers and parents should be provided with information on how to manage severe allergic reactions, including adrenaline auto-injectors and instructions on how and when to use it6. It is crucial to better inform schools and restaurants staff so they can help patients avoid accidental exposure and make appropriate food choice

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Post-War and Contemporary Art Evening sale

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 marzo 2015

Rothko BurdaNew York – 13 May 2015- Christie’s is delighted to have been entrusted for the sale of a dazzling master work by Mark Rothko, No. 36 (Black Stripe), 1958, from the collection of the Museum Frieder Burda in Baden-Baden – one of Europe’s most important and prestigious private museums for Classical Modernism and Contemporary art based in Germany. With Rothko’s signature concordance of three shimmering rectangles of directly contrasting color asserting themselves against a luminescent red ground, No. 36 (Black Stripe) is a classic example of Rothko’s mature style of painting and embodies perfectly renowned collector Frieder Burda’s vision and taste for emotional and expressive masterpieces of 20th and 21st Century art. Painted in 1958 when Rothko was engaged with the creation of the series of famous murals for the Four Seasons Restaurant in the Seagram building in Manhattan (now known as the famous The Rothko Room at the Tate Modern in London) – No. 36 (Black Stripe) exemplifies this extraordinary moment in the artist’s life and career. Acquired by Frieder Burda over thirty years ago, No. 36 (Black Stripe) has never appeared at auction and has been featured prominently in every major museum exhibitions devoted to the artist, including the Tate Gallery in London, the National Museum of Modern Art in Tokyo, The National Gallery of Victoria in Melbourne, the Art Gallery of New South Wales in Sidney and was part of the seminal artist’s retrospective at the Fondation Beyeler, in 2001. Estimated $30-50 million, the work will be on view in Hong Kong and London before being offered at auction in New York on May 13th. Proceeds from the sale will allow Frieda Burda’s non-profit foundation to further strengthen its asset base and thus to ensure the operation of the Museum Frieder Burda, which is exclusively funded by the foundation, for generations to come as well as to expand the work of the museum.Frieder Burda declared, “The decision to part with a work from my collection has been very carefully considered and hasn’t been easy for someone like myself who has a very personal relationship with all works of the collection. No. 36 (Black Stripe) by Mark Rothko is an exceptional work, a solitaire within the collection from which it is hard to separate, however through its unique position within the collection as a whole it lent itself as the best option to implement our long-term plan to part from a work and further refine the collection. It is now strategically the right time and will also allow us to expand our ambitious plans and ideas for the future.”
“Painted in 1958, this vibrant, powerful and deeply emotive painting was created during Mark Rothko’s most influential and acclaimed period. Here the artist has arrived at a new structural language of color that was to define his most famous body of works, The Seagram Murals, painted at the same time and which today constitute the celebrated Rothko Room at the Tate Modern, London. No. 36 (Black Stripe) is the quintessential Rothko – orange, black and red – passion and blood. This is the first time that the painting has been on the market for thirty years and we are sure to see a bidding war at the auction in May for this extremely rare and universally enticing work, especially with such a prestigious provenance and exhibition history,” stated Brett Gorvy, Chairman and International Head of Post-War & Contemporary Art.”We feel honored to be have been entrusted with the sale of Mark Rothko’s No. 36, Black Stripe on behalf of the Frieder Burda Museum. Ever since its opening in 2004 the privately funded museum built by Richard Meier has attracted hundreds of thousands of visitors and stands out as one of the most beautiful and successfully designed museum buildings in Europe. It pays tribute to the unerring taste, passion, long term commitment and generosity of one of the great 20th Century art collectors of our time”, added Andreas Rumbler, Chairman Christie’s Switzerland. (Photo: Rothko Burda)

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Italia Startup e le associazioni europee fanno il punto sul settore

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 marzo 2015

School of Management del Politecnico di MilanoMilano Martedì 17 Marzo 2015 dalle ore 11 alle ore 13 GEC 2015 – Milano Congressi Piazzale Carlo Magno, 1 entrata da via Spinola. Italia Startup, l’Associazione che rappresenta l’ecosistema italiano connesso alle giovani imprese innovative, sarà presente al GEC Milano 2015 con un workshop dal titolo “European startups ecosystems and national associations: benchmark, models and perspectives”. L’evento è dedicato al confronto tra quattro ecosistemi nazionali di startup da parte delle associazioni di riferimento, in particolare quella italiana, francese, spagnola e tedesca. Durante l’incontro verrà presentato l’aggiornamento di “The Italian Startup Ecosystem: Who’s Who”, la mappatura dettagliata del settore, svolta con gli Osservatori del Politecnico di Milano, in collaborazione con Smau e con il supporto istituzionale del Ministero dello Sviluppo Economico. A seguire una tavola rotonda sui modelli associativi dei quattro Paesi: struttura delle basi associative, policy nazionali, servizi disponibili ai soci e ai rispettivi ecosistemi. Programma Introduzione: Marco Bicocchi Pichi, Consigliere e Delegato Internazionalizzazione di Italia Startup
Presentazione degli ecosistemi startup nazionali: Per l’Italia: Andrea Rangone, membro del Board di Italia Startup e Responsabile dell’Osservatorio Startup Hi-Tech della School of Management del Politecnico di Milano
Per la Francia: Virginie Lambert Ferry, France Digitale
Per la Germania: Christian Miele, membro del Board di German Startups Association
Per la Spagna: Carmen Bermejo, Tetuan Valley
Tavola rotonda delle Associazioni Nazionali Europee di Startup sui modelli associativi dei tre Paesi:
Per l’Italia: Federico Barilli, Segretario Generale di Italia Startup
Per la Francia: Virginie Lambert Ferry, France Digitale
Per la Germania: Christian Miele, membro del Board di German Startups Association
Per la Spagna: Carmen Bermejo, Tetuan Valley

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I deputati europei chiedono maggior impegno per la parità di genere

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 marzo 2015

parlamento europeoNella risoluzione non legislativa approvata martedì, il Parlamento chiede che siano migliorate le politiche per raggiungere la parità tra donne e uomini. Nonostante i progressi ottenuti per colmare la disuguaglianza di genere, molto resta ancora da fare per ridurre il divario retributivo, applicare le pari opportunità alle carriere professionali, rimediare alla mancanza di indipendenza economica delle donne, migliorare l’equilibrio lavoro/vita, compresi il congedo di maternità e paternità e proteggere i diritti alla contraccezione e all’aborto.

Posted in Diritti/Human rights, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Il percorso diagnostico, terapeutico e assistenziale nella malattia del motoneurone

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 marzo 2015

EmpoliEmpoli 14 marzo 2015 nell’aula magna “Elisabetta Chiarugi” del centro direzionale dell’Asl 11, in via dei Cappuccini a Empoli convegno “Il percorso diagnostico, terapeutico e assistenziale nella malattia del motoneurone: dalla ricerca scientifica alle realtà territoriali”. Il convegno getterà le basi per la creazione di un percorso specifico dedicato alle persone affette da queste patologie neurologiche, che coinvolge tutte le figure professionali sia a livello ospedaliero sia a livello territoriale, al fine di garantire la continuità assistenziale e l’integrazione socio-sanitaria per il miglioramento della qualità di vita dei pazienti.
Ad aprire l’evento saranno Leonello Guidi, direttore dell’unità operativa complessa neurologia dell’Asl 11, con Stefano Mugnaini e Michele Delena di Mc Multicons onlus, l’Associazione partner dell’Asl 11 nel progetto Leonardo, grazie al quale medici e operatori delle professioni sanitarie possono formarsi sulla Sla e sulle altre patologie neurologiche presso prestigiosi ospedali esteri
Medici, medici di medicina generale, tecnici di neurofisiopatologia, infermieri, logopedisti e fisioterapisti possono partecipare al convegno, fino ad un massimo di 150 iscritti. (foto fonte Wikipedia)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Docenti assunti per chiamata diretta? No grazie

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 marzo 2015

scuola-digitale-casnati-como-800x500_cLa scelta dei docenti, da compiersi attraverso degli albi provinciali da cui i presidi attingerebbero in piena libertà di scelta, è l’ultima novità che il Governo ha inserito nel ddl in via di approvazione in CdM: la si vorrebbe applicare a tutti coloro che entreranno in ruolo da quest’anno. In prima battuta per dare vita all’organico funzionale, in base alla progettazione delle scuole e alle esigenze di ampliamento dell’offerta formativa. Ma anche per conferire le supplenze, pur in presenza di candidati privi di abilitazione: basterebbe il titolo di studio compatibile. Pare, però, che il vero obiettivo sia estendere il modello a tutto il sistema di reclutamento. Marcello Pacifico (Anief-Confedir): fa un certo effetto sapere che a proporre questo modello è quello stesso Esecutivo a cui tanto sta a cuore il merito del personale. Un concetto che è in antitesi, inevitabilmente, con le procedure di scelta del personale che passano per la discrezionalità. Eppure abbiamo già vissuto l’esperienza fallimentare dello spoils system della dirigenza pubblica, che non risponde ai risultati attesi. Per non parlare della scelta di ministri, parlamentari e direttori generali.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Personal trainer dell’energia

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 marzo 2015

energiaRepower sta sviluppando nuovi servizi per le aziende che vogliono esprimere al meglio tutta l’energia che hanno. Il modello è sempre più quello del full service provider che supera il concetto classico di fornitore di energia elettrica e gas. Oggi Repower si propone come un vero e proprio personal trainer dell’energia per le aziende italiane, in grado di offrire consulenza mirata e servizi avanzati nel campo dell’efficienza energetica, della mobilità sostenibile oltre che nella fornitura di energia elettrica e gas naturale.
Tutto questo non si può raccontare in 30”, per questo il primo spot Repower in TV – trasmesso ieri sera per la prima volta su tutti i canali nazionali più importanti, in chiaro e non – usa una metafora potente. Si rivolge all’imprenditore sottolineando quanto sia importante un approccio competente a un argomento complesso come l’efficienza energetica ed il miglioramento delle performance aziendali in senso lato.Si tratta di uno spot d’autore, firmato da un grande maestro della fotografia artistica contemporanea, Howard Schatz, che ha girato il video e realizzato gli scatti a San Francisco nel febbraio 2015. La colonna sonora originale è stata composta da Sir Bob Cornelius Rifo ovvero The Bloody Beetroots, oggi uno degli artisti italiani di riferimento per la musica elettronica mondiale.Tutta la campagna Repower ripropone due valori chiave dell’azienda: efficienza ed innovazione. Puntando su questi due driver, True Company, una delle agenzie di comunicazione che storicamente collabora con Repower, è riuscita a ideare e gestire una campagna innovativa che non ha nessuna intenzione di passare inosservata.Il gruppo Repower è attivo nel settore elettrico da oltre 100 anni, con sede principale nel Cantone dei Grigioni a Poschiavo. Repower è tra i primi operatori svizzeri nella generazione da fonti rinnovabili. Quotato alla borsa di Zurigo, opera sulle principali borse elettriche europee ed è presente in Italia, Romania ed Europa centro-orientale. Da sempre la vocazione verde di Repower guida sia la fase di progettazione sia quella di esercizio degli impianti di produzione con l’adozione delle più efficienti tecnologie. In Italia dedica alle PMI i suoi servizi energetici, impegnandosi attivamente nella diffusione della mobilità elettrica che ha proposto, primo tra tutti, ai propri clienti con una fornitura Verde Dentro innovativa comprensiva di più elementi: energia verde certificata, efficienza energetica e mobilità elettrica, un prodotto dedicato alle aziende che fanno dell’attenzione all’ambiente un caposaldo della propria cultura e un elemento di distinzione nel mercato. Nel 2013 il gruppo ha registrato un fatturato di 1,9 miliardi di euro.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cisco “Partner” del Security Summit del Clusit

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 marzo 2015

atahotel-executive-milanoMilano, 17, 18 e 19 marzo, presso l’Atahotel Executive in viale Don Luigi Sturzo 45 Cisco annuncia oggi la propria partecipazione in qualità di sponsor “partner” all’edizione di quest’anno del Security Summit, la manifestazione dedicata alla sicurezza delle informazioni, delle reti e dei sistemi informatici che, come da tradizione, vuole essere un momento di formazione e informazione sull’evoluzione tecnologica e sull’andamento del mercato.
Come da consuetudine, la tre giorni milanese vedrà alternarsi interventi di approfondimento tecnologico a incontri focalizzati su tematiche più strategiche e di visione. Quattro sono gli appuntamenti che coinvolgono Cisco, il primo dei quali prevede la presenza di Stefano Volpi, Global Security Sales Organization (GSSO) di Cisco alla sessione plenaria di apertura dell’evento, “Presentazione del Rapporto Clusit 2015” prevista per il 17 marzo dalle 9:30 alle 11:00 presso la Sala Rubino. Successivamente, Marco Mazzoleni, Consulting Systems Engineer, GSSO di Cisco e Andrea Allievi, Security Research Engineer, Talos Security Intelligence and Research Group (Talos) di Cisco parteciperanno all’atelier tecnologico delle 14.30 del 17 marzo, sessione in cui verrà dimostrato dal vivo un attacco malware, come punto di partenza per dimostrare poi concretamente come un’azienda può difendersi oggi, sia in un’ottica di prevenzione che di rimedio.
Il terzo appuntamento, fissato per il 18 marzo alle 11:30 rientra nelle sessioni di percorso professionale tecnico vedrà la partecipazione di Stefano Volpi, Area Sales Manager, GSSO di Cisco e Marco Mazzoleni, affiancati da Alessio Pennasilico, docente Clusit, e sarà incentrata sul tema “Meglio prevenire che curare? L’approccio hacker e i cyber attack”.
“La gestione della sicurezza dei dati aziendali è sempre più complessa, i rischi sempre maggiori, come emerge da diversi report, tra cui quello del Clusit e quello di Cisco,” dichiara Stefano Volpi commentando quanto verrà discusso nell’intervento. “L’approccio classico basato sulla difesa perimetrale non è più sufficiente. Viviamo in un’epoca di reti vaste e diffuse, dove anche il data center esterno ha assunto un ruolo primario nella gestione dei dati aziendali più riservati, e dove diventa essenziale comprendere da cosa sia necessario difendersi, e soprattutto come difendersi, perché curare soltanto non ci tutela a sufficienza e prevenire soltanto non ci consente di gestire gli imprevisti.”
Inoltre, il 19 marzo, alle 17:20 Cisco, HP e Oracle parteciperanno alla Tavola Rotonda moderata da Andrea Zapparoli Manzoni, KPMG che avrà per titolo “Le tecnologie disponibili per mitigare i rischi” e durante la quale saranno approfonditi gli aspetti di sicurezza legati al mondo dell’Internet of Everything e allo scenario che si sta sempre più concretizzando in cui sempre più oggetti saranno connessi a Internet.Infine, gli specialisti di security Cisco saranno a disposizione dei partecipanti per approfondire le tematiche più stringenti e per valutare caso per caso le strategie più indicate per proteggere aziende e pubbliche amministrazioni.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gli aiuti dell’UNHCR raggiungono Luhansk, mentre la situazione in Ucraina orientale continua a peggiorare

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 marzo 2015

donetskL’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) esprime grave preoccupazione per il peggioramento della situazione umanitaria in Ucraina orientale, in particolare nelle zone non controllate dal governo ucraino, dove la mancanza di accesso alle prestazioni e ai servizi precedentemente forniti dalle autorità centrali ha provocato un drastico peggioramento delle condizioni della popolazione civile. Ad aggravare ulteriormente la situazione, si aggiungono le restrizioni alla circolazione di persone e merci.
Le condizioni a nord di Donetsk e a Luhansk sono particolarmente gravi. La fornitura di acqua ed energia elettrica viene spesso interrotta a causa di attacchi e bombardamenti. Giungono continuamente notizie di pesanti bombardamenti che provocano morti tra i civili, in particolare intorno alla città di Debaltseve, che a febbraio è stata teatro di pesanti scontri. I combattimenti rendono estremamente difficile la consegna degli aiuti umanitari ai molti civili intrappolati nelle zone di conflitto. La scarsità di generi di prima necessità, tra cui cibo, carburante e medicine, ha fatto salire i prezzi delle scorte disponibili. Le condizioni di vita, in particolare delle persone che hanno le case danneggiate o che si stanno rifugiando nei bunker e negli scantinati sotto le macerie delle loro case o condomini, sono aggravate dal freddo e dalle basse temperature.
La libertà di movimento viene spesso negata e i civili rimangono sovente intrappolati nelle zone di conflitto. La mancanza di mezzi di trasporto economicamente accessibili, l’insicurezza delle vie di fuga e gli ostacoli burocratici sono alcuni dei fattori che impediscono ai civili di raggiungere luoghi sicuri e che li fanno sentire abbandonati. Le autorità ucraine hanno evacuato più di 11.000 persone (tra cui 2.246 minori e 348 persone con disabilità) da Donetsk e Luhansk, ma l’assistenza agli sfollati continua a essere molto inferiore rispetto alla domanda, in particolare nella fornitura di alloggi, trasporti, informazioni e per quanto riguarda la possibilità di mantenere l’unità familiare. Nonostante i rischi per la sicurezza, l’UNHCR e i suoi partner ha fornito beni di prima necessità ad alcuni dei civili che ne avevano più bisogno, anche nelle zone sottoposte a frequenti bombardamenti. Per la prima volta, l’Agenzia è riuscita a consegnare aiuti in due zone di Luhansk – Novopskov e Markivka – che fino ad ora erano state inaccessibili alle organizzazioni umanitarie. Secondo le autorità locali, circa il 30 per cento della popolazione di sfollati a Novopskov e Markivka ha ricevuto assistenza. La distribuzione è avvenuta anche a Debaltseve e nel vicino villaggio di Nikishyne, dove molte case sono state danneggiate o distrutte dai recenti combattimenti. A febbraio, inoltre, l’UNHCR ha distribuito generi non alimentari di prima necessità a circa 11.500 persone nella regione di Donetsk. L’UNHCR sta incrementando la propria presenza nella città di Donetsk e sta attualmente esaminando le possibilità di incrementarla anche a Luhansk. Come parte della risposta globale delle Nazioni Unite alla situazione in Ucraina, l’UNHCR partecipa al coordinamento del Cluster di protezione insieme all’Ufficio dell’Alto Commissario per i Diritti Umani (OHCHR) e coordina il Cluster per l’accoglienza e i generi non alimentari. Il numero di sfollati provocati dal conflitto in Ucraina ha raggiunto quota 1,1 milioni, mentre il numero totale di ucraini che hanno presentato domanda di asilo o di permessi di soggiorno o altre forme di soggiorno legale nei paesi limitrofi è attualmente pari a 674.300 unità, tra cui 542.800 in Russia e 80.700 in Bielorussia.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La tecnologia Paragon garantisce la sicurezza dei dati

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 marzo 2015

friburgoFRIBURGO. Paragon Software Group (PSG), leader nelle soluzioni di backup dati, ripristino di emergenza e soluzioni di migrazione dati, annuncia il lancio di Paragon Partition Manager 15 (edizioni Home e Professional) – il software di partizionamento di sistema più rapido e sicuro per assistere facilmente gli utenti di PC nell’esecuzione del parizionamento di unità di qualsiasi complessità. Arricchito di potenti opzioni di procedura guidata per la maggior parte delle attività, Paragon Partition Manager 15 gestisce in modo semplice tutte le attività di partizionamento dei dati e del sistema PC (ridimensionamento, spostamento, unione, copia, ecc.). Le operazioni sono sensibili all’allineamento e possono essere eseguite su unità SSD o di disco rigido di qualsiasi capacità. Le funzioni di suddivisione e unione consentono agli utenti di assegnare cartelle e file specifici a nuove partizioni perima di eseguire l’operazione, consentendo una modifica più flessibile del layout della partizione. Partition Manager 15 offre più di un semplice partizionamento. Il software è dotato di potenti convertitori di file systems per adattarsi ai più comuni file system inclusi NTFS, HFS+ e FAT. Le migliorie apportate alla protezione aggiuntiva di Paragon includono la tecnologia Paragon Security PLUS che ripara gli errori di avvio in caso di mancato avvio del PC, Paragon Power ShieldTM e altri.
Paragon Partition Manager 15 è ideale per gli utenti PC che lavorano con macchine virtuali. L’edizione Professional include Paragon Connect VD (Virtual Disk) – tecnologia di Paragon per il partizionamento diretto di unità disco rigico virtuali. Funziona con tutti i principali formati VM, incluso VMDK, VHDX e VHD. Con l’edizione Professional, gli utenti possono anche convertire una tabelle di partizione MBR (Master Boot Record) di base in una tabella di partizione GUID (GPT; richiesto per le configurazioni UEFI), mentre i volumi di base possono essere convertiti in MBR. L’edizione Professional può creare supporti di ripristino basati su WinPE e Linux-based, mentre l’edizione Home crea solo supporti di ripristino basati su Linux.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nasce la prima Scuola italiana di Ricerca in Medicina Generale

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 marzo 2015

milillo giacomoQuattrocento Medici di Medicina Generale formati nei prossimi due anni alla Ricerca clinica e “addestrati” per costituire il “Gruppo sperimentatori in Ricerca clinica della FIMMG”. La loro missione: elaborare nuovi modelli clinici, partecipare a progetti di ricerca sui farmaci prima e dopo la loro immissione in commercio. È l’obiettivo della prima Scuola di Ricerca in Medicina Generale realizzata in Italia, un innovativo progetto promosso dalla FIMMG che nasce grazie a un’erogazione liberale di 1,5 milioni di euro da parte di Merck & Co. per tramite della sua controllata MSD Italia. Fulcro delle attività di formazione della Scuola sarà la sorveglianza dell’efficacia e della sicurezza dei farmaci sulla base dei dati ottenuti dall’esperienza reale con i pazienti.
«La Scuola di Ricerca in Medicina Generale arriva in un momento importante e rappresenta un passaggio fondamentale in cui cresce la consapevolezza di dover introdurre in questo settore la Ricerca clinica che è ormai uno dei compiti essenziali del Medico di Medicina Generale – afferma Giacomo Milillo, Segretario Generale Nazionale della FIMMG – l’obiettivo della Scuola di Ricerca clinica è che all’interno di ogni “aggregazione funzionale di territorio”, entità organizzativa che presto coinvolgerà tutti i Medici di Medicina Generale, sia presente un medico appositamente formato in ricerca, una figura in grado sia di assemblare i grandi numeri che contraddistinguono la Medicina Generale sia di progettare una ricerca, di elaborare e interpretare i risultati ottenuti».
L’attuale approccio all’uso del farmaco risente fortemente della mancanza di informazioni strutturate e di dati che provengano dalla Medicina Generale. Il paziente che viene seguito dai medici del territorio presenta caratteristiche cliniche e di trattamento molto diverse da quelle dei pazienti selezionati negli studi clinici, come ad esempio la presenza frequente di comorbidità e terapie concomitanti. Questo divario tra le evidenze dei trial e l’esperienza reale può limitare l’appropriatezza nell’uso dei farmaci con ricadute negative anche per la sostenibilità economica del nostro servizio sanitario, nazionale e regionale. Il progetto della FIMMG interviene proprio su questo gap e potenzia la ricerca italiana valorizzando la capillarità della presenza della Medicina generale sul territorio.
Il sostegno alla Scuola di Ricerca della FIMMG rappresenta un nuovo capitolo dell’impegno di MSD per promuovere la Ricerca in Italia. «La ricerca è una delle attività primarie portate avanti dalla nostra Azienda – dice Pierluigi Antonelli, Presidente e Amministratore Delegato di MSD Italia – il supporto a FIMMG per la creazione della Scuola di Ricerca in Medicina Generale è una tappa importante di un percorso pluriennale appena avviato dall’Azienda per sostenere le istituzioni scientifiche e professionali italiane nel campo della ricerca indipendente e che prevede un solido piano di investimenti nel Paese. In questi ultimi mesi sono state molte le partnership, simili a questa, che abbiamo attivato, spesso in aree terapeutiche dove i bisogni medici non soddisfatti vanno affrontati con senso di urgenza e responsabilità».
Il Medico di Medicina Generale è la figura professionale più adatta a comprendere la reale efficacia dei farmaci e la percezione che ne hanno i pazienti: «Portare avanti studi pre-registrativi nelle condizioni più vicine possibili alla società reale attraverso una Scuola di Ricerca clinica è lo strumento che meglio rappresenta la nuova frontiera per ottenere la massima quantità di salute dal bene farmaco – sottolinea Walter Marrocco, Responsabile Scientifico FIMMG – la logica dei “large and simple trial” sempre più utilizzata per la verifica dell’efficacia reale e non solo sperimentale dei farmaci, e in questo l’Italia può giocare un ruolo unico in Europa, proprio perché ha un’organizzazione di assistenza territoriale basata sulla Medicina Generale che non ha eguali e che, messa a sistema con gli altri partner, Mondo Scientifico, Industria, Servizio Sanitario Nazionale, AIFA, può avere ritorni sulla qualità dell’assistenza, sullo sviluppo della Ricerca e sulla produzione industriale».
La Scuola di Ricerca in Medicina Generale rappresenterà una risposta evoluta per personalizzare e dare un nuovo impulso alla Ricerca clinica italiana. Nel corso del 2014 sono state realizzate in Italia circa il 17% di tutte le sperimentazioni cliniche condotte nell’Unione Europea. «Il nuovo assetto nazionale introdotto dalla Legge 89/2012, con l’individuazione dell’AIFA come unica Autorità competente, l’avvio del processo di riorganizzazione e razionalizzazione della rete dei Comitati etici e la gestione telematica di tutta la documentazione, rappresenta il punto di partenza per un rilancio internazionale – afferma Sergio Pecorelli, Presidente AIFA – l’AIFA non può che accogliere con interesse il progetto della FIMMG di creare un network di Ricercatori in Medicina Generale, in quanto crede nella collaborazione con i medici, non solo come responsabili delle scelte prescrittive ma anche come preziose sentinelle dell’efficacia e della sicurezza di un farmaco nella vita reale».
La Scuola di Ricerca della FIMMG è già operativa: proprio nei giorni scorsi è partito il primo Corso di Formazione a Distanza (FAD), al quale i Medici di Medicina Generale hanno risposto in maniera straordinaria, propedeutico a un Corso residenziale di tre giorni al termine del quale i partecipanti saranno progressivamente inseriti nel Gruppo Ricercatori della FIMMG.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Eurocentres: il miglior gruppo di scuole del Regno Unito dalle verifiche del British Council

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 marzo 2015

eurocentresLondra, Eurocentres è il miglior gruppo di scuole di lingue nel Regno Unito in base agli attuali risultati delle ispezioni del British Council. Si tratta di un risultato storico sia per il British Council che per Eurocentres. Il British Council è il principale organo di governo britannico nella diffusione della lingua e della cultura inglese in tutto il mondo e il suo riconoscimento è il marchio più importante della qualità internazionale. Tutte le 5 scuole britanniche Eurocentres hanno ricevuto un 10 o più “Punti di forza” in 15 categorie (con una media di 12,4 in tutte le cinque scuole).Questi risultati sono il culmine dell’applicazione del SISTEMA DI SUCCESSO DI EUROCENTRES, con l’attenzione rivolta ai progressi del singolo studente. Inoltre, Eurocentres fornisce un ottimo ambiente di apprendimento delle lingue nelle sue 39 scuole in tutto il mondo, ognuna delle quali consente agli studenti di vivere nuove culture e nel contempo di migliorare le proprie competenze linguistiche e prospettive di carriera.“Questo rafforza la posizione di Eurocentres come leader nel settore dell’apprendimento delle lingue ed è il risultato di un impegno a lungo termine volto a garantire eccellenti benefici e fornire un’eccezionale qualità d’insegnamento. Essere un partner di fiducia in un ambiente mutevole significa inviare un messaggio chiave ai nostri partner in tutto il mondo”, afferma Michael C. Gerber, Direttore generale di Eurocentres.
La Fondazione Eurocentres, uno dei principali fornitori nel settore dell’apprendimento delle lingue, mantiene una rete scolastica a livello mondiale di 39 scuole che insegnano 8 lingue, in destinazioni affascinanti nei 6 continenti. Il suo obiettivo è quello di contribuire a una migliore comprensione tra le persone di tutto il mondo, consentendo di superare le barriere nazionali, culturali e sociali.
Il fondatore di Eurocentres, Dr. Erhard Wespi, svizzero (e insegnante), ha aperto la prima scuola di lingue a Bournemouth nel 1948. Dal 1958, la Fondazione Eurocentres fa parte del Percento Culturale Migros, un ente istituito da una delle maggiori aziende svizzere, Migros, dedicato a sostenere le attività culturali ed educative.
Con il contributo fondamentale allo sviluppo del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue (QCER) per il Consiglio d’Europa, Eurocentres ha definito gli standard di oggi per l’insegnamento delle lingue straniere. Gli studenti di Eurocentres, grazie al SISTEMA DI SUCCESSO DI EUROCENTRES e supportati dal campus online di apprendimento my.Eurocentres, possono trarre vantaggio dal monitoraggio e dalla personalizzazione dei loro progressi per imparare le lingue in modo sostenibile. (foto eurocentres)

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »