Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 338

Dall’Inghilterra segnali preoccupanti per i giovani italiani residenti

Posted by fidest press agency su martedì, 1 settembre 2015

Paola-Binetti“Con la fine dell’estate il dibattito sulla immigrazione comincia ad assumere una diversa forma: appaiono nuovi problemi, nuove ipotesi di soluzione e nuove preoccupazioni per tutti”.Lo dichiara in una nota Paola Binetti, deputato di Area Popolare (Ncd- Udc).”Dall’Inghilterra giungono notizie che ci toccano direttamente, non come Paese in cui sostano e in parte rimangono migranti che vengono da situazioni drammatiche ma come nazione da cui partono giovani italiani neolaureati, determinati, ambiziosi, quel tanto che rende loro insopportabile la disoccupazione nazionale, le lunghe attese, i fenomeni ancora perduranti di privilegi e raccomandazioni.
Sono almeno 250.000 gli italiani presenti a Londra e impegnati nelle più diverse occupazioni, una intera città italiana di medie dimensioni che si è ricollocata a Londra per fare di tutto: dalla ristorazione al mondo dell’arte, dalla moda alla finanza, dalla ricerca all’attività sanitaria. Lavorano, si fanno apprezzare, fanno esperienza, e danno al loro futuro una dimensione costruttiva. Ci hanno messo del tempo per raggiungere posizioni discrete e sono passati come è logico dalla fase del precariato giovanile, flessibile e ancora incerto nella strada da intraprendere. Ma è proprio ai giovani appena arrivati che Cameron si rivolge e che vorrebbe rispedire indietro, il no all’immigrazione a Londra significa anche questo. Ci sono drammi diversi- spiega Binetti- c’è chi fugge dalla fame e dalla persecuzione, dalla guerra e dalla morte, chi lotta per la sopravvivenza. Ma c’è anche chi fugge dalla disoccupazione e dall’inerzia, dal rischio della depressione e dalla paura di sprecare la sua gioventù. Per tutti questi giovani occorrerebbe trovare soluzioni creative, nuove nella formula burocratico-istituzionale, ma ancor più nuove sul piano delle opportunità professionali. Casa, Lavoro, Famiglia sono ancora te valori cardini nella vita di tutti. Renzi in questi giorni- commenta la Parlamentare- ha lanciato una sorta di formula magica: un passaporto europeo per i migranti che consenta loro di spostarsi serenamente nel rispetto delle regole del vivere civile e delle leggi nazionali, finchè non trovano una situazione in cui diritti e doveri si amalgamano opportunamente. Una risposta europea ai bisogni delle nuove generazioni: non sarà certo facile da realizzare, ma è un’ottima sollecitazione per rinnovare il dibattito sui fenomeni migratori del prossimo autunno”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: