Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 340

Archive for ottobre 2015

Mattia Preti: un giovane nella Roma dopo Caravaggio

Posted by fidest press agency su sabato, 31 ottobre 2015

mattia pretimattia preti1mattia preti2Roma Galleria Nazionale d’Arte Antica – Palazzo Corsini Fino al 18 gennaio 2016 si potrà ammirare nella straordinaria cornice della Galleria Nazionale d’Arte Antica in Roma la mostra Mattia Preti: un giovane nella Roma dopo Caravaggio dedicata ad uno dei pittori più celebri del Seicento, vanto della Calabria e universalmente noto come il Cavalier Calabrese.
La mostra nasce da un’idea del famoso critico d’arte Vittorio Sgarbi e dallo studioso Giorgio Leone, direttore della Galleria Corsini ed è organizzata dal Segretariato Regionale MiBACT per la Calabria, diretto da Salvatore Patamia e dal Segretariato Regionale MiBACT per il Lazio, guidato da Daniela Porro.
L’esposizione, curata da Giorgio Leone, consta di ventidue capolavori provenienti da prestigiose istituzioni europee e italiane: dal Musée des Beaux-Arts di Carcassonne agli Uffizi, dalla Galleria Nazionale di Cosenza alla Pinacoteca di Brera e da alcune collezioni private italiane, londinesi e svizzere. Tra le opere esposte segnaliamo: il Soldato del Museo Civico di Rende, il Sinite Parvulos, il Tributo della moneta di Brera, il Tributo della Galleria Corsini, la Negazione di Pietro di Carcassonne, la Fuga da Troia di Palazzo Barberini, il Salomone sacrifica agli idoli e la Morte di Catone. L’iniziativa romana contribuirà notevolmente ad accrescere l’attenzione verso un artista calabrese che ha lasciato ai posteri opere d’arte di inestimabile valore.
La mostra è stata finanziata dalla Regione Calabria nell’ambito del programma degli eventi celebrativi per il IV centenario della nascita di Mattia Preti.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mina Capussi: esposizione itinerante a Roma

Posted by fidest press agency su sabato, 31 ottobre 2015

bramantebramante1Mina Cappussi, poliedrica giornalista-artista molisana, ha iniziato ad esporre dal 29 ottobre scorso nelle suggestive Sale del Bramante, Piazza del Popolo 1, un tempo studio dell’insigne architetto rinascimentale, attigue alla Basilica di Santa Maria del Popolo, con gli Artisti di Roma. “Chiese in Mostra” è il titolo della performance itinerante in quattro location incantevoli della Diocesi di Roma: chiese e basiliche di altissimo valore architettonico, storico e culturale che ospitano all’interno affreschi di illustri esponenti della tradizione artistica italiana.
Le Sale del Bramante, 350 mq con volte e arcate in laterizi medievali, rientrano nella Basilica di Santa Maria del Popolo, una chiesa agostiniana sul lato nord di Piazza del Popolo, una delle piazze più famose della città, situata tra il parco del Pincio e l’antica Porta Flaminia, lungo le Mura Aureliane, punto di partenza della via Flaminia, la via più importante a nord di Roma antica. Una chiesa ricca di opere d’arte di Raffaello, Gian Lorenzo Bernini, Caravaggio, Pinturicchio, Andrea Bregno, Guillaume de Marcillat e Donato Bramante che, quando lavorava nella Basilica per realizzare l’abside, la volta a “botte” e a cassettoni, aveva il suo studio nelle attigue Sale dette appunto “Sale del Bramante”. Donato “Donnino”di Pascuccio detto il Bramante (Fermignano, 1444 – Roma, 11 aprile 1514) è stato un architetto e pittore italiano, tra i maggiori artisti del Rinascimento, che progettò la basilica di San Pietro.
Ha continuato il giorno dopo presso la chiesa di Gesù e Maria al Corso, in via del Corso, 45, un edificio che ha vistodipinto dipinto1intrecciarsi vicende legate alla storia della Roma papalina e delle famiglie aristocratiche romane. Una struttura in stile barocco che per la prima volta apre le porte all’Arte. Solo opere sacre, naturalmente, per questa chiesa barocca costruita nel 1633, sede del titolo cardinalizio di “Santissimi Nomi di Gesù e Maria in Via Lata”, istituito da papa Paolo VI il 7 giugno 1967. Qui sarà possibile ammirare il Ciclo Pittorico Holy Bible che Mina Cappussi ha esposto in anteprima a Petrella Tifernina in occasione della Lectio Magistralis del Maestro Rodolfo Papa, Accademico della Pontificia Insigne Accademia di Belle Arti e Lettere dei Virtuosi al Pantheon. Dal 30 novembre al 5 dicembre dalle 9,00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 20,00 saranno esposti “Creazione” già esposto al New York Art Expo, “Eva e Adamo Tantric Tree”, già esposto al MIBACT, Ministero dei Beni Culturali di chiesa santa mariavia del Collegio Romano e “Ophidia – Tentazione” esposto al Museo dello Stadio Domiziano di piazza Navona.
Il 7 dicembre sarà la volta di quella che storicamente è la chiesa scelta dai Vip e dai personaggi politici di spicco, ossia la basilica di S. Lorenzo in Lucina. Dal 7 al 12 dicembre, dalle 9,00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 20,00. Anche qui l’Arte, esclusivamente di carattere sacro, entra per la prima volta, e da protagonista, ospitata nella sala posta proprio dietro l’altare.
L’evento conclusivo si terrà attorno all’Epifania, presso la basilica dei Santi Bonifacio e Alessio all’Aventino, in P.zza S. Alessio, 23, chiesa estremamente suggestiva per il fascino cromatico e decorativo degli interventi architettonici stratificatisi nel corso dei secoli. L’esposizione avrà luogo nella cripta sotto l’altare totalmente ristrutturata e di eccezionale bellezza con i suoi affreschi di elevato pregio pittorico. (foto: bramante, dipinti)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Visitatori al bunker di Villa Torlonia

Posted by fidest press agency su sabato, 31 ottobre 2015

bunkerSono stati diecimila i visitatori che in un anno hanno percorso l’avvincente viaggio nel tempo con la discesa nel bunker e nei rifugi antiaerei realizzati durante la Seconda Guerra mondiale a Villa Torlonia per proteggere Mussolini e la sua famiglia. Tra i visitatori molti romani di tutte le età, tanti turisti provenienti da altre città italiane o dall’estero e 1.400 studenti (con tariffa agevolata). Diverse anche le visite dedicate a persone con disabilità mentale e uditiva.
Questo il bilancio più che positivo dei primi mille turni di visita curati dall’Associazione culturale CRSA-Sotterranei di Roma a partire dal 31 ottobre 2014, grazie ad una innovativa sinergia voluta dall’Assessorato alla Cultura e allo Sport – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali. Un successo turistico, (il sito è stato inserito fra le eccellenze di TripAdvisor) e mediatico, con 50 testate di ogni parte del mondo che hanno parlato del bunker e dei rifugi della famiglia Mussolini.
Il tour, con visita guidata per piccoli gruppi e prenotazione obbligatoria sul sito http://www.sotterraneidiroma.it, offre spunti di approfondimento multidisciplinari: dalla storia alla tecnologia, dalla protezione antiaerea sino al vissuto della memoria bellica di Roma. Il percorso è arricchito da audio e arredi d’epoca, pannelli illustrativi con rari documenti d’archivio e una proiezione video con una panoramica completa di tutti i bunker presenti a Roma. A breve sono previste alcune novità, con l’inserimento nei locali sotterranei del sistema antigas originario del Rifugio del Casino Nobile, che è in corso di restauro. Sarà infine resa fruibile ai visitatori anche una grande sirena antiaereo proveniente dal sistema di allerta della Capitale. (foto: bunker)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giornata internazionale di solidarietà con Kobane

Posted by fidest press agency su sabato, 31 ottobre 2015

kobaneA un anno dai sanguinosi scontri con le milizie dello “Stato Islamico” terminati con la cacciata delle milizie estremiste, gli abitanti della città kurdo-siriana di Kobane sono tuttora in pericolo. In occasione della Giornata internazionale di solidarietà con Kobane (1 novembre) l’Associazione per i Popoli Minacciati (APM) accusa la Turchia di sparare alle postazioni di difesa kurde oltre frontiera. Un anno fa, Ankara era accusata di sostenere o, se non altro, tollerare gli estremisti dell’IS; ora il governo turco è andato oltre e attacca con il proprio esercito le postazioni kurde nella speranza di indebolire l’autodifesa kurda e di assumere direttamente il controllo sulle zone d’insediamento dei Kurdi. Le autorità turche inoltre stanno bloccando alla frontiera gli aiuti alimentari, l’acqua potabile e i farmaci inviati ai circa 150.000 civili che hanno deciso di tornare nella propria casa a Kobane.
Nonostante l’IS sia stato cacciato da Kobane, le sue milizie potrebbero farvi ritorno se la resistenza kurda dovesse allentare la presa. Nella battaglia per Kobane hanno perso la vita tra 1.000 e 1.5000 combattenti kurde e kurdi e circa altri 500 civili turchi. Altri 5.000 sono rimasti feriti e sono stati medicati in ospedali d’emergenza improvvisati o nei vicini comuni kurdi in Turchia. Le autorità turche hanno ripetutamente negato i trattamenti medici in Turchia e spesso i combattenti kurdi feriti hanno dovuto aspettare giorni interi al valico di frontiera prima di poter entrare in Turchia ed essere medicati. Durante la battaglia di Kobane i circa 400.000 abitanti della città e dei dintorni erano quasi tutti fuggiti. Nonostante le attuali condizioni catastrofiche, circa 1.000 persone lasciano ogni settimana i campi profughi nel sud della Turchia per tornare a casa propria. Molti altri hanno invece continuato la loro fuga in Europa e non hanno per ora alcuna possibilità di poter tornare a casa. La città di Kobane è per l’80% distrutta e negli unici due ospedali rimasti aperti, uno civile e l’altro militare, manca praticamente tutto. Attualmente il valico di frontiera dalla Turchia verso Kobane è aperto solo due volte in settimana e solamente per chi è disposto a tornare a Kobane.La Giornata internazionale di solidarietà con Kobane è stata celebrata la prima volta l’1 novembre 2014 dai Kurdi in esilio e dai loro amici in Europa, America, Africa e Australia per sostenere almeno moralmente le cittadine e i cittadini di Kobane. Le milizie dell’IS avevano tentato la conquista della città kurda già alla fine del 2013 ma erano stati bloccati dalle unità di difesa popolari (YPG) kurde. A metà settembre 2024 l’IS aveva allora avviato una massiccia offensiva contro la città. Dopo mesi di sanguinosi scontri strada per strada e casa per casa, le unità kurde hanno ottenuto armi e il sostegno aereo degli USA. Il governo turco ha invece continuato a negare ogni forma di aiuto ai combattenti assediati e solo in seguito alle pesanti pressioni internazionali agli inizi di novembre ha permesso a 150 peshmerga kurdo-iracheni di raggiungere Kobane per sostenere i combattenti kurdi con armamenti pesanti.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Premio Internazionale “Giuseppe Sciacca”

Posted by fidest press agency su sabato, 31 ottobre 2015

vaticanoRoma sabato 7 novembre saranno premiati nel corso dell’edizione 2015 del Premio Sciacca, che si tiene ogni anno in Vaticano. Tantissimi i riconoscimenti, fra i quali importanti esponenti del mondo delle istituzioni e della Chiesa sia italiani che stranieri, ma quelli che senza dubbio colpiscono l’immaginazione provengono dalla sezione Giovani, che assegna riconoscimenti a ragazzi alle giovani eccellenze che hanno raggiunto risultati straordinari nel proprio campo di attività o che hanno proposto studi e teorie innovative nel proprio ambito di studio e per questo possono essere considerati un modello per i loro coetanei. Particolarmente significativo il riconoscimento che sarà conferito ai minori in carico al Dipartimento di Giustizia Minorile che hanno inviato alla segreteria del Premio Sciacca i propri elaborati o lavori artistici: per un giorno lasceranno gli istituti dove sono in custodia, entreranno in Vaticano, riceveranno un premio con diploma di merito e borsa di studio e saranno applauditi da rappresentanti dello Stato, delle Forze Armate e della Chiesa. Un riconoscimento simbolico a chi prova a rifarsi una vita, nato in virtù di un protocollo d’intesa con il Ministero della Giustizia. Grazie al Premio Sciacca, questi ragazzi, forse per la prima volta, si renderanno conto che la società e le istituzioni non sono nemici contro cui combattere ma alleati nel loro percorso di rinascita. Con modalità analoghe, quest’anno saranno premiati anche giovani-adulti in carico al Dipartimento di Amministrazione Penitenziaria.Il Vincitore Assoluto è Carlos Perez Naval, spagnolo, che a soli 9 anni è stato già premiato come miglior giovane fotografo di soggetti naturali al mondo. C’è poi la pittrice americana Autumn De Forest, che a 13 anni è considerata un piccolo genio dell’arte, paragonata a Monet, e vende i suoi dipinti per finanziare opere caritatevoli. Kostantinos Daskalis ha qualche anno in più (poco più di 30) e da quando ne aveva 28 è Professore Associato di Ingegneria Elettronica e Scienze Informatiche al Massachusetts Institute of Technology (MIT). Cattedra più che meritata, considerando che ha risolto la “Teoria dei giochi” di Nash. Non manca la rappresentanza italiana: Federico Morlacchi, classe 1993, da Luino, affetto da ipoplasia congenita al femore sinistro, si è da poco laureato campione del mondo di nuoto paralimpico ai giochi di Glasgow. Un premio anche per la giovane attrice turca Tuba Büyüküstün, già candidata agli Emmy negli Usa, famosa per la sua bravura e per l’impegno sociale. Nella sezione Giovani sarà premiata anche Olga Felip Ordis, architetto di fama mondiale e promotrice di una associazione che vede l’architettura come mezzo di progresso dei popoli.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Civil Liberties MEPs go to China to discuss psychoactive substances, data protection, serious crime and cybersecurity

Posted by fidest press agency su sabato, 31 ottobre 2015

european parliamentA mission from the Civil Liberties, Justice and Home Affairs Committee will go to Beijing from 2 to 6 November to discuss the threats posed by the commercialisation in the EU of new psychoactive substances. Other topics to be addressed during the visit are data protection policies, including the exchange of personal data with the EU, the fight against international serious crime, especially human trafficking and child pornography, and the prevention of cybercrime.The European Parliament’s Civil Liberties Committee has been invited by the National People’s Congress to visit Beijing. MEPs participating in the mission, from 2 to 6 November, will discuss with Chinese authorities the threats posed by the commercialisation in the EU of new psychoactive substances (NPS), as well as the threats posed within the EU by international serious crime organisations in the fields of human trafficking and child pornography.The second goal of the mission is to gain a better understanding on the current status of the Chinese legislation in the fields of data privacy and cybersecurity and to assess its possible impacts on the privacy of EU citizens, given the rise of China as a content and service provider of cloud services. MEPs will address the level of police and judicial cooperation in the different fields of interest.The scope of the mission also includes the status of the cooperation with Chinese authorities regarding prevention, mitigation and investigation of cyber-threats threatening the privacy of EU citizens.Meetings are planned with the National People’s Congress, the Minister of Public Security (MPS), and the Cyberspace Administration of China.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Presentazione del progetto “Coding Girls”

Posted by fidest press agency su sabato, 31 ottobre 2015

Roma Martedì 3 novembre alle 10.30 pambasciata usa romaresso la sede dell’Ambasciata americana a Roma (sala Young, via Sallustiana 49). Oltre ai protagonisti dell’esperienza, docenti e studentesse, intervengono:
– Gloria F. Berbena, Minister Counselor for Press and Cultural Affairs, Ambasciata degli Stati Uniti d’America
– Mirta Michilli, direttore generale della Fondazione Mondo Digitale
– Orlando Ayala, chairman, Emerging Markets, Microsoft Corporation
– Sabrina Bono, capo Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali, Miur.
Solo il 3 per cento delle ragazze europee si laurea in informatica, rispetto al 10 per cento dei ragazzi e appena il 9 per cento degli sviluppatori di app sono donne. Secondo il World Economic Forum il cambiamento procede a un ritmo troppo lento e, di questo passo, il traguardo della parità di genere nel mondo del lavoro non potrà essere raggiunto prima del 2095.
Per accelerare il raggiungimento delle pari opportunità nel settore scientifico e tecnologico Fondazione Mondo Digitale e Ambasciata Americana in Italia in collaborazione con Microsoft promuovono il progetto Coding Girls. La staffetta formativa sul coding coinvolge 400 studentesse di 7 scuole secondarie di Roma e Napoli dal 2 all’8 novembre 2015. I laboratori di coding nelle scuole sono tenuti da tutor esperti della Sapienza Università di Roma, di Tor Vergata e dell’IIS Pacinotti-Archimede di Roma e sono capitanati dalla coach statunitense Ashley Gavin. Importante novità di quest’anno è il coinvolgimento delle scuole napoletane, che avverrà in coordinamento con il Consolato Generale Usa per il Sud Italia. Alla fine della settimana, sabato 7 e domenica 8, si tiene l’hackathon al femminile presso la Palestra dell’Innovazione della Fondazione Mondo Digitale (Roma, via del Quadraro 102) con le studentesse di Roma e Napoli.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Diritti fondamentali, partecipazione delle comunità locali e grandi opere

Posted by fidest press agency su sabato, 31 ottobre 2015

torinoTorino dal 5 all’8 novembre 2015, la sessione conclusiva del processo di indagine dedicato ai Diritti fondamentali, partecipazione delle comunità locali e grandi opere (dal Tav alla realtà globale) inaugurato a Torino il 14 marzo 2015 avrà luogo presso la “Fabbrica delle E” del Gruppo Abele, e si concluderà presso il Teatro Magnetto di Almese il giorno 8 novembre con la lettura del dispositivo della Sentenza. Il Tribunale Permanente dei Popoli è un tribunale di opinione indipendente che nasce nel 1979 come diretta prosecuzione del Tribunale Russell II, promosso da Lelio Basso negli anni ’70, sulle dittature in America Latina. Ne fa parte una rete internazionale di esperti appartenenti alle diverse discipline della ricerca giuridica, economica e socio-politica. Il Tribunale rappresenta un efficace strumento di denuncia, affermazione e visibilità dei diritti umani e dei popoli e produce analisi critiche sulle ragioni dell’ineffettività del diritto, soprattutto in relazione alle dinamiche globali dell’economia e della finanza. Il TPP è stato chiamato ad ascoltare le ragioni del ricorso presentato l’8 aprile 2014 da numerosi sindaci dei Comuni della Val di Susa e dal Controsservatorio Val Susa, che hanno contattato il TPP per accertare le violazioni dei diritti fondamentali delle comunità della Val Susa con riferimento alla progettata costruzione della linea ferroviaria Torino-Lione. Il ricorso è stato ritenuto ammissibile dalla presidenza del TPP con provvedimento del 20 settembre 2014, ed è stata avviata una attività istruttoria che ha visto il Segretario generale del TPP Gianni Tognoni incontrare i movimenti di opposizione alla costruzione dell’aeroporto di Notre Dame des Landes in Francia e alla realizzazione del progetto Mose a Venezia. Il Tribunale a Torino analizzerà per la prima volta e in maniera più diretta le denunce su scenari europei di violazione di diritti umani fondamentali. «Il ricorso, secondo Franco Ippolito, Presidente del TPP, «pone tematiche simili a quelle già attualmente sottoposte all’esame del TPP: specificamente il caso Messico, quello dell’industria mineraria del Canada e la richiesta di una sessione sul fracking». Per Gianni Tognoni, «il caso TAV, insieme alle altre vicende segnalate al TPP, è rappresentativo di processi e meccanismi più generali, specificamente importanti nella attuale fase della evoluzione economica-politica europea e mondiale». Nel corso della sessione pubblica, il TPP esaminerà il caso TAV insieme ad altri casi europei ed extraeuropei che secondo i richiedenti sono significativi delle diverse modalità secondo cui si esperimenta la realtà di un diritto solo procedurale e l’assenza di effettivi strumenti giuridici di azione.La giuria del Tribunale sarà presieduta dal magistrato onorario della Corte suprema di cassazione francese, Philippe Texier, e composta dall’esperto di diritto pubblico, Umberto Allegretti, dal magistrato della Corte suprema di cassazione spagnola, Perfecto Andrés Ibáñez, dalla giurista francese Mireille Fanon, dall’ecologista cilena, Sara Larrain, dall’avvocata colombiana, Dora Lucy Arias, dal sociologo portoghese, Luis Moita, dall’esperto di diritto internazionale pubblico e ambientale, Antoni Pigrau Solé, e dall’economista italiano Roberto Schiattarella. Sarà presente il Segretario generale del TPP, Gianni Tognoni.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Concorrenza anche nel settore farmaceutico

Posted by fidest press agency su sabato, 31 ottobre 2015

european commission“Se con il DdL Concorrenza il Governo vuole giustamente mettersi al passo dell’Unione Europea in tema di liberalizzazioni, mi sembra evidente che il disegno di legge non può non tenere conto anche di un aspetto della normativa italiana più volte denunciato dalla Commissione europea: il patent linkage, cioè l’impossibilità di classificare in fascia A un generico prima della scadenza del brevetto del farmaco di marca corrispondente” dice Enrique Häusermann, presidente di AssoGenerici. Ieri ai richiami della Commissione si è unito anche quello del Garante della Concorrenza e del mercato, professor Giuseppe Pitruzzella, e non è la prima volta. “E’ venuto il momento di sanare questa contraddizione”. In nessun paese dell’Unione esiste questo meccanismo, che ha il solo effetto di rallentare l’arrivo degli equivalenti sul mercato, ragion per cui si verifica un mancato risparmio rispetto a quello che il SSN potrebbe realizzare se i generici, avendo già superato l’iter di registrazione, potessero essere rimborsati dal SSN, senza dover attendere la definizione di eventuali contenziosi di natura brevettuale. Solo l’anno scorso il SSN ha sopportato 18 milioni di euro di maggiore spesa. “Oltretutto l’Italia sconta, qui al pari di altri paesi, una certa vaghezza sulle date in cui vengono a scadere i Certificati di protezione, e anche questo è un aspetto sul quale la Commissione Europea è intervenuta pochi giorni fa con il suo nuovo documento strategico sul mercato interno” prosegue il presidente di AssoGenerici. “Ora sulla questione del patent linkage registriamo con viva soddisfazione l’impegno della Senatrice Paola Taverna del M5S a presentare un emendamento al DdL Concorrenza che cancelli questa norma ingiusta. Ci auguriamo che la Commissione Industria lo accolga e che tutte le forze politiche che hanno a cuore realmente la modernizzazione del paese lo sostengano, al di là delle logiche di schieramento: ne va anche della credibilità del paese”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Iraq: 2 milioni di bambini non vanno a scuola

Posted by fidest press agency su sabato, 31 ottobre 2015

iraq-MMAP-mdOltre 5,300 scuole nel paese – circa 1 su 5 – non possono essere utilizzare perché sono state distrutte, danneggiate, utilizzate come rifugi per famiglie sfollate o per scopi militari dalle parti in conflitto. Solo lo scorso anno sono stati registrati 67 attacchi a scuole o personale scolastico. Tra le scuole ancora utilizzabili, migliaia sono oberate di alunni, con classi che accolgono anche 60 studenti, con due o tre turni al giorno. Questo ha ridotto significativamente per ogni bambino il numero di ore dedicate all’apprendimento. Nel nord dell’Iraq, circa 14.000 insegnanti sono stati costretti a fuggire a causa delle violenze. Le continue violenze hanno avuto impatti negativi sull’accesso all’istruzione dei bambini. Circa un milione di bambini sono sfollati, il 70% di questi ha già perso un intero anno scolastico.
“L’impatto dei conflitti, delle violenze e degli spostamenti sull’istruzione in Iraq non rappresentano solo un cortocircuito devastante”, ha dichiarato Peter Hawkins, Rappresentante dell’UNICEF in Iraq. “Un gran numero di bambini – quelli nelle comunità ospitanti, quelli sfollati dalle proprie case, i bambini rifugiati dalla Siria – continuano a subire importanti interruzioni del loro percorso scolastico, mettendo l’Iraq a rischio di perdere un’intera generazione a causa del conflitto. E’ tremendo vedere bambini e insegnanti nel paese percorrere grandi distanze, spesso rischiando le proprie vite, per raggiungere le scuole”. Lo scorso anno, come parte della risposta generale alla crisi in Iraq, l’UNICEF e i suoi partner hanno garantito accesso all’istruzione a circa mezzo milione di bambini. in Iraq l’UNICEF ha:
– costruito 40 nuove scuole e disposto nel paese 141 classi prefabbricate;
– stabilito 1.585 spazi temporanei per l’apprendimento, dando così la possibilità a 220.000 bambini sfollati di continuare il proprio percorso scolastico;
– ha distribuito materiale scolastico (materiali di cancelleria, quaderni, zaini e altro) ad oltre 200.000 bambini;
– ha distribuito materiali per la prevenzione del colera (libri, poster e volantini) in 5.000 scuole.
L’UNICEF, in Iraq, è impegnato ad ampliare l’accesso dei bambini all’istruzione. Per continuare a rispondere ai loro bisogni nel settore dell’istruzione, l’UNICEF chiede 68 milioni di dollari entro la fine dell’anno, di questi, 12 milioni sono urgentemente necessari.

Posted in Estero/world news, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Hotels.com svela dove è possibile soggiornare in un hotel a 5 stelle per meno di €150 a notte

Posted by fidest press agency su sabato, 31 ottobre 2015

Atahotel ExecutiveMILANO. Secondo i dati dell’Hotel Price IndexTM (HPITM) di Hotels.comTM, sito leader nella prenotazione di hotel online, sono numerose le città dove è possibile soggiornare in hotel di lusso spendendo €150 o meno per camera a notte. Nei primi sei mesi del 2015, infatti, i viaggiatori europei hanno soggiornato in hotel a 5 stelle pagando meno di €150 a notte* nelle città di Pisa, Istanbul, Tallinn e Varsavia in Europa, ma anche in destinazioni come Nuova Delhi e Il Cairo nel resto del mondo.Per soggiornare a Istanbul godendosi il lusso di un hotel a 5 stelle, i viaggiatori europei hanno pagato in media €149 per camera a notte nella prima metà del 2015. Vivere a pieno e con il massimo comfort la bellezza del principale centro industriale, finanziario e culturale della Turchia è quindi alla portata di tutti.Anche trascorrere una notte a Tallinn si è dimostrato particolarmente conveniente per i viaggiatori europei, che hanno infatti pagato una media di €144 per camera a notte per soggiornare in un lussuoso hotel a 5 stelle. A un prezzo simile non ci si può certo perdere le bellezze della capitale estone, la cui Città Vecchia medievale è stata nominata Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO nel 1997.Al terzo posto della classifica europea delle città in cui i viaggiatori hanno soggiornato in hotel di lusso a meno di €150 a notte si posiziona Pisa. Nei primi sei mesi del 2015 è stato possibile ammirare la torre pendente concedendosi tutti i vantaggi di un hotel a 5 stelle per soli €143 per camera a notte.Infine, Varsavia, con una spesa media sostenuta dai viaggiatori europei di €104 per camera a notte, è la città europea tra quelle analizzate dall’HPI in cui gli ospiti che hanno soggiornato in un hotel a 5 stelle hanno pagato di meno.Al di fuori del vecchio continente, i viaggiatori europei hanno potuto soggiornare nei migliori hotel a piccoli prezzi anche a Nuova Delhi, dove hanno speso in media €149 a notte, e a Il Cairo, dove hanno soggiornato a soli €148 per camera a notte.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Parlamento europeo conferisce il Premio Sakharov a Raif Badawi

Posted by fidest press agency su sabato, 31 ottobre 2015

Raif Badawi è il vincitore del Premio Sakharov 2015 per la libertà di pensiero, in seguito della decisione presa giovedi dal Presidente del Parlamento, Martin Schulz, e i leader dei gruppi politici. Badawi è un blogger dell’Arabia Saudita che sta attualmente scontando dieci anni di prigione per aver insultato l’Islam sul suo sito web, che promuove il dibattito sociale, politico e religioso. La cerimonia di consegna del Premio Sakharov si terrà a Strasburgo il 16 dicembre.”La Conferenza dei Presidenti ha deciso che il Premio Sakharov sarà assegnato al blogger saudita Raif Badawi” ha annunciato in Plenaria il Presidente Schulz.”Questo uomo, estremamente buono e da esempio per tutti, è stato condannato a una delle più crudeli sanzioni in vigore nel Paese, che può essere descritta come una vera e propria tortura”, ha dichiarato Schulz .”Mi appello al Re dell’Arabia Saudita per bloccare l’esecuzione della sentenza, rilasciare Badawi in modo che possa ritornare dalla propria moglie e permettergli di essere presente nel corso della sessione di dicembre per ricevere di persona il Premio”‘, ha concluso.
Raif Badawi è un blogger dell’Arabia Saudita, un attivista dei diritti umani e autore del sito web Free Saudi Liberals. Fu arrestato nel 2012 e condannato a 10 anni di carcere, 1.000 frustate e una multa per aver insultato i valori islamici sul internet. Ha ricevuto la prima serie di 50 frustrate nel gennaio 2015, il resto sono state rinviate in seguito alle proteste internazionali.All’inizio di questa settimana la moglie di Raif Badawi, Ensaf Haidar, che al momento vive in Canada con i loro tre figli, ha annunciato che le autorità saudite hanno dato il loro assenso a che siano inflitte le rimanenti frustrate.Lo scorso febbraio, il Parlamento europeo aveva approvato una risoluzione che condannava con fermezza la fustigazione di Raif Badawi, definendola un atto crudele e scioccante. Nel documento s’invitavano le autorità saudite a “procedere al suo rilascio immediato e incondizionato, dal momento che è considerato un prigioniero di coscienza, detenuto e condannato unicamente per aver esercitato il proprio diritto alla libertà di espressione”.
Raif Badawi è uno dei tre finalisti di quest’anno. Per saperne di più sugli altri due finalisti – l’opposizione democratica in Venezuela, rappresentata da Mesa de la Unidad Democrática, e l’esponente dell’opposizione politico russo Boris Nemtsov – cliccare qui.
Il Premio Sakharov per la libertà di pensiero è assegnato ogni anno dal Parlamento europeo. È stato istituito nel 1988 per premiare gli individui o le organizzazioni per il loro impegno a favore dei diritti umani e delle libertà fondamentali. Lo scorso anno il Premio è stato assegnato a Denis Mukwege.Le candidature al Premio Sakharov possono essere presentate dai gruppi politici o da almeno 40 deputati. Le commissioni parlamentari per gli Affari esteri e per lo Sviluppo votano per scegliere tre finalisti. Infine , la Conferenza dei Presidenti – costituita dal Presidente del Parlamento europeo e dai leader dei gruppi politici – sceglie il vincitore.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Droni: linee guida su regole per uso commerciale e ricreativo e sulla sicurezza

Posted by fidest press agency su sabato, 31 ottobre 2015

droniNella risoluzione approvata giovedì su iniziativa della commissione per i trasporti del Parlamento, i deputati sottolineano che, poiché i servizi commerciali che utilizzano droni sono sempre più popolari e il loro uso ricreativo lo sta diventando ancora di più, è necessario garantire che i droni non costituiscano una minaccia per la sicurezza pubblica o per la privacy.La relatrice Jacqueline Foster (ECR, UK) ha dichiarato: “Il punto principale è nel titolo del documento, rendere sicuro l’uso sicuro dei droni. Non è nostra intenzione legare le mani alle autorità di regolamentazione e essere troppo prescrittivi, ma desideriamo fornire un quadro su come possano procedere la Commissione, i Paesi UE e le altre parti interessate”.I droni, che potrebbero essere usati per fornire servizi vari come il monitoraggio dei tracciati ferroviari, delle dighe e degli impianti energetici, la valutazione di disastri naturali, le operazioni agricole di precisione, la produzione mediatica e la consegna di pacchi, rappresentano un grande potenziale per stimolare la crescita economica e la creazione di impiego, hanno dichiarato i deputati nella risoluzione che è stata approvata con 581 voti favorevoli, 31 voti contrati e 21 astensioni. Tuttavia, hanno aggiunto, dovranno essere affrontate le tematiche relative alla sicurezza, alla privacy, alla protezione dei dati e alla responsabilità civile.
Per i deputati, le regole dovrebbero garantire innanzitutto la protezione dei dati. I droni dovrebbero essere dotati di un chip d’identità e registrati per facilitare la cattura dei criminali che li utilizzano per violare le norme sulla privacy o per commettere altri crimini. I chip d’identità faciliterebbero inoltre le inchieste sugli incidenti e contribuirebbero a risolvere i problemi legati alla responsabilità.Il documento invita la Commissione a sostenere la ricerca, come ad esempio lo sviluppo di sistemi anticollisione “detect and avoid”, per permettere ai droni di evitare collisioni con altri utilizzatori dello spazio aereo o con oggetti al suolo. I droni capaci di volare oltre la distanza di visibilità ottica dovrebbero dunque essere dotati di tale tecnologia. Inoltre, bisognerebbe sviluppare la tecnologia del “geo-fencing” da utilizzare per evitare che i droni entrino in zone con divieto di sorvolo quali aeroporti e impianti nucleari.
Le vigenti autorizzazioni nazionali per i droni e per i loro operatori non formano oggetto di reciproco riconoscimento negli Stati membri e ciò impedisce lo sviluppo di un mercato europeo per i droni e per i servizi correlati, come pure la loro competitività globale.
I deputati sostengono quindi l’intenzione della Commissione di proporre norme europee che permettano alle autorità nazionali e alle autorità competenti di procedere alle convalide e alle attività di sorveglianza.
Poiché i rischi legati ai droni possono differire, per esempio in base alle dimensioni del drone oppure se questi sorvolano aree popolose, le norme dovrebbero essere adattate ai vari livelli di rischio e distinte per “uso professionale” e “uso ricreativo”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sorveglianza di massa: per il Parlamento il diritto dei cittadini UE è ancora in pericolo

Posted by fidest press agency su sabato, 31 ottobre 2015

european parliamentIn una risoluzione posta in votazione giovedì, i deputati hanno sottolineato come non sia stato ancora fatto abbastanza per la salvaguardia dei diritti fondamentali dei cittadini in seguito alle rivelazioni sulla sorveglianza elettronica di massa. I deputati chiedono alla Commissione di assicurare che tutti i trasferimenti dei dati verso gli USA siano soggetti ad un livello di protezione efficace e chiede agli Sati membri di concedere protezione ad Edward Snowden, in qualità di “difensore dei diritti umani”. Inoltre, il Parlamento ha espresso preoccupazione circa le norme sulla sorveglianza in diversi Stati UE.Il relatore Claude Moraes (S&D, UK), presidente della commissione per le libertà civili ha dichiarato che l’inchiesta del Parlamento europeo sulle rivelazioni di Edward Snowden riguardo la sorveglianza di massa elettronica è stata, ad oggi, la più completa investigazione effettuata. E’ necessario continuare questo lavoro per assicurare che le libertà civili siano difese anche su internet.Questa risoluzione, approvata con 342 voti favorevoli, 274 voti contrari e 29 astensioni, fa il punto sulle azioni (o mancanza d’azione) che la Commissione, le altre istituzioni UE e gli Stati membri hanno intrapreso sulla base delle raccomandazioni del Parlamento contenute nella risoluzione del 12 marzo 2014 sulla sorveglianza elettronica di massa dei cittadini UE, redatta sulla scia delle rivelazioni di Edward Snowden.Con 285 voti favorevoli a fronte di 281 contrari, i deputati hanno approvato un emendamento che invita gli Stati membri a “ritirare ogni imputazione penale nei confronti di Edward Snowden, a offrirgli protezione e, di conseguenza, a evitare la sua estradizione o consegna da parte di terzi, riconoscendo il suo statuto di informatore e di difensore internazionale dei diritti umani.”
I deputati accolgono con favore la sentenza della Corte di giustizia europea (CGUE) del 6 ottobre riguardo il caso Schrems, che ha invalidato la decisione della Commissione sullo schema Safe Harbour sul trasferimento dei dati negli Stati Uniti. Per i deputati “questa sentenza ha confermato la posizione di lunga data del Parlamento riguardo l’assenza di un adeguato livello di protezione previsto da questo sistema”.
Il Parlamento fa appello alla Commissione affinché “prenda le misure necessarie per assicurare che tutti i dati personali trasferiti verso gli USA siano soggetti a un livello efficace di protezione, sostanzialmente equivalente a quello garantito nell’UE”.Il Parlamento invita la Commissione a riflettere immediatamente sulle alternative al Safe Harbour e sull’impatto che la sentenza può avere su ogni altro strumento utilizzato per il trasferimento dei dati personali negli USA. Inoltre, il Parlamento chiede che la Commissione riferisca su questo entro la fine del 2015. Inoltre, la risoluzione rinnova l’invito a sospendere l’accordo con gli Stati Uniti sul programma di tracciatura finanziaria dei terroristi (TFTP).In generale, i deputati ritengono, in considerazione dell’entità delle rivelazioni sulla sorveglianza di massa, “altamente inadeguata” la risposta data fino ad ora dalla Commissione sulla risoluzione del Parlamento del 2014. Secondo i deputati “i diritti fondamentali dei cittadini UE sono ancora in pericolo” e “troppo poco è stato fatto per assicurare la loro piena protezione”.
Il Parlamento è preoccupato per le “recenti leggi adottate da alcuni Paesi membri che ampliano le possibilità di sorveglianza da parte delle autorità d’intelligence, inclusi Francia, Regno Unito e Olanda. Inoltre, è preoccupato per le rivelazioni sulle attività di sorveglianza delle telecomunicazione e del traffico internet all’interno dell’UE da parte della BND, l’agenzia di intelligence “esterna” tedesca, in collaborazione con la NSA, l’agenzia per la sicurezza nazionale statunitense.Inoltre, la risoluzione invita a formulare una strategia UE per una maggiore indipendenza informatica e una maggiore privacy sul web ed evidenzia l’esigenza di assicurare un controllo democratico ed efficace delle attività d’intelligence, così come la necessità di ricostruire la fiducia con gli USA.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fibrillazione atriale e ictus cerebrale

Posted by fidest press agency su sabato, 31 ottobre 2015

ictus cerebrale“Una buona testa ed un buon cuore sono sempre una formidabile combinazione”. Così Nelson Mandela. Mai niente di più vero se facciamo riferimento alla relazione che c’è tra la Fibrillazione Atriale (forma più comune di aritmia, responsabile di un terzo di tutti i ricoveri per disturbi del ritmo cardiaco) e l’Ictus Cerebrale, la più frequente malattia neurologica.
Se ne è parlato oggi nel corso di una Conferenza Stampa durante la quale sono emersi dati allarmanti: in Italia, sono circa 1 milione le persone con Fibrillazione Atriale (FA) e questa aritmia, che colpisce una persona su 4 dopo i 55 anni ed è la causa di circa il 20% degli ictus ischemici. I dati, però, non tengono conto di tutti quei pazienti colpiti da episodi FA asintomatica.
Non solo: l’ictus causato da FA tende ad essere più grave perché l’embolo che parte dal cuore chiude arterie di calibro maggiore, con un danno ischemico a porzioni più estese di cervello.Ed ecco che per sensibilizzare le Istituzioni, il Servizio Sanitario Nazionale ed i cittadini sull’importanza della cura della FA e della prevenzione dell’ictus cerebrale, l’European Brain Council (ente scientifico europeo che rappresenta una vasta rete di pazienti, medici e scienziati in stretto contatto con il Parlamento Europeo) ed A.L.I.Ce. Italia Onlus (Associazione per la Lotta all’Ictus Cerebrale), in occasione della Giornata Mondiale contro l’Ictus Cerebrale, hanno indetto una Tavola Rotonda, realizzata con il supporto non condizionato di Bristol-Myers Squibb e Pfizer, che ha visto la partecipazione di importanti esponenti Istituzionali e del mondo medico, scientifico ed economico.“L’ictus rappresenta la prima causa di morte e la terza di invalidità: sono 200.000 gli italiani che ogni anno ne vengono colpiti e oltre la metà di questi rimane con problemi di disabilità grave. E’ necessario aumentare lo sforzo per la prevenzione dell’ictus; occorre garantire equità di accesso su tutto il territorio nazionale per le terapie più acute e un percorso riabilitativo in grado di garantire continuità di cure – dichiara l’On. Gian Luigi Gigli, Coordinatore dell’Intergruppo Parlamentare sui problemi sociali dell’ictus. L’impatto di questa patologia risulta particolarmente gravoso: il costo medio annuo a paziente con disabilità grave per famiglia e collettività, escludendo i costi a carico del SSN, è di circa 30.000 Euro, per un totale di circa 14 miliardi di euro l’anno”.
La prevalenza della FA, attualmente pari all’1,5-2% della popolazione generale (ma al di sopra degli 85 anni interessa quasi una persona su cinque) è destinata ad aumentare notevolemente, passando da 6,3 milioni nel 2007 a 7,5 milioni nel 2017. Le condizioni predisponenti o che favoriscono la progressione della malattia sono: ipertensione arteriosa, obesità, diabete mellito, insufficienza renale cronica, ipertiroidismo e tutte le malattie cardiache organiche (cardiopatie congenite, coronaropatia, malattie valvolari, scompenso cardiaco). Inoltre possono favorire la FA l’abuso di alcol, droghe e caffeina. In molti casi comunque, la FA si manifesta in assenza di fattori predisponenti.
“Chi è affetto da FA vede aumentare di 4 volte il rischio di ictus tromboembolico, che risulta in genere molto grave e invalidante; questa forma di ictus determina una mortalità del 30% entro i primi tre mesi dall’evento e lascia esiti invalidanti in almeno il 50% dei pazienti – sostiene il Prof. Filippo Crea, Direttore del Dipartimento di Scienze Cardiovascolari Policlinico Agostino Gemelli, Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma – E’ di fondamentale importanza ‘intercettare’ più rapidamente possibile i pazienti con FA. Una volta fatta la diagnosi, il passaggio successivo consiste nello stabilire la necessità di una terapia anticoagulante per ridurre il rischio d’ictus e nella identificazione di cause predisponenti sottostanti che spesso necessitano di cure specifiche”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Samsung incorona la cucina a nuovo status symbol

Posted by fidest press agency su sabato, 31 ottobre 2015

unnamedCucinare è sempre stato un dovere per la maggior parte delle persone, ma nel tempo quest’attività è diventata un piacere, trasformando il luogo in cui si cucina in un vero e proprio status symbol che mostra in modo inequivocabile una privilegiata condizione socio-economica. Come rivelato da un report commissionato da Samsung questo fenomeno sta crescendo in tutta Europa, conferendo alla cucina un ruolo chiave nella socialità e intrattenimento domestico, e guidando un incremento significativo della spesa dei consumatori per cucine di lusso del valore di 20.000 euro e del numero delle ricerche effettuate per i modelli premium (+11%). L’evoluzione delle abitudini di consumo, che vede le persone sempre più attente al design e alla qualità, sta impattando in modo importante la sfera della cucina e il valore che viene assegnato a questo spazio domestico. Dalla ricerca di Samsung emerge infatti la tendenza a dare nuova enfasi a quest’area della casa, ridefinendone funzione e importanza nella vita quotidiana in direzione di maggiore informalità, estetica, intrattenimento, socialità e realizzazione personale.
Questo trend emergente in tutti i paesi europei di avvicinarsi a cucine premium è trainato da alcuni cambiamenti comportamentali diffusi tra cui vedere la cucina come un’estensione dello stato sociale, ispirarsi al mondo degli chef per cucinare con qualità, vivere in modo modulare e flessibile lo spazio e disporre di elettrodomestici belli e smart. Osservando i trend sulla rete, si registra un incremento considerevole nel numero di ricerche effettuate su Google prima dell’acquisto di un elettrodomestico di lusso, con in particolare una crescita media dell’11% nella categoria forni dove in Italia si registra un incremento più alto pari al 23% e del 9% in quella dei frigoriferi che nel nostro Paese supera il 17%.Per comprendere al meglio questa rivoluzione sono stati coinvolti influencer in ambito food di differenti nazionalità che hanno confermato la profonda trasformazione del rapporto tra le persone, il cibo e gli elettrometrici, questi ultimi diventati oggi oggetto del desiderio tanto da essere disposti a spendere per averli in casa quanto per una prestigiosa macchina sportiva o un orologio di lusso. La connotazione infatti sempre più lifestyle che il food ha progressivamente assunto – sostenuta dal fenomeno degli chef come Carlo Cracco e Bruno Barbieri, dalle nuove mode dello street food e dello show cooking e dal must del design – si è traferita velocemente nella realtà, spostando le scelte dei consumatori verso cucine premium. La spesa media per cucine di lusso superiori a un valore di 20.000 euro è cresciuta nel 2014 del 29% in Germania (fonte GHK), del 23% in Italia (GfK) e negli ultimi 5 anni del 15% nei Paesi Bassi, affermando la nascita di un movimento, a livello globale denominato “Pro-sumer” chef, basato su un approccio professionale ai fornelli. Basta pensare che 3 Italiani su 4 (72% fonte GfK) amano spendere il proprio tempo in cucina per affinare le proprie capacità culinarie ed essere in grado di preparare una maggiore varietà di piatti e ricette perfette, garantendo semplicità e freschezza.Siamo infine di fronte a una nuova generazione di consumatori che ingaggia un interior designer quando aggiorna o cambia la cucina – oltre il 50% degli Inglesi – perché ambisce a portare nella propria abitazione lo stile estetico che incoscientemente vive e assorbe quando si reca al ristorante o in contesti lifestyle della propria socialità. Insieme alla funzionalità (79%) e all’efficienza energetica (85%)[3] che rappresentano fattori chiave in Italia, sta aumentando infatti l’importanza delle forme – linee contemporanee, minimal e urbane – dove il design è un MUST per il 90% degli Italiani durante il rinnovo della cucina.“Come confermato dalla ricerca internazionale, i consumatori di oggi stanno profondamente cambiando abitudini ed esigenze e desiderano sempre più qualità, design e innovazione in cucina. Stiamo registrando infatti una crescente disponibilità a investire in elettrodomestici premium per trasformare un ambiente tradizionale come la cucina in uno spazio sociale in cui si vivono esperienze di valore e si coltivano relazioni” commenta Daniele Grassi, Vice President Divisione Home Appliances di Samsung Electronics Italia. “In questo nuovo scenario di consumo diventa per noi ancora più strategico continuare a investire nel percorso di innovazione avviato da tempo nel segmento del bianco e proseguire nello sviluppo degli elettrodomestici all’avanguardia della gamma Chef Collection, facendo leva sulla preziosa collaborazione di chef stellati”.Vantarsi della propria cucina è insomma già per molti una realtà, sostenuta dalle numerose novità oggi disponibili: modelli stand-alone che non obbligano a nascondere gli elettrodomestici dietro le ante, comandi touch per gestire le diverse funzioni in modo rapido e a distanza, modalità green per un ambiente e una cucina sana e materiali innovativi come l’acciaio inossidabile spazzolato per uno stile contemporaneo. E in futuro essere orgogliosi di questo ambiente sarà ancora più normale grazie alle opportunità generate dalle molteplici applicazioni dell’IoT.Tutte queste peculiarità e molte altre ancora sono oggi già presenti nella Samsung Chef Collection, un’offerta di elettrodomestici di prestigio a prova di chef in grado di soddisfare ogni esigenza in cucina. La linea include i forni Defense che permettono di equilibrare umidità e temperatura con l’innovativa Gourmet Vapour Technology™, l’ultima frontiera dell’induzione per la preparazione di piatti con la massima precisione grazie ad una fiamma virtuale “Tecnologia Virtual Flame™”, il frigorifero Kitchen Fit che grazie ai soli 60 cm di profondità si allinea direttamente agli arredi della cucina, offrendo le migliori performance di un frigorifero free standing in dimensioni ridotte. Infine lavastoviglie Waterwall™ per performance di pulizia professionali.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bit2016: Nel segno del business

Posted by fidest press agency su sabato, 31 ottobre 2015

expo-2015-milanoMilano. Dall’11 al 13 febbraio 2016 nel cuore del quartiere di Fiera Milano a Rho, si svolgerà La nuova edizione di Bit. Questo marketplace internazionale ha tutti i numeri per confermarsi come primo marketplace internazionale e luogo d’elezione per il turismo in tutte le sue declinazioni. Secondo i dati dell’UNWTO World Tourism Barometer, nella prima metà del 2015 il numero di turisti internazionali è cresciuto del 4%. In tutto il mondo, le destinazioni hanno accolto 538 milioni di turisti internazionali tra gennaio e giugno 2015, con un aumento di 21 milioni rispetto allo stesso periodo del 2014. Una fotografia che mostra un mercato in ripresa, nel quale Bit emerge da protagonista come “generatore” di business, non solo rappresentando il turismo in ogni sua espressione, ma anche favorendo l’incontro tra domanda e offerta a livello internazionale.
Bit2016 ha incrementato le occasioni di networking e business matching per il B2B: dal Programma Buy World, che coinvolgerà 1500 buyer di cui 17% italiani e 83% esteri, al Free Matching, incontri tra espositori e operatori pre-registrati, fino ad arrivare alla vera novità di Bit2106, i Saturday Morning Speedy Meetings, organizzati per categoria merceologia e macro aree geografiche, che si svolgeranno il sabato mattina in una zona dedicata e il Vip Travel Agencies Program, che coinvolge 1000 agenzie di viaggio in incontri B2B con gli operatori di The World.
Particolare attenzione è stata inoltre riservata alla formazione, con diversi laboratori tematici e operativi, oltre all’introduzione del filone delle contaminazioni come spunto di Business Integration.Divisa in 4 aree, Leisure World, Luxury World, MICE World e Destination Sport, Bit2016 è pronta a trasmettere innovazione e mettere a disposizione la sua straordinaria offerta su misura per ogni tipologia di business: a ciascuna delle aree corrisponde infatti uno specifico programma hosted buyer, insieme a servizi e contenuti formativi ad hoc.
L’area Leisure World si presenta con diverse novità: il programma dedicato alle Agenzie di Viaggio italiane, con una agenda di appuntamenti per gli espositori internazionali di the World; il progetto Wedding Destination Promotion, rivolto ai Tour Operator e alle destinazioni, che presenterà un focus sul segmento nozze; e l’area Food&Wine, destinata al turismo enogastronomico, la cui presenza risponde al sempre crescente interesse da parte dei turisti italiani e stranieri per la scoperta di prodotti locali come parte essenziale delle scelte di viaggio.
Al turismo di lusso, che in Italia nel 2015 ha avuto una crescita tra il 10% e il 20%2, è dedicata interamente l’area Luxury World, con accesso riservato agli operatori italiani e stranieri che operano in questo mercato. Luxury World sarà il fiore all’occhiello di Bit2016, l’unica manifestazione in Italia a proporre questo segmento. Caratterizzato da un nuovo layout e una posizione più strategica e centrale all’interno della manifestazione, Luxury World offrirà servizi di eccellenza e occasioni di business matching con tour operator, agenzie di viaggi e wedding planner di tutto il mondo. Gli espositori luxury avranno a disposizione una sala eventi ad uso esclusivo, potranno incontrare buyer altamente profilati all’interno dei circuiti internazionali più qualificati e avvalersi di servizi di ristorazione riservati. I visitatori interessati a questo segmento saranno accuratamente selezionati attraverso un procedimento di pre-accredito, in modo da garantire l’esclusività dello spazio.Il comparto MICE, per il quale nel 2016 è attesa una crescita intorno al 5% a livello globale3, è rappresentato nell’area MICE World, che accoglierà circa 500 buyer profilati, selezionati con il supporto di partner esperti del settore come HTMS e MCI Group. Bit2016 è la sola manifestazione in Italia di respiro internazionale che si occupa del segmento MICE e offrirà agli espositori infinite occasioni di networking: da un’agenda di due giorni di incontri prefissati con i buyer, a numerosi seminari, convegni e incontri di formazione, tutti condotti da speaker autorevoli ed esperti della industry, oltre alla possibilità di usufruire di sale conferenze dedicate, ideali per presentare le proprie proposte ad un pubblico mirato. Il giorno conclusivo di Bit2016, sabato 13, coinciderà con la giornata di apertura al pubblico dello spazio dedicato al turismo attivo-sportivo. L’area Destination Sport si presenterà con una ricchezza di zone esperienziali nelle quali sperimentare le attività sportive più avvincenti e dove gli operatori specializzati in turismo sportivo potranno incontrare gli appassionati di sport. Inoltre, da quest’anno Destination Sport è una mostra mercato e gli espositori potranno vendere servizi e prodotti sul posto.La novità di questa edizione sono i Water Sports e il Diving, per una full immersion negli sport acquatici più eccitanti: canyoning, rafting, canoa, vela, surf, sci nautico, kitesurf, windsurf e diving si contenderanno l’interesse degli sportivi in cerca di emozioni. Destination Sport includerà le discipline outdoor come arrampicata, boulder, trekking, running, mountain bike, cicloturismo e ciclismo su strada, equitazione e golf.
Sabato 13 febbraio è inoltre prevista l’iniziativa “Corri in Bit Vola in Thailandia” che coinvolgerà il pubblico in una corsa di 10 km, da San Siro all’ingresso di Bit2016. La manifestazione, gemellata con la maratona di Phuket realizzata in collaborazione con l’Ente Nazionale Turismo Thailandese e Etihad Airways, si inserisce nell’ambito di un progetto che mira a promuovere il turismo attivo nel mondo.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Works of Lynn Chadwick and Geoffrey Clarke

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 ottobre 2015

Lynn Chadwick and Geoffrey ClarkeLondon. From 23rd October – 28th November 2015, Pangolin London will present the works of Lynn Chadwick and Geoffrey Clarke, two of the greatest modern British sculptors of the 20th Century. The exhibition, titled Conjunction, is the first to focus exclusively on the prolific careers of the ‘geometry of fear’ sculptors and will provide a rare opportunity to experience a vast selection of works spanning five decades, allowing visitors to experience the intertwining similarities and differences of their visual language. Highlights of the exhibition include:
· Clarke and Chadwick’s entries to worldwide sculpture competition The Unknown Political Prisoner exhibited together for the first time since 1953.
· Clarke’s candlesticks commissioned for Coventry Cathedral’s high altar, part of his decade-long series of commissions for its reconstruction following severe bombing during World War II. Clarke is best-known for his vast metal crown of thorns and stained glass windows which are the centre piece of the restored Coventry Cathedral – these constituted two of the most significant public commissions of the post-war period which remarkably, Clarke was awarded the year after graduating from the Royal College of Art.
· Previously unexhibited works on loan from several private collections.
· Chadwick rarely accepted public commissions and this exhibition is a rare opportunity to see the maquettes for two of Chadwick’s few public commissions, R34 1957 and Manchester Sun 1963.
· As part of the exhibition a colossal Lynn Chadwick sculpture, titled Sitting Couple on a Bench (pictured above), has been installed alongside the canal in King’s Cross. (Photo: Lynn Chadwick and Geoffrey Clarke)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mass surveillance: EU citizens’ rights still in danger, says Parliament

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 ottobre 2015

European UnionToo little has been done to safeguard citizens’ fundamental rights following revelations of electronic mass surveillance, say MEPs in a resolution voted on Thursday. They urge the Commission to ensure that all data transfers to the US are subject to an effective level of protection and ask EU member states to grant protection to Edward Snowden, as a “human rights defender”. Parliament also raises concerns about surveillance laws in several EU countries.This resolution, approved by 342 votes to 274, with 29 abstentions, takes stock of the (lack of) action taken by the European Commission, other EU institutions and member states on the recommendations set out by Parliament in its resolution of 12 March 2014 on the electronic mass surveillance of EU citizens, drawn up in the wake of Edward Snowden’s revelations.
By 285 votes to 281, MEPs decided to call on the EU member states to “drop any criminal charges against Edward Snowden, grant him protection and consequently prevent extradition or rendition by third parties, in recognition of his status as whistleblower and international human rights defender”.
MEPs welcome the 6 October ruling by the EU Court of Justice (ECJ) in the Schrems case, which invalidated the Commission’s decision on the Safe Harbour scheme for data transfers to the US. “This ruling has confirmed the long-standing position of Parliament regarding the lack of an adequate level of protection under this instrument”, they say. Parliament calls on the Commission to “immediately take the necessary measures to ensure that all personal data transferred to the US are subject to an effective level of protection that is essentially equivalent to that guaranteed in the EU”. It invites the Commission to reflect immediately on alternatives to Safe Harbour and on the “impact of the judgment on any other instruments for the transfer of personal data to the US, and to report on the matter by the end of 2015”. The resolution also reiterates the call for the suspension of the Terrorist Finance Tracking Programme (TFTP) agreement with the US.In general, MEPs consider the Commission’s response so far to Parliament’s 2014 resolution “highly inadequate” given the extent of the revelations of mass surveillance. “EU citizens’ fundamental rights remain in danger” and “too little has been done to ensure their full protection,” they say.Parliament is concerned about “recent laws in some member states that extend surveillance capabilities of intelligence bodies”, including in France, the UK and the Netherlands. It is also worried by revelations of mass surveillance of telecommunications and internet traffic inside the EU by the German foreign intelligence agency BND in cooperation with the US National Security Agency (NSA).The resolution also calls for an EU strategy for greater IT independence and online privacy, and stresses the need to ensure meaningful democratic oversight of intelligence activities and to rebuild trust with the US.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

New rules on CEPOL to improve cross-border police training and cooperation in the EU

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 ottobre 2015

european parliamentCross-border police training and cooperation among national police authorities will be stepped up to effectively counter organised crime, cybercrime and terrorist threats thanks to an update of the rules governing the European Union Agency for Law Enforcement Training, CEPOL, approved by the European Parliament on Thursday.”The urgency and continuous development of security threats, such as e.g. terrorism and cybercrime, or the growing demand by migratory flows, make it crucial that European law enforcement authorities receive training of highest standard and are equipped with the most modern tools to effectively counter fight organised crime”, said Parliament’s lead MEP Kinga Gál (EPP, HU) after the agreement had been endorsed by 506 votes to 90, with 42 abstentions.”The European dimension of CEPOL’s activity is also instrumental in building mutual trust and cross border cooperation among national law enforcement authorities, which is a key element in combatting criminal organisations which operate more and more at international level”, she added. On the negotiations, Mrs Gál said: “Two main issues were crucial in this regulation for the Parliament: on the one hand CEPOL should be established as an independent EU Agency, with clear tasks and accountability, and in line with the Lisbon Treaty, in the shortest possible time; on the other hand fundamental rights should become visible in the agency’s mandate and CEPOL should promote a common respect for and understanding of fundamental rights in law enforcement.”

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »