Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 10 settembre 2015

7th Skeletal Endocrinology Meeting

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 settembre 2015

università studi milanoMilano Circolo della Stampa – Sala Camino 14 settembre 2015 ore 10,30. Si parlerà di:
· Testosterone e metabolismo dell’osso, le relazioni pericolose
· Diabete e osteoporosi: la strana coppia
· Nuove formulazioni dell’ alendronato: a volte ritornano
· Paratiroidi, vitamina D e ossa
· Osteoporosi più curabile: la chiave nei biologici?
· Nuove frontiere: neuroendocrinologia dell’osso
· Sindrome di Hajdu Cheney: ossa di cristallo
Saranno presenti:
Prof. Andrea Giustina – Direttore della Cattedra di Endocrinologia all’Università di Brescia – Presidente GIOSEG
Prof. Giancarlo Isaia – Presidente SIOMMS (Soc. It. Osteoporosi del Metabolismo Osseo e Malattie dello Scheletro)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concetto di libertà e i suoi fondamenti

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 settembre 2015

Roma Corso di aggiornamento per docenti di Filosofia che si terrà dal 14 al 17 settembre prossimo su iniziativa dell’omonima Facoltà della Pontificia Università della Santa Croce. università santa croce“L’epoca attuale è contrassegnata dalle rivendicazioni della libertà in tanti ambiti (morale, politico, culturale, tecnologico, economico) e ciò ha forgiato la nostra mentalità, sicché molti dei nostri modi di esperire, pensare e comportarci dipendono da una particolare concezione della libertà e dal senso che attribuiamo a essa nella vita quotidiana”, spiegano dal comitato organizzativo. “Malgrado le evidenti conquiste della modernità, occorre discernere nell’odierno contesto socio-culturale quei tratti involutivi che possono destabilizzare o erodere il terreno su cui si fonda la libertà stessa”.Tra gli interrogativi che saranno affrontati, quelli posti alla libertà dal determinismo scientifico, dall’eccessivo peso assunto dall’affettività, dal multiculturalismo, dal relativismo morale e gnoseologico, dalle teorie socio-politiche.Interverranno come relatori, tra gli altri, Mauro Magatti, dell’Università Sacro Cuore di Milano, Irene Kajon, dell’Università “La Sapienza”, Luca Valera, del Campus Bio-medico di Roma, Andrea Lavazza, del Centro Universitario Internazionale, Leonardo Allodi, dell’Università di Bologna, e Paola Ricci Sindoni, dell’Università di Messina.
Rivolto a docenti e studiosi di filosofia, il Corso è valido ai fini della formazione continua del personale della scuola italiana, con riconoscimento del Ministero dell’Istruzione.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sant’Egidio: Appello di Pace

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 settembre 2015

sant'egidio1Donne e uomini di religione diversa ci siamo riuniti su invito della Comunità di Sant’Egidio a Tirana, capitale di un Paese simbolo della convivenza tra religioni, dopo avere sperimentato la prepotenza del male che ha escluso Dio e la libertà dalla vita del popolo albanese. Ringraziamo le autorità e il popolo albanese per la splendida ospitalità in questi giorni.
Oggi il mondo cambia rapidamente. Forse non abbiamo saputo dare un’anima alla sua crescita e trasformazione. Il nostro mondo rischia di perdere il senso del limite e si sente onnipotente, mentre crescono poteri anonimi che giocano con i destini dei popoli.
Conosciamo le sofferenze che creano l’idolatria del potere e del denaro, la corruzione, l’allontanamento da Dio in nome dell’io, il consumo smodato e senza futuro del creato, il dominio dell’uomo sull’uomo, il progetto folle di un mondo senza l’altro, il dolore di guerre infinite, contagiose, fuori controllo.
70 anni dopo l’ecatombe nucleare e la fine della Seconda Guerra mondiale, l’umanità sembra avere dimenticato che la guerra è un’avventura senza ritorno. Sì, le guerre sembrano diventate normali e tanti sono attratti dal fascino terribile della violenza. La forza del male oggi colpisce a milioni bambini, donne, anziani, famiglie: crea combattenti prigionieri di una logica violenta e folle. Decine di milioni di profughi si affollano in Asia, ai bordi dell’Europa, e in altre zone del mondo.
Il nostro XXI secolo è a un bivio: tra rassegnazione e futuro, tra indifferenza e solidarietà. Dobbiamo globalizzare la solidarietà. Bisogna aprire le porte dei nostri cuori, i nostri paesi, perché non ci sono muri e fili spinati che possono fermare il bisogno di vivere e garantire un futuro ai propri figli. Alle religioni diciamo: aiutiamo il mondo a trovare una risposta umana alle guerre, alle migrazioni mondiali, alla crisi ambientale, alle tante povertà e alla domanda di senso di tanti.
Come leader di religioni e culture diverse sentiamo l’imperativo morale di aiutare il mondo a non distruggersi, a non sant'egidiofare morire i sentimenti di umanità. Ai governanti diciamo: la guerra non si vince con la guerra: è un abbaglio! La guerra sfugge di mano. Non illudetevi! La guerra rende disumani interi popoli. Ripartiamo dal dialogo, che è una grande arte e una medicina insostituibile per la riconciliazione tra i popoli. Alle nostre religioni ricordiamo: la guerra non è mai santa, l’eliminazione e l’oppressione dell’altro in nome di Dio è sempre blasfema. L’eliminazione e l’oppressione dell’altro, e della sua storia, usando il nome di Dio è un orrore.
Cresca un movimento di popoli per la pace e la resistenza al terrorismo e alla violenza. Lo Spirito di Assisi ci guidi a essere più audaci e coraggiosi nella ricerca della pace e nella costruzione di società dove il vivere insieme tra diversi sia pacifico e positivo.
La pace viene da Dio, per questo imploriamo il dono indivisibile della pace. E’ la lingua del futuro. Impariamo di nuovo, tutti, la lingua del dialogo e della pace. La pace è sempre possibile. Per questo dobbiamo costruirla insieme, tutti, credenti e non credenti. Costruiamo la pace! Con l’aiuto di Dio trasformeremo questo tempo in un tempo di pace. Perché niente è impossibile a Dio.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Personale di Massimiliano Luchetti

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 settembre 2015

LuchettiArezzo Galleria 33 via Garibaldi 33 Inaugurazione sabato 12 settembre 2015 dalle ore 19.00 alle ore 22.00. In mostra dal 12 al 20 settembre 2015 da martedì a domenica 16.30 – 19.30 o su appuntamento a cura di Tiziana Tommei.
Dopo il solo show Ombre (gennaio/febbraio 2014), la Trentatré torna a presentare l’artista pietrasantino proponendo una selezione dei suoi ultimi lavori. Oli su tela di grande formato in cui la carica gestuale unita alla matericità del colore insinuano il dubbio di una sorta di trasfigurazione delle opere. Sindoni contemporanee di pura matrice informale in cui ombre di figurazione e forme larvali di mimesis del reale scompaiono travolte dalla realtà interiore. Visioni in profondità che esplodono sulla tela: quelle che appaiono come reazioni violente e istintive agli accadimenti della realtà esterna sono in verità dichiarazioni di stati d’animo in cui l’uso della tecnica non segue alcuna pulsione, ma obbedisce alla conoscenza del linguaggio. Non c’è istinto nella creazione perché l’azione è controllata e tesa nella drammaticità di un gesto che è il vero soggetto dell’opera. Se c’è automatismo, anche quello è in ultima istanza previsto e controllato: l’acido che corrode il magma cromatico riportando a galla la nuda tela è quanto di più studiato si possa immaginare. Circumnavigare il “quadro” sui quattro lati con tutta la propria fisicità porta l’artista – che lavora stendendo sul pavimento le sue tele – a divenire parte di quello “spazio”, a cadere figurativamente al suo interno e scioglierne i margini. Se non esiste distinzione tra centro e periferia, a maggior ragione questi lavori non vogliono confini prestabiliti: il rifiuto di un limite che è quello del perimetro fisico della superficie della tela ha il più immediato effetto nell’ipertrofica estensione del formato e quello più profondo nel tentativo di creare una dimensione altra, come un cratere attraverso il quale cercare risposte, certezze o più semplicemente se stessi non in quanto io singolo, ma come uomo del proprio tempo. Il colore assume consistenza e diventa materia, determinando l’orogenesi dell’opera che vira violentemente dalla tela ruvida e abrasa alla lucida impronta impressa negli strati sovrapposti di colore. L’invito verso mondi paralleli resta una costante della poetica di Luchetti: i cavalieri del passato (si vedano i lavori anteriori alla serie Luchetti1Mappe 2013) non possono più accompagnarci nel viaggio perché oggi l’unico iter possibile e urgente è quello dentro noi stessi.
Massimiliano Luchetti è nato a Pietrasanta nel 1975. Si avvicina molto precocemente alla pittura, che con il tempo diverrà il suo linguaggio d’elezione. Nel 1992, a diciassette anni, frequenta in veste di collaboratore lo studio d’arte “F. Palla” a Pietrasanta, dove approfondisce la conoscenza dei materiali (marmo, creta) e la tecnica del disegno. Avvia la sua carriera espositiva nel 2008. Tra le personali più importanti si ricordano: Chiostro di Sant’Agostino, Pietrasanta, Lucca, 2009; Chiostro degli Agostiniani, Empoli, 2010; Il Fortino, Forte dei Marmi, Lucca, 2011; Museo Casa di Giotto, Vicchio, Firenze, 2012; Fondazione Cerratelli, San Giuliano Terme, Pisa, 2013; Tenuta di Ghizzano, Pisa, 2014. Tra le curatele in spazi istituzionali sono da menzionare: Palazzo Zenobio, Venezia, 2012; Galleria l’Agostiniana, Roma, 2013; Palazzo Ruspoli, Roma, 2013; Teatro del Silenzio, Lajatico, Pisa, 2013. Si ricorda inoltre la presenza alla VI Biennale di Montecarlo 2014 e il Primo Premio FBO Banca Mediolanum, Montecatini Terme, 2014. Tra i progetti futuri vi è la mostra a Norman, Oklahoma (U.S.A.), dal 9 ottobre al 12 novembre 2015. Vive e lavora a Pietrasanta, Lucca. (Il titolo n.47, 2015 è desunto dall’opera “Senza titolo n. 47”, scelta come simbolo della mostra).

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Risultati stagione arena di Verona

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 settembre 2015

arena veronaIl Festival lirico all’Arena di Verona per l’edizione 2015 ha voluto proporre i suoi grandi classici immortali, portando in scena per tutta l’estate lo spettacolo dell’Opera nella spettacolare cornice dell’anfiteatro veronese. Una scelta che ha tenuto conto anche della presenza dell’Esposizione Universale a Milano ed ha permesso al Festival 2015 di registrare un totale presenze di oltre 408.000 spettatori, incrementando l’affluenza dello scorso anno, dato che conferma il gradimento della programmazione da parte del suo pubblico internazionale ed il riconoscimento dell’alto valore artistico dell’offerta culturale proposta. I dati delle 54 serate dell’Arena Opera Festival 2015, con l’aggiunta della serata di balletto al Teatro Romano, hanno quindi registrato un buon risultato anche in termini di incasso totale, pari a 
€ 23.337.620,00. Il dato rileva l’impegno di Fondazione Arena di rendere il Festival sempre più accessibile, nell’attuale situazione di crisi economica che ancora investe l’Italia e non solo. Ricordiamo, infatti, oltre alle agevolazioni riservate ad over 65, under 30, associazioni ed aziende convenzionate, la proposta di early booking che ha reso disponibili i biglietti per il Festival lirico 2015 a tariffa scontata (circa l’8%) per chi ha acquistato prima del 25 dicembre 2014. Fondazione Arena, dunque, invita ad avvicinarsi alla magia della lirica non solo i melomani, ma soprattutto nuovi visitatori, offrendo fasce di prezzo diversificate che rendano sempre più a portata di mano la possibilità unica di vivere l’esperienza dell’opera sotto le stelle. (foto arena di verona)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Migrazione e crisi dei rifugiati: i deputati reagiscono alle nuove proposte della Commissione

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 settembre 2015

rifugiatiLe nuove proposte di gestione della migrazione, tra cui il ricollocamento di 120.000 richiedenti asilo all’interno dell’UE, in aggiunta alla proposta di maggio di ricollocarne 40.000, un meccanismo di distribuzione permanente per il futuro, un elenco di paesi di origine sicuri al fine di garantire un ritorno rapido per coloro a cui la richiesta di asilo è stata respinta e l’apertura di canali di migrazione legale, sono state illustrate dalla Commissione e discusse in Parlamento questa mattina. I deputati hanno esortato gli Stati membri ad agire e hanno lodato i cittadini dell’Unione europea per l’accoglienza calorosa riservata ai rifugiati. Al dibattito sono intervenuti il ministro lussemburghese del Lavoro, dell’occupazione e della economia sociale e solidale, Nicolas Schmit, il primo vicepresidente della Commissione, Frans Timmermans, l’Alto rappresentante dell’Unione per gli affari esteri, Federica Mogherini e il Commissario per la migrazione Dimitris Avramopoulos, seguiti dagli interventi dei deputati che hanno espresso il punto di vista dei gruppi politici.Durante il dibattito, la maggior parte dei deputati ha espresso parere favorevole sulla proposta di maggio scorso di trasferire i 40.000 richiedenti asilo. La stessa procedura si applicherà per la ricollocazione degli ulteriori 120.000 richiedenti asilo. Sul meccanismo permanente invece, il Parlamento e il Consiglio decideranno su un piano di parità.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’elisir d’Amore nell’originale regia “balneare” di Michieletto trionfa a Bruxelles

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 settembre 2015

Olga Peretyatko (Adina), Aris Argiris (Belcore), Dmitry Korchak (Nemorino), Maria Savastano (Giannetta), Chœurs de la Monnaie/Koor van de Munt

Olga Peretyatko (Adina), Aris Argiris (Belcore), Dmitry Korchak (Nemorino), Maria Savastano (Giannetta), Chœurs de la Monnaie/Koor van de Munt

Bruxelles Cirque Royal, fino al 18 settembre È stato accolto da un’ovazione il debutto ieri sera, martedì 8 ottobre, a Bruxelles, quale titolo inaugurale della Stagione 2015/2016 del Théâtre Royale de La Monnaie, dell’Elisir d’amore di Donizetti firmata dal regista Damiano Michieletto, ambientata in uno stabilimento balneare.
Lo spettacolo, già presentato a Valencia, Palermo e Madrid, è stato completamente ripensato dal regista veneto che – sempre in collaborazione con lo scenografo Paolo Fantin, la costumista Silvia Aymonino e il light designer Alessandro Carletti – l’ha riadattato allo spazio circolare del Cirque Royal di Bruxelles, dove è andato in scena ieri poiché La Monnaie è attualmente chiusa per lavori di ristrutturazione. Grande successo anche per tutto il cast, in particolare per Olga Peretyatko e Dimitri Korchak che hanno dato vita a due vitalissimi Adina e Nemorino, a loro agio tra costumi da bagno, lettini, docce e creme solari.
Per questo suo progetto Michieletto ha cercato “un luogo che rendesse ’esplosive’ le relazioni tra i personaggi e al

Dmitry Korchak (Nemorino), Olga Peretyatko (Adina)

Dmitry Korchak (Nemorino), Olga Peretyatko (Adina)

Dmitry Korchak (Nemorino), Maria Savastano (Giannetta), Olga Peretyatko (Adina), Chœurs de la Monnaie/Koor van de Munt

Dmitry Korchak (Nemorino), Maria Savastano (Giannetta), Olga Peretyatko (Adina), Chœurs de la Monnaie/Koor van de Munt

tempo stesso eliminasse i toni antiquati con cui spesso viene rappresentata quest’opera donizettiana. Tutta la vicenda è così ambientata su una spiaggia, durante una giornata al mare – sottolinea il regista – Nemorino è un bagnino un po’ sfigato che deve ripulire i cestini, riordinare le sdraio e gonfiare i materassini; ha costantemente nei suoi occhi Adina, la più desiderata della spiaggia, proprietaria di un chiosco che porta il suo nome e nel quale lavora Giannetta. Belcore invece è un marinaio sbruffone che cerca di conquistare quante più ragazze può nel minor tempo possibile. E poi c’è Dulcamara, per il quale mi sono ispirato a un personaggio che ho realmente incontrato: un venditore da spiaggia che con i suoi abbronzanti antirughe e anticellulite, approfitta delle paranoie da ’prova-costume’ dei bagnanti. Ma è anche un personaggio con un ‘lato oscuro’, celato dietro la vendita del suo celebre ‘Energy drink’”.(foto elisir d’amore)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Acido ialuronico di ultima generazione

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 settembre 2015

Abano Terme. abano termeIl Center for Devices and Radiological Health (CDRH) dell’FDA ha approvato la domanda di commercializzazione per Hymovis di Fidia Farmaceutici, per la terapia intra-articolare dell’artrosi a base di acido ialuronico, ingegnerizzato in funzione della maggiore permanenza in articolazione. Lo rende noto l’azienda, che è leader a livello mondiale nella ricerca, sviluppo e produzione di prodotti a base di acido ialuronico.Il via libera dell’ente regolatorio statunitense consentirà a Fidia Farmaceutici di acquisire un’ulteriore quota nel più importante e innovativo mercato farmaceutico mondiale, che conta un giro d’affari di circa 1 miliardo e duecento mila dollari nel settore della viscosupplementazione, pari al 68% di quello globale (che ammonta a circa 1,7 miliardi).“L’approvazione FDA di Hymovis rappresenta per noi un grande successo non solo in termini di ampliamento e consolidamento della presenza del Gruppo negli Stati Uniti, dove operiamo con Fidia Pharma USA, ma soprattutto come riconoscimento a livello internazionale della qualità della ricerca e dei prodotti ‘made in Italy’ a marchio Fidia” afferma Giorgio Foresti, CEO dell’azienda basata ad Abano Terme (Padova). “In vista della crescente internazionalizzazione di Fidia Farmaceutici – prosegue Foresti – esistono tutte le premesse per nuovi progetti di business anche oltreoceano, che ci consentiranno di ‘esportare’ in tutto il mondo ricerca e know-how tecnologico e biotecnologico proprie della nostra holding P&R, affermando al contempo, a livello internazionale, l’eccellenza Italiana di Fidia nel campo dell’acido ialuronico e dei trattamenti in ambito osteoarticolare”.
La terapia intra-articolare dell’artrosi con acido ialuronico, Hymovis, nato con il solo scopo di diminuire la sintomatologia dolorosa, si è poi dimostrato efficace sia a livello terapeutico sia a livello preventivo grazie alle sue spiccate proprietà viscoelastiche espresse in una particolare struttura chimica a reticolo mobile che sfrutta la tecnologia MO.RE.® sviluppata da Fidia Farmaceutici. Grazie a questa tecnologia la molecola recupera la sua struttura originaria anche dopo ripetuti stress meccanici permanendo nell’articolazione fino a 28 giorni.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Oltre la paura. Cultura del dialogo, cittadinanza attiva, economia civile”

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 settembre 2015

loppianoLoppiano (Fi) 25 e 26 settembre 2015. Il programma del convegno tratterà argomenti quali l’immigrazione e mobilità strutturale, crescita economica e cittadinanza attiva, dialogo con l’Islam, idea di persona e umanesimo del XXI° secolo: questioni cruciali dell’attualità nazionale e internazionale che la sesta edizione di LoppianoLab – “Oltre la paura. Cultura del dialogo, cittadinanza attiva, economia civile” – individua come macro aree tematiche attorno alle quali dibatteranno esperti, politici, personalità della cultura e dell’economia assieme alla società civile.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Arte contemporanea: Frieze Art Fair

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 settembre 2015

natanielChelsea, Notting Hill, Camden, Islington e Hackney – che per i giorni della Frieze Art vengono trasformati in vere e proprie gallerie d’arte grazie all’evento “SOGGIORNI D’ARTE: 9 ARTISTI IN 9 SALOTTI” (14 al 18 ottobre 2015), rivolto a turisti appassionati d’arte e curiosi di vivere un’esperienza esclusiva. Infatti questi nove appartamenti accoglieranno le opere di nove giovani artisti contemporanei, per la maggior parte italiani, trasformandosi in estemporanee gallerie d’arte, grazie al concept di LAURA BERTOLLO, imprenditrice italiana da quindici anni a Londra e titolare di NUMERO TRE DISCOVER, società intermediazione immobiliare che opera prevalentemente sul mercato italiano proponendo l’acquisto e la gestione di immobili nella capitale britannica.
Sono 250 mila gli italiani che risiedono stabilmente a Londra e oltre 500 mila quelli che vivono in Gran Bretagna. Tra loro, moltissimi sono i giovani artisti affascinati dall’effervescente e multietnico clima culturale londinese chi in cerca di ispirazione, chi in cerca di occasioni per esporre le proprie opere.
Tra gli eventi più attesi per l’arte contemporanea, Frieze Art Fair, una delle più importanti fiere d’arte contemporanea che si svolgerà quest’anno a Londra dal 14 al 17 ottobre e che ogni anno, sullo sfondo del meraviglioso scenario di Regent’s Park, attira oltre 170 delle più interessanti gallerie di arte contemporanea al mondo e oltre 60.000 visitatori.Un’occasione questa, per visitare Londra alloggiando in nove appartamenti (londinesi) dislocati nelle zone più chic e trendy della città –
Gli ospiti che soggiorneranno in questi appartamenti dal 14 al 18 ottobre prossimo potranno così godere in esclusiva salottile opere di questi giovani artisti nella dimensione della quotidianità e viverle dal mattino alla sera, e avranno inoltre l’occasione di visitare Londra nel mese di ottobre, in concomitanza con altri importanti eventi, quali la Rugby World Cup 2015, con 48 match che si terranno dal 4 settembre al 17 ottobre 2015 in diversi stadi dell’Inghilterra (la finale nel celebre Twickenham Stadium); oppure la mostra (fotografica allestita alla Getty Images Gallery dedicata ad Elisabeth Taylor, che inaugura appunto nel mese di ottobre) dell’artista cinese Ai Weiwei (Royal Academy of Arts), o quelle fotografiche dedicate a Audrey Hepburn (National Portrait Gallery).
E ancora un’occasione per scoprire, durante “SOGGIORNI D’ARTE”, una Londra insolita e segreta. Sabato 17 ottobre evento nell’evento: gli ospiti dei nove appartamenti parteciperanno ad una visita guidata di tutti gli appartamenti-gallerie. Nove taxi appositamente predisposti condurranno gli ospiti di casa in casa – anzi di “galleria in galleria” – portandoli a spasso per Londra e creando una serata di incontro con gli artisti e con le loro opere.La serata sarà arricchita da raffinati buffet e musica grazie alle splendide voci delle cantanti Barbara Reggio (Jazz) e Arianna Miolo (Pop Soul).In questo evento il talento italiano nell’arte contemporanea, nella musica, nella ristorazione e nell’accoglienza si sposa con l’effervescente magia della Capitale Britannica, ricca di suggestioni e di eventi di avanguardia.Per cinque giorni questi spazi abitativi diventeranno “spazi d’arte” nei quali soggiornare grazie alle opere dei nove giovani artisti: HILDE BLOCH, ENRICA CASENTINI, LIDIA CRISAFULLI, PIETRO DENTE, ANNA LAURINI, NATHANIEL MOIANE, MASSIMO CHIOCCIA e OLGA TSARKOVA, VALENTINA SCHIVARDI, CLAUDIA VANNI.
Le opere selezionate sono espressione delle più moderne correnti artistiche contemporanee: dalla pittura, al multimaterico, alla fotografia, alle tavole di ceramica decorata. (foto: nataniel, anna laurin, salotti)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parte il programma europeo Forecee: un test unico per tutti i tumori femminili

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 settembre 2015

tumore al senoForecee è il più ampio studio per la prevenzione dei tumori femminili realizzato in Europa, e l’Istituto Europeo di Oncologia di Milano (Ieo) è l’unico centro italiano a partecipare al programma, che con un semplice Pap-test svelerà alle donne il rischio individuale di sviluppare uno dei quattro tumori femminili più frequenti (seno, ovaio, collo dell’utero, endometrio). Forecee, finanziato dalla Commissione Europea con il contributo della Onlus inglese Eve Appeal per un totale di 8,9 milioni di euro, è coordinato da University College London (Ucl), raggruppa 14 partner in Europa fra cui il Karolinska Institutet di Stoccolma e il tedesco Max Planck Institut, mentre l’Istituto europeo di oncologia è l’unico partecipante per Italia e Sud Europa. L’idea innovativa di Forecee è cercare indicatori di rischio per tutti e quattro i tumori analizzando le cellule prelevate con il Pap-test con esami che permetteranno, fra l’altro, di valutare la presenza di mutazioni genetiche predisponenti, rendendo possibile una diagnosi precoce. Ma Forecee non si ferma al rischio genico: il programma prevede una valutazione integrata di tutti i fattori di rischio conosciuti con il test Wid, Women’s cancer risk IDentification, un nuovo esame capace di indicare a ogni donna la probabilità di sviluppare uno dei quattro tumori nei 5 o 10 anni successivi. «Predire il rischio di neoplasia è tra gli argomenti più pressanti di salute pubblica» afferma Nicoletta Colombo, direttore del Programma di ginecologia oncologica allo IEO e investigatore principale dello studio Forecee in Italia. «L’Istituto Europeo di Oncologia è sempre stato all’avanguardia nello sviluppo di test che possano aiutare le donne a riconoscere il proprio rischio individuale di tumore» aggiunge Fedro Peccatori, direttore dell’Unità fertilità e procreazione allo IEO e coinvestigatore dello studio Forecee, sottolineando che lo studio del genoma permette già di valutare la risposta individuale alle terapie antitumorali. «Nell’attuale scenario di una medicina sempre più tecnologica, il punto di partenza deve rimanere la persona, e il medico deve essere in grado di mediare in modo semplice ed efficace l’innovazione che deriva dal progresso scientifico» concludono i ricercatori.(Fonte doctor33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Il Cortile di Francesco”

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 settembre 2015

assisi1Assisi Dal 23 al 27 settembre conferenze e workshop con Bauman, Toscani, Rodotà, Calatrava, Cacciari e Strada. L’evento verrà presentato dal Cardinale Gianfranco Ravasi, Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura, il 14 settembre alle 11.30 nella sala stampa della Santa Sede a Roma. L’ultima edizione fu aperta dal colloquio dall’allora Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, e il Cardinale Ravasi. “Al centro dell’evento – ha osservato il Cardinale Ravasi – dominerà la parola umanità nel suo duplice valore. Da un lato, essa ci ricorda che noi tutti siamo figli di Adamo, quindi membri della stessa famiglia, legati da una comune fraternità tra noi e con la terra che ci ospita e ci nutre. D’altro lato, “umanità” in senso metaforico significa carità, misericordia, compassione, tenerezza, virtù che dobbiamo far brillare di nuovo per convivere in serenità, l’uno accanto all’altro”.
“Ad Assisi, nel ‘Cortile di Francesco’, – ha dichiarato padre Enzo Fortunato, direttore della Sala Stampa del Sacro Convento di Assisi – possiamo ritrovare l’armonia nella diversità. Francesco ha voluto a tutti i costi incontrare l’altro, chiunque esso sia. E’ con questo spirito che ci prepariamo ad accogliere i tanti differenti orizzonti “.
L’ingresso a tutti gli eventi è gratuito. E’ possibile anche prenotarsi on-line tramite il sito http://www.sanfrancesco.org nella sezione “Il Cortile di Francesco” dove si potranno anche reperire le informazioni e il programma completo dell’evento. Sono comunque a disposizione posti non prenotabili, liberi fino ad esaurimento. L’evento realizzato dal Pontificio Consiglio per la Cultura, dal Sacro Convento di Assisi con le Famiglie Francescane, dalla CEU e dall’Associazione Oicos Riflessioni in collaborazione con Diocesi di Assisi, Comune di Assisi e ufficio scolastico regionale per l’Umbria si inserisce all’interno del progetto “Il Cortile dei Gentili”. La manifestazione si avvale del contributo di Ferrovie dello Stato Italiane, Enel e Bluecapital Corp.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Spettacolo: E’ senza meno di più

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 settembre 2015

falconifalconi1Roma sabato 12 settembre ’15 alle ore 21,00 nella splendida cornice della terrazza del Palazzo dei Congressi all’Eur, Piazza J.F. Kennedy 1, all’interno della seconda edizione della rassegna “LA TERRAZZA DELLE ARTI” andrà in scena un esilarante spettacolo dal titolo “E’ SENZA MENO DI PIU’” scritto e diretto da Enrico Maria Falconi.
A seguito di una storia d’amore finita, Luigi decide di diventare frate missionario in Africa, mentre la sua ex riesce nel frattempo a trovare un nuovo amore. Ma quando torna a Roma gli amici, pur di non dargli l’ennesima delusione, preferiscono non raccontargli che la donna sta per sposarsi: gli fanno credere che non ha più trovato nessuno e che quindi ci sono ancora speranze per il loro sentimento. Da qui un susseguirsi di bugie a cui partecipa la stessa ex fidanzata di Luigi e da cui riemerge, a poco a poco, un passato mai esaurito. Una storia in cui, come nella vita, la menzogna nasconde sempre una sottile verità. In scena Enrico Maria Falconi nel ruolo di Luigi, Claudia Crostella è Maria, Laura Monaco è Marinella, Valerio Colla Marcello, Diana Zagarella è Francesca, Ombretta Vitelli Mamoska, Claudia Mordanini è Laura, Francesco Giordano è Antonio, Patrizio De Paolis è Nicola, Simone Luciani Augusto, Riccardo Benedetti nel ruolo di Fra’ Filippo.Scritto e diretto da Enrico Maria Falconi, l’aiuto regia è Maria Chiara Trabberi, i costumi sono di Simone Luciani. Luci e fonica di Jessica Brancaccio. Lo spettacolo è stato prodotto dalla Blue in the Face.
Questa seconda edizione della rassegna “LA TERRAZZA DELLE ARTI” nasce dalla collaborazione fra Spazio Novecento e il Room 26, la programmazione artistica è stata curata da Alberto Tordi e da Carola Assumma.
Alla luce del grande successo dello scorso anno quest’edizione si fregia del particolare endorsment del IX Municipio e della SIAE, essendo infatti stata inserita tra le poche manifestazioni d’eccellenza oggetto del protocollo d’intesa “La Bella Estate”. (foto: falconi)

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Montessori di Percorsi per Crescere

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 settembre 2015

calcinateVarese. Si comincia il 19 settembre con un corso per grandi e piccini dedicato all’argilla, mentre venerdì 25 si terrà una serata gratuita dal titolo “Il bambino non è un elettrodomestico”. Gli eventi, aperti a tutti, si svolgono nella sede di via Maggiora a Calcinate del Pesce (Varese).Sta per cominciare un anno ricco di iniziativa, scolastiche ed extrascolastiche, alla scuola Montessori di Percorsi per Crescere di Calcinate del Pesce (Varese), che ha messo a punto un calendario ricco di incontri con specialisti e di corsi aperti anche a chi non frequenta la scuola. «Il nostro obiettivo è proporre delle occasioni per migliorare l’approccio educativo dei bambini – afferma Maria Angela Ferioli, presidente della Cooperativa Percorsi per Crescere che gestisce la scuola di Varese -. Anche quest’anno, come già in passato, abbiamo quindi previsto dei momenti in cui la scuola si apre al pubblico. In programma abbiamo dei laboratori per imparare giocando e degli appuntamenti serali con esperti, che affronteranno diversi aspetti interessanti nell’educazione di un figlio».
Da settembre a maggio nella sede della scuola di via Maggiora a Calcinate del Pesce si parlerà quindi di educazione, libertà, sviluppo del linguaggio, ma anche temi pratici come alimentazione e abbigliamento. Alcuni incontri sono dedicati poi al metodo Montessori, per spiegare l’originale approccio educativo di cui troppo spesso si parla in modo non corretto.Il sabato mattina si svolgeranno i laboratori dedicati ai bambini e alle loro famiglie, per trascorrere del tempo insieme per imparare divertendosi, ad esempio con il corso dedicato alla realizzazione di video, all’invenzione di storie o alla preparazione di piatti da gustare insieme.Si comincia con i laboratori del sabato mattina il 19 settembre con il primo dei 4 incontri “La scoperta dell’argilla”, per progettare, disegnare e realizzare piccole opere d’arte, come vasi o bassorilievi. Insieme con Greta Andreoli (Università di Belle arti di Brera), per 4 sabati di fila (il 19, il 26 settembre, il 3 e il 10 ottobre) dalle 10 alle 12.30 si lavorerà quindi con l’argilla Il costo è di 100 euro per ogni coppia accompagnatore-bambino e la quota comprende anche i materiali utilizzati.Per quanto riguarda gli incontri serali, a ingresso gratuito con prenotazione, si parte venerdì 25 settembre alle 20.30 con “Il bambino non è un elettrodomestico” con la psicologa Giuliana Mieli, da oltre 20 anni consulente ospedaliera. «I bambini non hanno un libretto d’istruzione, non si può impostare il programma come si fa con un elettrodomestico e lasciarli alla crescita naturale: vanno seguiti giorno per giorno, con attenzione continua e disponibilità al cambiamento» spiega Ferioli. (foto: calcinate)

Posted in Cronaca/News, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scott Beardsley, nuovo Dean della Darden School of Business

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 settembre 2015

Scott BeardsleyDopo una carriera di 26 anni in McKinsey & Company, prestigiosa società internazionale di consulenza, Scott Beardsley è stato nominato Dean della University of Virginia Darden School of Business.In McKinsey, era responsabile dell’apprendimento e dello sviluppo della leadership e si è investito nella ricerca su temi quali le tendenze della tecnologia, l’economia della conoscenza, la regolamentazione, la produttività informatica, la trasformazione delle prestazioni e la banda larga. Attraverso la sua ricerca sul mondo degli affari nella società, ha aiutato McKinsey a incubare la “McKinsey Climate Change Special Initiative”, che si occupava di questioni quali la riduzione dele emissioni di carbonio e la sostenibilità.
Darden vanta il migliore corpo docente MBA del mondo. La scuola, che basa la sua pedagogia su case studies, ha recentemente aggiornato il suo curriculum, aggiungendo un corso esperienziale e una seduta settimanale guidata dai docenti su temi di attualità. Il nuovo corso, “Innovation, Design and Entrepreneurship In Action” (IDEA) (Innovazione, design e imprenditorialità in azione), permetterà a gruppi di studenti di lavorare su challenge sponsorizzati da aziende, agenzie governative o organizzazioni no-profit durante l’ultimo quarto del loro primo anno di MBA.”Sono onorato di avere questa opportunità”, spiega Beardsley. “Credo profondamente nei valori della Darden School of Business e nella sua missione: migliorare il mondo attraverso la formazione di leader responsabili e contribuire all’avanzamento della conoscenza. Sono molto entusiasta di far parte della grande famiglia dell’Università della Virginia, con il suo impegno Jeffersoniano per l’eccellenza. Non vedo l’ora di lavorare con il corpo docente di altissimo livello, il personale, gli studenti e gli ex allievi per plasmare una visione per il futuro e far sì che il mondo sia a conoscenza del livello dell’MBA di Darden, dei programmi di executive education e i Ph.D, personalizzati per ogni studente e dispensati dal migliore corpo docente del mondo”.
Beardsley entra in McKinsey & Co. nel 1989, è eletto socio nel 1995 e senior partner 4,5 anni più tardi – tra i più veloci a ricevere la carica di senior partner. Ha trascorso 24 anni in McKinsey in Belgio, dove ha insegnato nel programma MBA della Business School belga Institut d’Administration et de Gestion. Prima di occuparsi dello sviluppo del talento di oltre 12.000 professionisti in McKinsey, Beardsley ha gestito il dipartimento di strategia della società. Conformemente al modello di governance condivisa e partenariati stretti di McKinsey, Beardsley ha co-gestito per anni i comitati che eleggono partner e senior partner. Esperto di strategia globale e di regolamentazione, Beardsley ha lavorato per clienti leader nelle telecomunicazioni, tecnologia, servizi pubblici, ONG e servizi professionali. Attraverso la sua esperienza mondiale (Medio Oriente, Africa, Asia, Europa, America Latina e Stati Uniti), ha una comprovata esperienza nei settori dell’imprenditorialità e dell’innovazione.(Foto:Scott Beardsley)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Carreras: una vita in musica

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 settembre 2015

carrerasMatera. Il 13 settembre 2015 alle ore 21, a Matera il concerto-evento di José Carreras. José Carreras, una delle leggende della lirica mondiale, si esibirà a Matera, Capitale Europea della Cultura 2019, per un concerto-evento con la partecipazione del soprano Antonella Rondinone, il clarinettista Rocco Debernardis, l’Orchestra “Saverio Mercadante” diretta da Roberto Molinelli e la regia con guida all’ascolto di Michele Mirabella. Dopo il successo di “Il giudice”, opera di Kolonovits che ha segnato nel 2014 il suo ritorno alle scene dopo un’assenza di quasi otto anni, José Carreras inaugura con il concerto lucano un tour mondiale. “È fantastico potermi esibire in una città che sarà la capitale europea della cultura nel 2019 – ha commentato il tenore – Non è un segreto quanto io ami l’Italia dal profondo del cuore: l’ho sempre amata”. Il concerto sarà un omaggio alla belle époque, al Mediterraneo e alla passionalità italiana. “Questo è un ritorno alle mie radici mediterranee. Sono brani che mi hanno sempre commosso e che mi entusiasmano ogni volta che li ascolto. Passione ed emozione sono sentimenti che ho sempre cercato di esprimere cantando”.
L’evento, con la direzione artistica di Rocco Debernardis, si inserisce nell’ambito del programma di sviluppo di Matera e del Mezzogiorno intero, in seguito alla designazione della Città dei Sassi a Capitale Europea della Cultura per il 2019. Le realtà economiche presenti sul territorio potranno partecipare all’evento sostenendone la realizzazione. Sarà espressione della “responsabilità sociale” delle realtà locali nei confronti del proprio territorio.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Musica in giardino

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 settembre 2015

orchestra a plettroComo domenica 13 settembre alle 16.30 presso il giardino dell’Hospice San Martino di Como, nell’omonimo parco di Via Castelnuovo, il concerto con l’Orchestra a Plettro “Flora 1892” di Como diretta da Matteo Castelli. Un pomeriggio di intrattenimento rivolto non solo a pazienti, familiari e operatori ma a tutti i cittadini per un lieto momento di condivisione che ben rappresenta la filosofia dell’Hospice.
Il concerto è organizzato in collaborazione con l’Associazione Accanto Onlus – Amici dell’Hospice San Martino di Como, un’associazione di volontariato che offre, attraverso le cure palliative domiciliari, servizi di assistenza medica, psicologica e sociale ai malati terminali e ai loro famigliari. Durante il concerto verranno eseguiti “Momento musicale” di Emanuele Mandelli, “Sonata in fa maggiore” di Carlo Cecere, “Mistica” di Arrigo Cappelletti, “Largo” di Giuseppe Mulè (arr. U. Zeppi), “Green tango” di Davide Riva e il “Preludio atto primo” dall’opera La Traviata di Giuseppe Verdi.L’evento è organizzato con il patrocinio di Comune di Como e ASL Como.Ingresso libero e gratuito.
In caso di maltempo l’evento si svolgerà presso l’Associazione Carducci di Como.
L’Associazione Accanto Onlus – Amici dell’Hospice San Martino di Como è un’associazione di volontariato che offre, attraverso le cure palliative domiciliari, servizi di assistenza medica, psicologica e sociale ai malati terminali e ai loro famigliari, e supporta con i suoi volontari l’Hospice San Martino, struttura di degenza presente sul territorio comasco dal 2004 che accoglie fino a dieci ospiti in fase avanzata della malattia. Nata nel dicembre 2005 per volontà di famigliari, volontari e operatori direttamente interessati o coinvolti nell’esperienza di accompagnamento ai malati con patologie non guaribili, l’Associazione Accanto promuove iniziative e attività di cura, formazione e sensibilizzazione che hanno per oggetto i bisogni e le problematiche di malati oncologici, con AIDS o altre malattie non guaribili. L’Associazione organizza inoltre incontri di gruppo con l’assistenza di uno psicologo, per l’elaborazione del lutto, destinati a persone che abbiano perduto un loro caro.(orchestra a plettro)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

ACS-Aiuto alla Chiesa che Soffre relativo all’attuale situazione ad Aleppo

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 settembre 2015

aleppo«Ai miei fedeli non mi stanco mai di dire: “Rimanete. Abbiamo Bisogno di voi!”. Perché se i cristiani lasciano la Siria per questo paese non c’è più alcuna speranza». Al telefono con Aiuto alla Chiesa che Soffre da Aleppo, monsignor Denys Antoine Chahda esprime preoccupazione per il massiccio esodo di cristiani dalla città.L’arcivescovo siro-cattolico di Aleppo riferisce come negli ultimi giorni un numero crescente di fedeli abbia richiesto il proprio certificato di battesimo al fine di poter emigrare. Per il presule tale aumento è legato alla grande accoglienza ricevuta dai siriani nei paesi europei. «Dopo quattro anni e migliaia di vite spezzate l’Europa apre le sue porte ai siriani – afferma – ma nessuno ci ha mai dato una ragione per restare in Siria».Monsignor Chahda descrive la tragica situazione di Aleppo, dove da diverse settimane la fornitura idrica e quella dell’energia elettrica sono state interrotte. «È davvero difficile resistere Denys Antoine Chahdasenz’acqua ed elettricità per 24 ore al giorno, mentre le bombe continuano a cadere sulla città e uccidono persone innocenti. Sono ormai più di quattro anni che viviamo questo stesso calvario. La fine della guerra è l’unica salvezza in cui possiamo sperare».I bombardamenti non hanno risparmiato la cattedrale, né l’arcivescovado siro-cattolico. Monsignor Chahda, racconta ad ACS che più della metà della comunità siro-cattolica di Aleppo – che prima del 2011 contava circa 10mila fedeli – ha abbandonato la città, mentre chi è rimasto si sta preparando a partire. «E come la nostra, anche le altre Chiese cristiane assistono impotenti a questa emorragia di fedeli».Il presule si rivolge dunque alla comunità internazionale affinché intraprenda azioni atte ad aiutare i siriani nel loro paese. «Stati Uniti e Unione europea devono agire in Siria, perché qui ci sono milioni di persone, fedeli di ogni religione, che hanno il diritto di vivere. Non sono abbastanza quattro anni di guerra? Per quanto ancora saremo costretti a soffrire?».
Dall’inizio della crisi in Siria nel 2011, Aiuto alla Chiesa che Soffre ha donato oltre 8milioni di euro per progetti a sostegno della popolazione siriana. (foto aleppo, Denys Antoine Chahda)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Migranti e costi

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 settembre 2015

fuga migranti“Sembra davvero assurdo che gli Stati europei che non vorranno partecipare alla suddivisione delle quote dei migranti possano essere penalizzati con una multa pari a una percentuale del Pil. È assurdo perché l’Unione Europea si è accorta soltanto ora, in assoluto ritardo, della gravissima situazione che da anni l’Italia è costretta, da sola, a fronteggiare. Se vale il principio che chi non partecipa paga, dovrebbe valere il principio opposto: chi è intervenuto per prima dovrebbe essere pagato, rifondato e possibilmente beneficiato. Sembra inverosimile che l’orologio della disperazione scocchi dal momento in cui la signora Merkel si accorge della drammaticità di un fenomeno epocale e non da quando effettivamente tale fenomeno è iniziato. La risposta più efficace da dare ai Paesi che non intendono accogliere la loro quota di immigrati è l’immediata abolizione del regolamento di Dublino e non una sanzione economica”. È quanto dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Fabio Rampelli commentando l’ipotesi multa allo studio delle istituzioni europee.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libia:lotta per il potere e per i soldi

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 settembre 2015

libia mercenari«In Libia non c’è scontro tra islamici o liberali, tra Ovest, Est e Sud del paese, ma si lotta per il potere e per i soldi»: è quanto ha detto a Tirana Awad Ibrahim Al-Baraasi, già ministro dell’ultimo governo unitario libico fino al 2013, intervenendo ai lavori dell’Incontro Internazionale «La Pace è sempre possibile» organizzato dalla Comunità di Sant’Egidio nella capitale albanese. «La pace – ha continuato Al- Baraasi – è compito patriottico che deve essere condotto unitariamente dai libici includendo tutti i soggetti politici».
Gli anni di Gheddafi, secondo Al-Baraasi, hanno distrutto le istituzioni dello Stato per come erano disegnate dalla Costituzione del 1963, ed hanno favorito la corruzione. Al crollo del dittatore i libici si sono trovati senza istituzioni, abbandonati dalla comunità internazionale, e vittime di una mentalità predatoria.Per questo, ha continuato Al-Baraasi, «l’ostacolo alla pace sono coloro che approfittano delle lotte intestine perché la pace minaccia i propri interessi».E’ dunque indispensabile «rafforzare le istituzioni e garantire servizi per creare fiducia nelle autorità locali da parte dei cittadini. C’è delusione nei confronti della politica, aiutata anche da media che hanno svolto un ruolo negativo, istigando alla violenza l’opinione pubblica, arrivando persino a citare i nomi delle persone da eliminare». Al-Baraasi ha sottolineato che per la pacificazione è «importante che i libici parlino tra di loro al di là degli steccati; dobbiamo essere coesi e solidali. I libici possono divergere su molti punti ma lo sviluppo unisce tutti. Vogliono edificare un futuro basato sul destino comune di tutti».
«In Libia l’Isis trova spazio nei vuoti di potere. Vanno fermati subito con l’istituzione di Governo di unità nazionale che includa tutti. A Ginevra si fanno passi avanti in questo senso»: è quanto ha detto a Tirana, Sidi Ibrahim Mohamed, già vice ministro libico e rappresentante di Tebu, organizzazione del sud della Libia, intervenendo ai lavori dell’Incontro Internazionale «La Pace è sempre possibile», organizzato dalla Comunità di Sant’Egidio nella capitale albanese. «Gheddafi – ha continuato Sidi Ibrahim Mohamed – ha diviso la Libia in tribù per sgretolare la società sfruttandone le risorse per consolidare il suo potere e la sua popolarità all’estero».
«Il movimento nazionalista contro il colonialimo italiano – ha continuato il leader di “Tebu” – è stata la base della Libia moderna. Questo stato ha gettato le basi di una convivenza pacifica ma il sogno è sparito con l’arrivo di Gheddafi che ha distrutto tutte le istituzioni a partire dal 1977 e la Libia è diventata una dittatura».«Per uscire da questa crisi – ha continuato – dobbiamo avere un dialogo tra libici con il sostegno da parte della comunità internazionale per riuscire a creare istituzioni che non ci sono». «Trascurare la Libia rischia di far crescere i gruppi come Isis e Al-Qaeda, con danno per i libici e per tutti i paesi confinanti. La pace è l’unico argine a tutto questo». «La comunità internazionale non può perdere altre occasioni per salvare la Libia»: è quanto ha detto Tarek Mitri, che prima di Costantino Leon è stato rappresentante speciale e capo della missione ONU in Libia. «La Libia – ha continuato – è un paese delle opportunità perse e la responsabilità è anche della Comunità Internazionale. Avremmo potuto risparmiarci un anno di spargimento di sangue».Riguardo alle trattative in corso a Ginevra ha detto: «La democrazia libica deve essere inclusiva. In passato c’è chi ha tentato di prevalere politicamente e militarmente, ma non può essere questa la strada. Lo abbiamo sperimentato. Non ci sarà una soluzione rapida per la Libia a meno che tutte le parti non accettino che nessuna debba prevalere. Mitri ha anche affermato che «il dialogo è uno strumento prezioso non solo per risolvere ma anche per prevenire i conflitti. Non è una medicina ma una profilassi», ed ha stigmatizzato l’atteggiamento di chi aspetta che i conflitti scoppino per intervenire. «La Comunità Internazionale – Secondo l’uomo politico libanese – ha una responsabilità enorme e un ruolo inevitabile da svolgere perché ha fermato Gheddafi, ha distrutto il suo esercito ma poi ha abbandonato la Libia».«I libici – ha concluso Mitri – hanno bisogno di ben altro, non hanno ricevuto nessun sostegno; solo se tutti investiranno in Libia ci potrà essere un risultato positivo».

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »