Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 318

Archive for 27 ottobre 2015

Premio Napoli per la lingua e la cultura italiana

Posted by fidest press agency su martedì, 27 ottobre 2015

serena vitaleNapoli dal 28 ottobre all’11 dicembre 2015 Serena Vitale, Roberto Paci Dalò, Bianca Pitzorno e Paolo Poli – saranno protagonisti di una rassegna di incontri pubblici a ingresso libero in diversi luoghi della città per testimoniare la bellezza della lingua italiana in tutte le sue declinazioni, dal teatro sperimentale a quello comico, dalla letteratura per l’infanzia all’arte della traduzione. Nel segno del primo e unico riconoscimento italiano consegnato a personalità che si distinguono per il loro contributo alla lingua e alla cultura, indipendentemente dalla produzione eminentemente letteraria. “Da quando è diventato un premio culturale, sostanzialmente l’unico del nostro Paese – afferma il presidente della Fondazione Premio Napoli Gabriele Frasca – il Premio Napoli ha innanzitutto contribuito a far saltare gli steccati disciplinari e settoriali. Un premio che si prefigge di dare un giusto riconoscimento a chiunque difenda e diffonda la cultura italiana non può essere miope, e limitarsi a setacciare il campicello sempre più stento del mercato editoriale nazionale. Quest’anno il Premio è dedicato a Ernesto De Martino e Mario Pomilio, due grandi figure della cultura europea, prima ancora che italiana e partenopea”.
Prima tappa con Serena Vitale (28 – 30 ottobre 2015)La scrittrice e traduttrice Serena Vitale sarà al centro di una conferenza/confessione al Convento di San Domenico Maggiore mercoledì 28 ottobre (evento aperto al pubblico, ingresso gratuito – ore 18 – piazza San Domenico Maggiore, 8), giovedì 29 parlerà agli studenti del liceo classico “Garibaldi” mentre venerdì 30 incontrerà i detenuti del Centro Penitenziario di Secondigliano.
Erede della migliore tradizione italiana di slavistica, Serena Vitale utilizza inizialmente la traduzione come pratica di conoscenza della cultura russa attraverso alcune delle sue figure centrali per aprire un varco di contatto con la cultura italiana. Ciò la porta a individuare una sorta di processo mimetico che scatta con una ristretta selezione di autori di cui offre non solo traduzioni e saggi, ma anche ricostruzioni biografiche e storie (esempio più alto di questo scambio simpatetico è stata la Cvetaeva). In parallelo, al di là delle traduzioni e della saggistica, prende corpo anche una sorta di autoriflessione: il rapporto con il mondo slavo vissuto con la frequenza della passione e dell’amore, ma anche con la costanza della disciplina porta a narrazioni, dove lo sguardo dell’autrice alterna l’Italia e la Russia raccontando, costruendo e decostruendo la sua biografia intellettuale ma anche quella italiana letta finalmente al centro degli scambi internazionali. Una storia culturale tanto esemplare quanto avventurosa.
Dopo Serena Vitale sarà la volta di Roberto Paci Dalò che dall’11 al 12 novembre incrocerà gli studenti dell’Accademia di Belle Arti per una lezione/concerto, terrà una conferenza al Museo Nitsch e incontrerà i detenuti del Centro Penitenziario di Secondigliano. A seguire sarà Bianca Pitzorno a confrontarsi con il pubblico partenopeo con un doppio incontro alla Fondazione Quartieri Spagnoli “Foqus” il 25 novembre e, il giorno successivo, una lezione con gli ospiti della Casa circondariale di Poggioreale. Anche Paolo Poli farà tappa al Carcere di Secondigliano il 10 dicembre. Gli incontri pubblici saranno tutti introdotti e moderati dal giornalista e scrittore Piero Sorrentino.
La cerimonia finale è in programma venerdì 11 dicembre 2015 all’Auditorium della Rai di Napoli. In occasione della cerimonia, come ormai da prassi, la Fondazione Premio Napoli offre alla città uno spettacolo che vede coinvolto uno degli artisti insigniti (l’ingresso è gratuito fino a esaurimento posti). Quest’anno, in via eccezionale, gli spettacoli saranno due. Ad aprire la serata sarà “Fronti”, di Roberto Paci Dalò che evoca atmosfere e tracce di un conflitto devastante, quello della Grande Guerra, in chiave singolare tra cori, musica elettronica dal vivo, estratti da film originali provenienti da rari materiali in pellicola dell’epoca. Chiuderà l’evento Paolo Poli con un uno dei suoi diverenti recital. A partire da quest’anno anche il Premio Napoli avrà una sua “statuetta” da consegnare ai vincitori: si tratta di “Partenope”, opera del maestro Quintino Scolavino. I manifesti saranno corredati quest’anno da un disegno di Carmine Rezzuti, anch’esso ispirato al tema della “sirena bicaudata”, diventata l’immagine simbolo del Premio. Cura la comunicazione visiva delle iniziative del Premio Napoli la fotografa Monica Biancardi. (foto: serena vitale)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Come parlare con gli ammalati?

Posted by fidest press agency su martedì, 27 ottobre 2015

Bergamo convegno del 31 ottobre al Centro Congressi Azienda Ospedaliera Papa Giovanni XXIII. La Fondazione di ricerca Ospedale Maggiore (From), l’Ospedale Papa Giovanni XXIII con il sostegno della Fondazione Menarini, promuovono un meeting che vuole pconvegnorendere atto di come sono cambiati i pazienti, che non delegano più le decisioni sulla propria salute ai tecnici, ma si informano, spesso su Internet; confrontano professionisti, centri e terapie; propongono soluzioni e priorità.Gli operatori dal canto loro si trovano a vivere in un contesto profondamente cambiato, senza che la formazione universitaria ne tenga conto. Allora ben venga una giornata di riflessione e scambio, che sottolinei l’importanza di parlare (e ascoltare!) gli ammalati, anche cercando di capire se e come si possa imparare a farlo bene.
Non si tratta di umanizzazione, brutto termine che sembra sottintendere che finora cura e assistenza fossero disumane. Prendere atto dei cambiamenti in corso, delle soluzioni messe in campo e di quello che resta da fare perché il colloquio – ma sarebbe meglio dire dialogo – tra medico e paziente non assomigli più a quello tra Renzo e l’Azzeccagarbugli.Sul tema interverranno, stimolati da Giuseppe Remuzzi, medici, infermieri, psicologi, anche l’ex ministro Fabio Mussi, in dialogo con il pubblico presente, cittadini, studenti, associazioni. Emilio Zanetti, vicepresidente From, ha sottolineato: “L’innovazione riguarda anche il modo di rapportarsi con i malati. La ricerca serve a fare le cose in modo nuovo, migliore e questo vale anche per gli aspetti di relazione. Una realtà come la nostra, che ha un forte legame con la città e il territorio, non può che appoggiare questa iniziativa”.
Giuseppe Remuzzi, Direttore del Dipartimento di Medicina, ha raccontato della madre di un paziente, che, dopo aver approfondito in Internet le possibili terapie per il figlio affetto da malattia rara, scrisse una mail al medico curante: “Forse potremmo incontrarci e parlarne”. Quello che il New England Journal of Medicine chiama “the changing task of medicine”, la sfida della medicina che cambia, è tutto qua, in questo “potremmo trovarci e parlarne”. Una delle sfide più grandi è quella di parlare con gli ammalati e sapersi spiegare. All’Università a parlare agli ammalati non te lo insegna nessuno. E un bravo medico deve anche saper ascoltare per poi suggerire le soluzioni e i vantaggi e i rischi. E se una cosa non la sa fare lui, ti manda dalla persona giusta, senza connotazioni affettive o caritatevoli però, perché oggi è l’ammalato l’artefice vero del suo guarire. Un po’ come dal barbiere – irriverente se volete ma rende l’idea – quasi nessuno di quelli che ci vanno dice “faccia lei”. I più vogliono i capelli così, la messa in piega cosà, il barbiere consiglia, ma si decide insieme”.
Tiziano Barbui, direttore scientifico di From ha concluso: “La medicina è cambiata, sono cambiati i pazienti, è cambiato il modo di curare, che è sempre più multidisciplinare e sempre più dipendente dalla tecnologia. Per questo è necessario ripensare il rapporto con gli ammalati, perché al centro resti la persona di cui dobbiamo prenderci cura e la relazione con chi se ne deve occupare”. (foto: convegno)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Teatro: “Il male dentro”

Posted by fidest press agency su martedì, 27 ottobre 2015

alberto buccoliniRoma dal 29 ottobre al 1 novembre Teatro Elettra Via Capo d’Africa 32 sala di via Capo d’Africa approda il bel testo “Il male dentro”, presentato dalla Compagnia Cuori & Picche per la regia di Alberto Buccolini. In scena Ylenia Assogna, Roberto Luigi Mauri, Alberto Buccolini, Fulvio Filoni e Monica Carpanese.
La Seconda Guerra Mondiale è appena finita. Massimo, uomo dai metodi spicci, è immischiato in traffici tutt’altro che limpidi. Del resto la vita deve ricominciare e non si possono avere scrupoli di sorta. Tutto è calcolato e ben organizzato, gli affari filano lisci fino a che, un giorno, si accorge di essere seguito per la strada da due figure, un uomo e una donna. Due vecchie conoscenze che verranno a presentargli il conto di un passato che è lungi dall’essere dimenticato.
Tema predominante dello spettacolo il tradimento. Tradimento anzitutto di un’amicizia che si credeva profonda e sincera e che si rivela invece falsa e opportunista. E che sfocia in una vendetta fredda, calcolata ma che, come tutte le vendette, non sana e non consola. Euro 10 intero-8 ridotto + tessera (foto: alberto buccolini)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Diabetologi: come curare risparmiando “Ecco le 8 aree dove ridurre la spesa”

Posted by fidest press agency su martedì, 27 ottobre 2015

retinopatia diabeticaContinua lo studio delle aree di intervento per la ‘spending review’ dei diabetologi ‘a casa loro’, senza aspettare la scure dei tagli lineari alla cieca. In un’analisi accurata e approfondita Enzo Bonora, presidente della Società Italiana di diabetologia (SID) indica in quali settori è possibile ottenere risparmi consistenti. “Anche noi diabetologi abbiamo delle proposte da fare – precisa il professor Bonora – concrete e, soprattutto, quantificabili.
Sono 8 le aree d’intervento che abbiamo individuato nel nostro lavoro quotidiano:
Ottimizzazione dell’autocontrollo glicemico domiciliare;
Corretta istruzione dell’esecuzione della terapia insulinica per evitare spreco di insulina con la dose test che precede l’iniezione;
Prevenzione delle lipodistrofie nei pazienti insulino-trattati;
Prevenzione delle ipoglicemie con una scelta oculata dei farmaci anti-diabetici;
Uso efficace delle varie opportunità offerte del ricco armamentario terapeutico;
Appropriatezza nella prescrizione di esami di laboratorio e strumentali (propria e indotta);
Prevenzione del ‘piede diabetico’;Riduzione della durata della degenza delle persone con diabete.Ecco dunque le 8 ‘operazioni’ che il diabetologo deve mettere in pratica per risparmiare:
Operazione ‘Strisce appropriate’ – Prescrivendo un appropriato e individualizzato numero di controlli glicemici domiciliari su base nazionale si possono risparmiare circa 30 milioni di euro ogni anno;
Operazione ‘Un click solo’ – Con 1 solo click invece che 2 click con la dose test nelle circa 500 milioni di iniezioni all’anno che vengono fatte in Italia a 750 mila diabetici si ridurrebbe il consumo di insulina di 500 milioni di unità, determinando un risparmio di circa 19 milioni di euro ogni anno;
Operazione ‘Cerca la bozza’ – Verificando l’esistenza di zone di lipodistrofia ed evitando le iniezioni in tali zone fino alla loro scomparsa si può ridurre il consumo di insulina in Italia almeno del 5% – se non oltre – pari ad una riduzione minima di 550 milioni di unità e ad un risparmio di circa 21 milioni di euro ogni anno;
Operazione ‘No ipoglicemia’ – Circa 5.000 ricoveri all’anno in Italia sono causati da sulfoniluree o glinidi su circa 15 mila accessi al Pronto Soccorso (di cui circa 7.500 preceduti da una chiamata del 118). Eliminare 7.500 uscite del 118 per ipoglicemia da sulfonilurea o glinide farebbe risparmiare circa € 3,75 milioni; inoltre eliminare 15 mila accessi al Pronto Soccorso per ipoglicemia da sulfonilurea o glinide farebbe risparmiare circa € 22,5 milioni; eliminare 5 mila ricoveri per ipoglicemia da sulfonilurea o glinide farebbe risparmiare circa altri € 15 milioni. In totale senza queste ipoglicemie nei pazienti non insulino-trattati il risparmio sarebbe circa € 41 milioni ogni anno.Operazione ‘Guarda la convenienza’ – In Italia ci sono circa 200 mila diabetici di tipo 2 che fanno terapia insulinica basal-bolus: non meno di un quarto di questi (circa 50 mila) potrebbe essere trattato con insulina basale + inibitore DPP-4 oppure inibitore SGLT-2 oppure GLP-1 RA. Il risparmio medio per ogni soggetto sarebbe di circa € 700 all’anno: in totale con una terapia di pari efficacia si potrebbe realizzare un risparmio di € 35 milioni per anno.
Operazione ‘L’esame serve davvero?’ – Riflettendo sulla opportunità o meno di prescrivere esami di laboratorio e attenendosi alle linee-guida nazionali si potrebbero risparmiare oltre € 60 milioni di euro ogni anno.
Operazione ‘Guarda prima i piedi’ – Nel corso della vita circa il 15% delle persone con diabete sviluppa un problema ai piedi. Le lesioni ai piedi più gravi sono quasi tutte evitabili con semplici norme igieniche e interventi di screening delle situazioni a rischio (spesso basterebbe aver guardato e agito con tempestività). La spesa nazionale per curare solo le lesioni più gravi ai piedi e che richiedono ricovero in ospedale ammonta a oltre € 100 milioni all’anno: dimezzare questi ricoveri guardando più spesso i piedi dei diabetici determinerebbe un risparmio di circa € 50 milioni per anno.
Operazione ‘Accorcia la degenza’ – La prescrizione da fare è solo quella… di una consulenza diabetologica! Un diabetologo ‘chiavi in mano’ costa circa 80 mila euro all’anno e può fare ogni anno circa 5 mila consulenze a diabetici ricoverati: le circa 2,4 milioni di consulenze necessarie per i circa 1,2 milioni di diabetici ricoverati in Italia (in media ed idealmente 2 consulenze per paziente per ricovero) richiederebbero circa 500 ulteriori diabetologi da immettere nella rete italiana, che costerebbero circa € 40 milioni ogni anno. Per risparmiare € 1 miliardo si devono investire € 40 milioni dei 257 milioni risparmiati dai diabetologi. “Perché non si fa?”
“Certo – conclude il presidente Bonora – i 257 milioni di euro risparmiabili vengono dalla somma delle prime 7 voci, largamente a portata di mano dei diabetologi. Per l’ultimo punto, quello dell’accorciamento delle degenze che porterebbe al maggiore risparmio, serve un investimento da parte di chi organizza la sanità delle Regioni. Ma i soldi necessari li avrebbe dai risparmi ottenuti, e gliene rimarrebbero una gran parte per altri interventi nell’area della diabetologia. E anche al di fuori di essa. Se poi veramente si mettesse in pratica l’intervento sulla durata delle degenze il risparmio sarebbe così ingente da permettere operazioni di ben più ampio respiro”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Teatro: Perla, la Santa, la Regina, la Strega

Posted by fidest press agency su martedì, 27 ottobre 2015

perlaRoma (Testaccio) via Nicola Zabaglia 42 dal 27 ottobre all’8 novembre da martedì a sabato ore 20.45, domenica ore 18.00 Perla, la Santa, la Regina, la Strega è una trilogia che mette di fronte allo spettatore tre personaggi femminili, omicide “per istinto di sopravvivenza”. Si chiamano Perla, tutte e tre, nome che evoca la bellezza, la rarità, l’essere prezioso, ma che, contemporaneamente, richiama la resistenza di una materia forte, solida. Queste donne sfilano nell’aula di un tribunale, le troviamo a giudizio accusate di aver commesso un delitto. Hanno ucciso chi ha agito per impedire la realizzazione dei loro obiettivi, o meglio delle loro vocazioni: la realizzazione di loro stesse.
Ma il vero crimine, che si oppone loro, è di aver travalicato lo “specifico femminile”, di aver occupato una posizione di supremazia in feudi tradizionalmente maschili: l’amministrazione del rapporto con il trascendente, il potere politico, il sapere scientifico. Eppure nessuna di loro prova sensi di colpa (sentimento femminile per eccellenza).Al pubblico l’onere del giudizio.
L’allestimento dello spettacolo è itinerante, il pubblico si muove tra le sale del teatro guidato da figure oniriche. Lo spettacolo è sganciato da riferimenti spazio-temporali netti, per questa ragione il terzo monologo, più facilmente riconducibile a un contesto preciso, è scritto in una lingua di invenzione, una lingua onomatopeica e intuitiva. (foto: perla)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Premio Ponchielli 2004-2014: 10 fotografi 10 storie 10 anni

Posted by fidest press agency su martedì, 27 ottobre 2015

Firenze via San Zanobi 19r fsmgallery inaugurazione venerdì 30 ottobre ore 18 e la mostra “10 fotografi 10 storie 10 anni. Premio Ponchielli 2004-2014” a cura del G.R.I.N. (Gruppo Redattori Iconografici Nazionale) sarà visitabile fino al 30 novembre 2015 dal lunedì al sabato con orario 15/19, o su appuntamento.Il premio venne istituito nel 2003 dal G.R.I.N. per ricordare Amilcare G. Ponchielli, uno dei primi photo editor italiani; a partire dall’anno successivo e per i dieci anni a seguire una giuria nominata dal G.R.I.N. e costituita dal direttore di un periodico, un fotogiornalista, tre propri membri e i rappresentati degli sponsor, ha assegnato il premio al miglior progetto fotogiornalistico allo scopo di sostenere e valorizzare il lavoro della giovane fotografia italiana. I vincitori delle prime dieci edizioni del premio Amilcare G. Ponchielli, i cui progetti saranno esposti alla Fondazione Studio Marangoni, sono:
premio ponchielliAlessando Scotti con De Narcoticis, Atlante del narcotraffico (2004)
Giorgia Fiorio con Il dono (2005)
Massimo Siragusa con Tempo libero (2006)
Lorenzo Cicconi Massi con Fedeli alla tribù (2007)
Paolo Woods con Farwest cinese (2008)
Martina Bacigalupo con Umumalayika (2009)
Andrea Di Martino con La messa è finita (2010)
Guia Besana con Baby Blues (2011)
Tommaso Bonaventura e Alessandro Imbriaco con Corpi di reato (2012)
Fabio Bucciarelli con Battle to Death (2013)
Accompagna la mostra il libro dal titolo omonimo pubblicato da Contrasto con il sostegno di GTech, testi di Mariateresa Cerretelli, Mariuccia Stiffoni Ponchielli, Michele Smargiassi, Giovanna Calvenzi, Carlo Verdelli, Valeria Corbetta, Renata Ferri, Andrea Monti, Paolo Pietroni, Giovanni De Mauro, Michele Lupi, Giuseppe Di Piazza, Mario Calabresi e Ferruccio de Bortoli.
(formato 19×20,5cm, pagine 224, immagini 136 in b/n e a colori, prezzo 24,90 € – – prezzo in mostra 20,00 €) (foto: premio ponchielli)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Franco Buffoni en “Poemad. Festival de Poesía de Madrid”

Posted by fidest press agency su martedì, 27 ottobre 2015

buffoniMadrid dal 29 ottobre al 31, presso il Centro Culturale Conde Duque, dalle 18:30 h. (Ingresso libero fino a esaurimento dei posti), sarà presentata l’editoria digitale Musa sponsorizzata dalla Fondazione Mapfre Aquae, con la collaborazione del Centro Cultural Conde Duque, l’Istituto Italiano di Cultura di Madrid, Loewe Fondazione Iberostar Las Letras Gran Via e da altre importanti istituzioni.
PoeMad ancora impegnata lo scorso anno per favorire l’incontro degli autori emergenti diventa un’icona da portare all’attenzione degli autori internazionali provenienti da Italia, Messico, Colombia e Cile. L’obiettivo è quello di fornire una panoramica delle diverse correnti che convivono nella poesia contemporanea, e mostrare la natura multidisciplinare di un genere che si collega senza soluzione di continuità con l’eclettico, spirito inquieto e l’apertura di una città come Madrid.
Il 29 ottobre, alle ore 20.00 PoeMad apre, quindi, le sue porte alla poesia italiana e il Centro Cultural Conde Duque, e franco buffonidove il poeta Franco Buffoni, traduttore e docente di Teoria della Letteratura e Letterature Comparate presso l’Università degli Studi di Cassino, presenterà il concerto “Verra poesia e Avrà i Tuoi occhi”, accompagnato da Laura Pugno, direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Madrid e con la traduzione delle poesie di Juan Carlos Reche.
PoeMad cerca, quindi, di affermarsi come un evento di richiamo capace di difendere l’esperienza e l’efficacia della poesia, da tutte le correnti di pensiero con incontri e dibattiti. Presenteranno il festival l’attrice Eliana Sanchez e il professor Mª Angeles Naval (Professore presso il Dipartimento di Filologia Spagnola spagnola Etnia -Literaturas Università di Saragozza). (foto: buffoni)

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Quale welfare per gli italiani del Nord America? La previdenza sociale a cavallo tra due mondi”

Posted by fidest press agency su martedì, 27 ottobre 2015

montrealMontreal (Canada) Il Convegno, si terrà, il 29 ottobre prossimo, presso il “Centro Leonardo da Vinci”, introdotto dall’on. FitzGerald Nissoli, dall’Ambasciatore italiano in Canada, Gian Lorenzo Cornado, dal Console Generale, Enrico Padula, e dal Presidente del Comites, Giovanna Giordano e vedrà la partecipazione del dott. Giuseppe Conte (Direttore D.C. Convenzioni Internazionali e Comunitarie – INPS), del dott. Salvatore Ponticelli (Vicario D. C. Convenzioni Internazionali e Comunitarie – INPS), dell’On. Pierpaolo Vargiu, già Presidente della Commissione Affari sociali della Camera, e dell’On. Salvatore Matarrese.
“L’obiettivo – ha detto l’On. Nissoli – è quello di fare il punto sulla situazione della previdenza italiana in Canada e di attivare un confronto tra le Istituzioni, gli operatori e i diretti interessati al tema della previdenza.
Infatti, dopo le relazioni vi sarà un dibattito, moderato da Giovanni Rapanà, in cui i dirigenti INPS potranno dare adeguate risposte ai domande del pubblico”.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovo record del mondo di volo in parapendio: 514 chilometri!

Posted by fidest press agency su martedì, 27 ottobre 2015

frank-brownTre piloti brasiliani, Frank Thoma Brown, Marcelo Prieto e Donizete Baldessar Lemos hanno stabilito il nuovo record mondiale di distanza di volo in parapendio, ben 514 chilometri. Il precedente, 503 chilometri toccati in Sud Africa da Nevil Hulett, resisteva dal 2008. Teatro dell’impresa il nord est del Brasile, esattamente dove si trova la punta più orientale delle Americhe, con le città di Natal e Fortaleza
affacciate sull’Atlantico. Parapendio e deltaplani per reggersi in aria sfruttano le masse d’aria ascensionali scaturite dall’irraggiamento solare del territorio e le correnti dinamiche provocate dall’azione del vento sui rilievi montani. Seguendo queste leggi inviolabili del volo libero, cioè senza motore, i tre piloti sono decollati uno dopo l’altro alle 7 e 45 da Tacima, un paesino nell’entroterra dello stato di Paraìba, circa 100 km da Natal, per dirigersi verso nord ovest. Hanno toccato terra nei pressi di Lagoa do Mato nello stato del Cearà dopo undici ore di volo. Il terzetto era equipaggiato con ali perforanti che sfiorano i 70 km/h di velocità massima, sellette integrali, GPS ed altra strumentazione. Due auto li seguivano da terra ed un elicottero era in allerta nel caso di atterraggi in zone non raggiunte da strade. Infatti, nel volo libero può accadere che il pilota non trovi condizioni favorevoli per guadagnare deltaplanonicole-fedele-argentinaquota e, con essa, proseguire il volo. In tal caso sarà obbligato ad atterrare dove si trova, suo malgrado. Se il record mondiale maschile di distanza in parapendio passa ai piloti verde-oro, resiste in azzurro quello femminile, 377 chilometri, stabilito dalla friulana Nicole Fedele nel 2013, ancora una volta in Brasile, salvo che riesca a migliorarlo in questi giorni, visto che è tornata con questo intento nel paese sud americano, a Quixadà. Nel frattempo, anche loro con il proposito di battere il nuovo record, il 30 ottobre altri sette italiani attraverseranno l’oceano. L’avventura passa sotto il nome di Project +500 ed è nata dalla mente di Moreno Palmesan, pilota trentino che ha coinvolto i compagni Luigi Grandi, Giulio Michelin, Paolo Grigoletto di Vicenza, Lorenzo Zamprogno e Claudio Mancino di Treviso e Eric Galas anch’egli di Trento. Anche loro hanno scelto Tacima come base di partenza per poi seguire i rilievi verso nord ovest. Oltre ad attrezzatura adeguata, per il successo sono fondamentali preparazione fisica e mentale, alimentazione appropriata, i liquidi in particolare, ampiamente consumati durante le lunghe permanenze in volo, ed infine il favore della meteo. (foto: frank-brown, deltaplano, nicole-fedele-argentina)

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Cuntu, cantu e n’cantu”

Posted by fidest press agency su martedì, 27 ottobre 2015

Eugenio_Bennatoalfio anticoCastellammare del Golfo il 31 ottobre e l’1 novembre “Cuntu, cantu e n’cantu” Eugenio Bennato, Alfio Antico, i Lautari i Bottega Retrò e tanti artisti di strada. Il 31 ottobre e l’1 novembre a Castellammare del Golfo, per esaltare le tradizioni, la cultura e l’arte. Ad organizzarlo, il comune di Castellammare del Golfo, da un’idea di Antonio Enea, Rosanna Fasullo, Maria Tesè e Cocò Gulotta. Così nelle due serate, dalle 19 alle 23, si potranno assistere a spettacoli di lettori-cuntisti, trampolieri, maghi, teatranti e artisti, lungo l’ambiente urbano compreso tra Villa Margherita, corso Bernardo Mattarella e corso Garibaldi.
Alle 23 prenderanno il via i concerti. Il 31 ottobre toccherà a Eugenio Bennato con i Taranta Power, progetto che ha come obiettivo la diffusione nazionale, ma soprattutto internazionale, della Taranta, da intendersi come ballo e come stile musicale appartenente al mondo Mediterraneo ma con un forte carattere italiano. Ad anticiparli saranno i Bottega Retrò, ovvero l’attore e cantautore Cocò Gulotta e il chitarrista e compositore Al Di Rosa, accompagnati da Romina Denaro al contrabbasso, Giampaolo Terranova alla batteria ed Egidio Eronico al violoncello. Al centro della scaletta i brani del loro repertorio di Teatro-Canzone.
i lautariDomenica 1 novembre, sempre alle 23, a intrattenere il pubblico penserà Alfio Antico, ovvero il percussionista e cantante italiano, tra i maggiori interpreti europei della tammorra, ovvero il tamburo a cornice costituito da una membrana di pelle d’animale. Tra le persone con cui ha collaborato in passato: Peppe Barra, Tullio De Piscopo, Edoardo Bennato, Lucio Dalla, Fabrizio De André, Roberto Carnevale, Renzo Arbore e la sua Orchestra Italiana, Eugenio Bennato. Seguiranno i Lautari, lo storico gruppo catanese di musica folk, capace di riadattare la musica tradizionale siciliana al suono moderno
«Il progetto culturale – spiegano gli organizzatori – intende miscelare tre elementi della tradizione popolare siciliana, che sono il cunto, il canto e l’incanto in una manifestazione eterogenea. Il cuntu è stato da secoli trasmesso dai cantastorie, cuntastoria e cuntisti, che in Sicilia hanno una grande tradizione, che si riscontra anche nella parlata tipica. Il canto siciliano, è espressione della vita quotidiana, dei lavori e della preghiera, legata anche a balli tipici. L’Incanto è l’arte della magia e dello stupore rappresentato dalle moltitudini di artisti di strada presenti in Sicilia che con le varie arti circensi, magiche e di giocoleria stupiscono i passanti».

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Justice and Home Affairs topics in committee and in plenary this week

Posted by fidest press agency su martedì, 27 ottobre 2015

On 26 October, Civil Liberties Committee MEPs will discuss with the Commissioner for justice, Consumers and Gender Equality, Věra Jourová, the Commission’s views on the judgement in case C-362/14 Maximilian Schrems v Data Protection Commissioner of the EU Court of Justice of 6 October (“Safe Harbour”), as well as what the Commission is planning to do next. (Monday, 19.30 – 21.00) The meeting will be webstreamed here.
On 27 October, the Civil Liberties Committee and the Budgets Committee will have a joint meeting to discuss the current state of play on the budgetary challenges and the current migration situation with the Commissioner responsible for Budget and Human Resources, Kristalina Georgieva, and the Commissioner for Migration, Home Affairs and Citizenship, Dimitris Avramopoulos.The Commissioners will present additional measures in response to the refugee crisis not foreseen in the Commission’s initial draft budget proposal for 2016. These include increased emergency funding for the most affected Member States, additional funding for Frontex, EASO and Europol, as well as increased humanitarian funding. The proposal also covers support measures for the agricultural sector following the extension of the Russian embargo. (Tuesday, 14.15 – 15.45) The joint meeting will be webstreamed

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Halloween. Lo scherzetto del diavolo”

Posted by fidest press agency su martedì, 27 ottobre 2015

università europea romaRoma giovedi 29 ottobre, ore 16, all’Università Europea di Roma, Via degli Aldobrandeschi 190 presentazione del libro di don Aldo Buonaiuto, sacerdote esorcista, L’ingresso è libero.La moda di Halloween è diventata sempre più invadente. Fino a qualche anno fa, era conosciuta soltanto attraverso qualche film o fumetto americano. Oggi, con l’avvento di Internet e la moltiplicazione dei mass media, il fenomeno ha oltrepassato i confini e si è diffuso in tanti Paesi, anche di tradizione cristiana. Le vetrine delle pasticcerie e i negozi di giocattoli sono invasi da oggetti, costumi e pupazzi legati a questa ricorrenza, ben più “oscura” e pericolosa di una festa modaiola.
Quali sono i possibili rischi e i significati nascosti di Halloween, soprattutto per i giovani? Don Aldo Buonaiuto, sacerdote esorcista, coordinatore del Servizio AntiSette della Comunità Papa Giovanni XXIII fondata da don Oreste Benzi, ha dedicato all’argomento un libro dal taglio storico-sociale antropologico: “Halloween. Lo scherzetto del diavolo” (edizioni Sempre Comunicazione, € 10,00).
Sarà presentato giovedì 29 ottobre 2015, dalle ore 16,00, all’Università Europea di Roma, via degli Aldobrandeschi 190. L’ingresso è libero. Insieme all’autore interverranno: Mons. Matteo Maria Zuppi, Vescovo ausiliare della Diocesi di Roma, Padre Francesco Bamonte, Presidente Associazione Internazionale Esorcisti, dott. Giuseppe Ferrari, Segretario nazionale del Gruppo di Ricerca e Informazione Socio-religiosa (Gris), dott. Mario Landi, Coordinatore nazionale del Rinnovamento dello Spirito e Carlo Climati, giornalista e scrittore, impegnato nel campo delle tematiche giovanili. Modera: dott. Angelo Perfetti, giornalista, direttore editoriale “interris.it”. Porterà il Saluto all’Assemblea il Magnifico Rettore dell’Università Europea di Roma, Padre Luca Gallizia LC.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Miglior Racconto Fantastico

Posted by fidest press agency su martedì, 27 ottobre 2015

non di solo paneLucca Venerdì 30 ottobre, dalle 16:00, presso la Sala “Giovanni Ingellis” di Lucca Games, si svolgerà la premiazione del XXI Trofeo RiLL per il Miglior Racconto Fantastico, bandito dall’associazione RiLL – Riflessi di Luce Lunare.Il Trofeo RiLL è uno dei più importanti concorsi letterari italiani per racconti fantastici:possono partecipare storie fantasy, horror, di fantascienza e, in generale, qualunque racconto sia (per trama e/o personaggi) “al di là del reale”. A ciascuna delle edizioni più recenti del Trofeo RiLL hanno partecipato circa 250 racconti (297 nel 2015), inviati soprattutto dall’Italia, ma anche dall’Australia, gli USA, il Giappone, l’Uruguay e i paesi dell’Unione Europea.
Dal 1994 la cerimonia finale del Trofeo RiLL ha luogo al festival internazionale Lucca Comics & Games, che segna quindi per RiLL la chiusura di un anno di attività ed è l’occasione per proporre le nuove iniziative associative.Durante la cerimonia finale del XXI Trofeo RiLL sarà presentata l’antologia “Non di solo pane e altri racconti dal Trofeo RiLL e dintorni”, tredicesima uscita della collana “Mondi Incantati” (ed. Wild Boar), che pubblica ogni anno i migliori racconti del Trofeo RiLL e di SFIDA, e che è realizzata col patrocinio di Lucca Comics & Games. Inoltre, il volume contiene quest´anno una sezione speciale, con i racconti vincitori di cinque premi letterari banditi all’estero e dedicati al fantastico: l’Aeon Award Contest, Irlanda; il James White Award, Regno Unito; il premio Visiones, Spagna; il Nova Short Story Competition, Sud Africa; l’AHWA Flash & Short Fiction Competition, Australia. Dal 2013 RiLL porta avanti il progetto RiLL Europe: una serie di gemellaggi con altri concorsi letterari europei, i cui racconti vincitori vengono pubblicati su “Mondi Incantati”. L’interesse suscitato
dall’iniziativa ha spinto RiLL ad allargarne la portata, e quindi per il 2015 RiLL Europe diventa RiLL World Tour, grazie alle nuove collaborazioni con la Science Fiction and Fantasy South Africa (SFFSA) e l’Australian Horror Writers Association (AHWA). “Non di solo pane e altri racconti dal Trofeo RiLL e dintorni” è un’antologia di quindici racconti, per arrivare senza fatica, senza passaporto e senza visto d’ingresso oltre i confini della fantasia e dell’ignoto, oltre la frontiera fra il mondo visibile e quello invisibile. Aprono il volume i cinque racconti premiati del XXI Trofeo RiLL, scelti dalla giuria del concorso, composta da scrittori, giornalisti, accademici e autori di giochi: Vincitore del XXI Trofeo RiLL: “Non di solo pane”, di Davide Camparsi (Verona) Un racconto sorprendente, soffuso di poesia, che stempera i momenti più intensi e drammatici con una lieve e mai banale ironia. Affronta in maniera convincente e per nulla
dottrinale temi molto delicati come il libero arbitrio, il rapporto con Dio e l’accettazione del Male.
Secondo Classificato: “La notte che bruciammo la Croma”, di Massimiliano Malerba (Roma) Un riuscito racconto di fantascienza, insieme omaggio e tradimento del Cyberpunk di William Gibson, qui rivisitato sullo sfondo di una Roma post-apocalittica, ma ancora popolata di bande criminali e che mantiene i suoi proverbiali tratti di sciatteria generalizzata.
Terzo Classificato: “Quelli dell’impianto”, di Luigi Rinaldi (Nettuno, Roma) Un racconto ben costruito e dall’ottimo ritmo. Le disavventure dei protagonisti (una sgangherata coppia di idraulici del futuro) sono narrate mischiando abilmente avventura, umorismo, romanticismo ed erotismo.
Quarto Classificato: “Notte stellata”, di Antonella Mecenero (Briga Novarese, Novara) Una ghost-story che mischia politica e fantastico, tratteggiando inoltre con molta cura i diversi personaggi. Condotto con mano sicura, ha un finale inaspettato e per questo particolarmente
apprezzabile.
Quinto Classificato: “Draco dormiens”, di Giorgia Cappelletti (Trento) Un originale racconto fantasy ambientato in una realtà molto vicina alla nostra. Riesce a mettere insieme in modo efficace elementi “alla Indiana Jones” e creature fantastiche come i
draghi.
Parteciperanno alla premiazione due giurati del Trofeo RiLL: Andrea Angiolino (autore di giochi e giornalista) e Beniamino Sidoti (giornalista e docente di scrittura creativa). (foto: non di solo pane)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

UN70: festeggia anche UNIFIL, Generale Portolano, grande traguardo

Posted by fidest press agency su martedì, 27 ottobre 2015

UN70NAQOURA (LIBANO) Anche UNIFIL festeggia UN70: “Il 70° anniversario è un grande traguardo per le Nazioni Unite e per tutti noi”, ha detto il Generale Luciano Portolano in apertura della cerimonia, tenutasi questa mattina presso il quartier generale della missione UNIFIL, per celebrare la Giornata delle Nazioni Unite. Rivolgendosi ai peacekeepers e alle locali autorità militari, civili e religiose, intervenute per l’occasione, il GENERALE PORTOLANO, Head of Mission e Force Commander di UNIFIL, ha richiamato gli ideali contenuti nel preambolo della Carta della Nazioni Unite. Quegli stessi valori che gettarono le basi per un futuro in cui le giovani generazioni fossero salvate dal flagello della guerra, riaffermando la fede nei diritti fondamentali dell’uomo, la giustizia ed il progresso sociale, nel contesto di una più ampia libertà.
“Il mondo si trova a fronteggiare numerose crisi e i limiti dell’azione internazionale collettiva sono evidenti. Nessun Paese o organizzazione può affrontare le sfide odierne da solo” ha detto il Generale, ricordando le parole del Segretario Generale Ban Ki-moon. “Il successo della missione ONU in Libano è il risultato di un costante processo che vede UNIFIL, il Governo libanese, le Forze Armate e di Sicurezza del Paese, le autorità religiose e la popolazione locale lavorare insieme per il raggiungimento del medesimo fine: la pace e la stabilità del Libano, per il bene di tutti ma soprattutto a favore delle generazioni future”.
Istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite con la Risoluzione 168 del 31 ottobre 1947, la Giornata delle Nazioni Unite si celebra in tutto il mondo il 24 ottobre. La data scelta segna l’anniversario dell’entrata in vigore, nel 1945, della Carta delle Nazioni Unite. (foto: UN70)

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fine del segreto bancario dei cittadini UE in Svizzera

Posted by fidest press agency su martedì, 27 ottobre 2015

bernaNella votazione di martedì, il Parlamento ha espresso la sua posizione sull’accordo con la Svizzera che rende più difficile per i cittadini UE nascondere al fisco il proprio denaro presso conti bancari svizzeri. Secondo questo accordo, a partire dal 2018, l’Unione europea e la Svizzera si scambieranno automaticamente le informazioni sui conti bancari dei rispettivi residenti. “Non tollereremo che persone fisiche o giuridiche nascondano i propri beni per evitare di pagare le tasse. Ogni volta che qualcuno commette una frode fiscale, sottrae denaro che potrebbe essere speso per l’istruzione o la sanità. Porre fine al segreto bancario è un passo importante nella battaglia contro la frode fiscale e in favore della giustizia fiscale”, ha affermato il relatore Jeppe Kofod (S&D, DK).
La risoluzione è stata approvata con 593 voti a favore, 37 contrari e 58 astensioni.
Nel mese di maggio 2015, l’Unione europea e la Svizzera hanno raggiunto un accordo sulla repressione delle frodi fiscali e dell’evasione fiscale. Lo scambio di informazioni comprende non solo le entrate, come gli interessi e i dividendi, ma anche i saldi e i proventi derivanti dalla cessione di attività finanziarie.L’accordo garantisce che la Svizzera applicherà misure più rigorose, equivalenti a quelle in vigore all’interno dell’UE dal marzo del 2014. Inoltre, l’accordo rispetta lo standard internazionale sullo scambio automatico d’informazioni fiscali su base reciproca promosso dall’OCSE nel 2014.Queste norme mirano a limitare le possibilità per i contribuenti di evitare segnalazioni alle autorità fiscali spostando beni o investendo in prodotti che non ricadono nell’ambito di applicazione dell’accordo.
Le amministrazioni fiscali negli Stati membri e in Svizzera potranno:
identificare in modo corretto e inequivocabile i contribuenti coinvolti
amministrare e rinforzare le leggi fiscali nazionali concernenti situazioni transfrontaliere
valutare la probabilità che un evasione fiscale possa essere commessa
evitare ulteriori indagini non necessarie.
L’UE e la Svizzera devono ora concludere l’accordo per tempo, in modo da consentirne l’entrata in vigore il 1° gennaio 2017. Il Parlamento è solo consultato in questo processo, e l’accordo dovrà anche essere ratificato dal Parlamento svizzero.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »