Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

The hot topic these days is immigration

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 ottobre 2015

logo fidest ookOnce the strength of a nation was in the number of its inhabitants today is different. New technologies are replacing the man and the strength of a nation depends on human resources not more. Already have seven billion people is becoming a big problem. Economic growth is running out because the margins are shrinking market with over one billion poor. The risk, in the immediate, that reduce workers’ rights and the exploitation of labor prevails. Over the next 20 years we will have at least two billion slaves and one billion unemployed. What to do to reverse the trend? That is the question. You can not drastically reduce the world’s population. Birth control failed. We rightly claimed the right to life but we have failed to enforce another right: the right to live. The risk of a third world war is real. There is a widespread intolerance in the world society. This can lead to regional conflicts in the first place any more than there are today. It is also due to the reckless sale of weapons of mass destruction, to slave traders, to authoritarian regimes, the easy enrichment, exploitation of human resources and the ecosystem. Young people today live with little hope for their future.
Il tema caldo di questi giorni è l’immigrazione. Un tempo la forza di una nazione era nel numero dei suoi abitanti oggi è diverso. Le nuove tecnologie stanno sostituendo l’uomo e la forza di una nazione not more dipende dalle risorse umane. Già oggi avere sette miliardi di abitanti sta diventando un grosso problema. L’espansione economica si sta esaurendo perché i margini di mercato si stanno riducendo con oltre un miliardo di poveri. Il rischio, nell’immediato, che diminuiscano i diritti dei lavoratori e prevalga lo sfruttamento del lavoro. Nei prossimi 20 anni avremo almeno due miliardi di schiavi e un miliardo di disoccupati. Che fare per invertire la tendenza? Questo è il problema. Non è possibile ridurre drasticamente la popolazione mondiale. Il controllo delle nascite è fallito. Abbiamo giustamente affermato il diritto alla vita ma abbiamo mancato nel far rispettare l’altro diritto: quello di vivere. Il rischio di una terza guerra mondiale è reale. Esiste una insofferenza molto diffusa nella società mondiale. Questo può generare conflitti regionali tanto per cominciare più di quanto non ve ne siano oggi. Lo si deve anche alla vendita sconsiderata di armi di distruzione di massa, ai mercanti di schiavi, ai regimi autoritari, ai facili arricchimenti, allo sfruttamento delle risorse umane e dell’ecosistema. I giovani di oggi vivono con poche speranze per il loro futuro. (fonte: Fidest)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: