Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

THE REBIRTH, di Michelangelo Pistoletto

Posted by fidest press agency su sabato, 17 ottobre 2015

the rebirthGinevra 24 ottobre 2015 Nazioni Unite. The Rebirth: una scultura monumentale dell’artista italiano Michelangelo Pistoletto verra’ inaugurata nel Parco de l’Ariana nel giorno in cui il Palais des Nations aprira’ le sue porte al pubblico. L’evento rientra nei programmi dell’Onu a Ginevra per celebrare i 70 anni delle Nazioni Unite.Il Palazzo delle Nazioni, sede dell’ufficio delle Nazioni Unite a Ginevra (ONUG), aprirà le sue porte al pubblico sabato 24 ottobre 2015 per celebrare il 70esimo anniversari dell’Organizzazione delle Nazioni Unite.
Dalle 10:00 alle 17:00, i visitatori potranno accedere ad alcuni degli splendidi spazi del Palazzo delle Nazioni, che è il cuore della diplomazia globale ed ospita più di 10 000 riunioni l’anno. Oltre ad avere la possibilità di vedere l’imponente Sala delle Assemblee e la Sala dei Diritti Umani e dell’Alleanza delle Civiltà, i visitatori potranno scoprire il lavoro e le attività di più di 80 missioni permanenti e di organizzazioni onusiane ed internazionali con sede a Ginevra.Un momento chiave della giornata sarà l’inaugurazione, alle 12:00 nel Parco dell’Ariana, di una nuova opera del rinomato artista italiano Michelangelo Pistoletto.
The Rebirth simbolizza la “rinascita” della societa’ in un mondo nuovo basato sul dialogo degli opposti, sull’equilibrio e la pace. Gli obiettivi sono quelli della missione dell’Onu: trovare un punti di incontro tra idee divergenti, mettere insieme le diversita’, ispirare modi alternativi di governare e far politica, promuovere uno sviluppo inclusivo e sostenibile. La collocazione in mezzo al parco che porta al Palais des Nations e’ significativa per ricordare allo staff, ai delegati e ai visitatori dell’importanza di “trovarsi in mezzo”, di far ponte attraverso le distanze per trovare armonia.La scultura di Michelangelo Pistoletto riconfigura il simbolo matematico che rappresenta l’infinito tracciando tre cerchi: due cerchi opposti rappresentano i mondi della natura e dell’artificio mentre il cerchio mediano e’ la congiunzione dei primi due e rappresenta la matrice di un mondo nuovo, il “Terzo Paradiso”, luogo di meditazione e di “rinascita”.
Il cerchio al centro sara’ il punto di incontro, non solo simbolico: “Sarà possibile sedersi sulle pietre” dell’installazione “per parlare e incontrasi” nel parco dell’Onu, ha detto Pistoletto. “E’ un’opera emblematica”, ha sottolineato il direttore generale Michael Moller. Un’opera “concepita per il simbolo dei 70 anni delle Nazioni Unite”, ha aggiunto il rappresentante permanente italiano Serra. L’installazione è un dono dell’artista, tramite i buoni uffici del governo italiano. I Paesi membri dell’Onu ed i privati hanno l’opportunità di diventare sponsor. Il Fondo ambiente italiano (FAI) si è impegnato a garantirne la manutenzione nel futuro.
La scultura è composta da 193 pietre, che rappresentano gli Stati membri della Nazioni Unite. Ogni pietra ha origine da un singolo paese ed è lasciata grezza con il nome del paese inciso su di essa.Ogni Paese è stato invitato a far giungere “un pezzo della propria terra”, una pietra che è stata poi tagliata a Carrara e sulla quale è stato scolpito il nome del Paese. (foto: THE REBIRTH)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: