Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 340

Archive for 19 ottobre 2015

“Premio Margutta – La Via delle Arti”: successo di pubblico in Campidoglio per la Decima Edizione

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 ottobre 2015

Roma 16/10/2015,Premio Margutta 2015, promosso da Actionaid Italia. Nella foto Amadeus, Roberta Giarrusso UFFICIO STAMPA ACTIONAID ITALIA - USO GRATUITO

Roma 16/10/2015,Premio Margutta 2015, promosso da Actionaid Italia. Nella foto Amadeus, Roberta Giarrusso UFFICIO STAMPA ACTIONAID ITALIA – USO GRATUITO

falanga

Roma Grande successo di pubblico per la decima edizione del “Premio Margutta – La Via delle Arti”, svoltasi a Roma nella Sala della Protomoteca del Campidoglio. Un evento nato per celebrare una strada simbolo della città eterna. Anche quest’anno il premio è stato conferito a protagonisti del mondo della cultura, dell’informazione e dello spettacolo che hanno saputo esprimersi al meglio nel proprio campo, senza dimenticare il sociale, grazie alla collaborazione con ActionAid per la promozione della campagna “Cibo per tutti”.
La cerimonia è stata condotta dalla presentatrice Rai Elisa Silvestrin e dall’attore Manuele Pica. Ai premiati è stata consegnata una scultura ispirata alla celebre “Fontana degli Artisti” di via Margutta, realizzata da Marina Corazziari, scenografa e designer di gioielli, tra le firme più apprezzate del settore. “Via Margutta è un microcosmo che racchiude in pochi metri arte, forza creativa e produzioni di qualità. Ogni anno cerchiamo di valorizzare questa ricchezza. Il traguardo delle 10 Edizioni del ‘Premio Margutta – La via delle Arti’ è una motivazione per continuare su questa strada. A maggior ragione ora che Roma ha bisogno di fiducia per superare una fase difficile della sua storia”, spiega Antonio Falanga, ideatore del “Premio Margutta – La Via delle Arti”.
I premiati: a Paola Saluzzi è stato conferito il premio per la sezione giornalismo; “Credo il segreto sia amare molto quello che facciamo. Ricordare che non bisogna interpretare un ruolo, ma sapere che chi è a casa, attraverso il nostro lavoro, conosce tutto ciò che ha il diritto di conoscere”. Per la sezione moda, il riconoscimento è andato alla Maison

Roma 16/10/2015,Premio Margutta 2015, promosso da Actionaid Italia. Nella foto Janet De Nardis, Geppy Gleijeses UFFICIO STAMPA ACTIONAID ITALIA - USO GRATUITO

Roma 16/10/2015,Premio Margutta 2015, promosso da Actionaid Italia. Nella foto Janet De Nardis, Geppy Gleijeses UFFICIO STAMPA ACTIONAID ITALIA – USO GRATUITO

Roma 16/10/2015,Premio Margutta 2015, promosso da Actionaid Italia. Nella foto Grazia Di Michele, Tina Vannini, titolare Ristor Arte Margutta UFFICIO STAMPA ACTIONAID ITALIA - USO GRATUITO

Roma 16/10/2015,Premio Margutta 2015, promosso da Actionaid Italia. Nella foto Grazia Di Michele, Tina Vannini, titolare Ristor Arte Margutta UFFICIO STAMPA ACTIONAID ITALIA – USO GRATUITO

Sarli, che ha annunciato l’apertura di una nuova boutique nel centro di Roma. Amadeus è il vincitore della sezione televisione: “Roma è una città che mi ha portato fortuna per il mio lavoro, ormai vivo qua e non potrei essere più felice di ricevere un premio che è così legato a questa splendida città”.
C’è stato spazio anche per la fiction, con il premio all’attore Roberto Farnesi: “Sono autore di un nuovo soggetto che ha l’obiettivo di informare i genitori e combattere piaghe come cyber bullismo, omofobia”. Per i media, il riconoscimento è andato a Mario Volanti, presidente del Gruppo Radio Italia: “Il segreto del mio successo è la fortuna di avere collaboratori fantastici. Sono cresciuti nella radio come una vera famiglia”.
Gli altri vincitori sono stati, per la sezione teatro, Geppy Gleijeses che ha ricordato l’attrice Regina Bianchi e robertal’importanza che ha avuto per la sua formazione e la sua carriera; per la sezione spettacolo Roberta Giarrusso elegantissima, ha confermato le sue doti di simpatia, spontaneità e avvenenza anche durante la premiazione; per la musica Grazia Di Michele marguttiana doc amante dei cortili, dei giardini nascosti e dei gatti che li vivono; per l’arte, l’Associazione Internazionale di Via Margutta a ritirare il premio l’Arch. Laura Pepe che ha confermato l’importanza dell’iniziativa utile alla promozione delle strada, delle sue gallerie d’arte e d’antiquariato; per il cinema infine il premio è stato conferito a Maurizia Graziosi presidente della Società Margutta Digital International, realtà storica che ha sede in Via Margutta, dove si è imposta quale principale fornitore di front e back-end, post-produzione e servizi connessi alle industrie cinematografiche e televisive, per l’Italia e l’estero. Di particolare rilievo il momento dedicato ad ActionAid: “Abbiamo partecipato a questo evento che si tiene nella Giornata Mondiale dell’Alimentazione per ricordare che è

Roma 16/10/2015,Premio Margutta 2015, promosso da Actionaid Italia. Nella foto Mario Volanti, presidente Radio Italia, con Marco De Ponte segretario generale Actionaid Italia UFFICIO STAMPA ACTIONAID ITALIA - USO GRATUITO

Roma 16/10/2015,Premio Margutta 2015, promosso da Actionaid Italia. Nella foto Mario Volanti, presidente Radio Italia, con Marco De Ponte segretario generale Actionaid Italia UFFICIO STAMPA ACTIONAID ITALIA – USO GRATUITO

possibile garantire l’accesso universale al cibo. Proprio per questo paola saluzzila nostra campagna si chiama ‘Cibo per tutti’ ha dichiarato Marco De Ponte, segretario generale di ActionAid Italia.
Moltissimi i volti noti dello spettacolo ospiti alla serata, fra questi: Elisabetta Pellini, Sofia Bruscoli, Janet De Nardis, Isabelle Adriani, Gabriele Lazzaro, Alessandro Raffaelli resp. Rel. Istit. di Radio Italia.
Nel corso della cerimonia, sono stati assegnati anche i Premi Speciali “Italian Style” Anno 2015 ai seguenti protagonisti dell’imprenditoria italiana: l’Azienda vitivinicola Antica Tenuta Pietramore; il liquore “elixir” Anisetta Rosati; Paola Di Bari, presidente del Gruppo BDB; Antonella e Mariella Donato, fashion designer dell’Atelier Gemelle Donato; Franco Maria Ricci, giornalista e presidente della Fondazione Italiana Sommelier.L’evento prodotto dalla Together eventi comunicazione è stato organizzato in collaborazione con la P&G Events di Grazia Marino e Paolo Zaccagnino con il supporto delle pierre di Raffaelle Naddeo.
Partner dell’edizione 2015: il Margutta RistorArte, Via Pisa 28, I Sentieri di Bacco di Beatrice Trebisacce, Tutti Gusti catering il pastificio artigianale Gusto Fantastico. Il “Premio Margutta – La Via delle Arti” ha ricevuto i patrocini istituzionali dell’Assessorato Roma Produttiva di Roma Capitale, della Regione Lazio e dell’Associazione Internazionale di Via Margutta. (Foto By Carlo Tosti: amadeus, falanga, geppy, grazia de micheli, mario volanti, paola saluzzi, roberta)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Allarme SID: Le Regioni stanno scardinando la rete diabetologica

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 ottobre 2015

riccione“Il congresso ‘Panorama Diabete’ in corso a Riccione ha un programma scientifico costruito secondo l’ottica della multidisciplinarietà e multidimensionalità – spiega il professor Enzo Bonora, presidente della Società Italiana di diabetologia SID – perché la persona con diabete non dovrebbe essere curata da un singolo specialista ma da un team di professionisti di pari importanza che include diabetologo, infermiere e dietista esperti di diabete e, quando necessario, podologo, psicologo e specialisti di altre discipline (oculista, nefrologo, cardiologo, ecc.). Il team dovrebbe interagire continuativamente con il medico di medicina generale, mantenendo operativo quel modello assistenziale implementato in Italia fin dagli anni ottanta. Un modello confermato dal Piano Nazionale Diabete. Un modello che purtroppo rischia di scomparire in alcune realtà dove i centri diabetologici sono smantellati e sostituiti da singoli professionisti dispersi sul territorio che, seppure specialisti in diabetologia, operano isolati senza risorse adeguate. Per non parlare di modelli che confinano il diabetologo alla cura dei pazienti con complicanze, dimenticando che questo testimonierebbe il loro fallimento: le complicanze andrebbero prevenute grazie ai team diabetologici e non affrontate tardivamente con gli specialisti”. “La rete dei centri diabetologici ha reso grande, famosa e invidiata nel mondo l’assistenza diabetologica italiana perché ha fatto sì che gli italiani con diabete fossero quelli con i migliori outcomes – continua il presidente SID – più basso livello di emoglobina glicata, complicanze meno frequenti, minore mortalità. Ci sono studi scientifici che lo documentano in maniera inoppugnabile. Essere seguiti nei centri diabetologici in Italia per anni ha fatto la differenza. L’ecosistema italiano, il modello basato sulla rete diabetologica andrebbe dunque salvaguardato a tutti i costi. Per una questione clinica e anche per una questione economica. Molte regioni del centro-sud e anche qualcuna del nord, invece, in un’ottica di presunto risparmio, stanno depotenziando la rete dei centri diabetologici. Non si riesce a capire la logica di tutto ciò, soprattutto considerando che il costo attuale dei centri diabetologici equivale a circa l’1% della spesa totale per l’assistenza alle persone con diabete (circa 150 milioni di euro). Una spesa, legata per il 90% alle complicanze della malattia, che è di circa 15 miliardi di euro all’anno per il SSN, da sommare a 3 miliardi di spese sostenute dai cittadini e 12 miliardi di euro. Spese che possono essere ridotte grazie ai professionisti della diabetologia e che aumenteranno certamente senza di loro. In alcune realtà lo si sta già osservando – conclude Bonora – Eliminare i centri diabetologici sarà un altro dei paradossi italiani?”

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Azerbaijan’s rich palette of opportunities brought to the heart of Brussels

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 ottobre 2015

Azerbaijan16On 14 October, more than 100 businesspeople and diplomats from across Europe flocked to the prestigious Diamant Conference and Business Centre, near the diplomatic area of Brussels, for the second Brussels Business Forum to highlight the investment opportunities available in Azerbaijan. Bylined as Azerbaijan Through the Eyes of International Investors, the event was organised by the Benelux office of The European Azerbaijan Society (TEAS).Marc Verwilghen, Director, TEAS Benelux and former Belgian Minister of the Economy, Development Co-operation and Justice, acknowledged: “Europe has a new heart ­­– everyone seems to have discovered the ‘new’ Silk Road for which Azerbaijan will, once again, be the epicentre. Azerbaijan has huge investment potential. The objectives of Azerbaijan, Belgium, the whole of Benelux and the EU are the same. If Azerbaijan is in your head, there will be fire in your heart, enthusiasm in your soul, and dynamism in your body.”Herman De Croo, Belgian Minister of State and the longest-serving Belgian MP, spoke from his own experience: “I have visited Azerbaijan twice – in 2011 and this year. Between those dates there was enormous change in the infrastructure, and I noticed there has been an ongoing evolution in the receptiveness of the Azerbaijani people to external business investment from Europe. The successful hosting of the European Games in Azerbaijan is indicative of the drive of the authorities to be anchored to Europe.”
H.E. Fuad Isgandarov, Head of the Azerbaijani Mission to the EU and Ambassador to the Kingdom of Belgium and Grand Duchy of Luxembourg explained: “More than 50 per cent of investment in my country comes from EU countries. TEAS is bringing Azerbaijan to the heart of Europe, and that is very constructive. Despite all the challenges, Azerbaijan has demonstrated that its strong will has enabled it to achieve success.”
The focus of the event was on changing preconceptions about Azerbaijan – a country renowned for its oil and gas reserves. James Hogan, Managing Partner, Dentons Baku explained: “We have been active in Azerbaijan for 25 years. Azerbaijani investment policy is very open and, since independence, a stable legal regime has been implemented. This now includes Special Economic Zones, aimed at stimulating diversification of the economy.” Haji Huseynov, Senior Infrastructure Specialist, World Bank, outlined some of the World Bank-supported projects currently underway in Baku and across Azerbaijan. He said: “The Baku–Tbilisi–Kars (BTK) railway will become functional by the end of this year. The physical infrastructure is already built, and the first train completed its journey in August.” Axel Enthoven, President, Enthoven Associates – designer of the TGV train – ranks amongst the most renowned Belgian designers of the past four decades. He explained: “In order to develop, mobility is extremely important.” He then outlined the options available for constructing urban and countryside infrastructure, and how the chosen concept can impact the relationship of the population to their country and their quality of life.Agriculture is one of the predominant industries in Azerbaijan, employing around 40 per cent of the workforce. Home to 11 climatic zones, and blessed with fertile soil conditions, Azerbaijani farmers produce a wide variety of fruit and vegetables. Manuela Traldi, President, Italy–Azerbaijan Trade Institute (ITAZERCOM) commented: “Agriculture has become an extremely important sector in the country. It plays a key role in the process of diversification, and has the potential to become very important to European companies.”
As would be expected, the energy session ­– chaired by journalist Rick Gill, Managing Director, Natural Gas Europe – attracted a great deal of interest. Dr Urban Rusnak, Secretary-General, Energy Charter Secretariat, said: “In the 1990s, Azerbaijan was an importer of oil products, but within a decade was an exporter, and ten years later became one of the leading producers and exporters of oil and gas and will play an important role in the future of the EU.” Vusal Mammadov, Director, State Oil Company of the Azerbaijani Republic (SOCAR), Belgian Office, spoke on the current status of the $45bn Southern Energy Corridor, which will bring gas from the Caspian – and eventually Central Asia and Iran – direct to an Italian interconnector.
Azerbaijan is currently striving to become the information and communications technologies (ICT) hub of the region. The sector has received $3bn of investment over the past three years. It is also central to the UN-mandated Trans-Eurasian Super Highway (TASIM) project, which will bring enhanced-bandwidth services between Frankfurt and Hong Kong, thereby reducing the digital divide between Western and Eastern Europe and Central Asia. Zaur Hasanov, Director, TASIM, said: “TASIM is a challenging and strategic project – passing through Azerbaijan – stretching for around 3000km and connecting the West to the East. It is a project of economic and geopolitical significance.” Azerbaijan is currently leading the way regarding the unified provision of public services. The Azerbaijani Service and Assessment Network (ASAN) service, launched just under three years ago, provides access to 280 services from 10 government agencies using e-government services. These are supplied via a network of ASAN Centres, complemented by mobile ASAN services for those in the rural regions. Kamran Agasi, Director of the Innovations Centre, State Agency for Public Service and Social Innovations under the President of the Republic of Azerbaijan, explained: “We have served around 6m of the 9.5m people in Azerbaijan, and feedback indicates a 98 per cent satisfaction rate.” The day concluded with a series of lively business-to-business meetings. (photo: Lead)

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cardinal visit to Idomeni close to the border with the Former Yugoslav Republic of Macedonia

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 ottobre 2015

balcaniCardinal Luis Antonio Tagle of Manila will see how Caritas is helping migrants on a visit to Idomeni close to the border with the Former Yugoslav Republic of Macedonia (FYROM) on 19 October. Cardinal Tagle is the president of Caritas Internationalis, which is coordinating relief efforts for the confederation of Catholic aid agencies.Caritas Greece (known nationally as Caritas Hellas) volunteers in Idomeni provide food and water and sanitation to women and children on the crossing point. Over 450,000 people have gone through Greece this year heading for a new life in the European Union.Idomeni is a small village unable to host the large number of people travelling through. Many must staying outside, without shelter. There is little chance of getting a meal, a wash or access to a toilet.Caritas is providing warm clothes, food, medical care, bedding and water and sanitation and other services, working in Greece, the FYR of Macedonia, Serbia, Croatia, Hungary and elsewhere in Europe.More than 70 percent of asylum seekers and migrants have come to Europe in 2015 from countries experiencing severe emergencies like Syria, Afghanistan and Iraq. Conflict, religious and ethnic persecution and poverty are driving people out of their homes.Those crossing Greece include families with women and children. They’ve faced dangerous and difficult journeys over sea and land.Caritas says governments should work together to ensure safe and lawful ways to migrate. The current situation is only benefiting criminals and traffickers.Many of the European countries they’re travelling through don’t have the capacity to support such a huge numbers of people, especially in terms of shelter. Caritas is concerned that as the weather worsens, their situation could deteriorate. Caritas is urging that the refugees be welcomed, while at the same time solutions are pursued to promote peace and development in their countries of origin. in the Middle East.
Il cardinale Tagle, testimone della crisi dei rifugiati durante la visita in Grecia per la Caritas
Il cardinale Luis Antonio Tagle di Manila vedrà come la Caritas sta aiutando i migranti durante la sua visita a Idomeni, vicino al confine con l’Ex-Repubblica Jugoslava di Macedonia, il 19 ottobre.I volontari della Caritas Grecia (nota a livello nazionale come Caritas Hellas) a Idomeni
forniscono cibo, acqua e servizi igienici a donne e bambini che si trovano alla frontiera.Quest’anno oltre 450.000 persone hanno attraversato la Grecia in cerca di una nuova vita nell’Unione europea.Il cardinale Tagle è presidente di Caritas Internationalis, la confederazione che coordina i soccorsi delle sue organizzazioni umanitarie cattoliche.La Caritas distribuisce indumenti caldi, cibo, cure mediche, acqua, servizi igienico-sanitari e di altro genere, in Grecia, Ex-Repubblica jugoslava di Macedonia, Serbia, Croazia, Ungheria e in altri Paesi d’Europa. Più del 70 per cento dei richiedenti asilo e migranti giunti in Europa nel 2015 provengono da Paesi in conflitto come la Siria, l’Afghanistan e l’Iraq. Tra quelli che attraversano la Grecia ci sono famiglie con donne e bambini. Hanno affrontato viaggi difficili e pericolosi, per mare e per terra.Molti dei Paesi europei che attraversano non hanno la capacità di sostenere un numero così imponente di persone, soprattutto in termini di alloggi. La Caritas è preoccupata per la loro situazione che potrebbe aggravarsi con il peggioramento delle condizioni meteorologiche.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

The prevention of radicalisation and recruitment of European citizens by terrorist organisations

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 ottobre 2015

bruxellesBrussels Monday, 19 October 2015 Room József Antall (JAN) 6Q2 The prevention of radicalisation and recruitment of European citizens by terrorist organisations – vote on a draft report by Rachida Dati (EPP, FR) (17.30 – 18.30)
The situation in the Mediterranean and the need for a holistic EU approach to migration – co-rapporteurs Roberta Metsola (EPP, MT) and Kashetu Kyenge (S&D, IT) – debate on a working document on tackling criminal smuggling, trafficking and labour exploitation of irregular migrants (16.25 – 17.30)
proposal for a Council decision on the signing, on behalf of the European Union, of the Council of Europe Convention on the Prevention of Terrorism (CETS No. 196) and of the Additional Protocol to that Convention – presentation by the Commission (15.00 – 15.40)
EU agency for law enforcement cooperation and training – presentation of the state of play of trilogue negotiations (including the issue of the Internet Referral Unit) in the presence of the Council Presidency and the Commission (15.40 – 16.00)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Teatro: Sono Pasolini

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 ottobre 2015

giovanna mariniRoma 27 ottobre – 1 novembre Teatro India in Prima Nazionale Lungotevere Vittorio Gassman (già Lungotevere dei Papareschi). Una drammaturgia cantata con Enrico Frattaroli, che legge I giovani infelici, e il Coro Favorito della Scuola Popolare di Musica di Testaccio, che mette in canto le poesie della Nuova Gioventù, produzione del Teatro di Roma.Lo spettacolo è uno dei tasselli del progetto IL TEATRO DI ROMA PER PASOLINI che si compone di sette titoli. L’inedita partita di pallone Pier Paolo! di Giorgio Barberio Corsetti “giocata” nel campo di Pietralata a Roma (31 ottobre e 1 novembre), una produzione Fattore K. Si continua al Teatro India con La stanza della tortura ispirato a Salò/Sade con Francesca Benedetti (4/7 marzo); Il vantone, ovvero la traduzione in romanesco di Pasolini del Miles di Plauto, diretto da Federico Vigorito, con Ninetto Davoli (8/13 marzo); Dopo Pasolini, in rito in roulotte per sei spettatori, proposta del Teatro delle Ariette (17/22 maggio). Mentre al Teatro Argentina Federico Tiezzi firma la regia del Calderón, che Pasolini ambienta nella Spagna franchista durante gli anni del regime (20 aprile/8 maggio). L’ultima creazione di ricci/forte, PPP Ultimo inventario prima di liquidazione, chiude la stagione dell’Argentina (14/16 giugno). L’anno pasoliniano si completerà nell’ottobre 2016 con la messa in scena di Ragazzi di vita diretta da Massimo Popolizio con uno folto gruppo di giovani interpreti.
Oltre ai sette titoli in programma, continuano gli omaggi del TEATRO DI ROMA PER PASOLINI con l’evento speciale il 2 novembre al Teatro Argentina con Testimone carnale, una serata a cura di Dacia Maraini, Antonio Calbi e gruppo pasoliniFrancesco Siciliano. Una maratona di letture da Petrolio, frammenti del suo ultimo romanzo incompiuto, interpretati da 22 artisti: Urbano Barberini, Giorgio Barberio Corsetti, Bernardo Bertolucci, Francesca Benedetti, Paolo Bonacelli, Ascanio Celestini, Ninetto Davoli, Giuliana De Sio, Piera Degli Esposti, Iaia Forte, Massimo Foschi, Dario Franceschini, Lino Guanciale, Monica Guerritore, Roberto Herlitzka, Roberto Latini, Lorenzo Lavia, Luigi Lo Cascio, Antonio Piovanelli, Massimo Popolizio, Francesco Siciliano, Carla Tatò.Continuano gli omaggi all’Argentina con l’Atelier per Pasolini Aubade, “cantata della Dopostoria” di Carla Tatò e Carlo Quartucci (2 novembre); e la video-opera Pier Paolo Poeta delle Ceneri, ripresa live dello spettacolo del 2012 di Irma Immacolata Palazzo e Gianni Borgna (1/15/29 dicembre). Mentre gli spazi esterni del Teatro India accolgono l’intervento di street art dell’artista Frederico Draw che realizzerà un’opera murale dedicata a Pasolini (inaugurazione 1 novembre). Inoltre, l’intera area esterna di India sarà intitolata Paesaggio Pasolini, in sintonia col gasometro, il fiume, il canneto, le rovine, la fabbrica.Infine, il sogno di un’idea: un Treno Corsaro, un convoglio vero e proprio che attraverserà la dorsale della penisola, dal Friuli nativo a Matera, la città scolpita del suo celebre Vangelo. Una “drammaturgia viaggiante” a tappe realizzata dal Teatro di Roma con il CSS di Udine. «E’ il progetto cui più teniamo ma anche il più ardito e complesso – dichiara il direttore Antonio Calbi – Ci piace considerarlo un sogno da concretizzare. Nasce dal viaggio che Pasolini fece seguendo il periplo delle coste italiane nel 1956. E noi vorremmo ripercorrere l’Italia, dai paesaggi arsi del Friuli ai calanchi della Lucania, con il suo spirito, attraverso i suoi occhi». (foto: giovanna marini, gruppo pasolini)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Israele: terrorismo diffuso

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 ottobre 2015

gerusalemme-porta-dei-leoniRenzo Gattegna, Presidente delle comunità ebraiche italiane, su quanto sta avvenendo in Israele dichiara ai microfoni di Radio 24: “l’escalation di violenza preoccupa perché si tratta di un terrorismo diffuso imprevedibile che dà un senso di insicurezza, perché si capisce che potrebbe colpire chiunque in qualsiasi momento. Ci auguriamo che essendo uno scontro fra una comunità che non dovrebbe disporre di mezzi militari possa scendere la tensione abbastanza rapidamente. Bisognerà tentare gradatamente di abbassare il livello della tensione, i dirigenti di Israele e i dirigenti dei palestinesi dovranno svolgere questo ruolo anche per permettere la riapertura di un dialogo.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Una giornata dedicata alla salute delle ossa

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 ottobre 2015

osteoporosiMilano. Il 20 ottobre, in occasione dell’ “Open Month”, il “Mese per la salute femminile”, porte aperte all’Istituto Ortopedico premiato con i “Bollini Rosa” di Onda. Durante la giornata, colloqui gratuiti con lo specialista nel reparto di Reumatologia e, nel pomeriggio, valutazioni densitometriche.Sempre più attente alla propria salute e informate sui rischi dell’osteoporosi, le donne possono far affidamento su uno strumento importante come quello della prevenzione. Un’occasione per confrontarsi con lo specialista e per ricevere consigli e indicazioni sullo stato di salute delle proprie ossa, è offerta dall’Istituto Ortopedico Gaetano Pini di Milano.
Martedì 20 ottobre, in occasione dell’Open Month – il “Mese per la salute femminile” – promosso da Onda (Osservatorio Nazionale sulla Salute della donna) per mettere a disposizione alle donne servizi diagnostici, clinici e informativi gratuiti -, gli specialisti di reumatologia e malattie metaboliche dello scheletro e i radiologi dell’Istituto Pini saranno a disposizione dalle 9 alle 16,30 per colloqui gratuiti e MOC. Non è necessaria la prenotazione, basterà presentarsi al Day Hospital di Reumatologia al primo piano, monoblocco A con ingresso in via Pini 3.
“Durante i colloqui verranno valutate le variabili legate ai fattori di rischio della malattia, come la familiarità, la presenza di malattie o la fase di menopausa, in base all’età delle pazienti – spiega il dottor Massimo Varenna, responsabile del centro per la diagnosi e il trattamento delle patologie osteometaboliche dell’Istituto Pini -. Nei casi in cui ne sarà ravvisata la necessità, si procederà ad ulteriori accertamenti”. Sarà quindi possibile per la paziente eseguire un controllo con il test MOC in Radiologia, dalle 13.00 alle 16.00, se indicato a seguito del colloquio.
Dopo i 50 anni una donna su tre è affetta da osteoporosi. Il periodo più critico è quello successivo alla menopausa, quando si registrano bassi livelli di estrogeni e le ossa iniziano a perdere calcio e fosforo, diventando più fragili e più soggette a traumi e micro-traumi.
“Per questo sono sempre consigliati controlli periodici per mantenere le proprie ossa ‘in salute’ e scongiurare eventuali peggioramenti o rischiare fratture”, conclude Varenna.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Metalmeccanica: Export italiano

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 ottobre 2015

impreseAl primo semestre del 2015 l’export italiano dei prodotti della metalmeccanica verso il mercato tedesco vale 12.949 milioni di euro. La regione più attiva è la Lombardia con un totale di 4.528 milioni (in aumento dell’1,3% rispetto al primo semestre 2014), seguita da Emilia Romagna (1.806 milioni), Veneto (1.777 milioni) e Piemonte (1.682 milioni). A livello provinciale è Brescia la regina dell’export in Germania, con 1.085 milioni di euro, seguita da Torino (974 milioni), Milano (814 milioni) e Bergamo (634 milioni). Le imprese italiane attive nel settore metalmeccanico sono 111.677, di cui 65.690 artigiane (il 58,8%).
I dati provengono dal Centro Studi di Confartigianato Imprese (elaborazioni su dati Istat) in collaborazione con l’Osservatorio MPI di Confartigianato Lombardia. Le elaborazioni sono state presentate alle imprese artigiane in occasione degli incontri con buyers e delegazioni commerciali internazionali all’Italian Makers Village, il fuori Expo di Confartigianato in via Tortona a Milano. Scopo del Village è anche quello di favorire l’internazionalizzazione di PMI e MPI: dall’inizio di Expo ad oggi oltre 700 aziende di diversi settori hanno partecipato agli incontri del programma Expo-rt 2015, sviluppando così opportunità di scambi commerciali su scala mondiale.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nutrire il pianeta: nuovo dottorato magistrale

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 ottobre 2015

parma universitàParma Il prossimo 24 ottobre l’Università di Parma avrà un nuovo dottore magistrale in Scienze e tecnologie alimentari: a Giovanni Ferrero, nome di rilievo dell’imprenditoria italiana, Amministratore Delegato del Gruppo Ferrero, l’Ateneo conferirà infatti la laurea magistrale honoris causa in Scienze e tecnologie alimentari.La cerimonia si terrà all’Abbazia di Valserena, sede dello Csac – Centro Studi e Archivio della Comunicazione dell’Università di Parma, alla presenza del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Stefania Giannini.
Da segnalare il titolo della tesi di Giovanni Ferrero, al centro della lectio doctoralis che l’imprenditore piemontese esporrà appena ricevuti “tocco” e pergamena da parte del Rettore dell’Università di Parma Loris Borghi: “Nutrire il pianeta. Una visione industriale dell’alimentazione sostenibile: le pratiche di eccellenza promosse dal Gruppo Ferrero”.
La cerimonia prenderà il via alle ore 11. Dopo la relazione del Rettore Loris Borghi è previsto l’intervento del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Stefania Giannini. A seguire la lettura della motivazione del conferimento da parte di Arnaldo Dossena, Direttore del Dipartimento di Scienze degli Alimenti, e la laudatio, che sarà tenuta da Giacomo Rizzolatti, Professore emerito dell’Università di Parma. Infine la lectio doctoralis di Giovanni Ferrero.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Canone Rai: Navigare a vista… tutti!

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 ottobre 2015

Rai: sede di romaSembra proprio l’imposta/canone sul possesso di un apparecchio tv, imposta per pagare il servizio pubblico radiotelevisivo, sara’ riscossa attraverso la bolletta elettrica. Cosi’ dice la “manovra” del Governo, senza, per il momento, fissare i particolari. Sui quali siamo molto curiosi per capire fino a dove si puo’ spingere la creativita’ e la fantasia dell’arroganza del potere: l’impresa -per noi comuni mortali e contribuenti- sembra ardua: cercare di far digerire un mattone a tutti i contribuenti interessati e -visto l’andazzo attuale che non esclude quello futuro- anche a quelli non interessati che vengono abbindolati pur di far versare loro un po’ di soldi all’Erario televisivo.
Navigare a vista. E’ quello che probabilmente ha cominciato a fare uno dei maggiori quotidiani italiani (Corriere della Sera) quando, presentando in modo schematico quest’aspetto della “manovra”, ha vergato: “… La tassa non sara’ piu’ legata al possesso di un televisore e lo strumento della bolletta elettrica dovrebbe permettere di snidare proprio la maggior parte degli evasori. Oltre a problemi tecnici, le compagnie elettriche sono contrarie”. Domanda irriverente (?): visto che scrivete che la tassa non sarà più legata al possesso di un apparecchio tv… tutti gli utenti della luce dovranno pagarla? No, forse non volevate dire questo, percà dopo dite che il pagamento in bolletta servirà a scovare gli evasori… e quindi? Un po’ di confusione, crediamo: Navigare a vista, per l’appunto.
Non solo, ma mentre il solito quotidiano scrive che “le compagnie elettriche sono contrarie”, non possiamo non leggere che invece l’Enel (compagnia tutt’altro che secondaria nel settore, e non solo) si’ e seduta al tavolo del Governo “confermando il loro atteggiamento collaborativo sulla questione”.
La stessa fonte autorevole ci fa inoltre sapere che se non si paghera’ l’imposta/canone in bolletta, la luce non verra’ tagliata perche’ la corrente elettrica e’ un bene primario. Chissa’ cosa ne pensano tutti gli utenti che, alla faccia del servizio primario, si vedono tagliare il servizio quando non pagano una bolletta che contestano per un qualche motivo, ma non perche’ non vogliono pagare, ma vorrebbero solo capire perche’ e’ arrivato un bollettone o perche’ si sono ritrovati con un nuovo gestore senza avero chiesto e pagare solo il giusto. Ma quale bene primario… non lo e’ neanche l’acqua e l’aria, figuriamoci la luce. Navigare a vista, per l’appunto.
Allora. Al tavolo del Governo c’e’ l’Enel (che agisce sul mercato elettrico in abuso di posizione dominante contro i suoi concorrenti che acquistano dallo stesso gruppo Enel il prodotto/luce che poi vendono) e non le centinaia di altre aziende del cosiddetto mercato liberalizzato. Posizione dominante di Enel anche per le decisioni in merito? Sembra di si’. Alla faccia della liberalizzazione!
Ma chi gliel’ha fatta fare al Governo di concepire una cosa del genere? Forse siamo ingenui noi nel credere che i Governi debbano semplificare la vita dei cittadini e dei contribuenti. Non solo, ma siamo ingenui nel credere che il problema principale dell’imposta/canone della Rai non debba essere la sua riscossione, ma studiare e attuare quello che gli italiani avevano gia’ chiesto alcune decine di anni fa con un referendum: privatizzare il servizio pubblico radiotelevisivo e -aggiungiamo noi- affidarlo con un pubblico appalto al miglior offerente.
Siamo ingenui ma non fessi. Perche’ della decisione dell’imposta/canone in bolletta, non navigando a vista, percepiamo solo un aumento della conflittualita’ Erario/contribuente, su una questione gia’ ora altamente conflittuale:
– nel merito: lo Stato che paga parcelle altissime a showman e showgirl che non si capisce cosa c’entrino col servizio pubblico, a meno che qualcuno sia convinto che la cultura debba essere di Stato, invece di un servizio pubblico di sola informazione;
– nel metodo: dicono che piu’ di uno su quattro non paghi questa imposta… ma come fanno a dirlo? Perche’ partono dal presupposto che tutti abbiano in casa un apparecchio tv e quindi: su tutti gli iscritti all’anagrafe il 73% paga l’imposta, quindi il 27% e’ evasore…. peccato che siamo nel 2015 e, oltre ai nemici del “rettangolo nero” di per se’ (non tanti ma sempre in crescita), ci sono i milioni di persone che si informano tramite Internet, dispositivo per il quale l’imposta non si paga (per ora… ci avevano provato qualche anno fa, ma hanno fatto brutalmente marcia indietro). Quindi. Chi naviga a vista? Tutti, noi inclusi. (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Roma: disagi nel trasporto urbano

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 ottobre 2015

atac trasporti roma“Quanto sta accadendo nel tormentato comparto del trasporto a Roma sta evidenziando in maniera netta alcune cose. Innanzitutto sta venendo meno il facile scaricabarile con il quale in questi ultimi anni si è vergognosamente tentato di addossare tutti i disservizi del TPL sul personale. Una lettura realistica, ci dice, invece, che, a fronte di possibili comportamenti censurabili di alcuni singoli, siamo in presenza di una azienda che, negli anni, non è stata in grado di lavorare sull’efficienza di mezzi ed infrastrutture, producendo la conseguenza paradossale che oggi vede molti autisti inoperosi per mancanza di macchine disponibili”. A dirlo è Vincenzo Piso, deputato del Gruppo Area Popolare (Ncd-Udc).
“Inoltre, – continua – è oramai assodato che molta inefficienza deriva dall’incapacità dimostrata, anch’essa negli anni, di programmare quei processi che presiedono alla manutenzione e agli acquisti. Verità, tanto più incontestabile ed evidente, in quel comparto del ferro che necessita di tempistiche lunghe e complesse. Questo ci riporta, specie in un momento di scarsità di risorse, all’individuazione delle priorità e alla capacità di avere una oculata politica industriale. E conclude: “che senso ha avuto investire in infrastrutture o mezzi, sulla cui utilità ed efficienza molto ci sarebbe da discutere, quando le architravi del TPL romano (metro A e B) cadevano a pezzi? che fine hanno fatto i programmi AMLA? Per anni, al di là di quanto sicuramente va rivisto e corretto, i luoghi comuni sui dipendenti hanno impedito di aprire un serio ragionamento sui reali motivi del collasso di questo comparto. Oggi il Re è nudo e la realtà ci costringe a fare i conti non con le percezioni, spesso indotte, ma con fatti e accadimenti che indicano con chiarezza ciò che veramente non ha funzionato e le cause di uno sfascio annunciato”.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

6000 borse di studio per scuole specializzazione medicina

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 ottobre 2015

Paola-Binetti“E’ con una certa soddisfazione che ho trovato nella legge di stabilità 2015 la stabilizzazione di 6000 borse di studio per le scuole di specializzazione in Medicina e chirurgia. E’ vero non sono ancora sufficienti, perché i laureati in medicina sono almeno 7.500 ogni anno. Ma è il doppio di quanto veniva stanziato solo 2-3 anni fa”.Lo afferma in una nota Paola Binetti, deputato di Area popolare (Ncd- Udc).
“Un bel salto di qualità di cui i futuri specializzandi debbono ringraziare il Ministro Giannini, che ha mantenuto quanto aveva promesso in questo campo. Da quando sono in Parlamento tutti gli anni faccio la stessa battaglia a favore dei giovani medici- spiega Binetti- ricordando con tutti i mezzi a disposizione: interrogazioni, interpellanze, emendamenti, che la facoltà di medicina andrebbe considerata come una facoltà a ciclo unico della durata minima di 10 anni, perché la specializzazione è parte integrante della formazione del giovane medico. Senza specializzazione non c’è spazio per un lavoro professionale stabile e dignitoso. Il numero di borse messe a disposizione dei giovani laureati deve coincidere con il numero di posti messi a bando al momento della iscrizione, sei anni prima, perché si tratta di un processo di formazione unico ed unitario. E’ indispensabile avere una specializzazione per poter esercitare in una struttura pubblica o accreditata la propria professione di medico. Più volte interpellata il ministro Giannini ha sempre dato rassicurazioni in tal senso, ma quello di oggi è un fatto concreto che va oltre le generiche rassicurazioni. Per questo la stiamo sollecitando da tempo ad abolire il tirocinio di sei mesi che separa laurea ed abilitazione, essendo quest’ultima conditio sine qua non per accedere al concorso nazionale per le scuole di specializzazione. Meglio saldare la fase formativa di base: i sei anni del corso di laurea, alla fase specialistica successiva, 4-5 anni, senza interruzioni di sorta. In un ciclo che dura almeno 10 anni di formazione, occorre evitare ritardi e dispersione”, conclude la parlamentare.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

10th Regional Seapower Symposium

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 ottobre 2015

veneziaVenezia Dal 21 al 23 ottobre 2015 la Marina Militare ospiterà nella rinnovata Sala Squadratori dell’Arsenale di Venezia il 10th Regional Seapower Symposium, Forum Marittimo internazionale al quale parteciperanno circa 50 Capi delle Marine Militari del Mediterraneo, del Mar Nero e di altre Marine oltre a molteplici organizzazioni internazionali che hanno ruoli rilevanti nello stesso ambito.Il Simposio – evento biennale giunto alla sua decima edizione – si concentra sulla Sicurezza dei Mari nell’area del “Mediterraneo Allargato” per fornire risposte adeguate alle nuove sfide che, originate o provenienti dal mare, portano i loro effetti sulla sicurezza e sul benessere di tutti.Dialogo e cooperazione sono la chiave per sviluppare la necessaria fiducia reciproca tra le diverse nazioni che cooperano, grazie alle loro Marine, nelle comuni strategie di sicurezza per affrontare il terrorismo internazionale, la pirateria, l’immigrazione illegale ed l’inquinamento dell’ambiente marino.Per la prima volta, il Simposio si terrà nella Sala Squadratori “Tezon dei Squadradori del 1778”, luogo di grande valore storico e simbolico per la marineria veneziana, oggetto di un profondo e accurato lavoro di restauro da parte della Marina, in stretta collaborazione con la “Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio per Venezia e Laguna”, che ha riportato a rinnovato splendore la più grande sala d’europa senza colonne, nel pieno rispetto della struttura originale e dei vincoli architettonici.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gli italiani e il viaggio

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 ottobre 2015

mercato digitaleIl mercato digitale del turismo vale 9,5 miliardi. Questa è una della evidenze tratte dall’analisi condotta dal Politecnico di Milano nel suo Osservatorio di Digital Innovation, volto ad analizzare le dinamiche di diffusione e il ruolo che le soluzioni digitali possono svolgere a supporto del Turismo. La ricerca è stata sviluppata in collaborazione con importanti aziende del mondo del turismo on e off line, tra cui, Venere.com – noto partale di accomodation online. Nel 2015 si stima che gli acquisti per il turismo e viaggi in Italia, supereranno i 51 miliardi di euro: si registra infatti una crescita del 3% rispetto al 2014, generata soprattutto dai canali digitali. Nel settore travel, l’online è infatti la parte che cresce maggiormente (+11% vs 2014) e rappresenta oltre il 19% del mercato complessivo del turismo.Se si guarda ai canali attraverso i quali i consumatori effettuano gli acquisti emerge che sempre più italiani scelgono le OTA (online travel agency) per la prenotazione delle strutture alberghiere, segnando un +14% vs il 2014. I trasporti hanno un ruolo ancora dominante nel mercato digitale, ma sono le strutture ricettive a crescere con un tasso maggiore.Il ruolo centrale delle OTA emerge anche dall’indagine Doxa su oltre 1.000 utenti rappresentativi della popolazione internet italiana dalla quale nasce il profilo del Turista digitale italiano: particolarmente attivo su internet in tutte le macro-fasi del viaggio: dalla ricerca delle informazioni pre viaggio (88%) alla prenotazione di una sistemazione (82%) dall’acquisto su internet di qualche attività da fare durante (44%) all’esecuzione di attività digitali post viaggio (61%).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La cantautrice palermitana Giulia Catuogno vince il premio Mia Martini con “La barca”

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 ottobre 2015

giulia catuognogiulia catuogno1Giulia Catuogno, cantante e cantautrice palermitana, ha vinto il premio Mia Martini “Nuove proposte per l’Europa” con una canzone scritta per Andrea Vincenti. Il brano si intitola “La barca”, parla del tema dell’immigrazione e ha vinto anche il premio della critica Bigazzi.La cerimonia di premiazione si è svolta alla fine di una tre giorni di gara tenutasi a Bagnara Calabra, città dove Mia Martini è nata.
Il testo parla di una barca di migranti in arrivo in Italia e del destino già segnato di chi ci sta sopra: un bambino “con due occhi diamante”, una donna incinta, una ragazza che sa che andrà a prostituirsi, suo fratello che sa che finirà a vivere per strada «La cosa più forte è la sfida che c’è negli incisi – dice Giulia Catuogno – dove la canzone parla con chi ascolta e dice: “Pensa se questo accadesse a te”. Il brano è una sfida, ma anche un invito a non cadere nella banalità o nel pregiudizio del luogo comune. L’invito è provare a immedesimarsi nelle persone che scelgono il mare come salvezza». “La barca” contiene anche una critica alle stragi in nome della religione compiute dall’Isis: “Se qualcuno ti venisse ad incendiare l’esistenza, imponendoti per dio la sua violenza”.
Giulia Catuogno, 22 anni, di Palermo, entra così a fare parte di un palmarès che ha visto negli anni passati vincere Mariella Nava, Gianluca Grignani, Mario Biondi, Marco Masini, Alexia, i Negramaro, Ivan Segreto.«Sono contenta – continua Giulia Catuogno – che ha vinto una mia canzone così impegnata. Vuol dire arricchirmi di forza e speranza. Mi piacerebbe se fosse eseguita davanti a Papa Francesco, che tanto si è impegnato con i suoi messaggi nell’aiuto dei migranti di ogni religione». (foto: giulia catuogno)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Accordo per lo sviluppo del business delle PMI in Africa, Medioriente e Mediterraneo

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 ottobre 2015

dubai-franchise-expo-uaeSACE e Confindustria Assafrica & Mediterraneo (Assafrica) annunciano la firma di un accordo di collaborazione per favorire lo sviluppo delle imprese italiane in Africa, Medio Oriente e nel Mediterraneo. A firmare l’intesa sono stati Raoul Ascari, Chief Global Development Officer di SACE e Pier Luigi d’Agata, Direttore Generale di Assafrica. Nell’ambito dell’accordo, le imprese associate ad Assafrica beneficeranno di un accesso privilegiato al Programma Frontier Markets, tramite cui SACE, oltre a fornire informazioni strategiche in merito ai mercati di sbocco, affianca le PMI nell’individuazione, negoziazione e conclusione delle transazioni commerciali, anche nell’ottica di favorire l’integrazione delle aziende in progetti di filiera. L’Associazione, inoltre, si impegna a valorizzare e diffondere presso le imprese la conoscenza delle opportunità derivanti dall’utilizzo dei servizi di consulenza e degli strumenti assicurativo-finanziari di SACE a favore dell’internazionalizzazione. Il portafoglio delle operazioni di export e investimenti italiani assicurati da SACE in Africa sub-sahariana supera il miliardo di euro, in aumento del 63% rispetto a un anno fa. Un incremento significativo, che riflette la crescente attenzione riservata alla regione negli ultimi anni: SACE ha infatti un proprio ufficio a Johannesburg e un desk a Nairobi nell’African Trade Insurance Agency, di cui è azionista dal 2009. Anche l’area del Medio Oriente e Nord Africa, è oggetto di un rinnovato interesse da parte di SACE, che, per sostenere le imprese italiane che continuano a trovare nella sponda sud del Mediterraneo, una destinazione privilegiata per il proprio business, ha recentemente costituito un Desk dedicato ed è prossima all’apertura di un ufficio a Dubai.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cresce il business dell’autonoleggio nel primo semestre 2015

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 ottobre 2015

auto-usate-prezziNei primi 6 mesi dell’anno il settore del noleggio veicoli ha confermato il ruolo strategico a supporto della mobilità aziendale e turistica del nostro Paese. Positivi tutti gli indicatori: tiene il fatturato (+1,9%), cresce la flotta (+3,3%), le immatricolazioni danno consistenza a un mercato dell’auto in leggera ripresa (19,6%) Sono questi i principali dati che emergono dal report semestrale sullo stato di salute del comparto condotto da ANIASA – l’Associazione Nazionale Industria dell’Autonoleggio e Servizi Automobilistici di Confindustria.Le attività di locazione veicoli nella prima metà dell’anno hanno consolidato la crescita economica registrata anche nel 2014 e nei primi 3 mesi dell’anno; il settore ha, inoltre, evidenziato un importante sviluppo in termini di veicoli noleggiati, indice di un continuo ampliamento della clientela e di una costante, graduale affermazione del concetto di utilizzo su quello di proprietà.A sostenere il flusso di auto nuove e la crescita della flotta nel primo semestre ci hanno pensato soprattutto le attività di noleggio di auto aziendali. Lo sviluppo della flotta è il risultato di diversi fattori: numerose grandi aziende, dopo mesi di rinvii, hanno provveduto a rinnovare il proprio parco auto; si è confermato il trend del rent-to-rent (società di rent-a-car che prendono le auto in locazione da quelle del lungo termine); il dato più positivo ha riguardato però l’ampliamento di nuova clientela (sempre più professionisti e PMI) che si è affidata alla formula del long term. Si conferma la forte richiesta di veicoli a noleggio da parte di privati, in particolare di city car ed utilitarie. L’ingresso del lungo termine nel bacino dei privati è oggi una realtà, pur se ancora limitata (si tratta infatti di circa 8.000 contratti), e sarà importante monitorarne l’andamento su un arco temporale più ampio.
I dati del primo semestre 2015 hanno confermato l’andamento positivo del noleggio a breve termine, con un fatturato di circa 451 milioni di euro (in crescita del 2,8% rispetto ai primi sei mesi del 2014) e un significativo aumento dei giorni di noleggio che hanno superato quota 12,7 milioni (+5,7%). La crescita del giro d’affari è stata guidata ancora una volta dalle location aeroportuali (+3,3%), ma hanno mostrato segnali incoraggianti anche quelle situate nei centri cittadini o presso le stazioni ferroviarie (+2%). L’analisi dell’offerta di noleggio a breve termine ha evidenziato come a crescere sia stato soprattutto il numero dei clienti che ha noleggiato rivolgendosi direttamente agli operatori attraverso siti o punti vendita (+4,5%). Nei primi sei mesi dell’anno oltre 11.400 persone al giorno (circa 475 ogni ora) hanno fatto ricorso ai servizi del rent-a-car, in forte crescita rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Complessivamente è aumentata anche la flotta di veicoli a breve termine (+2,2%), anche grazie al boom di immatricolazioni (+18%).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

PMI: misure per facilitare il recupero transfrontaliero dei piccoli crediti

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 ottobre 2015

moneteUn maggior numero di cittadini e piccole imprese saranno in grado di utilizzare la procedura Ue semplificata per il recupero di piccoli crediti da altri paesi UE, grazie ai cambiamenti approvati dal Parlamento mercoledì. Tali modifiche aumentano il massimale sui crediti recuperabili con questa procedura da 2.000 euro a 5.000 euro.”E’ importante semplificare il procedimento e ridurre i costi dei contenziosi transfrontalieri di modesta entità, soprattutto per i consumatori e per le PMI. Il procedimento per le controversie di modesta entità ha ridotto il costo delle controversie transfrontaliere fino al 40% e la durata media a soli cinque mesi anziché due anni e cinque mesi, quindi sono contenta che in futuro la procedura sarà disponibile per più casi”, ha dichiarato la relatrice Lidia Joanna Geringer de Oedenberg (S&D, PL).Il procedimento europeo per le controversie di modesta entità, in vigore dal 2009, è una procedura facoltativa che si basa su moduli standard per il recupero degli importi dovuti in un altro paese. Le modifiche legislative per snellire la procedura e per renderla disponibile per più casi sono state approvate con xx voti favorevoli, xx voti contrari e xx astensioni.La risoluzione legislativa è stata approvata con 650 voti a favore, 26 contrari e 28 astensioni. Principali modifiche:
Rendere la procedura disponibile per più casi: il massimale per i reclami coperti dalla procedura dovrebbero essere portati dagli attuali 2.000 euro a 5.000 euro.
Assicurarsi che le spese di giudizio siano proporzionate: le spese di giudizio per il procedimento europeo semplificato dovrebbero essere proporzionate all’importo del valore della controversia e non dovrebbero superare le spese di giudizio a carico della procedura nazionale semplificata. Gli Stati membri dovranno anche rendere possibile l’utilizzo di metodi di pagamento a distanza per saldare le spese di giudizio.
Incoraggiare l’utilizzo in tribunale della tecnologia di comunicazione a distanza: ove disponibili, le parti saranno incoraggiate a utilizzare strumenti di comunicazione a distanza come la videoconferenza per eventuali audizioni.
Fornire assistenza pratica: gli Stati membri devono garantire che le parti ricevano a titolo gratuito sia l’assistenza pratica per completare i documenti necessari, sia le informazioni generali sulla procedura sull’organo giurisdizionale competente.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Emicrania: Un male da morire

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 ottobre 2015

emicraniaCi sono patologie che causano dolori talmente intensi da far desiderare chi ne è affetto di non voler più vivere: un “male da morire” così forte, da non essere un semplice modo di dire ma un’insostenibile condizione psico-fisica, tra l’altro scientificamente provata.
Chi soffre di emicrania è a rischio suicidio. È la sconcertante evidenza emersa recentemente dallo studio “Suicide risk in patients with migraine and comorbid fibromyalgia” (Liu HY, Fuh JL, Lin YY, Chen WT, Wang SJ. Neurology) pubblicato ad agosto sulla prestigiosa rivista “Neurology”, organo dell’American Academy of Neurology. Secondo gli studiosi di Taiwan infatti la tendenza al suicidio sarebbe molto più elevata nei soggetti emicranici: ben 1 soggetto su 9, equivalente all’11% degli emicranici cronici, ha infatti tentato almeno una volta il suicidio nella propria vita.Tale inclinazione appare ancora più preoccupante nei pazienti colpiti, oltre che da mal di testa, anche dalla cosiddetta “fibromialgia”, una condizione caratterizzata da dolori muscoloscheletrici diffusi, insonnia e depressione, la cui concomitanza con percentuale che balza al 17.6% (cioè 1 su 6). Terza malattia più diffusa del genere umano, l’emicrania è una malattia a tutti gli effetti invalidante al punto tale che come detto nei casi più disperati può causare istinti suicidi. «Le cause – dichiara il Prof. Piero Barbanti, Direttore Centro Cefalee IRCCS San Raffaele Pisana – vanno identificate nella presenza in questi soggetti di elevato stress, depressione, pessima qualità del sonno e disabilità sociale e lavorativa. Ma anche nel fatto che si tratta di malattie che “non si vedono” e spesso non sono capite o credute».Cosa consigliare allora ai pazienti cronici più esasperati? Il consiglio dell’esperto è di rivolgersi ad un medico con competenza specifica perché «le cure esistono – garantisce Barbanti – sono numerose ed in alcuni casi rivoluzionarie. Ad esempio l’uso nella prevenzione dell’emicrania di anticorpi monoclonali anti-CGRP, anticorpi intelligenti che bloccano una sostanza – CGRP – cruciale per la malattia. Una sorta di vaccino contro il dolore. I dati sembrano promettenti».
Il San Raffaele Pisana sarà uno dei primi centri al mondo a iniziare nel prossimo febbraio una sperimentazione clinica con tali anticorpi che sulla base dei dati preliminari appaiono efficaci, sicuri, tollerati e semplici da usare (una iniezione sottocutanea al mese per alcuni mesi). «Ma il secondo passo spetta alle istituzioni – conclude Barbanti – il dolore, così come stabilito dalle legge 38, deve essere riconosciuto, studiato e sempre curato. Questa bella speranza è ancora oggi spesso pesantemente disattesa».

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »