Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 106

Archive for 15 aprile 2015

EXIN partners with DANSK IT in Nordic region

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 aprile 2015

EXIN_agreementEXIN is partnering with DANSK IT to provide professional certification services and assessments for the Nordic market. The relationship will provide companies in the Nordic region access to EXIN’s broad portfolio. Per Andersen, CEO of DANSK IT, is proud to work with EXIN. “This partnership builds on our already existing relationship with EXIN, where we have been cooperating for many years in areas such as Lean IT. This step will allow us to tap into all the benefits of working with a global Exam Institute, whilst continuing to provide high quality, customized services to our local customer base.”
Bernd Taselaar, CEO of EXIN, commented: “We are very pleased with our partnership with DANSK IT, as they are a key player in the Nordic region, with a strong reputation and a high level of commitment to the local market. There is a high level of synergy between both organizations, particularly as the Nordic region is, just like EXIN, forward-thinking when it comes to embracing new technologies and concepts. EXIN’s products and services are aligned to the European e-Competency Framework (e-CF) and the Nordic region is also at the forefront of this development.”
EXIN (www.exin.com) is a global, independent certification institute for ICT-professionals. With over 1,000 accredited examination and training partners, EXIN is able to provide ICT certifications and competence assessments to professionals and HR departments in more than 165 countries and 20 languages. EXIN is co-initiator of the eCompetence Framework, which was set up to provide unambiguous ICT certification measurement principles within Europe and beyond.
EXIN provides certifications in areas such as IT Service Management, Project & Program Management, (Cyber) Security & Governance, Agile Scrum Cloud Computing & OpenStack, Data Center Management, Software Development, Testing, and Lean IT and more. To guarantee that the ICT certifications are closely aligned with current market needs, EXIN has strategic knowledge partnerships with key market players.
DANSK IT (www.dit.dk) is the leading society in Denmark for IT professionals, inaugurated in 1958, having 7,000 members. DANSK IT’s core activities are to enable competence and personal development for IT professionals through certification and training; to support the development of a digitally leading Danish society; and to support the networking of IT professionals.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Latest Survey Reflects Miami’s Position as Top Global Destination

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 aprile 2015

Miami-skyline-for-wikipediaMiami – The Miami real estate market remains a top destination for foreign buyers despite economic slowdowns in Latin America and Western Europe, according to the 2014 Miami International Buyer Survey conducted by the National Association of Realtors (NAR) for the 35,000-member MIAMI Association of REALTORS® (MIAMI), the nation’s largest local Realtor association. The survey ranks buyers by countries and highlights key characteristics of foreign buyers. A preview of the survey was featured recently at the R.E.A.L Awards and Real Estate Summit hosted by the Greater Miami Chamber of CommerceThere are more foreign buyers in Miami than in the rest of the U.S. Seventy-two percent of Miami-Dade and Broward members reported working with an international client. That’s considerably higher than the national average of 28 percent, according to NAR.“International buyers have long been attracted to Miami’s world-class art, beaches and amenities,” said longtime Coral Gables Realtor Christopher Zoller, the 2015 Residential President of the MIAMI Association of REALTORS®. “South Florida’s proximity to Latin America and the Caribbean and our more than 1,000 multinational companies offer so many opportunities for foreign real estate consumers. Faced with volatile economies in their homelands, South Florida real estate is considered a secure place to invest one’s money.”
The MIAMI Association of REALTORS was chartered by the National Association of Realtors in 1920 and is celebrating 95 years of service to Realtors, the buying and selling public, and the communities in South Florida. Comprised of five organizations, the Residential Association, the Realtors Commercial Alliance, the Broward County Board of Governors, the YPN Council and the award-winning International Council, it represents more than 35,000 real estate professionals in all aspects of real estate sales, marketing, and brokerage. It is the largest local Realtor association in the U.S., and has official partnerships with more than 125 international organizations worldwide. MIAMI’s official website is http://www.miamire.com.

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Global Female Leaders 2015

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 aprile 2015

berlinoBerlin. “If women are expected to do the same work as men, we must teach them the same things.“ The author of this quotation, the Nobel Prize winner in Literature Saul Bellow, would have been a welcomed guest at the international conference “Global Female Leaders Summit 2015”. According to the motto “Connect. Explore. Co-Create“ female decision makers from all over the world meet at the economic summit mainly targeted at female managers in order to expand their international contacts, build new networks, exchange experiences and also to function as role models for young women. Thus, the conference organised by the Management Circle AG sends a clear message at the time when women are still underrepresented in executive positions throughout the world.
During the two and a half day summit from 20 to 22 April 2015 high-calibre expert panel as well as keynote speakers will discuss topics that are equally relevant to female and male managers.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Non perdere il treno della crescita

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 aprile 2015

fondo monetario internazionale“Le previsioni del Fondo Monetario Internazionale sulla riduzione del rapporto deficit/Pil per i prossimi anni rientra in una serie di circostanze favorevoli che non dipendono direttamente da noi: cambio euro-dollaro, prezzo del petrolio basso e Quantitative Easing. A noi spetta non perdere questo treno che va verso la crescita”. A dirlo è Raffaello Vignali, Capogruppo Area Popolare (Ncd-Udc) in Commissione Attività Produttive e Responsabile Sviluppo Economico per il Nuovo Centrodestra. Per Vignali “in questo momento, la priorità assoluta è sostenere le imprese, soprattutto diminuendo il carico fiscale, che è una zavorra che pesa su competitività e produttività. Solo con la diminuzione delle tasse si possono favorire gli investimenti, che sono il vero motore della crescita economica. Al contempo, occorre stimolare l’edilizia privata, che è la filiera industriale più lunga del Paese e quella che è più in grado di contribuire immediatamente a Pil e occupazione. Perdere questa occasione sarebbe imperdonabile”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

No chiusura Corti d’appello in Sicilia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 aprile 2015

sicilia-regione-default-120718100156_bigL’Assemblea regionale siciliana ha detto no alla paventata soppressione di Corti d’Appello in Sicilia da parte del governo nazionale, votando alla unanimità oggi pomeriggio la mozione della Commissione regionale Antimafia. “Suscita nell’Isola seria preoccupazione e allarme la previsione del governo Renzi e dimostra la totale incomprensione delle specificità e caratteristiche del territorio siciliano – ha dichiarato il presidente dell’Antimafia Nello Musumeci, illustrando la mozione. “Il progetto di revisione del ministro della Giustizia, peraltro, non fa cenno della specificità dei bacini di utenza che, in una Regione come la Sicilia, soffre di un grave deficit infrastrutturale cronico, come tristemente dimostra la cronaca di questi giorni. Qualcuno – ha aggiunto Musumeci -dovrebbe spiegare al ministro che la chiusura di due o solo una Corte d’Appello nella nostra Isola (le più a rischio sono quelle di Caltanissetta e Messina) non sarebbe una mera sottrazione aritmetica ma l’abbattimento di un presidio del servizio di giustizia, anche per l’impatto della criminalità organizzata per la conseguente soppressione degli uffici Dia e della Dda.”

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rifugiati: situazione in Yemen

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 aprile 2015

YemenI rifugiati provenienti dallo Yemen continuano ad arrivare a Gibuti e in Somalia, per un totale di 1.260 persone arrivate in barca in entrambi i paesi nel corso delle ultime due settimane. A Gibuti, la maggior parte delle persone arrivate sono cittadini yemeniti, insieme a tre siriani. Gli ultimi arrivati sono fuggiti dalle intense violenze che stanno colpendo Aden, mentre le ondate precedenti provenivano per lo più da Bab el-Mandeb.A Gibuti, i rifugiati sono accolti presso il centro di transito di Al-Rhama o in un vicino centro sportivo dove vengono registrati e sotto sottoposti a controlli medici e vaccinazioni prima di essere trasferiti nel nuovo campo di Markazi. Un altro campo è in costruzione: 70 tende sono già state montate, mentre le latrine sono in via di completamento.
Un totale di 915 persone (tra cui 156 yemeniti) sono arrivate nel Somaliland e nel Puntland. I recenti arrivi al porto di Bossaso nel Puntland provengono dal porto di Al Mukalla in Yemen, e tra di essi vi sono donne e bambini, arrivati molto assestati e bisognosi d’acqua. Una donna che era quasi al termine della gravidanza è stata portata al centro di salute di Bosaso per dare alla luce il suo bambino. Gli ultimi arrivi nel porto di Berbera nel Somaliland sono partiti invece dal porto di Mukha in Yemen, data la chiusura degli altri porti. I rifugiati dichiarano di aver pagato 50 dollari a persona e che ci sono molte altre persone in attesa di partire.L’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) di concerto con i suoi partner sta predisponendo un piano d’emergenza per accogliere fino a 30.000 rifugiati a Gibuti e fino a 100.000 rifugiati in Somalia nel corso dei prossimi sei mesi.La situazione umanitaria continua a peggiorare con il diffondersi del conflitto in tutto il paese. Attualmente i governatorati interessati dal conflitto sono 18 su 22, facendo registrare negli ultimi cinque giorni un incremento rispetto ai 14 governatorati precedentemente coinvolti.
Molti dei 250.000 rifugiati (principalmente somali) presenti in Yemen sono a loro volta colpiti dal conflitto e l’UNHCR rileva un aumento sempre più consistente di persone che si spostano dalle zone urbane attorno ad Aden al campo profughi di Kharaz, che normalmente ospita 18.000 persone. Nei giorni scorsi più di 2.000 rifugiati si sono trasferiti nel campo dove l’UNHCR e i suoi partner stanno continuando a fornire servizi, nonostante la carenza di elettricità che ha colpito anche il resto del paese. L’Agenzia deve riorganizzare l’erogazione dell’elettricità del campo, riducendo l’offerta da 16 a 8 ore al giorno per poter assicurare in funzionamento della clinica di emergenza e ambulatoriale.Intanto le barche continuano ad arrivare in Yemen. Domenica scorsa (il 12 aprile) 251 persone (principalmente etiopi ma anche somali) sono arrivate a Mayfa’a. I partner dell’UNHCR e il personale dell’Agenzia stanno registrando I nuovi arrivati.In alcune parti della città di Aden e Abyan sia le linee dei telefoni fissi che le reti di telefonia cellulare sarebbero fuori uso. Stanno peggiorando anche le interruzioni di corrente. I media locali riferiscono che la Electricity Corporation yemenita ha carenza di carburante e la fornitura elettrica nazionale potrebbe non essere garantita nei prossimi giorni.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Decisyon: l’Internet of Everything italiano amplia la rete di partner in Europa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 aprile 2015

franco petrucciStamford (CT) e Latina, L’Internet of Everything parla italiano e si espande nel mondo. Decisyon, azienda leader in soluzioni che uniscono Business Intelligence, Big Data Analytics, Decision Making ed Execution attraverso una piattaforma di Internet of Everything, dopo aver raggiunto 200 clienti in 11 paesi nel mondo continua la sua espansione nei mercati tedesco e austriaco.
Decisyon ha introdotto la propria soluzione di Internet of Everything in diverse aziende in Italia come Cameo, Janssen e Zambon, collegando dati, dispositivi e persone. Nelle aziende farmaceutiche in cui opera, ad esempio, Decisyon raccogliere i big data prodotti dagli oggetti connessi all’interno degli impianti di produzione, li raduna e li elabora fornendo in tempo reale a manager ed operatori di linea le informazioni necessarie ed adeguate per discutere e prendere decisioni sulle attività in corso.All’interno del progetto Pull Warehouse, dedicato ai magazzini degli impianti farmaceutici, Decisyon/Plant raccoglie le informazioni (pressione, temperatura etc) degli impianti produttivi del packaging connessi via internet e li rielabora per fornire così un quadro della produzione dei materiali necessari per il confezionamento dei medicinali.
All’interno poi dell’interfaccia di Decisyon, sviluppata in un ottica social, le informazioni sono condivise tra gli operatori di magazzino e di produzione. Gli operatori possono così comunicare efficientemente sia per seguire le attività programmate che per gestire le eccezioni.
Decisyon gestisce queste informazioni rendendole visualizzabili tramite PC o dai maxi schermi installati nell’impianto, in un’unica schermata che diventa come un tabellone delle partenze dei treni in una grande stazione: una sintesi di indicatori dello stato di avanzamento dell’approvvigionamento per la produzione in corso.“La diffusione delle soluzioni Decisyon a livello internazionale continuano, ma a Latina l’attività di ricerca e programmazione sulla nostra piattaforma continua”, afferma Franco Petrucci, CTO e Founder di Decisyon. “Il presente e il futuro portano lo stesso nome: IoE – Internet of Everything. In esso la tecnologia permette a strumenti e macchine di parlare fra di loro e di collaborare con persone poste in diversi luoghi e diverse aziende. La gestione dei processi aziendali passa così da social network composti da persone e dai loro oggetti in cui tutti si animano, collaborano e condividono. E già facciamo esperienza dell’efficacia di queste soluzioni: Decisyon sta aiutando queste imprese a ridurre i propri costi e a espandere le loro attività, aumentando allo stesso tempo la soddisfazione e la fidelizzazione dei loro clienti.”
L’azienda ha inoltre ampliato le proprie capacità di sviluppo commerciale e fornitura di soluzioni sul mercato europeo, in particolare in Germania, con l’adesione di varie società di consulenza alla rete di partner di Decisyon.Ciascun partner contribuisce con la sua competenza specifica in BI/analitica, performance management, conoscenze funzionali o settoriali, marketing, vendite e capacità di fornitura.Ogni partner è, inoltre, stato formato e certificato relativamente alla piattaforma Decisyon 360 così da poter distribuire e vendere prodotti Decisyon, creare soluzioni basate su Decisyon e fornire assistenza durante l’applicazione di Decisyon.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dichiarazione dell’UNHCR sul futuro del campo di Dadaab, in Kenya

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 aprile 2015

Displaced People At Dadaab Refugee Camp As Severe Drought Continues To Ravage East AfricaIl governo del Kenya ha annunciato la chiusura del campo profughi di Dadaab entro tre mesi e il rimpatrio dei 350.000 rifugiati somali residenti nel loro paese di origine. La decisione del governo è stata annunciata lo scorso fine settimana in seguito al terribile attacco all’Università di Garissa, verificatosi all’inizio di questo mese.L’UNHCR ha espresso shock e orrore per l’attacco di Garissa. L’Alto Commissario Guterres e il suo staff hanno espresso solidarietà al popolo del Kenya. L’Agenzia ribadisce inoltre il suo cordoglio alle famiglie di tutte le vittime.Da più di due decenni il Kenya accoglie e protegge con generosità i rifugiati dalla violenza e dalle persecuzioni in Somalia. L’UNHCR collabora strettamente con il governo del Kenya e ben comprende le attuali condizioni di sicurezza regionale e la gravità delle minacce terroristiche che il Kenya si trova ad affrontare. L’Agenzia riconosce anche che il governo ha l’obbligo di garantire la sicurezza dei suoi cittadini e delle altre persone che vivono in Kenya, inclusi i rifugiati.
L’UNHCR esprime tuttavia preoccupazione per l’improvvisa chiusura del campo di Dadaab e per il rimpatrio dei rifugiati, costretti a ritornare in Somalia: questi fatti potrebbero avere conseguenze umanitarie e pratiche estreme, e costituirebbero una violazione degli obblighi internazionali del Kenya.
L’UNHCR invita pertanto le autorità kenyote a considerare con maggiore attenzione la questione. L’Agenzia è pronta a lavorare con ancora maggiore collaborazione con il governo del Kenya per rafforzare l’applicazione della legge a Dadaab e per sostenere ulteriori misure per proteggere i rifugiati e i cittadini kenyoti contro possibili intrusioni da parte di soggetti armati da oltre confine.
Nel mese di dicembre 2014 è stato lanciato un progetto pilota per i rimpatri volontari, mirato appunto a sostenere le persone che cercano volontariamente di rimpatriare in una delle tre aree relativamente sicure della Somalia, cioè Luuq, Baidoa e Kismayo. L’UNHCR è pronto a lavorare con i governi del Kenya e della Somalia per intensificare questo programma laddove ci sia la possibilità di mettere in atto un rimpatrio volontario. Tuttavia, per ora l’Agenzia ritiene che i ritorni su vasta scala non siano un’opzione praticabile in molte parti del paese, in particolare nella zona centro-meridionale della Somalia.
L’UNHCR ribadisce il suo continuo impegno nel supportare il governo del Kenya nelle sue azioni di protezione dei rifugiati somali.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lidl Italia assume 400 nuovi collaboratori in tutta Italia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 aprile 2015

lidlLidl Italia, azienda multinazionale leader nella grande distribuzione organizzata, assumerà nei prossimi mesi circa 400 persone all’interno dei suoi oltre 570 punti vendita delle sue 10 Direzioni Regionali, nonché all’interno degli uffici della Direzione Generale ad Arcole, in provincia di Verona. L’azienda ha annunciato un piano quinquennale di investimenti su tutto il territorio nazionale, che ammonta a circa un miliardo di euro e che comprende oltre 2.000 assunzioni in due anni.
In questo piano rientrano le oltre 300 ricerche di personale che si apriranno nei prossimi mesi e saranno destinate ai punti vendita e ai centri logistici regionali, dove si assumono addetti alle vendite, commessi specializzati, responsabili di filiale, facility manager e responsabili sviluppo. Le posizioni aperte sono rivolte principalmente a laureati in materie tecniche o economiche, ma anche a diplomati con esperienza pregressa nel settore della GDO. La maggior parte delle assunzioni sarà a tempo indeterminato.
Nell’arco dell’anno si apriranno anche le selezioni per circa 40 profili manageriali nel reparto vendite su base regionale. Lidl Italia, infatti, è alla ricerca di Capi Area, da inserire in tutte le regioni italiane con contratto a tempo indeterminato, livello quadro del commercio con auto aziendale.
Il Capo Area – figura chiave in Lidl Italia – ha la responsabilità della gestione commerciale ed economica di circa 5 punti vendita, all’interno dei quali deve garantire la soddisfazione degli standard qualitativi e delle aspettative del cliente, e coordinare un organico di circa 50 persone. Per l’inserimento di questa figura l’azienda prevede un percorso formativo con alternanza tra formazione in aula e training on the job nei punti vendita Lidl.
La ricerca è indirizzata a profili con laurea ad indirizzo economico, con spiccato senso di leadership, problem solving e capacità organizzative. Costituisce, inoltre, requisito preferenziale un’esperienza pregressa nella gestione delle risorse umane, preferibilmente con una provenienza dalla GDO.
Lidl Italia, che di recente ha vinto il premio di Best Workplace, classificandosi come prima azienda del settore della GDO, offre ai neoassunti opportunità di carriera e un ambiente di lavoro stimolante e dinamico. Per candidarsi alle future ricerche di personale basta andare sul sito web http://www.lavoro.lidl.it e compilare il form online per la posizione prescelta.
Lidl, azienda multinazionale operante nel settore della grande distribuzione organizzata, fa parte del Gruppo Schwarz, fondato nel 1973. Dopo l’apertura dei primi punti vendita in Germania negli anni ’70, e la forte crescita del decennio successivo, a partire dai primi anni ’90 Lidl ha iniziato la sua espansione in Europa. Lidl Italia Srl, fondata nel 1991, ha sede direttiva ad Arcole (VR). Ad oggi conta oltre 570 punti vendita, più di 11.000 dipendenti e 10 centri distributivi dislocati su tutto il territorio italiano.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

NoNato – Per un Paese sovrano e neutrale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 aprile 2015

paola de pinROMA martedì 21 aprile 2015 dalle ore 11 alle 13 Sala ISMA, Senato della Repubblica Piazza Capranica 72. Simposio NoGuerra NoNato – Per un Paese sovrano e neutrale. Presenta: senatrice Paola De Pin Relatori: Manlio Dinucci, Alex Zanotelli, Ferdinando Imposimato, Giulietto Chiesa, Franco Cardini, Fulvio Grimaldi, Massimo Zucchetti In Italia, 80 milioni di euro al giorno di spesa militare. I dati del Sipri confermano che la spesa militare mondiale è risalita a un livello superiore a quello dell’ultimo periodo della guerra fredda: ogni minuto si spendono nel mondo a scopo militare 3,4 milioni di dollari, 204 milioni ogni ora, 4,9 miliardi al giorno. Ed è una stima per difetto della folle corsa alla guerra, che fa strage non solo perché porta a un crescente uso delle armi, ma perché brucia risorse vitali necessarie alla lotta contro la povertà.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Haamble alla conquista del mondo!

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 aprile 2015

haamble2Un esempio di eccellenza digitale made in Italy, si appresta a raggiungere molti dei paesi considerati molto più aggiornati del nostro in questo settore. L’app, realizzata da un’idea del CEO dell’azienda Massimo Ciaglia, con la collaborazione di un team interamente italiano, ha già convinto gli utenti del nostro paese, totalizzando in soli due mesi oltre 60.000 downloads, e si appresta ad essere lanciata sul mercato europeo e su quello statunitense. Nel corso del 2015, la copertura sarà estesa ai principali paesi europei, come Francia, Germania, Spagna e Regno Unito, per passare poi agli Stati Uniti ed al Brasile entro il 2016.
Haamble è il primo urban social network a livello worldwide, che consente di connettere gli utenti, fornendo servizi di socializzazione e geomarketing, con caratteristiche uniche. Un’app particolarmente innovativa e al tempo stesso semplice da usare, tanto da aver vinto il premio come miglior UX nell’ambito del contest europeo AppCampus, promosso da Microsoft, che ha poi deciso di incubare l’app all’interno del suo programma di accelerazione BizSpark, nato per sostenere lo sviluppo delle start up più promettenti. Sarà presente anche in Expo 2015 per fornire servizi ai visitatori dentro la manifestazione e nel loro tempo libero al di fuori.
Le potenzialità di Haamble non sono sfuggite neanche ad importanti esponenti della finanza italiana, tanto che due fondi di investimento hanno chiesto ed ottenuto di entrare nel capitale. Haamble, infatti, consente anche lo sviluppo di attività di proximity marketing. Attraverso l’app è possibile indirizzare contenuti a tutti gli utenti di una determinata età e sesso presenti in un determinato momento in luoghi ben precisi (palestre, centri sportivi, etc..). Ogni utente è geolocalizzato e la sua posizione è visibile su un radar insieme ai luoghi e agli altri utenti più vicini a lui in quel momento.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gentiloni e il caso dei marò

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 aprile 2015

marò«Il ministro Gentiloni accusa Giulio Terzi per nascondere il suo totale immobilismo e quello del Governo Renzi sul caso Marò. Se la memoria del ministro degli Esteri non fa difetto, dovrebbe ricordare che il merito di aver fatto rientrare in Italia Girone e Latorre, nel pieno rispetto delle norme internazionali e in attesa di un arbitrato internazionale, fu proprio di Terzi. E che a rimandare in India i due fucilieri della nostra marina Militare furono Monti e Passera, ribaltando vergognosamente quello che aveva stabilito il governo sostenuto dalla maggioranza di cui lo stesso Gentiloni faceva parte. Proprio il totale dissenso rispetto a questa assurda decisione fu la causa delle dimissioni immediate di Terzi da ministro degli Esteri. Il governo Renzi, degno successore di Monti e Letta, ha supinamente accettato di lasciar processare in India i due Marò in piena violazione delle norme di diritto internazionale. In cambio ha ottenuto solo un clamoroso disastro nei rapporti economici con l’India oltre che una vergognosa e indegna umiliazione internazionale».Lo dichiara il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »