Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Archive for 28 aprile 2015

Alltech and the International Alliance of Equestrian Journalists announce 2015 A+ Award winners

Posted by fidest press agency su martedì, 28 aprile 2015

altech[Dublin, Ireland] – Alltech and the International Alliance of Equestrian Journalists (IAEJ) are pleased to announce the winners of the 2015 Alltech ‘A+’ Awards for outstanding coverage of the Alltech FEI World Equestrian Games™ 2014 in Normandy.
The A+ Awards were established in 2010 by Alltech, in collaboration with the IAEJ, to reward creativity, passion and excellence in equestrian journalism. The focus of the awards program this year was the World Equestrian Games in Normandy, France.
The highly competitive contest, which attracted entries from around the world, was judged by Grania Willis, FEI communications director; Alan Smith, former Daily Telegraph equestrian correspondent and photographer Peter Llewellyn, photo manager for the 2012 London Olympic and 2015 Toronto Pan Am Games. “We witnessed tremendous equestrian athleticism and dedication during the Alltech FEI World Equestrian Games in Normandy, but behind the scenes there were some heroes. Those heroes were the journalists in the press centre, who battled the elements and survived on very little sleep in order to deliver the triumphant stories and unforgettable images of the Games to fans throughout the world,” said Dr. Pearse Lyons, president and founder of Alltech. “We are delighted to honour these equestrian sport journalists for their passionate dedication and skilled storytelling.”
The winners of this year’s Alltech A+ Award are:
Article Category: Sébastien Roullier, France; “La Semaine Qui A Changé La Vie du Rudolphe Scherer,” published in Grand Prix Magazine
Broadcast Category: Jan Tönjes, Germany; show jumping broadcast from the Alltech FEI World Equestrian Games™ 2014 in Normandy, broadcast on St. Georg LIVE.
Photo Category: Mollie Bailey, USA; photo of Sandra Auffarth, gold medalist in eventing at the Alltech FEI World Equestrian Games™ 2014 in Normandy, published in The Chronicle of the Horse
Jan Tönjes, the editor of St. Georg magazine, is a two-time winner, having also scooped the award in 2013. Each of the winners receives an Alltech “A+” award and a $500 prize. “The IAEJ is extremely grateful to Alltech for its continued recognition of the media and its contribution to equestrian sport,” said Pamela Young, IAEJ president. “Alltech’s generous support for these awards is much appreciated by our members who work tirelessly to convey the passion and beauty of our sport worldwide.”Award recipients will be honoured at major events throughout the spring. Details will be coordinated with the winners. Alltech, which also sponsored the Hoofbeats grants in 2014, will continue to sponsor the Alltech A+ Awards in 2015.
Founded in 1980 by Dr. Pearse Lyons, Alltech improves the health and performance of people, animals, and plants through natural nutrition and scientific innovation. With more than 3,500 employees and a presence in 128 countries, the company has developed a strong regional presence in Europe, North America, Latin America, the Middle East, Africa and Asia. Alltech was title sponsor for the World Equestrian Games in 2010 and 2014, the National Horse Show from 2011-2013, and the European Championships for Jumping and Dressage in 2009. The company is also continuing sponsorship of the Royal Windsor Horse Show and Olympia: the London International Horse Show. (photo Altech)

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Malattie infettive: da oggi i medici di tutto il mondo potranno aiutarsi con il Clinical Advice di WAidid

Posted by fidest press agency su martedì, 28 aprile 2015

Copenhagen-docksInfezioni virali e infezioni batteriche, dal papillomavirus alla polio, alla pertosse alla meningite, alle infezioni causate da batteri multiresistenti, ed ancora il ruolo dei vaccini e i loro effetti diretti e indiretti, sono tra i temi più discussi durante il 25° Congresso ECCMID di Copenhagen, promosso dalla Società Europea di Microbiologia Clinica e Malattie Infettive (ESCMID) che negli ultimi anni ha mostrato sempre più attenzione al tema delle vaccinazioni e che, nel 2013, ha dato vita al Gruppo di Studi sui Vaccini (EVASG) coordinato dalla Prof.ssa Susanna Esposito, Presidente WAidid, Associazione Mondiale per le Malattie Infettive e i Disordini Immunologici.E a supporto degli specialisti di tutto il mondo, disponibile su http://www.waidid.org, un’importante novità nel campo delle malattie infettive: il Clinical Advice, uno strumento fondamentale attraverso il quale i medici potranno condividere informazioni e referti clinici e richiedere un consulto da parte dei migliori esperti internazionali specializzati in malattie infettive e disordini immunologici nell’adulto e nel bambino.“Sono davvero orgogliosa – annuncia Susanna Esposito – di poter presentare il Clinical Advice da oggi attivo sul sito di WAidid. Nell’era della globalizzazione, vogliamo offrire uno strumento utile per i medici, per chi come me si è trovato nella situazione di dover affrontare casi clinici complessi e ha avuto bisogno di condividere informazioni e avere un supporto tempestivo di colleghi che magari si trovavano dall’altra parte del mondo. Ai medici che ne faranno richiesta offriremo gratuitamente il consulto dei migliori specialisti internazionali che risponderanno entro 72 ore dall’invio del form”.
“Uno dei problemi più sentiti dai medici di fronte a casi complessi – aggiunge il Prof. Francesco Blasi, Professore Ordinario di Malattie Apparato Respiratorio, Direttore Dipartimento Fisiopatologia Medico-chirurgica e Trapianti, Università di Milano, IRCCS Fondazione Cà Granda Policlinico Milano – è la necessità di confrontarsi con colleghi esperti, il Clinical Advice viene incontro a questa necessità con un sistema semplice e soprattutto rapido. L’esperienza vissuta nella European Respiratory Society con TB Consilium, un sistema analogo per la gestione della tubercolosi multiresistente, mi conferma come Clinical Advice possa essere un mezzo importante di condivisione e gestione ottimale delle infezioni”Utilizzare il Clinical Advice di Waidid è facile: attraverso il sito http://www.waidid.org, una volta effettuata l’iscrizione all’Associazione, gratuita per tutto il 2015, i medici potranno accedere all’area del Clinical Advice Service, riservata ai soli membri e compilare il FORM inserendo più informazioni possibili riguardo non soltanto chi ne fa richiesta ma anche le caratteristiche del paziente e delle patologie infettive di cui è affetto, aggiungendo commenti o domande. Gli esperti di WAidid risponderanno via email entro 72 ore dall’invio del form. Il servizio garantisce l’assoluto anomimato del paziente. E nel dibattito sulle malattie infettive, durante il 25° Congresso ECCMID di Copenhagen un ampio focus è stato dedicato alla prevenzione attraverso le vaccinazioni e l’importanza di un’elevata copertura vaccinale, alle infezioni emergenti, alle nuove tecniche diagnostiche e all’uso appropriato delle terapie antibiotiche.“I vaccini – sottolinea Susanna Esposito – costituiscono il più efficace strumento di prevenzione delle patologie infettive, per questo è importante che anche nel nostro Paese siano raggiunte le più elevate coperture vaccinali. Purtroppo stiamo assistendo ad un pericoloso calo delle coperture vaccinali dovuto alla sempre più diffusa percezione che alcune malattie infettive come morbillo, rosolia, o le infezioni da pneumococco e meningococco non siano malattie gravi e che vaccinarsi può essere rischioso, senza considerare in modo appropriato la sicurezza dei vaccini e i benefici conseguenti alla loro somministrazione, incluso il fatto che hanno salvato fino ad oggi milioni di vite in tutto il mondo. C’è un aspetto fondamentale, infatti, da considerare: la vaccinazione non va vista solo come un atto individuale ma come strumento che può offrire vantaggi a tutta la popolazione a seguito del raggiungimento di elevate coperture vaccinali. Esiste, infatti, da una parte la protezione del singolo e, dall’altra, la protezione della collettività tramite l’immunità di gruppo. Ecco perché nei Paesi in cui i piani vaccinali vengono rispettati dalla maggior parte della popolazione alcune malattie infettive sono state eliminate, come è avvenuto per esempio per la polio nella Regione Europea”.
Riguardo i virus emergenti, gli esperti infettivologi hanno evidenziato come nel 2014 abbiamo assistito alla diffusione di pericolose epidemie come quella causata da Ebola che ha rappresentato uno dei più gravi problemi di salute pubblica degli ultimi 50 anni e quella da Enterovirus D-68, un virus che ha causato alcune epidemie negli Stati Uniti e in Europa durante l’estate e l’autunno scorsi e che è stato associato a gravi manifestazioni cliniche come l’insufficienza respiratoria acuta e paralisi flaccida. Per fortuna, questi ultimi anni sono stati anche lo scenario di importanti scoperte nell’ambito delle malattie infettive grazie a nuove tecniche diagnostiche che hanno permesso, per esempio, di meglio caratterizzare le infezioni batteriche da pneumococco (Streptococcus pneumoniae) e quelle da meningococco (Neisseria meningitidis). Questi agenti infettivi causano “malattie invasive” quali meningiti e sepsi. Secondo fonti ISS, in Italia, nel 2013, sono stati registrati circa 1000 casi di meningite batterica, di cui 963 casi di infezione da Streptococcus pneumoniae e 162 casi di infezione da Neisseria meningitidis. Se l’incidenza della malattia da pneumococco è maggiore negli anziani dopo i 64 anni di età (fascia di età nella quale si verifica anche il maggior numero di casi) e nei bambini nel primo anno di vita, l’incidenza da meningococco è maggiore nella fascia di età 0-4 anni mantenendosi elevata fino alla fascia 15-24 anni. Per prevenire le meningiti batteriche, causate dallo pneumococco e dai sierogruppi principali del meningococco (A, B, C, Y, W 135), sono raccomandati vaccini specifici: per lo pneumococco, il vaccino coniugato 13 valente (PCV 13), mentre per il meningococco, sono disponibili il vaccino contro il menigococco C, il vaccino contro i sierotipi ACWY e, dal 2014, il vaccino contro il meningococco B.
Riguardo la vaccinazione pneumococcica, durante una tavola rotonda, gli esperti infettivologi hanno ampiamente discusso sulla effettiva necessità di raccomandare tale vaccinazione, oltre in età pediatrica, anche a tutti gli adulti e agli adulti considerati rischio: a tal proposito sulla prestigiosa rivista medica New England Journal of Medicine sono stati pubblicati recentemente i risultati di un importanti studio di Marc Bonten, infettivologo di fama mondiale. Al momento, comunque, mentre tutti condividono la vaccinazione universale in età pediatrica, sulla vaccinazione pneumococcica da raccomandare a tutta la popolazione adulta non c’è una visione uniforme, prevale piuttosto un approccio che considera la vaccinazione negli adulti con patologia cronica e negli anziani e la necessità di ulteriori studi che confermino il rapporto rischio/efficacia della vaccinazione universale e l’impatto che un’estensione della vaccinazione potrebbe avere sul fenomeno del rimpiazzo (replacement) dei sierotipi di pneumococco circolanti.
Tra gli aspetti che rendono le infezioni batteriche invasive particolarmente temibili vi è la crescente diffusione in tutto il mondo dell’antibiotico-resistenza, un fenomeno che rende complessa la terapia di tali malattie e che in Italia, in particolare, continua a destare grande preoccupazione: negli ultimi 5 anni la resistenza agli antibiotici è aumentata, passando dal 21% nel 2003 ad oltre il 35% di oggi. Tra le cause che sono alla base dell’antibiotico-resistenza un ruolo fondamentale spetta all’uso inappropriato degli antibiotici che oggi nel nostro Paese sono i farmaci più utilizzati in età pediatrica.
“Al fine di limitare l’emergenza dell’antibiotico-resistenza a cui si assiste da alcuni decenni in Europa e in Italia – precisa Susanna Esposito – ed avere a disposizione terapie efficaci per le infezioni batteriche, sia ospedaliere che ambulatoriali, causate da batteri multiresistenti è fondamentale l’uso appropriato degli antibiotici, ottimizzato cioè sulla base della diagnosi, dell’eziologia, della gravità e delle caratteristiche del paziente sia esso adulto o bambino. L’abuso di antibiotici, infatti, inevitabilmente porta a selezionare patogeni resistenti tra i batteri circolanti e a una graduale perdita di efficacia degli antibiotici utilizzati. La sorveglianza dell’antibiotico-resistenza rimane, quindi, un punto chiave nella politica di controllo del fenomeno, ma deve essere affiancata da campagne mirate a cambiare le attitudini e le abitudini della popolazione e della classe medica perché si possa cercare di invertire la tendenza”.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Conferenza internazionale “The diagnosis, management and treatment of hypoparathyroidism”

Posted by fidest press agency su martedì, 28 aprile 2015

firenzeFirenze dal 07 al 09 maggio a Palazzo Ximènes Panciatichi, Borgo Pinti 68, Firenze. La partecipazione è aperta a tutti i medici ed è gratuita. Gli organizzatori sono: Università degli Studi di Firenze, Columbia University di New York, Stati Uniti, McMaster University di Oakville, Canada, Harvard Medical School di Boston, Stati Uniti e Fondazione Internazionale Menarini.La carenza dell’ormone tiroideo, prodotto dalle paratiroidi, quattro piccole ghiandole poste nel collo, in prossimità della tiroide, può provocare una insufficienza di calcio nel sangue e diversi disturbi. Fino a oggi non esisteva un trattamento specifico, ma a breve sarà disponibile una terapia ormonale sostitutiva che potrebbe migliorare significativamente la qualità di vita delle persone con questo problema.
Per capire come utilizzare questa nuova terapia tutti i maggiori esperti mondiali si raduneranno a Firenze in occasione della Conferenza internazionale “The diagnosis, management and treatment of hypoparathyroidism”.
In questa occasione verranno stilate le Linee Guida in un’area ancora mancante di indicazioni. Saranno le prime Linee Guida su questa problematica.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Domanda di credito da parte delle imprese, relativo al primo trimestre 2015

Posted by fidest press agency su martedì, 28 aprile 2015

impreseDallo studio emerge come, dopo 6 rilevazioni trimestrali consecutivamente caratterizzate da un segno positivo, nel I trimestre 2015 si raffredda la domanda di credito da parte delle imprese italiane. Nello specifico, il dato aggregato della domanda di imprese individuali e società ha fatto segnare una contrazione del -3,6% rispetto al corrispondente periodo del 2014, che però si era contraddistinto per una crescita record (+15,9%). Se a una prima lettura il dato appare sorprendente, bisogna però sottolineare come nella realtà il calo sia reale solo nel confronto con un trimestre che aveva fatto segnare il picco in assoluto più alto da quando la rilevazione è in atto. In effetti, in termini assoluti il numero di richieste di credito presentate nel I trimestre dell’anno in corso rappresenta il secondo più elevato dall’inizio del 2008 ad oggi (proprio alle spalle del I trimestre 2014), a conferma che in questi mesi le imprese italiane non hanno assolutamente smesso di rivolgersi alle banche per finanziare l’attività corrente e gli investimenti. Entrando maggiormente nel dettaglio e suddividendo la domanda di credito tra Imprese Individuali e Società, l’andamento rilevato nei primi tre mesi dell’anno mostra un raffreddamento più marcato per le ditte individuali, con un -6,6% rispetto al corrispondente periodo del 2014; negativo, seppur in misura più contenuta, anche il dato relativo alle richieste di credito presentate dalle Società di Capitali e di Persone, con un -1,3%.Per quanto riguarda l’importo medio dei finanziamenti richiesti, nei primi tre mesi del 2015 per l’aggregato di imprese individuali e società si è attestato a 64.808 Euro (+1,4% rispetto allo stesso periodo del 2014). Nel I trimestre degli ultimi sei anni mai si era registrato un valore medio così elevato. Nello specifico, l’importo medio richiesto è risultato pari a 31.477 Euro per quanto riguarda le Imprese Individuali contro gli 88.585 Euro delle Società.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tutti i numeri del salone tematico in Fiera del Levante

Posted by fidest press agency su martedì, 28 aprile 2015

Fiera-del-Levante“L’obiettivo di OASI è stato raggiunto. Siamo riusciti a puntare i riflettori sull’albero di ulivo e su tutte le sue declinazioni, coinvolgendo non solo la filiera dell’olio ma anche quella sociale e culturale. E soprattutto il grande pubblico: nella tre giorni 8000 visitatori, con 1000 scolari solo il primo giorno, 80 espositori, più di 30 eventi. Con una incisiva presenza web: sul sito, una media di 1000 accessi al giorno nell’ultima settimana; su Facebook, 1400 like, 200 post caricati e info fornite in tempo reale. Siamo più che soddisfatti. Ha vinto l’ulivo e ha funzionato il gioco di squadra”.
Così Alessandro Ambrosi, presidente della Camera di Commercio di Bari, a consuntivo di OASI, il Salone dell’Olivo, dell’Ambiente, della Salute e dell’Innovazione, ospitato dalla Fiera del Levante dal 24 al 26 aprile. L’iniziativa in partnership fra l’ente camerale barese e l’assessorato alle Risorse agroalimentari della Regione Puglia, col contributo tecnico del CIBi e la collaborazione di Unioncamere Puglia e Fiera del Levante, è stato il primo evento in Puglia interamente dedicato alla pianta e ai suoi frutti, dall’impiego alimentare a quello cosmetico e artistico.
“Facendo fronte comune – aggiunge l’assessore alle Risorse agroalimentari della Regione Puglia, Fabrizio Nardoni – siamo riusciti a trasformare il momento di debolezza del comparto, a causa della Xylella, in un punto di forza. La manifestazione ha incarnato la Puglia migliore, la Puglia che reagisce, a livello istituzionale con azioni e misure specifiche, anche per dimostrare che la qualità del nostro olio resta la migliore. Sottolineando, con la grande affluenza di pubblico, il senso di unità e di appartenenza a una terra che affida da sempre la sua storia ma anche il suo domani a una pianta simbolo, all’albero per eccellenza”.
Il Salone, su uno spazio espositivo di 2400 mq, ha declinato i sui contenuti in dodici aree tematiche: “OASI – sottolinea Nino Paparella, presidente del CIBi – ha coinvolto tutti: il pubblico professionale, ossia olivicoltori, frantoiani e tecnici agronomi giunti anche da altre regioni del Sud, ma anche famiglie e bambini. Si è partiti con le premiazioni internazionali del Premio Biol e la giornata dei mille scolari del progetto BiolKids, avviando in parallelo i molti incontri tematici: da quello sull’emergenza Xylella, che ha fatto il punto sulle azioni comunitarie e nazionali ormai improrogabili, al Patto Città Campagna in ambito ambientale e paesaggistico in lancio a Bari; dal binomio innovazione e giovani agricoltori, agli aggiornamenti su nuova Pac e Psr Puglia; dalla cosmesi in chiave salutistica, analizzata dai pionieri del settore, all’approfondimento sull’olivo nelle religioni monoteiste”.
A completare il ricco quadro delle attività, i seminari sull’etichettatura, sulla sicurezza, sulla formazione professionale e i focus group sul marketing olivicolo; i press tour per la stampa, i corsi per assaggiatori d’olio in collaborazione con l’Ifoc e gli incontri di avviamento all’assaggio aperti ai profani, le performance info-didattiche di Pino Africano, i vari momenti di spettacolo con il gruppo Terrae, il cantastorie Tonino Zurlo, l’attore e agricoltore Nicola Conversano. E ancora, le analisi in diretta degli oli da cucina portati da casa dai visitatori, la neonata biblioteca aperta GiUlivi Lettori, gli spettacoli e le animazioni – dai burattini del Granteatrino alla ContTurBand -, i colorati laboratori di educazione sostenibile per bambini e famiglie, i continui cicli di showcooking e degustazioni – anche grazie a chef e studenti dell’Istituto Majorana – che hanno coinvolto i visitatori, tra aromi e sapori della terra di Puglia, esaltati nell’affollata mostra mercato dei produttori biologici locali legati ai gruppi di acquisto solidale.
Per Ugo Patroni Griffi, presidente della Fiera del Levante, “si è dunque trattato di una specializzata a tutti gli effetti, un passo importante anche per il rilancio della Fiera. E’ stato piantato il seme di una piattaforma per lo sviluppo non solo del comparto olivicolo ma, attraverso di esso, di tutto il territorio pugliese, ripartendo dall’albero simbolo della nostra storia, e soprattutto hanno lavorato benissimo insieme istituzioni, produttori, associazioni e consumatori”. (foto: fiera del levante)

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Con Neugrid nasce il Google del neuroimaging

Posted by fidest press agency su martedì, 28 aprile 2015

ginevraPresentazione ufficiale del progetto a Ginevra il 30 aprile. La comunità neuroscientifica dispone finalmente di una piattaforma informatica capace di analizzare in modo oggettivo gli esami prodotti con le diverse tecniche di imaging. In altre parole, sono state messe in rete e coordinate tra loro risorse che, per dimensioni e capacità, sono spesso inaccessibili ai ricercatori e ai medici. «Neugrid è un nuovo strumento destinato al mondo medico-scientifico, alla ricerca medica e farmacologica – spiega Giovanni Battista Frisoni, direttore scientifico dell’Irccs Fatebenefratelli di Brescia e coordinatore del progetto Neugrid -, nato nel 2008 e finanziato nell’ambito del Settimo Programma Quadro dell’Unione Europea».
Lo scopo è mettere a disposizione di tutti i ricercatori un’infrastruttura digitale dotata di interfaccia user-friendly, che permette di raccogliere e archiviare ingenti quantità di immagini tridimensionali del cervello e di dati clinici, con la possibilità di effettuare analisi ad una velocità poco tempo fa neanche ipotizzabile. «Visto gli incoraggianti risultati ottenuti dal progetto nei primi tre anni, nel 2011 la Commissione Europea ha deciso di puntare ancora sulla piattaforma, arrivando ad un finanziamento totale di 6,4 milioni di euro, per estendere i servizi di Neugrid anche agli studi e alla cura di sclerosi multipla e disturbi psichiatrici» confermano Libera Cavaliere e Alberto Redolfi, due ricercatori dell’Irccs impegnati nel progetto.
La piattaforma è stata realizzata da centri di ricerca all’avanguardia in Europa (come il VU University Medical Center di Amsterdam e il Karolinska Institutet di Stoccolma), coordinati dall’Irccs Fatebenefratelli di Brescia, centro di riferimento italiano per le malattie mentali e psichiatriche. Dalla neurologia alla geriatria, Neugrid punta a diventare una sorta di “Google for Brain Imaging”, fornendo una gestione centralizzata e un set di strumenti di facile utilizzo per l’analisi di immagini con cui gli scienziati possono rispondere a differenti quesiti neuroscientifici. Al termine del finanziamento europeo (aprile 2015, l’infrastruttura sarà gestita da Cerebro, uno spin off sorto nell’ambito della collaborazione scientifica che sarà presentato a Ginevra il 30 aprile con un workshop che vedrà la partecipazione di alcuni tra i maggiori scienziati di questo settore.
«Cinque secoli fa San Giovanni di Dio fondò il primo “ospedale” moderno – commenta il direttore generale dell’Irccs, fra Marco Fabello – e cinque secoli dopo il nostro impegno è ancora quello di offrire agli ultimi della sanità, i malati di mente, le migliori opportunità di diagnosi e cura».

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Islam in Italia

Posted by fidest press agency su martedì, 28 aprile 2015

comoComo Giovedì 7 maggio, ore 14 Aula Magna del Chiostro di S. Abbondio. Il Centro di Ricerca Religioni, Diritti, Economie nello Spazio Mediterraneo (REDESM) del Dipartimento di Diritto, Economia e Culture dell’Università degli Studi dell’Insubria di Como, nell’ambito del Forum Internazionale Democrazia & Religioni, organizza il workshop “Dove va l’Islam italiano?”, che si terrà giovedì 7 maggio alle 14 presso l’Aula Magna del Chiostro di Sant’Abbondio a Como.
Partendo dal libro “Islam e integrazione in Italia” (Marsilio Editori, 2014) – a cura di Antonio Angelucci dell’Università degli Studi dell’Insubria, Maria Bombardieri dell’Università degli Studi di Padova e Davide Tacchini dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano – si parlerà della presenza dell’Islam in Italia e della direzione degli affari dei culti e verranno inoltre affrontati alcuni nodi cruciali: pluralità, nodo associativo e nodo formativo.
Durante l’incontro interverranno, oltre agli autori del libro, i prefetti Giovanna Maria Iurato Direttrice della Direzione centrale degli Affari dei Culti, e Mario Morcone, Capo Dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione del Ministero dell’Interno, e Roberto Mazzola Direttore del FIDR – Università del Piemonte Orientale.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Salone del libro: Le 7 parole per raccontare il 2015

Posted by fidest press agency su martedì, 28 aprile 2015

Torino-Fiera_libro_Torino venerdì 15 maggio alle ore 12 (Sala Blu)Salone Internazionale del Libro di Torino. Uno sguardo sul futuro, dati alla mano, a partire da quello che è successo tra 2010 e 2014 (e nei primi quattro mesi del 2015). Sette parole chiave per raccontarlo: lettura, e-book, tascabili/mass-market, grande distribuzione, e-Commerce, best-seller, efficienza. Sarà proprio questo il punto di partenza del convegno Il paesaggio dopo la tempesta – le 7 parole per raccontare il 2015, in programma venerdì, 15 maggio, alle 12 nella Sala Blu del Salone. Un momento di riflessione organizzato dall’Associazione Italiana Editori (AIE), in collaborazione con il Salone internazionale del Libro di Torino, per fotografare il mondo del libro nel 2014 e a inizio 2015. L’economia italiana dà i primi timidi segnali di risveglio: +0,7% (previsionale) per il Pil di questo 2015 (e +1,6% per l’anno successivo); a marzo l’indice del clima di fiducia dei consumatori è aumentato a 110,9 punti (107,7 a febbraio). Anche il settore del libro dà i primi segnali di risveglio. Ma gli editori e le librerie si sono trovati davanti un mercato diverso, che rispetto al 2010 ha perso 2,6 milioni di lettori e 13,2 milioni di copie di libri di carta (26 milioni di euro in meno di fatturato nei canali trade) ma con – in più – quasi 10 milioni di supporti di lettura, tra e-reader e tablet. Insomma in un mercato potenzialmente più piccolo in cui si deve ripensare a come riavviare la crescita, che dovrà appoggiare su “paradigmi” e velocità nuove rispetto al passato anche recente.
Archiviato il 2014 con primi, timidi, deboli, segnali a “macchia di leopardo” di arresto di questo processo – che da quattro anni attraversa il settore e ha toccato in misura diversa i tutti gli attori della filiera – si tratta ora di iniziare a guardarsi intorno per capire quali potranno essere i punti di ripartenza. Innanzitutto perché quella che sbrigativamente si è chiamata “crisi” è stata anche un acceleratore di processi di cambiamento: nelle organizzazioni e nei processi aziendali che le imprese hanno fatto, nello sviluppo di nuovi prodotti (di cui l’e-book è solo la parte più evidente e mediatica), di nuovi strumenti di comunicazione meglio rispondenti a un lettore e a un cliente che cambia, che compra e legge sempre più in mobilità. Si passa così dalla messa in scena della “Grande incertezza” o della “Grande crisi” al “Grande cambiamento”, perché anche in questi quattro anni il settore ha voluto e saputo innovarsi e cambiare.Interverranno, moderati da Giovanni Peresson di AIE, Sandro Ferri (E/O), Monica Manzotti (Nielsen), Stefano Mauri (Gruppo editoriale Mauri Spagnol). (fonte foto: Wikipedia)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Premiazioni Comitato Leonardo 2014: al laureato in Economia Stefano Bonomi il premio di laurea SIMEST

Posted by fidest press agency su martedì, 28 aprile 2015

stefano  BonomiStefano Bonomi è il vincitore di uno dei premi di laurea istituiti dal Comitato Leonardo e precisamente di quello finanziato da SIMEST – edizione 2014 per le migliori tesi di laurea magistrale sul tema “Le imprese italiane e i mercati internazionali. La finanza del ‘Sistema Italia’ per lo sviluppo della competitività”.Il dott. Bonomi si è laureato in Management all’Università degli Studi di Brescia discutendo il “private placement obbligazionario”, con uno specifico approfondimento dell’esperienza di Amplifon S.p.A. e conseguendo la votazione di 110/110 e lode. Come egli stesso riassume: “Il private placement obbligazionario consiste in un collocamento di titoli di debito riservato a un singolo investitore ovvero a un selezionato e ristretto numero di investitori istituzionali internazionali (ad es. banche, assicurazioni, fondi comuni, intermediari finanziari di vario tipo, società fiduciarie e privati di elevato standing), che avviene in esenzione dalle normative in materia di offerta al pubblico e sollecitazione all’investimento e dai relativi obblighi di registrazione presso le autorità di sorveglianza competenti”.I vantaggi realizzabili mediante un private placement sono numerosi: il costo procedurale competitivo, la maggiore flessibilità con riferimento all’ammontare erogato e al tipo di finanziamento, le scadenze medio-lunghe, la possibilità di scelta dei potenziali investitori, il totale collocamento dei titoli offerti e la rapidità di realizzazione in caso di preventivo accordo con i soggetti finanziatori.
Relatore della tesi, il prof. Giuseppe Bertoli, ordinario di Economia e gestione delle imprese e Vicedirettore del Dipartimento di Economia e Management, che dichiara soddisfatto: “La conquista del premio conferma le qualità intellettuali di Stefano, che nel suo lavoro ha saputo coniugare con intelligenza l’inquadramento teorico del private placement con le problematiche applicative. Inoltre, ha saputo allargare l’analisi delle implicazioni anche alle piccole e medie imprese, sempre più chiamate ad affrancarsi almeno parzialmente dal credito bancario e ad aprirsi al mercato dei capitali. Per farlo, logicamente, dovranno essere sostenute in questo processo da specifiche politiche pubbliche, che nella tesi vengono ben evidenziate”.Il Comitato Leonardo è nato nel 1993 su iniziativa comune di Confindustria, dell’ICE e di un gruppo d’imprenditori e uomini di cultura, con l’obiettivo di promuovere e affermare la “Qualità Italia” nel mondo, mettendo in rilievo le doti di imprenditorialità, creatività artistica, raffinatezza e cultura che si riflettono nei suoi prodotti e nel suo stile di vita.Al dott. Stefano Bonomi è stato riconosciuto un premio dell’importo di € 3.000. (foto Stefano Bonomi)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’ Europa degli Stati

Posted by fidest press agency su martedì, 28 aprile 2015

europa-261011-cE’ noto che la Gran Bretagna non ha adottato l’euro ma e’ rimasta con la sua sterlina e non coglie occasione per rilevare le criticita’ della moneta europea. Nel 2011 il settimanale The Economist pubblicava un articolo dal titolo “Vicini alla fine?” e iniziava l’articolo stesso con “Mentre l’eurozona sembra avviata al tracollo…” Insomma, la fiducia dei britannici nell’euro e’ stata sempre messa in dubbio. Le difficolta’ della nostra moneta, o meglio dell’economia europea, tra inadeguatezze e interessi particolari dei governi nazionali ed europeo, sono note, e il cittadino non comprende come una economia di vasta scala, come quella europea, non riesca ad affrontare e risolvere i problemi che si presentano, sia strutturali che contingenti. L’esempio relativo alla immigrazione dal Nord Africa e’ in questo senso illuminante: ognuno pensa a se e se c’e’ un problema si cerca di scaricarlo sugli altri. Non e’ questa l’Europa che avevamo sognato e tentato di realizzare. Serve, ancora oggi, un progetto per una federazione europea. Purtroppo, non vediamo chi lo possa realizzare. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Claudio Cont nominato Direttore Commerciale di REbuilding network

Posted by fidest press agency su martedì, 28 aprile 2015

cont claudioClaudio Cont è stato nominato Direttore Commerciale di REbuilding network, la rete italiana di imprese a servizio della riqualificazione degli edifici partecipata da iGuzzini, Habitech, Harley&Dikkinson Finance, Riello, Saint-Gobain Italia e Schneider Electric.Nel suo ruolo, Cont avrà la responsabilità dello sviluppo del mercato in Italia per il Network e di seguire i grandi clienti, per lo più gestori di patrimoni immobiliari importanti e società di gestione del risparmio. Risponderà al Comitato di Governance della Rete presieduto da Alessandro Ponti, già presidente di Harley&Dikkinson Finance, e dal vice Saul Fava, Energy Efficiency Business Development Manager di Schneider Electric.Claudio Cont prima di entrare in REbuilding network ha ricoperto la posizione di Responsabile marketing dei servizi per l’edilizia sostenibile di Habitech. È stato anche direttore fondatore di Odatech, l’Organismo di abilitazione dei certificatori energetici della provincia di Trento, unità indipendente creata da Habitech nel novembre 2009 con la funzione di gestire l’intero processo di certificazione energetica per la Provincia di Trento. Cont, 34 anni, è laureato in economia e gestione aziendale presso la Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Trento. (foto cont)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »