Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 25 settembre 2015

Modena Street Festival

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 settembre 2015

organizzatoriModena. Da venerdì 25 a domenica 27 settembre, (Orari:venerdì dalle 17 all’1) sabato e domenica dalle 11 all’1 al Parco Novi Sad, una trentina di truck (le cucine sulle ruote divenute famosissime in America e in Europa del Nord) proporranno specialità di strada provenienti da tutta Italia. Un itinerario goloso dal Piemonte alla Sicilia farà percorrere lo Stivale, tra panini gourmet, farinate di ceci, olive ascolane, arrosticini, pucce salentine e panelle, senza ovviamente dimenticare l’Emilia e Modena in particolare, con gnocco fritto, tigelle e fritti ispirati alla gastronomia tradizionale locale. Non mancherà nessun big del cibo da strada, come hamburger, fish and chips, birre artigianali ma anche prelibatezze per vegetariani e vegani. Tanta scelta dunque, che saprà accontentare e deliziare tutti i palati, un’unica certezza: la streetqualità. La tre giorni modenese si propone di far rivivere la tradizione del cibo da strada, molto radicata in Italia, coniugandola con l’alta cucina.Al fianco degli scenografici truck, una serie di aree verranno dedicate all’altro grande protagonista della manifestazione: lo sport. 41121 Street Festival si distingue infatti dai noti circuiti dello Street Food (da Milano a Firenze, da Bologna a Cesena, solo per citare quelli italiani) proprio per l’offerta molto più ampia, grazie all’organizzazione di tornei di basket e calcetto 3vs3, contest di skate ed esibizioni di parkour, roller freestyle, capoeira e acroyoga. Tutti si potranno cimentare nella pratica di una di queste discipline sportive da strada, trascorrendo una giornata all’insegna del benessere oltre che del buon cibo.
Particolarmente apprezzate dai giovani saranno le serate dello Street Festival: noti dj della scena musicale nazionale faranno ballare il pubblico e renderanno vivace e frizzante l’ambiente.
Venerdì sera grande appuntamento con I Bizzarri, famoso ed apprezzato collettivo di dj modenesi grazie ai quali Modena è divenuta un punto di riferimento per gli appassionati di reggae, dancehall e hip hop. Prima dei Bizzarri si esibiranno gli Outlaw sound, duo carpigiano che ha girato la penisola proponendo un proprio repertorio ispirato alla musica giamaicana. 41121 Street Festival diventa così fucina di nuovi talenti, dando spazio a giovani emergenti che hanno voglia di farsi conoscere e farsi apprezzare.
Sabato sera invece sarà il turno di dj Ago Rocca e dj Caio.Allo Street Festival c’è spazio anche per l’arte: nell’area della manifestazione si potrà visitare una mostra fotografica dedicata alla strada, mentre alcuni writer esibiranno la propria creatività su appositi pannelli. Un cartellone di tutto rispetto e di sicuro richiamo: per tre giorni a Modena sono attese migliaia di persone, raggiunte grazie a una campagna di marketing accattivante sui social network. Solo su Facebook quasi 10mila persone hanno confermato la propria partecipazione all’evento. Numeri molto positivi, che fanno presagire un’affluenza massiccia, senza però incidere sulla viabilità cittadina: sarà infatti possibile parcheggiare comodamente al Novi Park, parcheggio interrato che si trova proprio sotto alla location della manifestazione.
L’organizzazione di 41121 Street Festival è stata possibile anche grazie agli sponsor: Modena parcheggi, Decathlon negozio di Modena, Negozio Neuro shock di Modena per il contest di skate;Schiocchi ballers per il torneo di basket 3vs3; CSI Modena e Fiffa inda Street per il torneo di calcetto da strada 3vs3; UISP Modena per le attività sportive di capoeira, acroyoga, roller. (foto: street, organizzatori)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Marital Love and Responsible Parenthood”

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 settembre 2015

marital loveThe Pontifical Council for the Family today presented at the Philadelphia World Meeting of Families a video-summary on “Marital Love and Responsible Parenthood”. It has been produced by Goya Producciones under the patronage of the Council.
Over 15,000 people are attending the WMF, which is scheduled to be closed on Sunday by Pope Francis.
The new video summarizes a ten-part series of short documentaries to be released by the producer early next year in different languages. Featuring are international experts on debated matters such as marriage, responsible parenthood and natural family planning.
Gynecologists and other experts explain in the video that the natural methods effectiveness is equivalent to any artificial method. They are not, however, “a catholic system of contraception”. They are rather a way of living love based on the respect to nature and to human dignity. The natural methods of fertility regulation keep the espouses closer together. According to US experts, the rate of divorce is less than 3% among users of natural methods, whereas it reaches up to 50% among those using contraception.
The video also shows that the natural methods are good for health, compared with the numerous side effects of the pill and other contraceptives. The natural methods are not only effective for spacing births but also to achieve them in case of infertility. The Natural Procreative Technology is becoming as effective as any Assisted Reproductive Technology techniques, but with lower cost and with healthier pregnancies, and healthier babies, the experts claim.The video shows that the natural methods are being successfully used in many countries of different cultures and religions worldwide. They are however not widely spread because of lack of financial resources.The last part of the video comments on Pope Paul VI encyclical “Humanae Vitae” and the development of his teaching by John Paul II, Benedict XVI and pope Francis. The video was made in cooperation with the UCAM and the ACN. (foto: marital love)

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pena di morte: Il discorso del Papa

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 settembre 2015

congresso stati unitiIl discorso di Francesco al congresso degli Stati Uniti ha avuto, nel passaggio sull’abolizione della pena di morte, i suoi accenti più alti. Non solo il Papa ha ricordato a tutti la crudele e inutile vendetta rappresentata da uno strumento giuridico che non rende giustizia ma provvede solo a togliere la vita: ha anche affermato che ogni “punizione” non deve mai escludere “la dimensione della speranza e l’obiettivo della riabilitazione”.Con parole toccanti e ispirate dal Vangelo (“se vogliamo sicurezza, diamo sicurezza; se vogliamo vita, diamo vita; se vogliamo opportunità, provvediamo opportunità”) ha indicato a tutti gli Stati la necessità di legislazioni che siano all’altezza di società inclusive, in cui scompaiano i ghetti, i muri che dividono gli uomini. E ha lanciato un prezioso messaggio per l’umanizzazione di un mondo globalizzato, ma sempre più vittima di una violenza diffusa che colpisce sia i singoli che interi popoli.
La Comunità di Sant’Egidio, che da anni è in prima fila nella battaglia per l’abolizione della pena capitale nel mondo, ringrazia il sostegno annunciato da Papa Francesco “a tutti coloro che sono convinti” della necessità di dare speranza e offrire riabilitazione a chi ha sbagliato. Sono parole che ci incoraggiano a intensificare il nostro impegno in tutti i continenti insieme alla preziosa e vasta rete di personalità e cittadini comuni che hanno già aderito alla nostra campagna con il risultato di migliaia di “Città per la Vita”, Comuni europei, africani, asiatici e americani che hanno già scelto di schierarsi contro la pena di morte.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pope Francis in US Congress: Greenpeace reaction

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 settembre 2015

papa_woirIn reaction to Pope Francis’ address to the United States Joint Session of Congress this morning, Annie Leonard, Executive Director of Greenpeace USA made the following statement:“His Holiness Pope Francis’ words today are a rallying call for everyone to set aside partisan politics, and focus on what unites us, through open dialogue.””Pope Francis said in his speech, ‘We need a conversation which includes everyone, since the environmental challenge we are undergoing, and its human roots, concern and affect us all.’ Living up to these responsibilities means personally taking action to prevent the worst of climate change, and every one of us has a valuable contribution to make as we work to create a clean and safe energy future with justice for all people at its core.” “We all share responsibility for the same planet, and the duty to act on behalf of those who are most vulnerable to the impacts of climate change, who have contributed less to its causes, and who have less capacity and resources to adapt.”“The pope’s leadership in calling for climate justice is truly inspiring. No one understands the devastating effects of human appetite for fossil fuels better than the vulnerable communities impacted by pollution from coal, fracking and oil production, or living in the wake of typhoons, droughts and hurricanes.””President Obama must have the support of Congress to take bold global action on climate change. Only then can the United States step up as a leader in Paris to speed up the necessary switch to renewable energy and protect the lives and livelihoods of impacted communities at home and around the world.”“Pope Francis said ‘Now is the time for courageous actions and strategies.’ This is a challenge for Congress and President Obama to show true courage and move beyond what is politically possible to what is scientifically necessary.”

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Opera: La Traviata

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 settembre 2015

la traviataToronto. Oct. 8, 13, 16, 17, 21, 24, 29, 30 Nov. 1, 4, 6. On stage at the Four Seasons Centre, 145 Queen St. W., Sung in Italian with English SURTITLES. A Canadian Opera Company co-production with Lyric Opera of Chicago and Houston Grand Opera
At the 1853 world premiere of La Traviata, censors balked at the contemporary edge of its subject matter, and audiences were scandalized by Verdi’s frank, unsentimental depiction of a high-society courtesan in love. Yet La Traviata endures as a masterpiece, and in this new COC production, renowned director Arin Arbus sets this story of devotion and sacrifice in the demimonde of 1850s Paris, evoking the social realities, rhythms, and debauchery of a rapidly changing society.From Violetta’s soaring, passionate declaration of independence, “Sempre libera,” to her heartfelt cry for Alfredo’s love, “Amami Alfredo;” from Germont’s fatherly plea in “Di Provenza il mar” to the rousing “Libiamo,” La Traviata is a glorious offering of some of Verdi’s most exciting melodies, conducted by Marco Guidarini ( Photo: Todd Rosenberg)
CAST AND CREATIVE TEAMS:
Violetta Ekaterina Siurina / Joyce El-Khoury
Alfredo Charles Castronovo / Andrew Haji
Germont Quinn Kelsey / James Westman
Conductor: Marco Guidarini
Director:Arin Arbus
Set Designer: Riccardo Hernandez
Costume Designer: Cait O’Connor
Lighting Designer:Marcus Doshi
Choreographer: Austin McCormick

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Electro Power Systems S.A. approva la situazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 settembre 2015

electrp power systemNel primo semestre 2015 EPS ha registrato ricavi e altri proventi per un importo pari a 464.450 euro, in aumento del 31,5% rispetto allo stesso periodo del 2014. L’aumento è imputabile esclusivamente alle attività tradizionali del Gruppo nel settore del backup (ElectroSelfTM). HyESS (Hybrid Energy Storage System), il sistema di energy storage che rappresenterà il cuore dell’offerta del Gruppo nel medio e lungo termine e sul quale si focalizzerà la strategia di business, verrà infatti lanciato commercialmente a partire dal 2016.
Costo del personale in aumento da 528.108 euro nel primo semestre 2014 a 702.474 euro nello stesso periodo del 2015. Tale aumento è dovuto alla crescita dell’organico a supporto delle attività tecniche e commerciali di EPS. Rispetto all’inizio del 2014, EPS ha ampliato la propria struttura del 70% e in termini di organizzazione globale, al 30 giugno 2015, il Gruppo impiega 52 risorse – management, VP e partner inclusi – in Europa, Sud Africa, Stati Uniti e Singapore.
Al 30 giugno 2015 la perdita di periodo del Gruppo ammonta a 4.953.614 euro ed è principalmente riconducibile ai costi sostenuti per la quotazione e all’impatto contabile dei piani di stock options e warrants. In particolare, il risultato di periodo sconta 1,7 milioni di euro di accantonamenti per la contabilizzazione dei piani di stock options e warrants, e 1,5 milioni di euro di costi straordinari principalmente imputabili al processo di quotazione.
Il patrimonio netto di Gruppo, al 30 giugno 2015, ammonta a 10,6 milioni di euro ed il totale attivo a 13,5 milioni di euro. Al 30 giugno 2015, la posizione finanziaria netta del Gruppo presenta un saldo di 10,4 milioni di euro.
In data 16 febbraio 2015, EPS ha annunciato la nuova governance e la nomina del nuovo consiglio di amministrazione con 3 amministratori indipendenti: Luca Dal Fabbro, ex direttore generale di EON Italia ed amministratore delegato di Enel Energia, nonché attualmente membro del consiglio di amministrazione di Terna (il principale operatore di rete di trasmissione europeo), in qualità di Presidente del CdA; (ii) Massimo Prelz Oltramonti, uno specialista nel settore venture capital e private equity, ex Advent International, attualmente membro del consiglio di amministrazione di numerose aziende e ora in GMT Communication Partners, in qualità di Lead Independent Director; e (iii) Sonia Levy-Odier, specialista in private equity and media, ex Cimarosa Communications, Aster e Archimedia.
In data 15 aprile 2015 il Gruppo ha annunciato una partnership strategica con Bryanston Resources, leader nei servizi al settore minerario e delle risorse naturali, per lo sviluppo comune di soluzioni energetiche off-grid nei mercati emergenti.
In data 16 luglio 2015 il Gruppo e l’Università di Tecnologia Nanyang di Singapore hanno stipulato una partnership per la penetrazione nei paesi asiatici e per un nuovo demo site a Singapore.
In data 29 luglio 2015 EPS ha iniziato i lavori per un nuovo impianto di produzione a Torino dedicato al sistema HyESS per garantire una capacità produttiva di 2MW al mese. Nel primo semestre del 2015 il portafoglio brevetti è aumentato considerevolmente grazie a 42 domande di brevetto ora ufficialmente approvate, con la concessione dei relativi brevetti, negli Stati Uniti, Cina, Russia e in 38 paesi europei.
Nel primo semestre del 2015 EPS ha rivestito un ruolo attivo nel dibattito internazionale sulle politiche energetiche, in particolare partecipando ai lavori della Commissione sull’Energia presso il Parlamento brasiliano, ai convegni del World Economic Forum sul futuro dell’energia in India e California, all’Energy Storage World Forum Europe di Roma e alla 2015 EU Sustainable Energy Week Policy Conference tenutasi a Bruxelles.
Fondata nel 2005 da uno spin-off del Politecnico di Torino e pioniere delle tecnologie ad idrogeno, Electro Power Systems (EPS) oggi opera nel settore delle energie sostenibili ed è specializzata in sistemi e soluzioni integrate di stoccaggio di energia.
Il gruppo fornisce soluzioni integrate per applicazioni di stoccaggio nei settori delle telecomunicazioni e data center, supporto alla rete di trasmissione e distribuzione elettrica nei paesi ad alta penetrazione di rinnovabili, e soluzioni di generazione di energia off-grid nei paesi emergenti.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un portfolio di farmaci a costi sostenibili per il trattamento delle malattie croniche nei paesi in via di sviluppo

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 settembre 2015

new yorkNew York. Novartis ha annunciato oggi il lancio di Novartis Access, un pacchetto di 15 farmaci per il trattamento di patologie croniche nei paesi in via di sviluppo. Il portfolio copre le malattie cardiovascolari, il diabete, le patologie respiratorie e il cancro al seno e verrà offerto a governi, organizzazioni non governative (ONG) e altri provider di servizi sanitari del settore pubblico al prezzo mensile di 1 dollaro per trattamento.
Il portfolio di Novartis Access comprende farmaci tutelati da brevetto e generici prodotti da Novartis. Verrà inizialmente lanciato in Kenya, Etiopia e Vietnam. Nei prossimi anni, Novartis prevede di estendere Novartis Access a 30 paesi, in base alle richieste che perverranno.I prodotti di Novartis Access sono stati scelti sulla base della Lista dei Farmaci Essenziali dell’OMS e sono tra quelli che vengono più comunemente prescritti nei paesi coinvolti nel progetto. Novartis prevede che questo nuovo approccio diventi commercialmente sostenibile nel lungo termine, rendendo possibile offrire un sostegno costante nelle aree indicate.Ogni anno, nei paesi in via di sviluppo circa 28 milioni di persone muoiono a causa delle malattie croniche non trasmissibili (NCD). Questo numero rappresenta il 75% dei decessi globali provocati da tali condizioni1. Entro il 2020, l’OMS prevede che il 60% dell’impatto globale delle patologie e il 70% dei decessi saranno dovuti alle NCD, prevalentemente a causa della crescente incidenza nei paesi in via di sviluppo2. Novartis sta lanciando Novartis Access in concomitanza con il Summit 2015 delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile, nel corso del quale verranno introdotti i nuovi Sustainable Development Goal. Per affrontare in modo efficace la rapida ascesa delle patologie croniche nei paesi in via di sviluppo, Novartis sta cercando attivamente di istaurare collaborazioni con governi, ONG e altre organizzazioni del settore pubblico per rafforzare i sistemi sanitari. L’ambito delle possibili collaborazioni comprende i programmi di awareness sulle patologie, la formazione rivolta agli operatori sanitari su diagnosi e trattamento delle malattie croniche e il rafforzamento dei sistemi di distribuzione dei farmaci. Quella di migliorare l’accesso ai farmaci e alle cure è una sfida che richiederà uno sforzo congiunto a lungo termine da parte di molte persone e organizzazioni. Come azienda farmaceutica, Novartis sta cercando di fare la sua parte.
Novartis fornisce soluzioni terapeutiche in grado di far fronte alle esigenze, in continua evoluzione, dei pazienti e della società. Con sede a Basilea, in Svizzera, Novartis offre un portafoglio diversificato per meglio rispondere a queste esigenze: farmaci ad alto contenuto di innovazione, prodotti per la cura dell’occhio, farmaci generici a costi competitivi. Novartis è la sola azienda al mondo a detenere una leadership in queste aree. Nel 2014, le attività del Gruppo hanno registrato un fatturato di 58 miliardi di dollari, mentre circa 9,9 miliardi di dollari (9,6 miliardi di dollari escluse le svalutazioni e gli ammortamenti) sono stati investiti in Ricerca & Sviluppo. Le società del Gruppo Novartis contano circa 120.000 collaboratori. I prodotti Novartis sono disponibili in oltre 180 paesi del mondo. Ulteriori informazioni nei siti http://www.novartis.it e http://www.novartis.com

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un vero e proprio giro del mondo all’insegna della convenienza

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 settembre 2015

trivagoGiunto alla terza edizione, il trivago Best Value Index premia le 100 città con il miglior rapporto tra qualità e prezzo medio delle loro strutture ricettive da visitare nel 2016. Al vertice svetta Fenghuang, antico centro nella zona sud-est dell’immenso territorio cinese, mentre è Trapani a portare in alto l’orgoglio tricolore, prima città italiana che si piazza al 18esimo posto. Numero minimo di hotel per città e valutazione minima delle strutture ricettive: sono questi alcuni dei parametri* utilizzati da trivago per identificare le destinazioni più convenienti a livello internazionale. Sul gradino più alto del podio una gemma incastonata nella profondità del continente asiatico: Fenghuang, con un rapporto tra qualità degli hotel e prezzo medio che arriva a 98,01%. La città, che fa del rispetto delle antiche tradizioni locali il suo vanto turistico, prende il nome dalla traduzione cinese della parola “fenice”. Secondo la leggenda, queste creature mitologiche decisero di stabilire il proprio nido in questo luogo per la straordinaria bellezza dei paesaggi.
Al secondo posto la bosniaca Monstar che, dopo la vittoria dello scorso anno, si riconferma sul podio con un valore di 97,22%. Fiore all’occhiello di questa perla dei Balcani è il famoso e pittoresco ponte ottomano “Stari Most”, patrimonio dell’UNESCO. A chiudere la top 3 spunta Veliko Tărnovo (97,17%), una destinazione con una storia tutta da scoprire e che è stata capitale della Bulgaria per diversi secoli.
E l’Italia? Prima meta nazionale in graduatoria è Trapani, che entra per la prima volta in classifica e conquista uno straordinario 18esimo posto globale con una valutazione del 95,8%. La città siciliana non è però sola: nella top 100 c’è innanzitutto Lecce che riesce nell’impresa di confermare la 36esima posizione dello scorso anno con una valutazione del 94,95%. Ottimo risultato anche per le new entry Cagliari (55esima; 95,06%) e Lucca (89esima; 91,32%).

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Maurizio Iperti è il nuovo Vice Presidente di LoJack Europa

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 settembre 2015

maurizio ipertiMaurizio Iperti è stato nominato Vice President di LoJack Europa, azienda leader nel rilevamento e recupero di beni rubati, mantenendo anche il ruolo di Amministratore Delegato di LoJack Italia.A supportare Iperti nel suo nuovo ruolo saranno Rosemary Higgins, International Field Operations Director per la LoJack Equipment Ireland, insieme al resto del team internazionale situato a Dublino “In Italia sotto la guida di Iperti, – ha dichiarato Massimo Ghenzer Presidente di LoJack Italia – LoJack ha lavorato a stretto contatto con le Forze dell’Ordine portando al recupero di migliaia di veicoli. Il nuovo incarico al quale è chiamato è ampiamente meritato ed è un riconoscimento al lavoro svolto da Maurizio e da tutta la squadra sul mercato italiano dove il brand LoJack è ormai riconosciuto per la credibilità e l’impegno con i quali si dedica al recupero delle auto rubate”.La nomina del manager italiano si inquadra nella strategia di ampliamento e rafforzamento della presenza dell’azienda americana sul mercato del “Vecchio Continente”. Obiettivo del mandato è il coordinamento e potenziamento della rete delle attuali licenziatarie in Francia, Gran Bretagna e Spagna dove LoJack è già leader nel recupero dei veicoli, ma anche in Olanda, Belgio, Lussemburgo, Germania, Polonia, Svizzera, Austria e Portogallo, dove il sistema è in forte espansione.Sfruttando al meglio l’esperienza positiva italiana della collaborazione con le forze dell’ordine, Iperti si concentrerà sulla condivisione a livello europeo di best practice e sulle strategie di contrasto del crescente fenomeno dei furti di auto.“Sono entusiasta della fiducia e del riconoscimento ricevuto da LoJack Corporation – ha dichiarato Maurizio Iperti – “Oggi i nostri sistemi sono riconosciuti in tutto il mondo come dispositivi efficaci per il recupero dei beni rubati; in questo nuovo ruolo intendo accrescere ulteriormente la presenza di LoJack nel mercato europeo e contribuire a contrastare il crescente trend criminale dei furti di auto”.Le recenti analisi sviluppate da LoJack (Dossier Furti 2013-2014 su dati forniti dalla Polizia Stradale) evidenziano infatti una tendenza sempre più forte verso un approccio pan Europeo della criminalità organizzata, nel quale l’Italia costituisce spesso una fonte di approvvigionamento di vetture da trasportare verso i Paesi dell’Est, quali Romania, Ucraina, Russia e Lituania. La maggior parte dei furti di veicoli è oggi perpetrato da bande organizzate, che utilizzano metodi simili in tutta Europa, tra i quali risultano sempre più diffusi i dispositivi ad alta tecnologia. Di qui l’opportunità di una collaborazione più stretta a livello continentale, per offrire servizi e soluzioni con l’Interpol e le Forze dell’Ordine, guidate da LoJack attraverso l’associazione ETNA (European Tracking Network Association).
Il rafforzamento del focus europeo arriva alla vigilia del lancio di LoJack Connect, gli innovativi servizi legati al mondo della telematica, disponibili sul mercato già nei prossimi mesi.
Maurizio Iperti Milanese, classe 1965, laureato in Economia e Commercio all’Università Bocconi, Maurizio Iperti è entrato in LoJack nel 2008 dopo aver rivestito importanti cariche in aziende leader del settore automotive. Dal 1989 ha lavorato nel Gruppo Pirelli, ricoprendo tra gli altri il ruolo di Direttore Generale Russia & CIS e successivamente quello Direttore Nord Europa. Nel 2004 ha operato in Momo, prima come Direttore Generale USA e poi come Direttore della BU Motorsport.
In Italia, sotto la sua guida, LoJack ha raggiunto oltre 66.000 clienti, grazie alle partnership con le principali società di Noleggio, con Broker, Compagnie Assicurative e Concessionari auto e moto, e ha contribuito a recuperare oltre 2.000 veicoli (senza contare i 230 veicoli non dotati di sistema LoJack riportati a casa nelle operazioni) per un valore complessivo che supera i 53 milioni di Euro e a far arrestare 65 malviventi. (foto: maurizio iperti)

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

European Business Aviation National Forum

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 settembre 2015

Brussels, Belgium On 29 September, the European Business Aviation Association (EBAA), in area archelogica romanapartnership with the Italian Business Aviation Association (IBAA) is hosting a conference at Rome’s Luiss Guido Carli University to explore how to leverage Italy’s business aviation market as an engine for economic growth. The event will bring together business aircraft operators, service providers, and financiers from across Europe, and senior Italian Government officials, including Mr Vito Cozzoli, Head of the Cabinet, Italian Ministry of Economic Development; and Mr Alessio Quaranta, Director General, Italian Civil Aviation Authority (ENAC). Italy is one of the four largest business aviation markets in Europe – along with France, Germany and the UK. But in recent
years growth in the region has been stunted by economic uncertainty and the misperception that business is a ‘luxury’ (case in point: Italy’s introduction in 2012 of the ‘luxury tax’ on business flights). The result is a relatively tough environment for business and business aviation, and an environment that thwarts the engine of economic growth. “8% of air traffic movements per year in Italy are business aviation flights, and the Italian business aircraft fleet consists of 157 aircraft; two-thirds being light jets and turboprops fit for purpose,” said EBAA CEO, Fabio Gamba. “The market is so significant to the country, and faces such unique challenges, that we felt a forum was necessary in order to better understand the current situation and try to iron out any kinks that might be getting in the way of progress.” Internationally renowned Italian clothing manufacturers and retailers for instance, so central to the economic interests of the peninsula, rely on business aviation to compete in a tough and increasingly global sector. Departing from airports across the country – Milan, Rome, Naples, Venice, Florence, Bologna, and a vast number of small and regional airports – business aviation is a vital valve at the heart of business in and out of Italy. It is also the veins within the country, connecting Italy’s North, South, and the numerous islands. Just how business aviation is adding value to Italian industry – and not just for big business, but the plethora of Italian SMEs too – will be discussed at September’s Forum. The current state of the industry will be addressed, along with the challenges impacting the sector, and the measures that must be taken to enable a more business-friendly atmosphere that will act as a catalyst for growth in the sector, and for the country.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Crisi umanitaria rifugiati

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 settembre 2015

rifugiatiOgni giorno migliaia di profughi cercano sicurezza e sollievo dalla sofferenza. In questo momento, oltre 4 milioni di rifugiati siriani sono fuggiti dal loro Paese dando origine ad una delle più grandi crisi umanitarie degli ultimi 25 anni (dati UNHCR). Per far fronte a questa grave situazione, Janssen con Johnson & Johnson Corporate Citizenship Trust (Trust) ha avviato una serie di interventi di carattere sanitario e umanitario per alleviare la difficile situazione dei rifugiati e per aiutarli a trovare sicurezza e sollievo dalla sofferenza.A supporto di questo approccio globale alla crisi, Trust sta collaborando, insieme al partner globale di J&J, Save the Children, al lancio di una piattaforma online per permettere ai dipendenti Janssen, azienda farmaceutica del Gruppo Johnson & Johnson, di fare una donazione. Le donazioni saranno dirette a Save the Children per rispondere in tempi rapidi alla crisi dei rifugiati.Tramite questo strumento online, sarà possibile donare “cibo per un giorno” ad un bambino fuggito dalla guerra e dalla povertà estrema, costretto a dormire in un campo profughi o all’aperto. Tramite i fondi raccolti, Save the Children acquisterà latte e pane, nonché alimenti non deperibili fonte di proteine. Inoltre, le donazioni serviranno per portare l’acqua potabile ad una comunità di 800 persone che vivono ancora in Siria, o fornire a madri e bambini, che dormono nei campi profughi o all’aria aperta, un kit per l’igiene personale.“Siamo orgogliosi di poter fornire il nostro contributo alla grave situazione dei rifugiati che negli ultimi mesi sta assumendo dimensioni sempre più preoccupanti – ha affermato Massimo Scaccabarozzi, Presidente e Amministratore Delegato di Janssen Italia -. Perciò è fondamentale dare una risposta concreta e rapida alla crisi umanitaria, a partire proprio dalla nostra azienda. Mi auguro che, anche grazie alle nostre donazioni, Save the Children riesca ad alleviare le sofferenze di queste persone che hanno già sofferto abbastanza nel loro paese di origine”
Save the Children sta lavorando lungo la rotta di transito dei rifugiati, offrendo sostegno ai campi profughi della Giordania, del Libano e della Turchia attraverso la fornitura di protezione, istruzione, cibo, assistenza e riparo. Nei cosiddetti paesi di transito, come l’Egitto, la Grecia, l’Ungheria e la Serbia, l’organizzazione internazionale sta lavorando nei campi profughi formalmente riconosciuti e in quelli cosiddetti “informali” per fornire tende, kit per l’igiene e cibo. Inoltre, nei Paesi di destinazione come l’Italia e la Germania, si sta preoccupando che i bambini siano sicuri e protetti, che comprendano i propri diritti e che abbiano accesso a cure e sostegno.
Le aziende del Gruppo Johnson & Johnson in Europa, Medio Oriente e Africa (EMEA) e la Johnson & Johnson Corporate Citizenship Trust (Trust) hanno già avviato molteplici interventi sanitari a sostegno della difficile situazione dei rifugiati siriani nel corso degli ultimi anni, tra cui:
• Giugno 2015: donazione di prodotti farmaceutici in favore dell’organizzazione per gli aiuti umanitari ANERA a sostegno dei campi profughi in Libano;
• Maggio 2014: donazione di attrezzature per i traumi all’Associazione DePuy Synthes Middle East in favore del progetto cure chirurgico – ricostruttive di Medici Senza Frontiere svolto nel campo profughi di Zaatari in Giordania, per un valore complessivo di 1.4 miliardi di dollari;
• 2013: Il Trust ha riprogrammato le sue sovvenzioni (137.000 dollari) a favore della risposta umanitaria della Fondazione Aga Khan (AKF) in Siria, a sostegno della salute di neonati e bambini e a favore di programmi di prevenzione sulle malattie trasmissibili nel distretto di Salamieh in Siria.
• Il Trust e le aziende del Gruppo Johnson & Johnson in EMEA si stanno spendendo attivamente e in stretta collaborazione con i propri partner, tra cui Save the Children, nei paesi vicini e in quelli di transito per rispondere ai bisogni umanitari a breve e lungo termine dei rifugiati. Lo scopo è stimolare e aiutare la capacità di recupero dei bambini attraverso l’istruzione, il sostegno psicologico e l’assistenza sanitaria primaria.
In Janssen siamo impegnati ad affrontare alcune tra le più importanti esigenze mediche insoddisfatte, in diverse aree terapeutiche fra cui l’oncologia, l’immunologia, le neuroscienze, le malattie infettive ed i vaccini, le malattie cardiovascolari e metaboliche. Mossi dal nostro impegno nei confronti dei pazienti, sviluppiamo prodotti, servizi e soluzioni innovative per la salute, per aiutare le persone di tutto il mondo. La missione della Johnson & Johnson Corporate Citizenship Trust (Trust) è rendere sostenibili le differenze di lungo termine nella salute umana. Per farlo, investe in partnership strategiche e in soluzioni innovative che portano valore alla società e che impattano sulla vita delle persone. Trust è stata fondata nel 2007 per gestire le attività di Corporate Social Responsability di Johnson & Johnson in Europa, Medio Oriente e Africa (EMEA). Il Trust è un’organizzazione indipendente che riflette l’impegno del Gruppo Johnson & Johnson per migliorare la qualità della vita delle comunità in cui i propri dipendenti vivono e lavorano.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Powa Technologies in partnership con Teller per conquistare il mercato scandinavo

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 settembre 2015

londraLondra Teller, uno dei leader nel settore dell’ acquiring nel mercato scandinavo, ha stretto un accordo strategico con Powa Technologies per offrire ai suoi clienti la rivoluzionaria soluzione di mobile commerce PowaTag.
La partnership permetterà agli oltre 100.000 partner scandinavi di Teller di disporre di un innovativo servizio multicanale per vendere i loro prodotti.”Con PowaTag i retailer potranno beneficiare di un canale di vendita omnicompresivo, che consentirà ai consumatori di effettuare acquisti con un semplice click di smartphone, scansionando il Tag presente nei materiali stampati oppure, registrando l’audio mentre ascoltano un annuncio pubblicitario”, ha dichiarato Henrik Vrang Thomsen, Direttore Commerciale di Teller.
L’accordo tra Powa Technologies e Teller rafforza la presenza di PowaTag in Danimarca, dando seguito alla recente partnership con Danske Bank che integrerà l’app in Mobile Pay. Oltre alla Danimarca, dove Mobile Pay annovera 2.3 milioni di utenti, il servizo è’ diffuso anche in Finlandia ed è stato recentemente lanciato in Norvegia.Già alcuni prestigiosi brand, come la catena danese di negozi SPORT 24 hanno siglato un accordo con Teller per usufruire dell’ innovativa soluzione per i pagamenti mobile PowaTag.”Il più grande vantaggio per la nostra azienda è che PowaTag integra in un’unica soluzione l’esperienza di acquisto online e offline. La reputiamo una straordinaria innovazione che abbiamo voluto offrire in anteprima ai nostri clienti. Con PowaTag non solo semplificheremo il processo di acquisto, ma saremo in grado di raccogliere importanti dati sulle abitudini dei consumatori,” ha dichiarato Frank Jensen Kipper, IT Manager di SPORT 24.
SPORT 24, che ha negozi in tutta la Danimarca e una forte presenza online, ha predisposto la piena integrazione di PowaTag con cui sarà possibile effettuare acquisti sia nei negozi fisici, sia nel sito online. PowaTag sarà integrata anche in MobilePay

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bari Night Run

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 settembre 2015

bari lungomarealbertBari Sabato 26 settembre partire dalle 21:30, sul lungomare della città, tra i più affascinanti e lunghi d’Italia, si svolgerà Bari Night Run, per una distanza di cinque chilometri, nella quale i partecipanti potranno sia correre che camminare. L’appuntamento è alle ore 20, con il raduno nel villaggio allestito al Molo San Nicola, con vari stand, tra cui uno dove si svolgerà una diretta radiofonica. La partenza è in programma alle 21:30 e la corsa si svolgerà su un percorso di 5 chilometri per il lungomare di Bari, verso il Parco Punta Perotti, con arrivo al punto di partenza.
Questa iniziativa avvicina due mondi, quello sportivo e quello della movida, evidenzia che lo sport è un sano divertimento e che nella notte ci si può divertire in modo pulito, punta a portare dei benefici alla città portando in centro più gente possibile. Per questo dopo la corsa non si tornerà a casa, ma si continuerà a stare insieme, cantando e ballando, grazie ad un party organizzato da alcuni dei principali staff del territorio. In consolle si alterneranno Ciccio DB per il “W5” e Alex Pala per il “Be4”. Insieme a loro, grazie alla collaborazione con la discoteca Lampara di Trani, nella quale si esibirà per tutta la notte, sarà proposta l’esibizione del vincitore del programma televisivo di Sky “Top Dj” Albert Marzinotto.
Nato in un piccolo paese vicino a Venezia il 2 settembre 1989, questo dj ha studiato pianoforte e chitarra e a soli 13 anni ha iniziato la sua attività di dj dividendosi da subito tra consolle dei club e gli studi di registrazione. Durante le sue esibizioni dal vivo propone sonorità elettroniche e avvalendosi di strumenti quali la drum machine e la batteria elettronica.
Parte dei proventi della corsa saranno devoluti in beneficenza a Emergency Ong Onlus. (foto: lbert. bari lungomare)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Expo 2015: artista messinese porta colori, odori e aromi dei mercati di Sicilia

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 settembre 2015

saloniaAll’Expo 2015 di Milano l’artista siciliano Dimitri Salonia, di Messina, porta i colori, gli odori e gli aromi dei mercati dell’isola. “Questa iniziativa dei mercati siciliani – ha spiegato – la sto portando avanti da più di trent’anni. I mercati in Sicilia di origine araba oggi stanno scomparendo perché la maggior parte di questi venditori, che proponevano questo cibo eccellente a poco prezzo, non erano autorizzati e venivano considerati abusivi. Così hanno praticamente distrutto quasi tutti i mercati e io vado a raccogliere queste voci, odori e memorie portandoli nel mondo e l’occasione giusta è l’Expo di Milano”.
“Il Mediterraneo – spiega – è il luogo dove si sono affacciati da millenni i popoli che hanno costruito la storia dell’umanità e dove Ulisse viaggiava alla ricerca delle Colonne d’Ercole. Purtroppo quando Cristoforo Colombo andò oltre le Colonne d’Ercole, il Mediterraneo si è perso ed è finita la nostra civiltà. Noi vogliamo recuperarla questa civiltà, perché è qui che è nata la vita!”. “Io – dice all’Italpress in riferimento al dramma dell’immigrazione – ho una gran pena per questa gente che scappa dalle guerre, ha fame ed ha bisogno di aiuto”.“Noi siciliani siamo stati un popolo di emigranti e provo orrore quando vedo che li vogliono respingere”. In merito all’Expo, poi afferma: “È una grandissima opportunità, non la volevano fare perché dicevano che non avevamo i soldi. Ma che cosa vuol dire? Proprio perché siamo in crisi bisogna cercare nuove opportunità. Dobbiamo essere orgogliosi di quello che abbiamo fatto noi italiani, non dobbiamo più piangerci addosso perché siamo un popolo di poeti, artisti e navigatori e bisogna continuare su questa strada”. (Testo a cura di Christian Flammia) (foto: salonia)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Al Dorian un venerdì che trasforma il rock in jazz con i Mantropia

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 settembre 2015

mantropiaPalermo venerdì 25 settembre alle 21,30 sul palco del Dorian in piazza Don Bosco 11 un venerdì che trasforma il rock in jazz con i Mantropia. ‘Euforia della chitarra di Giovanni Licata, l’esuberanza di Gabriele indelicato al basso, il ritmo di Giulio Scavuzzo alla batteria, il brio della voce di Andrea Tripi e il genio di Gabriele Fanale al sassofono porteranno i presenti in un viaggio fatto di musica per solleticare l’orecchio di chi ascolta ,con i riarrangiamenti di “Basket Case” o “Baby one More Time” in chiave Swing, ma non solo. Il gruppo infatti ama spaziare dallo swing al soul, passando per il reggae con una spolverata di jazz ed un pizzico di rockabilly.(foto mantropia)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Meridiani Paralleli-Palestina Chiave di Cultura e di Pace

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 settembre 2015

Khaled HouraniMilano Venerdì 25 settembre 2015, alle ore 17, nel Foyer di Spazio Oberdan Viale Vittorio Veneto 2. viene presentata in Anteprima la quarta tappa della manifestazione culturale Meridiani Paralleli-Palestina Chiave di Cultura e di Pace. Il progetto a cura di Laura Turco Liveri è promosso dalla Città Metropolitana di Milano, organizzato dagli Archivi del Presenteismo di Roma e dalla Comunità Palestinese in Milano, in collaborazione con l’Ambasciata dello Stato Palestinese in Italia, il Comune di Milano – Ufficio Relazioni Internazionali e Città Expo.La manifestazione vuole ribadire l’attualità delle problematiche della situazione in Palestina e l’importanza internazionale che esse tuttora rivestono.Particolare attenzione è dedicata ai vari aspetti della cultura palestinese moderna e contemporanea, che si prefigge l’intento di far conoscere sempre più la creatività di un popolo, pur nell’estrema difficoltà della congiuntura storica.
Dal 26 settembre all’11 ottobre 2005 sarà esposta una selezione di opere di artisti palestinesi e italiani (Khaled Hourani, Solaiman Mansour, Hosni Radwan, Alessandro Piccinini, Claudia Sabellico, Silvia Stucky), e la proiezione di un video a circuito chiuso, realizzato dal videomaker Ugo Bongarzoni con musiche ed effetti sonori del compositore Marco Visconti, sulle opere di tutti gli artisti europei partecipanti a questa tappa del progetto (Palestina: K. Hourani, SHosni Radwan. Mansour; Iraq: H. Radwan; Libano: A. A. Moussa; Spagna: E. Andujar, J. Capilla Fernandez, M. C. Ochoa, M. Ruiz Ruiz; Austria: S. Herler; Francia: Monil (Monique Gougis); Romania: D. Lihor; Italia: F. M. Bonifazi, U. Bongarzoni, L. M. Bruno, S. Carletti, P. Dottori, F. Durelli, M. Emanuele, A. Gentile, L. Lombardi; I. Nurigiani, A. Piccinini; C. Sabellico, I. Seta, S. Stucky). La mostra avrà i seguenti orari: da lunedì a domenica dalle 10 alle 19. Ingresso libero.
Lunedì 28 settembre, alle ore 15 e alle ore 17, verrà proiettato, nella Sala Cinema Alda Merini il docufilm Pop Palestine. Salam cuisine da Hebron a Jenin, 2015, di Silvia Chiarantini e Alessandra Cinquemani, con Stefano Sivieri, Armando Siesto, Alessandra Cinquemani, Silvia Chiarantini, Chef Fidaa Ibrahim Abuhamdieh. (foto: Khaled Hourani,Hosni Radwan)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giulia Catuogno e Vittorio Di Matteo duo

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 settembre 2015

catuogno1catuognoPalermo 25 settembre alle 21,30 al Caffè del Teatro Massimo Giulia Catuogno e Vittorio Di Matteo, in concerto. Una chitarra, un pianoforte, le voci. È un duo che punta a incidere per qualità e forza dello spettacolo il mercato musicale palermitano e siculo. Un incontro tra due giovani artisti – che da sempre puntano allo sviluppo della musica inedita italiana – dove non mancherà in scaletta il pop e rock rivisitato di Ligabue, Lucio Dalla, Rino Gaetano, Sam Smith, Maroon 5, James Bay. Un abbraccio artistico tra un locale che ha deciso di puntare sul nuovo intrattenimento, guardando anche alle giovani leve della musica. (foto: catuogno)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Presentazione del libro “L’urlo silenzioso d’aiuto”, di Andrea Bottaccin

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 settembre 2015

Andrea BottaccinPadova venerdì 25 settembre 2015,dalle 18 alle 20 Caffè Pedrocchi via VIII febbraio 15.Alba del XXI secolo: il modello Nord-est entra in crisi e Bottacin decide di partire per la Sicilia, per esattezza per l’isola di Lampedusa. È un’isola che conosce già perché vi aveva trascorso le vacanze durante la sua infanzia. Avviene qui una operazione al contrario, di solito dal Sud si viene al Nord, lui invece dal Nord va al sud. A Padova fa il restauratore , in Sicilia vuol fare il pescatore.
Certo non tutto sarà facile: da una grande città ad un porto di pescatori, la prima barca, le relazioni con gli isolani, il lavoro faticoso sul mare, Il distacco poi dalle sue relazioni famigliari. Lui ci dice che scrive questo libro con la speranza di rinascere e che questo è il capitolo più importante della sua vita. Quando poi pensa ad imprenditori che nella nostra regione si sono tolti la vita, dice di provare dolore per questi gesti, ma che a lui hanno dato la capacità di comprendere il valore di continuare a vivere e a reagire e tenersi forte nella tempesta. Per evitare di soffocare, si è deciso di fare uscire le parole, chiedere comprensione, perdonarsi, perdonare. “Dovete leggere che sono senza isola, sospeso in un Nord provinciale, agiato, basato sull’esteriorità. E vi dico che non ho niente eppure crederci non vi riesce. Ma io intendo ripartire, crearmi nuove destinazioni, tornare a pescare nel mio mare.” (foto: Andrea Bottaccin)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Orlando Presidente del programma “Città sicure”

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 settembre 2015

leoluca orlandoIl Sindaco di Palermo Leoluca Orlando, è stato eletto a Bogotà in Colombia, Co-chairperson, responsabile per l’Europa e l’Africa del Programma delle Nazioni Unite “Città sicure” realizzato dall’Agenzia UN Habitat.Orlando sarà affiancato dai Sindaci di Bogotà Gustavo Petro (responsabile per le Americhe) e di San Fernando nelle Filippine, Mary Jane Ortega (responsabile per l’Asia e l’Oceania) e coordinerà un consiglio direttivo di cui fanno parte i sindaci di Joannesburg, Durban, Rosario, Quito, Guadalajara, Abidjan, Nairobi, Seoul e Quezon.Il Programma Safer Cities delle Nazioni Unite è stato lanciato nel 1996 su richiesta dei sindaci di alcuni grandi centri urbani impegnati a contrastare la criminalità urbana e la violenza nelle loro città. Ad oggi UN-Habitat ha sostenuto iniziative in 77 città in 24 paesi nel mondo.Il programma affronta il tema della sicurezza in chiave olistica, collegando i temi della pianificazione urbana, della vivibilità, dei servizi per i cittadini, del cambiamento climatico, della mobilità sostenibile.”La mia elezione alla carica di Co-Presidente di questo importante organismo internazionale – ha detto Orlando – è un riconoscimento non solo per l’attività svolta nella mia città, ma lo è anche per tutti quei sindaci che in Italia affrontano quotidianamente la sfida di uno sviluppo sostenibile delle proprie comunità, nelle quali è sempre più crescente la conflittualità dovuta alla crisi economica e al taglio delle risorse.
Le nostre città – conclude Orlando – e l’esperienza maturata in tantissimi anni di impegno trasversale contro il crimine e la corruzione ma anche e sopratutto per migliorare la qualità della vita dei cittadini, rappresentano un modello, in grado di dialogare con altre realtà del mondo in ottica di collaborazione e scambio di buone prassi.”

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Forum euroasiatico delle donne”

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 settembre 2015

san pietroburgo«Ringrazio il vicepresidente Kerelova e il presidente Putin per avermi invitata a partecipare al “Forum euroasiatico delle donne”, promosso dal Consiglio della Federazione dell’Assemblea Federale della Federazione Russa, in collaborazione con l’Assemblea Interparlamentare della Comunità degli Stati Indipendenti. Oggi e domani sarò a San Pietroburgo, al Palazzo Tavrichesky, per rappresentare l’Italia a questo importante appuntamento, al quale prenderanno parte donne provenienti da molte Nazioni del mondo: senatori e deputati dei parlamenti, dirigenti delle autorità esecutive, rappresentanti del mondo imprenditoriale, della comunità scientifica, delle organizzazioni non governative degli Stati partecipanti alla Comunità degli Stati Indipendenti e degli Stati membri dell’Organizzazione di Shanghai per la cooperazione e attiviste del movimento internazionale delle donne». È quanto scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.
«Tema della due giorni – prosegue – è la partecipazione delle donne allo sviluppo delle società in questa epoca di nuove sfide e il titolo del mio intervento, di denuncia e di proposta, all’Assemblea plenaria di domani sarà “la partecipazione della donna alla crescita democratica delle nostre società”. Un intervento di denuncia perché non si può restare in silenzio di fronte ai dati del rapporto della Banca Mondiale, che rileva leggi che limitano e discriminano le donne in 100 Nazioni su 173 esaminate nel lavoro, nella vita pubblica e in quella privata (in 32 Nazioni le donne non possono ottenere il passaporto senza il consenso del marito). Parliamo di 950 i casi di diseguaglianze e secondo gli indicatori del rapporto la regione più problematica è quella del Medioriente e nord Africa. Un intervento di proposta perché io sono tra quelle che intravedono innumerevoli complementarità positive tra l’Unione Europea e quella Euroasiatica e penso si possa partire proprio da aspetti di impatto politico come la condizione femminile per sostenere la trasformazione delle società islamiche verso il moderno riconoscimento del ruolo della donna. Questa è una grande sfida di politica estera che ci attende per mettere in campo una attenta strategia per lo sviluppo e una lungimirante visione culturale. Purtroppo non potrò restare fino alla fine dei lavori dei 4 gruppi tematici che parleranno di politica, economia, rappresentanza e potere, salute, cooperazione e volontariato. Io parteciperò al gruppo su donne e politica, per portare la mia esperienza e conoscere quelle delle colleghe di altre Nazioni e per stringere nuovi rapporti e collaborazioni. Domani sera, infatti, tornerò a Roma perché venerdì alle 11.00 inizia Atreju 2015 alle Officine Farneto a Roma e non si può mancare. A proposito…vi aspetto e non accetto scuse: io torno dalla Russia per non perdermi l’inaugurazione». (foto: san pietroburgo)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »