Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 25

Archive for 15 marzo 2015

Civil Liberties MEPs go to Washington to discuss data protection, surveillance and counter-terrorism

Posted by fidest press agency su domenica, 15 marzo 2015

parlamento europeoA 11-strong delegation from the Civil Liberties, Justice and Home Affairs Committee, headed by Claude Moraes (Chair of the Civil Liberties Committee, S&D, UK), will go to Washington D.C. from 16 to 20 March 2015 to obtain up-to-date information on the state of play and progress in the US on major issues, such as data protection and the current legislative works by the US Congress on framing surveillance activities. MEPs will also update the American counterparts on the EU data protection reform and on counter-terrorism initiatives, including the EU Passenger Name Records (PNR) proposal. Before the departure of the delegation, Claude Moraes stated the following:”The European Parliament’s previous delegation to Washington in 2013 took place during an international diplomatic crisis between the EU and the US following the Snowden revelations on mass surveillance. The delegation took place at one of the most high profile moments with revelations breaking of both NSA spying on German Chancellor Angela Merkel’s mobile phone and on mass surveillance of EU citizen’s private information.Since the Edward Snowden revelations in July 2013, authorities both in the US and the EU agreed that a thorough debate on these issues was both welcome and necessary considering the breakdown of trust following NSA mass surveillance and data collection allegations.The European Parliament has begun its second phase Inquiry following the Snowden revelations. We have already shared our concerns with the US on mass European Parliament , spying and economic espionage and now return to Washington in 2015 to discuss key issues including;
1. Judicial redress for EU citizens in the case of transfers of personal data for law enforcement purposes
2. Safe Harbour for US companies
3. Reform of EU data protection legislation and US recent initiatives and trends on data protection
4. Passenger Name Records (PNR) in the area of counter-terrorism and law enforcement
Since 2013 there have been positive developments in the US. The commitments by the Attorney General to extend judicial redress to EU citizens under the Privacy Act, within the framework of the so-called EU-US “umbrella agreement” on data protection for data transfers for law enforcement, so they can access US courts under the same conditions as US citizens and without discrimination, was an important step towards rebuilding trust and achieving equal treatment between US and EU citizens on this issue.
On US Safe Harbour, negotiations are still ongoing between the EU Commission and the US on the serious failings of this agreement, following our conclusion that the Safe Harbour has not been properly implemented and has failed to provide the adequate level of protection of EU citizens required by EU legislation for data transfers to US organisations members of the Safe Harbour. We will also update the US on the data protection reform, giving it is one of the biggest international legislation on data protection, and how it will affect the US and our transatlantic relations, and will get insight of recent US initiatives on data protection, such as the draft consumer bill of rights put forward by the White House.
Following the recent terrorist attacks in Europe, we will also give the US a progress report on counter-terrorism and law enforcement proposals, including on the Passenger Name Records, given these are world-wide issues”.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Expert Comment: Why Greece and Cyprus May Be Better Off Without the Euro

Posted by fidest press agency su domenica, 15 marzo 2015

OLYMPUS DIGITAL CAMERAThere is no long-term relief in sight for the troubled Greek economy according to Loizos Heracleous, Professor of Strategy at Warwick Business School. Professor Heracleous said: “Greece has only managed to wrest the four-month extension of a stability program. Soon, the newly elected Alexis Tsipras administration will have to start implementing the cost-cutting measures that it had promised voters it would avoid. The question is whether the austerity program will help or hurt Greece.“Austerity programs, several economists argue, have lost their credibility. When governments reduce fiscal stimuli, it tends to lead to deeper recessions. To be sure, policymakers have to tackle the structural issues, such as bloated public sectors and high national debt, in Cyprus and Greece. However, that should be done over time, and, ideally, when those economies are strong enough to deal with reductions in government spending rather than when they are at their most vulnerable.“Clearly, the exit of both Cyprus and Greece from the European Currency Union is a distinct possibility. The scares about what would happen if they left are unjustified, especially in the medium term.“A return to the national currency would give the governments of Greece and Cyprus control of key economic levers rather than having to bear the fiscal inflexibility and targets necessitated by a single cross-national currency. In fact, Cyprus and Greece probably don’t need to be part of the Eurozone to grow. Cyprus’ growth was higher between 1980 and 2004, before it joined the Eurozone, and it has been particularly low since 2008, when it adopted the Euro. There’s no reason why its economy cannot be strong without being part of the Eurozone, or that foreign currency deposits will flee the island if the local currency is not the Euro.“An alternate way forward may be to use higher government spending to assist vulnerable people, to lend to business, and to execute projects that inject money into the economy. The state can do that in conjunction with structural reforms that will, over time, reduce the size of the public sector, increase the flexibility of labour, improve tax collections, invite foreign direct investment, and get debt under control. The relatively cheap national currencies would provide a boost to exports, real estate, manufacturing, agriculture (for instance, olive oil production), and services such as tourism.”
Warwick Business School, located in central England, is the largest department of the University of Warwick and the UK’s fastest rising business school according the Financial Times. WBS is triple accredited by the leading global business education associations and was the first in the UK to attain this accreditation. Offering the full portfolio of business education courses, from undergraduate through to MBAs, and with a strong Doctoral Programme, WBS is the complete business school. Students at WBS currently number around 6,500, and come from 125 countries. Just under half of faculty are non-UK, or have worked abroad. WBS Dean, Professor Mark P Taylor, is among the most highly-cited scholars in the world and was previously Managing Director at BlackRock, the world’s largest asset manager. (photo font: Wikimedia)

Posted in Estero/world news, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il restauro della Resurrezione di Piero della Francesca

Posted by fidest press agency su domenica, 15 marzo 2015

resurrezione piero della francescaWashington DC, 16 marzo 2015, Ambasciata d’Italia New York, 18 marzo 2015, Istituto Italiano di Cultura. Cecilia Frosinini, direttore del Settore Restauro dipinti murali dell’Opificio delle Pietre Dure di Firenze, terrà una conferenza su Piero della Francesca il prossimo 16 di marzo presso l’Ambasciata italiana a Washington D.C. Il tema della conferenza è la distinzione, al fine di una fondamentale e completa comprensione dell’arte di Piero, fra il significato di “disegno come progetto” e “disegno come espressione grafica” nella sua pratica pittorica. Le due parole (in inglese “design” e “drawing”) sono spesso usate come sinonimi e, soprattutto in italiano, il più delle volte riassunti nel concetto unico di “disegno”. Eppure, i significati dei due termini sono differenti e questa distinzione concettuale era perfettamente nota a Piero e ai suoi contemporanei. Nell’opera di Piero si è spesso sottolineato come il disegno potesse essere una riproduzione meccanica, testimoniato anche dall’ampio uso di spolvero nei suoi dipinti murali, anche se nessuno dei suoi cartoni è sopravvissuto fino al nostro tempo. Ricerche più recenti condotte dall’Opificio delle Pietre Dure hanno fornito evidenze per una più approfondita fase di pianificazione della tecnica artistica di Piero della Francesca. Una progettazione così meticolosa delle sue composizioni, al punto di renderlo quasi ossessivo nell’uso dei cartoni, accuratamente progettati e anche riutilizzati, anche attraverso scalature geometriche. Piero non utilizzava quindi i cartoni per economizzare il tempo di realizzazione delle sue opere, ma come mezzo di controllo dello spazio pittorico e per l’inserimento degli elementi figurativi in esso.
La conferenza di Washington illustrerà molti esempi dei risultati di questa ricerca, dalle pitture murali alle opere su tavola. I dati sono stati raccolti con l’ausilio di attrezzature scientifiche avanzate e sono, altresì, contestualizzati in una cornice storico-artistica più ampia e circostanziata.
A New York, il 18 di marzo, presso l’Istituto Italiano di Cultura, l’assessore alla Cultura del Comune di Sansepolcro, Chiara Andreini, e in collaborazione con Toscana Promozione, assieme a Cecilia Frosinini presenteranno ancora il progetto del restauro della Resurrezione di Piero della Francesca.
L’operazione newyorchese nasce nell’ambito delle attività di promozione della Regione Toscana, che ha trovato nel restauro in essere della Resurrezione di Piero un evento di sicuro rilievo per il lancio, anche su piano internazionale del progetto: “Una Toscana sempre nuova da scoprire nell’anno dell’Expo”. Di questo progetto, il restauro della Resurrezione, è parte sostanziale.
L’appuntamento di New York vede anche la volontà, da parte del Comune di Sansepolcro, del suo Museo Civico e delle Istituzioni regionali, di promuovere oltreoceano l’esperienza più vera e profonda che si può vivere a Sansepolcro sulle tracce di Piero.
La città dove Piero della Francesca è nato, ha vissuto, e dove ha concluso la sua vita è, ancora oggi, un gioiello fra i borghi della Toscana più bella e antica, qui si respira quell’atmosfera che fu parte sostanziale della vita di Piero della Francesca. Proprio qui si possono calpestare ancora le strade che Piero stesso ha percorso e penetrare quell’aria di cultura e d’arte che resero grande fra i grandi il borghigiano d’eccellenza, pittore e matematico fra i più importanti della sua epoca e di tutta la storia.
Sansepolcro è una cittadina viva e attiva, i suoi palazzi offrono una visione di architetture, dal passato al presente, che ben compenetrano la storia e la contemporaneità. E’ un luogo dove il turista, attento e raffinato, può trovare la bellezza, la cultura e il piacere di vivere un’esperienza unica che resta nel tempo.
Il Museo Civico di Sansepolcro, da sempre meta turistica del viaggiatore colto offre tesori di inestimabile valore, dalla Resurrezione di Piero, oggi in restauro, ma straordinariamente visibile anche in questo periodo, al Polittico della Madonna della Misericordia, al San Giuliano. Piero della Francesca è qui. E qui si incontrano anche le opere di Andrea della Robbia, del Pontormo, di Santi di Tito, di Raffaelino del Colle, e di molti altri artisti del passato che hanno lavorato nel segno di Piero e contribuito alla cultura e alla bellezza della Val Tiberina.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Performance di vertice e grande affidabilità per I.S.R. Racing nei due giorni di test al Paul Ricard

Posted by fidest press agency su domenica, 15 marzo 2015

????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????I test ufficiali prestagionali della Blancpain Endurance Series che si sono conclusi ieri a al Paul Ricard hanno tradotto in riscontri molto promettenti il lavoro che il team I.S.R. racing ha svolto durante l’inverno per preparare la stagione di esordio nella serie.Le due Audi R8 LMS ultra schierate dalla squadra ceka si sono dimostrate molto competitive in entrambi i giorni e in più di una sessione sono risultate il punto di riferimento a livello di prestazioni tra le molte coupé della casa dei quattro anelli. Sulla vettura numero 75 l’equipaggio composto da Marco Bonanomi (ITA), Frédéric Vervisch (BEL) e Filip Salaquarda (CZ) ha chiuso con la sesta prestazione assoluta entrambe le giornate (1’57.476 e 1’57.324 i tempi). Sulla numero 74 Anders e Thomas Fjordbach (DEN) hanno girato mercoledì lavorando sul passo gara, mentre giovedì ha segnato il debutto di Fabio Onidi (ITA), subentrato a Thomas Fjordbach. Il programma svolto dai Fjordbach e da Onidi è stato molto intenso e ha permesso di portare a termine 59 giri il primo giorno e 100 il secondo, nei quali è stata verificata anche l’affidabilità di alcuni componenti in ottica gara.Il team I.S.R. racing scenderà in pista a Misano Adriatico il 18 e 19 marzo per un’ulteriore sessione di tests e subito dopo a Monza in occasione del round inaugurale della Blancpain Endurance Series 2015. (foto ricard)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Museo Nazionale dell’Automobile “corre” sul Wi-Fi Cisco

Posted by fidest press agency su domenica, 15 marzo 2015

ciscoIl Museo Nazionale dell’Automobile di Torino ha scelto Cisco per realizzare una rete wi-fi aperta e gratuita per rendere ancora più coinvolgente l’esperienza dei visitatori. Grazie a un’architettura di rete wireless basata su apparati Cisco e progettata da PRES, Gold Partner Cisco specializzato nell’integrazione di soluzioni e servizi ad alto valore basati sulle nuove tecnologie dell’informazione, oggi il MAUTO mette a disposizione il proprio patrimonio composto da approfondimenti storici, immagini di archivio, schede tecniche delle vetture e molto altro lungo il percorso di visita. Il tutto nel pieno rispetto della tendenza a lasciare all’utente la scelta di usare smartphone o tablet personali – quello che in contesto lavorativo viene definito Bring your own device (BYOD) – oppure utilizzando i totem multimediali o gli iPad in dotazione presso la struttura.Grazie all’architettura di rete wi-fi basata su soluzioni Cisco, il museo eroga contenuti on demand a un numero elevato e variabile di persone simultaneamente e in spazi disposti su piani diversi dell’edificio con requisiti ben precisi di pervasività, stabilità, prestazioni e sicurezza e ha introdotto un sistema di guide audio/video con gestione centralizzata e aperto ai dispositivi personali, che risulta estremamente vantaggiosa in termini di flessibilità, facilità di gestione, abbattimento del rischio di obsolescenza degli endpoint e velocità di aggiornamento contenuti.”Era fondamentale implementare una soluzione che garantisse la qualità della fruizione dei contenuti senza interruzioni lungo il percorso della visita”, chiarisce Angelo Nicolosi di Acuson, l’azienda di progettazione, fornitura e realizzazione di sistemi integrati per la comunicazione audiovisiva che gestisce la componente multimediale presso il Museo. “L’impostazione degli spazi comportava la necessità di controllare tutti i dispositivi per l’accesso come un unico apparato e consentire una gestione semplice della rete”.È stata così allestita un’infrastruttura composta da Access Point Cisco serie 2602 che sono stati distribuiti equamente lungo i tre piani di cui si compone il MAUTO, a cui si aggiungono due Access Point Cisco Aircap 3702I EK9 ad alta densità ubicati nell’atrio e all’ingresso del Museo, in cui è stato previsto il maggior numero di accessi iniziali per la visita. L’architettura è completata da un sistema di controllo Cisco serie 2500 che, oltre a indirizzare gli accessi esclusivamente all’area della rete consentita, permette in modo automatico il passaggio omogeneo tra le aree di copertura di ogni singolo Access Point, garantendo agli utenti l’uso di Internet e di tutte le informazioni e i contenuti online pensato per essere trasmessi in ogni ambiente del Museo. La rete è stata inoltre dimensionata per contenere in modo flessibile fino a 500 connessioni simultanee, garantendo per tutti la stessa qualità di fruizione dei materiali che il Museo mette a disposizione, ottenendo così un sistema di guide multimediali a supporto delle visite senza precedenti.“Grazie alla rete wi-fi basata su tecnologia Cisco,” dichiara Alberto Degradi, infrastructure architecture leader di Cisco, “il Museo dell’Automobile ha messo a punto un sistema innovativo che migliora l’esperienza di visita del pubblico che è, allo stesso tempo, semplice da gestire e aperto a sviluppi futuri. Inoltre, l’infrastruttura messa a punto per il MAUTO risponde perfettamente ai canoni del BYOD, intorno a cui organizzazioni e aziende di ogni settore e dimensione stanno ripensando il proprio ambiente IT per accogliere smartphone e tablet personali con la massima sicurezza per i dati aziendali e nel modo più trasparente per gli utenti, e consentire esperienze di uso sempre più coinvolgenti.” (foto cisco)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Voluntary disclosure e autoriciclaggio

Posted by fidest press agency su domenica, 15 marzo 2015

Piero_Calamandrei_2Milano 17 marzo 2015 alle ore 17:00 presso l’Auditorium Piero Calamandrei di La Scala Studio Legale (via Correggio 43, Milano) si svolgerà un incontro dedicato alla nuova voluntary disclosure e al reato di autoriciclaggio recentemente inserito nel codice penale.
L’Avv. Sabrina Galmarini, Partner responsabile del Team Regulatory di La Scala Studio Legale, l’Avv. Fabrizio Manganiello, responsabile del Team Penale Commerciale di La Scala Studio Legale, l’Avv. Peter André Jäggi, socio dello Studio Legale Tributario Jäggi & Scheller SA e docente al Centro Studi Bancari di Lugano-Vezia ed il Dott. Angelo Cisotto di Ergon Commercialisti si confronteranno sulle novità introdotte dalla legge n. 186 del 15 dicembre 2014 entrata in vigore il 1° gennaio 2015, in materia di rientro dei capitali detenuti all’estero e di autoriciclaggio. Verranno illustrati il quadro normativo di riferimento e la procedura di collaborazione volontaria per l’emersione delle attività finanziarie e patrimoniali costituite o detenute fuori dall’Italia, oltre al reato di autoriciclaggio che punisce chi utilizzi denaro frutto di un delitto non colposo precedentemente commesso da lui stesso.
La Scala Studio Legale Fondato nel 1991, La Scala offre ai propri clienti, da oltre vent’anni, una gamma completa e integrata di servizi legali. Dopo la sede principale di Milano, nel corso degli anni sono state aperte le altre sedi di Roma, Torino, Bologna, Vicenza, Padova, Firenze, Ancona. Oggi lo Studio comprende oltre 90 professionisti e assiste stabilmente tutti i principali gruppi bancari italiani, numerose imprese industriali e commerciali, importanti istituzioni finanziarie. Dal 2000 pubblica IUSLETTER che, nata come rivista bimestrale, nel 2012 è diventata un vero e proprio sito (www.iusletter.com) che viene aggiornato quotidianamente da una redazione interna allo studio stesso. (foto piero calamandrei)

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il 21 marzo a Fermo appuntamento sulla cultura del cappello

Posted by fidest press agency su domenica, 15 marzo 2015

federico felliniTra i relatori il Rettore Sauro Longhi, il critico d’arte Stefano Papetti e il primario Daniele Travaglin. FERMO Arte, sostenibilità, ricerca, internazionalizzazione, salute e cultura sono i temi dell’appuntamento di sabato prossimo a Fermo. Il Comitato del Cappello di Massa Fermana ha organizzato un incontro, alla Sala dei Ritratti, dal titolo “Marche, land of hats” per evidenziare l’importanza del distretto produttivo.Un polo, formato da 90 aziende e altre 40 dell’indotto, che ha saputo controbattere alla crisi economica degli ultimi anni e che ha trovato nell’internazionalizzazione una strada di successo, mantenendo un profilo economico-finanziario in un discreto stato di salute e difendendo in buona parte i margini reddituali. Questo ha garantito una crescita, nel numero degli addetti, giunti quasi a 2mila contro i 1776 del 2010, e nel fatturato, che si attesta intorno ai 140 milioni di euro. Tra il 60% e il 70% viene garantito proprio dal rapporto con il mercato extra-nazionale.
Ma all’incontro di sabato 21 marzo non si parla solo di economia. Il cappello viene visto anche da un nuovo punto di vista, ovvero come accessorio che tutela la salute, sia d’inverno che d’estate: per questo, spazio viene dedicato all’intervento di Daniele Travaglini, primario di chirurgia vascolare nella casa di cura Villa Verde e coordinatore scientifico dell’Accademia Medica Cappello & Salute.
Tra gli altri relatori Stefano Papetti, docente di Museologia e Restauro dei Beni Culturali ad Unicam, Sauro Longhi, Rettore dell’Università Politecnica delle Marche, Patrizia Sopranzi, dell’Osservatorio nazionale per le Politiche di Ricerca e Innovazione, Matteo Cavelli, presidente Federazione italiana dei tessili vari e del cappello, Evio Hermas Ercoli, presidente dell’Accademia di Belle Arti di Macerata e Sara Giannini, assessore alle Attività produttive della Regione Marche. Conduce l’appuntamento, a cui partecipano anche 14 aziende del territorio, la giornalista e conduttrice televisiva del Tg1 Barbara Capponi.“Marche, land of hats” fa parte del progetto del Comitato del Cappello di Massa Fermana, costituito nel 2007 con l’intento di valorizzare il territorio. In questi 8 anni di attività il Comitato, presieduto da Angelo Cecchi, ha organizzato convegni, partecipazioni a fiere, sfilate, mostre: appuntamenti che hanno messo in risalto il percorso del distretto, dalla sua nascita, nel Settecento con la creazione dei primi cappelli di paglia, ad oggi, riconosciuto come una delle aree industriali più importanti d’Europa.Il convegno viene realizzato con il contributo della Regione Marche, con il patrocinio dei Comuni di Massa Fermana, Montappone, Monte Vidon Corrado e Falerone, dell’Università Politecnica delle Marche, dell’Accademia di Belle Arti di Macerata, delle Camere di Commercio di Fermo e di Macerata e con la collaborazione di Marca Fermana. Informazioni su http://www.landofhats.it. Nella foto l’ultimo cappello indossato da Federico Fellini

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gli hotel più popolari in Italia

Posted by fidest press agency su domenica, 15 marzo 2015

hotel italianoI vacanzieri di tutto il mondo hanno scelto i loro hotel preferiti: 36 alberghi in Italia hanno vinto l’HolidayCheck Award 2015. Per il decimo anno consecutivo, il più grande portale turistico di lingua tedesca ha assegnato il premio a diversi hotel in 134 regioni di ben 41 diverse nazioni, basandosi sull’analisi di 1,014,000 recensioni postate dal pubblico nel 2014.Ci sono regole severe in vigore per l’assegnazione del premio: per essere presi in considerazione e avere la possibilità di vincere questo riconoscimento ricercato, un albergo deve avere raccolto almeno 50 recensioni dai suoi ospiti nel 2014 e deve essere stato raccomandato da almeno il 90% della clientela. Un altro ostacolo da affrontare sono i “Soli” di HolidayCheck, che i viaggiatori utilizzano in sede di revisione per informazioni come la camera, l’ubicazione,i servizi e le strutture termali. La scala va da 1 (scadente) a 6 (molto buono); gli hotel vincenti devono aver raggiunto un rating di almeno 5 “Soli”.Inoltre, un albergo non deve aver ricorso a manipolazione o falsificazione per circonvenire il Codice di Condotta del portale. HolidayCheck si riserva inoltre il diritto di revocare e ritirare i premi già assegnati ad un hotel in precedenza; tutte le recensioni passano attraverso un sistema di controllo complesso per scoprire qualsiasi falsificazione.Le regioni italiane con gli alberghi più popolari sono:
Trentino Alto Adige con 14 hotel, di cui 10 nel Südtirol
Lombardia e Veneto con 10 hotel sulle rive del Lago di Garda
Toscana, con 4 hotel nelle province di Siena, Grosseto, Firenze e Lucca
Sardegna, con 3 hotel nelle province di Olbia e Nuoro
Sicilia, con 1 hotel in provincia di Ragusa
Puglia, con 1 hotel in provincia di Lecce
Lombardia con 1 hotel in provincia di Como, sul Lago omonimo
Piemonte, con 1 hotel in provincia di Verbania, sul Lago Maggiore
Abruzzo, con 1 hotel in provincia di Teramo
(Antonina Seges)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gli albergatori romani e il Giubileo straordinario

Posted by fidest press agency su domenica, 15 marzo 2015

necciL’ADA LAZIO Associazione Direttori d’Albergo del Lazio apprendendo dell’imminente Giubileo straordinario indetto da Papa Francesco ed invita gli Amministratori della Città di Roma e tutti gli organi di governo coinvolti a considerare l’evento una straordinaria occasione di rilancio della Città e dell’intero paese. Un’occasione unica e straordinaria per la Città che deve essere considerata la base di partenza per un ripensamento della sua intera organizzazione dai trasporti al decoro, dalla sicurezza alla burocrazia ed infine alla legalità. Sorprende aggiunge Roberto Necci Presidente dell’Associazione Direttori d’Albergo del Lazio che l’ Amministrazione abbia definito la città già pronta ad un evento di questa portata visto che da mesi l’ ADA LAZIO denuncia il grave degrado della Città; è sufficiente continua Roberto Necci recarsi in qualche stazione della metropolitana del centro di Roma e verificare lo stato della sicurezza; in una città che tra qualche mese sarà di nuovo sotto i riflettori dichiarazioni di questo tipo sono allarmanti.E’ auspicabile inoltre che anche la componente alberghiera sappia gestire con saggezza le politiche di pricing adottando strategie tariffarie realistiche e finalizzate all’ attrazione dei flussi turistici visto che, continua il Presidente di ADA LAZIO, politiche speculative in senso tariffario si sono rivelate in passato totalmente dannose.L’ ADA LAZIO è pronta a dare il suo supporto alle parti coinvolte per l’ organizzazione dell’evento.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ritratti di santi

Posted by fidest press agency su domenica, 15 marzo 2015

enrichetta-alfieri-0Roma, lunedì 16 marzo, ore 21.00 Via XX Settembre, 17 Chiesa di Santa Maria della Vittoria Vincenzo Bocciarelli legge la vita di Enrichetta Alfieri. Per il terzo e ultimo incontro de I Ritratti di Santi, ciclo di letture dedicate alla santità, lunedì 16 marzo 2015, Santa Maria della Vittoria ospita l’attore Vincenzo Bocciarelli a raccontare della vita di Enrichetta Alfieri, la suora considerata l’angelo dei carcerati di San Vittore.Verso la fine del 1939 viene nominata Superiora della Comunità delle Suore di San Vittore, ruolo che terrà tutta la vita, compresi periodi difficili come quello della guerra e della Resistenza. Enrichetta Alfieri è una suora della carità. Ha vissuto la sua vocazione facendo rinascere la speranza cristiana nel cuore di uomini disperati. Gli incontri si svolgono nella chiesa di Santa Maria della Vittoria e si basano sugli scritti di padre Antonio Maria Sicari, teologo carmelitano, autore di più di cento biografie dedicate ai Santi di ieri e di oggi e fondatore del MEC, Movimento Ecclesiale Carmelitano, che ha organizzato l’evento.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Xylella. Una commissione indipendente per salvare i nostri olivi

Posted by fidest press agency su domenica, 15 marzo 2015

oliviTroppe voci di speculazioni rischiano di farci arrivare tardi all’obiettivo: quello di salvare i nostri ulivi, patrimonio inestimabile del nostro territorio. La xylella, questo misterioso e occulto nemico della pianta della pace sta creando un’ondata di panico in tutto il Salento, mentre tardano ad arrivare delle soluzioni certe e definitive che evitino la paventata eradicazione di massa o l’uso indiscriminato di pesticidi. Per fare qualche analogia con un fenomeno che per certi versi si è rivelato anche più globale di ciò che sta accadendo nella Terra D’Otranto è opportuno ricordare che proprio qualche anno fa, lo “Sportello dei Diritti” fu la prima associazione a lanciare a livello nazionale l’allarme del famigerato “punteruolo rosso” segnalando anche gli studi effettuati all’estero che avevano portato a trovare soluzioni al problema che poi si sono rivelate decisive ed hanno comportato un rallentamento progressivo della diffusione del coleottero. Questi studi si riferivano alle ricerche del professor Michel Ferry dell’Estacion Phoenix e Ricercatore Scientifico dell’INRA France (che è un istituto internazionale di ricerca pubblica francese) che ci avevano inviato le più recenti, almeno per l’epoca, novità scientifiche in materia elaborate dall’INRA (Institut National de la Recherche Agronomique), a proposito di una sperimentazione che si stava effettuando in Francia ed in Tunisia contro il Punteruolo rosso e che poi sarebbe stata utilizzata come paradigma nella lotta globale al coleottero. Alla luce di quanto già è accaduto, e trovandoci in un momento come questo nel quale tra commissari vari, incroci di competenze, voci sempre più fondate di speculazioni circa un fenomeno che ha portato una vera e propria psicosi sul territorio e non solo fra gli olivicoltori, per Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” sarebbe opportuno affidare le indagini e la ricerca di soluzioni a commissioni di esperti internazionali che abbiano una qualche certificazione d’indipendenza.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Banche. Il falco Draghi e il gufo Weidmann

Posted by fidest press agency su domenica, 15 marzo 2015

WeidmannE’ iniziato il Qe, cioe’ l’acquisto di titoli pubblici, sul mercato secondario, da parte della Banca Centrale Europea (BCE). Il presidente della BCE, Mario Draghi, ritiene che questo abbassera’ i tassi di interesse (l’Italia dovrebbe beneficiarne per circa 3 miliardi), diminuiranno i mutui e aumenteranno le esportazioni. Di traverso si mette il presidente della Banca Federale Tedesca (BUBA), Jens Weidmann, che dichiara l’ovvio: e’ troppo presto per valutare gli effetti del Qe e, ancora, “Il miglioramento dell’economia dimostra che il QE non era necessario” che contraddice la precedente affermazione. Ora, per fare i primi della classe bisognerebbe essere proprio i primi. La BUBA lo e’? Abbiamo dei dubbi ad iniziare dall’incredibile salvataggio delle banche locali tedesche, lottizzate dai partiti, e il cui salvataggio e’ costato ben 290 miliardi. La Germania, inoltre, non rispetta gli accordi e le regole europee sul surplus commerciale che nel 2014, per loro, e’ stato del 7,5% mentre il limite e’ il 6%? Insomma, di maestrini, non ne abbiamo proprio bisogno. E neanche di gufi. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Conflitto in Siria

Posted by fidest press agency su domenica, 15 marzo 2015

attacchi chimici sirianiDichiarazione congiunta di: Valerie Amos, Sotto Segretario Generale per gli Affari Umanitari
Zainab Hawa Bangura, Rappresentante Speciale per la Violenza Sessuale nei Conflitti
Margaret Chan, Direttore Generale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità
Ertharin Cousin, Direttrice Esecutiva del Programma Alimentare Mondiale
Antonio Guterres, Alto Commissario per i Rifugiati
Pierre Krähenbühl, Commissario Generale di UNRWA
Anthony Lake, Direttore Esecutivo di UNICEF
Leila Zerrougui, Rappresentante Speciale per l’Infanzia e il Conflitto Armato
La sconvolgente crisi in Siria giunge al suo quinto anno. Una crisi per cui si continua a pagare un incalcolabile prezzo umano. Una crisi che la comunità internazionale non è riuscita a fermare. Più di 200.000 persone sono state uccise. Bambini e giovani vivono violenze, disperazione e deprivazione. Donne e ragazze, e uomini e ragazzi in detenzione rischiano in maniera particolare di subire violenza sessuale. Più di 12,2 milioni di persone in Siria hanno bisogno di assistenza d’emergenza, e 3,9 milioni di rifugiati sono fuggiti oltrepassando le frontiere in cerca di salvezza e sicurezza. Abbbiamo espresso il nostro orrore, la nostra indignazione, la nostra frustrazione, osservando la tragedia dispiegarsi sotto i nostri occhi. In qualità di leader umanitari, siamo impegnati a proseguire al massimo dei nostri sforzi l’assistenza a quanti si trovano intrappolati in questa guerra. Persone vulnerabili. Assediate. Senza un posto dove andare. Chiediamo che i leader del mondo mettano da parte le loro differenze e utilizzino la loro influenza per produrre un cambiamento reale in Siria; che facciano pressione sulle parti in conflitto per porre fine agli attacchi indiscriminati contro i civili; che assicurino la fine dell’assedio che per mesi ha intrappolato più di 212.000 persone senza cibo; che permettano la distribuzione di materiale vitale, medico, chirurgico e di altro tipo; che cessino la punizione collettiva dei civili attraverso l’interruzione dei rifornimenti idrici ed energetici; che impediscano il collasso completo del sistema scolastico. Il popolo siriano – e le persone di tutto il mondo – vogliono che le sofferenze cessino. Chiediamo: ‘cosa ci vuole’, ‘what does it take’, per porre fine alla crisi? E’ in gioco il futuro di un’intera generazione. E’ in gioco la credibilità della comunità internazionale.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Chiesa di Palermo gioisce per l’ordinazione di 5 nuovi presbiteri

Posted by fidest press agency su domenica, 15 marzo 2015

presbiteriSono giovani del nostro tempo che hanno risposto con generosità alla chiamata al sacerdozio e sono pronti a percorrere il cammino che il “Padrone della messe” ha tracciato per loro. Cinque giovani del Seminario arcivescovile di Palermo pronunceranno il loro “Eccomi” definitivo al Signore e saranno ordinati presbiteri. La solenne celebrazione Eucaristica sarà presieduta dal card. Paolo Romeo, per l’imposizione delle mani e la preghiera consacratoria nella Chiesa Cattedrale sabato 14 marzo 2015, alle ore 18. “Invito ardentemente la Comunità diocesana a pregare per questi giovani – afferma il card. Paolo Romeo – perché siano strumento nelle mani del Signore e si lascino limare dalla Grazia”. I presbiteri eletti, hanno trascorso una settimana a Foligno presso l’oasi San Francesco dei frati cappuccini, in Umbria dove hanno svolto gli esercizi spirituali. Tra coloro che saranno ordinati presbiteri per essere conformati a “Cristo sposo della Chiesa” anche un nigeriano, Charles Chukwudi Onyenemerem, 45 anni, della parrocchia Maria Santissima del divino Amore – San Gaetano a Brancaccio che appartiene ad una famiglia di 6 fratelli ed ha una sorella suora che svolge il suo ministero presso l’ospedale “Mater Misericordiae” di Roma. “Quando ho cominciato il percorso vocazionale mio padre non era d’accordo perché voleva che facessi il medico – dichiara don Charles – è stato grazie a mia sorella suora che è stato come un angelo che ha convinto mio padre a farmi entrare in seminario. Devo ringraziare il Signore per questo dono e in modo particolare per le persone di Brancaccio che mi amano e a cui voglio donare sempre il mio sorriso accogliente”.
Nella famiglia di don Dario Chimenti, 27 anni della Parrocchia SS. Crocifisso (Pietratagliata) in Palermo, c’è anche un fratello religioso Fra Daniele della Fraternità francescana di Betania a Roma. “In questo momento è inevitabile pensare al passato e alla mia vita e non nascondo un pò di paura – dichiara don Dario – perché la responsabilità è molto grande. Posso assicurare che la mia vita sarà totalmente per il Signore e per la sua Chiesa”.
Don Tony Di Carlo 44 anni, della Parrocchia Santo Stefano in Palermo, un diploma di geometra in tasca, prima di entrare in seminario era già inserito nel mondo lavorativo. “Il Signore sa attendere i nostri tempi – dice don Tony – e con me è stato molto paziente. In questo cammino ho sperimentato la sua volontà ed ho ceduto volentieri al suo progetto”.
Don Claudio Grasso 34 anni, della Parrocchia del Santo Sepolcro in Bagheria, da ragazzo ha maturato una forte esperienza formativa tra i dehoniani nell’Italia centrale, dove ha iniziato il suo percorso formativo. “La mia è stata una vocazione provata – afferma don Claudio – riparto da Foligno dove 9 anni fa ho iniziato il mio percorso di studi e dove si è svelato il progetto del Signore per la mia vita”.
E infine don Fabio Zaffuto, 26 anni della Parrocchia San Nicola di Bari in Termini Imerese, sarà il più giovane presbitero dell’Arcidiocesi di Palermo. “Per me sarà una missione che mi deve portare in ogni luogo e nelle periferie, per essere una Chiesa giovane per i giovani che riesce a rinnovarsi e nel contempo pensare alle tante situazioni di sofferenze affinché le persone possano trovare nelle mie energie e dei miei confratelli il meglio”.
I novelli presbiteri presiederanno la loro prima Eucaristia il giorno seguente l’ordinazione secondo il seguente programma:
don Dario Chimenti alle ore 11.30 nella Parrocchia SS. Crocifisso (Pietratagliata) in Palermo, don Tony Di Carlo alle ore 18 nella Parrocchia Santo Stefano in Palermo, don Claudio Grasso alle ore 18 nella Parrocchia del Santo Sepolcro in Bagheria, don Charles Chukwudi Onyenemerem, alle ore 11 nella parrocchia Maria Santissima del divino Amore – San Gaetano a Brancaccio e don Fabio Zaffuto alle ore 18.30 nella Parrocchia San Nicola di Bari in Termini Imerese. (foto presbiteri)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »