Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 330

Archive for 8 luglio 2015

Appello su dimissioni Martin Schulz

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 luglio 2015

????????????????Barbara Spinelli e altri eurodeputati appartenenti ai gruppi Gue/Ngl e Greens/EFA hanno firmato un appello sull’opportunità delle dimissioni del presidente del Parlamento europeo Martin Schulz “Il Presidente del Parlamento europeo Martin Schulz dovrebbe rassegnare le dimissioni, dopo il risultato del referendum greco del 5 luglio. Ha trascorso l’ultima settimana facendo campagna per il Sì, per la caduta del legittimo governo greco, per la sua “sostituzione con un governo tecnico” pronto ad accettare le insostenibili proposte di austerità della troika: proposte che non contemplano la ristrutturazione del debito chiesta negli ultimi giorni dallo stesso Fondo Monetario Internazionale. Ha sfacciatamente tacciato il Primo ministro Alexis Tsipras di essere un “manipolatore” del proprio popolo. Il suo comportamento è stato parziale, brutale, ottuso, e senza precedenti nella storia dell’Unione Europea e del suo Parlamento. Dovrebbe dimettersi anche se l’esito del referendum fosse stato diverso. A essere in questione, è la capacità di Martin Schulz di rappresentare nella sua interezza il Parlamento europeo che presiede. Ha già mostrato la stessa parzialità e la stessa mancanza di rispetto su altri temi cruciali – tra questi il TTIP – prima ancora che i parlamentari li avessero discussi. In realtà, egli sta gettando profondo discredito sulle istituzioni europee e sulla carica che ricopre”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rapporti tra impresa e fisco

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 luglio 2015

bcc“I rapporti tra impresa e fisco” è il tema dell’convegno in programma alle 14.45 di giovedì 9 luglio nell’auditorium della sede della BCC di Busto Garolfo e Buguggiate (via Manzoni, 50 Busto Garolfo). L’incontro, promosso dalla BCC, e organizzato da Avvocati legnanesi in associazione in collaborazione (ALIA) con l’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Milano (ODCEC) e Confindustria Alto Milanese, è il quarto appuntamento a scopo formativo dopo quelli su: “Il trust”; le nuove procedure di “concordato preventivo”; la responsabilità degli amministratori nelle società di capitali.“Questo incontro vuole, esattamente come i precedenti, dare un contributo alla conoscenza di un tema importante per le imprese e i professionisti –spiega Bruno dell’Acqua, già presidente di Alia,, che modererà l’incontro–: affronteremo il tema trattando degli istituti giuridici che possono evitare il contenzioso tributario; si farà un excursus sulla rilevanza della legge penale nell’attività d’impresa nel corso degli ultimi vent’anni e sul ruolo che può giocare una banca».«Impresa e fisco è un tema antico e, ahinoi, sempre attuale -commenta Andrea Pontani, Direttore di Confindustria Alto Milanese-. Non è solo una questione di eccessivo carico impositivo che penalizza il mondo delle aziende distraendo risorse che potrebbero essere altrimenti impiegate per creare sviluppo e occupazione; i rapporti con il fisco sono complicati da una proliferazione legislativa che disorienta chi quelle norme vuole rispettarle, al punto tale che può diventare un incubo avere a che fare con il diritto tributario italiano. L’impegno, dunque, del Governo sulla delega fiscale va nella giusta direzione. Confindustria ha sollecitato in più occasioni l’Esecutivo affinché le forme di collaborazione tra Amministrazione finanziaria e imprese diventassero sempre più fluide proprio per evitare più possibile inutili contenziosi».Dichiara il presidente della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate Roberto Scazzosi: «Anche quest’anno abbiamo voluto essere a fiancodi altri attori del territorio per iniziative di formazione per aiutare le nostre imprese e i professionisti, che le assistono, ad orientarsi in un ambito legislativo di grande rilevanza. Sono momenti che aiutano la crescita di competenze e che, come banca locale, supportiamo con convinzione».A introdurre l’incontro saranno Alberto Lazzarini, coordinatore iniziative territoriali ed eventi dell’Alto Milanese dell’ODCEC e degli Esperti Contabili di Milano; Alessandro Solidoro, Presidente ODCEC Milano ed Esperti Contabili di Milano, e il direttore di Confindustria Altomilanese Andrea Pontani.I relatori saranno:
– Duilio Liburdi, dottore commercialista e giornalista;
– Gianluigi Fontana magistrato e Procuratore Repubblica di Busto Arsizio;
– Luca Barni, direttore generale BCC Busto Garolfo e Buguggiate

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La svolta geopolitica greca

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 luglio 2015

Tsipras“La Grecia rappresenta per Putin un obiettivo strategico sia per il suo posizionamento geopolitico nel cuore del Mediterraneo, sia perché è una porta di accesso importante ai traffici commerciali (e militari) del Mar Nero. Pertanto la partita sulla Grecia si gioca a tre tra Tsipras, Merkel e Draghi, con un convitato di pietra, la Russia. Però c’è un otisider, Renzi, che potrebbe portare sul tavolo la voglia di rinnovamento e l’esempio positivo dell’Italia e portare una proposta che sparigli il tavolo e che potrebbe essere risolutiva”. A dirlo è Paolo Alli, Vice Presidente dell’Assemblea Parlamentare Nato e Capogruppo Area Popolare (Ncd-Udc) in Commissione Affari Esteri alla Camera. “La situazione greca, infatti, – continua Alli – assomiglia molto a una emergenza post bellica, la guerra della crisi finanziaria globale, innescata dagli americani. Per fare un nuovo piano Marshall per la Grecia, al tavolo sarebbe necessaria la presenza di Obama e Renzi potrebbe proporlo. A volte proprio gli outsider possono mettere in campo la mossa vincente”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il risultato del referendum in Grecia non avrà ripercussioni positive immediate, ma è certo che ha destabilizzato chi pensava di avere già chiuso e vinto la partita contro i greci

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 luglio 2015

ateneDi certo la Germania e, in misura minore, la Francia, dovranno fare i conti con il fatto che da questo momento le loro banche non potranno più continuare a dissanguare indisturbati gli esausti greci.Le somme che il FMI e la BCE avrebbero “prestato” alla Grecia, non sono mai arrivate al popolo greco ma sono state dirottate verso le banche tedesche e francesi, e in minima parte verso le banche italiane.Queste somme sono state utilizzate per pagare gli interessi di un debito che non potrà mai essere risanato, con l’aggravante che le ricette imposte finora hanno impedito che anche le risorse residue potessero essere utilizzate per far ripartire l’economia greca per consentire ai greci di uscire dal tunnel della povertà.Con il referendum contro le misure di austerità, in Grecia la politica ha riaffermato il suo primato sulla finanza.E sarà importante che il popolo greco trovi una sponda nel popolo spagnolo, l’unico che finora sia stato in grado di esprimere una forza politica di sinistra capace di contrastare la politica tedesca, posto che i movimenti politici di destra antieuropeisti sono ormai ingabbiati nel recinto del ribellismo, sostanzialmente estranei ad una opzione ideologica progressista e democratica che invece è riuscita ad esprimere Syriza.Il socialismo democratico anticapitalista di Syriza, non dissimile da quello di Podemos, si è scontrato con il progetto di germanizzazione dell’Europa improntato sul mercantilismo spregiudicato che ha creduto nella deflazione salariale come panacea della competitività.Il modello tedesco funziona solamente nella misura in cui i Paesi del sud Europa, a causa della differenza dei tassi di interesse rispetto alla Germania, pagano il debito impoverendosi.Pur volendo supporre una uscita della Grecia dall’euro (nella consapevolezza che i trattati internazionali non lo consentono) a seguire potrebbe crearsi un’area valutaria alternativa con Spagna e Portogallo, e se ciò dovesse accadere, la Germania vedrebbe crollare il proprio mercato di esportazione nell’area europea, e in più sarebbe costretta a rivalutare la propria moneta annullando l’avanzo commerciale che ha potuto accumulare fino ad oggi.La Merkel sa che la tenuta dell’euro ha più valore per la Germania che non per la Grecia dal momento che, allo stato attuale, la Grecia non ha molto di più da perdere di quanto non abbia già perso in termini di PIL e di potenzialità di ripresa da quando è stata messa sotto tutela dal FMI.
L’Italia, politicamente opportunista, con la destra di Renzi oggi esprime un neoliberismo di comodo, ma se dovesse spostarsi l’asse di interesse, salterebbe su qualunque altro carro.OXI da oggi significherà dire no alle politiche che creano squilibri per lasciare spazio ad una unione di politiche europee che porti all’unificazione dei bilanci, e non più solamente della moneta.OXI significherà dire no alle disuguaglianze sociali per consentire di salvaguardare la dignità di coloro che abitano l’Europa.Tutti. (Carla Corsetti Segretario Nazionale di Democrazia Atea)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il PE approva stanziamenti extra per 69,6 milioni di euro per aiutare a fronteggiare l’immigrazione

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 luglio 2015

parlamento europeoLe tre agenzie che si occupano della gestione dei flussi migratori verso l’UE e due fondi UE per le politiche di migrazione otterranno, per quest’anno, extra 69,6 milioni di euro per personale supplementare e altre spese, dopo che martedì il Parlamento ha approvato la proposta della Commissione. Il Parlamento, sulla scia delle tragedie dello scorso aprile che sono costate la vita a circa 1.200 migranti, aveva richiesto fondi più cospicui.Il Parlamento ha preso atto che anche questo aumento del finanziamento e del personale potrebbe non essere sufficiente a soddisfare le esigenze reali della gestione dei flussi migratori nel bacino del Mediterraneo, per non parlare della possibile futura migrazione dall’Ucraina.L’aumento del bilancio di 75,7 milioni di euro in impegni e di 69,6 milioni di euro in pagamenti sarà finanziato in gran parte con i fondi precedentemente previsti per il sistema di navigazione satellitare europeo Galileo, che gli eurodeputati desiderano ricostituire nel 2016.In seguito all’approvazione del Parlamento, l’agenzia per il controllo delle frontiere FRONTEX riceverà 26,8 milioni, triplicando così i fondi disponibili per le operazioni Triton e Poseidon.L’Ufficio europeo di sostegno per l’asilo e l’Ufficio europeo di polizia (Europol) saranno dotati di più personale, mentre le due principali fonti di finanziamento legate all’immigrazione – il fondo per l’asilo e l’integrazione degli stranieri (AMIF) e il fondo per gli affari interni (ISF) – riceveranno ulteriori stanziamenti di impegno pari a 57 milioni di euro (45,6 milioni in stanziamenti di pagamento) e 5 milioni di euro (4 milioni di euro in stanziamenti di pagamento) rispettivamente.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La sfida sulla mobilità sanitaria

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 luglio 2015

Campus biomedical TrigoriaIl Presidente dell’Università Campus Bio-Medico di Roma, Felice Barela, ha commentato così le parole del Presidente della Regione Lazio: “Sottoscriviamo la sfida lanciata dal Governatore Zingaretti sul tema della mobilità sanitaria. La Regione Lazio, con i suoi Policlinici universitari e con gli altri centri ad alta attrattività, si vede costretta, da norme giugulatorie, a non poter esprimere il suo potenziale di servizio pubblico, subendone un doppio danno: la riduzione dei servizi per i propri cittadini, che si vedono così spinti ad “emigrare” in altre Regioni, e l’impossibilità pratica di dare accoglienza a quei cittadini di altre Regioni che volentieri si rivolgerebbero ai Centri di elevata specializzazione presenti sul nostro territorio. Ciò contribuisce, peraltro, a rendere il Servizio Sanitario Nazionale un sistema a più velocità. Per riportare maggiore equità basterebbe poco: rendere uguali i vincoli sulla mobilità sanitaria ai quali devono attenersi le varie Regioni e non penalizzare proprio quelle che stanno faticosamente impegnandosi per riequilibrare i propri bilanci”.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Autismo, Calabrò (Ap): “Bene legge, puntare a maggiore uniformità tra Regioni”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 luglio 2015

autismo“Un testo essenziale che fissa pochi e decisivi paletti che porteranno senz’altro ad un miglioramento della presa in carico del paziente affetto dallo spettro dell’autismo quello approvato oggi dall’Assemblea di Montecitorio”. E’ quanto ha affermato Raffaele Calabrò, Capogruppo Ap (Ncd – Udc) in Commissione Affari Sociali, durante le dichiarazioni di voto sulla proposta di legge Disposizioni in materia di diagnosi, cura e abilitazione delle persone con disturbi dello spettro autistico e di assistenza alle famiglie”Restano delle lacune, ma il parere favorevole del Governo agli ordini del giorno presentati mi fanno ben sperare. Le richieste di impegni rappresentati negli ordini del giorno come la definizione di criteri per l’accreditamento dei soggetti pubblici e privati abilitati alle diverse forme del trattamento dei disturbi dello spettro autistico senza distinzione tra servizi di serie A e serie B; la banca dati nazionale diretta sia a rilevare i parametri di frequenza epidemiologica dei disturbi dello spettro autistico sia a consentire una ricognizione dell’offerta sociosanitaria presente in tutte le Regioni, nonché la rete integrata tra le équipe specialistiche e i pediatri di libera scelta, i medici di medicina generale, gli insegnanti e gli operatori educativi costituiscono passi decisivi per una miglioramento della qualità dell’assistenza ai soggetti affetti da questa patologia e verso quell’uniformità tra le Regioni nel trattamento dei disturbi dello spettro autistico che bisogna perseguire.Tocca ora alle Regioni darsi da fare per una presa in carico efficace del paziente affetto da sindrome autistica” ha concluso.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »