Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 24 settembre 2015

Ardh Kumbh Mela: è partito il conto alla rovescia!

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 settembre 2015

Kumbh Mela1Si tratta di un imponente raduno mistico/religioso che si tiene ad Haridwar ogni sei anni, in concomitanza con un particolare allineamento degli astri. Durante questi giorni, decine di milioni di fedeli hindu di ogni età e livello sociale, al seguito dei sadhu, degli asceti e dei santoni, si ritrovano per le abluzioni rituali nelle acque di Mama Ganga, il Gange: secondo i partecipanti al mastodontico pellegrinaggio, un tuffo in queste acque garantisce infatti la purificazione dell’anima, la cancellazione dei peccati e la liberazione dall’eterno ciclo di morte e rinascita che affligge gli esseri viventi.
I fedeli arrivano al Kumbh Mela con qualunque mezzo: in treno, in auto, a cavallo e persino a piedi, portando con sé solo il minimo indispensabile; tutti giungono al luogo del pellegrinaggio pronti a partecipare alle assemblee e alle discussioni religiose, a intonare i canti devozionali, a donare cibo ai sadhu e ai più poveri, alla ricerca della purificazione e della salvezza dell’anima.
Per diversi giorni una moltitudine di esseri umani si sposta, si lava, dorme, danza, mangia e prega gomito a gomito con migliaia di altre persone: come cellule di un unico corpo, ogni individuo è collegato all’altro, in un flusso umano in perenne movimento.Nessuna delle pur potentissime immagini che avete avuto la possibilità di vedere fino ad oggi saprà mai raccontare davvero cos’è il Kumbh Mela: i sadhu coperti di cenere bianca, avvolti in piccole strisce di tessuto o completamente nudi, con i capelli intrecciati in grandi dreadlocks, i sari colorati delle donne dalle caviglie tintinnanti, i capelli rossi di hennè di alcuni anziani, il marrone polveroso dell’acqua del Gange e l’arancio intenso dei fiori donati agli dei sono solo immagini, tasselli minuti di un enorme, brulicante, vivace mosaico umano. Ma per carpire l’essenza di questo pellegrinaggio, per capire il misticismo di questo Paese, per conoscere davvero questa culturaKumbh Mela millenaria, è necessario respirarne l’aria, sentirne i suoni o, per parafrasare Pasolini, annusarne l’odore. L’inconfondibile odore dell’India.
Secondo la teologia induista, l’origine di questa festività deriva da un episodio narrato in uno dei purana più popolari, il Bhagavata Purana. La storia narra che i Deva avevano perso la loro forza a causa della maledizione del saggio Durväsä Muni e, volendo riconquistarla, domandarono aiuto a Brahma e Shiva. Questi ultimi suggerirono di rivolgersi a Vishnu, che disse loro di agitare gli oceani per ottenere l’amrita, l’acqua della vita eterna. Per fare questo i deva avrebbero dovuto trovare un accordo con i loro acerrimi nemici, gli asura, con la promessa di condividere i benefici risultanti. Gli asura accettarono il compromesso, ma quando l’urna (khumba) contenente l’amrita apparve, le due fazioni ingaggiarono una durissima lotta che durò dodici giorni e dodici notti, equivalenti a dodici anni umani. Durante la battaglia Vishnu vol&ograv e; via con l’urna di amrita, ma alcune gocce caddero sulla terra, ad Allahabad (Prayag), Haridwar, Ujjain e Nashik, esattamente nei luoghi dove oggi si svolgono rispettivamente ogni 3, 6 o 12 anni il Purna Kumbh Mela,l’Ardh Kumbh Mela e il Maha Kumbh Mela. Kel 12 propone 8 itinerari diversi, che convergono ad Haridwar durante i giorni del Kumbh Mela (foto: Kumbh Mela)

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Miami-Dade County Residential Sales Rise in August

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 settembre 2015

miamiMiami-Dade County residential sales rose nearly three percent year-over-year in August while median sales prices for single-family and condominium properties continued their upward trend, according to a new report by the 38,000-member MIAMI Association of REALTORS® (MIAMI) and Multiple Listing Service (MLS) system.Total existing Miami-Dade County residential sales, including single-family and condo markets, rose 2.9 percent to 2,479 last month compared to 2,409 a year ago. Single-family home transactions decreased a negligible 1.0 percent year-over-year in August 2015, from 1,157 to 1,145. Existing condominium sales increased 6.5 percent, from 1,252 to 1,334.“After several record-breaking months of sales, Miami real estate continued its positive momentum in August,” said Christopher Zoller, a 27-year Miami-based Realtor and the 2015 Residential President of MIAMI. “Single-family transactions, which only declined one percent in August, remain on pace to finish as one of the top sales years on record in Miami history. And despite continued competition from South Florida’s strong pre-construction market, existing condos registered 6.5 percent sales growth year-over-year.”Today’s mortgage rates, which remain at historically-low levels, continue to encourage more home-buying activity. According to Freddie Mac, the interest rate for a 30-year fixed-rate mortgage averaged 3.91 percent in August 2015, down from the 4.12 percent average recorded during the same month a year earlier.Despite the rise in sales of existing Miami-Dade County condominiums in August, access to mortgage loans for existing condominium buyers remains limited.The lack of Federal Housing Administration loans for a large number of existing Miami condominium buildings is preventing further market strengthening. Of the 8,523 condominium buildings in Miami-Dade and Broward Counties, only 29 are approved for FHA loans, according to statistics released earlier this year from the Florida Department of Business and Professional Regulation and FHA. Just .0034 percent of local condo buildings are approved for FHA loans. The U.S. average is 30 percent.“The MIAMI Association of REALTORS continues to work on ways and programs to increase the number of local condo buildings that are approved for FHA loans,” said Danielle Blake, MIAMI’s Senior Vice President of Government Affairs & Housing.Like other places around the nation, the South Florida region has benefited from the return of portfolio lending. With the rise in national and local median prices, many lenders have opted to hold the loans they originate rather than selling them.
Single-family home prices, which again increased in August, remain at 2004 levels despite four years of consistent year-over-year increases. Condo prices also increased in August 2015, marking growth in 50 of the last 51 months. The median sales price for single-family homes rose 4.2 percent, up to $260,500 in August 2015 from $250,000 in August 2014. The median sales price for condominiums increased 12.1 percent in August to $204,000 from $182,000 a year ago.Despite the increase in median prices, Miami’s residential properties are still a bargain in the world market. A 120-square meter condo in Miami-Fort Lauderdale-Miami Beach cost $149,900 on average, according to the National Association of Realtors 2015 Profile of Home Buying Activity of International Clients. The price for the same condo in London ($960,840), Hong Kong ($776,280), and New York ($1.6 million) were at least five times higher, according to NAR.
Miami properties continue to sell close to asking price, reflecting strong consumer demand. The median number of days on the market for Miami single-family homes dropped 19.1 percent to 38 days in August 2015 from 47 days in August 2014. The average percent of original list price received was 96.1 percent, an increase of 0.7 percent from a year earlier.The median number of days on the market for condominiums sold in August 2015 was 64 days, a 20.8 percent increase from 53 days in August 2014. The average percent of original list price received was 93.2 percent, a 1.6 percent year-over-year decrease.Nationally, sales of existing single-family homes, townhomes, condominiums, and co-ops fell 4.8 percent to a seasonally adjusted annual rate of 5.31 million in August from a slight downward revision of 5.58 million in July, according to the National Association of Realtors (NAR). National sales, however, have risen year–over–year for 11 consecutive months and are 6.2 percent above a year ago (5.00 million).Statewide, closed sales of existing single-family homes totaled 23,605 last month, up 8.6 percent over August 2014, according to Florida Realtors. Florida’s condominium sales jumped to a total of 9,262 transactions, up 4.1 percent compared to August 2014.The national median existing-home price for all housing types in August was $228,700, which is 4.7 percent above August 2014 ($218,400), according to NAR. August’s price increase marks the 42nd consecutive month of year–over–year gains.The statewide median sales price for single-family existing homes last month was $199,900, up 11.1 percent from the previous year, according to Florida Realtors. The statewide median price for townhouse-condo properties was $150,000, up 10.3 percent over the year-ago figure.Miami’s Cash Buyers Represent More than Twice the National Average
Cash deals represented 49.6 percent of Miami’s total closed sales in August 2015. That is more than double the national average as just 22 percent of all U.S. housing sales were made in cash in August, according to NAR. Cash transactions represented 54.4 percent of total Miami deals in August 2014. Miami’s high percentage of cash sales reflects South Florida’s ability to attract a diverse number of international home buyers, who tend to purchase properties in all cash.Condominiums comprise a large portion of Miami’s cash purchases as 63.1 percent of condo closings were made in cash in August compared to 33.8 percent of single-family home sales.Distressed property transactions declined in Miami. Only 25.7 percent of all closed residential sales in Miami were distressed last month, including REO (bank-owned properties) and short sales, compared to 34.3 percent in August 2014.Short sales and REOs accounted for 5.6 percent and 20.1 percent, respectively, of total Miami sales in August. Short sale transactions decreased 39.6 percent year-over-year while REOs decreased 16.4 percent.Nationally, distressed sales were 7 percent of sales in August, down from 8 percent a year ago.Active listings at the end of August increased 2.6 percent year-over-year, from 17,244 to 17,699. Active listings remain about 60 percent below 2008 levels when sales bottomed.August data details a seller’s market for Miami single-family homes as active listings continued to decrease in the sector. The supply of existing condominiums, meanwhile, reflects a balanced market. Inventory of single-family homes decreased 6.4 percent from 6,284 active listings last year to 5,880 last month. Condominium inventory increased 7.8 percent to 11,819 from 10,960 listings during the same period in 2014.At the current sales pace, there is a 5.0-month supply of Miami single-family homes, a decrease of 12.8 percent from 5.7 months in August 2014. There is an 8.7-month supply of condominium inventory, up from 8.0 months in August 2014, an increase of 8.5 percent. A balanced market between buyers and sellers offers between six and nine months supply of inventory.New listings of Miami single-family homes decreased 5.2 percent from 2,140 in August of last year to 2,028 last month. New listings of condominiums decreased 3.3 percent to 2,699 last month, compared to 2,791 during the same time period in 2014.Nationally, total housing inventory at the end of August rose 1.3 percent to 2.29 million existing homes available for sale, but is 1.7 percent lower than a year ago (2.33 million). Unsold inventory is at a 5.2–month supply at the current sales pace, up from 4.9 months in July.Strong sales in the preconstruction condominium Miami market east of Interstate 95 continue to reflect significant demand for new properties, according to the latest New Construction Market Status Report released from the preconstruction condo projects website Cranespotters.com and MIAMI.
Twenty-six towers with 570 floors and 3,098 units have been completed in Miami-Dade County east of I-95 in the four years since 2011, according to the Sept. 14 report. There are 71 towers with 1,515 floors and 8,900 units under construction in Miami east of I-95. About 70 towers with 1,613 floors and 10,771 units are planned, but have not begun development. There are also 66 towers with 1,642 floors and 9,626 units that have been proposed in Miami east of I-95.As of May 2015, developers in Miami-Dade County have announced 215 towers with 5,160 floors and 31,530 units since 2011. Of the above projects:
▪103 projects with 119 towers comprising 17,199 units are selling.
▪71 percent of units have been sold.
▪The mean minimum price per square foot of these units is $949, compared to $952 last month.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Azerbaijan’s biggest oil field profits announced

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 settembre 2015

Azerbaijan16As per an article composed by Khoshbakht Yusifzade, the first VP of the State Oil Company of Azerbaijan (SOCAR), “the volume of oil created from the Azeri-Chirag-aGuneshli oil and gas fields’ in Azerbaijan from November 1997 to Sept.1, 2015, remained at 375.5 million tons.” The article additionally expressed that 205.4 million tons of this volume represented the nation’s total production. As indicated by Yusifzade, more than 85,000 tons of oil and 35 million cubic meters of gas are produced every day. Moreover, in the initial 8 months of the year 2015, 20,900 tons of oil was created at ACG on which 64% was for Azerbaijan’s local use. (Maksim Tsurkov, 2015 – Trend News Agency)Furthermore, according to UKTI (UK Trade and Investment), Azerbaijan represents around $17 billion of bidding opportunities for UK oil and gas companies making it one of the hottest markets for UK based companies who wish to explore investment opportunities internationally. At the legislature division of Azerbaijan market briefing, UKTI also stated that skills developed in the course of recent decades for engineering, project management, and manufacturing would be “pivotal to extracting the country’s considerable hydrocarbon resources”. As one of the world’s most ancient oil countries, Azerbaijan continues to draw upon its energy resources to increase its own economic turnover, done largely by co-operating with industry leading companies.Oliver Kinross Ltd will be host to the 3rd Annual Azerbaijan & Caspian Sea Oil and Gas Week 2015 this month in Baku at the luxurious Four Seasons Hotel on the 28th – 30th of September. Every year the event brings together international exhibitors, 200+ delegates and 25+ top level expert speakers from across the CIS region, providing a platform for government officials, NOCs, IOCs, solution and service providers and many other global oil experts to invest in the abundance of new business opportunities in one of the world’s most exciting markets. The conference presentations focusing on the developments, strategies and opportunities in Azerbaijan and the CIS oil & gas sector will be simultaneously translated between Russian and English.
Fuad M. Ahmadov, Managing Director, Socar, Dr. Michael Hilmer, Vice President of Supply, E.ON, Magsud Mammadov, Director of External Relations, TANAP, Ramin Isayev, General Director, SOCAR, John W. Harkins, President & CEO, Greenfields Petroleum, Will Grace, General Manager, Schlumberger and Zainal Abidin Zainudin, Country Chair, Petronas and many more key decision makers are amongst the top line up of conference speakers at the event.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Innovation with purpose” at the IFC 2015

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 settembre 2015

europa-261011-cDelivering his latest talk on the power of purpose and innovation for the first time in Europe, Dan Pallotta will be giving his powerful, thought-provoking insights at the opening plenary at the International Fundraising Congress in Holland on 20 – 23rd October.Dan is an entrepreneur, author and humanitarian activist who once said that “everything the donating public has been taught about giving is dysfunctional”. His TED Talk was viewed more than 3.6 million times and is one of the 100 most-viewed TED Talks of all time. In his fantastic new talk, he challenges us to think about and question what it really takes to innovate – the kinds of questions that can change entire organisations.Dan delivered the closing plenary at IFC 4 years ago to a standing ovation. As he turns to this poignant subject he says: “We’re asked to innovate without really addressing the purpose of the innovation at the outset. Is its purpose only to obey what the cutting-edge business books say we should be doing?” “I wanted to take a counter-cultural look at the subject. The talk addresses themes and questions around great innovation coming from great purpose, frustration being the fuel for innovation, the power of an idea whose time has come over an idea whose time has been forced, the role of patience and presence in innovation, the power of commitment and if you’re not taking risks, the risks will take you.”According to Kyla Shawyer, chief executive of the Resource Alliance, the many challenges facing charities today are clear and innovation is an integral part of not just surviving but thriving.“To innovate is to future proof your organisation. No matter what sector you are in, innovation is an essential part of your organisation. Challenging the status quo and endeavouring to create new ways to engage with existing and new supporters is what fosters genuine commitment to your cause and translates to results on the ground.”“An important ingredient of the IFC is sharing experience – innovation can come from the most unexpected places? It’s the perfect platform for interacting with some of the brightest thinkers and passionate change-makers from around the world.”
Pallotta is best known for creating the multi-day charitable event industry, and a new generation of philanthropists with the AIDS Rides and Breast Cancer 3-Day events, which raised $582 million in nine years. Dan is the founder and Chief Humanity Officer of Advertising for Humanity, which helps foundations and philanthropists transform the growth potential of their favourite grantees. He is also the founder and President of the Charity Defense Council, a new leadership movement dedicated to transforming the way the donating public thinks about charity and change.
He is the author of Uncharitable – How Restraints on Nonprofits Undermine Their Potential, Charity Case: How the Nonprofit Community Can Stand Up for Itself and Really Change the World, and When Your Moment Comes – a Guide to Fulfilling Your Dreams. The Resource Alliance is also delighted to announce two new plenary guest speakers – Alberto Cairo, head of the International Committee of the Red Cross orthopaedic programme in Afghanistan, whoes work over 22 years, providing rehabilitation for disabled people and victims of the conflict in that country earnt him a Henry Dunant Medal, the highest award of the Red Cross/Red Crescent movement. Also presenting is Mark Horvath, founder of transformative storytelling platform “Invisible People”, which leverages the power of video and the reach of social media to share the unfiltered stories of homeless people in the US. With this spectacular line-up, this year’s IFC 2015 is not one to miss.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Volkswagen annega nel mar morto del pan-germanesimo

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 settembre 2015

VolkswagenAll’origine dei guai della Volkswagen c’è la mentalità tedesca, con quella pretesa pangermanica di “possedere il mondo”, magari cominciando dall’Europa. In un mercato come quella dell’auto, dove vigono le regole concorrenziali del mercato, bisogna escogitare, per ogni nuovo modello posto in circolazione, un “plus” di marketing in grado di attirare l’interesse delle masse di acquirenti; la Volkswagen ha smesso di fare ricerca per migliorare i suoi prodotti, preferendo una più diretta aggressione del mercato con mezzi molto meno leciti. Il vortice della crisi, che scaturisce dall’emersione di trucchi idonei a scavalcare le norme anti-inquinamento, non ferirà minimamente i grandi azionisti , che hanno già lucrato abbastanza, al punto di ritrovarsi al sicuro, colpirà i piccolo risparmiatori dell’ultima ora e, principalmente, i lavoratori che pagheranno con la perdita dei posti di lavoro.
Da qualche mese insisto sull’arroganza tedesca che si nutre di quel pangermanesimo che già, nel secolo scorso, fu la causa prima delle due guerre mondiali; nel secolo in corso assistiamo ad una nuova guerra anomala, senza armi, senza panzer, senza bombardieri, ma con tante banche tedesche schierate all’attacco delle economie europee. Gran parte delle banche tedesche sono, infatrti, in mani pubbliche, tramite tali banche la Germania investe pesantemente nei titoli di Stato delle nazioni prese di mira, lucrando sulle variazioni dello spread; basta fermare la voragine degli acquisti di tali titoli e lo spread si innalza, alimentando gli interessi sugli investimenti. Praticamente si tratta di un esercizio abusivo di controllo diretto sulla politica interna delle varie nazioni europee, che vede il montante degli interessi passivi cambiare da un giorno all’altro, alimentando guadagni parassitari da parte delle banche tedesche.
Ma Berlino opera al contrario con i propri titoli, investendo i guadagni ricavati da tali titoli su titoli tedeschi, mantenendo bassi i tassi di interesse. In questo circuito di dilatazione pangermanica si è inserita la Volkswagen, già ai primissimi posti nel mercato mondiale dell’auto, con un appunto che ha fatto scoprire l’inghippo; la Volkswagen ha pesantemente barato, indicando valori di inquinamento di gran lunga inferiori a quelli effettivamente emessi. Non più concorrenza di mercato, bensì concorrenza sleale, mendace ai limiti della truffa generalizzata.(Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Global Day of Action for the climate

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 settembre 2015

attivisti greenpeace1Greenpeace activists and supporters around the world, from South East Asia to northern Europe, from India to South America, are joining a worldwide day of action on Saturday, to urge their governments to tackle climate change.Their actions, from street theatre to demonstrations, are highlighting the need for the world to phase out fossil fuels and move to 100% renewable energy for all.In some countries, these #ActionsforClimate have already begun. Banksy-style street art appeared overnight in Belgium, naming and shaming the politicians who are refusing to tackle climate change. In Indonesia, activists are holding a renewable energy festival in Jogjakarta province, which is over-shadowed by several coal-fired power plants. http://www.Actionsforclimate.org This is the second Global Day of Action, timed to coincide with the UN summit on the Sustainable Development Goals. Three of the goals directly address the need to combat climate change, conserve the oceans and manage forests in a sustainable way. There will be more #ActionsforClimate on the eve of the Paris climate conference, on November 29th, when Greenpeace will be joined by other environmental groups, united in our demand for action on climate change, with a strong binding agreement setting a long term goal of the phasing out of fossils fuels and the phasing in of 100% renewable energy for all. It’s a goal which Greenpeace has demonstrated is achievable by 2050, given the political will of the world’s leaders.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

San Carlo Napoli: Don Pasquale

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 settembre 2015

Don Pasquale di Donizetti, regia di Roberto De Simone, scene di Nicola Rubertelli, costumi di Zaira De Vincentiis

Don Pasquale di Donizetti, regia di Roberto De Simone, scene di Nicola Rubertelli, costumi di Zaira De Vincentiis

Sabato 26 settembre ore 20.00 (con tre repliche fino al 3 ottobre), torna al Teatro di San Carlo Don Pasquale, dramma buffo in tre atti di Gaetano Donizetti (1797 – 1848), su libretto scritto a quattro mani con Giovanni Ruffini, titolo di chiusura della seconda edizione del San Carlo Opera Festival (11 luglio – 3 ottobre 2015).Rappresentato per la prima volta nel 1843, al Théâtre italien de Paris (Salle Ventadour), ‘opera dicesi composta in otto giorni’, Don Pasquale è definito dallo stesso Donizetti ‘dramma buffo’, un ossimoro che ben descrive il mélange di situazioni tragicomiche, ora amare, ora melanconiche, ora spaccati di vita quotidiana esilaranti, in un’opera tutta giocata su un equilibrio sottile di allegria, mestizia, furbizia, e candido cinismo. L’opera, molto amata ed entrata nel repertorio più rappresentato, è un incalzare continuo di arie note, da Bella siccome un angelo (atto I) a So anch’io la virtù magica (atto I), Ah, son tradito, beffegiato (atto II), È finita, Don Pasquale (atto III), Com’è gentil la notte a mezzo april! (atto III), per citare solo alcuni dei passaggi più noti e suggestivi.Al Teatro di San Carlo andò in scena per la prima volta il 10 agosto del 1850, come rivelano i documenti conservati presso l’Archivio Storico della Fondazione (alleghiamo immagine della pagina manoscritta della cronologia sancarliana curata da Roberto Ciappa, 1800 – 1931).L’allestimento del Lirico di Napoli è quello storico, firmato da Roberto De Simone, applaudito al San Carlo lo scorso 16 settembre per la prima assoluta di Stabat Mater– in questa programmazione ripreso da Ivo Guerra, una regia che fa slittare in avanti la vicenda del “celibatario” in piena belle époque.Le scene sono di Nicola Rubertelli e i costumi di Zaira De Vincentiis.Sul podio, a dirigere Orchestra e Coro stabili, Chrisopher Franklin, direttore d’orchestra americano che torna al San Carlo dopo un’applauditissima Vedova allegra (stagione 2010).La vicenda, come avviene in gran parte delle pièce dell’epoca, accentua e caratterizza le differenze di generi e classi: il ricco e vecchio don Pasquale (in questa edizione interpretato da Paolo Bordogna) e la giovane, avvenente e spregiudicata Norina (che avrà la voce di Barbara Bargnesi), non benestante, ma amata dal nipote del protagonista, Ernesto (impersonato Antonio Siragusa).Il rifiuto di questi di prendere per moglie un partito gradito allo zio, ne provoca l’ira e la decisione di diseredarlo. Sarà il comune amico, dottor Malatesta (un beffardo Mario Cassi), a ideare lo stratagemma risolutore: presentare la donna a don Pasquale, sotto le false spoglie di una presunta sorella e fargli firmare un contratto di matrimonio fittizio, che il vecchio si pentirà poi di aver sottoscritto, a causa dei capricci di Norina, abile nel far passare al gabbato don Pasquale la voglia di accasarsi. Beffato e deriso sarà poi costretto benedire le nozze tra Ernesto e Norina. (foto: don pasquale)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gli autori greci disegnano la crisi

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 settembre 2015

crisi greca2crisi grecaRoma ελλάς opening mercoledì 30 Settembre 2015 ore 18:00 fino al 15 Ottobre(dal martedì al giovedì 15.00 – 19.00 venerdì/sabato 10.00 – 21.00 ingresso libero) Tricromia gallery via della barchetta, 13 (via Giulia) ελλάς è il nuovo progetto di Giosi Frassino per la galleria Tricromia che lancia una call ad illustratori, vignettisti e fumettisti greci per parlare della crisi ellenica dal punto di vista economico, sociale e politico. Il caso greco è diventato esemplare per tutti i paesi europei al cappio del debito pubblico, ed è guardando alla Grecia che molti hanno cambiato prospettiva e si interrogano sull’opportunità e la fattibilità di Eutopia, il sogno europeo.Attraverso gli occhi di sei autori – Michael Kountouris, Petros Christoulias, Soloup, Thanassis Dimou, Thanassis Petrou, Giorgos Botsos – Tricromia disegnerà un’idea di crisi con matite e colori sospinti dal vento del pensiero libero; nella crisi greca1convinzione che attraverso la lente di ingrandimento della Grecia si possa capire il futuro di ogni nazione.Non è solo una questione economica: la crisi attraversa anche le idee, i valori, l’identità; la crisi strangola la cultura e guida l’opinione pubblica verso un ordine precostituito. La stessa crisi che censura in nome del buon senso, e rinchiude la libertà di parola in una vignetta politically correct. Da quella crisi, le matite e i colori sfuggono e trovano nuova vita: da qui il tributo a Charlie Hebdo, diventato, come la Grecia, simbolo di libertà e coraggio.In collaborazione con Catherine Fragou, corrispondente della Iris Literary Agency greca, la galleria d’arte Tricromia dà voce ad alcuni dei più attuali e importanti illustratori greci, realizzando una mostra che ambisce a essere anche un luogo di confronto politico e sociale. (foto crisi greca)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sclerosi multipla progressiva

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 settembre 2015

sclerosi_multiplaL’International Progressive MS Alliance (PMSA) – una collaborazione a livello mondiale focalizzata sulla ricerca per le forme progressive di sclerosi multipla – ha assegnato il suo secondo Bando di ricerca, dedicato alla formazione di reti di ricerca globali di eccellenza in grado di rimuovere le barriere e arrivare ad un trattamento per un milione di persone in tutto il mondo con forme progressive di SM, ancora orfane di cura.Scopo del bando era selezionare e stimolare la creazione di network con ricercatori provenienti paesi diversi, unire le forze della migliore ricerca internazionale nell’interesse delle persone con SM.
Sono state selezionate 11 reti collaborative, che saranno dirette da alcuni dei più importanti studiosi leader e scienziati SM di tutto il mondo.L’Italia ha un ruolo guida nella costruzione di questa rete internazionale: 3 delle undici reti sono infatti coordinate da ricercatori italiani. Inoltre, tra i gruppi di ricerca coinvolti che fanno parte delle reti premiate con questo bando, 12 sono italiani.
Per l’Italia i vincitori del 2° Bando della PMSA sono: il gruppo di ricerca del Professor Gianvito Martino, con un progetto di Bioinformatica per la riprogrammazione di cellule staminali in vitro per scoprire nuovi trattamenti per la SM progressiva; il gruppo di ricerca del Professor Massimo Filippi nell’ambito dell’imaging del midollo spinale, per diagnosticare e monitorare il trattamento della forma progressiva di SM; il team della dott.ssa Letizia Leocani, per studiare il ruolo della la plasticità nella SM Progressiva e l’impatto del trattamento riabilitativo. Tutti e tre sono ricercatori dell’IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano.Se l’obiettivo principale del Bando era stimolare la creazione di reti, anche l’attività di selezione e revisione ha contribuito a crearne di nuove. Sono state identificate opportunità di sinergie di collaborazione tra i gruppi di ricerca che con le loro applicazioni avevano ottenuto punteggi alti. Alcuni ricercatori finanziati con questo Bando hanno così accettato di unire le forze con altre reti di ricerca nell’interesse delle persone con SM, riconoscendo l’opportunità di collaborare insieme su progetti simili e complementari.
Questi nuovi progetti, insieme ai 22 progetti internazionali che l’Alleanza ha finanziato lo scorso anno con il primo bando della PMSA, fanno parte di un ambizioso programma a lungo termine con un investimento complessivo di 22 milioni di euro nei prossimi cinque anni.
La sclerosi multipla progressiva è una condizione cronica che interrompe il flusso di informazioni all’interno del cervello e del corpo, ed è una forma di malattia che peggiora nel tempo. Ogni giorno, la progressione della SM priva le persone di qualcosa: visione, capacità cognitive, mobilità, capacità di lavorare e indipendenza personale. La SM si trova in ogni Paese in cui sono stati condotti gli studi, e più di 2,3 milioni di persone nel mondo attualmente convivono con la malattia; oltre 1 milione di persone hanno una forma progressiva di SM. In Italia si stimano 25 mila persone con la forma progressiva di sclerosi multipla.
La Progressive MS Alliance è un’iniziativa internazionale senza precedenti che connette le risorse e gli esperti di tutto il mondo per trovare risposte e sviluppare soluzioni per porre fine alla SM progressiva. L’obiettivo dell’Alleanza è quello di accelerare lo sviluppo di nuovi trattamenti per la sclerosi multipla progressiva finanziando la ricerca migliore, ovunque esista. L’Alleanza è gestita dalle Associazioni SM di Stati Uniti, Canada, Italia, Australia e Regno Unito, e Federazione Internazionale SM (MSIF) , ampliando il sostegno finanziario e di risorse da queste e altre organizzazioni, come le Associazioni SM di Danimarca e Spagna, Belgio e Olanda.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

The majority vote on refugees in EU regrettable, but signals the beginning of the end of EU paralysis on refugee crisis, says Claude Moraes

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 settembre 2015

refugees“It was always going to be regrettable for the member states to go to majority voting on the decision to relocate 120,000 asylum seekers, but this majority decision is hugely welcome. It is a relief, and after painfully slow progress it marks the beginning of the end of EU paralysis on refugees. What we want is an organised and compassionate EU solution to the refugee crisis. The decision on relocation is one crucial part of that solution – we have a long way to go, but this is the beginning”, said the Chair of the European Parliament’s Committee on Civil Liberties, Justice and Home Affairs, Claude Moraes, on the results of today’s Justice and Home Affairs Council meeting.
Statement by Claude Moraes (S&D, UK), Chair of the European Parliament’s committee in charge of migration and asylum:”Member states must avoid lukewarm responses and move the debate from simply quarrelling about small figures to relocate and on to other pressing issues. Now is the time to move towards agreement on a permanent relocation mechanism to ensure fast and smooth responses to future emergency situations.At tomorrow’s extraordinary EU summit and on the Justice and Home Affairs Council meeting on 8 October, it is essential that EU member states match the ambitions of both the European Parliament and Commission and show solidarity in response to the refugee crisis.
Making sure that the identification and reception facilities at the “hotspots” in Italy and Greece will be fully functional, that judicial safeguards are respected in the returns directive, assessing safe countries and providing aid to the neighbouring countries housing the lion’s share of the refugees are issues that must be addressed as a matter of urgency.
Tomorrow the Civil Liberties, Justice and Home Affairs Committee will host an inter-parliamentary committee meeting with national parliamentarians to discuss these issues.The European Parliament has shown that it is ready to co-operate and engage in a dialogue with the Council and Commission on key issues, highlighted with our quick response to the emergency proposal to relocate 120,000 asylum seekers voted as a matter of urgency by the Plenary last week.As co-legislators on the permanent relocation mechanism and on the proposal on safe countries of origin, Parliament stands ready to work with member states to deliver a common response system that is worthy of Europe and will ensure the protection and help that the refugees are entitled to”.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Draftsmen’s Congress, created by Polish artist Paweł Althamer

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 settembre 2015

torinoTurin 8 October – 8 November 2015 Via Egeo 18, Opening: Thursday 8 October 2015, 6.00 pm – 10.00 pm Closing event: Fluo Night – Saturday 7 November 2015, 6.00 pm – 12.00 pmToolbox Coworking – The Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli presents the Draftsmen’s Congress, created by Polish artist Paweł Althamer. The project, curated by NERO and realized in collaboration with the Istituto Svizzero di Roma, will be held in Turin from the 8th of October to the 8th of November at Toolbox Coworking. The Draftsmen’s Congress is a place open to everyone, where people are invited to draw freely on the walls, using paint, charcoal, collage or employing other techniques and materials. The project promotes a dialogue made of images instead of words: an environment where everybody is encouraged to interact in a free way and answer imaginatively through drawing. They may be polite or politically incorrect, frustrated or outraged; they can intervene on drawings by others in a true encounter and clash of images. Images they love, they hate, opinions they share or claims they stake.
The Draftsmen’s Congress in Turin will take place at Toolbox Coworking, a space devoted to co-working, obtained from two former industrial buildings behind Porta Nuova Train Station, a place where one can exchange job opportunities, competences and services, where self-employment is redesigned in a social way, focusing on relational skills and shared knowledge. Toolbox walls are the space where participants will be able to express themselves freely: 700 sq. m. where artists, illustrators, street artists, architects, designers, musicians, craftsmen, self-employed, unemployed, pensioners, students will be able to draw, openly exchanging views on sharing and creation, on authority and the hierarchies defining competences and any kind of qualification in professions.Throughout the duration of the Draftsmen’s Congress in Turin, the Educational Department of the Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli shall engage schools and associations in activities aimed at youths, where they can measure themselves against art and creativity with an original and inclusive approach. Talks with artists will be organised alongside concerts and workshops to suggest topics and host the social and cultural experiences of the city of Turin.On the 8th of October for the opening of the Draftsmen’s Congress, Italian, Swiss and European artists will meet the public and artist Paweł Althamer to start a creative process which will end on 8th November with a closing event on Saturday the 7th, the Fluo Night.Initiated in 2012 in Berlin in St. Elizabeth’s deconsecrated church, in Rome at the Istituto Svizzero di Roma and at ESC Atelier Autogestito, within the Solidarity Actions of 7° Berlin Biennale, the Draftsmen’s Congress has been organised in different cities around the world and in different venues, cultural associations, disused industrial estates, artist’s studios, museum institutions of ancient (National Art Museum of Ukraine, Kiev) and contemporary art.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nei primi mesi del 2015 133 mila bambini hanno chiesto asilo nell’UE

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 settembre 2015

unicefQuest’anno, fino ad ora, in Europa, bambini e adolescenti costituiscono un quarto di tutti i richiedenti asilo. Secondo gli ultimi dati Eurostat disponibili, nei primi sette mesi del 2015, 133.000 bambini hanno chiesto asilo nell’Unione europea, con un incremento di quasi l’80% dal 2014.Per quanto concerne la situazione in Croazia, si stima che, nel Paese, solo la scorsa settimana, siano entrati 10.000 tra donne e bambini rifugiati e migranti. L’UNICEF ha allestito due unità mobili per la protezione dei bambini e attivato operatori sociali. Le unità mobili che offriranno ai bambini attività ricreative si aggiungono agli Spazi a Misura di Bambino già presenti, dove i minorenni possono rimanere, giocare e ricevere un primo sostegno psicologico.Molti di questi bambini sono esausti, confusi e traumatizzati a causa di faticosi viaggi intrapresi attraverso paesi. Alcuni hanno infezioni virali e sono disidratati. Hanno bisogno di riposare, giocare e di ricevere cibi freschi appena cotti, dato che per mesi hanno mangiato cibi secchi o in scatola.Decine di migliaia di persone in transito hanno trovato strade alternative da quando l’Ungheria ha chiuso il confine con la Serbia lo scorso martedì. Alcuni sono arrivati al nuovo centro di accoglienza allestito a Opatovac, un villaggio al confine con la Serbia, dopo aver viaggiato per settimane in condizioni estremamente faticose. L’UNICEF e i suoi partner sono in prima linea per garantire servizi sanitari a Opatovac e in altri centri di accoglienza in Croazia, dove in media 5.000 persone sono arrivate ogni giorno da martedì scorso. L’UNICEF ha allestito Spazi a misura di Bambino, dove sta distribuendo pannolini, bottiglie d’acqua e informazioni sull’allattamento al seno. L’UNICEF ha distribuito a tutti coloro che sono arrivati in Croazia, informazioni sul pericolo di mine antiuomo nell’area di confine, rimaste dalla guerra dei Balcani negli anni ‘90. Oltre 7.000 volantini in arabo e in inglese sono stati distribuiti al confine – altri dalle unità mobili. Pochi tra i rifugiati che passano attraverso la Repubblica ex Jugoslava di Macedonia, la Croazia e la Serbia si registrano per chiedere asilo, ma continuano invece il loro viaggio in autobus o in treno, con l’obiettivo di raggiungere l’Europa occidentale e settentrionale. Molti sono in fuga dalle violenze in Siria, Iraq e Afghanistan. La Croazia è uno degli ultimi paesi che vede un improvviso aumento del numero dei rifugiati e dei migranti in cerca di un passaggio sicuro ad ovest e nel nord dell’Europa. Nella Repubblica ex Jugoslava di Macedonia, dal giugno di quest’anno quasi 90.000 persone – di cui circa un terzo donne e bambini – sono state registrate presso il confine a Gevgelija. In Serbia, durante lo stesso periodo, circa 108.000 persone che attraversano il confine a Presevo sono state registrate. Si stima che i dati reali potrebbero essere più alti del doppio, con un alto numero di persone transitate attraverso entrambi i paesi senza essere state registrate.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

ll primo InfoPoint milanese di “A Casa Lontani da Casa” all’Istituto Nazionale dei Tumori

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 settembre 2015

Istituto Nazionale dei Tumori di MilanoMilano. Apre oggi ufficialmente al pubblico un nuovo punto di riferimento per migliaia di malati che ogni anno, da tutta Italia, raggiungono le strutture di assistenza della Lombardia per essere curati. All’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, ospedale che accoglie ogni anno oltre 6mila persone con problemi oncologici da tutte le regioni del nostro Paese, viene infatti inaugurato oggi l’InfoPoint di “A Casa Lontani da Casa”, la rete di accoglienza nata per fornire un aiuto immediato e concreto a chi cerca un alloggio a costi contenuti.L’obiettivo del progetto “A Casa Lontani da Casa”, nato nel 2013 grazie all’impegno e al lavoro di quattro Onlus da tempo attive nel sostegno ai malati – PROMETEO, AVO Milano, LILT Milano, CasAmica – è fornire un ulteriore strumento, oltre a quelli giù attivi, a chi arriva a Milano e deve fermarsi in città per lunghi periodi, dettati dai tempi di cura in particolare in ambito oncologico.La “rete di accoglienza” già esistente è accessibile attraverso un portale dedicato (www.acasalontanidacasa.it) e un call center (800161952); ora si arricchisce di un punto di contatto diretto con il pubblico, nei locali situati nella zona del CUP, all’ingresso dell’Istituto di via Venezian,1. L’InfoPoint sarà gestito da volontari delle quattro associazioni e rimarrà aperto tutti i giorni, al mattino e al pomeriggio.“Il servizio fornito dell’InfoPoint ‘A Casa Lontani da Casa’ rappresenta un aiuto fondamentale ai familiari dei pazienti che devono fermarsi a Milano per le cure nel nostro Istituto e in altri ospedali milanesi – sottolinea il Presidente dell’INT Giuseppe De Leo -. La maggior parte delle persone che arrivano dal Sud, accompagnate dai proprio familiari, hanno problematiche di tipo oncologico. Siamo lieti di proseguire la collaborazione con le associazioni che promuovono il progetto, attive da anni in Istituto e da sempre punto di riferimento e di supporto per i nostri pazienti”.“Ci onora sapere che l’Istituto è il primo ospedale milanese a inaugurare lo sportello e ci auguriamo che lo stesso servizio possa essere replicato in altre strutture sanitarie della città”, aggiunge il Direttore Generale dell’INT, Gaetano Cosenza.La dottoressa Laura Gangeri, presidente di PROMETEO, in rappresentanza delle quattro associazioni di “A Casa Lontani da Casa” spiega: “La nostra rete è estremamente grata all’istituto Nazionale dei Tumori che da sempre ha manifestato una grande sensibilità non solo verso le problematiche prettamente sanitarie, ma anche verso tutte le tematiche sociali, mettendo sempre al centro il paziente oncologico. L’INT è il primo ospedale legato alla realtà della rete. Ci auguriamo che, grazie all’InfoPoint, il progetto possa essere sempre più di aiuto a chi arriva a Milano per farsi curare e non dispone delle possibilità economiche per affittare un alloggio in città”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

4 anni per scoprire i profili molecolari del Parkinson

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 settembre 2015

Parkinson046 milioni di euro di finanziamento, 100 ricercatori di 5 Paesi coordinati dall’Istituto delle Scienze Neurologiche di Bologna (ISNB) e, infine, la più ampia banca dati esistente sulla malattia. Sono i numeri di Propag-Ageing, il progetto di ricerca finanziato dalla Commissione Europea e avviato con il kick-off meeting svoltosi ieri e oggi presso la sede dell’ISNB, a Bologna.20 ricercatori da Regno Unito, Germania, Svezia, Spagna e Italia, in rappresentanza dei 9 istituti di ricerca europei che partecipano al progetto, si sono dati appuntamento a Bologna, all’ISNB, per dare il via a quella che si prospetta come una delle più vaste ricerche sul Parkinson degli ultimi anni. Malgrado i grandi sforzi compiuti dalla comunità medico-scientifica, l’intervento farmacologico sulla malattia di Parkinson risulta spesso tardivo e non in grado di rallentarne o bloccarne la progressione. La mancanza di bersagli terapeutici efficaci e, soprattutto, di marcatori precoci della malattia rappresentano, infatti, un limite nella cura di questa patologia.
E’ questa una delle ragioni alle origini di Propag-Ageing, che vuole approfondire proprio la conoscenza delle basi molecolari e cellulari della malattia di Parkinson e punta ad individuare:
1) marcatori precoci della malattia, che consentano di diagnosticarla prima che la maggior parte dei neuroni dopaminergici sia compromessa;
2) marcatori prognostici, che permettano di personalizzare il trattamento;
3) nuovi bersagli molecolari “druggable”, che possano, cioè, essere oggetto di trattamento con farmaci innovativi in studi clinici futuri.
Propag-Ageing, che ha ottenuto il massimo finanziamento previsto per la sua categoria, è stato scelto, assieme ad altri 7, su 400 progetti candidati. Contribuirà al raggiungimento di uno dei macro obiettivi del programma di finanziamento della ricerca della Commissione Europea, Horizon 2020, e cioè l’innalzamento di due anni della aspettativa di vita dei cittadini europei.L’invecchiamento è il maggior fattore di rischio per le malattie neurodegenerative come la malattia di Parkinson (che in Europa colpisce l’1 – 2% degli over 60 e il 4% degli over 85). L’approccio che i ricercatori bolognesi hanno deciso di adottare per studiare la malattia di Parkinson è innovativo e potenzialmente rivoluzionario. Per la prima volta, infatti, questa patologia è reinterpretata in un’ottica più generale, che coinvolge l’intero processo di invecchiamento. Sebbene sia noto che l’età avanzata rappresenti uno dei principali fattori di rischio per lo sviluppo della malattia di Parkinson, sino ad oggi non è stata adeguatamente approfondita la relazione tra le normali modificazioni cellulari/molecolari che accompagnano l’invecchiamento fisiologico in salute e le alterazioni che caratterizzano questa patologia. Tuttavia, esistono evidenze sperimentali che indicano che invecchiamento e malattia di Parkinson condividono alcune importanti caratteristiche. Per esempio, molte persone anziane, anche se sane, subiscono un progressivo declino nelle abilità motorie. E l’analisi di preparati autoptici cerebrali derivanti da persone anziane ha evidenziato segni anatomo-patologici simili a quelli della malattia di Parkinson in più di 1/3 dei casi, pur in assenza della malattia.Secondo il prof. Claudio Franceschi, coordinatore di Propag-Ageing, il denominatore comune tra invecchiamento e malattia di Parkinson è rappresentato da fenomeni propagatori, nei quali sia le cellule invecchiate (cellule senescenti) che quelle alterate/malate liberano sostanze che entrano nel sangue e circolano nell’organismo, stimolando una condizione infiammatoria persistente a livello sistemico, denominata inflammaging.Assumendo che malattia di Parkinson ed invecchiamento abbiano caratteristiche comuni, come mai alcune persone si ammalano ed altre invece invecchiano in salute, raggiungendo e superando talvolta anche i 100 anni? Per rispondere a questa domanda, Propag-Ageing si propone di confrontare persone affette da malattia di Parkinson e persone molto longeve, che hanno superato i 100 anni in buona salute, senza soffrire di malattia di Parkinson né di altre patologie neurodegenerative.Propag–Ageing punta ad identificare proprio quei meccanismi che con l’avanzare dell’età fanno deviare l’organismo dal percorso di invecchiamento in salute, sino a consentire lo sviluppo della malattia di Parkinson. La combinazione di un approccio concettuale innovativo e delle più avanzate tecnologie per analisi molecolari e statistiche consentirà di approfondire la conoscenza sulle basi molecolari e cellulari della malattia di Parkinson e, auspicabilmente, di identificare e caratterizzare meglio le alterazioni cellulari e molecolari che determinano il passaggio da un invecchiamento fisiologico e in salute (centenari sani) ad un invecchiamento patologico con malattia di Parkinson clinicamente evidente.
Queste nuove conoscenze dovrebbero permettere, inoltre, di individuare nuovi bersagli molecolari che possano essere oggetto di trattamento con farmaci innovativi e/o facilitare la diagnosi e la prognosi di questa patologia.
Ciascuno dei 9 centri europei che partecipano allo studio metterà a disposizione di tutti i partner i propri dati, dando così vita alla più grande banca dati sulla malattia di Parkinson attualmente esistente. La ricerca studierà pazienti ai quali è stata appena diagnosticata la malattia, ma che non hanno ancora iniziato alcuna terapia (pazienti de novo), e pazienti per così dire storici. Saranno oggetto di studio, inoltre, dati e campioni provenienti da due studi svedesi condotti per 10 e 35 anni su gemelli omozigoti adulti e anziani affetti dalla malattia di Parkinson, che includono sia coppie concordanti (entrambi i componenti malati) che discordanti (un componente malato e uno sano), e cervelli donati alla ricerca post mortem.Infine, la ricerca utilizzerà le stesse metodiche impiegate sui malati di Parkinson per lo studio di un gruppo di ultracentenari e dei loro figli che non hanno mai mostrato segnali clinici di disabilità motorie, cioè persone sane che, proprio per questa ragione, rappresentano i gold standard dell’invecchiamento in salute.I Partecipanti
IRCCS Istituto delle Scienze Neurologiche – Azienda USL di Bologna (coordinatore), Italia
University College of London, Regno Unito
University Medical Center of Goettingen, Germania
Servicio Andaluz de Salud, Spagna
Personal Genomics, Italia
University of Cambridge, Regno Unito
Consorzio interuniversitario Risonanze Magnetiche di Metallo Proteine, Italia
Karolinska Institutet, Svezia
Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, Italia

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Banche: l’UNC e MC denunciano Banca Popolare di Vicenza alla Consob

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 settembre 2015

Banca d'Italia“Dopo centinaia di segnalazioni di richieste di assistenza e tutela collettiva di azionisti della Banca Popolare di Vicenza, l’Unione Nazionale Consumatori e Movimento Consumatori si sono determinate a presentare due esposti con cui chiedono alla Consob di indagare sulle modalità con le quali sono state vendute le azioni che, a seguito della delibera dell’Assemblea dei soci dell’11 aprile 2015, hanno subito un deprezzamento da € 62,50 a € 48,00 per azione e quindi da mesi non hanno mercato (per cui è come se non valessero nulla).
Dalle segnalazioni ricevute, infatti, risulta che le azioni della banca vicentina sono state vendute a piccoli risparmiatori per importi molto rilevanti, senza una preventiva informazione sul rischio e sulle difficoltà di vendita, molto spesso a persone anziane nella necessità di disporre dei propri risparmi a breve termine.
“Ci auguriamo che l’attività ispettiva della Consob sanzioni le numerose condotte irregolari che sono emerse dalle segnalazioni che sono giunte alla nostra Associazione e i risparmiatori coinvolti siano risarciti nel più breve tempo possibile”, commenta Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori.
“Riteniamo che la normativa che tutela i risparmiatori sia stata diffusamente violata nella vendita delle azioni, è necessario quindi che la Consob faccia chiarezza”, afferma Alessandro Mostaccio, segretario generale MC, che aggiunge: “Gli azionisti che ora rischiano di vedere andare in fumo il frutto dei propri sacrifici non solo potranno seguire gli sviluppi delle indagini ed eventualmente costituirsi come parte civile, ma hanno la possibilità già oggi di verificare se i loro diritti sono stati rispettati”.

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Celebrazione della canzone italiana con i “Dimmi di sì”

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 settembre 2015

Palermo-Panorama-bjs-2Palermo: Sabato 26 settembre alle 21,30 sul palco del Dorian in piazza Don Bosco 11 a Palermo sarà una serata all’insegna della celebrazione della canzone italiana con i “Dimmi di sì”. Daniele Davì, Francesco Vannini e Daniele Zimmardi ci faranno immergere in una esibizione all’insegna della canzone italiana. In scaletta “Disperato erotico stomp” di Lucio Dalla, “Je so pazz” di Pino Daniele, “Vivere” di Vasco Rossi, “Il mio corpo che cambia” dei Litfiba, “Balliamo sul mondo di Ligabue, “Dieci ragazze” di Lucio Battisti.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mandreucci e Minutella in concerto

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 settembre 2015

mandreucciPalermo Domenica 27 settembre alle 22 al Dorian in piazza Don Bosco 11 a Palermo Marcello Mandreucci ed Emanuele Minutella saranno insieme per una sera in un concerto speciale intitolato “La strana coppia”. Due generazioni della musica palermitana, che si incontrano in nome dell’amicizia comune e della voglia di lavorare insieme in progetti futuri. Un confronto generazionale tra mondi apparentemente lontani, caratterizzato da percorsi differenti e frequentazioni musicali variegate. Universi sonori che talvolta si sfiorano e si incrociano, legati dal desiderio di condividere un happening acustico dove ci sarà spazio per alcune speciali cover del cuore (Cherry Ghost, Oasis, Lumineers, Young the Giant), alcune perle della canzone d’autore italiana, ma anche un assaggio in salsa acustica di brani inediti. (foto: mandreucci)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Tour della Fiaccola dell’Amicizia del World Day of Knights arrivato al Castello di Laupen

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 settembre 2015

tour della fiaccola2tour della fiaccolaMontecrestese. Baron Kleiner de Grasse avec la Présidente de Montecrestese. Il Tour della Fiaccola dell’Amicizia del World Day of Knights è arrivato a suo termine dopo oltre 3500 km attraverso la Francia, l’Italia e la Svizzera – Il Sindaco accompagnato di una delegazione di Montecrestese presenti in Svizzera! Ad accogliere il Sindaco di Montecrestese Silvia Miguidi e il Vice Sindaco Luigi Punchia, insieme al comitato della Sagrà sono stati il Barone Kleiner de Grasse, presidente dell’International Organisation World Day of Knights, insieme alla consorte la Baronessa de Palma di Montecrestese, al castelo di Laupen. Presenti anche le autorità di Berna e della Francia, il Senatore delle Alpe Maritime Jean-Pierre Leleux per la cerimonia del Memorial Day.
Alain Leforestier allume le globeLa Fiamma dell’Amicizia passata il 29 agosto a Montecrestese è arrivata in trionfo al Castello di Laupen, scortata da una ventina di Harley del Swiss Alps Chapter, facendo tremare le mure del castello. Ad percorre gli ultimi metri per accendere il mappamondo è stato i campione Francese handisport Alain Leforestier durante una cerimonia solenne, ai colori e costumi tradizionali svizzeri, con il gruppo folkloristico la Farandole, a tour della fiaccola1suono di corni delle Alpi e sbandieratore.
Inauguration du MuséeÈ stato inoltre inaugurato il Museo contenendo tutti gli elementi significanti del World Day of Knights. A tagliare il nastro è stato la Sindaca di Montecrestese, Silvia Miguidi, insieme al Senatore della Alpe Maritime, il Presidente di Laupen e il Barone Kleiner de Grasse.Questa cerimonia commemorativa è stata celebrata con il discorso di benvenuto del Vice Presidente di Laupen, il discorso del Senatore Francese per l’apertura del Museo , il concerto della Pop Star tenore Silvio d’Anza dalla Germania e la prestazione della giovane e talentuosa Anais Leforestier secondo posto quest’anno al Festival della Cultura in Thailandia . Il Barone Kleiner de Grasse ha sottolineato nel suo discorso l’importanza di mantenere i valori di amicizia , rispetto e tolleranza nella nostra società .
La Présidente de Montecrestese essaie le Cor des AlpesDurante due mesi, la Fiaccola dell’Amicizia ha passato migliaia di mani, mani di tutte età, mani di 51 nazioni diverse, mani tanto diverse l’una da l’altra, tuttavia tutte unite con la stessa intenzione, l’Amicizia. Attraverso un gesto semplice e nel stesso tempo cosi forte, hanno unito questa catena inifinita dell’Amicizia oltre i confini, tra generazioni, popoli, e culture diverse.
Il prossimo Tour della Fiaccola dell’Amicizia per 2016 e 2017 è già in preparazione. Grandi progetti sono in realizzazione. Quel che è certo, la Fiaccola dell’Amicizia oltrepasserà il continente.(foto: tour della fiaccola)

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mammografia in Italia

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 settembre 2015

tumore al senoIl 30% delle donne italiane, d’età compresa fra i 50 e i 69 anni, non ha mai eseguito una mammografia pur avendo diritto a ricevere dalla propria Regione l’invito gratuito a eseguire il test. Per incentivare l’organizzazione dell’esame da parte delle istituzioni competenti e favorire la partecipazione ai programmi di screening parte oggi Pink is Good – Prevenzione Seno: obiettivo 100%, la nuova edizione della campagna nazionale della Fondazione Veronesi, presentata oggi in un incontro coi giornalisti a Milano. Per la prima volta, partecipano all’iniziativa le società scientifiche più coinvolte nella gestione della salute delle donne: l’AIOM (l’Associazione Italiana di Oncologia Medica), la Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia (SIGO), la Società Italiana di Medicina Generale SIMG) e l’Osservatorio Nazionale Screening (ONS). “Con la mammografia possiamo sconfiggere il carcinoma mammario – afferma Umberto Veronesi -. Se la malattia viene identificata nelle fasi iniziali e adeguatamente curata la sopravvivenza può arrivare fino al 98%. Ecco perché la prevenzione è un’arma così importante per tutte le donne. Si tratta poi di un esame sicuro e poco invasivo per il corpo femminile. Negli ultimi tre anni abbiamo avuto il 2% in più di adesioni ai programmi di screening organizzati sul territorio nazionale. E’ un dato incoraggiante, ma ancora insufficiente. Pigrizia, paura o noncuranza del pericolo spingono ancora troppe italiane a non svolgere i controlli. Il nostro compito oggi è invitarle ad essere più attente, a prendere coscienza di quanto la loro salute dipenda principalmente da una doverosa e consapevole “attenzione personale”. “Solo il 70% delle donne ha svolto una mammografia negli ultimi due anni – dice Marco Zappa, direttore dell’Osservatorio Nazionale Screening -. Di queste il 57% ha aderito allo screening ma con forti differenze percentuali tra i vari territori. Si va dal 76% registrato nella provincia di Trento al 20% di Campania e 26% della Calabria. Dobbiamo invece, in tutta Italia, aumentare la partecipazione al test che, ricordiamo, è garantito gratuitamente ogni 24 mesi a tutte le donne dai 50 ai 69 anni”.
Il problema da risolvere non è solo quello di convincere tutte le donne che ricevono l’invito ad accoglierlo e fare il test. “C’è anche una marcata differenza di copertura fra il Centro-Nord e il Sud – prosegue Zappa -. Ovvero, in pratica, molte più abitanti delle regioni centrosettentrionali ricevono l’invito a fare gratis i test che permettono di scoprire precocemente l’eventuale presenza di un tumore (e di salvarsi la vita), mentre al Sud troppo spesso accade che le Regioni non si organizzino e l’invito a casa non arriva”.
Lo screening è un servizio compreso nei Livelli essenziali di assistenza, cioè nelle prestazioni sanitarie che spettano a tutti i cittadini indipendentemente dalla regione di residenza. Ad oggi, tutte le donne dopo i 50 anni e prima dei 70, ogni due anni, dovrebbero ricevere la chiamata a effettuare una mammografia.
Guardando i dati più recenti dell’ONS nel dettaglio si nota che circa 3 donne su 4 della popolazione target sono regolarmente invitate a fare la mammografia, ma permane una grande e purtroppo immutata differenza fra Nord (più di 9 donne su 10), Centro (più di 8 su 10) e Sud (solo 4 su 10). “Questo è il “minimo sindacale” che andrebbe garantito a tutti – aggiunge Zappa -. Ci sono poi regioni che hanno già esteso le fasce d’età, coinvolgendo nello screening anche persone più giovani o più anziane”. Per raggiungere l’obiettivo del 100% di adesione la Fondazione Veronesi nelle prossime settimane distribuirà materiale informativo in tutti gli ospedali italiani, ASL, consultori e ambulatori di ginecologi e medici di famiglia. “Oggi nel nostro Paese il tumore del seno fa meno paura e ben otto pazienti su dieci riescono a sconfiggerlo – sottolinea Carmine Pinto, presidente nazionale AIOM -. La ricerca medico-scientifica ha portato a terapie sempre più efficaci e “personalizzate”. E poi c’è l’indubbio ruolo della diagnosi precoce. La mammografia è il più importante strumento con il quale possiamo individuare la neoplasia. Grazie al test la grande maggioranza dei carcinomi accertati ha dimensioni inferiori ai due centimetri. Così possiamo intervenire subito e con la massima efficacia possibile”. Fondamentale per la prevenzione del cancro del seno è anche il ruolo del ginecologo. “Siamo i migliori alleati del benessere femminile e seguiamo una donna dal menarca fino alla terza età – afferma Paolo Scollo, presidente nazionale SIGO -. I ginecologi dovrebbero sempre insegnare alle loro pazienti come fare l’autopalpazione del seno e durante la visita ginecologica è buona norma che il medico svolga un controllo approfondito anche del seno. Capita così che molte volte siamo noi a individuare noduli alla mammella e ad indirizzare la paziente da un senologo o un medico oncologo. E troppo spesso siamo costretti a spronare le nostre assistite a sottoporsi regolarmente ai programmi di screening. Purtroppo a volte un esame non svolto può comportare una diagnosi peggiore poco tempo dopo”.
I programmi di prevenzione organizzati sul territorio sono rivolti anche alle donne di origine straniera diventate cittadine italiane, ma fra le immigrate i tassi di adesione agli screening sono ancora critici.
“Solo il 43% di loro si sottopone alla mammografia – aggiunge Claudio Cricelli, presidente nazionale SIMG -. Le differenze culturali, prima fra tutte la lingua, non favoriscono il ricorso agli esami preventivi. L’integrazione degli stranieri nel nostro sistema nazionale di prevenzione del cancro deve cominciare proprio negli ambulatori dei medici di famiglia. E’ molto più facile che sia una donna a venire da noi rispetto ad un uomo. Siamo molte volte gli unici camici bianchi che vedono, visitano o semplicemente parlano con loro. Dobbiamo convincere anche loro a partecipare ai programmi di screening”. Pink is GOOD è una campagna della Fondazione Veronesi che si pone l’obiettivo di sconfiggere il tumore al seno. Per questo vuole promuovere la prevenzione (indispensabile per evitare la malattia o individuarla nelle primissime fasi); fare informazione sul tema in modo serio, accurato, aggiornato; e sostenere la ricerca contro il cancro grazie al finanziamento di borse e progetti di ricerca per medici e scienziati che hanno deciso di dedicare la loro vita allo studio. “La ricerca ha cambiato la vita di migliaia di donne – conclude Veronesi -. E’ importante sostenerla perché continui ad individuare soluzioni innovative per anticipare il più possibile la diagnosi, trovare nuove terapie, nuovi farmaci, in grado di sconfiggere definitivamente il carcinoma mammario. Per migliorare ulteriormente la possibilità di diagnosi precoce, come Fondazione stiamo elaborando una proposta al Ministero della Salute per includere nello screening mammografico le donne dai 40 e fino ai 75 anni, come hanno già iniziato a fare alcune regioni. Bisogna poi valutare l’ipotesi di proporla annualmente e non ogni due anni. Si deve anche studiare la possibilità offrire gratuitamente alle donne dai 35 anni ai 50 ogni anno un’ecografia, che meglio “vede” attraverso i tessuti più densi di un seno giovane. Infine, non dobbiamo dimenticare l’importanza della prevenzione primaria: gli stili di vita sani rimangono infatti la prima arma a nostra disposizione per tenere lontani i tumori”.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Importanza dello sviluppo della prima infanzia

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 settembre 2015

Giacomo_Guerra_UnicefShakira, Goodwill Ambassador dell’UNICEF, chiede ai leader del mondo di investire fortemente nello sviluppo della prima infanzia, sulla base delle nuove scoperte che stanno generando un cambiamento rivoluzionario nella comprensione degli effetti durevoli delle deprivazioni e de lo stress sullo sviluppo celebrale dei bambini piccoli.“Oltre 100 milioni di bambini non vanno a scuola e 159 milioni sotto i cinque anni hanno ritardi sia al livello fisico, che nello sviluppo cognitivo a causa della mancanza di cure e nutrizione adeguate. Per ogni anno che passa senza investimenti significativi nello sviluppo della prima infanzia e su iniziative mirate riguardanti queste problematiche, milioni di bambini continueranno a nascere in questo stesso ciclo di povertà e mancanza di opportunità. Io e l’UNICEF uniamo le nostre forze e siamo qui oggi perché investire nella prima infanzia è una questione importante e non c’è altro tempo da perdere,” ha dichiarato Shakira.Lo sviluppo celebrale è più intenso durante l’infanzia, con circa 1.000 connessioni neurali al secondo. Queste prime connessioni sinaptiche sono alla base della salute e del benessere di un bambino e comprendono la capacità di apprendere durante tutta la vita, di adattarsi ai cambiamenti e affrontare le avversità. Già circa un terzo di tutti i bambini sotto i 5 anni nei paesi a basso e medio reddito stanno crescendo in ambienti e situazioni che possono interferire con questo periodo di rapida crescita e sviluppo.
Nuove ricerche scientifiche mostrano che lo sviluppo del cervello dei bambini più piccoli è esposto sia ai fattori ambientali sia ai fattori genetici. Una nutrizione non adeguata, la mancanza di stimoli e l’esposizione a una qualche forma di violenza possono avere conseguenze negative sullo sviluppo del cervello. Ma mostrano anche che interventi economici e concreti – come incoraggiare l’allattamento al seno, o leggere e giocare con i bambini piccoli, così come i programmi di istruzione formale – supportano uno sviluppo sano del cervello.Queste scoperte hanno significative implicazioni per i bambini che crescono in condizioni di povertà estrema, esposti a violenza domestica o in paesi colpiti da conflitti o altre crisi.“Quello che apprendiamo su tutti gli elementi che riguardano il cervello di un bambino – se il suo corpo è ben nutrito, se la sua mente è stimolata, se è protetto dalle violenze – deve cambiare il nostro modo di pensare allo sviluppo della prima infanzia e quello che dobbiamo fare”, ha dichiarato Anthony Lake, Direttore generale dell’UNICEF. “Per dare ad ogni bambino le giuste possibilità nella vita, dobbiamo investire presto, investire in maniera equa e investire con intelligenza – non solo nell’istruzione, ma anche nella salute, nella nutrizione e nella protezione.”Abbiamo sempre maggiori dimostrazioni secondo le quali investire nella prima infanzia è uno dei modi più efficaci ed economici per raggiungere uno sviluppo sostenibile: per ogni dollaro speso su un miglior sviluppo della prima infanzia, il ritorno può essere in media di 4 o 5 volte l’investimento, e in qualche caso, molto più alto.Shakira ha partecipato con Ban Ki Moon, Segretario generale delle Nazioni Unite, Anthony Lake, Direttore generale dell’UNICEF, Jack P. Shonkoff, Direttore del Centro per lo Sviluppo Infantile dell’Università di Harvard ed i leader del settore economico ad un evento sullo sviluppo della prima infanzia alle Nazioni Unite a New York.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »