Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

La politica scarica l’emergenza immigrati sulle forze di polizia

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 luglio 2015

Profughi“Da Roma a Treviso, da Terni a Lucca, a Verona, in ogni città d’Italia sta esplodendo un’emergenza sociale legata all’accoglienza di migliaia di immigrati che la politica sta scaricando esclusivamente sulle Forze dell’Ordine, che continuano a registrare feriti su feriti”. E’ quanto afferma Franco Maccari, Segretario Generale del COISP – il Sindacato Indipendente di Polizia, che spiega: “Mentre monta il malcontento della cittadinanza, la politica e le Istituzioni preposte continuano a gestire l’enorme flusso di immigrati con incredibile superficialità, riducendolo ad un semplice problema di ordine pubblico, e così esasperando da un lato gli stessi immigrati, lasciati allo sbando e senza alcun reale sostegno, dall’altro gli abitanti delle città destinate ad ospitarli, giustamente preoccupati per la propria sicurezza. Nel mezzo ci siamo noi, i Poliziotti, a prendere le botte dall’una e dall’altra parte, e spesso costretti ad interventi di ordine pubblico di cui non possiamo che vergognarci. E’ assurdo che ci venga chiesto di alzare i manganelli contro gente perbene che si sente abbandonata dalle Istituzioni e che tenta di difendere la propria casa. Non vogliamo indossare la divisa per essere forti con i deboli, mentre in altre occasioni siamo costretti a stare fermi mentre hooligans e teppisti distruggono le città. Non indossiamo la divisa per essere aggrediti e feriti da immigrati, alcuni dei quali comprensibilmente esasperati, perché anziché trovare un’accoglienza dignitosa,vengono trattati come bestie da chi usa l’emergenza immigrazione soltanto per fare soldi. La Politica e le Istituzioni affrontino il problema con serietà e competenza, e non con l’improvvisazione che li sta contraddistinguendo, mentre mandano le Forze dell’Ordine a prendere le botte ed a fare sfogare la rabbia di cittadini e immigrati”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: