Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Campagna per prevenire le cadute negli anziani

Posted by fidest press agency su martedì, 29 settembre 2015

anzianiIn occasione della “Giornata Internazionale dell’Anziano” (che verrà celebrata il prossimo primo ottobre) gli esperti dell’Asl 11 daranno il proprio contributo promuovendo (all’interno del progetto AFA) una corretta informazione sulla consapevolezza che si può dimezzare il rischio di caduta e prevenire molte migliaia di incidenti all’anno grazie a programmi di esercizi finalizzati al miglioramento della forza e dell’equilibrio.Le cadute sono un problema serio che affligge ogni anno un terzo della popolazione anziana ultrasessantacinquenne. Sono la causa più importante di perdita di autonomia e morte accidentale per le persone anziane e rappresentano per il Sistema Sanitario Nazionale un costo molto elevato. Spesso le persone anziane pensano che le cadute siano inevitabili, tuttavia un grande numero di ricerche scientifiche ha dimostrato le cadute possono essere prevenute correggendo le cause.
L’Asl 11 di Empoli partecipa al progetto europeo ProFouND che ha lo scopo di divulgare le migliori pratiche per la prevenzione delle cadute. “Il primo passo è rompere la convinzione che le cadute siano inevitabili nelle persone anziane. Questo non è vero – ha affermato la dottoressa Giorgia Busanna, direttore dell’unità operativa complessa programmazione e organizzazione delle professioni sanitarie dell’Asl 11 – Moltissime cadute potrebbero essere prevenute ogni anno con controlli della sicurezza degli ambienti a domicilio, evitando di usare le ciabatte in casa e fuori, controllando la vista ed i farmaci periodicamente ma soprattutto, e ripeto soprattutto, con una regolare attività fisica svolta tramite esercizi appropriati”. “E’ necessario non sottovalutare mai una caduta – ha aggiunto il dottor Francesco Benvenuti, direttore del dipartimento territorio fragilità dell’Asl 11 – e parlarne sempre con il medico di famiglia che saprà dare i consigli giusti per prevenire che succeda di nuovo”. “Sappiamo che le cadute possono essere prevenute individuando e correggendo i fattori di rischio – ha sottolineato il professor Chris Todd dell’Università di Manchester, coordinatore del progetto europeo ProFouND – è necessario convincere dell’importanza delle cose giuste da fare non solo le persone che cadono ma anche le loro famiglie ed i loro amici, perché il loro sostegno è fondamentale”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: