Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 27 settembre 2015

How technology is helping make UK to US expansion a reality

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2015

forbes magazineIf you don’t think digital is creating exponential leaps for businesses of all sizes, think again. Just see some of these amazing digital facts that SAP’s Dan Wellers pointed out in a recent Forbes column.This year Airbnb will become the largest hotel chain in the world (after launching in 2008), with more than 850,000 rooms, and without owning any hotels. From 2012 to 2014, Uber consumed a whopping 65% of San Francisco’s taxi business.In 2000, it took $5,000,000 to launch an Internet startup. Today the cost is less than $5,000.
Even a decade ago, if we had told you 2/3 of San Francisco’s cabs would be operated by private car owners, you’d be skeptical. If we told you the largest hotel chain of 2015 wouldn’t own any brick and mortar locations, you’d think we were losing our minds entirely. Digital technologies are not only growing at an exponential rate, but they’re making previously unattainable opportunities more accessible than ever before. Things that were out of reach for your small or mid-sized business just a few years ago are now attainable and affordable, making expansion a very realistic option. At the outset of 2015, Zubin Mowlavi, entrepreneur and CEO of our partner agency Lucid Fusion, explained why he felt 2015 was “THE YEAR” for UK businesses to put their US expansion in motion.
Advertising is a great way to get eyeballs on your company, but the ultimate goal is to close the sale. Depending on your product or service, you can enter the US market with little or no sales team by selling online. According to a 2014-2015 independent study by the Centre for Retail Research, the US is a prime market for online and mobile retail, with online sales in the US expected to reach $306.0 bn (€224.0 bn) in 2014—vastly exceeding the UK, Germany, France, Sweden, Netherlands, Italy, Poland, and Spain’s expected combined total of £111.2 bn (€155.3 bn or $212.8 bn) for the same period! Additionally, mobile shopping is expected to represent 19.9% of online retail in the US With this heightened appetite for online sales, the US serves as a great market to enter without requiring the commitment and associated costs of a physical footprint.
Whether it’s researching prospective customers, pricing, market size, or the competition, there’s a lot of information that is required to make the leap to launching or advancing a company in a new market. Big data is getting bigger. Never before have we had so much information readily available to us at our fingertips. With a prevalence of data and studies available immediately online, companies can quickly and effectively answer key questions about the market ecosystem without having to physically interview people or conduct studies. This data is instantly available not only to reference, but also to test and validate against your particular company’s offerings. With platforms like Google Adwords, you can easily identify the best consumer for your product or service.
Social media now matters more than ever, and that’s great news for companies who want to expand virtually. With Americans spending more time on social networks than any other activity, and 93% of businesses and marketers using social media, brands now have the ability to reach out to customers directly through these channels to stay at the top of their field. It is no longer a question of “if” social media can help boost a brand’s visibility and ROI, but now, “what hashtag will generate the most engagement?” and “how long will it take to get verified?”2015 has already brought great export opportunities in digital technology that will make it much easier for mid-market UK businesses to export to the US and beyond. The increasing popularity of mobile tech, social media, and e-commerce marketing represents a shift in how all businesses reach customers and make sales.
Ben is a contributing author at Spark Magazine, the premier digital resource for information on how small and mid-sized businesses can successfully expand from the UK to the US. He is the Chief Technology Officer at Lucid Fusion, a digital marketing agency in Irvine, California. When he’s not busy building beautiful technology products, you can find him racing cars, or hoarding unnecessary amounts of flavored gum.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Volkswagen Diesel Emissions – “We” Can Help

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2015

London. “As the issues around Volkswagen’s approach to diesel emissions testing rumble on, it is important to remember that there are solutions available to reduce the NOx emissions from vehicles. So to the new CEO of Volkswagen (VW) when he or she is appointed – we can help!When I say “we”, of course I mean the auto industry.
There are three key ways to reduce NOx emissions from diesel engines, and two of them rely on solutions from chemical companies.The third, of course, is the engine technology itself. But the other two involve catalytic solutions provided by chemical companies, namely:
· Lean NOx Traps (LNT) from the likes of BASF
· Selective catalytic reduction, which requires a consumable, AdBlue, produced by the likes of Yara
In addition to these, diesel fuel additives can also help reduce emissions. Additives such as Eolys from Solvay claim to enhance diesel particular filter (DPF) regeneration efficiency, limit the negative impact of bio-diesel fuels on performance, and reduce fuel consumption. The efficiency of particulate filters and NOx reduction technologies are very closely linked in real-world conditions – what makes for efficient NOx reduction does not always make for efficient particulate reduction.
And of course, it is worth remembering that bonding and light-weight composite technology are also helping to make all cars more light-weight and therefore more fuel efficient. So if this VW issue reinforces the public’s appetite for lower-emission vehicles, there are plenty of chemicals and materials to help make this happen.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scandalo Emissioni: Quale impatto per gli OEMs?

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2015

“La Volkswagen ha ammesso di aver manipolato i test per le emissioni di alcuni modelli diesel facenti parte del gruppo e presenti sul mercato americano. Sembrava un brutto colpo per la casa di Wolsburg, ma tutto sommato circoscritto ad un mercato che storicamente non è mai stato quello di punta (soltanto il 6% del fatturato del gruppo proviene dal mercato USA). E invece no. A meno di ventiquattro ore dal primo annuncio ecco che lo scandalo travolge anche i mercati storici per VW. Si parla ora di cifre ben più ingenti, circa 11 milioni di vetture coinvolte e multe colossali per il gruppo, oltre che a possibili cause penali negli States. L’impatto nel breve termine è chiaro per Volkswagen: grosse perdite economiche, ma soprattutto una perdita di credibilità nei confronti dei consumatori che ora ci penseranno due volte prima di acquistare una nuova auto del gruppo tedesco. Specialmente negli Stati Uniti, i consumatori interessati alle auto VW hanno sempre visto questo brand come “eco-friendly” e reputato il gruppo tedesco come uno di quelli più coinvolti nelle politiche anti-inquinamento. Bisognerà capire come riconquistare la fiducia della gente, e le ammissioni e scuse senza cercare alibi del CEO Winterkorn sono il primo passo. Ma non può essere l’unico… Ma ora la questione sta avendo ripercussioni anche sugli altri produttori di veicoli, primi fra tutti gli altri due gruppi tedeschi, BMW e Daimler. I rispettivi uffici stampa si sono subito affrettati nel pubblicare comunicati stampa volti a rassicurare i loro clienti e della loro totale estraneità ai fatti del gruppo Volkswagen. Sarà sufficiente? Difficile dirlo, ma di sicuro l’immagine negativa prodotta da questo scandalo fa scattare nelle menti di tutti il dubbio che Volkswagen non sia l’unico gruppo ad adottare o ad aver adottato questi trucchi per passare i test per le emissioni, soprattutto nel mercato americano dove gli standard sono molto più rigidi che in Europa (31mg NOx contro 80mg in EU). Ciò che risulta evidente da questo scandalo, che è ben lontano dal risolversi, è che tutta l’industria automobilistica deve porsi nuove questioni da affrontare, prima fra tutti quella relativa a degli standard comuni e a livello globale per le emissioni. Questo ovviamente avrebbe ripercussioni su tutti gli OEMs ma quantomeno i consumatori vedrebbero un reale impegno dei produttori auto nel combattere l’inquinamento e le politiche del raggiro.”

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Campagna Nastro Rosa e “Stati Generali del Volontariato”

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2015

ministro lorenzinAlla presenza delle Istituzioni e di oltre 500 volontari rappresentanti delle 106 sezioni provinciali, è stata presentata – al Marriott Park Hotel di Roma- la XXIII edizione di LILT for Women – Campagna Nastro Rosa e gli “Stati Generali del Volontariato” della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (LILT). E se prima era “ottobre” il mese dedicato alla prevenzione, adesso alcune sezioni LILT protraggono le visite fino a gennaio, a dimostrazione del successo di questa iniziativa. Il Presidente della LILT, Prof. Francesco Schittulli, ha aperto la conferenza stampa di presentazione ribadendo l’impegno delle sezioni provinciali che sono riuscite a penetrare nel tessuto sociale, sensibilizzando la popolazione di tutto il territorio nazionale su una tematica importante, e al tempo stesso delicata, come quella della prevenzione dei tumori al seno. E se da un lato vengono stimati 48.000 nuovi casi di cancro al seno, dall’altro si assiste a un 78% certo di guaribilitá. “Potremmo arrivare a oltre il 98%, se mettessimo in atto tutti gli strumenti a nostra disposizione. Un forte impegno da parte del Ministero della Salute è quello di implementare le campagne di screening, auspicando un maggior coinvolgimento anche delle giovani donne” dichiara il Presidente, pur precisando che tra il Nord e il Sud sussiste una dicotomia, per quanto riguarda partecipazione attiva, qualità dei servizi offerti e tempi di attesa, a svantaggio delle situazioni meridionali.
“Il nostro impegno, come LILT, è quello di consigliare a ogni donna di effettuare la mammografia annualmente a partire dai 40 anni: abbiamo un 35% di cancri al seno al di sotto dei 45-50 anni, e questo dato dimostra l’efficacia di una diagnostica strumentale sempre più precisa, attenta e sofisticata rispetto a ieri. Questo ulteriore elemento ci consente di individuare lesioni minimali di pochi millimetri: quando un tumore alla mammella diagnosticato è di pochi millimetri, infatti, l’aggressività è molto bassa, l’indice di validità trascurabile, e il processo di metastatizzazione pressoché nullo” continua il Prof. Schittulli, sottolinenando la necessità di raggiungere un numero sempre maggiore di donne, al fine di evitare che venga deturpato un organo, quello del seno, simbolo ed essenza stessa della femminilità. “A partire da queste considerazioni dobbiamo svolgere un’attenta , anche nuova, azione di sensibilizzazione rivolta soprattutto alle ragazze a partire dai 16/18 anni affinché acquisiscano quella confidenza, conoscenza con il proprio seno tale da allontanare sempre più lo spettro di questa malattia” conclude il Presidente. La Testimonial di LILT for Women – Campagna Nastro Rosa è Anna Tatangelo, la quale è intervenuta in conferenza stampa dichiarando di volersi impegnare in un lavoro di comunicazione rivolto, soprattutto, alle giovani donne attraverso i social, in modo semplice e diretto. “Sono felicissima che la LILT mi abbia scelto come testimonial, per me è un onore visto che nel corso degli anni, da quando avevo 15 a oggi, che ne ho 28, ho sempre cantato canzoni rivolte alle giovani donne, perché il mio pubblico è formato prevalentemente da loro, parlandogli di anoressia, violenza sulle donne e argomenti che le riguardavano”, aggiunge la Tatangelo, chiarendo che parlare di prevenzione sia il modo migliore per evitare che le giovani vengano impaurite da un problema come il cancro al seno.
schitullitatangeloLa Tatangelo ha, inoltre, lanciato la proposta di organizzare un tour che giri per le scuole d’Italia, informando i giovani sui corretti stili di vita, a partire dal ruolo chiave dell’alimentazione, da adottare per preservare il bene primario della salute.
Alla conferenza e ai lavori degli Stati Generali del Volontariato hanno partecipato autorevoli esponenti del mondo delle Istituzioni e dell’associazionismo, laico e cattolico. Sono intervenuti: Giovanna Boda (Direttore Generale per lo studente, l’integrazione, la partecipazione e la comunicazione /Miur), Patrizia Ravaioli (Direttore Generale Croce Rossa Italiana), Mons. P. Augusto Chendi (Sottosegretario del Pontificio Consiglio per gli Operatori Sanitari), Antonio Spataro (Direttore Sanitario Istituto di Medicina e Scienza dello Sport, CONI), Giuseppe Viggiano (Direttore Generale Vigilanza Enti e Sicurezza Cure, Ministero della Salute). Ha concluso i lavori il Ministro della Salute, On. Beatrice Lorenzin, che si è subito rivolta ai volontari LILT, ringraziandoli per il loro impegno costante nell’accompagnamento e affiancamento di chi vive l’esperienza del cancro. “Vi ho incontrato nelle strade, nei laboratori, nelle corsie degli ospedali, nei momenti difficili quando una donna fa la chemio, insieme ai parenti, nella vita personale. Una cosa è vera: l’assistenza sanitaria in Italia non sarebbe quella che è oggi senza i volontari” dichiara il Ministro. ” La componente umana e psicologica è parte fondante del processo di guarigione, e i lavori che fanno i volontari è una delle specificità del nostro Paese. La LILT è riuscita a unire la parte umana alla ricerca scientifica, assistenza sanitaria e capacità d’intervento”, un lavoro così prezioso, quello dei volontari, “al quale ” – aggiunge il ministro – “non saprei dare un peso specifico da un punto di vista economico”. (foto: ministro lorenzin, schitulli, tatangelo)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sindaco Palermo a Palazzo di Vetro di New York per UN Habitat

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2015

leoluca orlandoIl Sindaco di Palermo Leoluca Orlando è rientrato da New York, dove ha partecipato, presso il Quartier Generale delle Nazioni Unite, all’incontro dell’Agenzia UN Habitat, quale co-presidente del Programma “Città sicure”, al cui vertice è stato eletto nei giorni scorsi. Il Programma Safer Cities delle Nazioni Unite è stato lanciato nel 1996 su richiesta dei sindaci di alcuni grandi centri urbani impegnati a contrastare la criminalità urbana e la violenza nelle loro città. Ad oggi UN-Habitat ha sostenuto iniziative in 77 città in 24 paesi nel mondo. Il programma affronta il tema della sicurezza in chiave olistica, collegando i temi della pianificazione urbana, della vivibilità, dei servizi per i cittadini, del cambiamento climatico, della mobilità sostenibile. Al “Palazzo di Vetro” delle Nazioni Unite, Orlando ha prima incontrato il Rappresentante ed il Vice-Rappresentante dell’Italia presso l’ONU, ambasciatori Sebastiano Cardi e Inigo Lambertini ed ha poi presieduto l’incontro dei sindaci di diverse grandi città dei cinque continenti nel corso del quale si sono affrontati i temi della sicurezza urbana legata ai cambiamenti climatici, ai flussi migratori interni ed internazionali, alla criminalità, alla crisi economica. L’incontro di New York si inserisce nel lavoro collaterale al vertice mondiale che nel corso di questo fine settimana approverà gli “Obiettivi per lo sviluppo leoluca orlando1sostenibile” verso il 2030. “La creazione di un Programma come “Città sicure” – ha detto Orlando – è un esempio del fatto che la comunità internazionale ha compreso la necessità e la possibilità concreta di fare delle città il fulcro dello sviluppo sostenibile e di come la sicurezza debba essere intesa sotto tanti profili interconnessi tra loro. Occorre ripartire dalle relazioni fra le città e fra i cittadini sui temi della mobilità umana, della pace, della sicurezza e del cambiamento climatico per mandare un segnale agli Stati nazionali.” Orlando ha poi partecipato, con i sindaci di altre città ad una lectio magistralis presso la New School University, nel corso della quale è stata presentata la “Carta di Palermo”, il documento sottoscritto alcune settimane fa da giuristi, attivisti dei diritti umani, amministratori pubblici ed organizzazioni non governative per la revisione della legislazione sul permesso di soggiorno e la revisione delle politiche legate ai fenomeni migratori. (foto: leoluca orlando)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Verso le due Europe?

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2015

mediterraneo“Il centrodestra deve tornare a parlare di sovranità, non può cedere sovranità nazionale in presenza di aborticchi economici e burocratici che penalizzano la nostra Nazione e il Made in Italy. La ricetta dei partiti europei non funziona più: il Ppe non fa gli interessi che rispondono al suo elettorato ma agli interessi della Merkel. Fratelli d’Italia propone un’alleanza europea che prescinda dai governi tra Spagna, Portogallo, Grecia (e la Francia se decide dove stare) per difendere i propri interessi nazionali contro l’asse del nord Europa”. E’ quanto ha dichiarato il capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Fabio Rampelli partecipando al dibattito ‘Italia 2015. Alla ricerca del tempo perduto’. (N.D. Già da anni si sussurra qualcosa che oggi sembra voler avere una sua concretezza, sia pure timidamente, con un ragionamento logico anche se disseminato di ostacoli. Mi riferisco all’idea che alcuni si sono fatta su un modello europeo non necessariamente “continentale” ma diviso in due parti: Il nord Europa e l’Europa del Sud (ma avendo come partner privilegiato la Russia e la Cina) che si allea con i paesi africani e asiatici del Mediterraneo per una comunità più affine ai propri ideali ma con la necessità di pacificare prima l’area più turbolenta tuttora in lotta spietata e fratricida. (Riccardo Alfonso)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tre le piste emerse per “andare oltre la paura” durante la due giorni di LoppianoLab 2015

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2015

loppianoSi è conclusa con una pluralità di voci, azioni e stimoli che partono “dal basso”, in Italia e non solo la sesta edizione di LoppianoLab. Oltre 2.000 le presenze che hanno qualificato il confronto e il dialogo tra imprenditori, politici, docenti, cittadini, giovani, comunicatori e amministratori locali: insomma, la società civile nella sua molteplicità di espressione.
Le piste di LoppianoLab 2015 Cittadinanza attiva – Riprendendo le parole di Chiara Lubich, fondatrice dei Focolari, Lucia Fronza Crepaz, coordinatrice progetti Scuola di Preparazione Sociale, Trento, ha così sostanziato il compito sociale di chi fa politica: “Non vogliamo fare azione ‘per i poveri’, ma con i poveri perché sono soggetti e misura della società che vogliamo costruire e ha indicato la città come “palestra” della fraternità universale. Le ha fatto eco Carlo Petrini, fondatore e presidente di Slow Food e Terra Madre, confermando che la cittadinanza attiva è il luogo generativo di nuovi contadini, nuove aziende, di consumatori consapevoli. Profonda la consonanza con l’enciclica Laudato sii di papa Francesco per la quale ha scritto la prefazione ad una delle edizioni uscite in libreria. “Un’opportunità – ha dichiarato – inaspettata. Di tutto poteva capitarmi nella vita, ma non avrei mai creduto che a 67 anni mi telefonasse un papa, a me agnostico. Questo è nuovo umanesimo. Ne avevamo bisogno. Non esiste oggi al mondo un leader politico più incisivo, visionario, concreto di questo papa”. Il sociologo Mauro Magatti aggiunge: “Se non recuperiamo la dimensione della relazionalità come tratto distintivo della nostra condizione, l’umanità è destinata a soccombere. Bisogna tornare a ‘produrre valore’ insieme agli altri”.
Impegno civile – Luigi Bobba, sottosegretario al ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, ha definito il tempo attuale un vento di novità di cui sfruttare l’energia per dar vita a istituzioni capaci di dar forma al cambiamento. È in piena sintonia l’economista Bruni quando afferma che le minoranze possono cambiare il mondo e sono capaci di trasformare l’indignazione in azione politica ed economica collettiva. Cultura del dialogo – “È necessario superare la prospettiva eurocentrica, quando si parla di migrazioni: non sono un fatto patologico, ma fisiologico della storia dell’umanità”. Così Pasquale Ferrara, diplomatico e segretario generale Istituto Universitario Europeo di Firenze. “Le migrazioni non sono solo un fatto umanitario, ma questione di politica internazionale. I migranti sono la testimonianza tragica dei mutamenti storici. Con loro cammina la storia e si rendono manifesti tutti i nodi irrisolti della politica internazionale. Tutti gli uomini sono destinatari della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo. Essa crea una seconda cittadinanza, per questo nessuno può esser considerato clandestino e nessuno illegale”. È Vincenzo Morgante, direttore del TGR RAI a dar voce al mondo della comunicazione, osservatorio privilegiato della “capacità” di dialogo nelle comunità italiane. “Attraverso il lavoro delle testate regionali mi rendo conto che la cultura del dialogo c’è, ma non è sufficientemente incrementata. Prevale spesso quella dello scontro. Occorrerebbe parlare un po’ meno dei fenomeni e un po’ più delle storie, delle persone che stanno dentro di essi”.
L’edizione 2015 di LoppianoLab si conclude anche con un’ampia partecipazione tramite i Social, ma i progetti, le azioni e l’impegno concreto e quotidiano di migliaia di cittadini continua sul campo. Si lavora a ricostruire un tessuto sociale spesso lacerato, attraverso processi di riconciliazione e ricostruzione di comunità che non siano sono l’assemblaggio di una molteplicità d’interessi, ma capaci di una presa di coscienza personale e collettiva.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pope Francis addresses UN: Greenpeace response

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2015

New YorkNew York. In reaction to the Pope’s speech to the UN summit on Sustainable Development Goals, Kumi Naidoo, Executive Director of Greenpeace International, said:“Pope Francis has once again reminded world leaders that alleviating poverty and preserving the environment are part of the same struggle. As a global community, we must remedy the fundamental injustice of climate change: that those least responsible for causing it are being impacted the most.“We echo his call for the Paris agreement to be strong and effective, and that it must be followed by action. The first action must be creating a mechanism to increase the ambition of climate pledges made by most countries, which currently fall well short of what’s needed to avoid catastrophic climate change.“Our world leaders should start now by speeding up the complete phase-out of fossil fuels, and the transition to 100 percent renewable energy by the middle of the century.
“Greenpeace’s Energy (R)evolution, launched this week, shows how we can turn the shared vision of people around the world, championed today by the Pope, into reality. This scientific study demonstrates how to achieve 100 percent renewable energy by the middle of this century, providing a sustainable energy future for everyone. It can be done, it must be done, and it will be done.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

KOTO UTA duemila anni di musica e arte per due mondi lontani

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2015

kotoTrapani Martedì 29 settembre 2015 ore 18.30 Chiesa di Sant’Alberto, Via Garibaldi. Un evento di eccezione: per la prima volta, a Trapani, il folklore giapponese: martedì 29 settembre, alle ore 18.30, nella Chiesa di Sant’Alberto il concerto/conferenza dal titolo Koto-Uta – duemila anni di musica e arte per due mondi lontani con i suoni del Koto e la voce del soprano Yumi Aikawa. L’artista suonerà il koto, strumento musicale cordofono appartenente alla famiglia della cetra. Il corpo dello strumento è costituito da una cassa armonica, lunga circa due metri e larga tra i 24 ed i 25 cm, costruita, in genere, con legname di Paulownia. Su di essa corrono tredici corde di uguale diametro ed aventi stessa tensione, ognuna delle quali poggia su di un ponticello mobile, tali corde vengono suonate con un plettro. Il koto viene suonato poggiandolo sul terreno tramite quattro piccoli piedi di legno. Il suonatore si pone in ginocchio o seduto di fronte ad esso e pizzica le corde tramite l’ausilio di tre plettri fissati al pollice, all’indice ed al medio della mano destra. koto1Il concerto è organizzato dagli Amici della Musica di Trapani in collaborazione con l’Ente Luglio Musicale Trapanese, inserito in Trapani Città Mediterranea della Musica.
Costo del biglietto: 5,00 Euro – Sarà possibile acquistare il biglietto al Botteghino di Villa Margherita, a Trapani (dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00) o nella Chiesa di Sant’Alberto prima dello spettacolo.
Yumi Aikawa è nata a Utadzu, nella prefettura di Kanagawa, in Giappone. Dopo la laurea in Canto presso la Tokyo National University of Music and Fine Arts nel 1978, ha intrapreso il dottorato presso la stessa università. Ha ottenuto nel 1987 il primo titolo di dottorato in canto mai rilasciato in Giappone. La sua attività concertistica molto intensa l’ha portata ad esibirsi per le più prestigiose istituzioni del suo Paese ed è regolarmente presente nei palinsesti radiotelevisivi dei principali networks. Assai attenta agli sviluppi musicali del nostro tempo, ha registrato molte composizioni di autori giapponesi contemporanei.
Yumi Aikawa è stata ripetutamente ospite della Repubblica Popolare di Cina come interprete di musica tradizionale giapponese. (foto:
KOTO)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

United States and China release a game-changing climate announcement

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2015

washington, DC their common vision for the Paris negotiation, including a game-changing financial commitment from China and details on key domestic policy issues. This announcement takes place as China’s emissions from coal are declining for the first time in 15 years.
Commenting on the new statement, Greenpeace East Asia Senior Climate Policy Analyst, Li Shuo, said:“The climate finance commitments from the Chinese government represent a paradigm shift. This is a drastic increase in scale from China’s previous financial pledges. US $3.1 billion could even surpass the US pledge to the Green Climate Fund, which still faces a significant battle in the US Congress.“With this deal, it’s clear China is ready to lead on climate. The old political excuses for inaction in Washington have become irrelevant. On the wave of moral inspiration after the Pope’s visit, US politicians should raise the level of their ambition.“The US and China frequently find themselves disagreeing with each other, but one thing that the leaders are aligned on is climate change. The overwhelming scale of the crisis transcends differences of political system and development stage. If the US and China can agree on the urgency of tackling climate change, the world should find it possible to forge a successful deal in Paris.“The political capital both leaders are investing in a climate agreement in Paris also reflects the fundamental transformation of international climate politics from six years ago in Copenhagen.
“Greenpeace calls on the US and China to bring their highest level of ambition to Paris and beyond.”The release builds on the major announcement the two leaders signed in November last year.Greenpeace is calling for a strong Paris Agreement, including a complete phase out of fossil fuels and a transition to 100 percent renewable energy by midcentury, a solid mechanism to ramp up ambition every five years starting in 2020, and the financing of the $100 billion climate fund.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Modena motor gallery

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2015

motor galleryProsegue anche domenica 27 a ModenaFiere la terza edizione di Modena Motor Gallery, la mostra-mercato di motori a due e quattro ruote italiani e, novità di quest’anno, anche stranieri. Tra i gioielli esposti anche il “manichino” della De Tomaso Pantera, che si può ammirare dopo anni di abbandono e una Ferrari 250 cabrio Pininfarina I serie, di cui sono rimasti pochissimi esemplari. L’ultimo canto del cigno di Alejandro De Tomaso: il modello di stile della Pantera 2000. Tra gli altri pezzi unici in mostra alla terza edizione di Modena Motor Gallery,che prosegue fino a domani sera ai padiglioni di ModenaFieresi può ammirare, dopo anni di abbandono – in un allestimenti unico nel suo genere – anche il “manichino” della De Tomaso Pantera, che giaceva dimenticato nella fabbrica modenese.
L’idea non era male: linea italiana disegnata da Marcello Gandini, motore americano V8 in posizione posteriore, telaio di ultima generazione e alcune soluzioni innovative per il periodo, come i fanali anteriori e gli specchietti a scomparsa. Il tutto marchiato De Tomaso e realizzato a Modena. Il piano industriale prevedeva la commercializzazione della nuova Pantera a partire dal 2002 e nuova piccola “Vallelunga” per competere nel mercato delle piccole spider come la Lotus Elise.Poco si sa di questo prototipo, in quanto la sua realizzazione si fermò ai soli modelli di stile in quanto la De Tomaso dal 2003 entrò in una forte crisi economica finanziaria sino alla liquidazione e successiva chiusura dello stabilimento in Via Virgilio.Oggi rimane questo “manichino” a rappresentare la tenacia di un uomo innamorato dello stile italiano e dei motori americani.Il modello che si può ammirare a Modena Motor Gallery è uno dei tre realizzati da De Tomaso nel 1999: presentato alla stampa nel 2000, è rimasto abbandonato nella vecchia fabbrica a Modena in Via Virgilio. Oggi appartiene alla Collezione Umberto Panini.
E ancora, tra le altre, fa bella mostra di sè una pregiatissima Ferrari 250 cabrio Pininfarina I serie, di cuiad ora sono rimasti pochissimi esemplari.L’auto era ridotta soltanto a un telaio nudo e il restauratore Irmo Artioli di Soliera ha saputo riportarla alla sua originaria bellezza. Sono proporio carrozzai, tappezzieri, meccanici, elettricisti, restauratori, i professionisti che con passione e competenza curano, mantengono, ridanno vita a pezzi unici. Modena Motor Gallery dedica a questi esperti un’intera via: la “Strada degli artigiani”, che ospita oltre 50 aziende tra le più affermate in Italia e punta l’attenzione sulla tutela e formazione di questo settore che rischia di essere ridimensionato dalla mancanza di personale giovane qualificato.
Tra questi è presente la Carrozzeria Campana di Modena, che all’interno del suo spazio allesce un percorso alla scoperta dell’arte del saper fare. Un susseguirsi di ricambi storici, manichini, vetture in scala e immagini che mostrano quella splendida artigianalità che diviene sempre più rara e preziosa.La mostra conduce il visitatore nella storia e nella capacità da parte di pochi individui di forgiare il metallo per creare magnifiche vetture, orgoglio di Modena, da sempre città dei motori. Il percorso storico si conclude giungendo ai nostri giorni, in cui importanza fondamentale ha la personalizzazione dei veicoli, sotto tutti i punti di vista: dalla carrozzeria alla meccanica del veicolo.
Tra le altre sono esposte una Maserati tipo 420M/58 Eldorado in scala 1:2, costruita interamente da Onorio Campana, una Maserati 250F in scala 1:2, anche questa realizzata da Campana, una maquette fatte a mano per la costruzione di carrozzerie e svariati articoli storici di meccanica e carrozzeria “targati” Maserati.
All’interno della manifestazione si può ammirare anche una grande mostra sullo storico Aerautodromo di Modena, una seconda mostra sulla Tecno di Bologna,un’esposizione in ricordo di Juan Manuel Fangio, una dedicata alle bellissime Giordani a pedali e lamostra “Francesco Baracca, il Cavallino Rampante”, a cura di Franco Savignano.
Anche le eccellenze enogastronomiche nell’anno dell’EXPO di Milano 2015 non mancano grazie alla qualificata presenza di Piacere Modena, che rappresenta i Consorzi dei prodotti tipici, a suggellare un connubio straordinario: Motori e Sapori.
La terza edizione di Modena Motor Gallery è organizzata da Vision up srl e Modena Fiere srl con la sponsorship di BPER Banca e gode del patrocinio della Camera di Commercio di Modena, Promo, Comune di Modena, ACI Storico, Circolo della Biella. (foto motor gallery)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lugano: Nuova stagione musicale

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2015

lugano-vedutaLugano sabato 3 ottobre alle 20.30 alla Sala Grande del LAC con il primo appuntamento della stagione sinfonica: ospiti eccezionali, l’Orchestra del Teatro Mariinskij di San Pietroburgo e il suo direttore principale, Valery Gergiev. In programma, pagine di Verdi, Wagner, Debussy e i Quadri di un’esposizione di Musorgskij: un omaggio alla natura multiforme del LAC, in cui le arti figurative giocano un ruolo di rilievo.
Lugano Musica, la nuova stagione firmata da Etienne Reymond – già direttore artistico delle ultime due edizioni di Lugano Festival – sceglie di compiere i suoi primi passi partendo dalla Sala più importante del LAC, la Sala Teatro, dotata di un grande palcoscenico che permette alle orchestre sinfoniche di dispiegare appieno il loro organico. Sul podio salirà un direttore già più volte applaudito dal pubblico ticinese, e considerato dalla critica internazionale uno dei più importanti interpreti viventi: il russo Valery Gergiev, direttore generale del Teatro Mariinskij di San Pietroburgo. L’orchestra del più famoso teatro russo seguirà il suo direttore al LAC, per un programma che rappresenta quattro sfaccettature della cultura musicale europea del secondo Ottocento. Da un lato, si affronteranno faccia a faccia due giganti dell’opera: Giuseppe Verdi, con la Sinfonia dalla Forza del destino (opera eseguita per la prima volta proprio a San Pietroburgo), e il suo ideale antagonista Richard Wagner, con il Preludio del primo atto del Lohengrin. Dall’altro lato, due grandissimi compositori il cui nome è soprattutto legato a lavori strumentali: il francese Debussy, con le atmosfere impressionistiche del Prélude à l’après-midi d’un Faune – la cui versione coreografica, ideata dall’angelo ribelle Nijinskij, scandalizzò il pubblico parigino benpensante – , e il russo Musorgskij, con i Quadri di un’esposizione trascritti per orchestra dalla penna elegantissima di Ravel. Musorgskij concepì i Quadri per pianoforte solo, ispirandosi alle tele dell’artista Viktor Aleksandrovič Hartmann, suo intimo amico scomparso improvvisamente.
(foto: gergiev)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovo farmaco di Novartis per lo scompenso cardiaco

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2015

novartis-sede-logo-140207115847_bigBasilea. Novartis ha annunciato oggi che il Comitato per i medicinali per uso umano (CHMP, Committee for Medicinal Products for Human Use) ha adottato un parere positivo per LCZ696 (sacubitril/valsartan), una decisione che rappresenta un importante passo avanti verso la disponibilità del medicinale nell’Unione Europea. In attesa dell’approvazione definitiva da parte della Commissione Europea, LCZ696 sarà reso disponibile per il trattamento di pazienti adulti con scompenso cardiaco cronico sintomatico e a frazione di eiezione ridotta.
«In considerazione della cattiva prognosi tipica dei pazienti con scompenso cardiaco, che riportano una mortalità del 50% a 5 anni dalla diagnosi, l’approvazione di LCZ696 da parte del CHMP rappresenta una speranza per i pazienti europei con scompenso cardiaco a frazione di eiezione ridotta», ha dichiarato David Epstein, Division Head, Novartis Pharmaceuticals. «Ci sono già giunte conferme dagli Stati Uniti sui benefici che i medici e i pazienti con scompenso cardiaco a frazione di eiezione ridotta stanno osservando con LCZ696 e speriamo di ricevere presto il via libera definitivo da parte della Commissione Europea».
La decisione del CHMP, che fa seguito alle precedenti approvazioni di Stati Uniti e Svizzera, si basa sui risultati dello studio PARADIGM-HF, condotto su 8.442 pazienti con scompenso cardiaco a frazione di eiezione ridotta, che è stato interrotto in anticipo rispetto ai tempi previsti non appena è stato dimostrato che LCZ696 riduceva in modo significativo il rischio di morte cardiovascolare rispetto all’ACE-inibitore enalapril1. Alla fine dello studio i pazienti che avevano ricevuto LCZ696 presentavano maggiori probabilità di sopravvivenza e minore incidenza di ricoveri ospedalieri per scompenso cardiaco rispetto ai pazienti che avevano ricevuto enalapril. L’analisi dei dati di sicurezza ha dimostrato che LCZ696 ha un profilo di tollerabilità simile a quello di enalapril.
«I risultati sorprendenti ottenuti nel corso dello studio clinico PARADIGM-HF mi hanno portato a credere che, una volta approvato, LCZ696 potrebbe sostituire rapidamente gli ACE-inibitori, che hanno rappresentato le fondamenta terapeutiche per più di 20 anni», ha dichiarato John McMurray, Professore dell’Università di Glasgow e uno dei due Principal Investigator. «Migliaia di vite potrebbero essere prolungate e migliaia di ricoveri evitati, grazie alla capacità unica di LCZ696 di potenziare i peptidi natriuretici (ormoni benefici per il cuore), inibendo al tempo stesso il sistema RAAS».
Lo scompenso cardiaco è una patologia debilitante e potenzialmente fatale, in cui il cuore non riesce a pompare una quantità sufficiente di sangue, perché i suoi tessuti diventano troppo deboli o troppo rigidi per funzionare in modo adeguato3. I pazienti devono pertanto affrontare un elevato rischio di mortalità, ripetuti ricoveri in ospedale e sintomi come dispnea, affaticamento e ritenzione di liquidi, che esercitano un impatto notevole sulla qualità della loro vita. Anche se nel mondo le persone che soffrono di scompenso cardiaco sono milioni, la maggior parte di loro non ne riconosce i sintomi: questo significa che molte diagnosi sono errate, oppure che i sintomi vengono erroneamente attribuiti all’età.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Claudio Cricelli è stato riconfermato Presidente della Società Italiana di Medicina Generale

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2015

cricelliClaudio Cricelli è stato riconfermato Presidente della Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie (SIMG) per il prossimo triennio. L’Assemblea Nazionale della SIMG, riunita a Sansepolcro, ha acclamato all’unanimità il nuovo Esecutivo Nazionale e ha rieletto Claudio Cricelli, Presidente Nazionale della società scientifica. Il Presidente ha presentato una lettera inviata alle Istituzioni Sanitarie Nazionale, proponendo soluzioni radicalmente differenti ed alternative alle proposte del Governo e delle Regioni sul cosiddetto Decreto Appropriatezza. “I medici della SIMG – ha affermato il Presidente Cricelli – hanno la capacità di utilizzare strumenti di valutazione professionale in grado di mostrare i livelli di competenza e di qualità professionale e di garantire una tempestiva valutazione della qualità delle prestazioni erogate. Non serve punire i medici ed è inutile e puerile. Basta chiedere loro di essere valutabili e i medici di medicina generale collaboreranno con piacere e tempestività. La sfida per la qualità rende superato e arcaico il dibattito attuale”. “Chi pensa di salvare il Servizio Sanitario Nazionale – ha concluso il dott. Cricelli – non è al corrente dell’esistenza di medici di gran lunga migliori di quanto l’esausto immaginario dei politici possa immaginare”.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Attività teatro Furio Camillo

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2015

teatro furio camilloRoma il Teatro Furio Camillo Via camilla 44 ha presentato le attività e le rassegne della stagione 2015/2016. Corsi, laboratori, workshop prenderanno il via da ottobre in collaborazione con Il Centro Sperimentale di Fotografia, la Compagnia Materiaviva e la Compagnia Sakuntala. Sono stati loro i protagonisti di un percorso culturale che ha spaziato dall’arte visiva alla musica, dal teatro alla danza.Quest’anno il Teatro Furio Camillo ospiterà tre rassegne: Battiti, rassegna internazionale di circo teatro; La città del Natale, rassegna natalizia dedicata ai più piccoli, e infine Tre passi di donna, una rassegna tutta al femminile. Non mancheranno gli spettacoli per Bambini anche nel corso dell’anno. Tutte le domeniche, infatti, si terranno spettacoli adatti a tutta la famiglia, con clown, giocolieri, prestigiatori che divertiranno i più piccoli, in collaborazione con il Coccodrillo Innamorato. Diversi i laboratori attivati dalla direzione del Teatro: Acrobatica Aerea, tenuto dalla Compagnia Materiaviva; Teatro Comico, tenuto da Paolo Scannavino; Yoga, tenuto da Silvia Antonelli. Numerosi anche i workshop, come quello di trapezio e foot juggling, che terrà Roxana Küwen, o il workshop di mano a mano e acro-portes. (foto: teatro furio camillo)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

CIR: Consiglio Europeo luci e ombre

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2015

rifugiatiIl Consiglio Italiano per i Rifugiati (CIR) giudica gli esiti del Consiglio Europeo e della politica comunitaria in materia di asilo insufficienti.Riconosciamo che per la prima volta in Europa si delineano delle risposte comuni alla crisi che sta investendo il continente. Di fronte alle migliaia di persone intrappolate ai confini di vari Paesi membri, in assenza di risposte di accoglienza e protezione adeguate, si gettano le basi per superare il Sistema Dublino attraverso la ricollocazione di 120mila persone. Un fatto epocale, ma una misura che non è sufficiente di fronte alla sfida che ci troviamo ad affrontare.“In primo luogo appare molto limitante che siano considerati eleggibili per il ricollocamento solo richiedenti asilo ritenuti in “chiaro bisogno di protezione”, ovvero provenienti da 2-3 nazionalità. Un altro rischio è che questa misura non diminuisca minimamente i movimenti secondari all’interno dell’Unione, ma ne cambi solo le rotte. Temiamo che il richiedente asilo non cercherà più di arrivare in Germania dalla Grecia, ma dalla Lituania. Noi proponiamo che ogni ricollocamento sia obbligatoriamente legata o ai legami familiari e culturali delle persone o a un chiaro progetto di integrazione personalizzato e finanziato dall’Unione Europea in Stati Membri attualmente, in molti casi, impreparati a ricevere e integrare rifugiati” dichiara Christopher Hein Portavoce del CIR.“Nel disegno presentato, inoltre, il ricollocamento funziona solo se collegato al meccanismo degli hot spot che dovrebbero essere i punti in cui viene garantito il fotosegnalamento di quanti arrivano in Europa. Il CIR insiste nel chiedere che in questi luoghi tutti i cittadini stranieri in arrivo siano informati sul diritto di chiedere asilo, come previsto dalla normativa italiana e comunitaria, e che siano, in tempi molto brevi, intervistati attraverso colloqui individuali per valutare i loro legami familiari e culturali al fine del ricollocamento. Temiamo invece che questi luoghi, che sembrerebbero inevitabilmente di detenzione amministrativa, divengano dei nuovi CIE” continua Fiorella Rathaus Direttrice del CIR.Ma in particolare preoccupa l’assenza, in tutto il programma delineato dalle istanze comunitarie, di modalità di ingresso legali per le migliaia di rifugiati che premono ai confini europei. Non si parla delle vie legali di accesso come: l’utilizzo di visti umanitari, un programma di reinsediamento che dia risposte numeriche adeguate alle esigenze dettate dalla crisi siriana, la possibilità di chiedere asilo dalle rappresentanze consolari. Come CIR siamo convinti che questa sia l’unica via per garantire il rispetto della vita e la protezione dei rifugiati che cercano di arrivare in Europa.“È stato gettato un primo mattone per la costruzione di un vero sistema d’asilo comune in Europa. Ora è di fondamentale importanza che la reale protezione delle persone venga messa al centro di questo disegno” conclude Hein.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Alla scoperta della cucina russa

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2015

fornasarofiliputtiUdine lunedì, 28 settembre, alle 18, nella sede di Fff in via Calzolai 5 (angolo via Savorgnana). Gli speciali appuntamenti in Fff, un mix tra conversazioni, lezione e degustazione, permettono agli interessati di conoscere nuovi Paesi attraverso l’approccio culinario. Tutto è sempre accompagnato da una sessione dedicata al vino, concentrata in particolare sulla ricerca delle migliori proposte di abbinamento del piatto straniero con l’eccellenza vitivinicola friulana.
Gli eventi sono proposti dalla Camera di Commercio grazie al coinvolgimento diretto su tanti mercati, nei quali l’ente supporta le aziende friulane nei loro processi di internazionalizzazione e sviluppo dell’export: oltre alla Russia, l’Africa Subshariana, il Centro Est Europa, il Nord Africa e il Nord America, e l’Asia. (foto: filiputti, fornasaro)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

29 settembre: “Welcome day” a Scienze e Tecniche Psicologiche

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2015

reggio emiliaReggio Emilia, martedì 29 settembre ore 9,30,presso il Centro Internazionale “Loris Malaguzzi” (via Bligny 1/a) alla presenza delle autorità accademiche dei due Atenei e delle città di Parma e Reggio Emilia “Welcome day” a Scienze e Tecniche Psicologiche. Con il nuovo anno accademico prende il via il corso di laurea triennale in Scienze e tecniche psicologiche istituito congiuntamente da Unimore – Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia e dall’Università degli Studi di Parma. A tutti gli studenti che – superato il test selettivo – si apprestano ad affrontare le lezioni, i due Atenei rivolgono un caloroso Welcome day cui prenderanno parte le autorità accademiche, i docenti referenti del corso di laurea e le autorità delle due città: Reggio Emilia e Parma. Per sottolineare l’importanza dell’aver dato vita a questo corso di laurea un ricco programma di interventi: l’introduzione è affidata al prof. Dino Giovannini, di Unimore, mentre il saluto di benvenuto agli studenti per conto dei due Atenei è a cura del prof. Angelo O. Andrisano, Rettore di Unimore e della prof.ssa Maria Cristina Ossiprandi, Pro Rettrice dell’Università degli studi di Parma, delegata alla Didattica e Servizi agli studenti, seguiranno gli interventi di Luca Vecchi, Sindaco di Reggio Emilia e di Marco Vagnozzi, Presidente del Consiglio Comunale di Parma; a Carla Rinaldi, Presidente della Fondazione Reggio Children spetterà la presentazione del Centro internazionale L. Malaguzzi, dove si terranno le lezioni del primo semestre. La seconda parte degli interventi riguarderà maggiormente gli aspetti organizzativi della didattica che ha caratteristiche piuttosto innovative, le lezioni oltre che tenersi per un semestre a Reggio Emilia e un semestre a Parma saranno fruibili in modalità blended (mista) con possibilità di frequenza a distanza. Alle ore 11 sono previsti gli interventi del prof. Giorgio Zanetti, Direttore del Dipartimento di Educazione e Scienze Umane, Unimore, del prof. Giuseppe Luppino, Direttore del Dipartimento di Neuroscienze, Università di Parma, del prof. Sandro Rubichi, Referente del corso per Unimore, della prof.ssa Dolores Rollo, Referente del corso per l’Università di Parma, della prof.ssa Luisa Molinari, docente del corso e del prof. Tommaso Minerva, Direttore di EDUNOVA, il centro interateneo con le università di Parma e Ferrara per la didattica a distanza.Nell’occasione saranno fornite tutte le informazioni sull’organizzazione delle attività didattiche, dei servizi on-line e verranno presentati i principali servizi offerti agli studenti che si affacciano per la prima volta alla vita universitaria.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Italo Calvino: Universos y paradojas”, del prof. Carlo Ossola

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2015

madridMadrid 29 settembre alle 20h00 Istituto Italiano di Cultura Calle Mayor, 86 in occasione del 30 ° anniversario della morte di Italo Calvino e in collaborazione con la pubblicazione Siruela, presso l’Istituto Italiano di Cultura saggio “Universi e paradossi Italo Calvino” sarà presentato. Carlo Ossola. Nel presentare il libro, un saggio che esplora l’universo e le particolarità di questa splendida, inquieta, senza fine, “la raccolta di sabbia” che Calvino stesso ha creato, coinvolgendo l’autore e il professor Francisco Jarauta.Carlo Ossola è un professore di moderni neo-latine Letterature dell’Europa al College de France a Parigi, direttore dell’Istituto di studi italiani (ISI) presso l’Università della Svizzera Italiana (Lugano-CH), e dal momento che l’anno accademico 2012-2013, troppo Corso di laurea in Lingua, letteratura e civiltà italiana. Francesco Jarauta è professore di Filosofia presso l’Università di Murcia e ha studiato storia, storia dell’arte e filosofia presso l’Università di Valencia, Roma, Münster-Westfalia, Berlino e Parigi.

Posted in Estero/world news, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Immigrazione: E’ un business

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2015

Fabio_Rampelli_daticamera“Non è un’economia sana quella che destina 35 euro al giorno per migrante (70 per i minori) per darne 33 agli operatori e 2 ai bisognosi. Se proprio quella deve essere la cifra calcolata per la sopravvivenza e quello il modello prescelto (cosa che notoriamente noi contestiamo), pur rammentando che i pensionati sociali italiani si fanno vivere con 15 euro al giorno, allora tanto vale paradossalmente dare quei soldi direttamente agli interessati sottoforma di sussidio”. È la proposta provocatoria lanciata dal capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Fabio Rampelli. “In questa maniera – ha aggiunto- saranno almeno liberi di prendere una casa in affitto, scegliersi la città dove abitare, cosa mangiare, in quale scuola iscriversi per imparare le lingue, dove formarsi per cercare lavoro. Perché non ha senso avere la libertà di circolare per poi essere schiavi delle cooperative rosse e bianche e del loro assistenzialismo. Una famiglia di immigrati fatta di 4 persone, due adulti e due bambini, secondo gli attuali assurdi parametri incamererebbe la bellezza di 6300 euro al mese e potrebbe risiedere tranquillamente nel quartiere Parioli frequentando college al posto dei Cara. La libertà o è globale o è una foglia di fico per coprire il business”. “Infine, a proposito di solidarietà- ha concluso Rampelli- che dovrebbe essere gratuita per definizione, c’è il business di Stato, cioè l’altra verità che emerge sempre più insistentemente in questo triste dibattito: il calcolo di quanti immigrati servono per sostenere tra qualche decennio il nostro welfare, visto che lo Stato invece di fare politiche per promuovere la costituzione di nuove famiglie e invertire l’andamento demografico drammatico che ci caratterizza da oltre vent’anni, ritiene che la risposta ai conti dell’Inps in rosso sia pagare chi viene da fuori. Valutazioni decisamente molto altruistiche e caritatevoli…”

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »