Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 328

Archive for 5 novembre 2015

Mirko Signorile performs at Jazz Bistro Toronto

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2015

Mirko SignorileToronto Tuesday, November 10, 2015 7:00-8:15pm AND 9:30-10:45pm Istituto italiano di Cultura Jazz Bistro – 251 Victoria St, Mirko Signorile, Apulian pianist, class ’74, is active on the national jazz scene as leader of his own projects and as accompanist. Over the years, he has played with Dave Liebman, Greg Osby, Coung Vu, Enrico Rava, Paolo Fresu, David Binney, Gianluca Petrella, Fabrizio Bosso, Gaetano Partipilo, Roberto Ottaviano, Davide Viterbo. His artistic activity embraces also other arts like cinema, theatre and contemporary dance. His discography includes six albums: “In full life” (Soul Note, 2003), “The Magic Circle” (Soul Note, 2005) and “Clessidra” (Emarcy/Universal, 2009), which has had public and critics acclaim (it was considered the best album for “Argo Jazz”) and has brought to the win of the prestigious Italian Jazz Awards of 2010 for the section “Best Jazz Act”. In 2009 and in 2012 he recorded with Giovanna Carone “Betàm Soul” and “Far Libe”, two recording projects dedicated to the Yiddish music. On 30 November 2012 his last album was produced and released for the label Auand “Piano Series”. The award-winning Jazz pianist will have some fresh material for his Toronto concert off his new album Waiting For You, (available for digital download on November 15).
Mirko Signorile, Apulian pianist, class ’74, is active on the national jazz scene as leader of his own projects and as accompanist. Over the years, he has played with Dave Liebman, Greg Osby, Coung Vu, Enrico Rava, Paolo Fresu, David Binney, Gianluca Petrella, Fabrizio Bosso, Gaetano Partipilo, Roberto Ottaviano, Davide Viterbo. His artistic activity embraces also other arts like cinema, theatre and contemporary dance. His discography includes six albums: “In full life” (Soul Note, 2003), “The Magic Circle” (Soul Note, 2005) and “Clessidra” (Emarcy/Universal, 2009), which has had public and critics acclaim (it was considered the best album for “Argo Jazz”) and has brought to the win of the prestigious Italian Jazz Awards of 2010 for the section “Best Jazz Act”. In 2009 and in 2012 he recorded with Giovanna Carone “Betàm Soul” and “Far Libe”, two recording projects dedicated to the Yiddish music. On 30 November 2012 his last album was produced and released for the label Auand “Piano Series”. The award-winning Jazz pianist will have some fresh material for his Toronto concert off his new album Waiting For You, (available for digital download on November 15). (photo mirko signorile)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tafelmusik debut of Italian violinist

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2015

elisa citterioToronto Thursday, Nov 5/ Friday, Nov 6/ Saturday, Nov 7 – 8pm Sunday, Nov 8 – 3:30pm Trinity-St. Paul’s Centre, Jeanne Lamon Hall, Tafelmusik debut of Italian violinist and guest Elisa Citterio leads the Tafelmusik Baroque Orchestra in a refreshing programme of music by baroque masters: concerti grossi by Corelli and Locatelli (the beautiful Il Pianto d’Arianna), an orchestral suite by Fasch, and a Vivaldi Concerto for two violins and two oboes. Ms. Citterio will celebrate her Tafelmusik debut with performances of Bach’s Concerto for violin in A Minor BWV 1041.
Corelli’s Twelve Concerti Grossi, Opus 6 were completed and compiled in the last years of the composer’s life, and the manuscript willed to his closest friend and assistant, Matteo Fornari. Eighteen months after Corelli’s death, Fornari had them published and their anxiously awaited appearance was applauded throughout Europe. It is not surprising that the publications created such a stir: the twelve concertos are the only published orchestral works of Corelli, and represent a summation of his work as orchestral leader and composer. They are scored for string orchestra, at least as published in 1714. It is known that Corelli’s orchestra often included winds and/or brass on festive occasions, and it is quite possible that he might have performed some of these same concerti grossi with added instruments. In that spirit, Elisa Elisa-CitterioCitterio has arranged the second concerto for oboes, bassoon, and strings, the winds participating in the lively dialogue between a small group of soloists and the full orchestra.
Pietro Antonio Locatelli was born in Bergamo and studied in Rome. He performed concert tours as a solo violinist throughout Italy and Germany before settling permanently in Amsterdam in 1729. His compositions consist primarily of violin sonatas and concerti grossi. One of the most remarkable of the latter is “Il pianto d’Arianna,” a work that more closely resembles a cantata than a concerto, in which a solo violin is given the role of the tormented Ariadne. In the tenth epistolary poem of Ovid’s Heroides, Ariadne laments her abandonment by Theseus on the island of Naxos. Ottavio Rinuccini wrote an opera libretto based on the poem, set by Monteverdi in Mantua in 1608. The music for the opera is lost, but for the remarkable “Il lamento d’Arianna.” This in turn inspired many composers to set laments on this and similar texts, and Monteverdi’s original setting or those of his successors may have been in Locatelli’s mind when he wrote his instrumental version. Locatelli goes so far as to include recitatives for the solo violinist, but leaves the text to the player’s and listeners’ imaginations.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Teatro: Ultimo spettacolo

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2015

eve la plumeRoma Giovedì 12 e venerdì 13 novembre alle 21,30 al Salone Margherita di Roma Via due Macelli 75 la Star internazionale di burlesque Eve La Plume sarà la protagonista di “ULTIMO SPETTACOLO” di Enrico Savini e Cristiano Gazzarrini, per la regia di Cristiano Gazzarrini, uno show fuori dagli schemi: una miscela di passione, gelosia e mistero che ruota intorno alla bellezza femminile. Sul palcoscenico, accanto a Eve La Plume: Giuditta Sin e Rita Lynch.
Un investigatore privato alla disperata ricerca di una ballerina. È questa la miccia che accende Ultimo Spettacolo. Un meccanismo perfetto che mescola in modo unico teatro d’avanguardia, musica dal vivo, burlesque e le cupe atmosfere da noir immerse in un’ambientazione americana anni ’30. Regina incontrastata, sul palco, Eve La Plume: è lei la ballerina che l’investigatore privato Sam Quail sta cercando. Ultimo Spettacolo arriva a Roma dopo aver debuttato a Milano e poi essere stato a Firenze dove ha riscosso un grandissimo successo di critica e pubblico.
Più di uno spettacolo di burlesque, oltre un semplice noir. Ultimo Spettacolo è una composizione d’avanguardia chemette in scena 9 performance di burlesque con 3 ballerine diverse (una star internazionale di burlesque come Eve eve la plume1La Plume, insieme a Giuditta Sin e Rita Lynch), una jazz band dal vivo di 4 elementi (The Smokey’s, fisicamente presente sul palco) accompagnata da una voce femminile.La sinuosità delle movenze, la sensualità del corpo femminile. A impersonare la bellezza è La Diva, questo il nome del personaggio di Eve La Plume per la prima volta a Roma come protagonista di Ultimo Spettacolo. Eva La Plume diventata a tutti gli effetti ambasciatrice del burlesque in Italia, inizia a esibirsi alla fine del 2005 con i primi spettacoli Pigalle e Burlesque Rouge. Nel 2008 partecipa al Summer Jamboree, festival dedicato agli anni ’50 (famoso per la grande affluenza di pubblico italiano e internazionale). Tra il 2009 e il 2011 partecipa al Chiambretti Night, la trasmissione che per prima porta il burlesque nei salotti degli italiani. Partecipà a “Lady Burlesque” in qualità di giurata. Nel 2015 ha presentato il Summer Jamboree. Sam Quail (interpretato dall’attore fiorentino Alberto Orlandi) è un investigatore privato, un uomo tormentato dal suo passato.Cinico, rassegnato e disilluso, si trova, poco prima di “portare a termine un lavoro”, a fare i conti con il suo più acerrimo nemico: sé stesso. All’interno di quel tunnel che lo porterà a trasformare un’ossessione in un ricordo, Sam ripercorre gli ultimi tre giorni della sua indagine. Un viaggio nel suo recente passato che coinciderà con la scoperta del mondo, a lui finora sconosciuto, del burlesque. Un cammino che porterà Sam Quail a incrociare i propri passi con personaggi stravaganti,

locali fumosi e donne affascinanti ma anche con l’unico suo caso irrisolto, la sparizione del suo unico vero amore: La Diva. Ultimo Spettacolo è prodotto dalla 3DVIVO, azienda che nasce nel 2007 come team di professionisti, capitanati da Cristiano Gazzarrini, con esperienza decennale nel settore della produzione audiovisiva, uniti dalla passione per la stereoscopia. Nel 2009 realizza Burlesque Vivo la prima raccolta a livello mondiale di spettacoli di burlesque. Interamente girata all’interno del London Burlesque Festival che vanta la presenza di artiste internazionali come Roxy Velvet, Millycent Bink, Veronika Valentine, Chrys Columbine e Miss Honey Moon. Nel 2010 nasce l’idea di portare il eve la plume2burlesque a teatro ideando una formula innovativa di spettacolo che unisca narrativa, musica dal vivo, cinema alla sensualità del burlesque. Dopo 2 anni di produzione nasce Ultimo Spettacolo che vanta la presenza della regina del burlesque Eve La Plume affiancata dalle artiste di livello internazionale Giuditta Sin e Rita Lynch, dall’attore fiorentino Alberto Orlandi e dalla partecipazione straordinaria di Attilio Reinhardt, ambasciatore del burlesque in Italia.Ultimo Spettacolo è stato concepito come un Martini Dry servito nell’immancabile coppa ghiacciata, l’ambientazione noir anni 30, fumosa calda ed avvolgente. Gli ingredienti semplici ma miscelati con cura: il burlesque espressione di bellezza, eleganza, fascino ed ironia (con la partecipazione di Eve La Plume, icona del burlesque internazionale) sono le quattro parti di gin; il jazz da sempre quinta essenza della musica, suonato vivo da The Smokey’s, come la dose di vermut; i flashback cinematografici videoproiettati come la scorsa di limone e l’oliva, necessarie. E proprio come un Martiny Dry va assaporato Ultimo Spettacolo, finché non senti il gin, giù in gola.La musica dal vivo è curata da The Smokey’s Jazz Band, prodotto da 3DviVO, le scene sono di Matt Johnson, i costumi sono di Emanuela Porta, Giuditta Infelise e Benedetta Barone, il disegno luci è di Fabrizio Todesco. (foto: eve la plume)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cinema: effetti indesiderati

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2015

castmagalliRoma Grande successo al Cinema Adriano per la prima di “Effetti Indesiderati” la nuova pellicola di Claudio Insegno in cui si tratta in chiave ironica il tema della Terra dei Fuochi con un cast d’eccezione di cui fanno parte anche Biagio Izzo, Massimiliano Gallo e Francesco Procopio.
Un film brillante, che dimostra interesse per i problemi attuali del Paese ma anche sagacia per aver scelto la strada di una scrittura satirica e graffiante che ha colpito fin dalle prime battute il pubblico di addetti ai lavori accorsi all’evento organizzato da Francesca Piggianelli.La cornice ideale per una giovane attrice grintosa come Daniela De Vita, ventisettenne napoletana alla sua prima esperienza di rilievo sul grande schermo nel ruolo di Rosa, la fidanzata di uno dei protagonisti del film che vive la difficile scelta tra un’opportunità di lavoro al Nord e la vita di sempre con i suoi affetti del Sud che metterà a dura prova il suo rapporto sentimentale.“Rosa è una ragazza semplice, innamorata del tucciadanielasuo fidanzato, che vive questa scelta con profonde crisi interiori”, spiega Daniela De Vita, “è la classica ragazza della porta accanto, una donna del Sud come me e come tante ragazze che incontro ogni giorno. Anche per questo sono felice di essere stata scelta per questa commedia che è anche il primo film in Italia che tratta in chiave brillante l’argomento della Terra dei Fuochi, senza piangerci addosso o recriminare”. Numerosi gli ospiti accorsi a festeggiare un film che, con un tour partito dall’Italia centrale, sta letteralmente prendendo il volo per il resto del Paese: Giancarlo Magalli, Armando e Pino Insegno (padre e fratello del regista), Massimo Giletti, Pier Francesco Pingitore, Roberta Garzia, Marco Simeoli, Raffaello Balzo e Pietro Genuardi ma anche Emiliano Marsili, campione del mondo dei pesi leggeri e parte del cast: dall’intramontabile Alvaro Vitali, protagonista di un delizioso cameo all’interno del film, con la moglie Stefania Corona, a Francesco Procopio tanti altri. (cast, magalli,tuccia, daniela)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Catella expands its relationship with Moor Park Capital Partners

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2015

catellaCatella Asset Management (former Amplion) continues to expand its relationship with Moor Park Capital Partners and certain overseas investors in administering real estate entities in Finland. Moor Park, acting on behalf of American investors, recently acquired four long-leased assets at Helsinki-Vantaa airport. All assets are fully leased by Finnair and the portfolio consists of a total area of approximately 60,000 sqm.
This is the second investment in Finland by Moor Park, following the acquisition of Tokmanni Oy’s 74,400 sqm headquarter and logistic property in 2014. Catella Asset Management co-operates with Moor Park on managing both investments.
Catella is a financial advisor and asset manager with in-depth knowledge of property, fixed income and equities. Catella is a leader in the property sector, with a strong local presence in Europe, and employs some 500 professionals in 12 countries. Catella is listed on First North Premier on Nasdaq Stockholm.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Balletto di Siena in Spagna per spiegare ai bambini il mondo del Teatro

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2015

ballettoTerrassa (Spagna) 13 novembre nel teatro della città con l’opera coreografata dal direttore della compagnia senese il Balletto di Siena e il suo direttore artistico Marco Batti saranno ospiti per un workshop sul mondo del teatro interamente rivolto ai bambini. Un progetto inedito, altamente educativo che vedrà coinvolti circa 1000 ragazzi delle Scuole Statali della città spagnola. il 14 novembre nel teatro della città con l’opera coreografata dal direttore della compagnia senese sarà sul palco insieme agli affermati coreuti della compagnia, più di 20 allievi selezionati dal Maestro Batti durante le due settimane di collaborazione all’interno dell’Istituto di Teatre di Barcellona. Insieme realizzeranno un corpo di ballo inedito che si esibirà in una “Madame Butterfly” particolare, centrata su una figura femminile caparbia, elegante e sofferente.
La coreografia è firmata dal Maestro Batti, le sonorità sono state rielaborate dal grande Riccardo Joshua Moretti, nuovamente gomito a gomito per portare in scena la loro “Butterfly”. Ispirandosi all’opera di Giacomo Puccini e al libretto di Giacosa. Drammaturgicamente, nello spettacolo si esalta l’incredibile caparbietà di Butterfly, donna vittima dei propri sentimenti e del senso di una quasi dovuta sottomissione, accostandola ad elementi scenografici posti a simbolo delle navi. Quelle navi che in giovinezza le permetteranno di conoscere l’amore, che le strazieranno per anni un cuore pieno di malinconica speranza e che, alla resa dei conti, porteranno davanti agli occhi di questa donna e madre innamorata il più grande dolore. Tutto ciò avviene senza fossilizzarsi sull’immagine del singolo danzatore che interpreta “il personaggio”, ma identificando cromaticamente le figure chiave. Il bianco, limpido e morale, per Butterly interpretata da Camille Granet; il nero per Pinkerton, in Giuseppe Giacalone, ma anche per tutto ciò che racchiude mistero e oscuro presagio, concludendo con la semplice e serena nudità per il Bambino, il solista Filippo del Sal, e per ciò che, incoscientemente, diventa parte integrante di un’immortale storia d’amore. (foto: balletto)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Franco Mazzucchelli “NON ABBANDONARMI!”

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2015

franco mazzucchellifranco mazzucchelli1Milano dal 18 novembre al 6 dicembre, (da martedì a domenica dalle 9.00 alle 17.30 Vernissage 17 Novembre – 18.00) Studio Museo Francesco Messina di Via San Sisto 4/ Il Comune di Milano, la Fondazione Giorgio Pardi e l’associazione cramum presentano la mostra-appello site-specific di Franco Mazzucchelli “NON ABBANDONARMI!”, curata da Sabino Maria Frassà.
Franco Mazzucchelli offre ai sui gonfiabili dalle forme geometriche lo spunto per una interessante riflessione sul ruolo dell’arte nella società contemporanea ed è un appello al pubblico affinché non abbandoni l’arte e la curiosità di scoprire il nuovo e il diverso. L’hashtag della mostra sarà infatti ‎nonabbandonarte. Non mancheranno di stupire le due opere “Quadrato trasparente” e “Appello gonfiato per l’arte contemporanea”: due gonfiabile (uno di ben di 2 mq) sui quali i visitatori saranno invitati a scrivere ciò che pensano sull’arte contemporanea perché come ricorda il curatore, Sabino Maria Frassà “Se all’inizio l’obiettivo era la documentazione delle reazioni e l’avvicinare l’arte alla gente, oggi Franco Mazzucchelli vuole che tutti noi diventiamo arte a tu per tu con le opere.”La mostra si inserisce all’interno della franco mazzucchelli2collaborazione “cramum” tra lo Studio Museo e i due enti non-profit milanesi, noti per il proprio impegno a favore della cultura e dell’arte contemporanea in Italia. Cramum è un termine latino che significa “la parte migliore”: obiettivo della collaborazione è infatti individuare e valorizzare le eccellenze artistico-culturali presenti sul territorio italiano. Nei prossimi mesi, da tale collaborazione nasceranno anche le personali di Andi Kacziba, Eracle Dartizio e Paolo Peroni.Il forte riferimento-confronto-scontro con il maestro russo Malevich, a cento anni dal Quadrato Nero (15 dicembre 1915), è chiaro. Franco Mazzucchelli rifiuta con forza ogni deriva nichilista o messianica. L’artista è un uomo comune e l’uomo comune è sempre al centro dell’arte e della “teoria dell’arte”. Imperativo categorico dell’artista è parlare in modo semplice e attuale della vita, delle sue contrapposizioni, del pieno e del vuoto, che non è mai vuoto. Conclude il curatore della mostra, Sabino Maria Frassà: “Per Franco Mazzucchelli l’arte per l’arte non esiste, esiste l’arte per l’uomo.” (foto: franco mazzucchelli)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

FICCASOLDI: slot machine mafia e ludopatia

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2015

ficcasoldiRadicondoli (SI) il 6 novembre (h 21.00) Teatro Dei Risorti (Via Tiberio Gazzei, 89), e l’8-9 novembre (h 20.30) a Milano (Teatro PimOff – Via Selvanesco, 75) è in scena FICCASOLDI, scritto e diretto da Rosario Mastrota, protagonisti Dalila Cozzolino, Andrea Cappadona e Gianni Spezzano. Lo spettacolo – che ha il patrocinio dell’Associazione Antimafia daSud – fa parte di una trilogia sulla smitizzazione delle mafie iniziata da Compagnia Ragli nel 2012 al Teatro Valle con il pluripremiato L’Italia s’è desta (più di 60 repliche sul territorio nazionale, e debutto a New York, ora in scena a Verbania il 7 novembre), e continuata con Panenostro. L’idea è nata dal desiderio di demistificare i valori attraverso cui la mafia penetra nel nostro quotidiano. FICCASOLDI inquadra nel particolare un male universale: quello di una società vittima di una crisi celebrata, che cede alle lusinghe del “vincere facile”.
“Questa storia parte dalla realtà.” – racconta l’autore e regista Rosario Mastrota – “Parte da un pomeriggio di fine giugno. Affacciati alla finestra vediamo una ditta di traslochi che impacchetta libri in scatole di cartone. …Gli operai vanno e vengono da quella che prima era la mitica libreria di filosofia. …Fino all’ultimo libro respiramo quella condanna, poi il camion part e ne arrivò un altro, lucido, splendente. Scesero degli operai in nero: scaricavano slot ficcasoldi1machine.”
Ettorino, un barista, ha accolto nel suo bar diverse slot machine: in tempo di crisi fare solo caffè non è molto retributivo. Qualcuno ritorna spesso, qualcuno è di casa. Un uomo senza nome, per noi Ficcasoldi, vive la deteriorante ascesa della ludopatia, l’erosione dell’autocontrollo, l’impossibilità di venirne fuori, ficcando la sua vita, pezzo dopo pezzo, nella macchinetta infernale. L’ebbrezza del gioco apparirà più fragile dell’altra malattia celata nel bar: un’organizzazione malavitosa gestisce quel business, trasformando le slot in casseforti di denaro da riciclare.
Compagnia Ragli è stata fondata nel 2009 da Rosario Mastrota, Dalila Cozzolino e Andrea Cappadona. Il nome è stato scelto per determinare un punto di partenza: il raglio, suono evocativo di significati che si disegnano a partire dal rumore. Espressione dell’asinità astratta, prologo per volare verso la verità come fa Onorio, o come dimostra l’Asino cillenico di Giordano Bruno. In queste settimane, la compagnia – a cui si aggiungono gli attori Francesco Figliomeni e Gianni Spezzano – è impegnata a portare il suo repertorio in giro per l’Italia. FICCASOLDI è a Radicondoli (SI) il 6 novembre (ore 21.00 – Teatro dei Risorti) e a Milano l’8-9 novembre 2015 (ore 20.30 – Teatro PimOff). L’ITALIA S’È DESTA è a Verbania il 7 novembre (h 21.15 – Auditorium S.Anna). (foto: ficcasoldi)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Teatro: La bottega del caffè

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2015

bottega del caffèRoma Teatro Argentina 10 – 15 novembre 2015 (Orari spettacolo: prima ore 21 I martedì e venerdì ore 21 I mercoledì e sabato ore 19 giovedì e domenica ore 17 I lunedì riposo – Durata: 2 ora e 15 minuti con intervallo) arriva al Teatro Argentina di Roma, LA BOTTEGA DEL CAFFÈ di Carlo Goldoni, diretta da Maurizio Scaparro. Una commedia scritta da Goldoni in lingua toscana, sui sentimenti e l’agire degli esseri umani, comune in ogni tempo e luogo: invidia, amore, odio, brama di denaro e di potere, non sono molto cambiati dal Settecento a oggi. I vivaci dialoghi goldoniani sono accompagnati dalle musiche originali di Nicola Piovani, le scene e i costumi sono di Lorenzo Cutùli.
Firenze, Venezia, Napoli e poi Milano. Su questa direttrice di ricerca artistica Maurizio Scaparro costruisce il suo ultimo lavoro su Carlo Goldoni dopo “Una delle ultime sere di Carnovale”, “Il teatro comico” e “Mémoires (Frammenti di vita teatrale tratti dai Mémoires, le opere e le lettere di Carlo Goldoni)”. «Ci sono alcuni motivi che mi spingono a questa nuova edizione de La bottega del caffè – spiega il regista – uno di questi è il piacere di tornare a parlare di Venezia e del suo Carnevale, durante il quale la commedia si svolge, dalle prime luci dell’alba, fino a quando scende la notte. E qui Goldoni sembra prendere le distanze, prima dei suoi addii da Venezia, dalla visione magica di una dellebottega del caffè1 più belle città del mondo, per descrivere nella sua Bottega del caffè una Venezia comicamente deformata, che già allora rischiava di dimenticare la sua grandezza e che, tra bische, botteghe e bordelli sembrava già avviarsi ad un lento, inesorabile declino».
Scritta nel 1750 “La bottega del caffè” è una delle commedie più conosciute di Carlo Goldoni. Collocata al centro della piazza, la bottega del titolo è luogo di ritrovo di avventori abituali e di passaggio, è l’idea di un microcosmo in cui si creano incontri e scontri tra i personaggi che litigano, si aiutano e si interessano dei fatti propri e altrui. Un carosello di umanità inanellato di screzi, maldicenze, ricatti e vizi. «Non casualmente Don Marzio, il protagonista, osserva le vicende descritte (e vissute) da Goldoni attraverso un occhialetto, diabolica lente, con cui spia curiosamente i fatti, le ipocrisie e le stravaganze delle persone. Ma non dimentica Don Marzio (o Goldoni) di parlare del mondo che sta cambiando fuori da Venezia: dall’orologio che viene da Londra, alle notizie che filtrano dalle gazzette europee, fino al rimpianto per una Napoli mai conosciuta. Provando questo mio nuovo Goldoni con gli attori (e permettetemi, tra tutti, di salutare la presenza, che mi è particolarmente cara, di Pino Micol, con il quale torno a lavorare dopo qualche anno) – sottolinea Scaparro – mi è capitato spesso di pensare a Goldoni e al suo occhialetto, e anche a questa nostra vecchia Europa che viviamo con qualche fatica». (foto: bottega del caffè)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Aspetti Psicologici e Sclerosi Multipla

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2015

sclerosi_multiplaQuando si parla di sclerosi multipla (SM) non è possibile tralasciare il suo impatto sulla vita emotiva, psicologica e sociale delle persone interessate e di chi sta loro vicino. Ricevere una diagnosi di SM, subire una ricaduta, provare differenti sintomi che influenzano la vita quotidiana, il lavoro, le relazioni, sono tutti elementi che possono avere un effetto diretto sul proprio benessere psicologico.E’ comune provare paura, rabbia, frustrazione, sconforto e impotenza. Alcune reazioni sono legate a meccanismi naturali di difesa che si attivano di fronte a eventi particolarmente dolorosi o traumatici e che rappresentano una fase importante che permette alla persona di elaborare con i propri tempi la sua diagnosi. Spesso si percepisce un senso di isolamento, di incomunicabilità, in particolare in famiglia, dovuto alla difficoltà di far comprendere la SM in tutte le sue sfaccettature. Anche se queste emozioni possono sembrare insormontabili, l’intensità iniziale tende a diminuire col tempo anche grazie a una maggior conoscenza della malattia e un riadattamento della propria quotidianità.
Di aspetti psicologici e sclerosi multipla si è parlato a Genova al convegno Rete Psicologi (al Starhotels President, Corte Lambruschini, 4): un percorso di incontro, formazione e scambio con professionisti preparati a dare un supporto psicologico importante alle persone con SM e ai loro familiari. L’impatto psicologico riguarda non solo le persone colpite ma anche familiari e caregiver. Da ciò è evidente la necessità di rafforzare e valorizzare il ruolo dello psicologo all’interno dell’equipe interdisciplinare.Il progetto Rete Psicologi, partito nel 2009, è volto quindi a conoscere e a valorizzare la presenza dello psicologo nei Centri clinici SM e nelle Sezioni AISM, quale professionalità indispensabile per la corretta presa in carico della persona con SM allo scopo di assicurare il supporto necessario alle persone con SM e ai loro familiari sul territorio in modo omogeneo e coordinato.Obiettivo del progetto è anche creare una rete permanente degli psicologi dedicati alla SM. A questo scopo, AISM promuove ogni anno corsi di formazione specialistica su temi che riguardano il supporto psicologico alla persona con SM e un Convegno Nazionale, riservati agli psicologi che fanno parte di Rete.E in occasione del convegno viene anche lanciato l’E-book “Aspetti Psicologici e Sclerosi Multipla” sul sito http://www.aism.it. Uno strumento importante per acquisire un’informazione corretta e completa anche sugli aspetti psicologici della SM: sapere cosa accade è essenziale per rafforzare, per capire e per interpretare la propria situazione, così da attivare risorse personali e sociali, ed eventualmente ricorrere all’aiuto di professionisti.E-book “Aspetti Psicologici e sclerosi multipla”: un’edizione digitale e accessibile a tutti. La guida è scaricabile gratuitamente dal sito http://www.aism.it in versione digitale. L’ e-book è disponibile nei tre diversi formati (epub, mobipoket e pdf adattato) per essere letto attraverso ogni tipo di dispositivo – tablet, smartphone ed e-reader – e stampabile in formato A4. La digitalizzazione è stata pensata per rendere la consultazione più agevole e immediata: link interni, note interattive, tabelle richiamabili dal testo rendono la lettura semplice anche attraverso i piccoli schermi.
Gli e-book di AISM sono privi di DRM (Digital Right Management) che possano inficiare la riproducibilità o la lettura da parte di sintetizzatori vocali. Il loro formato è aperto, di facile portabilità ed è possibile ingrandire e ridimensionare i font a seconda del tipo di lettore che viene utilizzato.
L’imprevedibilità, la cronicità e la possibile progressione possono causare un notevole livello di ansia sin dai primi sintomi. L’incertezza legata alla SM è uno dei suoi aspetti più angoscianti per chiunque vi abbia a che fare: non è possibile infatti sapere quando e se ci sarà una ricaduta o che sviluppi avrà la malattia in futuro. Avere un supporto psicologico può essere di aiuto per trovare modi per gestire l’ansia. A volte può essere anche necessaria una terapia farmacologica. Molte persone con SM trovano sostegno nei gruppi
di auto-aiuto.
Esiste una correlazione tra depressione e sclerosi multipla. Circa metà delle persone con SM possono affrontare una depressione clinica in qualche momento durante l’arco della vita. Infatti, le persone con SM sono a maggior rischio di depressione nei momenti di transizione importante: dopo la diagnosi, durante una ricaduta o quando si verifica un cambiamento importante nella funzione o abilità. La depressione nella SM può essere anche associata al processo stesso della malattia. Quando la SM danneggia le aree del cervello che sono coinvolte nell’espressione emotiva, può causare cambiamenti comportamentali, compresa la depressione.La depressione maggiore richiede una valutazione professionale e il trattamento tempestivo, che spesso consiste in una combinazione di terapia con farmaci antidepressivi e terapia psicologica.
Alcuni farmaci comunemente usati per la SM o i suoi sintomi, o per altre condizioni o malattie presenti, possono avere su alcune persone effetti collaterali come cambiamenti di umore o di comportamento. È importante che l’équipe di riferimento per la SM sia informata e aggiornata su tutti i farmaci che la persona con SM sta assumendo.Certe caratteristiche emotive e comportamentali sono parte dell’individuo stesso, della sua storia personale. Il modo in cui una persona agisce emotivamente alle sfide della SM, così come ad altre, dipende dalla sua personalità. Alcune persone, indipendentemente da una diagnosi di SM, sono più a rischio di depressione e ad altri cambiamenti emotivi. È importante riconoscere come le reazioni emotive possano avere un impatto sulla qualità di vita della persona e di chi sta intorno, in qualsiasi momento della malattia. Spesso una rete di sostegno, una corretta informazione, la possibilità di condividere con altre persone
le esperienze e le paure possono essere di aiuto nell’affrontare la malattia con più consapevolezza e tranquillità. L’Associazione può essere un importante collegamento per il supporto professionale e per facilitare la condivisione tra pari.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Disturbi intimi femminili

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2015

abano termeAbano Terme (PD), Atrofia vulvovaginale, incontinenza urinaria e problemi della sfera sessuale, questi i temi al centro del convegno “Gyneconet Meeting: nuove evidenze per la salute della Donna” promosso da Fidia Farmaceutici con il supporto organizzativo di Medi K e in programma il prossimo 26-28 Novembre ad Abano Terme (Fidia Auditorium, Via Ponte della Fabbrica, 3/A).La prima edizione del convegno intende far luce su epidemiologia, diagnosi e nuove opzioni terapeutiche in un’ottica di miglioramento della gestione di questi disturbi che accomunano molte donne.L’impatto di questi disturbi, che non si limita alla sfera della salute, ma riguarda più in generale anche la qualità della vita e, in taluni casi, il benessere della coppia, è tale che si rende necessario sensibilizzare tutti i professionisti che operano nel campo della salute femminile: ginecologo, medico di medicina generale, ostetriche e infermieri.Queste figure chiave per la salute femminile si riuniranno al Gyneconet per fare “rete” e definire un vademecum per la gestione ottimale dei disturbi intimi femminili.
Fidia Farmaceutici S.p.a. è un’azienda italiana fondata nel 1946, leader nella ricerca e nello sviluppo nonché nella commercializzazione di prodotti a base di acido ialuronico che trovano diverse applicazioni in campo biomedico, in aree quali reumatologia, ortopedia, chirurgia, riparazione tissutale e dermo-estetica. Parte del gruppo milanese P&R Holding, Fidia Farmaceutici ha solide basi a livello nazionale: in Italia conta due stabilimenti produttivi, uno ad Abano Terme, dove ha sede la società, e l’altro a Noto, in Sicilia. Occupa oggi oltre 600 dipendenti e alimenta un giro di affari superiore a 250 milioni di euro. Grazie ai suoi investimenti in ricerca è riuscita a costruire una lunga tradizione di prodotti, con oltre 600 brevetti al suo attivo.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nomine: Michal Ron (SACE) ri-eletta alla Vice Presidenza di Berne Union

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2015

Nel corso dell’Annual General Meeting di shanghai-china, la Berne Union, l’Unione internazionale degli assicuratori del credito all’esportazione e degli investimenti, ha conferito l’incarico di Vice Presidente a Michal Ron, Managing Director International Business di SACE.
La conferma di questo mandato per il secondo anno consecutivo non ha precedenti nella storia della Berne Union e rappresenta un importante riconoscimento del lavoro svolto da SACE all’interno dell’associazione che, con oltre 80 membri e 100 miliardi di nuovo export e investimenti diretti esteri finanziati o assicurati solo nel primo semestre 2015, ha un perimetro ormai globale e gioca un fondamentale ruolo stabilizzatore e di stimolo per l’economia mondiale.
“Gli incontri di questi giorni, ospitati dall’agenzia di export credit cinese SINOSURE, hanno una portata molto significativa, perché dimostrano la cooperazione tra le diverse realtà, grandi e piccole, attive in questo comparto, intensificando il confronto tra esperti, inclusi esportatori e investitori. In questo nuovo anno che ci aspetta, rafforzeremo la cooperazione avviata per ampliare gli strumenti a sostegno del commercio e degli investimenti, migliorare l’accesso delle PMI al credito e all’assicurazione e accrescere lo scambio di esperienze e good practices”, ha dichiarato Michal Ron, che attualmente è responsabile delle attività di SACE in ambito internazionale, presso l’OCSE, il Club di Parigi e l’Unione Europea, così come dei servizi di training & advisory destinati alle agenzie di export credit.
La Presidenza di Berne Union è stata conferita a Topi Vesteri, Deputy CEO e Chief Credit Officer, della società di export credit finlandese FINNVERA.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Teatro: “Ferite a Morte”

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2015

Teatro Asioli Correggio (RE) 1/11/2013da sinistra Giorgia Cardaci, Orsetta dè Rossi, Lella Costa e Rita Pelusio in: "FERITE A MORTE"

Teatro Asioli Correggio (RE) 1/11/2013da sinistra Giorgia Cardaci, Orsetta dè Rossi, Lella Costa e Rita Pelusio in: “FERITE A MORTE”

Nichelino (To) sabato 7 novembre alle ore 21 Teatro Superga, Via Superga 44 “Ferite a Morte” con Lella Costa, Orsetta de’ Rossi e Rita Pelusio. Serena Dandini ha attinto dalla cronaca e dalle indagini giornalistiche per dare voce alle donne che hanno perso la vita per mano di un marito, un compagno, un amante o un “ex”. Per una volta, in “Ferite a Morte” sono loro a parlare in prima persona. Come in una Spoon River del femminicidio, ognuna racconta la sua storia la da dove si trova ora e riprende vita e spessore, uscendo finalmente da una catalogazione arida e fredda.Serena Dandini, con la collaborazione ai testi e alle ricerche di Maura Misiti, ricercatrice del CNR, ha scritto una breve storia per ciascuna di loro, pensata in chiave teatrale per sensibilizzare, attraverso il linguaggio della drammaturgia, le Istituzioni italiane e l’opinione pubblica circa un fenomeno dai dati ancora incerti, ma che comporta in Italia – come ci raccontano le rare statistiche – una vittima ogni due, tre giorni.La scena teatrale e sobria: un grande schermo rimanda filmati ed immagini evocativi, la musica accompagna le donne a raccontare la loro storia assieme agli oggetti che

Teatro Asioli Correggio (RE) 1/11/2013Rita Pelusio in: "FERITE A MORTE"

Teatro Asioli Correggio (RE) 1/11/2013Rita Pelusio in: “FERITE A MORTE”

hanno caratterizzato la loro tragica avventura.Sul palco, ad interpretare le vittime, tre donne che si alternano a dare voce a queste storie, in uno spettacolo teatrale drammatico, ma giocato, a contrasto, su un linguaggio leggero e coi toni ironici e grotteschi propri della scrittura di Serena Dandini.“Ferite a Morte” ha vinto il Best Event Award 2015 come “Miglior Evento Non Profit e Sociale”. Il premio è stato assegnato a Mismaonda durante la cerimonia di premiazione del 30/09/2015. “Ferite a Morte” si è anche classificato al secondo posto nella categoria “Miglior Evento Culturale”.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Borsa Merci Telematica Italiana incontra la Repubblica Democratica del Congo

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2015

congoIl Direttore di Borsa Merci Telematica Italiana S.c.p.a., Annibale Feroldi, ha incontrato ufficialmente il Presidente della Camera di commercio socio-economica della Repubblica Democratica del Congo, Jean Calvin Luseyi Mbweso, in occasione della sua visita in Italia.L’interesse ad approfondire la conoscenza sulla Borsa Merci Telematica è nato in seguito alla partecipazione della Responsabile della comunicazione della Repubblica Democratica del Congo in Expo, Paula Iilu Luizi, al Convegno di presentazione della piattaforma internazionale, organizzato da BMTI e il Ministero delle politiche agricole lo scorso 20 ottobre ad Expo. L’incontro è stata l’occasione per uno scambio di esperienze sui temi delle Borse Merci nell’ottica di promuovere una cooperazione tecnica ed economica tra i due Paesi finalizzata a migliorare la trasparenza e lo sviluppo dei mercati agroalimentari.Il Direttore di BMTI ha illustrato il funzionamento del mercato internazionale della Borsa Merci Telematica Italiana, una piattaforma telematica regolamentata per la contrattazione dei prodotti agricoli e agroalimentari basata sulle prassi del commercio internazionale e aperta potenzialmente agli scambi con tutti i Paesi del mondo.“Il nostro mercato internazionale nasce con l’obiettivo di estendere i benefici ed i vantaggi dell’uso della Borsa Merci Telematica al di fuori dei confini europei e favorire l’incontro tra domanda e offerta di prodotti agroalimentari tra operatori europei ed extraeuropei – ha dichiarato Annibale Feoroldi –Affinché questo strumento diventi realmente operativo, occorre che le istituzioni italiane ed estere cooperino mettendo in campo azioni congiunte, così come ha auspicato anche il Ministro Martina in occasione del suo intervento al Convegno organizzato ad Expo il 20 ottobre scorso. L’incontro con la Repubblica Democratica del Congo testimonia l’interesse da parte dei Paesi esteri verso questo strumento che ci auguriamo possa riuscire a facilitare gli scambi commerciali tra Paesi in un ambiente chiaro e trasparente, basato sulla prassi del commercio internazionale”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Teatro: “La signora di Rokujo”

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2015

luca avalloneRoma dal 5 all’8 e dal 12 al 15 novembre la sera alle 21-la domenica alle 18 Teatro Elettra Via Capo d’Africa 32, Colosseo la compagnia Permis de Conduire presenta “La Signora di Rokujo”, nella prima assoluta in lingua italiana del Racconto inedito di Setouchi Jakucho, interpretata da Carla Aversa nell’apposita traduzione di Maria Teresa Orsi, la più nota traduttrice contemporanea dalla Lingua Giapponese. In scena accanto a Carla Aversa anche Luca Avallone (conosciuto al grande pubblico per la sua partecipazione alla fiction dell’anno “Un’altra vita” di Cinzia Th Torrini) e Giancarlo Vitaterna, dal racconto di Setouchi Jakucho nella traduzione originale di Maria Teresa Orsi, con le luci di Antonio Cozza, le scene di Akiyama Nobushige, i contributi video e la regia di Massimiliano Shinei Milesi. Il racconto prende spunto dal Celeberrimo Genji Monogatari di Murasaki Shikibu (973 circa – 1014 circa o 1025). Il personaggio della Signora di Rokujo, artefice suo malgrado di un maleficio ai danni della Principessa Aoi, fa parte di una serie di figure archetipiche della Letteratura Giapponese.
Conosciuta anche con il nome di Setouchi Haroumi, premio Tanizaki nel 1992, dopo avere avuto riconoscimenti prestigiosi come il Women’s Litterary Prize sin dal 1962, l’autrice nel 1973 decise di entrare in monastero seguendo la La signora di RokujoScuola Buddhista Tendai e prendendone i voti come monaca con il nome di Jakucho. Il racconto prende spunto dal Celeberrimo Genji Monogatari di Murasaki Shikibu (973 circa – 1014 circa o 1025), in Italia tradotto recentemente dalla nota Studiosa e Docente Universitaria Maria Teresa Orsi come “La Storia di Genji” e pubblicato da Einaudi in una prestigiosa edizione. Il personaggio della Signora di Rokujo, artefice suo malgrado di un maleficio ai danni della Principessa Aoi, fa parte di una serie di figure archetipiche della Letteratura Giapponese.
L’attrice Carla Aversa in un monologo mozzafiato incontra la raffigurazione onirica del Principe Genji (Luca Avallone) con la quale ha un serrato dialogo ben introdotto dalla Voce Recitante di Giancarlo Vitaterna, in passato noto sassofonista della scena Jazz romana ed ora anche attore di provenienza Permis De Conduire. Rokujo e Genji furono amanti, ma lei si rende conto di essere stata dimenticata da un uomo noto per il suo fascino e la sua bellezza irreale. (foto: luca avallone, La signora di Rokujo)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cittadinanza onoraria ad Antonia Brancati

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2015

pachinoPachino (SR) Giovanni Firera, presidente dell’Associazione culturale “Vitaliano Brancati” ha espresso un vivo apprezzamento per l’iniziativa del Consiglio comunale di Pachino che, nel corso di una solenne cerimonia nell’ex Palmento Di Rudinì, ha conferito la cittadinanza onoraria ad Antonia Brancati, figlia dello scrittore Vitaliano e dell’attrice Anna Proclemer. Romana, sessantotto anni, drammaturga e agente teatrale, Antonia Brancati solo di recente ha “riscoperto” la terra d’origine del padre. Papà siciliano, mamma triestina, Antonia si è considerata sempre una “cittadina del mondo”. «Con gli anni – ha dichiarato Antonia, ricevendo dalle mani del sindaco la pergamena commemorativa – posso affermare che si diventa cittadini migliori nel mondo se si hanno delle radici. Il mio ritorno a Pachino è nato proprio dal desiderio di riscoprire le mie radici. Considero la cittadinanza che mi è stata conferita come un segno di amore, onore e rispetto dei pachinesi nei confronti di mio padre».«Abbiamo fortemente voluto che la prima cittadinanza onoraria in oltre duecento cinquanta anni storia della nostra città fosse conferita alla figlia del nostro cittadino più illustre, Vitalianopachino1 Brancati – ha dichiarato il sindaco di Pachino Roberto Bruno – per rafforzare sempre più il legame con la sua città natale».A valorizzare il legame tra lo scrittore e la sua terra è stato il lavoro svolto dall’Associazione culturale “Vitaliano Brancati” e dal suo presidente Giovanni Firera. «La cittadinanza onoraria ad Antonia – ha spiegato Firera – è solo l’ultimo atto in ordine di tempo di un lavoro avviato nel 2004 per trarre fuori dall’oblio la figura e l’opera del celebre scrittore con la posa di una targa commemorativa nella sua casa natale, l’organizzazione di un Premio giornalistico internazionale in suo onore, e di recente con la realizzazione di un itinerario brancatiano e di altre iniziative. Alle quali l’attuale amministrazione, con l’assessore alla Cultura Gisella Calì in testa, hanno dato una spinta decisiva».
Ospite d’eccezione lo scrittore e storico torinese Gianni Oliva, vincitore del Premio “Brancati” nel 2011. Oliva, nel suo intervento, ha ribadito l’importanza della memoria e della cultura per l’identità di un territorio e il filo rosso che, attraverso Brancati, lega Pachino a Torino, dove lo scrittore siciliano morì nel 1954. «Vengo da una città che nell’immaginario collettivo è stata sinonimo di industrie, di fabbriche e di automobili, con tanto grigio e tanto fumo – ha affermato – Grazie alla cultura siamo riusciti a restituire a Torino l’immagine di una bellezza fondata sull’arte, sui libri e sulla sua storia. Brancati? uno scrittore “scomodo” per aver trattato temi tabù quali l’omosessualità, l’impotenza e l’erotismo. Per questo non ha avuto la fortuna che meritava. Ritengo dunque importante attivare degli scambi culturali tra Pachino e la città della Mole».Non a caso tra i progetti in cantiere dell’Associazione “Brancati” e l’Amministrazione comunale figurano anche la messa in scena dei capolavori brancatiani, Il bell’Antonio e La governante», in alcuni prestigiosi teatri torinesi, l’organizzazione di incontri e seminari per gli studenti e in collaborazione con il Salone del Libro di Torino. (foto: pachino)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Oggi come Cento anni fa, in trincea per l’Italia”

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2015

blitzBlitz dei ragazzi di Gioventù Nazionale Roma, ieri mattina, per celebrare il 4 Novembre, anniversario della fine della Prima Guerra Mondiale e giorno in cui veniva celebrata la festa dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate, una ricorrenza ormai finita nel dimenticatoio dopo essere stata abrogata dal Parlamento nel 1977.
“Le nuove generazioni non sanno nemmeno che cosa sia il 4 Novembre e quale sia il suo significato e, al giorno d’oggi, sembra che nessuno sia intenzionato a spiegarglielo, forse perché non gli conviene, o peggio, non lo ritiene importante.
Cento anni fa migliaia di Italiani, hanno combattuto nelle trincee, e molti, soprattutto ragazzi, sono morti, per amore dell’Italia, per difenderla dalle invasione straniere.
Oggi che la Nostra Identità Nazionale viene messa a rischio ogni giorno, vogliamo dimostrare che c’é chi ancora non si arrende, chi non scorda il sacrificio di coloro che hanno dato la vita affinchè non perdessimo la nostra libertà e il nostro essere Italiani, ragazzi che sono stufi di vedere la propria Patria svenduta ed usata da finti buonisti, che hanno a cuore solo il loro tornaconto personale”.
È quanto dichiara Francesco Todde, Dirigente Romano di Gioventù Nazionale, movimento giovanile di Fratelli d’Italia. (foto:blitz)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »