Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 315

Archive for 18 ottobre 2015

“State of Global Islamic Economy Report 2015/2016”

Posted by fidest press agency su domenica, 18 ottobre 2015

torinoTorino 19 e 20 ottobre 2015 nell’Aula Magna del Campus Luigi Einaudi. Secondo lo “State of Global Islamic Economy Report 2015/2016” di Thomson Reuters, l’economia Islamica riguarda più di 1.7 miliardi di musulmani nel mondo. Dal 2014 la Città di Torino, in partnership con Università di Torino, Camera di Commercio di Torino e con il supporto tecnico di ASSAIF, si è concentrata sulle opportunità della finanza Islamica e su questo mercato in rapida crescita.La prima edizione del Turin Islamic Economic Forum – nel novembre 2014 – ha rappresentato per la città un evento internazionale che ha coinvolto oltre 450 delegati: stakeholder locali hanno avuto l’opportunità di incontrare i più importanti attori della finanza e dell’economia appartenenti a paesi Islamici operanti a livello mondiale. In seguito – il 28 luglio 2015 – Torino ha ospitato la tavola rotonda sul Modest Fashion organizzata in collaborazione con Thomson Reuters, Dubai Chamber e Dubai Islamic Economy Development Centre. Una giornata di dibattito in cui 71 operatori italiani e internazionali della moda si sono confrontati sulle sfide cruciali e le opportunità del Modest Fashion a livello globale.La seconda edizione del TIEF – in programma il 19 e 20 ottobre 2015 nell’Aula Magna del Campus Luigi Einaudi – è focalizzata sulla connessione tra finanza e attività economiche produttive. Per questo motivo l’agenda è strutturata su tre argomenti portanti, Finanza/Cibo/Moda: 53 relatori italiani e internazionali distribuiti in 7 sessioni tematiche, potenzieranno i risultati raggiunti dal TIEF 2014.
Il primo giorno, lunedì 19 ottobre, si parlerà del ruolo che istituzioni pubbliche (Dubai Islamic Economy Development Centre e Camere di Commercio di Torino e Italiana negli Emirati) e private (Fondazione CRT) possono svolgere per lo sviluppo della finanza Islamica. Il dibattito proseguirà sul mercato dei capitali islamici: una sessione di rilievo con la partecipazione di Abayomi A. Alawode della Banca Mondiale e il lancio in anteprima dello studio AIAF sui Sukuk italiani. Il dottor Giustiniani (responsabile del “Gruppo Finanza Islamica” dell’AIAF) presenterà anche il caso del possibile uso di questo strumento da parte di autorità municipali.
Il pomeriggio, invece, sarà dedicato al tema alimentare: Thomson Reuters presenterà i risultati del Report appena pubblicato al Global Islamic Economy Summit di Dubai e due Enti Certificatori Italiani si confronteranno con aziende italiane (Sebaste, Il Granaio delle Idee, ABIT, RF Cosmetici, Gruppo Vercelli) e internazionali (Truebell Dubai).
E’ affidato ai relatori della seconda giornata, martedì 20 ottobre, lo sviluppo in Italia dell’Islamic retail banking, ovvero dell’offerta di servizi di base con testimonianze della britannica Alrayan Bank, Banca d’Italia e ABI, e l’intervento di Sevket Can Tulumen (Musiad e Istanbul CCIAA) che parlerà di crowdfunding.La Sessione sul Fashion, moderata da Alia Khan (IFDC – Islamic Fashion Design Council), analogamente a quella sul Cibo, è introdotta da Thomson Reuters Dubai che – insieme alla sociologa turca Neslihan Cevik – aprirà il dibattito tra aziende italiane del calibro di Miroglio e Cavalli e internazionali come Modanisa, Hasema e Louella il marchio fondato da Ibtihaj Muhammad, campionessa della nazionale americana di scherma.Concluderanno l’evento rappresentanti dell’università e giovani imprenditori.
Il professore Paolo Biancone modererà la sessione tra professori italiani e stranieri sulle frontiere della finanza islamica nel mondo accademico. Cristina Tumiatti, Presidente Giovani Imprenditori dell’Unione Industriale di Torino, presenterà il punto di vista e l’esperienza dei giovani italiani che si sono accostati a questo mercato.
Durante la due giorni, nell’Aula Magna del Campus Luigi Einaudi, si potranno ammirare le opere di arte calligrafica islamica di Shamira Minozzi, apprezzata artista veneziana fautrice del dialogo tra le culture.L’appuntamento con la finanza islamica proseguirà mercoledì 21 ottobre alla Fondazione CRT in via XX Settembre 31. Nella ‘Sala Consiglio di Indirizzo’ sarà ospitato l’incontro “Islamic Modes of Financing and Islamic Multilateral Banks: a Key for the Development of Young Entrepreneurship” introdotto e moderato da Alberto Brugnoni (Founder and Managing Partner – ASSAIF) e dedicato ai giovani imprenditori sociali del progetto di Fondazione CRT e United Nations Alliance of Civilizations, in collaborazione con collaborazione con MAE Entrepreneurs for Social Change.
Il TIEF 2015 è organizzato dalla Città di Torino in partnership con l’Università di Torino e la Camera di Commercio di Torino, in collaborazione con ASSAIF.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Personale di pittura “Posti strani”

Posted by fidest press agency su domenica, 18 ottobre 2015

vieri sorrentinoFoggia. Si conclude lunedì 19 ottobre la personale di pittura “Posti strani” di Vieri Sorrentino alla Sala Propilei della Villa Comunale di Foggia. In mostra una selezione di dipinti ad olio del giovane pittore foggiano, che sta per diplomarsi all’Accademia di Belle Arti di Bologna.
Il sottotitolo della mostra è: “Con quadri colorati, musica jazz e crepe sul muro”, infatti il giovane pittore si presenta per la prima volta al pubblico con molta semplicità e tanta ironia, animato semplicemente dal desiderio di condividere il lavoro che ha cominciato da alcuni anni. I quadri del giovane pittore ventitreenne incantano, emozionano, stupiscono. (foto vieri sorrentino)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

As Hunger Grips Syrian Families, European Commission Boosts Support For WFP

Posted by fidest press agency su domenica, 18 ottobre 2015

syrian civil warBRUSSELS – As half the population of Syria struggle to meet their food needs, the United Nations World Food Programme (WFP) welcomes a contribution of €30 million from the European Commission’s Humanitarian Aid and Civil Protection department (ECHO) to its emergency food assistance in Syria. “This contribution comes at a very critical time. WFP supports more than 4.25 million people in need inside Syria, including families who are preparing for another harsh winter,” said Muhannad Hadi, WFP’s Regional Director for the Middle East, North Africa, Central Asia and Eastern Europe.WFP was forced to reduce the size of the food rations it provides to families inside Syria by up to 25 percent this year. Some 10 million people in the country face food insecurity.In 2015, the overall EC contributions to the Syria crisis response amount to €36 million (€30 million for Syria and €6 million for Syrian refugees). Since 2012, the overall EC contributions to WFP’s Syria crisis operations amount to over €240 million (US$272 million).“We count on Europe at this time. Syrians are becoming ever more desperate. They have exhausted all their resources and are losing hope for the future,” said Hadi. “They should not have to worry about hunger, too.”WFP depends entirely on voluntary contributions. It has to raise US$25 million every week to meet the basic food needs of people affected by the Syrian conflict.New donor contributions in recent weeks mean that WFP has been able to increase the value of assistance it provides to extremely vulnerable Syrian refugees in neighbouring Jordan and Lebanon to an average of US$21 per person per month. This is 80 percent of what WFP estimates people need.WFP has also been able to restore assistance to 229,000 vulnerable refugees in Jordan following a suspension in September of their electronic vouchers used to purchase food. WFP will upload US$14 per person in October for this group of refugees.“We call all donors to step up their support to millions of Syrians who could fall victim to hunger this winter,” Hadi saidAt current levels of support, WFP can assist Syrian refugees until January 2016. Beyond that, WFP will not be able to continue to provide regular food assistance to the most vulnerable Syrians without additional funding.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Greenpeace joins Bonn Climate Talks 19 – 23 October

Posted by fidest press agency su domenica, 18 ottobre 2015

carbon emissionNext week, October climate negotiators in Bonn will have five days to re-write or agree the 10 pages which could form the basis of a global agreement on climate change. Will they call time on fossil fuels? This is the major question that needs to be addressed in this last session before the COP in Paris. Martin Kaiser, Head of International Climate Politics for Greenpeace, said:”This is nearly the end of the road for negotiations, so they need to get a move on. There’s no time for nit-picking over commas or full-stops. They have to tackle the substantive issues.””The draft agreement needs to spell out how the world can phase out fossil fuels, decarbonise and switch to a clean energy future by mid-century – this central issue got lost in the last re-write and needs to urgently get back into the text. The draft also needs to establish a strong mechanism to bring emissions down in each country every five years”. Greenpeace is joining the Bonn climate talks with a group of experts, who can offer advice or quotes on China, India, US, EU, Canada, mitigation, legal, forests, climate finance, loss and damage and other issues in the UNFCCC process.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

The Soul of Naples

Posted by fidest press agency su domenica, 18 ottobre 2015

soul of naplessoul of naples1Toronto Friday, October 23: 6:30pm. – 8:30pm. Istituto Italiano di Cultura 496 Huron St.Free admission. Music has long been important to the people of Naples, a city which many have considered the musical capital of Europe. Music of great sophistication was composed for her court, churches, palazzi, and theatres, and yet the composers working in these places were fascinated by the vitality of the folk music they heard in the streets and in the countryside. This lecture / presentation will explore folk influence in the work of Neapolitan composers from the sixteenth through the eighteenth centuries. The event will also present research for the upcoming concert “The Soul of Naples” presented by the Toronto Consort in collaboration with the Vesuvius Ensemble.
The soul of Naples has always been expressed in its passionate, vivacious music, and Renaissance Naples is no exception. Comic street songs, erotic love poetry, wild tarantellas, virtuoso fantasias, all of these come alive when the Toronto Consort joins forces with Vesuvius Ensemble in a magnificent evening of music from 16th-century Naples. Vesuvius Ensemble is one of the world’s foremost groups specializing in early Neapolitan music, led by singer extraordinaire Francesco Pellegrino. (foto: soul of naples)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Chagall: Love and Life

Posted by fidest press agency su domenica, 18 ottobre 2015

Marc ChagallThe Lovers, 1954-55India ink, wash, and watercolor, 530 x 470 Gift of  Jan Mitchell, New YorkThrough the America-Israel Cultural FoundationB69.192Coll. IMJ

Marc ChagallThe Lovers, 1954-55India ink, wash, and watercolor, 530 x 470 Gift of Jan Mitchell, New YorkThrough the America-Israel Cultural FoundationB69.192Coll. IMJ

Marc ChagallPair of Lovers and FlowersColor lithograph, 1949, 555 x 410 Gift of  Ida Chagall, ParisM408-5-51

Marc ChagallPair of Lovers and FlowersColor lithograph, 1949, 555 x 410 Gift of Ida Chagall, ParisM408-5-51

Catania fino al 14 febbraio 2016 Castello Ursino. Dalla collezione dell’Israel Museum di Gerusalemme giungono per la prima volta a Catania, presso il Castello Ursino – oggi sede del Museo civico della città etnea – 140 lavori di Marc Chagall, il cui linguaggio è così universale da essere amato da tutti e da tutti conosciuto e riconosciuto e che, tra tutti gli artisti del secolo scorso, è rimasto fedele a se stesso pur attraversando guerre, catastrofi, rivoluzioni politiche e tecnologiche. Dopo il successo della mostra nella sede romana del Chiostro del Bramante che ha totalizzato oltre 140.000 visitatori, Catania ospita l’esposizione e torna finalmente a respirare aria di cultura attraverso disegni, olii, gouache, litografie, acqueforti e acquerelli di uno degli artisti più amati del Novecento.
La mostra racconta la poetica dell’artista ebreo, influenzata dal grande amore per la moglie Bella e dal dolore per la sua morte prematura avvenuta nel 1944, ripercorrendo la sua vita e la sua arte che fu commistione delle maggiori tradizioni occidentali europee – dall’originaria cultura ebraica a quella russa, all’incontro con la pittura francese delle avanguardie.
Le 8 sezioni tematiche della mostra disegnano una mappa artistica e spirituale complessa e caleidoscopica che sta a fondamento del profilo apolide dell’artista; l’originalissima lingua poetica di Chagall nasce infatti dall’assimilazione delle tre culture cui appartiene: la cultura ebraica (dalla cui tradizione visiva dei manoscritti ornati egli trae gli elementi espressivi, non prospettici a volte mistici della sua opera); la cultura russa (cui attinge sia attraverso le immagini popolari dei luboki che attraverso quelle religiose delle icone); la cultura occidentale (in cui assimila grandi pittori della tradizione, da Rembrandt agli artisti delle avanguardie che frequenta con assiduità).Ma l’opera di Chagall è anche altro, perché la sua meraviglia di fronte alla natura, il suo stupore di fronte alle creature viventi conferisce quell’arcaicità quasi medievale alla sua poetica novecentesca. La mostra raccoglie in particolare lavori grafici e ripercorre i temi fondamentali della produzione di Chagall: dalle radici nella nativa Vitebsk (Bielorussia), descritta con amore e nostalgia nella serie Ma vie (My Life), all’incontro con l’amata moglie Bella Rosenfeld, della quale illustrò i libri Burning Lights e First Encounter, pubblicati dopo la morte prematura dell’amata.
Un’intera sezione è dedicata alle illustrazioni della Bibbia con temi che esercitarono sempre un grande fascino su di lui e che rivelano un’interpretazione straordinariamente “umanista” delle Scritture come il ciclo d’incontri storici tra l’uomo e Dio, interpretazione dell’Antico Testamento.Oltre alla varietà di temi molto più ampia rispetto alla maggior parte dei suoi contemporanei, molti erano i campi nei quali Chagall esprimeva la sua arte quali la pittura, la scultura, il mosaico, la scenografia, la scrittura e l’incisione: quest’ultima è ampiamente approfondita nel percorso espositivo che mostra le peculiarità delle opere eseguite con le diverse tecniche litografiche e di incisione. Nella terza sala una gigantografia riproduce anche l’ambiente della celebre stamperia Mourlot di Parigi con i suoi antichi torchi dove lavorava Chagall, stamperia frequentata anche da Picasso, Matisse, Braque e Giacometti.La rassegna mette in luce anche il rapporto esistente nell’opera di Chagall tra arte e letteratura, tra linguaggio e contenuto. I lavori esposti riflettono l’identità poliedrica dell’artista, che è al tempo stesso l’ebreo di Vitebsk (in mostra Sopra Vitebsk), autore e illustratore che correda di immagini i libri dell’amata sposa, artista che illustra la Bibbia (in mostra L’angelo caduto, gouache del 1924), originale pittore moderno che attraverso l’iconografia cristiana piange la sorte toccata al popolo

Marc ChagallThe Lovers, 1937Oil on canvas, 108 x 85 cm Donated by Charles Bronfman from the estate of Sayde BronfmanB95.1011

Marc ChagallThe Lovers, 1937Oil on canvas, 108 x 85 cm Donated by Charles Bronfman from the estate of Sayde BronfmanB95.1011

ebraico (in mostra la Crocifissione, gouache del 1944), profondo conoscitore di Le Anime morte dello scrittore russo Nikolaj Gogol (in mostra il frontespizio eseguito da Chagall e 15 delle 96 tavole – acqueforti – del 1948) e francese di adozione che disegnò le illustrazioni delle favole di La Fontaine anch’esse in mostra (18 tavole tra acquerelli, acqueforti e gouache).
Artista grande conoscitore dell’anima “ritraeva le debolezze umane, senza emettere giudizi” (Susan Compton, dal catalogo della mostra alla Royal Academy of Art, 1985), Chagall celebra l’amore come dono divino (in mostra Gli amanti, olio del 1937, Coppia di amanti e fiori, litografia del 1949, Coppia di amanti con gallo, litografia del 1951, Gli amanti, gouache del 1954-55) e ritrae la famiglia, gli amici (in mostra Ritratto del Dottor I.A. Eliashev e quello di Ala Eliashev, entrambi grafite su carta del 1919) e se stesso (in mostra Autoritratto con sorriso e Autoritratto con smorfia, entrambi acquaforte del 1924-25) dimostrando di essere un maestro della linea e della superficie oltre che un eccellente colorista.La mostra Chagall. Love and Life attraverso le opere dell’Israel Museum illustra l’ arte e la poetica – tra le più innovative del Novecento – dell’artista ebreo più apprezzato e ammirato del secolo scorso.
Parafrasando il titolo del libro della moglie Bella, le luci di Chagall – colui che non è mai stato un “artista tormentato”, ma che ha mantenuto fino alla fine della sua lunga esistenza ottimismo e gioia di vivere – risplendono ancora. (foto: Chagall)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Migranti e rifugiati sull’isola di Lesbo

Posted by fidest press agency su domenica, 18 ottobre 2015

isola lesboIn Grecia, nella giornata di ieri il personale dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) è stato evacuato per un breve tempo dal luogo dove erano in corso le procedure di registrazione di migranti e rifugiati sull’isola di Lesbo. Il luogo era molto affollato e si sono verificati episodi di violenza. Ciò è avvenuto mentre continuano gli arrivi di migliaia di rifugiati e migranti via mare dalla Turchia. Le autorità hanno, inoltre, riferito che vi sono stati sette morti – quattro dei quali bambini – a seguito di una collisione tra una barca di trafficanti e una nave della Guardia Costiera greca.Entrambi gli incidenti, la tragedia marittima e le tensioni a Lesbo, sottolineano ancora una volta l’urgente necessità di predisporre rapidamente adeguate strutture di accoglienza in Grecia per la ricezione, l’assistenza, la registrazione e lo screening di tutti i nuovi arrivati.Insieme all’aumento degli arrivi negli ultimi due giorni è aumentato anche il numero di morti. La Guardia Costiera greca ha riferito che ieri è avvenuta una collisione tra una delle sue navi pattuglia e una barca da pesca che trasportava 38 persone, provocando sette morti, tra cui quattro bambini. La collisione è avvenuta al largo della città di Molyvos sulla costa nord occidentale dell’isola. Trentuno persone sono state salvate e sull’incidente è stata aperta un’indagine. Dall’inizio dell’anno sono morte 100 persone nel tentativo di compiere la traversata dalla Turchia alla Grecia, mentre nel suo complesso nel Mediterraneo sono morte più di 3.100 persone.Il personale dell’UNHCR è rientrato a Moria questa mattina. Gli operatori hanno rilevato l’arrivo di 85 barche sull’isola nella giornata di mercoledì, seguite da altrettante – o forse più – nella giornata di ieri e durante la notte, soprattutto lungo la costa settentrionale, dove il canale che separa la Grecia dalla Turchia è largo solo 10 chilometri. Un responsabile della protezione dell’UNHCR ha dichiarato che dalla riva si vedono avvicinarsi nel corso di una giornata fino a sei barche alla volta – la maggior parte gommoni che trasportano circa 50 persone ciascuno. L’ondata di arrivi potrebbe essere il risultato di un temporaneo miglioramento delle condizioni atmosferiche, una corsa per battere l’inizio dell’inverno e il timore che i confini europei possano presto venir chiusi.Un rifugiato siriano nel nord della Grecia ha dichiarato all’UNHCR che il suo gruppo, composto da circa 50 persone, ha tentato tre volte nelle ultime due settimane di compiere la traversata dalla Turchia a Lesbo. La prima volta sono stati trainati a riva dopo essere stati intercettati da una nave pattuglia turca. La seconda volta hanno avvistato un’altra barca di pattuglia al largo e hanno annullato il viaggio. Hanno finalmente raggiunto Lesbo all’inizio di questa settimana, secondo quanto ha riferito.L’aumento degli arrivi ha posto nuove pressioni sulle strutture di accoglienza e di registrazione governative già sovraffollate dal numero di persone gia’ presenti sull’isola. La violenza è scoppiata ieri presso l’affollato sito di registrazione di Moria, fuori dalla capitale dell’isola di Lesbo, quando alcuni gruppi di uomini hanno tentato di saltare la fila e farsi strada negli uffici di registrazione. È stato necessario l’intervento della polizia per cercare di sedare i disordini, che sono proseguiti fino a sera. Le operazioni di registrazione presso il sito sono state sospese intorno a mezzogiorno ed è stato evacuato il personale dell’UNHCR e di altre organizzazioni.Al momento ci sono circa 3.500-4.000 persone sulla costa settentrionale dell’isola. I trasferimenti in pullman sono stati interrotti a causa del sovraffollamento nei centri di accoglienza, e alcune persone stanno ora cercando di percorrere i 70 chilometri attraverso l’isola per raggiungere la capitale, Mitilini.Dall’inizio dell’anno, più di 450mila rifugiati e migranti sono arrivati ​​via mare in Grecia, ponendo enormi pressioni sulle comunità locali e sulle autorità nazionali. In visita in Grecia all’inizio di questa settimana, l’Alto Commissario António Guterres ha dichiarato che è assolutamente essenziale che il paese riceva un massiccio sostegno da parte dell’Unione europea per garantire modalità adeguate di accoglienza, registrazione e screening, processi essenziali per il successo del piano di ricollocamento di rifugiati in altri paesi europei, così come per il ritorno a casa di coloro che non necessitano di protezione internazionale.L’Alto Commissario, Guterres, ha inoltre esortato i governi a prevedere maggiori canali per permettere alle persone di venire in Europa legalmente senza dover ricorrere a trafficanti e ad altre vie irregolari. Tali canali legali includono un aumento dei posti per il reinsediamento da paesi di primo asilo, il ricongiungimento familiare, programmi di sponsorizzazione privati, visti umanitari e modalità più flessibili di concessione di visti per studio, lavoro e altre ragioni.Inoltre, presso il confine tra Turchia e Bulgaria, un uomo afgano è stato ucciso ieri sera in una zona boschiva vicino alla città di Sredets. L’UNHCR esprime sconcerto per questo incidente. Secondo quanto è noto, l’uomo è stato colpito da un proiettile di rimbalzo, sparato da una guardia di confine con la Bulgaria. L’Agenzia sta sollecitando le autorità bulgare affinché sia presto avviata un’indagine che chiarisca questo tragico episodio e ne siano ressi noti i risultati.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Turismo innovazione e prospettive

Posted by fidest press agency su domenica, 18 ottobre 2015

PozzuoliPozzuoli (Napoli) Lunedì 19 ottobre 2015 – ore 17,30 Traversa Solfatara, 3. Quale accoglienza turistica per i Campi Flegrei? Quali servizi da creare e quali da potenziare? Lunedì 19 ottobre – alle ore 19 – si discuterà di queste tematiche nel crosslab “Turismo: innovazioni e prospettive nel Destination Management” organizzato da MicroHub Flegreo.All’appuntamento nella sede di MicroHub Flegreo in Traversa Solfatara, 3 Parco D’Isanto a Pozzuoli parteciperanno: Margherita Chiaramonte (responsabile Sviluppo Business Aviation dell’Aeroporto Internazionale di Napoli), Gennaro Guida (Ceo e Managing Director Estensa), Enzo Maione (Centro Sub Campi Flegrei), Giulio Gambardella (Sales Blitz), Ivan Mazzella (Revenue Manager – Hotels Revenue), Ronny Penna (Contract Manager Voyage Privè Italia), Luigi D’Ambrosio (Mission Campi Flegrei dell’University College of Northern Denmark), Emanuela Russo (Cantine Astroni), Fabio Borghese (Creactivitas – Creative Economy Lab), Luigi Saccenti (Ceo MicroHub Flegreo), Patrizia De Rosa (ViaggieMiraggi Campania), Rosario Mattera (Malazè), associazione Nemea. Sono stati invitati sindaci e assessori al turismo e alla cultura dei Campi Flegrei, rappresentati del settore, dirigenti scolastici e responsabili di associazioni culturali.
Lo sviluppo di una moderna destinazione turistica è un continuo processo di coordinamento e attivazione di servizi, competenze e strutture per supportare la comunità di accoglienza ad offrire esperienze di qualità per i visitatori e migliorare il benessere dei residenti. Il Destination Management si basa su un processo complesso e dinamico di pianificazione strategica che integra il turismo con le altre filiere produttive e con le aspirazioni sociali, economiche e ambientali di una comunità. La configurazione, all’interno di questo processo, di un sistema di offerta innovativo e sostenibile richiede la gestione e l’ibridazione di diverse componenti ma, soprattutto, la capacità di elaborare dei contenuti con delle modalità che siano in grado di intercettare i desideri di persone che hanno un bagaglio culturale, tradizioni e linguaggi diversi dai nostri. MicroHUB Flegreo (by Progetto Uomo onlus), in continuità con il Laboratorio di co-progettazione ”Il turismo che vogliamo” (Work Shop di quattro incontri che si sono svolti da ottobre a novembre 2014) e per approfondire lo sviluppo di un modello di attrattività territoriale propone un momento di riflessione e analisi su queste tematiche, facendo dialogare una serie di protagonisti del sistema turistico locale e nazionale per individuare gli scenari, le pratiche e le competenze con cui confrontarsi per avviare un corretto ed efficace processo di costruzione della destinazione turistica Campi Flegrei.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Eurobarometro del Parlamento europeo

Posted by fidest press agency su domenica, 18 ottobre 2015

strasburgo-parlamento-europeoNei giorni in cui i leader dei 28 Stati membri si riuniscono a Bruxelles per discutere di rafforzamento del controllo delle frontiere, gestione dei flussi di migranti e un meccanismo di quote obbligatorio per la ripartizione di profughi e richiedenti asilo, il Parlamento europeo pubblica un Eurobarometro (denominato anche Parlametro) da cui emerge che sul tema dell’immigrazione, una maggioranza considerevole di cittadini italiani (il 71%) crede che l’ UE debba semplificare le procedure legali che consentirebbero di combattere l’immigrazione irregolare. Inoltre, quasi la metà degli intervistati (il 47%) considera positivamente gli aiuti finanziari dell’ UE agli immigrati. Sempre sul tema immigrazione, il 79% è d’accordo al ricollocamento dei richiedenti asilo a quote vincolanti fra Stati; secondo il 47% il nostro paese ha bisogno di migranti legali per lavorare in certi settori dell’economia, mentre il 43% è contrario.Per il 67% degli italiani intervistati, l’immigrazione è la sfida principale a cui l’Unione europea si trova a far fronte e l’84% pensa che i richiedenti asilo debbano essere meglio ridistribuiti fra gli Stati membri. Più di due italiani su tre poi credono che l’UE dovrebbe avere più peso nelle decisioni riguardanti l’immigrazione.Interrogati su altre questioni come la crescita economica, solo il 7% di italiani intervistati crede in una ripresa del mercato a breve termine.Infine, gli italiani sembrano divisi riguardo il futuro delle famiglie: se, infatti, per il 26% degli intervistati la situazione è destinata a peggiorare, il 20% pensa invece che quest’ultima potrà migliorare, mentre per il 46% rimarrà uguale ad oggi.
La seconda parte del Parlametro verrà pubblicata successivamente e verterà su temi quali la percezione del Parlamento europeo da parte dei cittadini e questioni legate alla cittadinanza e all’UE in generale.Il sondaggio, condotto nei 28 Stati Membri dalla “TNS opinion” tra il 19 e il 29 settembre, è basato su interviste faccia a faccia con cittadini UE di età superiore ai quindici anni.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Al congresso “Panorama diabete” uno studio della prof.ssa Alessandra Dei Cas

Posted by fidest press agency su domenica, 18 ottobre 2015

parma universitàRiccione. Nel contesto del Congresso Nazionale “Panorama Diabete” della Società Italiana di Diabetologia, a Riccione, la prof.ssa Alessandra Dei Cas, docente di Endocrinologia all’Università di Parma e dirigente medico dell’Unità operativa di Endocrinologia all’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, presenterà il disegno sperimentale dello studio clinico “Exenatide a lunga durata di azione: un possibile strumento nel rallentamento della progressione del declino cognitivo in pazienti con disglicemia/prediabete?”, appena approvato dall’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco).Lo studio, di cui Alessandra Dei Cas è l’investigatore principale, ha vinto un finanziamento su base competitiva nazionale nel “DRINN Project – Bando di Concorso in Diabetologia”, promosso da Prex e sostenuto con il supporto incondizionato di AstraZeneca.
Lo studio, che inizierà nei prossimi giorni con la fase di reclutamento dei pazienti, vede la collaborazione fra la Divisione di Endocrinologia (Università di Parma e Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma) diretta dal Prof. Riccardo Bonadonna, l’Unione operativa “Gestione Demenze” (Università di Parma e Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma) e il “Centro per i Disturbi Cognitivi” (Università di Parma e AUSL di Parma), entrambi diretti dal prof Paolo Caffarra, e il Centro di Brain Imaging (Dipartimento di Neuroscienze) diretto dal Prof. Giacomo Rizzolatti. Lo studio è un tipico esempio di “proof-of-concept study” ed esplorerà il potenziale di un farmaco (exenatide a lento rilascio), già in commercio per la cura del diabete di tipo 2, nel rallentare o interrompere il declino funzionale e cognitivo dei pazienti con “Mild Cognitive Impairment”, una fase clinica che precede la comparsa della Malattia di Alzheimer.Il diabete e la Malattia di Alzheimer riconoscono meccanismi comuni di malattia, sui quali è plausibile possano agire i farmaci anti-diabete della classe dell’exenatide a lento rilascio. I potenziali effetti del farmaco, oltre che con test cognitivi specifici, verranno studiati anche attraverso l’analisi del “connettoma” cerebrale, valutato mediante risonanza magnetica funzionale, che permette di visualizzare la mappa dei circuiti cerebrali attivi coinvolti anche nei processi di memoria e conoscenza. Si stima che in Italia vi siano oltre mezzo milione di persone affette da Malattia di Alzheimer e almeno altrettante affette da “Mild Cognitive Impairment”. Il fardello complessivo – personale, medico e sociale – imposto dalla Malattia di Alzheimer è immenso. Al momento, non esiste alcuna terapia in grado di rallentare o interrompere la progressione da “Mild Cognitive Impairment” a Malattia di Alzheimer, che è l’unica fra le 10 principali cause di morte che non può essere prevenuta, trattata o rallentata nella sua evoluzione.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fino al 21 ottobre “Panorama Diabete Forum”

Posted by fidest press agency su domenica, 18 ottobre 2015

diabete_21-300x224Riccione. Un ‘esercito’ di quasi 1500 professionisti al congresso ‘Panorama Diabete’ organizzato ogni due anni dalla Società Italiana di Diabetologia – SID a Riccione. E oltre ai diabetologi saranno presenti centinaia di dentisti, rappresentanti delle associazioni di volontariato, ospiti e nutriti staff di aziende del settore, che presentano decine e decine di relazioni e interventi scientifici altamente qualificati. Il congresso che si apre proprio con una serie di tavole rotonde animate da rappresentanti dell’industria, delle istituzioni e della SID, su temi di interesse per la diabetologia sarà quest’anno dedicato alla memoria di Egidio Archero, presidente eletto di Diabete Italia tragicamente scomparso due giorni fa a Roma in un incidente stradale. Incontri all’insegna di collaborazioni virtuose tra associazioni scientifiche e aziende per arrivare a definire nuovi protocolli di ricerca. In un tempo in cui si guarda con sospetto o si parla apertamente di ‘collusioni’ con le aziende del farmaco, SID a testa alta e in un’ottica di assoluta trasparenza organizza queste tavole rotonde in occasione dell’incontro biennale di ‘Panorama Diabete’ proprio a sottolineare quanto siano limpidi i rapporti della nostra società scientifica con le istituzioni da una parte e l’industria dall’altro. Lo scopo è quello di mettere a punto strategie di ricerca e protocolli di trattamento che aiutino tutti a vivere meglio.Un’occasione anche per ricordare a tutti la straordinaria eccellenza della ricerca diabetologica italiana nel panorama nazionale; prova ne sono i 500-600 lavori pubblicati annualmente da membri SID. Ricerca che però ha bisogno di fondi per essere sostenuta e per poter proseguire nel suo cammino. E’ anche per questo che è indispensabile continuare a costruire, giorno dopo giorno, rapporti virtuosi con le agenzie regolatorie, le istituzioni e naturalmente le aziende. Aziende che stanno facendo in maniera egregia la loro parte. Ne sono esempi eccellenti la MSD con i 400mila euro devoluti a favore della ricerca diabetologica e le 16 borse di ricerca assegnate ad altrettanti giovani ricercatori. Ma anche la Ely Lilly che coni i suoi travel grant ha consentito a oltre venti giovani ricercatori italiani di partecipare all’ultima edizione del congresso dell’EASD per presentare le loro ricerche.Di fronte all’assenza totale di fondi pubblici per l’attività formativa del team diabetologico, merita un plauso e va giustamente e pubblicamente riconosciuta la generosità delle aziende che con i loro contributi incondizionati consentono di mantenere queste attività.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Autunno Danza 2015

Posted by fidest press agency su domenica, 18 ottobre 2015

anna razzi1anna razziNapoli Teatro di San Carlo Martedì 20 Ottobre 2015, ore 20.30. Quinto ed ultimo appuntamento per Autunno Danza 2015, martedì 20 ottobre ore 20.30 il Gala della Scuola di Ballo del Teatro di San Carlo, nata nel 1812 e tra le più antiche al mondo, voluta da Pietro Hus sotto il regno di Gioacchino Murat. Il Gala rende omaggio a colei che ne è stata Direttrice per 25 anni, Anna Razzi, che per cinque lustri ha avviato all’arte tersicorea numerosi talenti, rendendo l’istituzione del Massimo un’eccellenza formativa per standard elevati e apprezzati a livello internazionale, come testimoniano le tournées e numerosi riconoscimenti.
“Sento di rivolgere un sentito ringraziamento – afferma la Sovrintendente Rosanna Purchia – alla nostra Anna Razzi che con amore, sacrificio e abnegazione non ha mai smesso, in questi 25 anni, di educare i nostri giovani a questa meravigliosa disciplina che è la danza. Da parte nostra, negli ultimi anni, il Lirico di Napoli ha ripreso la tradizione di allestire spettacoli e nuove produzioni a cura della Scuola, realtà che è tornata ad essere costantemente invitata a partecipare a festival e rassegne internazionali di danza. I risultati raggiunti sia nella formazione degli allievi che nella produzione di spettacoli, sono un fiore all’occhiello per il nostro teatro e la Scuola di Ballo, unica nella città di Napoli e nell’intero Mezzogiorno, continua a formare, da oltre 200 anni, i futuri talenti del balletto.” Anna Razzi, diplomata alla Scuola dell’Opera di Roma, è stata prima ballerina e quindi étoile alla Scala fino al 1985. Ha danzato con Nureyev, Bortoluzzi, Schauffus, Petit, Dupond, invitata da Béjart, dai Teatri di New York, Richmond, São Paulo, Rio de Janeiro, Buenos Aires, Monte Carlo, Parigi Tolosa, Istanbul, Amsterdam, Lussemburgo, Bruxelles, ospite della Compagnie du Ballet Royal de Wallonie, della compagnia di Roland Petit e del Ballet du XXème siècle. Oggi, dopo aver condiviso, trasmesso un bagaglio straordinario d’esperienze a centinaia allievi, riceve come riconoscimento dalla Fondazione Teatro di San Carlo la nomina di Presidente Onorario a vita della Scuola di Ballo. All’interno del programma del Gala, “Il celebre valzer, scoperto da Nino Rota e utilizzato nella colonna sonora de Il Gattopardo,” dice Anna Razzi “vuole essere un omaggio a Nino Rota, grande musicista italiano e persona squisita, che ho avuto la fortuna di conoscere personalmente, e del quale conservo ricordi meravigliosi.” (foto: anna razzi)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

70 anni di pace in Europa 1945-2015

Posted by fidest press agency su domenica, 18 ottobre 2015

Più libri più liberi 2010_Foto di Jacopo Pergameno_Courtesy AIE_Associazione Italiana Editori_PANORAMICA_Roma Lunedì 19 ottobre 2015 ore 10.00 alle 18.00 Spazio Europa, Via IV Novembre, 149. Il “Centro per la Promozione del Libro”, ente culturale fondato nel 1984, promuove ed organizza un convegno-mostra storico documentaria per celebrare il 70° anniversario dalla fine della Seconda Guerra Mondiale dal titolo “70 anni di pace in Europa” che avrà luogo lunedì 19 ottobre nello “Spazio Europa” in Via IV Novembre 149, sede della Rappresentanza in Italia del Parlamento Europeo.Il programma della giornata prevede:
– alle ore 10.00 inaugurazione della mostra storica;
– dalle ore 10.30 alle ore 13.30 convegno storico – sessione mattina
– dalle ore 14.30 alle ore 17.30 viste guidate alla mostra
Il convegno è articolato in brevi interventi di Autorità istituzionali, personalità della cultura e storici, di 6-10 minuti ciascuno, sono previsti oltre 15 interventi.La mostra storico-documentaria, allestita nell’ambito dello “Spazio Europa”, si presenta come rassegna stampa internazionale che sottolinea le parole PACE ed EUROPA a simboleggiare e ricordare i 70 anni di pace, avrà come filo conduttore i giornali ed i quotidiani originali dell’epoca, prevalentemente italiani ed esteri: Stati Uniti, Gran Bretagna, Francia, Svizzera, Vaticano e molti altri.
IL PERCORSO STORICO evidenzierà, con 120/150 documenti del nostro archivio emeroteca, i più significativi avvenimenti evidenziando la fine della guerra in Italia (2 maggio 1945) e in Europa (8 e 9 maggio 1945), attraverso i titoli dei più importanti giornali internazionali, sottolineando l’inaugurazione della PACE.Intervengono alla conclusione dei lavori del convegno il Presidente della Comunita’ Ebraica di Roma, Ruth Dureghello e il Sottosegretario di Stato agli Affari Europei della Presidenza del Consiglio dei Ministri, On. Sandro Gozi.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scure del ministro Lorenzin sulla rete ospedaliera siciliana

Posted by fidest press agency su domenica, 18 ottobre 2015

Palermo-Panorama-bjs-2“La salute dei siciliani non diventi terreno di scontro tra Renzi e Crocetta”. Lo hanno dichiarato i deputati Gino Ioppolo, Nello Musumeci e Santi Formica (Lista Musumeci).” Dopo i numerosi ricorsi alla Corte Costituzionale da parte del governo nazionale che hanno riguardato quasi tutte le leggi regionali volute dalla maggioranza guidata dal Pd, giunge adesso la scure del ministro Lorenzin sulla rete ospedaliera siciliana. “Se i due governi non hanno saputo, o voluto, gestire con competenza ed efficacia il documento strategico per migliorare l’offerta sanitaria nella nostra Regione e sbloccare le possibili assunzioni, ferme al 2011, è colpa che non può ricadere sui cittadini siciliani che hanno il sacrosanto diritto alla salute. Nel merito, poi, del mantenimento degli ospedali ritenuti minori dalla crudele logica dei numeri, tanto cara al governo nazionale, noi ribadiamo la necessità del loro potenziamento e rilancio in difesa di ogni comunità locale, piccola o grande che sia. Il governo regionale, almeno una volta, non si faccia trovare in ginocchio davanti al volere dei burocrati romani – concludono i deputati della Lista Musumeci – tutelando i diritti di tutti i siciliani. Faccia, piuttosto, capire al presidente del Consiglio e alla signora Lorenzin quale sia la condizione della viabilità siciliana e la necessità dei presidi ospedalieri.”

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Miss Italia in Canada

Posted by fidest press agency su domenica, 18 ottobre 2015

alicealice1alice2Montreal Alice Sabatini è arrivata a Montreal per incontrare i suoi connazionali e per alcuni impegni legati al suo ruolo di Miss con uno sponsor canadese. Per alcuni giorni svolgerà sfilate di moda e servizi fotografici. Ma la prima giornata è stata riservata ad una passeggiata per le vie di Montreal, già’ prossima alla stagione invernale. In Canada Miss Italia è ormai di casa, ma ogni volta l’arrivo della ragazza vincitrice del concorso di Patrizia Mirigliani rappresenta un motivo di grande interesse in molti ambienti, compresi naturalmente quelli vicini al nostro Paese. Intervistata da organi di stampa e radio, in particolare dalle testate in lingua italiana, ha potuto ripercorrere le tappe della sua elezione, raccontando brevemente la sua esperienza e i suoi tanti impegni. (alice)

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Convegno Internazionale “Io, Giorgio, Jorge e gli altri”

Posted by fidest press agency su domenica, 18 ottobre 2015

imagenMadrid 20 e il 21 ottobre, alle ore 19.00, l’IIC Madrid ospiterà le due sessioni serali – Nell’ora in cui l’aria s’arancia – del convegno internazionale Io, Giorgio, Jorge e gli altri, su Giorgio Caproni e i poeti spagnoli, organizzato in collaborazione con l’Università Complutense di Madrid.All’incontro parteciperanno note personalità accademiche, come Gian Luigi Beccaria, Aurora Conde Muñoz, Anna Dolfi, Adele Dei, Paolo Zublena, Patricia Peterle, Luca Zuliani, Elisa Donzelli, Marco Carmello e Margherita Quaglino.
La prima sessione, Presto sarò chi sono – Riflessioni su Giorgio Caproni, si aprirà il giorno 20 alle ore 9.30 presso l’Universidad Complutense de Madrid (Edificio A, Salón de Grados), e continuerà nel pomeriggio, alle 19.00 presso l’Instituto con una lezione musicale a carico di Lorenzo Peri sul rapporto tra “Il Conte di Kevenhüller” e le note di Beethoven. Donatella Danzi e Pedro Zarate Duque reciteranno alcune poesie inedite.
La seconda sessione – il giorno 21 presso l’Università Complutense di Madrid, Pronto sabré quién soy – I rapporti con i poeti spagnoli alle ore 9.30 (Edificio A, Salón de Grados) e la tavola rotonda coordinata dalla direttrice dell’IIC Madrid, Laura Pugno e cinque tra i poeti spagnoli più affermati: Enrico Testa, Jorge Urrutia, Jaime Siles, Pedro Luis Ladrón de Guevara e Juan Carlos Reche che avrà luogo presso l’Istituto alle ore 19.00, chiuderanno l’incontro.
Il programma Fahrenheit di Rai – Radio 3, trasmetterà l’evento in diretta. (foto imagen)

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il sogno, il talento, la storia: Irpinia madre

Posted by fidest press agency su domenica, 18 ottobre 2015

“Irpinia Madre” è il tributo a tre grandi personaggi della terra irpina: il madrigalista Carlo Gesualdo, lo stilista Salvatore Ferragamo e il regista Ettore Scola. Sabato sera, al Comune di Bagnoli Irpino, è andato in scena il documentario di Nicolangelo Gelormini, regista originario di Montecalvo. Grande successo per il lavoro del regista che ha affidato il racconto della figura inquieta e geniale del principe dei musici Carlo Gesualdo alle parole del Maestro Roberto De Simone, compositore di fama internazionale e curatore di opere liriche per i maggiori teatri mondiali. Il madrigalista è definito da De Simone “un visionario e precursore dei tempi”.Le altre due storie appartengono alla contemporaneità e sono raccontate dai figli, eredi e prosecutori del grande sapere dei padri. Leonardo Ferragamo ha raccontato il padre e stilista Salvatore, nato a Bonito, dove realizzava scarpe per le signore del paese, prima di imbarcarsi per l’America a 16 anni. Silvia Scola ha descritto l’anticonformismo e la grande attenzione al Sud e all’Irpinia del padre Ettore Scola, che ha lasciato Trevico a cinque anni e mezzo. Pubblico commosso per la lettura dell’attore Toni Servillo di un estratto della sceneggiatura del film di Scola “Trevico-Torino”, che chiude il documentario.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cibo taroccato, danni per la salute e le imprese

Posted by fidest press agency su domenica, 18 ottobre 2015

alimentareFirenze Lunedì 19 ottobre 2015, ore 14,00 Casa delle Eccellenze Piazza San Firenze. Vino, olio, formaggio, pasta… il falso nel campo dell’alimentazione è la forma più subdola e nefasta di contraffazione. Per farne conoscere i rischi, l’Osservatorio Anti-Contraffazione della Camera di Commercio di Firenze in collaborazione con Coldiretti mette in mostra i prodotti alimentari taroccati alla Casa delle Eccellenze. Gli spazi dell’ex tribunale diventano così sede per una serie di iniziative di sensibilizzazione che saranno annunciate in una conferenza stampa-inaugurazione. Saranno presenti:
Claudio Bianchi, vicepresidente della Camera di Commercio di Firenze;
Franco Baccani, presidente dell’Osservatorio Anti-Contraffazione della Camera di Commercio di Firenze;
Roberto Nocentini, presidente Coldiretti Firenze;
Agatino Spoto, tenente colonnello dell’Arma dei Carabinieri e componente dell’Osservatorio Anti-Contraffazione della Camera di Commercio di Firenze;
Roberto Marinello, rappresentante di Coldiretti all’Osservatorio Anti-Contraffazione della Camera di Commercio di Firenze.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fibrosi Polmonare Idiopatica

Posted by fidest press agency su domenica, 18 ottobre 2015

Boehringer Ingelheim, Germania. I risultati di un nuovo sondaggio condotto su oltre 400 pneumologi in 10 Paesi indicano che, per l’88% degli interpellati, il ritardo della diagnosi comporta conseguenze negative per chi è colpito da fibrosi polmonare idiopatica (IPF), mentre il 79% dichiara che il ritardo nella diagnosi ritarda l’avvio della terapia capace di rallentare la progressione della malattia.La fibrosi polmonare idiopatica è una patologia polmonare progressiva che mette a rischio la vita di chi ne è colpito. Diagnosticarla non è facile, richiede una serie di esami specifici, e in media passano da uno a due anni dalla comparsa dei primi sintomi alla diagnosi. In circa la metà dei pazienti l’IPF non viene diagnosticata poiché i sintomi sono simili a quelli di altre patologie respiratorie quali broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO), asma e insufficienza cardiaca congestizia. Eppure, oltre l’80% dei pazienti con IPF presenta crepitii polmonari caratteristici, che ricordano il suono prodotto dal velcro, individuabili all’auscultazione con lo stetoscopio.Nel sondaggio, il rallentamento della progressione della malattia è stato indicato come il maggior beneficio derivante dall’avvio della terapia alla diagnosi di IPF (81%) e la motivazione principale che guida gli pneumologi nella scelta della terapia farmacologica (78%). Al secondo posto tra le motivazioni che orientano la scelta terapeutica gli pneumologi interpellati hanno indicato il miglioramento della qualità di vita del paziente (63%).Oltre a rispondere in merito al loro approccio terapeutico, nel sondaggio è stato chiesto agli pneumologi di considerare l’IPF dal punto di vista del paziente, incluso l’impatto della malattia. Quando è stato chiesto loro di indicare ciò che è più importante che i pazienti sappiano in relazione all’IPF e al suo impatto, il 77% dei pneumologi interpellati ha risposto ‘sapere quali opzioni terapeutiche esistono per l’IPF’ e il 68% ‘sapere che l’IPF è imprevedibile e che le loro condizioni potrebbero cambiare improvvisamente in maniera inattesa’.Quando i medici pensano all’impatto dell’IPF top of mind sono: dispnea (54%), funzionalità polmonare (21%) e riacutizzazioni (13%).Al progredire dell’IPF, infatti, la funzionalità polmonare declina in maniera progressiva e irreversibile con conseguente aumento delle difficoltà respiratorie e riduzione della capacità dei polmoni di ossigenare in modo sufficiente gli organi vitali. Le riacutizzazioni, ossia il rapido peggioramento della funzionalità, respiratoria, rappresentano un rischio per tutti i pazienti con IPF e possono verificarsi in qualsiasi momento della malattia senza avvisaglie e senza che se ne conosca la causa. Le riacutizzazioni gravi influiscono sul decorso della malattia, portando spesso al decesso del paziente entro pochi mesi; per questa ragione sono un aspetto fondamentale tenuto in conto dai pneumologi nello stabilire la terapia per la gestione dei loro pazienti con IPF. “Da persona che ogni giorno è a contatto con chi soffre di fibrosi polmonare idiopatica è molto interessante vedere come i pneumologi considerino e diano priorità all’impatto della malattia sui loro pazienti e decidano in termini di terapia” ha commentato Dagmar Kauschka, Presidente dell’associazione pazienti tedesca Lungenfibrose e.V.. “Dedichiamo tempo ed energie ad aiutare i malati di fibrosi polmonare idiopatica e ad affrontare i loro problemi quotidiani come la dispnea e il rischio di riacutizzazioni. Tra gli obiettivi per cui ci battiamo c’è l’inserimento del supporto ai pazienti come componente della terapia. Ci rincuora vedere dai risultati del sondaggio che, quando pensano all’impatto dell’IPF, gli pneumologi riconoscono quelle che sono le preoccupazioni principali dei loro pazienti”.
La fibrosi polmonare idiopatica (IPF) è una patologia polmonare progressiva, cronica, gravemente invalidante. L’IPF colpisce 14-43 persone ogni 100.000 nel mondo, ed è caratterizzata da formazione progressiva di tessuto cicatriziale a livello polmonare – ovvero fibrosi – con conseguente perdita di funzionalità polmonare nel tempo. Con il passare del tempo, a mano a mano che il tessuto cicatriziale si accumula e ispessisce, i polmoni perdono la capacità di scambiare ossigeno e di metterlo in circolo e e di conseguenza di ossigenare in modo sufficiente gli organi vitali. Di conseguenza, chi è colpito da IPF ha dispnea, tosse secca e spesso difficoltà a svolgere le normali attività quotidiane. Le riacutizzazioni gravi – ovvero il rapido peggioramento dei sintomi della malattia nell’arco di giorni o settimane – si possono verificare in qualsiasi momento del decorso, persino ai suoi esordi, e rappresentano un rischio per tutti i pazienti con IPF.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: Marino accoglie imprenditori cinesi

Posted by fidest press agency su domenica, 18 ottobre 2015

delegazione cineseIl sindaco di Roma, Ignazio Marino, ha accolto in Campidoglio una delegazione del China Entrepreneur Club (Cec) in visita in Italia e in Germania, accompagnato dagli ex presidenti del Consiglio Enrico Letta e dal suo omologo finlandese Esko Aho. L’incontro, organizzato dalla European House Ambrosetti e introdotto dal dott. Valerio De Molli, si svolge a porte chiuse nella sala delle bandiere in Campidoglio e ha l’obiettivo di rafforzare e intensificare le relazioni commerciali e la fiducia tra le imprese europee e asiatiche. La delegazione cinese, guidata dal presidente del China Entrepreneur Club Ma Weihua, rappresenta la maggiore associazione di imprese della Cina, e annovera tra i suoi iscritti 31 tra i più influenti imprenditori ed economisti. Le aziende iscritte al Cec costituiscono una parte rilevante del Pil nazionale cinese, con 47 di esse che nel 2013 hanno fatto registrare un giro d’affari pari a oltre duemila miliardi. “L’Europa – ha sottolineato Weihua nel suo intervento – rappresenta il principale partner commerciale della Cina. Dobbiamo adoperarci, insieme, per migliorare gli scambi e le opportunità di sviluppo. Dobbiamo – ha aggiunto – conoscerci meglio e non temerci gli uni con gli altri. Le aziende cinesi stanno investendo molto nelle loro produzioni, per puntare non soltanto alla quantità ma anche alla qualità. Anche nell’ottica di non delegazione cinese1esaurire le risorse naturali”, ha quindi concluso.“Siamo qui – ha detto il sindaco di Roma nel suo saluto di benvenuto – anche per trovare insieme la strada per crescere insieme. Sappiamo che la Cina sta investendo molto nelle nuove generazioni, e che sta coltivando un’economia con una vocazione spiccata verso l’internazionalizzazione. È dunque indispensabile poter stabilire una relazione di mutua collaborazione e scambio di opportunità a livello nazionale ed Europeo. L’Unione, come ben sanno sia Letta che Aho, ha la volontà e la necessità di continuare a puntare sull’innovazione per disegnare il proprio futuro. E in questo senso deve fare uno sforzo maggiore per far comprendere appieno i suoi obiettivi ai propri cittadini”. Gli imprenditori cinesi avranno nei prossimi giorni incontri con le imprese a tradizione familiare più importanti d’Italia, oltre che con i vertici delle principali istituzioni. (foto: delegazione cinese)

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »