Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 106

Grecia e il capitalismo truffaldino

Posted by fidest press agency su domenica, 12 luglio 2015

Il giornalista e politico Giulietto Chiesa è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Il mondo è piccolo”, condotta da Fabio Stefanelli, su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano.Chiesa in questo periodo si trova in Grecia e ha raccontato la situazione:“Si percepisce uno stato generale di disagio. Dopo il referendum sembrava che Tsipras avesse acquisito una forza contrattuale ampia, ma a quanto pare la forza contrattuale dell’Europa è ancora più alta. E’ in corso il ‘waterboarding’ della Grecia, li stanno soffocando, non li stanno facendo vivere, gli fanno ritirare al massimo 60 euro al giorno in banca. Ieri nell’isola in cui mi trovo adesso, un distributore è stato chiuso per mancanza di benzina. C’è una situazione di totale blocco. Non credo che i cittadini greci possano resistere a lungo, stanno andando avanti con i soldi che avevano sotto il materasso. L’Europa sta tenendo la popolazione greca per il collo. Il referendum del popolo greco viene azzerato da un gruppo di burocrati che non hanno nessuna legittimazione democratica. Questo è l’inizio della fine dell’Europa. Quando i principi che regolano uno Stato vengono cancellati con la forza. Questa Europa va cancellata e ricostruita da zero. Le istituzioni europee rispondono ad un disegno che non è democratico, le banche non possono dettare le leggi ai singoli Paesi. Non c’è nessuno che si salva ai vertici europei. I popoli devono rendersi conto che questa Europa è diventata estranea e ostile e devono ribellarsi. Bisogna unirsi ai greci, creando uno schieramento trasversale contro questa Europa. Se il governo Tsiprassarà costretto ad accettare i diktat europei, dovrà dimettersi. Tra uno-due anni la situazione sarà irrecuperabile. Bisognerà mettere in conto anche che scorra sangue, alla fine il popolo si solleverà in armi contro chi l’ha portata in queste condizioni. Non si può pretendere che un popolo conosca l’economia. I greci sono stati ingannati, gli è stato detto: ‘entrate in Europa e potrete spendere quanto volete’ e loro gli hanno creduto. Hanno creduto a dei prestatori di denaro irresponsabili e criminali, che sapevano che la Grecia non avrebbero potuto sopportare questo peso. Si sono presi profitti e interessi e hanno lasciato la Grecia affondare. Siamo di fronte ad una delle più colossali truffe mai costruite nella storia del capitalismo. La questione riguarda anche noi, la Spagna e il Portogallo”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: