Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 17

Archive for 6 ottobre 2015

Rainbow acquisisce Bardel Entertainment Inc.

Posted by fidest press agency su martedì, 6 ottobre 2015

rainbowRainbow, la content company di Iginio Straffi nota a livello internazionale per le sue produzioni animate e multimediali, annuncia oggi l’acquisizione di Bardel Entertainment Inc., prestigioso studio di animazione canadese conosciuto in tutto il mondo per le sue collaborazioni con partner del calibro di Nickelodeon, DreamWorks, Disney, Warner Bros e Cartoon Network-Adult Swim.Iginio Straffi, Presidente e Fondatore di Rainbow ha dichiarato: “Nuove produzioni, nuove forme d’intrattenimento, nuovi media. Sempre più attenti all’innovazione, alla creatività e all’internazionalizzazione. Rainbow vuole essere protagonista nella competizione globale e non difendere soltanto la posizione e la credibilità conquistate in più di venti anni di lavoro ma crescere ancora. Per questo motivo abbiamo acquistato Bardel, una grande realtà produttiva con oltre 30 anni di storia. Con gli amici canadesi condividiamo la stessa attenzione al prodotto, la cura dell’organizzazione, lo spirito d’innovazione. Insieme saremo più forti e capaci di tradurre in realtà i tanti progetti che abbiamo in cantiere. Per Rainbow questo è un grande passo in

20/05/2011 Loretoluogo: Sede RAINBOW s.p.atitolo: Iginio Straffi e le donneIn foto: Iginio StraffiCREDITI da PUBBLICARE!!!:Fotografo: JUREK KRALKOWSKI - FOTOFARM.ITAssistente: COSTANTINO DI DOMENICO

20/05/2011 Loretoluogo: Sede RAINBOW s.p.atitolo: Iginio Straffi e le donneIn foto: Iginio StraffiCREDITI da PUBBLICARE!!!:Fotografo: JUREK KRALKOWSKI – FOTOFARM.ITAssistente: COSTANTINO DI DOMENICO

avanti che affrontiamo con le nostre sole energie. Vogliamo crescere ancora, però manteniamo la nostra identità ma siamo pronti anche ad accogliere le energie positive di chi come noi ha lavorato bene e insieme vogliamo affrontare nuove grandi sfide”.Delna Bhesania, CEO di Bardel Entertainment aggiunge: “Io e Barry* siamo davvero entusiasti di entrare a far parte del Gruppo Rainbow e attendiamo con impazienza di iniziare a lavorare insieme per realizzare film, serie TV e nuove produzioni di elevata qualità. Con la competenza di Rainbow nella creazione di contenuti unita ai suoi numerosi partner nel licensing e nella distribuzione e l’esperienza di Bardel nella produzione siamo certi ci saranno tutte le basi per creare contenuti di alto livello in tutto il mondo”.La content company marchigiana ha scelto il MIPCOM (Cannes, 5-8 ottobre) per annunciare al mondo intero questo importante accordo che rafforza la presenza all’estero di Rainbow. A poche settimane dal lancio della settima serie di “Winx Club” (co-prodotta da Rainbow e Rai Fiction e in onda su Rai Gulp), l’acquisizione di Bardel Entertainment è un tassello importante che si aggiunge alla costellazione di traguardi in Italia e nel mondo di Rainbow: è esattamente di un anno fa – anno dei festeggiamenti dei 10 anni delle Winx – l’accordo firmato con CCTV (giugno 2014), l’emittente tv nazionale cinese per la realizzazione di un parco divertimenti a tema per famiglie e bambini con un’area interamente dedicata alle Winx che sorgerà a sud di Shanghai e la messa in onda della serie tv “Winx Club” in mandarino. Sempre di un anno fa (ottobre 2014) è invece l’accordo – senza precedenti per importanza e risonanza a livello europeo – che Rainbow ha siglato con Netflix, Inc. (Nasdaq: NFLX) per la nuova serie “World of Winx”, una produzione che reinventa il mondo delle fate – agenti speciali sotto copertura – e che sarà disponibile in esclusiva in tutti i paesi in cui Netflix è presente, compresa Francia e Germania nel 2016.
Oggi Rainbow è uno dei maggiori e riconosciuti studi di animazione a livello internazionale, nonché il più grande in Europa, con oltre 300 dipendenti e un importante network di free-lance e collaboratori. Rainbow sarà impegnata nel 2016 con il lancio di due nuove produzioni: “Regal Academy” – una serie di animazione dai toni molto ironici e divertenti che racconta le avventure di Rose Cinderella, nuova giovane studentessa della “Regal Academy” che si vedrà catapultata nel mondo delle favole – e “My American Friend” (working title) le cui riprese sono cominciate in questi giorni, un live-action per il target pre-teen che ruota intorno ai mondi della moda e della musica e che appassionerà i telespettatori con la storia di due ragazze: Meggy – che dall’America arriva in Italia per inseguire il suo sogno di diventare una fashion designer – e Bianca, figlia di un imprenditore italiano molto attivo nel settore della moda, con la passione per la musica che si vedrà costretta a frequentare la stessa scuola di moda di Meggy, la “Milano Fashion Academy”. Insieme, cercheranno di realizzare i loro sogni e scopriranno un segreto che cambierà per sempre le loro vite… (foto: rainbow, iginio straffi)

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Piano Nazionale per la Prevenzione Vaccinale

Posted by fidest press agency su martedì, 6 ottobre 2015

vaccinazioniAlla vigilia della stagione influenzale, quando l’avvio delle campagne vaccinali e la riapertura delle scuole inducono i mezzi di stampa a intensificare la comunicazione su questi temi, è arrivato dal Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, professor Walter Ricciardi, e dal Presidente e dal Direttore Generale dell’AIFA, professori Sergio Pecorelli e Luca Pani, un monito che non può essere trascurato: la copertura vaccinale nel nostro Paese è al limite della soglia di sicurezza e diventa ormai improcrastinabile l’approvazione del nuovo Piano Nazionale per la Prevenzione Vaccinale, già proposto da Ministero della Salute, Consiglio Superiore di Sanità, Istituto Superiore di Sanità e Agenzia Italiana del Farmaco al Tavolo di coordinamento per la prevenzione delle Regioni italiane.Italia Longeva, nel suo ruolo di network scientifico che opera da anni per l’invecchiamento attivo e in buona salute della popolazione, non soltanto si unisce all’invito e all’auspicio di AIFA e ISS, ma ricorda altresì che vaccinarsi non è soltanto “un cosa da bambini”. L’influenza, ad esempio, che colpisce ogni anno 4milioni di persone, ne uccide 8mila; e 8 su 10 delle sue vittime sono pazienti anziani.
“Il vaccino previene, salva la vita e ne migliora la qualità – dichiara il professor Roberto Bernabei, Presidente di Italia Longeva e Direttore del Dipartimento di Geriatria, Neuroscienze e Ortopedia del Policlinico A. Gemelli di Roma –. Il più diffuso fra gli ultrasessantacinquenni è il vaccino antinfluenzale, ma la prevenzione per i nostri nonni non si limita ai mali di stagione: ci si può utilmente vaccinare anche contro l’herpes zoster – il cosiddetto fuoco di Sant’Antonio, una patologia molto seria che provoca dolore continuo e che può ripresentarsi più volte nella vita – e anche contro la polmonite originata dallo pneumococco, che solo in Italia causa ogni anno più di 9mila decessi”.La prevenzione può abbattere questi numeri e ridurre anche i costi – sostenuti dai singoli pazienti e dalla collettività – legati a diverse patologie dell’anziano: “Per ogni euro investito nelle vaccinazioni – conclude infatti Bernabei – se ne risparmiano quattro. Difficile, quindi, immaginare un impiego di risorse più saggio nell’ambito della sanità. Il consiglio, rivolto a ogni anziano e alla propria famiglia, è quello di rivolgersi al proprio medico o al geriatra per farsi indicare la lista di vaccinazioni più adeguata alla propria età e alla propria condizione clinica”.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dalla Pianura Padana ai ghiacci dell’Antartide

Posted by fidest press agency su martedì, 6 ottobre 2015

antartideE’ questo il viaggio di oltre 15 mila chilometri che trent’anni fa fece il primo laser al mondo utilizzato nella spedizione per costruire una carta dettagliata della contaminazione ambientale di una vasta area del continente bianco, permettendo di misurare lo strato d’ozono sopra quell’area ed evidenziare per la prima volta la diminuzione del piombo nei ghiacci, causato dall’introduzione di benzine verdi. Una spedizione pionieristica istituita per conoscere ed esplorare una distesa di ghiaccio di oltre 14 milioni di chilometri quadrati, che hanno visto protagonista, per la prima volta al mondo, il laser Lidar (Light Detection and Ranging), creato nel 1986 da uno staff di studiosi, e sviluppatori, capitanati dall’Ing. Antonio Raspa di Quanta System, azienda italiana leader di questa tecnologia avveniristica. Lo stesso laser che oggi, trent’anni dopo quel momento storico, sarà esposto fino al 2 novembre al Vittoriano di Roma, all’interno della mostra “Missione Antartide. 30 anni di ricerca italiana nel continente estremo”. Una rassegna che ripercorre le tappe fondamentali della presenza italiana al Polo Sud, mettendo in luce i piu’ importanti risultati scientifici ottenuti, le difficoltà superate e gli obiettivi futuri. Una conquista iniziata a livello internazionale già nel XVIII secolo, e costata la vita a centinaia di marinai ed esploratori arrivati da tutte le parti del mondo, che hanno donato la loro vita per contribuire alla sicurezza e al futuro dell’umanità. L’importanza ambientale e politica di queste spedizioni sotto l’egida del tricolore, che presero il via nel 1985 con la prima missione italiana in Antartide, permise di coinvolgere i principali centri di ricerca, tra i quali l’ENEA, i piu’ importanti esperti sul territorio nazionale e le migliori industrie nel campo dell’innovazione tecnologica, che per 30 anni hanno lavorato sinergicamente per studiare a fondo lo stato di salute del Pianeta. Nel corso di tre decenni antartide1migliaia di scienziati e ricercatori si sono spinti sino a quella lontana regione per approfondire i propri studi in diversi campi scientifici, dal clima alla biologia, dalla glaciologia allo studio dell’atmosfera. Ed e’ proprio in questo campo che il laser esposto al Vittoriano rappresenta una vera e propria eccellenza italiana, in grado di stupire il mondo intero e fornire dati fondamentali per la comunità scientifica internazionale. “I dati raccolti man mano grazie al laser, e correlati tra le varie stazioni, fornivano informazioni utilissime per la comprensione delle dinamiche atmosferiche e dei cambiamenti climatici – spiega Paolo Salvadeo, Amministratore Delegato di Quanta System – Ma non e’ tutto. Nel 1993 venne allora lanciata anche l’idea di effettuare misure analoghe, ma dal cielo, e la proposta si concretizzo’ nella realizzazione di una serie di strumenti automatici da installare a bordo del Myasishchev M-55, l’ex aereo-spia russo in grado di volare a 22 km di quota, al limite della stratosfera. Quanta System raccolse questa sfida tecnologica e sviluppo’ un laser unico che tuttora detiene il primato della massima quota operativa per un dispositivo aerotrasportato. Oggi questo laser progettato e realizzato circa 30 anni fa e’ stato risvegliato dal letargo per essere esposto nella mostra dedicata alla Ricerca Italiana in Antartide in cui ricopre un ruolo da protagonista”.Tutto comincio’ nel 1985, quando la prima missione permise d’individuare il sito piu’ adatto per la costruzione della base italiana, che venne stabilito nella Baia di Terranova, nell’Antartide meridionale. Quanta System, che per prima offri’ il suo contributo ipertecnologico alle spedizioni italiane, antartidepuo’ vantare la sua presenza in Antartide già a partire dalla seconda spedizione italiana, risalente al 1986, con due laser creati per la misura dell’ozono: uno venne installato nella base italiana di Baia Terranova ed uno nella base americana di Amundsen-Scott, nei pressi del polo Sud geografico. Quello in mostra al Vittoriano e’ il terzo esemplare, installato durante la terza spedizione nella base USA di McMurdo nel 1988.Tra gli importanti risultati raccolti dalle spedizioni italiane in Antartide ci sono gli studi sistematici sui cambiamenti climatici e sul buco dell’ozono, resi possibili dalle sorgenti laser sviluppate appositamente da Quanta System per sondare l’atmosfera dagli strati piu’ bassi fino al limite superiore della stratosfera. I laser utilizzati costituivano il trasmettitore di sistemi Lidar (Light Detection and Ranging), una tecnica di telerilevamento (radar ottico) che, in modo analogo al Radar ma usando la luce al posto delle onde radio, analizzano il segnale di ritorno generato da impulsi laser ad alte intensità e, sulla base dei dati raccolti, sono in grado di determinare la distanza e la superficie di un oggetto, oltre a stabilire la concentrazione di specie chimiche nell’atmosfera e nelle distese d’acqua. Grazie a questi laser e’ stato possibile rilevare differenti parametri atmosferici come altezza, stratificazione e densità delle nubi e proprietà delle particelle contenute, temperatura, pressione, umidità, venti, concentrazioni di gas come ozono, metano e ossido nitroso. I dati raccolti hanno permesso di costruire una carta dettagliata della contaminazione ambientale di una vasta area del continente bianco, relativamente a varie classi di inquinanti e di metalli pesanti. Alcuni dei risultati più̀ significativi hanno permesso di evidenziare aspetti di notevole interesse a livello globale, come ad esempio la recente diminuzione del piombo nei ghiacci rilevato per la prima volta in Antartide, correlabile all’introduzione delle benzine verdi; e la tendenza all’aumento dei metalli del gruppo del platino e degli idrocarburi policiclici aromatici nelle nevi superficiali, evidenza negativa dell’impiego delle marmitte catalitiche. E’ stato rilevato inoltre una diminuzione degli clorofluorocarburi nell’atmosfera, correlabile alle limitazioni imposte a livello internazionale all’uso di questi composti.La mostra e’ realizzata con la collaborazione ed il contributo dell’ENEA di Frascati, del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), dell’Ufficio Cerimoniale del Vittoriano e di Quanta System. L’inaugurazione e’ avvenuta alla presenza del Ministro e dello staff dirigenziale del MIUR.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

8 Ways Volkswagen Can Regain Their Customers’ Trust

Posted by fidest press agency su martedì, 6 ottobre 2015

london-centralLondon, UK. Volkswagen’s concession of corporate wrongdoing in circumventing EPA (Environmental Protection Agency) testing in the U.S. has sent the global automotive industry into a tail spin and substantially pushed back developments in clean diesel technology and internal combustion engines (ICE) by years. The immediate impact of this crisis goes beyond Volkswagen and the U.S. reaching OEMs, many component suppliers, dealerships, regulatory authorities and testing agencies.
To sign up for the full insight on Frost & Sullivan’s strategies on the crisis surrounding Volkswagen, Frost & Sullivan proposes the following eight strategies Volkswagen can utilise to regain consumer trust, fuel sales volumes and develop sustainable revenue growth opportunities:
1. Focus on emerging markets
2. Position hybrid and electric powertrain as priorities
3. Focus on passenger safety
4. Position the company as a pioneer in sustainable mobility and synthetic fuels
5. Treat connected cars as a basic and major focal point
6. Bring Audi, Porsche, and other brands to the fore
7. Increase focus of commercial vehicle business
8. Conduct rigorous voluntary emission testing and certification
“The Volkswagen crisis could have far-reaching implications for the future of diesel powertrain, resulting in even more stringent regulations and higher investment costs,” said Frost & Sullivan Automotive & Transportation Senior Research Analyst Arun Chandranath. “Costs for carmakers to comply with emissions requirements could rise and consumers could be turned off by diesel cars.” The automotive industry was prepared for an anti-diesel sentiment with the shift in new technologies making them more efficient and environmentally friendly than some gasoline vehicles. Auto regulators have been more focused on climate change and greenhouse emissions than concerned for public health and air quality. Regulators are under immense pressure to ensure higher standards and to restore credibility. “Recovery will not be easy for the world’s largest auto manufacturer, however transparency and communication is essential for Volkswagen to win back the market and consumer trust,” concludes Chandranath. “Volkswagen’s recovery is critical for the overall health of the automotive industry. Currently, Volkswagen is standing trial, but everyone’s future is at stake.” Frost & Sullivan’s Intelligent Mobility (http://www.automotive.frost.com) Growth Partnership Service program provides detailed market opportunities and industry trends evaluated following extensive interviews with market participants.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

The Ingrid Bergman Tribute

Posted by fidest press agency su martedì, 6 ottobre 2015

ingrid bergmanRoma 11 ottobre  2015 ore 21:00 Auditorium Parco della Musica – Sala Sinopoli una coproduzione Ponderosa Music & Art Fondazione Musica per Roma In collaborazione con la Fondazione Cinema per Roma l’omaggio di Isabella Rossellini a sua madre Ingrid Bergman in occasione del centenario della nascita. The Ingrid Bergman Tribute è un omaggio teatrale ad una delle più grandi attrici di tutti i tempi, in occasione del centenario della sua nascita.Lo spettacolo consiste in una lettura autobiografica accompagnata da una video proiezione.Le voci narranti di Isabella Rossellini e Christian De Sica accompagneranno gli spettatori in un viaggio nella vita dell’attrice. Un collage di ricordi, interviste, lettere e filmati di famiglia inediti dal suo archivio privato, con le testimonianze di amici e artisti che hanno avuto il privilegio di conoscerla e lavorare con lei, tra cui Roberto Rossellini, Alfred Hitchcock, Robert Capa, Ernest Hemingway e molti altri.Il progetto è stato creato e scritto da Ludovica Damiani e Guido Torlonia, già autori dell’Omaggio ai Grandi Maestri (Luchino Visconti, Giorgio Strehler, Federico Fellini), in collaborazione conIsabella Rossellini.La tappa di Roma conclude un tour ufficiale che è partito a Londrail 6 settembre (Isabella Rossellini con Jeremy Irons al Royal Festival Hall), a New York il 12 settembre (Isabella Rossellini con Jeremy Irons al BAM Brooklyn Academy of Music) e a Parigi il 5 Ottobre (Isabella Rossellini con Fanny Ardant e Gérard Depardieu al Théâtre du Châtelet).

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Sicilia rievoca la Carta di Treviso a 25 anni dalla nascita

Posted by fidest press agency su martedì, 6 ottobre 2015

carta trevisoLa prima Carta deontologica al mondo, a tutela dei minori, a venticinque anni dalla nascita, sarà ricordata e rievocata in Sicilia nel corso dei prossimi mesi, con varie iniziative ad ogni livello. Il 5 ottobre 1990 la Carta di Treviso veniva stilata e sottoscritta da Ordine dei Giornalisti e Fnsi, in collaborazione con il Telefono Azzurro e le associazioni di volontariato della Città di Treviso che hanno organizzato il convegno “Da Bambino a notizia, i giornalisti per una cultura dell’infanzia”.Tiziano Toffolo – tra i principali promotori di tante iniziative legate alla Carta di Treviso – è intervenuto sull’argomento con un suo comunicato. “Colgo con piacere il sostegno ai principi della Carta che proviene dalla “migliore Sicilia” – in primis dall’Ordine Regionale dei Giornalisti – quella “Sicilia dei comunicatori” che mi ha subito conquistato per il rispetto della famiglia e dei bambini e per la particolare sensibilità, nella stragrande maggioranza dei casi, nei confronti di temi delicati come la tutela dei minori nei media”.“La Carta di Treviso e’ ormai patrimonio, oltre che della professione giornalistica, anche dell’opinione pubblica – dichiara Tiziano Toffolo – delle mamme e dei papa, e di tutte le persone sensibili, a cui sta a cuore la crescita serena dei bambini e degli adolescenti. Infatti decine e decine sono le proteste quando la Carta viene violata (e purtroppo i casi di violazione sono in costante aumento negli ultimi tempi), come nei più recenti fatti di cronaca, uno per tutti, la tragedia di Santa Croce Camerina, in provincia di Ragusa, dove il fratellino del povero Loris rischiava di essere “stritolato” dalla famelica macchina del gossip, riportandoci ai tempi di Cogne, quando Davide, il fratellino di Samuele, è stato oggetto del peggior gossip”.”L’intervento forte e tempestivo del Presidente dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia, con un pressante comunicato rivolto a tutti i colleghi, invitandoli al rispetto del codice deontologico e alla tutela dei minori coinvolti, ha contribuito a fermare una vergognosa serie di reportage “morbosi”, soprattutto televisivi, sul caso del povero Loris. Sono certo che la Sicilia – conclude Toffolo – ancora una volta, anche in occasione di questo anniversario, sarà in prima linea, nella divulgazione dei valori della Carta di Treviso, primo codice deontologico dei giornalisti italiani e fiore all’occhiello di etica professionale di tutta la categoria”. (foto: carta treviso)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Debates with Tusk and Juncker on EU summit and humanitarian situation of refugees

Posted by fidest press agency su martedì, 6 ottobre 2015

European UnionThe way forward to deal with the refugee crisis and measures agreed by heads of state or government at an informal EU summit on 23 September will be debated with European Council President Donald Tusk and Commission President Jean-Claude Juncker on Tuesday, at 9.00. The humanitarian situation of refugees within the EU and in neighbouring countries will be addressed by MEPs in a separate debate, also on Tuesday morning.
In a 10 September resolution on migration and refugees in Europe, Parliament called for a change in the Dublin rules (for determining which member state is responsible for handling asylum applications), humanitarian visas and a common global humanitarian aid strategy, among other measures.At the 23 September informal summit, EU leaders discussed how to respond to the urgent needs of refugees, including providing an additional €1 billion to help the UN Refugee Agency (UNHCR) and the World Food Programme, and increasing EU funds to help Lebanon, Jordan and Turkey. They also decided to reinforce dialogue with Turkey, starting with the visit of Turkish President Erdogan on 5 October, in order to strengthen cooperation on stemming and managing migration flows.Measures such as strengthening controls at the EU’s external borders and identifying, registering and fingerprinting migrants at the “hotspots” were also discussed at the summit.
Migration will also be high on the agenda of the Justice and Home Affairs Council on 8-9 October and of the next European summit on 15-16 October.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuova vetrina Amazon

Posted by fidest press agency su martedì, 6 ottobre 2015

amazonMilano. Il rilancio dell’economia italiana passa per il digitale, ne è fermamente convinta Ulaola, marketplace dedicato alle eccellenze italiane, che è presente, sin dalla loro apertura, nei nuovi negozi Made in Italy di Amazon.it e Amazon.co.uk dedicati all’artigianato italiano. Amazon “Made In Italy” è la nuova vetrina di Amazon.it e Amazon.co.uk che, grazie ad Amazon Marketplace, offre alle piccole e medie imprese artigianali la cui filiera di produzione è italiana, la possibilità di raggiungere milioni di clienti in Italia, Regno Unito e anche nell’intero mondo.Con questa nuova vetrina Amazon, i merchant e gli artigiani – che hanno scelto http://www.ulaola.com come loro marketplace – potranno avere ulteriori opportunità di vendita dei loro prodotti. L’iniziativa di Ulaola si inserisce all’interno di una più ampia strategia per il 2015 che mira a tessere relazioni forti e durature per sostenere attivamente i propri seller nei processi di digitalizzazione e internazionalizzazione.Dopo la partnership tra Ulaola e Confartigianato Imprese, nel 2015 Ulaola ha stretto un accordo con DaWanda, il marketplace europeo dei prodotti unici e fatti a mano da artigiani, designer e creativi di tutto il mondo. Lo scorso settembre Ulaola è stata anche protagonista al salone HOMI, ex Macef.Ulaola è l’unico e-commerce italiano a creare per i propri seller un’offerta commerciale “chiavi in mano” che amplifica il concetto di vendita online. Infatti Ulaola supporta gli artigiani non soltanto nella promozione dei propri prodotti su internet, ma allestisce un vero e proprio negozio dove poter raccontare valori e caratteristiche distintive dei propri manufatti, valorizzandoli attraverso scatti fotografici professionali, aumentando le opportunità di vendita all’estero, grazie appunto alle partnership internazionali messe a loro disposizione.Ulaola è una startup italiana, partecipata dall’incubatore certificato Digital Magics. È il primo marketplace che aggrega prodotti Made in Italy, selezionati attraverso l’accordo con Confartigianato, la più grande associazione italiana che rappresenta 800.000 artigiani. Gli artigiani, i designer, i creativi, le piccole aziende della moda, dell’arte e del design, che vogliono iniziare a esportare all’estero i propri manufatti trovano in Ulaola un partner competente, in grado di aiutarli nei processi di “digital transformation” che oggi rappresenta una grande opportunità di business per tutto il “Made in Italy”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dall’Italia a Budapest: la mostra “Oltre” le divisioni

Posted by fidest press agency su martedì, 6 ottobre 2015

beataL’Istituto Italiano di Cultura a Budapest presenta, dall’8 all’11 ottobre, la Mostra Internazionale “Oltre” (Beyond the Foreground), organizzata nella capitale ungherese in collaborazione con l’associazione cramum e la Fondazione Giorgio Pardi e il patrocinio del Ludwig Museum di Budapest.
La Mostra “OLTRE”, inaugurata in occasione dell’Art Market Budapest 2015, è curata da Sabino Maria Frassà e accoglie 40 opere di 10 artisti italiani e 7 ungheresi, di diverse generazioni e fama (da giovani promesse ad artisti dell’attuale Biennale). Il giorno dell’inaugurazione verrà presentato il libro d’artista che completa la mostra: una pregiata edizione limitata (300 copie) lungo oltre 5 metri.
salvalaiIn un momento storico in cui l’Europa sta cercando una nuova unità realizzare un’esposizione a Budapest rappresenta un segnale forte: dall’Italia può partire la promozione dell’integrazione culturale per far nascere una “vera” Europa, al di là dei trattati e delle leggi. Per il curatore, Sabino Maria Frassà, l’esposizione cerca di accompagnare i visitatori oltre l’apparenza perché: “L’arte contemporanea non dovrebbe essere né pubblicità, né propaganda: l’artista contemporaneo non vede la luce, ma cerca di vedere nel buio. Proprio per questo l’arte oggi è la rappresentazione e il superamento dell’infinito secondo piano fatto di buio, dubbi e sfumature”.
Dalla sede dell’Istituto Italiano di Cultura a Budapest, che dal 1865 al 1902 fu la sede del Parlamento ungherese, la mostra giungerà in Italia, ad Ivrea e Roma nel 2016, grazie al Museo Garda di Ivrea e all’Accademia di Ungheria a Roma. (foto: beata, salvalai)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

“Buenos Aires celebra ITALIA”

Posted by fidest press agency su martedì, 6 ottobre 2015

superfollaLa Città Autonoma di Buenos Aires, che ha un sindaco/governatore italiano, Maurizio Macri, ogni anno organizza per la prima domenica di ottobre l’evento “Buenos Aires celebra ITALIA”. E così anche domenica scorsa un pezzo della centralissima Avenida De Mayo è stato chiuso per accogliere una cinquantina di stand, soprattutto delle associazioni regionali, con informazioni, prodotti e degustazione di specialità culinarie. Sui due palchi si sono succeduti spettacoli di canto e danza inframezzati dai discorsi delle autorità italiane ed argentine.
Tanto entusiasmo, tanta allegria, tanta voglia di stare insieme all’ombra del tricolore hanno riscaldato una giornata freddina. Moltissimi italiani della città sono accorsi alla festa dell’italianità. Si calcola che in solo pomeriggio (tanto dura l’evento) siano passate più di 50mila persone in quella che indubbiamente è la più grande festa italiana nel mondo.
D’altronde la capitale argentina è una città italianissima già dalla sua fondazione: è stata battezzata con questo nome in onore della Madonna di Bonariadi Cagliari, in Sardegna. E poi Grande Buenos Aires (13 milioni di abitanti) è la città al mondo col maggior numero di cittadini italiani (potenzialmente un numero di italiani pari al doppio della popolazione di Roma).
Naturalmente, come sempre, “L’Italiano” c’era con migliaia di copie del giornale fresco di stampa nel suo stand proprio sotto il palco principale.
Peccato che in Italia non sia molto conosciuto questo evento che si ripete la prima domenica di ottobre di ogni anno. Farebbe bene agli italiani d’Italia respirare un po’ di questa italianità spontanea e gioiosa, vedere con quanto affetto si abbraccino italiani del nord con italiani del sud, quelli di destra con quelli di sinistra perchè tutti si riconoscono figli della stessa terra. E’ in occasioni simili che gli italiani all’estero esprimono il sentimento in via d’estinzione nella Penisola: l’amor di Patria.(Tullio Zembo dal quotidiano degli italiani in Argentina “L’Italiano” ) (foto: superfolla)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovo round di finanziamenti per D-Orbit

Posted by fidest press agency su martedì, 6 ottobre 2015

d-satD-Orbit, la startup italiana attiva nel settore spaziale, annuncia la chiusura di un nuovo round di investimenti, per un valore di circa 1,83 milioni di euro. Quest’ultimo round è correlato all’emissione di Strumenti Finanziari Partecipativi ed è particolarmente finalizzato a favorire l’ingresso della società sul mercato.Molti i protagonisti coinvolti, tra cui il Club degli Investitori, lead investor del progetto, con un finanziamento di circa 1,3 milioni di euro. La restante parte è stata erogata da due partner finanziari storici di D-Orbit, TTVenture e Como Venture, oltre che da un gruppo di imprenditori dell’area comasca.
Nata nel 2011 da un’intuizione di Luca Rossettini, suo attuale Amministratore Delegato, D-Orbit è oggi considerata tra le 100 startup più promettenti al mondo, grazie al suo innovativo sistema di decommissioning. Questo dispositivo permette di rimuovere i satelliti dallo spazio alla fine del loro ciclo di vita e ricondurli a terra, garantendo così una significativa riduzione dei costi per gli operatori satellitari, un aumento della redditività dei loro satelliti e una maggiore fruibilità dei servizi satellitari in tutto il mondo.In un momento in cui l’industria satellitare rappresenta un giro d’affari di oltre 200 miliardi l’anno, D-Orbit rappresenta una straordinaria opportunità. Ne è certo Giancarlo Rocchietti, presidente del Club degli Investitori, che afferma: “Quando il progetto è davvero innovativo e se ne vedono le potenzialità, i soci del Club non si tirano di certo indietro. Quando entriamo in contatto con un’azienda come D-Orbit, con un team manageriale di altissimo livello che ha già convinto la NASA ed ESA, non possiamo che mettere sul piatto una cifra importante per accelerarne lo sviluppo”.A questo round da oltre 1,8 milioni di euro, si aggiunge il finanziamento di 1,2 milioni di euro erogato da Unicredit S.p.a., grazie al Fondo Centrale di Garanzia per startup innovative.D-Orbit ha potuto così raccogliere nel giro di poche settimane risorse per oltre 3 milioni di euro ed è oggi in grado di portare a termine la Missione D-Sat (prevista per il 2016), con il lancio del primo satellite al mondo che, a fine vita, verrà rimosso dallo spazio in modo sicuro, diretto e controllato.La Società inoltre è stata tra le prime ad utilizzare l’innovativo Strumento Finanziario Partecipativo per startup innovative, istituito dalle recenti riforme in materia di competitività e accesso alle risorse finanziarie da parte delle start up. “Portare principi di sostenibilità strategica nel settore spaziale non solo sta cambiando il modo di progettare satelliti ma aprirà le porte ad una nuova filosofia di mercato spaziale: innovativo, profittevole per tutti gli stakeholders e soprattutto capace di futuro—conferma Luca Rossettini. — La dimostrazione di fiducia da parte di questi nuovi attori finanziari aumenta la motivazione e soprattutto la velocità con cui riusciremo a penetrare il mercato e a proseguire verso le altre fasi di sviluppo di una società che non può che crescere.”Anche TTVenture, il fondo di Venture Capital del Gruppo Quadrivio, conferma il suo supporto a D-Orbit, progetto in cui crede fermamente e al quale partecipa attivamente fin dalla costituzione della società.“La conclusione di questo round è la dimostrazione tangibile dei risultati ottenuti da D-Orbit che nel giuro di pochi anni è passata da una idea di impresa ad una realtà che dialoga a livello internazionale con tutti i big player del settore aerospaziale ” – ha commentato Elizabeth M. Robinson, Investiment Director di TTVenture. – “Siamo molto soddisfatti dell’ingresso nella compagine sociale dei nuovi investitori del Club degli Investitori e di un Club di imprenditori dell’area di Como che potranno dare un ulteriore boost di sviluppo alla società.” Come TTVenture, anche Como Venture ha scelto di investire nuovamente in D-Orbit, promuovendo l’istituzione di un club di Imprenditori comaschi, che hanno sottoscritto un ulteriore finanziamento al progetto, per un totale di 230 mila euro.
“Como Venture ed i suoi Azionisti sono orgogliosi di condividere presupposti tanto innovativi e potenzialmente risolutivi di problematiche globali assai complesse” ha dichiarato Maurizio Traglio, presidente di Como Venture, aggiungendo: “Il progetto del team di D-Orbit e’ molto convincente e particolarmente suggestivo. Le energie congiunte saranno utili alla Società per accelerare i processi di sperimentazione ed implementazione dei sistemi previsti dai protocolli Tecnico- scientifici”Gli aspetti legali dell’operazione, che costituisce uno dei primi casi in Italia di emissione di strumenti finanziari partecipativi da parte di una s.r.l. “innovativa”, sono stati curati dallo studio legale Bird & Bird. Il Club degli Investitori è stato invece assistito dallo studio Benessia – Maccagno. “Gli strumenti finanziari partecipativi – dichiara l’avv. Francesco Torelli dello studio Bird & Bird – rappresentano lo strumento ideale per le start-up che intendono reperire capitali sotto forma di semi-equity (il c.d. convertible loan che costituisce una delle più diffuse modalità di investimento delle startup in Silicon Valley). La legge istitutiva delle start-up innovative consente anche alle s.r.l. innovative di emettere tale tipologia di strumenti che invece, per le società “normali”, sono riservati alle s.p.a.”. (foto: d-sat)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Settimana della salute dell’osso

Posted by fidest press agency su martedì, 6 ottobre 2015

relatoriE’ partita in oltre 50 farmacie del Lazio, e più di 2.600 in tutta Italia, la “Settimana della Salute dell’Osso”, iniziativa di informazione promossa da 5 società scientifiche di riferimento quali Società Italiana dell’Osteoporosi, del Metabolismo Minerale e delle Malattie dello Scheletro (SIOMMMS), Società Italiana di Medicina Generale (SIMG), Gruppo Italiano per lo studio dei BISfosfonati (GIBIS), Gruppo Italiano di Studio in Ortopedia dell’Osteoporosi Severa (GISOOS) e Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia (SIOT), resa possibile grazie al contributo incondizionato di Abiogen Pharma.
L’osteoporosi che in Italia colpisce 4 milioni di persone non è solo un processo naturale legato all’invecchiamento o a altri fattori di rischio non modificabili come il sesso, l’età, la menopausa. Esistono infatti altri elementi come le patologie correlate, la mancanza di esercizio fisico, l’alimentazione, dove con alcuni accorgimenti si può assicurare un futuro alle nostre ossa, possibilmente fin da bambini in considerazione del fatto che lo sviluppo del tessuto osseo avviene soprattutto nei primi 20 anni di vita.
L’iniziativa dedicata a sensibilizzare la popolazione sull’importanza di prendersi cura delle proprie ossa e a informare michieliisaiasulle buone regole da mettere in pratica per prevenire possibili disturbi e patologie. Dal 5 al 10 ottobre 2015 nelle farmacie aderenti sarà possibile ricevere consigli sulla prevenzione e ritirare 3 pratiche brochure – bambini, donne e terza età – con informazioni sulle ossa e su come mantenerle in salute. Per tutti coloro che non potranno recarsi in farmacia durante la Settimana della Salute dell’Osso, è disponibile http://www.salutedelleossa.it, pensato come luogo di approfondimento su come prendersi cura delle ossa e sul ruolo chiave del calcio e della vitamina D, quando e come ricorrere alla supplementazione. Dalla piattaforma sarà inoltre possibile scaricare le brochure e consultare l’elenco delle farmacie aderenti all’iniziativa.
Per tablet e smartphone è stata sviluppata la pratica APP “Salute delle Ossa”, disponibile sia per iOs che Android, uno strumento interattivo per mettere alla prova le proprie conoscenze sul ruolo della vitamina D e che consente di verificare il proprio livello di esposizione settimanale ai raggi solari, fondamentale per il raggiungimento di un buon livello di questa preziosa vitamina. Attraverso l’APP è anche possibile accedere ad alcuni approfondimenti video realizzati dagli esperti del board scientifico. L’APP è scaricabile gratuitamente da http://www.salutedelleossa.it, iTunes e Google Play. (foto: Michieli,isaia, relatori)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »