Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for 29 settembre 2015

Paf invests €320 000 in gambling addiction research

Posted by fidest press agency su martedì, 29 settembre 2015

pafThe Åland-based gaming company Paf launches research cooperation with the Department of Psychology at Stockholm University. The cooperation comprises a four-year research project on online gaming with focus on setting limits, customer contact and feedback on gaming habits. The research project is led by Professor of Psychology Per Carlbring and funded by Paf.The research project is based on the Paf gaming site paf.com and examines different communication methods online in order to combat problem gambling and gambling addiction. The four-year project is financed by Paf with a total investment of €320 000.“We’re looking forward to the long-term cooperation with the Department of Psychology at Stockholm University which is internationally at the forefront of research of gambling addiction. Responsible gaming pervades our whole operation and we are therefore convinced that the research outcome is going to guide our future development in that area. We are going to share the results of the research and we hope that the knowledge will have impact in the broader online gaming industry, as we at Paf believe that exchange of knowledge and cooperation within the industry concerning responsible gaming is the way to go”, says Daniela Johansson, Chief Responsibility Officer at Paf.Among other aspects, the research project will examine what communication methods are required for increasing the proportion of gamblers who voluntarily choose to set limits to their gambling and how it affects the gambling behaviour. The research also examines various ways and channels of contacting gamblers who are deemed to be in the risk zone of problem gambling, as well as how and in which way different types of objective information can increase awareness of individual gambling habits of online gamblers.“In my previous research, I have been able to demonstrate that web-based treatment can be of good help for individuals having developed gambling problems. I think, however, that it’s even better to prevent the problems. So I hope that the methods that we are going to provide in the course of the research cooperation with Paf will have a preventive effect and contribute to a drastic reduction of the proportion of people needing treatment. I’m glad that we have been given free hand in planning the studies and that we may publicize the results. This research cooperation is something that the whole online gaming industry and public health can benefit from,” says Per Carlbring, Professor at the Department of Psychology at Stockholm University and the leader of the research project.Per Carlbring is professor and head of the subdivision of Clinical Psychology at Stockholm University. He is a board certified Psychologist, Psychotherapist and specialist in Clinical Psychology. Main area of research is clinical applications for anxiety, depression and problem gambling. He is currently the main supervisor of six PhD students and three of them are in the gambling field. Carlbring has published over 150 peer-reviewed papers and is the editor in chief of Cognitive Behaviour Therapy.Paf was founded on Åland in 1966 with the clear purpose of creating profit to support the public good. This purpose is still the company’s principal reason for being. Today, the group has close to 400 employees with offices in Mariehamn, Helsinki, Stockholm, Tallinn, Madrid and Milan. Paf is licensed and controlled by the Government of Åland.The research project is launched today, Tuesday, September 29, at the international Paf Responsible Gaming Summit 2015 in Mariehamn on Åland. Paf Responsible Gaming Summit is intended for gaming operators, researchers, decision-makers, cooperation partners, interest organisations and other stakeholders in the gaming industry. The summit is held every other year, the last time was in 2013.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vecchiato Arte ospita la personale dell’artista David Begbie

Posted by fidest press agency su martedì, 29 settembre 2015

David Begbie1David BegbiePadova venerdì 16 ottobre alle ore 18.30 via Alberto da Padova 2,Vecchiato Arte dedica una personale all’artista inglese David Begbie, un’ esposizione di una quarantina di opere dal titolo “Solid Air”. sarà presente l’artista con presentazione di Massimiliano Sabbion, che ha curato il testo critico inserito nel catalogo.E’ il corpo il protagonista delle opere dello scultore, sviluppato e indagato nella personale ricerca artistica dell’artista.Il corpo in movimento danzerà fra le sculture, nella performance “Dance and music improvisation”, a cura di Margherita Pirotto e Riccardo Marogna tenorsaxophone and live electronics, con coordinamento scenico di Laura Pulin, in collaborazione con Spaziodanza di Padova. La mostra resterà aperta fino al 16 novembre.David Begbie ha messo il corpo umano al centro del suo lavoro, sculture che sono state esposte in tutto il mondo e che rappresentano a tutti gli effetti l’essenza della sua produzione artistica. “Solid Air” David Begbie2è l’ultima mostra personale che svela le peculiarità della sua scultura figurativa. In ogni sua opera, dotata di personalità unica, si percepisce il suo grande interesse per l’anatomia umana. L’artista con le mani ha creato pezzi irripetibili, sintesi di diversi studi effettuati con modelli, osservazioni quotidiane e tutto ciò che ci circonda.Le posture dei corpi rimandano alle antiche sculture classiche, il materiale utilizzato, maglie di ferro e bronzo e reti metalliche, richiamano l’idea di un composto industriale contemporaneo, mentre attraverso l’illuminazione si creano delle ombre che danno un peso alle opere che risultano eteree.
Inaugurazione:16 ottobre ore 18.30 Chiusura:16 novembre Orari: lunedì-sabato 10:00 – 13:00 e 15:30 – 19:30
L’artista è nato a Edimburgo nel 1955. Nella sua carriera trentennale, le sue opere sono state esposte nelle gallerie di tutto il mondo e fanno parte di collezioni molto importanti come la Galleria Nazionale del Canada, dell’Australia e dell’Italia e il museo di storia naturale di Londra.
David Begbie ha collaborato con stilisti, architetti e interior designer che hanno voluto integrare le sue sculture all’interno dei loro concetti. Ha realizzato diverse installazioni per musei, chiese, alberghi e centri benessere.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Ciak, si gira!”

Posted by fidest press agency su martedì, 29 settembre 2015

amir naderiIl regista iraniano Amir Naderi ha scelto la Val d’Ega (BZ) per girare le scene del suo nuovo film “Mountain”. Le riprese, ai piedi del Latemar, dureranno circa quattro settimane. Si intitola “Mountain/Monte” il nuovo film di Amir Naderi – regista di “Cut” e “The Runner” – che si sta girando in questi giorni in Val d’Ega (BZ). Le riprese sono iniziate giovedì 24 ottobre 2015 e dureranno circa 4 settimane: a Castel Cornedo, ma soprattutto sul Latemar, a 2.500 metri, nelle vicinanze della Mayrl Alm. Proprio qui, per esigenze di sceneggiatura, è stato ricostruito un vero e proprio paese medievale. Dopo aver realizzato progetti cinematografici in Iran, USA e Giappone, il regista e sceneggiatore iraniano ha scelto le montagne dell’Alto Adige/Südtirol come set della sua ultima pellicola. La storia è quella di Agostino, un contadino che nell’anno 1350, vive con la moglie Nina e il figlio Giovanni in un villaggio quasi abbandonato all’ombra di un imponente massiccio che non permette la vita nella vallata, fino a quando lui stesso decide di salire sulla montagna per lottare contro il proprio destino. “Mountain” è prodotto dalla Zivago Media Srl di Roma e coprodotto da Citrullo International e dall’americana Cineric insieme a Zomia. Il progetto è stato sostenuto dal Fondo provinciale per il cinema con un finanziamento di 200mila euro e viene seguito sul campo dalla Business Location Südtirol-Alto Adige (BLS). Il cast comprende Andrea Sartoretti (“Romanzo criminale”) e Claudia Potenza (“Basilicata coast to coast”). Al loro fianco tanti professionisti locali: Debora Scaperrotta come Location Manager, Silvana Decarli come responsabile della Script Continuity e Romina Berni, aiuto pittore di scena. Federica Mele è stata ingaggiata per curare il casting mentre Daigoro Vitello è macchinista. A giocare un ruolo importante nella realizzazione del progetto cinematografico anche l’Associazione turistica della Val d’Ega, la Obereggen Spa e la Mayrl Alm.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Per la prima volta si apriranno le porte del Chiostro di Michelangelo a Roma per una Mostra di Beneficenza

Posted by fidest press agency su martedì, 29 settembre 2015

snapcrabSabato 3 ottobre alle ore 17,all’interno della Chiesa di San Silvestro al Quirinale per la prima volta si apriranno le porte del Chiostro di Michelangelo in una veste speciale, sarà inaugurata la copia della Pietà di Michelangelo nella Cappella Bandini dove si terrà un piccolo concerto con la Star internazionale cinese LU YE. Successivamente il percorso si sposterà al Chiostro di Michelangelo, aperto anche questo per l’occasione speciale, dove lo stesso Michelangelo lavorava alla Cappella Sistina.
Nel Chiostro alle ore 18 verrà inaugurata la Mostra di Beneficenza delle Opere d’arte realizzate dalla Artista Claudia Hecht e da Lorenzo de Medici, 2 Cavalieri 2 Stili e 2 Continenti uniti per l’Arte e la Philantrophia dove lo stile Reinassance Pop incontra la Scultura Pittorica Il valore delle opere degli Artisti spazia dai 5.000 a 80.000 euro. Parte dei proventi dell’asta serviranno per sostenere le attività di beneficenza dell’ordine di San Martino e una parte andrà come contributo per restaurare la Chiesa di San Silvestro al Quirinale, in particolare per rifare il tetto.
La Mostra sarà poi aperta al pubblico Domenica 4 Ottobre dalle 10 alle 19 . Alla mattina è possibile assistere all’investitura dei nuovi Cavalieri dell’ Ordine di San Martino che avverrà nella Chiesa intorno alle ore 11.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Giornate di Ambientamento per le matricole”

Posted by fidest press agency su martedì, 29 settembre 2015

camerino ambientamentocamerino ambientamento2Camerino. Sono circa 1000 le matricole, provenienti da tutta Italia, che oggi hanno preso parte alla prima delle “Giornate di Ambientamento per le matricole”, in programma oggi e domani presso le sedi Unicam di Camerino, Ascoli Piceno e San benedetto del Tronto. Numerosi sono anche gli studenti stranieri, perlopiù iscritti ai corsi di laurea in lingua inglese, provenienti da Paesi tra cui Cina, America, Ghana, Nord Europa, Bangladesh e Pakistan.
Le Giornate di ambientamento, promosse dal servizio Tutorato di Unicam, sono volte a facilitare l’inserimento dei nuovi studenti nella realtà universitaria e fornire loro gli strumenti utili per affrontare senza problemi gli studi universitari.
camerino ambientamento1“Le due giornate – sottolinea la prof.ssa Loredana Cappellacci, Delegata del Rettore per il Tutorato – sono come sempre ricche di appuntamenti, con presentazioni delle attività didattiche, dei servizi agli studenti, e con test di verifica, rivolti alle centinaia di giovani studenti che, con grande entusiasmo e con la curiosità di chi si accinge ad affrontare una nuova esperienza, hanno deciso di scegliere l’Università di Camerino per il proprio percorso universitario”.
Nella mattinata di oggi martedì 29 settembre i partecipanti hanno ricevuto il saluto di benvenuto in Unicam da parte del Rettore Flavio Corradini, ed hanno poi potuto avere tutte le informazioni sulle opportunità ed i servizi offerti dall’Ateneo. A Camerino l’evento si è tenuto presso il Centro culturale Benedetto XIII mentre ad Ascoli Piceno presso il Palazzo dei Capitani, gentilmente concesso dal Comune di Ascoli Piceno, in collaborazione con il Consorzio Universitario Piceno mentre nel pomeriggio le matricole sono state accolte dal Rettore Unicam nel Polo didattico di San Benedetto del Tronto.
I ragazzi partecipanti hanno poi visitato le Scuole di Ateneo (Architettura e Design, Bioscienze e Medicina Veterinaria, Giurisprudenza, Scienze del Farmaco e dei Prodotti della Salute, Scienze e Tecnologie) nelle sedi di Camerino, Ascoli Piceno, San Benedetto del Tronto e Matelica, presso le quali hanno visionato nel dettaglio i corsi di laurea Unicam e hanno potuto richiedere tutte le informazioni relative alle attività didattiche.
Domani Mercoledì 30 settembre, in tutte le sedi dell’Ateneo, è previsto lo svolgimento, da parte dei ragazzi, esclusi quelli iscritti ai corsi di laurea a numero programmato, del test obbligatorio per l’Accertamento delle Conoscenze in ingresso, un test non selettivo volto alla verifica preliminare della preparazione degli studenti in relazione al corso di laurea prescelto.
Per tutte le matricole dei corsi di laurea in lingua inglese è, inoltre, previsto sempre domani martedì 30 settembre un Placement test di lingua inglese, che permetterà di verificare il livello di conoscenza della lingua.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Adozioni: Binetti (Ap): con nuova legge più garanzie per i bambini

Posted by fidest press agency su martedì, 29 settembre 2015

camera deputati“Adozione ed affido restano due modalità diverse di venire incontro alle esigenze dei bambini, ma questa legge va verso un nuovo punto di equilibrio. Vuole orientare le differenze tra adozione ed affido verso un unico obiettivo: la continuità affettiva del bambini, requisito essenziale per la sua piena maturità”. Lo scrive in una nota Paola Binetti, deputato di Area popolare (Ncd- Udc).”L’adozione consiste nel cambiamento dello stato giuridico del minore, che diventa a tutti gli effetti figlio legittimo della coppia adottante, mentre l’affido ha carattere di temporaneità e non prevede un cambiamento nello stato giuridico del bambino, che mantiene un rapporto concreto con i suoi genitori naturali. Oggi però occorre prendere coscienza di un nuovo dato di fatto- spiega Binetti- :l’affido, per sua natura a tempo determinato, non è più «temporaneo», ma si prolunga, dando origine a rapporti solidi e profondi tra affidato e famiglia che lo accoglie. Questa l’osservazione alla base della legge che stiamo discutendo e che mira a sfumare la distinzione fin qui assoluta tra affidamento e adozione, per non spezzare il principio della ‘continuità affettiva’.
Proprio la possibilità che il rapporto dell’affido tipicamente a tempo, tra genitori e ragazzo, si trasformi in un rapporto stabile che fa del bambino un figlio legittimo della coppia adottante richiederà una maggiore selezione delle famiglia affidatarie, privilegiando proprio quelle che hanno una struttura il più simile possibile a quella della famiglia naturale, con un papà e una mamma, magari dei fratelli e dei nonni!”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Congresso nazionale Uroleage

Posted by fidest press agency su martedì, 29 settembre 2015

ospedale cardarelliNapoli. Si sta svolgendo a Napoli, con epicentro nell’Ospedale Cardarelli e nato da un’iniziativa dell’Auro (Associazione Urologi Italiani), il congresso nazionale Uroleage, (un progetto allo stesso tempo coraggioso e importante che vede riuniti a confronto centinaia di urologi provenienti da tutta Italia. “Coraggioso”, sottolinea il dottor Paolo Fedelini, direttore del congresso e primario facente funzione dell’Urologia del Cardarelli, “perché si rompe un tabù che da sempre aleggia intorno alla chirurgia: la necessità di effettuare un secondo sullo stesso paziente in quanto il primo non ha raggiunto i risultati che ci si proponevano. Importante, perché vede riunito il meglio della chirurgia italiana per ogni specifica patologia”. Da qui il nome di Re-Do Surgery, con tre giorni – dal 27 al 29 settembre – dedicati al tema, sia con relazioni dei massimi esperti sia con interventi operatori eseguiti in diretta dal Cardarelli e seguiti su video in alta definizione da un nutritissimo gruppo di professionisti della medicina.Lo stesso dottor Fedelini sarà impegnato su una ragazza poco più che ventenne, affetta dalla nascita da una malformazione che ostruisce il passaggio dell’urina dal rene all’uretere. “Fu operata circa 40 giorni dopo la nascita, e per anni la situazione è stata ragionevolmente accettabile”, spiega Fedelini, “ma pochi mesi fa l’equilibrio si è rotto, il problema si è ripresentato in tutta la sua gravità ed è stato necessario applicare alla ragazza una cannula, che fuoriuscendo dal fianco scarica l’urina. Una situazione clinicamente precaria e psicologicamente devastante. Noi interveniamo con tecnica laparoscopica per asportare il tratto che si è nuovamente ristretto, ristabiliamo il collegamento e finalmente otteniamo un deflusso che potremo definire stabile e “naturale”.Il dottor Giovanni Ferrari, responsabile del servizio di Urologia presso l’Hesperia Hospital di Modena e pioniere in Italia dell’impiego del laser Greenlight per la cura dell’ipertrofia prostatica benigna, si è impegnato in un intervento di enucleazione prostatica su un paziente di 58 anni già operato con la tradizionale tecnica Turp, ma che dal mese di luglio è in condizioni di ritenzione totale dell’urina e quindi portatore di catetere. Spiega il dottor Ferrari: “Si è ricreata una situazione adenomatosa, la prostata ha assunto una forma irregolare e con due protuberanze ingombranti e la formazione di tessuto fibromatoso: tutto ciò ha portato all’occlusione del condotto di scorrimento dell’urina. La situazione ci è stata confermata da un’opportuna cistoscopia. Con il laser ridaremo alla ghiandola le sue giuste dimensioni, asportando millimetricamente solo la parte in eccesso. L’impiego del laser ci ha dato una mano fondamentale per eseguire al meglio il nostro compito, in quanto evitando il sanguinamento ci consente una perfetta visione del campo operatorio. Inoltre, in prospettiva post-intervento, solo in casi rarissimi l’impiego del laser porta a reazioni infiammatorie e fibrotiche”.Direttore scientifico del Congresso è il dottor Maurizio Carrino, urologo e responsabile Chirurgia operativa andrologica del Cardarelli, un’eccellenza per l’impianto protesi peniene. «Dobbiamo procedere a un secondo impianto di protesi in un paziente di 48 anni, già operato anni fa per impotenza “da fuga venosa” (non affluiva nei corpi cavernosi del pene abbastanza sangue per arrivare a una erezione completa) e quindi sottoposto a un primo impianto con protesi “soffice”, un modello che non offre la possibilità di una vera erezione né riporta a uno stato di flaccidità normale e che comunque necessità di un minimo residuo di attività erettiva. “Il vero guaio”, puntualizza il dottor Carrino, «si è avuto quasi subito, quando la protesi soffice ha iniziato a subire una fase di rigetto, fino alla completa espulsione. Il trauma fisico ma soprattutto psicologico del paziente è stato devastante. Noi procederemo a un nuovo impianto, con una protesi di ultimo modello, la tricomponente, quella che il paziente azione agendo su un pulsante collocato sotto la cute nell’area dello scroto. Sarà un lavoro particolarmente delicato, perché avremo a che fare con abbondanza di tessuto fibrotico che andrà asportato per fare posto alla nuova protesi”.
Il dottor Cristian Gozzi, professore contratto di Urologia presso l’Università di Pisa, affronta un caso di incontinenza urinaria conseguente all’asportazione totale della prostata affetta da tumore. Il paziente ha 60 anni . “In questo caso”, spiega Gozzi , “verrà impiantata una sling – una retina di polipropilene (particolare materiale biocompatibile) che riposiziona l’uretra ,dislocata dall’intervento sulla prostata , nella sua sede anatomica naturale ristabilendo la normale continenza urinaria”.
Questa nuova tecnica mini-invasiva “Advance” ideata dallo stesso Cristian Gozzi impiegata con successo in migliaia di uomini ( la sua casistica personale è di oltre 5 mila pazienti ) rispetto alla tecniche chirurgiche del passato invasive e con risultati non sempre soddisfacenti, risolve definitivamente l’incontinenza urinaria da lieve a moderata. Per le forme più gravi si ricorre allo sfintere artificiale.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Il Def non convince i tecnici del senato

Posted by fidest press agency su martedì, 29 settembre 2015

aula senatoDichiarazione dell’onorevole Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia: “Povero ministro Padoan, svergognato dai tecnici del servizio Bilancio del Senato, che muovono alla sua Nota di aggiornamento del Documento di Economia e Finanza (Def) quei rilievi che lui stesso avrebbe fatto se fosse stato ancora all’Ocse o al Fondo Monetario internazionale. Come era, d’altronde, evidente a tutti, la Nota è un documento assolutamente lunare: mancano le necessarie specifiche di come sarà articolata la Spending review, destinata a coprire tutte le misure annunciate dal governo, che invece si limita ‘a indicare l’entità della manovra in termini di scostamento tra l’indebitamento tendenziale e quello programmatico’, bontà sua.
E poi, sempre nella Nota, dicono i tecnici del Senato, si minimizza, colpevolmente e inspiegabilmente, la portata delle clausole di salvaguardia da disinnescare, tra l’altro senza dire, anche in questo caso, con quali coperture, ma limitandosi ad affermare che un aumento delle tasse ora bloccherebbe la crescita. Per non parlare dei tre ‘errata corrige’ del documento inviati dal governo al Parlamento.
Che tristezza, professor Padoan. Che delusione. Per lei, per il suo governo, per i rapporti con l’Unione europea, per i mercati, per i cittadini tutti.
Il servizio Bilancio del Senato oggi ha svelato l’ennesimo imbroglio di Renzi e dei suoi cari. Un governo che prende in giro gli italiani: questa è l’offerta del giovane fiorentino. Con la complicità di professori, come il ministro Padoan, una volta corretti e prestigiosi, ora semplicemente passacarte conniventi!”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nissoli (PI): Cittadinanza anche per gli italiani all’estero che l’hanno perduta

Posted by fidest press agency su martedì, 29 settembre 2015

Angela_Rosaria_NissoliL’on. Fucsia FitzGerald Nissoli (eletta al Parlamento dagli italiani all’estero residenti in Nord e Centro America) è intervenuta, nell’Aula di Montecitorio, in sede di discussione generale sul testo di legge di riforma della cittadinanza per portare la voce e le richieste dei tanti italiani che recatisi all’estero hanno perso la cittadinanza.
“Oggi – ha detto l’on. FitzGerald Nissoli – è un bel giorno perché finalmente parliamo di cittadinanza in quest’Aula. Un argomento spinoso ma la cui riforma non può attendere. Essa è il simbolo dell’aspirazione all’uguaglianza tra le persone e le lega allo Stato in un quadro giuridico definito. È un tema, la cittadinanza, che tocca profondamente l’animo umano in quanto attiene il sentirsi parte di una comunità.
Quella che stiamo esaminando, quindi, e’ una riforma doverosa per quei minori stranieri che hanno provato il senso di appartenenza a questa comunità ma allo stesso tempo è una sconfitta per altri che non sono stati presi in considerazione e cioè quegli italiani che recatisi all’estero hanno perso la cittadinanza ma che conservano nel cuore e nel modo di essere l’italianità. La loro è una identità italiana piena, viva che chiede di essere riconosciuta anche sul piano giuridico”.
Poi, la deputata eletta all’estero ha richiamato il fatto che “l’Italia è un Paese che ha vissuto nella sua storia forti fenomeni emigratori fino agli anni ’90, quando abbiamo tutti registrato il fatto che il nostro Paese da Paese di emigrazione era diventato un Paese di immigrazione, tanto che oggi possiamo contare un pari numero di cittadini italiani emigrati ed immigrati.
Due facce della stessa medaglia nel contesto globale dei movimenti umani al cui centro vi è la dimensione della cittadinanza come appartenenza, una cittadinanza che può essere anche plurale. Oggi, abbiamo fatto un primo passo nell’affrontare le novità demografiche presenti nel nostro Paese ma non possiamo parlare di una riforma completa, questa riforma dovrà essere completata inserendo anche gli italiani che hanno perduto la cittadinanza andando all’estero. In questo modo avremo la possibilità di legare insieme due realtà che possono fare grande l’Italia: quella dei nuovi italiani e quella degli italiani all’estero”.
“Oggi mantenendo lo lus sanguinis – ha puntualizzato l’on. Fucsia Nissoli richiamando il disegno di legge all’esame del Parlamento – apriamo le porte ad uno Ius soli temperato: prevedendo di concedere la cittadinanza a chi nasce in Italia da genitori legalmente soggiornanti da almeno 5 anni. Inoltre, si introduce lo Ius culturae, prevedendo la concessione della cittadinanza ai figli di genitori stranieri che siano entrati in Italia entro il compimento del dodicesimo anno di età e abbiano frequentato almeno 5 anni le scuole in Italia. Un provvedimento rivolto ai minori con il carattere dell’urgenza perché i minori sono una priorità, ma questo non ci deve far dimenticare di lavorare alla definizione di un nuovo orizzonte di diritti per dare a ciascuna persona l’orgoglio di sentirsi pienamente italiana. Un percorso che non puo’ prescindere da una consapevolezza civica di cui si deve far carico in primis la scuola sin dai primi anni. Solo cosi’ riusciremo a dare corpo ad un nuovo ethos civile di cui l’Italia ha bisogno per le future generazioni”.
In seguito, l’on. Nissoli ha esortato i colleghi a lavorare “con uno spirito lungimirante” ed ha affermato con forza: “non dimentichiamo quei tanti italiani all’estero che l’Italia l’hanno sempre amata veramente. Vi chiedo di tener conto di un’altra Italia che è fuori dall’Italia, delle attese di chi ha perduto la cittadinanza e che guarda con speranza a questo Governo e a questo Paese che vuol essere innovativo ed aperto al contributo degli italiani all’estero come risorsa preziosa per il nostro Sistema Paese. Non si tratta di uno sguardo al passato ma di una proiezione verso il futuro”.
E considerando la società contemporanea, caratterizzata da un aumento dei movimenti umani, ha rimarcato che “spesso non si vive più nel Paese in cui si è nati anche se si sente profondamente il legame con esso. La globalizzazione, come processo – ha osservato – è una realtà e contribuirà ad aumentare le richieste di cittadinanze plurime. E’ il caso degli italiani che oggi si recano all’estero e di quelli che erano partiti dai luoghi natii anni orsono e che hanno perso la cittadinanza italiana senza comunque affievolire l’amore per la madrepatria. Il mio Disegno di Legge intendeva dare una risposta a queste persone, non è stato possibile inserirlo in questo testo coordinato ma credo che si debba prendere, in questa sede, un impegno serio teso a permettere il riacquisto della cittadinanza a chi l’ha perduta recandosi all’estero”.
Infine, dopo aver ringraziato tutti i 317 colleghi che avevano sottoscritto la sua Proposta di Legge ha chiesto “di essere, ora, conseguenti, come ci chiedono le tanti voci italiane cui la legge non riconosce cittadinanza. Ed a quelle voci l’on. Nissoli ha prestato la sua voce leggendo alcune testimonianze, provenienti da varie parti del mondo, che le sono state inviate. Si tratta del grido di gente alle quali “non possiamo non dare risposte – ha concluso la deputata – un debito di gratitudine nei confronti di chi, italiano all’estero privo di cittadinanza italiana, ha continuato a conservare nel cuore l’amore per l’Italia”.

Posted in Diritti/Human rights, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Geronimo Stilton” arriva sugli schermi della televisione pubblica spagnola

Posted by fidest press agency su martedì, 29 settembre 2015

geronimoGeronimo Stilton – brand di proprietà di Atlantyca Entertainment, rafforza la sua presenza in Spagna grazie a due importanti accordi. La società, infatti, ha firmato con la tv pubblica spagnola TVE la cessione dei diritti di trasmissione televisiva di 78 episodi x 22 minuti della famosa serie animata Geronimo Stilton. TVE ha acquisito le prime due stagioni ed ha inoltre pre- acquisito i diritti per l’attesissima terza stagione, intitolata “Le Nuove Avventure di Geronimo Stilton” (26 episodi x 22 minuti). Oltre a questo accordo, primo tra Atlantyca e TVE, è stato siglato anche quello con la tv catalana TV3, la quale oltre a rinnovare le stagioni 1 e 2 e ha anch’essa pre- acquisito Le Nuove Avventure di Geronimo Stilton.“Questo accordo è particolarmente importante per noi dato il vasto e fedelissimo pubblico di lettori dei libri di Geronimo Stilton in Spagna”, afferma Pedro Citaristi, Sales Manager, Atlantyca Entertainment. “Abbiamo desiderato a lungo avere TVE tra i nostri broadcasting partners. Non poteva esserci una condizione migliore che avere sia TVE sia TV3 a bordo per Le Nuove avventure di Geronimo Stilton, una partnership perfetta. Non vediamo l’ora di lavorare con TVE e TV3 per poter portare al nostro giovane pubblico tutto il divertimento che Geronimo può offrire.”Le Nuove avventure di Geronimo Stilton verrà lanciata in contemporanea in ottobre 2016 sul seguitissimo canale per bambini Clan TVE e su Super 3, canale tematico di TV3.
Le stagioni 1 e 2 sono state vendute in oltre 130 paesi, con licenze a importanti broadcasters quali RAI, France Television, M6, KIKA, Cartoon Network, Nickelodeon, Channel 1 Russia, Al Jazeera, Network 10 (Australia e Nuova Zelanda) e Universal Pictures. Sono intanto aperte anche le prevendite per la imminente Le Nuove Avventure di Geronimo Stilton, una co-produzione con la francese Superprod con la partecipazione di RAI e di France Television, includono ARD e Kika (Germania), Nickelodeon per Belgio e Olanda e Canal Panda per il Portogallo. La nuova serie attualmente in produzione, prevede nuove storyline più rapide e costanti avventuredel famoso topo-giornalista,Geronimo Stilton.
Ispirata dalla famosa collana di libri, la serie animata “Geronimo Stilton”, lanciata nel 2008, ruota attorno alla vita e alle avventure del famoso giornalista Geronimo Stilton, topo erudito e incorreggibile pasticcione, direttore dell’Eco del Roditore. I libri, di grande successo, sono pubblicati in spagna da Planeta (in castigliano) e da Grup 62(in catalano). Ad oggi sono stati venduti 13 milioni di libri in castigliano e 2,1 milioni in catalano.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tempo scuola creativo

Posted by fidest press agency su martedì, 29 settembre 2015

Pupils in primary school  -ALLIANCE-INFOPHOTO

Pupils in primary school -ALLIANCE-INFOPHOTO

Che la normativa scolastica non sia esattamente il punto di forza dei dirigenti scolastici lo dimostra, se ancora ce ne fosse bisogno, la disinvoltura con cui in certe scuole di Firenze ci si dà al tempo scuola creativo, con classi da 36 ore settimanali: maestre con il venerdì pomeriggio libero e alunni affidati a laboratori doposcuola a pagamento.Il genitore si lamenta, esibisce la circolare del Dirigente scolastico che illustra nei dettagli la situazione (la prot. n. 3788/B38d del 29 maggio 2015 avente ad oggetto “a.s. 2015/16 – iscrizione ai laboratori extrascolastici e incontro di inizio anno”), così l’Associazione genitori interviene e, udite udite, nulla cambia. Ovvero, un cambiamento c’è perché, riscossa la prima rata, la scuola non procede con la richiesta di pagamento a saldo.
Riepiloghiamo: le famiglie all’atto dell’iscrizione barrano la casella “40 ore” e invece ne ottengono 36, un tempo scuola non previsto dall’attuale normativa né consentito da “La Buona Scuola”, in quanto prima di cambiare il tempo scuola occorrono una programmazione, delle delibere e soprattutto l’informativa alle famiglie. Che si tratti di danno all’Erario? Non sta a noi giudicare, ma certo possiamo dire che a Firenze si verificano palesi irregolarità che penalizzano famiglie e bambini visto che, almeno a detta dei genitori, la qualità della sorveglianza non è al livello delle loro aspettative; inoltre non si puo’ certo costringere chi ha bisogno del tempo pieno per motivi familiari a pagare una cooperativa sociale per completare l’orario dovuto.

Posted in Diritti/Human rights, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Una vittoria sfumata e un secondo posto nel bilancio di Misano di Alex De Giacomi

Posted by fidest press agency su martedì, 29 settembre 2015

alex1Il weekend sul Misano World Circuit nel penultimo appuntamento della Porsche Carrera Cup Italia 2015 ha confermato, seppur con più di qualche rammarico, Alex De Giacomi come uno dei protagonisti della Michelin Cup.Il portacolori di Dinamic Motorsport – Centro Porsche Modena aveva iniziato bene il weekend con ottimi tempi nelle prove libere del venerdì e un feeling positivo con la vettura. In qualifica la pole position di categoria sembrava un obbiettivo realistico, ma purtroppo l’esposizione della bandiera rossa lo ha costretto ad abortire il giro decisivo con gomma nuova; la sessione si è poi conclusa per lui con il secondo tempo in Michelin Cup (1’38.757), a meno di un decimo dalla miglior prestazione. In gara uno De Giacomi ha subito preso il comando di categoria e con una guida attenta, ma altrettanto efficace, ha mantenuto la leadership con autorità per tutta la corsa. La doccia fredda è arrivata con la decisione dei commissari sportivi di infliggere una penalità di cinque alexsecondi per il mancato rispetto dei limiti del tracciato alla curva sei, che ha consegnato la vittoria ad Alberto De Amicis, retrocedendo De Giacomi al secondo posto.In gara due il pilota bresciano, costretto a perdere qualche posizione in partenza, è stato protagonista di una decisa rimonta a colpi di sorpassi e giri veloci che lo ha portato nel finale a ridosso del leader De Amicis. Sotto la bandiera a scacchi Il gap tra i due è stato di soli due secondi e mezzo, probabilmente recuperabile se ci fosse stato qualche altro giro a disposizione.
Alex De Giacomi: “Rientro da Misano con l’amaro in bocca, soprattutto per la consapevolezza di non aver raccolto due vittorie che erano ampiamente alla mia portata e che avrebbero tenuto aperta la lotta per il titolo in Michelin Cup. E’ stata una stagione meno favorevole di altre: a Monza e Imola ho perso punti che ora farebbero la differenza, poi le cose hanno iniziato a girare nel verso giusto. La riconquista del titolo richiedeva una rimonta non facile, ma sono comunque soddisfatto di averci provato e creduto fino all’ultimo”.
Il round conclusivo della Porsche Carrera Cup Italia è in programma dal 16 al 18 ottobre al Mugello. (foto alex)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tumore alla prostata

Posted by fidest press agency su martedì, 29 settembre 2015

La prostataQuasi la metà degli uomini (47%) ignora i sintomi del tumore della prostata in stadio avanzato. E tre su 5 (59%) non sempre riconoscono che il dolore di cui soffrono potrebbe essere correlato alla malattia. È quanto emerge dalla più ampia indagine internazionale sul tema (International Prostate Cancer Symptoms Survey) che ha coinvolto più di 1.200 persone, sia uomini con tumore avanzato della prostata che ‘caregiver’. Il sondaggio è stato condotto da Harris Poll in 10 Paesi fra cui l’Italia e commissionato dall’International Prostate Cancer Coalition (IPCC) con il supporto di Bayer Healthcare. I risultati sono presentati oggi al Congresso europeo sul cancro (European Cancer Congress, ECC) in corso a Vienna. Il tumore della prostata può non essere sintomatico nelle fasi iniziali, ma sintomi come dolore grave o inspiegabile, difficoltà nel camminare, nel salire le scale o ad addormentarsi o perdita del controllo vescicale possono manifestarsi quando la malattia progredisce. E questi disturbi dovrebbero indurre gli uomini a rivolgersi al proprio medico. I risultati dell’indagine hanno dato forma a un’iniziativa educazionale mondiale di Bayer, ‘Men Who Speak Up’ (www.MenWhoSpeakUp.com), per individuare i sintomi del tumore prostatico avanzato e mettere gli uomini e i loro familiari nelle condizioni di aprirsi e parlare al momento giusto e con le persone giuste. Il tumore della prostata è la seconda forma più comune di cancro fra gli uomini nel mondo e la quinta causa di morte correlata ai tumori nei maschi. In Italia sono attesi circa 35.000 nuovi casi nel 2015. La confusione che circonda l’origine dei sintomi non è l’unica barriera per gli uomini nel parlarne. I risultati dell’International Prostate Cancer Symptoms Survey hanno anche evidenziato che più della metà dei maschi (57%) pensa che il dolore quotidiano sia qualcosa con cui convivere e uno su 3 (34%) afferma che parlare dei sintomi, come il dolore, lo fa sentire più debole. La difficoltà di discutere dei sintomi può anche essere motivata culturalmente. Più di un uomo su 3 (36%) in Europa e Asia-Pacifico (APAC) afferma di non essere a proprio agio nel discutere con i medici di come si sente fisicamente, rispetto a soltano un uomo su 10 (12%) negli Stati Uniti. E tuttavia un numero maggiore di questi pazienti presenta un tumore in stadio avanzato che si è diffuso alle ossa (EU 72%, APAC 53%) rispetto alla controparte statunitense (53%). I familiari dei pazienti con tumore prostatico avanzato possono essere molto colpiti dalla malattia, ma sono anche in grado di giocare un ruolo importante nel migliorare il decorso della neoplasia. La metà degli uomini che hanno partecipato al sondaggio (50%) ha ammesso di contare sui ‘caregiver’ nel rivolgere le domande più importanti sul tumore della prostata. “Mentre i medici sono importanti nel valutare come si sentono i pazienti, il sondaggio rivela che anche i ‘caregiver’ giocano un ruolo chiave nella gestione della malattia, specialmente quando si arriva a rivolgere domande difficili”, ha aggiunto il Dott. Procopio. È importante che i pazienti con tumore della prostata avanzato, che riconoscono il dolore o hanno smesso di svolgere attività che eseguivano facilmente in passato, si sentano più forti nel prendere decisioni e nel parlare dei sintomi. ‘Men Who Speak Up’ fornisce utili risorse, tra cui un ‘localizzatore’ dei sintomi, una guida di discussione con il proprio medico, fascicoli informativi e statistiche utili provenienti dalle persone con tumore della prostata per facilitare queste difficili conversazioni.
Commissionato dall’International Prostate Cancer Coalition (IPCC) con il supporto di Bayer Healthcare, l’International Prostate Cancer Symptoms Survey è stato condotto da Harris Poll, online e al telefono, in 10 Paesi in tutto il mondo: Francia, Germania, Giappone, Italia, Olanda, Regno Unito, Singapore, Spagna, Stati Uniti e Taiwan. Le domande spaziavano da quanto a lungo gli uomini avessero vissuto con il tumore della prostata ai sintomi, fino all’impatto della malattia nella vita quotidiana. I dati del sondaggio sono stati raccolti, tra il 12 febbraio e il 3 agosto 2015, da 867 uomini con tumore avanzato della prostata e 360 adulti che si prendevano cura di un paziente con questa neoplasia. I pazienti e i ‘caregiver’ avevano convissuto con la malattia per una media di 5 anni. Tra i partecipanti al sondaggio, 536 pazienti (64%) hanno risposto di avere interessamento osseo causato dal tumore della prostata.
Condotto dall’organizzazione statunitense in difesa dei pazienti CancerCare, l’IPPC comprende otto gruppi che includono: Europa Uomo, lo Spanish Group of Cancer Patients (GEPAC), Patient Advocates for Advanced Cancer Treatments (PAACT), Prostate Health Education Network (PHEN), Prostate Cancer Research Institute (PCRI), UsTOO International e ZERO – The End of Prostate Cancer. L’obiettivo del gruppo è aumentare la consapevolezza sui sintomi della progressione del tumore della prostata e sviluppare strumenti e risorse informative per coloro che ne hanno maggiormente bisogno. Il tumore della prostata è la seconda forma più comune di cancro maschile nel mondo e la quinta causa di morte, correlata ai tumori, negli uomini. Più di 1,1 milioni di uomini nel mondo hanno ricevuto diagnosi della malattia nel 2012. Lo stadio del tumore prostatico è uno dei più importanti fattori nel determinare le opzioni di trattamento e le prospettive di recupero. Se il tumore della prostata si diffonde o metastatizza oltre la ghiandola prostatica, spesso questo avviene nei tessuti o nei linfonodi prossimali, prima di interessare le ossa. Circa nove pazienti su 10 con tumore avanzato della prostata (90%) sviluppano metastasi ossee, che incidono sulla sopravvivenza e sulla qualità di vita. Quindi, per questi pazienti è importante la diagnosi e il trattamento dei sintomi ossei al loro primo esordio.
Il Gruppo Bayer è un’azienda globale con competenze fondamentali nel campo della cura della salute e dell’agricoltura. Bayer Healthcare, un sottogruppo di Bayer AG con vendite annuali pari a circa 20 miliardi di Euro (2014), è una delle principali compagnie innovative nel mondo nell’industria dei prodotti per la salute e medicinali con sede a Leverkusen in Germania. L’azienda combina le attività globali delle divisioni di Animal Health, Consumer Care, Medical Care e Pharmaceuticals. Scopo di Bayer Healthcare è scoprire, sviluppare, produrre e commercializzare prodotti volti a migliorare la salute umana e animale in tutto il mondo. Bayer Healthcare ha una forza lavoro di 60.700 persone (al 31 dicembre 2014) ed è rappresentata in più di 100 Paesi.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Spettacolo “Tutto va ben… Madama la Marchesa”

Posted by fidest press agency su martedì, 29 settembre 2015

marchesaRoma martedì 29 settembre ’15 alle ore 21,00 Via Simone de Saint Bon, 19, Teatro dell’Angelo (ORARI: da mercoledì a sabato ore 21,00 domenica ore 17,30) debutterà in prima nazionale lo spettacolo “Tutto va ben…. Madama la Marchesa” per la regia di Marco Simeoli con la Marchesa d’Aragona. (Lo spettacolo resterà in scena al teatro dell’Angelo fino al 4 ottobre 2015. Da mercoledì 29 settembre 2015 ore 21,00 a domenica 4 ottobre 2015 ore 17,30) In scena accanto alla Marchesa d’Aragona nel ruolo della Marchesa di Castiglia i Pandemonium ed i Milk & Coffee.
Una divertente commedia musicale scritta da Gian Michele Meloni, Mariano Perrella, Marchesa d’Aragona, Silvio Subelli e Claudio Pallottini, che vede come protagonista la Marchesa d’Aragona nel ruolo della Marchesa di Castiglia in una performance poetico musicale, ricca di auto ironia e straordinari colpi di scena.
La Marchesa di Castiglia, decide di commemorare la ricorrenza del ventesimo anniversario della dipartita del suo amato e mai dimentico marito (sopraggiunta alla veneranda età di 97 anni e dopo solo tre settimane di matrimonio) con uno spettacolo che si dovrà svolgere nell’ampio cortile del condominio da lui lasciatole in eridità. Approfittando del fatto, che in alcuni appartamenti degli otto stabili che fanno parte del suo imponente condominio, vivono i componenti dei due gruppi musicali, i Caos (Pandemonium) e i Cappuccino (Milk & Coffe), un po’ vintage, storicamente antagonisti e cronicamente morosi, decide di affidare a loro la parte musicale dello spettacolo. In mezzo a mille disguidi e peripezie, lo spettacolo andrà finalmente in scena e, neanche a dirlo, sarà un successo
“Tutto va ben…madama la Marchesa”…gioco teatrale e metafora del nostro bel paese dove tutto va ben?…mah nnMarchesa1Marchesa2 proprio, però a teatro dove “…tutto è finto” x una sera si può immaginare o sperare che sia così…un immaginario ring e uno scontro ironico e a volte gustosamente crudele tra due gruppi storici i Pandemonium da un lato e i Milk and coffee dall’altro: scontro a colpi di note, di battute, di ricordi, di vecchie rivalità sanremesi, di meravigliose risate e bevute condivise e di rancori e rimpianti che abbracciano anche le vite personali di ciascuno dei componenti dei due gruppi. E poi Lei l’adorata Marchesa d’Aragona protagonista della pièce che da singolare e stupendo arbitro dello scontro, oltre a risolvere ed aiutare i problemi condominiali dei due malcapitati gruppi, darà vita ad esilaranti divertenti e piccantissimi momenti di intrattenimento col pubblico con le sue armi di seduzione e con quella verve e simpatia “adorata” con la quale il pubblico che la segue da tempo, ha imparato ad amarla prima come viaggiatrice spericolata e poi come personaggio televisivo ricco di humor e sempre pronto alla battuta. A me il compito di unire il tutto e come nella migliore tradizione della nostra commedia, dare allo spettacolo grande ritmo forza ed energia, nella speranza di far dire al pubblico uscendo…”Mbe madama la Marchesa…x una sera si che tutto va ben” MARCO SIMEOLILe scene sono state curate da Alessandro Mathis Piumatti Sabotero, aiuto regia Claudio Pallottini.
PREZZI: poltronissima euro 23,00 ridotto poltronissima 18,00 poltrona 20,00 ridotto poltrona 16,00 (foto: marchesa)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dalla Città Dolente: Colpa, Pena, Liberazione attraverso le visioni dell’Inferno di Dante

Posted by fidest press agency su martedì, 29 settembre 2015

festival dell'arteRoma Martedì 13 ottobre alle ore 16.00 Teatro della C.C. Roma Rebibbia N.C. – nell’ambito del Festival dell’Arte Reclusa, organizzato dal Centro Studi Enrico Maria Salerno, si terrà un nuovo interessante appuntamento che vedrà protagonisti i detenuti attori del Teatro Libero di Rebibbia. Il teatro della casa circondariale ospiterà infatti Segnalibro, Teatro – Carcere – Editoria – II Edizione, dove verrà presentato il volume Dalla Città Dolente – Colpa, Pena, Liberazione attraverso le visioni dell’Inferno di Dante, dalla Divina Commedia, copione teatrale annotato e illustrato presentato dai detenuti attori del Teatro Libero di Rebibbia – G12 A.S. Drammaturgia e Regia sono a cura di Fabio Cavalli.I detenuti attori di Rebibbia presentano una lettura di Dante molto particolare: da Ulisse a Ugolino, da Paolo e Francesca a Filippo Argenti, peccati e peccatori riletti da grandi poeti che hanno tradotto Dante in siciliano, napoletano, calabrese, inglese, spagnolo… Lo spettacolo che ha reso celebre la Compagnia di Rebibbia, che ha convinto i fratelli Taviani a girare Cesare deve morire in carcere, ora anche in forma di libro illustrato.Responsabile editoriale Fabio Cavalli, illustrazioni di Alessandro De Nino.
In scena i 25 detenuti attori della Compagnia del Teatro Libero di Rebibbia.
Il Festival dell’Arte Reclusa, organizzato dal Centro Studi Enrico Maria Salerno ha sede al Teatro del Carcere di Rebibbia. Offre al pubblico dieci appuntamenti fra giugno e dicembre con protagonisti i detenuti-artisti guidati dallo straordinario lavoro di Laura Andreini Salerno e Fabio Cavalli, con la collaborazione artistica di Valentina Esposito. Per ogni appuntamento la sorpresa di scovare l’arte nel luogo più impensabile. Occasione di incontro fra i detenuti e la società. Il Festival è un approdo per uomini d’ogni provenienza dopo i naufragi delle loro vite. Pagano la pena ma cercano anche riscatto, hanno storie incredibili da raccontarci e attraverso il teatro, la musica, il cinema cercano di offrire frammenti di Giustizia e Bellezza. In collaborazione con Università Roma Tre Organizzazione Gisella Alessandro e Francesca Sernicola. Segreteria Serena Lesti (foto: festival dell’arte)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Palermo tre giorni tra black music, pop e un esordio a sorpresa

Posted by fidest press agency su martedì, 29 settembre 2015

alanAl Dorian in piazza Don Bosco 11 a Palermo tre giorni tra black music, pop e un esordio a sorpresa. Giovedì 1 ottobre Alan Scaffardi (X factor) e Zarcone band, venerdì 2 ottobre Hourglass, sabato 3 ottobre il duo Giusy Sciortino e Andrea Tripi. Concerti live alle 22, preceduti alle 20 dall’apericena
La possibilità di scegliere è ampia, gli artisti sono più che validi, l’apericena è di qualità. Non si fa mancare nulla per creare l’intrattenimento perfetto anche nel corso di questa settimana il Dorian in piazza Don Bosco 11. La formula è sempre la stessa: alle 20 l’apericena e alle 22 la musica con i concerti live.
Giovedì 1 ottobre arriverà direttamente da X Factor la voce black di Alan Scaffardi, che dopo avere incantato il Blue Note di Tokio, ha scelto Palermo per la sua unica tappa in Sicilia. Ad accompagnarlo in questo viaggio musicale nel mondo della musica nera sarà una band tutta palermitana formata da Antonio Zarcone alle tastiere, Manfredi the hourglassgiusyTumminello alle chitarre, Davide Femminino al basso, Giuseppe Sinforini alla batteria. Ingresso 12 euro con aperitivo e bicchiere di birra o vino.
Venerdì 2 ottobre sarà il momento di un viaggio nel tempo della musica con i The Hourglass. Simona Lo Piccolo alla voce e Giorgio Pollicita alla chitarra costruiranno un concerto dai toni folk, che attraverserà la storia della musica dagli anni Sessanta ai giorni nostri. Potranno così essere ascoltati particolari versioni di brani noti, partendo dai Beatles e Cat Stevens e arrivando ai Of monsters and men. Il duo non mancherà di cantare anche le proprie canzoni inedite. In scaletta anche “The best of you” dei Foo fighters, “Creep” dei Radiohead, “Don’t stop me now” dei Queen, “Torn” di Natalie Imbruglia.
Sabato 3 ottobre sarà il giorno del debutto del duo formato da Giusy Sciortino e Andrea Tripi. I due “giovani e belli” della musica saranno protagonisti di un concerto che sarà tutta una sorpresa, dove si unirà l’anima cantautoriale con lo swing, il rock con l’improvvisazione. Insomma, a detta dei due «se ne vedranno delle belle». (foto: alan, the hourglass, giusy)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Travel & Tourism leaders welcomes UN Global Sustainable Development Goals

Posted by fidest press agency su martedì, 29 settembre 2015

Ttourism_travel_world_map_-_magicwall.cahe leaders of the major Global Travel and Tourism associations have welcomed the adoption of the United Nations’ Sustainable Development Goals.The Global Travel Association Coalition (GTAC), which represents the leading public and private bodies in the Travel and Tourism sector, attests to the global importance of the Sustainable Development Goals (SDGs) and the role of the Travel & Tourism sectors in their realisation.
Speaking on behalf of GTAC, David Scowsill, President of the World Travel & Tourism Council (WTTC), said:“Travel & Tourism is a sector which collectively contributes nearly 10% of the world’s GDP and one in eleven of all jobs on the planet. Over one billion people cross international borders each year, a number expected to reach 1.8 billion by 2030, while at the same time, billions more travel domestically. This is a sector which will play a very significant role in making progress towards the Sustainable Development Goals.“Like the Sustainable Development Goals themselves, the Travel & Tourism sector is global and action-oriented. It consists of millions of companies – from the smallest hostel to the largest airline – which together forge an industry which encourages sustainable economic growth, creates jobs, promotes opportunities across society and alleviates poverty.“Travel & Tourism has the potential to contribute directly or indirectly to all of the goals. In particular, as one of the largest and fastest growing economic sectors in the world, Travel & Tourism is well-positioned to foster economic growth and create jobs throughout the world to meet Goal #1 “End poverty in all its forms everywhere”. In particular, tourism has been included as a specific target in Goals #8, #12 and #14 on inclusive and sustainable economic growth, sustainable consumption and production and the sustainable use of oceans and marine resources.
“The Sustainable Development Goals will play a major role in framing our world for the next generation. The Global Travel Association Coalition, representing the major public and private bodies in the Travel & Tourism industry, welcomes their adoption and the part that our sector will play in making them a reality.”

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Federal reserve: “Un effimero effetto ricchezza”

Posted by fidest press agency su martedì, 29 settembre 2015

La decisione della Federal Reserve, più tattica che frutto di timori per l’attuale scenario, ha sostanzialmente confermato le attese degli analisti e comportato una prevedibile volatilità. La governatrice della banca centrale americana ha dichiarato che la situazione economica internazionale resta delicata, per via della Cina, dell’inflazione bassa, della debolezza sull’area emergente e delle materie prime: la forza dimostrata dall’economia americana in questi anni, con milioni di posti di lavoro generati, utili delle aziende sui massimi storici, fiducia di imprese e consumatori su buoni livelli, non sembra ancora condizione sufficiente per un rialzo dei tassi di interesse.I titoli di stato dei Paesi sviluppati trattano su rendimenti bassi: ulteriori stimoli monetari possono generare profitti marginali limitati, a fronte di un maggiore rischio di perdite in conto capitale quando, anche nel lontano futuro, dovesse ripartire una fase di rialzo dei tassi.Sui titoli azionari dei Paesi sviluppati se da un alto non si può parlare di bolla speculativa, dall’altro neppure di buon prezzo: lo Standard&Poors500 tratta a 17 volte gli utili correnti, contro una media a dieci anni di circa 15. Si tratta però del livello di utili più alto della storia dell’indice, pertanto in assenza di aspettative positive su ulteriore crescita, il potenziale è limitato. La situazione appare invece migliore sui mercati azionari europei e asiatici.Per quanto riguarda il mondo dei mercati emergenti, viene da anni di performances negative è ma conserva certamente nicchie di valore (sebbene alcuni segmenti presentino gli stessi problemi dei mercati sviluppati).
Il debito estero dei Paesi emergenti ad esempio, emesso in dollari o euro, è esposto oltre che al rischio emergente anche alle dinamiche del mercato obbligazionario americano (tassi bassi e quindi rischio elevato di perdite in conto capitale se il ciclo dei tassi dovesse cambiare).Altri mercati locali non sono cari, ma sono esposti a flussi di investimento in entrata e uscita, strettamente legati all’umore degli investitori nei Paesi sviluppati.Le materie prime infine, sono al momento l’asset class su cui il consenso, per via di eccesso di offerta, bassa domanda e altri fattori, è meno solido.Pur in presenza di qualche segmento che tratta a livelli interessanti, i principali mercati globali sono quindi quasi tutti vicini ai massimi storici in un momento in cui la stessa banca centrale americana non sa far altro che tenere i tassi a zero ad oltranza, strategia che ha contribuito a far apprezzare gli stessi mercati dalla crisi in poi.A partire dagli anni ’90 si è parlato di “effetto ricchezza”: in momenti di crisi, l’azione di stimolo delle banche centrali sui mercati avrebbe aiutato una salita delle quotazioni, creando un circolo virtuoso dai mercati all’economia. Questa strategia va a scontrarsi con l’idea opposta secondo cui i mercati, indipendentemente, dovrebbero esprimere un giudizio sull’andamento dell’economia, giudizio che quindi dovrebbe essere un derivato dell’andamento dell’economia, non una causa dello stesso.Di certo l’effetto ricchezza ha contribuito a tranquillizzare gli animi di consumatori e investitori nei momenti più acuti della crisi finanziaria, premiando il ruolo attivo delle banche centrali.Ma aver beneficiato di valutazioni in salita sui mercati, con il dubbio che il sottostante (bilanci aziendali, dei governi e dei privati) resti fragile nonostante tutto, ha portato all’attuale situazione di incertezza. Chi avrà poca pazienza rischierà di scontrarsi con la realtà di performances modeste ed elevata volatilità. (fonte: da MoneyFarm.com)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Kasanova apre a Napoli

Posted by fidest press agency su martedì, 29 settembre 2015

kasanovaVia Toledo, centro storico di Napoli, crocevia di “anema e core” italico… Specchio di storia e cultura del Belpaese più verace, “bagnato” da valori che il tempo non scalfisce: amicizia, famiglia… casa. Un ritratto di vita vissuta all’interno di mura domestiche, sempre pronte ad aprire la porta all’ospite di turno, in qualsiasi momento del giorno: per una colazione, un pranzo, una merenda, una cena, un semplice buon caffè. A Napoli sei di… casa!
Kasanova+, la più grande catena italiana di articoli per la casa e la cucina, non poteva dunque sottrarsi al fascino del richiamo “sotto il Vesuvio” e inaugura, nel suo crescente successo, un punto vendita esclusivo, di tendenza e di grande impatto, dove la tradizione della casa si intreccia all’innovazione delle proposte a buon prezzo. In un’area di 405 metri quadrati che si sviluppa su due piani, dotata dei maggiori comfort e di una comunicazione incisiva sui prodotti più semplici, versatili ed economici, si trova in tempo reale tutto il meglio della proposta di un settore in continuo fermento all’insegna del “come usare, preservare, non sprecare”. Per un utilizzo più consapevole delle risorse: Kasanova+, venire per credere… (foto: kasanova)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »