Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 19 luglio 2015

Mottalciata (BI) elegge finalista Miss Italia

Posted by fidest press agency su domenica, 19 luglio 2015

miss italiamiss italia1miss italia2Bagno di folla a Mottalciata, nel biellese, per le aspiranti Miss Italia. Una ventina delle 400 ragazze piemontesi iscritte al concorso si sono date appuntamento sotto il tendone allestito dalla Pro Loco, che per la prima volta ha ospitato l’iniziativa. È stata Bianca Alexandra Buzdugan ad aggiudicarsi la fascia di Miss Cotonella Piemonte e Valle d’Aosta. Il titolo vale l’accesso alle prefinali nazionali del concorso che si terranno a Jesolo nel mese di settembre. Bianca è nata a Iasi in Romania ma è in Italia da 19 anni e attualmente vive a Torino. È alta 1,77 ha capelli castani e occhi verdi, studia e lavora come hostess, ma sogna di affermarsi nel mondo dello spettacolo. Seconda classificata, Miss Rocchetta Bellezza, Arianna Amodeo, diciottenne nata a Chieri (TO) alta 1,75 capelli e occhi castani, studentessa con la passione per la danza Poi Miss Cotonella Terza Classificata, Federica Seglie, diciannovenne di Torino alta 1,74 capelli e occhi castani, studia e pratica la pallavolo
Quarta, Miss Compagnia della Bellezza, Miriam Galletto, ventenne di Torino alta 1,75 capelli e occhi castani, studentessa alla facoltà di economia, ama la danza e il fitness. E poi, al quinto posto, Miss Interflora Francesca Sabbatino, ventenne di Torino alta 1,70 capelli e occhi castani, anche lei studentessa universitaria con la passione per il ballo e il relax Infine Miss Pro Loco Mottalciata, Tea Bagliero, studentessa diciottenne di Vercelli alta 1,68 capelli biondi e occhi azzurri.
“La selezione è stata un successo – commenta l’agente regionale Vito Buonfine – le ragazze sono arrivate da tutte le province, siamo molto soddisfatti”.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fighting right-wing populism in Europe

Posted by fidest press agency su domenica, 19 luglio 2015

Fighting right wingsSkopje (Macedonia) 23 – 28 August 2015 The seminar will explore the socio-economic and political factors of Right-wing populism in Europe and the influence right-wing populist movements and parties have on the democratic culture as such. The group of participants coming from Greece, Germany, Macedonia and Italy will be involved in a simulation game which will tackle the sources, reasons, dynamics and effects of right-wing populism in contemporary Europe
The simulation game will then guide the group through the elaboration of possible strategies to deal with this issue at European level. CSDC is looking for three participants to take part in the Seminar and to be actively engaged in the simulation game “Fighting right-wing populism in Europe”.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Polveriera mediorientale e Stato Islamico: lo sguardo necessario sulla crisi

Posted by fidest press agency su domenica, 19 luglio 2015

Fondazione Basso - Sezione InternazionaleRoma mercoledì 22 luglio, alle ore 17:30 Sala conferenze Fondazione Basso Via della Dogana vecchia 5. Per parlare delle guerre del passato, delle pieghe nascoste del presente, e delle sfide geopolitiche del futuro, incontro con: Alberto Negri, inviato del Sole 24 Ore in Medio Oriente, Mostafa Al Ayoubi, giornalista di Confronti Modera il dibattito Pietro del Solda’, Radio TreChe cosa sta accadendo in Medioriente? Quali sono le ragioni della espansione dello Stato Islamico, nonché della sua forza di attrazione? Chi dà armi e cibo ai terroristi? E quali sono le strategie da mettere in campo per combattere i militanti jihadisti? Ci sono responsabilità dell’Occidente? E l’accordo sul nucleare iraniano firmato solo pochi giorni fa produrrà un qualche impatto, ai fini di una stabilizzazione dell’area? Sono solo alcune delle domande che vorremmo affrontare e rilanciare, nel tentativo di promuovere un dibattito pubblico che oggi avvertiamo carente, ed ispirato perlopiù ad un racconto sensazionalista e parziale dei fatti.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rai: Tra il dire e il fare

Posted by fidest press agency su domenica, 19 luglio 2015

Rai: sede di romaL’obiettivo lo fissò il presidente del Consiglio Matteo Renzi: liberare la Rai dai partiti e restituirla ai cittadini. E’ evidente a chiunque che l’obiettivo non è stato raggiunto: su 7 componenti del nuovo CdA, 2 sono indicati dal governo e 4 dai partiti presenti in parlamento. E anzi c’è stato un rafforzamento del peso del governo, come sottolineato anche da Enzo Cheli in Commissione parlamentare di Vigilanza. L’Usigrai e la Fnsi hanno creduto alla volontà riformatrice del governo, e per questo hanno portato in audizione in Senato idee e proposte. Poi in parlamento ha vinto la voglia di accordicchio. E il risultato è, per molti versi, addirittura peggiore del testo di partenza”. Così scrive il segretario Usigrai Vittorio di Trapani in un editoriale pubblicato sul sito http://www.articolo21.org
“Fuori i partiti e i governi dal controllo della Rai. Lo dicevamo con la legge Gasparri. Non cambiamo idea oggi. E anzi dovremo riflettere con attenzione se partecipare all’elezione del consigliere indicato dai dipendenti: in questo contesto rischia di essere solo una foglia di fico rispetto a una legge capestro.
La partecipazione diretta dei lavoratori ha senso in un consiglio di sorveglianza, o in un consiglio di amministrazione davvero libero, autonomo e indipendente. Con una Rai Servizio Pubblico in un mercato libero dai conflitti di interessi. Per queste ragioni, Fnsi e Usigrai hanno convocato una conferenza stampa per martedi 22 alle ore 12 in Senato. Saremo lì per dire perché questa riforma non ci piace. E per dire che il gran discutere di queste settimane sui meccanismi di nomina è stato funzionale a non rispondere alle uniche due domande sulle quali davvero si gioca il futuro della Rai Servizio Pubblico: qual è la nuova missione? E con quali finanziamenti?”

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mérieux NutriSciences se expande para Israel com a aquisição do laboratório Milouda & Migal

Posted by fidest press agency su domenica, 19 luglio 2015

Mérieux NutriSciencesChicago. A Mérieux NutriSciences se estabelece pela primeira vez em Israel, adquirindo o laboratório Milouda & Migal. Com esta aquisição, a Mérieux NutriSciences continua a consolidar a sua posição como líder internacional em segurança alimentar e reforça a sua presença na região. A Mérieux NutriSciences conta com quase 50 anos de experiência no setor de análises de alimentos e opera em mais de 80 laboratórios, em 20 países. A Mérieux NutriSciences continua a sua expansão com o aumento de investimentos em mercados atraentes e com rápido crescimento.Fundado em 1980 como uma subsidiária da Milouot, uma holding que oferece produção de frutos e de vegetais, ração animal e atividades de processamento de aves, o laboratório Milouda foi inicialmente dedicado para testar os produtos da Milouot. O laboratório Milouda juntou-se ao laboratório de análises de alimentos Migal em 2011, e desenvolveu a expertise da empresa em testes analíticos. O laboratório Migal cresceu como uma divisão do Centro Tecnológico Migal Galilee, um instituto de pesquisa aplicada interdisciplinar, cuja missão é promover o desenvolvimento industrial, econômico e acadêmico da Galileia.Operando para outros clientes desde 2000, o laboratório Milouda & Migal oferece uma gama completa de serviços de microbiologia e análises químicas, em sua maioria dedicados a análises de alimentos e meio ambiente.Com instalações em Haïfa e Kyriat Shmona, o laboratório Milouda & Migal está entre os laboratórios mais avançados de Israel. O laboratório é certificado ISO 17025 e acreditado pelo Ministério da Saúde, Agricultura e Meio Ambiente. A Mérieux NutriSciences vai continuar a se desenvolver nestes dois locais, operando com funcionários altamente qualificados, e manterá relações estreitas com Milouot e o Centro Tecnológico Migal Galilee. A Mérieux NutriSciences prevê uma futura cooperação com o Centro Tecnológico Migal Galilee para aumentar ainda mais suas atividades inovadoras de pesquisa científica.Philippe Sans, presidente e CEO da Mérieux NutriSciences, comentou: “A aquisição nos fornece entrada a este mercado de análises e dá, ao mesmo tempo, acesso ao laboratório Milouda & Migal à gama completa da capacidade da rede Mérieux NutriSciences em todo o mundo. É, portanto, uma excelente oportunidade para ambos”.Raya Harel, CEO do laboratório Milouda & Migal, e Omer Harari, presidente-executivo, acolheram bem a aquisição e a expressão de confiança da Mérieux NutriSciences com o laboratório Milouda & Migal. Eles declararam: “Esta oportunidade irá permitir que nossas operações, as nossas equipas e, obviamente, nossos clientes, se beneficiem de uma empresa líder, com as normas e conhecimentos mundiais”.Avishai Levy, CEO do Centro Tecnológico Migal Galilee, disse: “A presença da Mérieux NutriSciences em nossas instalações em Kyriat Shmona é uma fase importante para o estabelecimento do Centro Agrobiomédico especializado em nutrição de base científica avançada. A Mérieux NutriSciences é uma organização única. Sua cultura de promover a pesquisa aplicada e a sua experiência na regulamentação da segurança alimentar é sinérgica para as atividades e planos do Centro Tecnológico Migal Galilee e esperamos que, em breve, ampliaremos a nossa colaboração em direção a essas metas.”Onn Barzilay, CEO do Grupo Milouot, comentou: “A equipe executiva do laboratório Milouda & Migal, apoiado pelo Grupo Milouot, construiu uma empresa líder de mercado na última década. Nós estamos orgulhosos de sermos os proprietários neste período de crescimento extraordinário. Apoiado pelos recursos da Mérieux NutriSciences, acreditamos que o laboratório Milouda & Migal continuará a florescer nos próximos anos”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mérieux NutriSciences si espande in Israele, con l’acquisizione dei laboratori Milouda & Migal

Posted by fidest press agency su domenica, 19 luglio 2015

chicagoChicago. Mérieux NutriSciences si è stabilita per la prima volta in Israele, acquisendo i laboratori Milouda & Migal. Con questa acquisizione, Mérieux NutriSciences continua a consolidare la sua posizione come leader internazionale nella sicurezza alimentare e rafforza la sua presenza nella regione. Con oltre 50 anni di esperienza nel settore della sicurezza alimentare, presente in 20 Paesi con più di 80 laboratori, Mérieux NutriSciences continua la sua espansione investendo in mercati attrattivi ed in rapida crescita.Fondato nel 1980, il laboratorio Milouda svolgeva analisi sui prodotti di Milouot, una società holding che produceva ortofrutticoli e mangimi per animali. I laboratori Migal, sviluppati come divisione di MIGAL Galilee Research Institute, la cui missione è quella di promuovere lo sviluppo industriale, economico e accademico della Galilea, si sono uniti a Milouda nel 2011, integrando l’expertise scientifico della società. Con sedi in Haifa e Kyriat Shmona, i laboratori Milouda & Migal sono tra i gruppi di laboratori più avanzati di Israele.Dal 2000 offrono al mercato israeliano un servizio completo di analisi di microbiologia e chimica, dedicandosi maggiormente alle analisi sugli alimenti e ambiente. I laboratori sono certificati ISO 17025 e accreditati dal Ministero della Salute, Agricoltura e Ambiente.Mérieux NutriSciences continuerà a sviluppare questi due siti, gestiti da dipendenti altamente qualificati, mantenendo solidi rapporti con MIGAL Galilee Research Institute. Mérieux NutriSciences prevede di intraprendere una cooperazione futura con MIGAL Galilee Research Institute, al fine di potenziare ulteriormente le sue attività di ricerca scientifica.Philippe Sans, presidente e CEO di Mérieux NutriSciences ha commentato “L’acquisizione ci permette di entrare in un mercato florido di servizi analitici e al tempo stesso offre a Milouda & Migal una vasta gamma di servizi, forniti dal network di Mérieux NutriSciences in tutto il mondo. Questa risulta essere un’ ottima occasione per entrambi.”Raya Harel, CEO di Milouda & Migal, e Omer Harari, membro del consiglio di amministrazione, hanno dichiarato “Questa acquisizione dà l’opportunità alle nostre attività, team e soprattutto ai clienti, di trarre beneficio da una società leader, che fornisce servizi tecnico-scientifici all’avanguardia.” Avishai Levy, CEO di MIGAL Galilee Research Institute ha riferito “La presenza di Mérieux NutriSciences in Kyriat Shmona è un passo importante verso la creazione di un centro agrobiomedico specializzato. Mérieux NutriSciences è un’ organizzazione unica. La loro cultura nel promuovere la ricerca applicata, e la loro esperienza sulle normative della sicurezza alimentare è sinergica con le attività e i piani di Galilee Research Institute, e speriamo di intraprendere presto un rapporto di collaborazione.”Onn Barzilay, CEO del gruppo Milouot, ha commentato “Il team esecutivo dei laboratori Milouda & Migal, supportato dal gruppo Milouot, ha fondato questa società, leader di mercato negli ultimi dieci anni. Noi siamo orgogliosi di aver contribuito in questo straordinario periodo di crescita. Sostenuti dalle risorse di Mérieux NutriSciences, siamo fiduciosi che i laboratori Milouda e Migal continueranno a prosperare negli anni a venire.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Leave a Comment »

Parma: Aperte immatricolazioni

Posted by fidest press agency su domenica, 19 luglio 2015

parma universitàDal 22 luglio via alle immatricolazioni all’Università di Parma per l’anno accademico 2015-2016. Il Manifesto degli Studi a.a. 2015-2016, pubblicato sul sito web di Ateneo, riporta tutte le informazioni sui corsi di studio attivati all’Università di Parma, a libero accesso o a numero programmato, date e procedure per l’immatricolazione, l’importo delle tasse e le scadenze amministrative per il prossimo anno accademico.Gli studenti che si iscriveranno al primo anno potranno scegliere tra 36corsi di laurea e 6 corsi di laurea magistrale a ciclo unico. A questi si aggiungono, per gli studenti che hanno già conseguito una laurea, 38 corsi di laurea magistrale, di cui due erogati in lingua inglese: “International business and development” e “Communication engineering”.Anche quest’anno le immatricolazioni si potranno effettuare esclusivamente on line, in maniera semplice e veloce, senza doversi recare di persona agli sportelli delle Segreterie studenti. Prima di effettuare la scelta, è necessario verificare nel sito web del corso le specifiche indicazioni per l’immatricolazione, le conoscenze richieste per l’accesso e le modalità di verifica delle stesse. Per immatricolarsi è sufficiente collegarsi al sito web dell’Università http://www.unipr.it e quindi cliccare sul banner “Iscrizioni on line” (www.unipr.it/iscrizioni): è possibile immatricolarsi direttamente da casa o, più in generale, da qualsiasi PC collegato a Internet, e in qualsiasi momento della giornata.
La principale novità del prossimo anno accademico riguarda la completa eliminazione dei test d’ingresso per i corsi di laurea a numero programmato locale,triennali e magistrali a ciclo unico. I corsi di studio che fino all’anno accademico scorso prevedevano una prova di ammissione da quest’anno accetteranno le domande in base all’ordine cronologico di iscrizione.Si fa comunque presente che gli eventuali iscritti soprannumerari potranno essere “ripescati” a seguito di rinunce o di eventuale mancato perfezionamento della procedura di immatricolazione (per esempio mancato pagamento delle tasse universitarie).Si comunica, altresì, che nei prossimi giorni verrà pubblicata sul sito dell’Ateneo una guida completa che visualizzerà tutti gli step indispensabili per il completamento della procedura di immatricolazione.
La revisione del sistema di ingresso ai corsi di studio dell’Università di Parma va nella direzione di una maggiore adesione al dettato costituzionale sul diritto allo studio, così come richiesto in numerose occasioni anche dalle associazioni studentesche, non solo dell’Ateneo di Parma.Altre importanti novità riguardano il corso di laurea triennale in Economia e management, che diventa a libero accesso, eliminando quindi completamente tetto massimo e prova di ammissione;la riattivazione del corso di laurea triennale in Scienze e tecniche psicologiche, realizzato con l’Università di Modena e Reggio Emilia che ne è anche sede amministrativa.I test di accesso sono invece obbligatoriamente confermati per i corsi di studio a numero programmato nazionale (Medicina e Chirurgia, Odontoiatria e Protesi Dentaria, Medicina Veterinaria, Professioni Sanitarie e Scienze dell’Architettura), oltre che per due corsi di laurea magistrale dell’Ambito Economico: Amministrazione e Direzione Aziendale e Trade marketing e strategie commerciali.
Per i corsi di studio a numero programmato a livello nazionale in Medicina e Chirurgia, Odontoiatria e Protesi Dentaria, Medicina Veterinaria, Scienze dell’Architettura, che prevedono test di ammissione,è necessario presentare domanda di iscrizione ai test esclusivamente on line attraverso il portale Universitaly (www.universitaly.it) fino al 23 luglio 2015. Qui di seguito numero posti disponibili e date dei test:
– Medicina e Chirurgia: 226 posti disponibili – data test 8 settembre 2015
– Odontoiatria e Protesi Dentaria: 20 posti disponibili – data test 8 settembre 2015
– Medicina Veterinaria: 48 posti disponibili – data test 9 settembre 2015
– Scienze dell’Architettura: 150 posti disponibili – data test 10 settembre 2015
Per i corsi di laurea a numero programmato nazionale delle Professioni Sanitarie, che prevedono test di ammissione (data test 4 settembre 2015), è necessario presentare domanda di iscrizione ai test esclusivamente on line attraverso il sito web di Ateneo http://www.unipr.it dal 22 luglio al 22 agosto 2015. Qui di seguito il numero dei posti disponibili:
– Fisioterapia: 43 posti disponibili
– Infermieristica: 258 posti disponibili
– Logopedia: 16 posti disponibili
– Ortottica e assistenza oftalmologica: 12 posti disponibili
– Ostetricia: 22 posti disponibili
– Tecniche audioprotesiche: 21 posti disponibili
– Tecniche della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro: 23 posti disponibili
– Tecniche di laboratorio biomedico: 21posti disponibili
– Tecniche di radiologia medica, per immagini e radioterapia: 17 posti disponibili.
Per il corso di laurea triennale in Scienze e tecniche psicologiche, interateneo con l’Università di Modena e Reggio Emilia, i posti disponibili sono 300, e il test di ammissione si terrà il 2 settembre presso l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. È necessario presentare domanda di iscrizione al test dal 20 luglio al 24 agosto 2015 (ore 15.30) attraverso il sito web di Ateneo dell’Università di Modena e Reggio Emilia (www.unimore.it).Per i corsi di laurea magistrale dell’Ambito economico che prevedono test a livello locale è necessario presentare domanda di iscrizione ai test esclusivamente on line attraverso il sito web di Ateneo http://www.unipr.it. Qui di seguito date iscrizioni, numero dei posti disponibili e date test:
– Amministrazione e direzione aziendale: iscrizioni al test fino al 26 agosto, 140 posti disponibili – data test 3 settembre 2015
– Trade marketing e strategie commerciali: prima sessione di iscrizioni al test fino al 18 luglio, 110 posti disponibili, data test 22 luglio 2015; seconda sessione di iscrizioni al test dal 1° settembre al 30 ottobre, 70 posti disponibili, data test 3 novembre 2015.Iscrizioni agli anni successivi al primo
Per chi è già immatricolato, le iscrizioni agli anni successivi al primo saranno possibili a partire dal 6 agosto.

Posted in Cronaca/News, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Malattie della tiroide

Posted by fidest press agency su domenica, 19 luglio 2015

malattie ipofisarie e tiroideeCrescono i disturbi della tiroide anche nel sesso maschile, guadagnando il secondo posto delle malattie endocrine dopo il diabete per numero di casi con 500mila pazienti solo in Italia. Le forme subcliniche anche nei maschi aumentano il rischio di fratture ossee, così come sottolineato anche da una recentissima metanalisi pubblicata su JAMA (2015; 313(20):2055-2065). E’ la notizia emersa a margine del Congresso CUEM che si è svolto a Brescia il 3 luglio durante la sessione dedicata alle patologie tiroidee, generalmente appannaggio del sesso femminile. La ricerca ha preso in esame oltre 70mila uomini, al 5,8% dei quali è stata riscontrata una forma subclinica di ipotiroidismo e al 3,2% ipertiroidismo subclinico, quelle condizioni in cui i valori ormonali sono al limite della patologia. “Lo studio, che ha preso in considerazione un numero pari di uomini e donne ha mostrato che un basso livello di TSH (l’ormone tireotropo, prodotto dall’ipofisi anteriore che regola la produzione tiroidei T3 e T4) e una tiroide che tende a funzionare troppo sono associati ad un più alto rischio di fratture d’anca e vertebrali, il doppio del rischio dei soggetti con valori tiroidei normali” spiega il Professor Andrea Giustina, Ordinario di Endocrinologia presso l’università’ di Brescia e Presidente del Congresso:“La relazione tra ormoni tiroidei e fragilità ossea è data da un aumento del turn-over osseo causato anche da un lieve eccesso di ormoni tiroidei circolanti”. Un basso livello di TSH è associato ad un rischio di 1,6 volte superiore di fratture d’anca e di 1,9 volte per tutte le ossa. Mentre i soggetti con una tiroide pigra non sembrano avere aumentato rischio di fragilità scheletrica.Buone notizie invece per quel che riguarda i noduli tiroidei, la maggior parte sono benigni e molti possono essere tenuti sotto osservazione senza necessità di trattamento. Lo ha spiegato il Prof. Sebastiano Filetti nella sua relazione in cui ha presentato i dati rassicuranti pubblicati dello studio italiano pubblicato su JAMA: “I noduli sono un evento molto frequente nella popolazione generale e interessano dal 30% al 50% delle persone. Nella maggior parte dei casi non danno disturbi e vengono scoperti durante controlli casuali. Di questi, l’80% sono formazioni benigne, il 16,5% hanno un profilo indeterminato da sottoporre quindi ad ulteriori controlli e solo il 3,5% presentano un sospetto di malignità. Nel nostro studio multicentrico abbiamo sottoposto un gruppo di 993 pazienti a follow up con una ecografia annuale e controlli dei dosaggi FT4 e TSH evidenziando che a 5 anni il 66% dei noduli rimane stabile, il 15,4% cresce di dimensioni (sia pure lentamente, parliamo di circa 5 mm in 5 anni) e, dato rilevante, il 18% tende a regredire. In questa coorte di pazienti solo il 9% presentava nuovi noduli al controllo “Abbiamo individuato un profilo più a rischio di crescita: si tratta di soggetti che hanno più noduli, una età inferiore ai 43 anni ed indice di massa corporea superiore a 28. Questi presentano un rischio maggiore di andare incontro ad un aumento di dimensioni del nodulo tiroideo”. “L’incidenza minore della patologia nodulare tiroidea negli uomini non deve essere un pretesto per abbassare la guardia” conclude il Professor Giustina “Infatti, quando il nodulo tiroideo si riscontra in un paziente maschio ha più probabilità di essere un tumore maligno. Anche una ricerca pubblicata su BMC Cancer di aprile ha mostrato che l’incidenza di microcarcinoma papillare in pazienti con patologie tiroidee benigne sottoposti a intervento chirurgico era del 16-17% in entrambi i sessi. E’ importante che la tiroide maschile non venga trascurata”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giornali telematici e oscuramento

Posted by fidest press agency su domenica, 19 luglio 2015

cassazione“La Corte di Cassazione ha respinto il provvedimento con il quale il gip di Monza aveva “oscurato” il sito del Giornale.it per un presunto caso di diffamazione. La Corte, qui sta la novità, ha stabilito che un sito editoriale telematico va equiparato al giornale tradizionale e gode delle stesse tutele. Nel caso in questione, come non avrebbe potuto essere disposto il sequestro del quotidiano, allo stesso modo non poteva essere disposto l’oscuramento del sito, della pagina, dell’articolo”. Lo scrivonoin una nota Stefano Corradino e Giuseppe Giulietti, direttore e portavoce di Articolo21. “La sentenza, importante ed innovativa in sè, acquista un rilievo ancora maggiore alla vigllia della possibile approvazione, in quarta lettura, al Senato, della legge sulla diffamazione che non potrà non recepire le indicazioni della Corte di Cassazione e magari procedere a risolvere in modo definitivo il nodo delle “querele temerarie”, un’arma impropria scagliata ogni giorno contro il libero esercizio del diritto di cronaca”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Immigrati: Una fiumana umana

Posted by fidest press agency su domenica, 19 luglio 2015

immigratiMigliaia di stranieri, una parte aspiranti profughi, tanti altri, semplicemente dei clandestini, arrivano sulle nostre coste e dai confini del nord-est, provenienti dall’Africa e da altre parti del mondo , sicure di essere accolti dal nostro Paese .Forse il Governo non ha ancora capito che abbiamo raggiunto il punto più alto dell’accoglienza. Il nostro territorio non è più in grado di accogliere,sorgono problemi enormi, fra le nostre periferie e questi stranieri. Troppe cose non vanno: i nostri terremotati vivono in prefabbricati che,con il caldo torrido, diventano dei forni e devono pagare luce, gas, rifiuti ecc., aiuti pochi o nessuno. L’indignazione sale anche di fronte di violenza e di arroganza, di cui si rendono protagonisti questi “ospiti”- così ha dichiarato il segretario nazionale del Partito Pensionati, Carlo Fatuzzo. L’Europa, anche su questo problema, è menefreghista ed assente . L’Italia che fa? Praticamente nulla: accoglie,accoglie, accoglie e spende, spende, spende!!! Pagano ovviamente gli italiani. Abbiamo circa 4 milioni di italiani che vivono in una situazione di povertà estrema, mentre sono circa dieci milioni, possono considerarsi pover .Una disoccupazione che si attesta costantemente oltre il 12% e quella giovanile, al 43% – ha continuato Fatuzzo – ed in questo contesto, il nostro Paese, destina 35/40 euro al giorno per garantire il necessario a questi migranti, clandestini o profughi che siano ed in tantissimi casi alloggia questi ospiti, in appartamenti ,alberghi e quant’altro. Un nostro disabile – evidenzia il leader del Partito Pensionati – ha una pensione di 280€, un pensionato al minimo riceve 480 € ,il 64% dei pensionati, riceve una pensione inferiore ai 700 € al mese ed allora, si capisce facilmente, perché, assieme a tanti altri motivi, la maggioranza dei cittadini, non ne può più e c’è il concreto pericolo di incidenti. L’Italia, sembra gestire un “servizio taxi” , mentre, a giudizio del Partito Pensionati, dovrebbe cercare di impedire l’arrivo indiscriminato,sul nostro territorio nazionale, di tanti stranieri, di cui solo una modesta percentuale, sarà riconosciuto “profugo”.Aiutarli si, ma a casa loro. Basta girare per le nostre città ,piccole o grandi che siano e ci si accorge che il “problema” esiste ed è grave ed appare evidente che il Governo non ha una linea politica, decisa e coerente, su questo problema .Non serve a nulla imporre piani di accoglienza – evidenzia Fatuzzo – dal momento che, appare evidente, a furia di accogliere , non vi sarà più nessuna speranza di trovare altri posti. E allora? Il Patito Pensionati sottolinea che ora, per i migranti, si pone il problema di una “sistemazione”, ma poi, bisognerà garantire lavoro, sanità, alloggio,scolarizzazione … : è triste – ha concluso Fatuzzo – immaginare cosa potrà succedere.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: la riforma alla prova dei fatti

Posted by fidest press agency su domenica, 19 luglio 2015

stefania gianniniIl ministro non conosce la scuola o bluffa: come fa a dire che le scuole non dovranno più chiamare i precari? La realtà è che a settembre avremo ancora 100mila supplenze Giannini sostiene che è ormai risolto il problema dei precari e la copertura immediata delle cattedre: nessun caos in arrivo. Replica dell’Anief: se la matematica non è un’opinione, quest’anno sono state assegnate oltre 118mila supplenze annuali (di cui 103.767 al 30 giugno), e già con le 102mila assunzione ne rimarrebbero comunque fuori più di 16mila. A cui vanno aggiunti i prossimi pensionamenti, che sono almeno altri 20mila posti. Quindi, in totale, ci sono già quasi 40mila cattedre che rimarranno scoperte. Poi, attraverso il comma 69 della riforma, è stato introdotto un corposo organico virtuale, non ritenuto valido per le immissioni in ruolo, ma che invece andava annoverato nell’organico di diritto.E a sottoscrivere questi contratti a tempo determinato, anche questi sino al 30 giugno, saranno proprio i presidi. Marcello Pacifico (Anief-Confedir-Cisal): siamo davvero molto preoccupati. Perché il ministro, probabilmente, non conosce la complessa materia di cui sta parlando, fatta di decine e decine di classi di concorso, in diversi casi impossibili da unificare per affinità e quindi non facilmente sostituibili in caso di mancanza del titolare. Oppure vuole prefigurare bonariamente – tranquillizzando il personale scolastico, gli studenti, le famiglie e l’opinione pubblica – uno scenario ben diverso da quello che si determinerà tra cinquanta giorni.

Posted in scuola/school, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Arresto Mori non convalidato

Posted by fidest press agency su domenica, 19 luglio 2015

arresto moriRoma Ieri sabato 18 Luglio sono stato processato per direttissima dalla Quarta Sezione del Tribunale di Roma in relazione ai fatti gravissimi che hanno coinvolto ieri la nostra città a seguito dei tafferugli di Casale S.Nicola in cui i cittadini residenti sono stati caricati dalla Polizia. Il Giudice della IV sezione, Dr.ssa Di Gioia, ha però “NON CONVALIDATO” l’arresto in quanto considerato non giustificato, mentre stavo solo cercando di difendere le donne che stavano per subire la carica della Polizia. Mi prendo una giornata per spiegare bene i fatti che saranno peraltro documentati anche nei prossimi giorni con la distribuzione dei video e dei fatti avvenuti a S.Nicola nella data tanto temuta di venerdì 17. Da un lato voglio dire di essere letteralmente felice e soddisfatto per la sentenza che ha riconosciuto la giustezza del mio comportamento e ha sconfessato il comportamento delle forze dell’ordine quanto meno nei miei confronti e allo stesso tempo mantengo comunque la fiducia e il rispetto proprio verso quegli Uomini dello Stato come i dirigenti e i funzionari del Commissariato Primavalle che hanno operato l’intervento di S.Nicola, un intervento difficile “umanamente”, e per arresto mori1questo a loro va la mia totale solidarietà e conferma del rispetto e deferenza Al contrario debbo dire che ho letto con sconcerto le parole del Prefetto di Roma, Dr. Franco Gabrielli, che avrebbe dichiarato, dopo i fatti e dopo le misure prese nei confronti degli arrestati da parte degli uomini di cui egli aveva la responsabilità per competenza dirigenziale, “auspico che queste persone abbiano sulla propria fedina penale le cose di cui si sono macchiate”. Queste affermazioni effettuate in modo sconsiderato da una figura istituzionale non potrebbero che essere destinate ad un‘Autorità Giudiziaria” e per questo, se non smentite, potrebbero configurare un vero e proprio tentativo di condizionare il giudizio processuale, fatto gravissimo e sconosciuto in Italia da decenni.
Il Prefetto di Roma ha l’onere verso tutti i cittadini di Roma di parlare da “Uomo di Stato” e non da “Uomo di Parte”. Adesso auspico che il mio movimento chieda le dimissioni del Prefetto Gabrielli. Lo ha comunicato l’Avv. Giorgio Mori coordinatore di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale Municipio XV e titolare Dipartimento Immigrazione, Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale Roma. (foto arresto mori)

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Immigrati: Due pesi e due misure

Posted by fidest press agency su domenica, 19 luglio 2015

rifugiati“Renzi e Alfano sapevano che la tensione stava per esplodere, FDI aveva avvisato con un Question Time in diretta TV e un’interrogazione parlamentare. Esattamente come accadde mesi fa per il quartiere romano di Tor Sapienza.
Desta sdegno la diversa gestione di problemi identici avvenuta lo stesso giorno alla stessa ora in diverse zone dello stivale: in Veneto e a Roma. Un altro chiaro segnale dell’inettitudine del sindaco Marino, vittima oggi della sua stessa richiesta di portare da 250 a 3000 il numero dei rifugiati assegnati dal ministero degli interni alla capitale. In Veneto prefetto e sindaco hanno trovato un modus operandi all’insegna della condivisione e rinunciato a insediare i rifugiati in un quartiere, a Roma invece la polizia ha ricevuto ordine dal prefetto di caricare i cittadini, mentre del sindaco e del governatore Zingaretti non c’è stata traccia. Fratelli d’italia rivendica la sua presenza civile e determinata a Casale San Nicola, stamane come nelle scorse settimane e chiede nuovamente che sia annullato il bando della Prefettura per l’accoglienza perché Roma è evidentemente satura. È inaccettabile, e qualcuno dovrà pagare per questo, che cittadini inermi in presidio permanente, giorno e notte, siano manganellati per un chiaro ordine politico mentre in Veneto si scelga di ascoltarli e mentre i centri sociali siano assecondati nella loro furia violenta”.E’ quanto ha dichiarato il capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Fabio Rampelli, primo firmatario di numerose interrogazioni e question time al ministro Alfano sul caso San Nicola.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Immigrati e difesa cittadini

Posted by fidest press agency su domenica, 19 luglio 2015

meloni_3_250x339«L’arresto di Giorgio Mori, portavoce di Fratelli d’Italia in XV municipio a Roma, avvenuto ieri a Casale San Nicola, non è stato convalidato. Questa sentenza del tribunale, che arriva dopo una notte passata in carcere e un processo per direttissima, dimostra che abbiamo fatto anche questa volta il nostro lavoro. Abbiamo difeso i cittadini da una politica incapace di affrontare seriamente il problema dell’immigrazione e continueremo a farlo a Casale San Nicola come su tutto il territorio della capitale e su tutto quello nazionale, fino a quando Renzi, Alfano, Marino e tutti i responsabili di queste politiche non capiranno che stanno producendo una guerra tra poveri». È quanto ha detto il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni dopo la sentenza del tribunale di piazzale Clodio che non ha convalidato l’arresto dell’esponente di FdI Giorgio Mori, fermato ieri a seguito delle proteste dei residenti di Casale San Nicola e dei disordini con le forze dell’ordine.
Ieri mattina dalle 9 Giorgia Meloni e un gruppo di militanti e simpatizzanti di FdI Roma hanno atteso davanti il tribunale l’esito del processo per direttissima a cui Mori è stato sottoposto. In piazza oltre la presidente nazionale del movimento c’era anche il capogruppo di FdI alla Camera, Fabio Rampelli e i portavoce regionale e comunale del movimento, Marco Marsilio e Andrea De Priamo. «Quanto è accaduto a Casale San Nicola è il frutto del clima di odio distribuito su tutto il territorio romano che deriva dall’assenza di controllo dell’immigrazione. Oggi l’accoglienza viene imposta a colpi di businnes e di bandi. Milioni di euro vengono destinati per collocare indistintamente centri in qualsiasi punto del territorio della capitale. Noi rimaniamo al fianco delle forze dell’ordine che sono state lasciate colpevolmente da sole», ha spiegato Giorgio Mori fuori dal tribunale dopo la sentenza.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »