Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 318

Archive for 22 novembre 2015

Libro: l’imperatrice

Posted by fidest press agency su domenica, 22 novembre 2015

l'imperatriceE’ una storia vera – è raccontata nel primo romanzo di Silvia Vaccari, “L’ Imperatrice”, edito da Fazi e in uscita il 26 novembre in tutte le librerie. Roma, inizio Cinquecento, pieno Rinascimento. Nella città del papa Borgia fioriscono le arti, i cenacoli letterari, le sontuose feste di corte, ma anche gli intrighi di potere, lo sfarzo, gli eccessi. Sono questi gli anni in cui cresce Lucrezia, figlia di una prostituta e di un importante prelato, educata per raggiungere un unico obiettivo: diventare l’imperatrice delle cortigiane.
Fin dalla nascita Lucrezia è stata educata per diventare la regina delle cortigiane. La madre investe energie e denaro per fare di lei una meretrix honesta: bella, colta e scaltra, regina dei salotti della Roma che conta. Ma le aspettative superano di gran lunga ogni più rosea previsione: nei primi anni del ‘500, sotto il pontificato di Giulio II, Lucrezia – poco più che ventenne – è conosciuta come “Imperia” ed è già una delle donne più famose del suo tempo. Corteggiata dagli uomini più potenti di Roma, viziata da prelati e signori, la giovane conquista in fretta successo e agiatezze.
La nota persino Raffaello, che la sceglie come modella per il suo celebre dipinto “Il trionfo di Galatea”. E così, se Tracy Chevalier ne “La ragazza con l’ orecchino di perla” inventava un romanzo partendo da un pittore (Vermeer) e da un quadro realmente esistiti, qui Silvia Vaccari racconta la storia – documentata – di questo incontro tra due personaggi reali.
La storia di Imperia è vera: l’autrice ha impiegato anni per documentarsi sui dettagli della vita quotidiana dell’epoca e per mettere insieme tutti i particolari della vicenda, facendo sì che l’ambientazione e gli scenari fossero rigorosamente veritieri. Frutto della fantasia sono i soli personaggi minori e, naturalmente, il profilo psicologico dei protagonisti.Sullo scenario della Roma dei Borgia e della rinascita delle arti, fra cene sfarzose e incontri galanti, “L’ Imperatrice” è la storia di una donna che conquista tutti ma che non riesce a farsi conquistare, schiava di un ruolo – quello di cortigiana – di cui non riesce a liberarsi e che sente via via sempre meno suo.
Silvia Vaccari vive a Bomporto, nella bassa modenese, e lavora da anni nella grande distribuzione. Ha scritto questo romanzo più di venti anni fa, tra l’89 e il ’95, quando Internet ancora non c’era. Tutte le ricerche sono state fatte a mano sui volumi impolverati dell’Archiginnasio di Bologna. Editore: Fazi 300 pagine Euro 12.50 ISBN 978887625557-1 Disponibile anche in eBook (foto: l’imperatrice)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Cambiamenti climatici

Posted by fidest press agency su domenica, 22 novembre 2015

ambienteA pochi giorni dall’inizio della ventunesima Conferenza sui cambiamenti climatici, la COP21, un libro apre finalmente la discussione pubblica in Italia alla vigilia del Summit che potrebbe avviare una svolta su una delle più grandi sfide del nostro tempo. Nella Parigi ferita dalle stragi terroristiche, i grandi della Terra, dal prossimo 30 novembre, dovranno definire un accordo internazionale vincolante per il controllo del riscaldamento globale, e una nuova dimensione economica, politica e culturale per il contrasto ai cambiamenti climatici che aumentano le catastrofi naturali e lo stress in molte aree del Pianeta, con danni sociali ed economici ormai da allarme rosso.
E’ in questo contesto che Francesca Santolini con il libro “Un nuovo clima” (Edizioni Rubbettino) riesce a presentare, per la prima volta, la fotografia aggiornata e completa dell’Italia che fa sistema nella lotta ai cambiamenti climatici, con il quadro dei rischi, delle azioni e delle opportunità facendo parlare tutti i protagonisti di quella che dovrà essere la madre di tutte le battaglie.
Il libro raccoglie dati e interventi degli Stati Generali sui Cambiamenti Climatici organizzati dal Governo nel giugno 2015. Un’iniziativa del tutto inedita nella nostra storia politica, che ha coinvolto ministeri, associazioni, ecologisti, regioni, enti locali, aziende di stato, mondo del lavoro e dell’imprenditoria, della cultura e della ricerca scientifica. Il volume punta dritto sugli obiettivi da raggiungere a Parigi, con riflessioni, proposte e provocazioni dei massimi esponenti nel dibattito pubblico e della politica: dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi al Ministro francese Ségolène Royal, dal Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti a quello delle Infrastrutture Graziano Del Rio, dal Sottosegretario Claudio De Vincenti al parlamentare ambientalista Ermete Realacci, dal Cardinale Peter Turkson che ha curato l’enciclica “Laudato Sì” di Papa Francesco ai grandi manager di Stato come Francesco Starace (Enel) e Mauro Moretti (Finmeccanica) e molti altri big e protagonisti.Il libro sarà presentato martedì 24 novembre all’Ambasciata di Francia in Italia, Piazza Farnese, 67. Interverranno: Catherine Colonna (Ambasciatrice di Francia in Italia), Gian Luca Galletti (Ministro dell’Ambiente e della tutela del Territoro e del Mare), Mauro Moretti (Amministratore Delegato di Finmeccanica), Ermete Realacci (Presidente Commissione Ambiente della Camera dei Deputati), Carlo Tamburi (Direttore Country Italia Enel), Erasmo D’Angelis (Direttore de l’Unità). Sarà presente l’autrice Francesca Santolini.
Nel giugno 2015 il Governo ha organizzato gli Stati Generali sui Cambiamenti Climatici. Un’iniziativa del tutto inedita nella nostra storia politica, con la quale al centro dell’agenda nazionale è stata posta la necessità di uno sforzo corale dei mondi delle associazioni, delle amministrazioni locali, del lavoro e dell’imprenditoria, della cultura e della ricerca per definire nel concreto l’impegno italiano nella gestione del cambiamento climatico. Un passaggio fondamentale nel cammino che l’Italia sta percorrendo verso la ventunesima Conferenza delle Parti della Convenzione Quadro sui Cambiamenti climatici (UNFCCC). La cosiddetta COP21, in programma a Parigi nel dicembre di quest’anno, che rappresenta un momento chiave nel processo di contrasto al cambiamento climatico. Questo volume presenta alla discussione pubblica le riflessioni che hanno animato questa straordinaria occasione di dialogo su una delle più grandi sfide del nostro tempo. Riflessioni e interventi sul ruolo dell’Unione europea e dell’Italia nella definizione di un nuovo accordo internazionale per il controllo del clima, sulla nuova dimensione economica del contrasto al riscaldamento globale, sulla sfida che l’emergenza climatica pone alla politica nazionale e mondiale. (foto: copertina)

Posted in Cronaca/News, recensione | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Libro: i castelli romani

Posted by fidest press agency su domenica, 22 novembre 2015

castelli romaniUn viaggio nello spazio e nel tempo, quello proposto da I Castelli Romani, che sa toccare la sensibilità e l’intelletto del viaggiatore interessato. Il volume non è una guida nel senso tradizionale del termine, ma vuole essere il compagno di viaggio di coloro che, a contatto con luoghi sconosciuti, non si vogliano fermare al dato analitico o alla descrizione aneddotica, ma siano spinti a esercitare la mente per arrivare ad ‘auscultare’, a partire dai luoghi reali, quelli più profondi ‘dell’anima’.I Castelli Romani propongono un itinerario che, toccando i bellissimi luoghi disseminati fra i Colli Albani e Tuscolani, sa nutrire il viaggio della sensibilità e della mente con una sedimentata cultura storica; una sorta di nuovo Grand Tour in chiave moderna, animato dalla voglia di sviscerare ogni luogo nella sua tradizione, nel suo attuale aspetto, nella sua vita e nelle sue opere.Per questa strada il viaggiatore intraprende un percorso singolare e affascinante, che assume infine le sembianze di un saggio sulla condizione umana e sulla duplice dimensione della Cultura e dell’adesione alla Natura che questi luoghi continuano a ispirare. ( I castelli romani – Un viaggio nello spazio e nel tempo di Barbara Gazzabin e Renato Mammuccari – Ed. LuoghInteriori)

Posted in Cronaca/News, recensione | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

“L’ultimo diritto? Eutanasia, suicidio assistito, rifiuto di cure”

Posted by fidest press agency su domenica, 22 novembre 2015

Duomo_e_Battistero_di_ParmaParma mercoledì 25 novembre alle ore 17 nell’Aula dei Filosofi del Palazzo Centrale dell’Ateneo (via Università, 12): Antonio D’Aloia, docente di Diritto costituzionale all’Università di Parma, parlerà di “L’ultimo diritto? Eutanasia, suicidio assistito, rifiuto di cure”, in un incontro aperto a tutti gli interessati.L’appuntamento, patrocinato dall’Ordine degli Avvocati e dall’Ordine Notarile di Parma, rientra nel nuovo ciclo di “I mercoledì del Diritto”, organizzato dal Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Parma dopo il successo riscontrato nell’anno accademico 2014-2015: incontri che hanno a oggetto temi di attualità, come ad esempio norme recentemente entrate in vigore, e anche temi prettamente culturali, comunque attinenti al diritto, capaci di interessare, al contempo, un uditorio di specialisti e una più vasta platea di partecipanti.L’iniziativa coinvolge docenti e studenti dell’Ateneo, operatori del diritto (in primis avvocati e notai) e anche un pubblico più vasto, dai docenti e studenti delle scuole superiori a tutti i cittadini interessati, e ha come relatori docenti, ricercatori e assegnisti del Dipartimento di Giurisprudenza, giuristi e docenti italiani e stranieri.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Convegno “Violenza di genere che fare?

Posted by fidest press agency su domenica, 22 novembre 2015

biblio università parmaParma Mercoledì 25 novembre dalle ore 14 alle ore 17, nell’Aula Magna del Palazzo Centrale dell’Ateneo di Parma (via Università 12), in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, il CUG (Comitato Unico di Garanzia) e il CUS (Centro Universitario Sportivo) dell’Università di Parma organizzano il convegno ”Violenza di genere che fare? Prevenzione e strategie d’intervento”.Si parlerà di sinergia tra istituzioni e procedure di prevenzione e di contrasto per l’eliminazione della violenza di genere, delle azioni di contrasto in sede processuale e dell’accettazione ospedaliera delle donne vittime di violenza. Ne parleranno Marta Viappiani (psicologa e psicoterapeuta), Maria Grazia Ligabue (prima dirigente della Polizia di Stato), Lucia Russo (magistrata della Procura della Repubblica), Francesco Scioscioli (responsabile medicina d’urgenza dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria). Moderatore Marco Deriu (docente di Sociologia della comunicazione politica e ambientale).Nel corso della tavola rotonda Marta Viappiani e Andrea Bisaschi (responsabile nazionale Kombat League Self Defence) parleranno di previsione, prevenzione, protezione dalla violenza e soprattutto della cura e gestione delle situazioni di stress.Sarà illustrata inoltre l’applicazione del S.I.T. (Stress Inoculation Training) che verterà sull’apprendimento di abilità di fronteggiamento nelle situazioni di forte stress emotivo. Il convegno sarà l’occasione per ascoltare anche la testimonianza di una vittima di stalking. Moderatore Andrea Bisaschi. La cerimonia, aperta a tutta la cittadinanza, sarà anche visibile in diretta streaming.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Louise Bourgeois: Falli, Ragni e Ghigliottine

Posted by fidest press agency su domenica, 22 novembre 2015

margheritaRoma Teatro dei Conciatori via dei Conciatori 5, dal 24 novembre al 13 dicembre 2015,(orario spettacoli: dal martedì al sabato ore 21,00 domenica ore 18,00 biglietto € 18,00 + tessera obbligatoria di 2 €) LOUISE BOURGEOIS – Falli, Ragni e Ghigliottine, scritto e diretto da Luca De Bei. Protagonista è Margherita di Rauso.
Louise Bourgeois era una donna eccezionale, ed è una delle più grandi artiste del secolo. Lucida, folle, anticonvenzionale, rigorosa, geniale, umile, straordinaria interprete del femminile e dell’arte. Segnata fin da bambina dalla violenza, dalla sua estrema sensibilità, temprata da due guerre, infaticabile creatrice di sculture-opere intense, agghiaccianti, grottesche, rivelatrici, folgoranti. Famosa per i falli che mette sul tetto di casa e con cui si fa fotografare portandoli sotto il braccio come una baguette o un ombrello; per i ragni monumentali, sotto cui ci si sente vulnerabili e allo stesso tempo protetti (“i ragni sono la madre”, diceva Louise); per le ghigliottine che sospende sopra le case borghesi e le vite tranquille che racchiudono.
E’ il prototipo, non convenzionale, dell’artista, che passa dall’euforia alla depressione, dall’attività frenetica all’immobilismo, dalla creatività alla riflessione. Ed è completamente, sorprendentemente, clamorosamente teatrale. Lo spettacolo che la racconta mette in scena l’essenza di questo essere strano, al tempo stesso donna, vecchia e bambina. dà corpo, matericamente come le sculture da lei create, alla fantasia, le immagini, le voci, i suoni, i pensieri che escono dal profondo di Louise, dalla sua anima. Tasselli che si compongono via via e ci rimandano in modo delicato o prepotente, allusivo o dichiarato la vita di una donna affascinante, emozionante, totale. E probabilmente irripetibile. (foto: margherita)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Nuovo spettacolo “Risorgi”

Posted by fidest press agency su domenica, 22 novembre 2015

risorgiRoma Dal 24 novembre al 6 dicembre 2015 Teatro Lo Spazio Via Locri 42/44 Duccio Camerini torna in scena con il suo nuovo spettacolo “Risorgi”. Con Duccio Camerini, Nicola Sorrenti, Ciro Carlo Fico, Barnaba Bonafaccia, Marco Damiano Minandri, Simone Bobini, Matteo Micheli, Giusy Emanuela Iannone e Cristina Pedetta. “Risorgi”, scritto da Duccio Camerini in romano, è accompagnato dalla musica dal vivo di Matteo Colasanti, i combattimenti scenici sono a cura di Massimiliano Cutrera, la musica della festa è di Mercutio. Presentato dalla Casa dei racconti, lo spettacolo è stato allestito con il sostegno del Centro sperimentale di cinematografia e di Spintime labs.
“Un traffico di storpi e mendicanti sullo sfondo del nuovo giubileo. Una storia scabrosa e barocca –afferma l’autore Duccio Camerini- quasi una preghiera, a cavallo tra la periferia e la campagna sventrata. Marika, un uomo di mezza età, aspirante transessuale in attesa dell’operazione; Sergio, un marchettaro che non vuole smettere di illudersi; Traiano, il figlio di Monica, gestisce insieme al padre una specie di “azienda di famiglia”: un traffico di storpi e deformi che loro proteggono e addestrano a chiedere l’elemosina, soprattutto in vista del nuovo Giubileo della Misericordia, annunciato dal Papa; Mongo, un ragazzo ritardato, un fool che vede dietro le cose e gli eventi; Tommi, un cameriere che fa arti marziali e prende “bombe” illegali in vista degli incontri; Rosa, la sua ex, una tossica – un tempo assistente sociale – che lo ricatta per convincerlo a tornare con lei. Infine “Latodestro”, uno storpio “acquisito”, è finito sotto un camion perdendo l’uso del braccio e della gamba sinistri, è lui il piccolo Robespierre che guida gli altri storpi alla rivolta. Storie senza morale alla fine di una città, in una terra di nessuno tra legalità e illegalità, benessere e miseria, solitudine e assenza di passato…Ogni personaggio è in attesa di una sua personale resurrezione, davanti ad un mondo ridicolo che sa solo ignorare”. (foto: risorgi)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Da BEI e BNL 300 milioni di euro per PMI e mid-cap

Posted by fidest press agency su domenica, 22 novembre 2015

banca europeaCon due distinte linee di credito, la Banca europea per gli investimenti (BEI) ha messo a disposizione di BNL Gruppo BNP Paribas un ammontare complessivo di 300 milioni di euro destinati a finanziare le piccole e medie imprese e le Mid-cap su tutto il territorio nazionale, in un’ottica di continuità a sostegno del sistema imprese Italia. In particolare, l’accordo stipulato nei giorni scorsi a Roma, prevede:
finanziamenti per 200 milioni riservati alle PMI, aziende con meno di 250 dipendenti e una linea di finanziamento di 100 milioni a favore delle Mid-Cap, imprese di media dimensione, con un numero di dipendenti compreso tra 250 e 3mila.“La cooperazione con le banche nazionali è fondamentale nel processo che permette alle risorse finanziarie della BEI di permeare sino al tessuto delle PMI, che costituiscono il vero asse portante per la crescita e la creazione di impieghi in Italia ed in Europa”, ha dichiarato Romualdo Massa Bernucci, Vice Direttore generale operazioni della BEI, “e siamo lieti di potere rafforzare, attraverso queste due nuove linee di credito, la già fruttuosa cooperazione con BNL, che vanta una lunga e vasta esperienza nel finanziamento a favore di PMI e Mid-Cap.”«Questa nuova iniziativa – ha affermato Paolo Alberto De Angelis, Vice Direttore Generale e Responsabile della Divisione Corporate di BNL – si inserisce nell’ambito di una proficua e pluridecennale collaborazione con BEI che solo negli ultimi quattro anni ha portato alle imprese italiane oltre 1,3 miliardi di fondi europei. Operazioni di questo tipo consentono di destinare ulteriori risorse finanziarie alle aziende per sostenere sia lo sviluppo degli investimenti sia il capitale circolante per accrescere la loro competitività in Italia e all’estero».In generale, oggetto dei prestiti saranno sia nuovi progetti sia quelli in corso non ancora ultimati. Tali fondi sono finalizzati a sostenere le aziende attive in tutti i settori produttivi (agricoltura, artigianato, industria, commercio, turismo e servizi) e i progetti potranno riguardare l’acquisto, la costruzione, l’ampliamento e la ristrutturazione di fabbricati; l’acquisto di impianti, attrezzature, automezzi o macchinari; le spese, gli oneri accessori e le immobilizzazioni immateriali collegate ai progetti, incluse le spese di ricerca, sviluppo e innovazione; la necessità permanente di capitale circolante legata all’attività operativa.Per quanto riguarda sia le PMI sia le Mid-cap, a fronte di progetti di investimento rispettivamente di valore massimo pari a 25 e 50 milioni di euro, i finanziamenti potranno arrivare a coprire il 100% dell’investimento (con un massimo comunque di 12,5 milioni di euro per progetto) e avranno una durata massima di sei anni.Per le Mid-cap con investimenti dal costo compreso tra i 25 e i 50 milioni di euro, il finanziamento BEI non potrà superare il 50% del costo dei progetti/investimenti.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Incontro dedicato al compositore Edgard Varèse e al videoartista Bill Viola

Posted by fidest press agency su domenica, 22 novembre 2015

la sapienzaRoma Martedì 24 novembre alle ore 18.30 presso il Museo Laboratorio di Arte Contemporanea della Sapienza (Palazzo del Rettorato) si svolgerà un incontro dedicato al compositore Edgard Varèse e al videoartista Bill Viola in occasione del concerto della IUC di quella stessa sera alle 20.30, che prevede l’esecuzione di Desérts di Edgar Varèse con la simultanea proiezione del video realizzato da Bill Viola per tale composizione. All’incontro partecipano Giuseppe Di Giacomo (docente di Estetica presso la Sapienza), Franco Piperno (docente di Musicologia e Storia della musica) e Valentina Valentini (docente di Arti performative/Arti Elettroniche/digitali). L’ingresso all’incontro è libero.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Gilda Piersanti sarà alla Biblioteca Marconi

Posted by fidest press agency su domenica, 22 novembre 2015

roma eurRoma Martedì 24 novembre – 18.30 Biblioteca Marconi – Via G. Cardano, 135 Gilda Piersanti sarà alla Biblioteca Marconi nell’ambito del Festival della narrativa francese per presentare il suo libro Estate assassina (Bompiani), ultimo capitolo della serie noir, nel quale l’ispettore Mariella De Luca segue un’inchiesta legata a delle decapitazioni che sembrano risalire alle origini della tragedia e al mito biblico di Giuditta e Oloferne, tra le cui vittime si conta anche un celebre artista. Nata a Tivoli, Gilda Piersanti è esperta dell’ottocento francese e vive a Parigi, dove scrive in francese. Traduttrice e critica letteraria, partecipa oggi a FFF in quanto autrice della serie poliziesca Les Saisons meurtrières, incentrati sulla Città Eterna.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome, Uncategorized | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Romanzo di Sebastiano Cortese “Il mio amore inaspettato”

Posted by fidest press agency su domenica, 22 novembre 2015

il mio amore inaspettato.jpgRoma martedì 24 novembre 2015, alle ore 20, presso la sala meeting dell’Hotel Boscolo Exedra Roma, in Piazza della Repubblica 47 presentazione del Romanzo di Sebastiano Cortese “Il mio amore inaspettato”. Scrive l’autore: “Sono particolarmente felice e grato alla Sen. Monica Cirinnà ed al Sen. Sergio Lo Giudice, che, dopo aver letto il mio lavoro, hanno deciso di presentare al pubblico questo mio romanzo d’esordio, che tratta il tema dell’amore e dei risvolti familiari delle unioni civili” e prosegue: “Sono un giovane scrittore siciliano e questo è il mio primoromanzo, ambientato tra New York e Roma, nel quale racconto una storia intrigante, piccante ed affascinante che sono sicuro catturerà il lettore e stimolerà nuove riflessioni sul significato più universale dell’amore.Sarò lieto di rispondere, inseme ai relatori, alle domande di ospiti, giornalisti e quanti vorranno intervenire (l’evento è <>), perché il tema delle unioni civili, come quello dell’universalità dell’amore, merita di essere affrontato e dibattuto ogni momento della nostra splendida vita” (foto: il mio amore inaspettato)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , | 1 Comment »

Donne e Scienza

Posted by fidest press agency su domenica, 22 novembre 2015

Franco FrattiniRoma SIOI, martedì 24 novembre, ore 17.00 Piazza di San Marco, 51 la Società Italiana per l’OrganizzazioneInternazionale (SIOI) e l’Ambasciata degli Stati Uniti in Italia promuovono l’incontro “Donne e Scienza”, organizzato in collaborazione con la NASA (National Aeronautics and Space Administration) e con l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI).Ai lavori parteciperanno Dava Newman, vice amministratore della NASA, Maria Chiara Carrozza, già ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca e Gabriella Arrigo, responsabile delle relazioni internazionali dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI). L’incontro sarà aperto da un saluto del presidente della SIOI Franco Frattini.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

“Le altre facce della medaglia”

Posted by fidest press agency su domenica, 22 novembre 2015

TorinoCasa Circondariale di Torino – via Maria Adelaide Aglietta 35 (già Strada Pianezza 300) ore 21.00 Martedì 24 novembre 2015 – Mercoledì 25 novembre 2015 – Giovedì 26 novembre 2015 – Venerdì 27 novembre 2015. “Le altre facce della medaglia” è un evento teatrale che mette a confronto i punti di vista sulle trasformazioni e sulle innovazioni introdotte dalla legge di riforma penitenziaria del 1975, sul suo stato di attuazione oggi, sulle sue modifiche che, a quarant’anni dalla sua approvazione, sono state discusse in questi mesi dagli Stati generali sull’esecuzione penale promossi dal Ministero della Giustizia. Per farlo sceglie il linguaggio del teatro, sperimentato in questi anni dal regista Claudio Montagna, coinvolgendo questa volta gli stessi spettatori. Il dialogo è aperto dalle loro domande, scritte e raccolte prima dell’inizio di ogni serata; un gruppo di detenuti risponde attraverso scene ideate con tecniche dell’improvvisazione teatrale che presentano il loro punto di vista sulla situazione. Pochi minuti, intensi e ricchi di significato, seguiti dal breve intervento di un gruppo di studenti di Giurisprudenza per citare la legge e conclusi dai commenti degli esperti e studiosi del settore e di chi lavora per il carcere: dal Direttore agli Educatori, dagli Operatori sanitari alla Polizia penitenziaria. La collaborazione con la Cattedra di Sociologia del Diritto del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Torino, avviata già lo scorso anno, ha permesso il coinvolgimento nelle attività di un gruppo di giovani studenti di Giurisprudenza preparati dal prof. Claudio Sarzotti: «Gli studenti – spiega – hanno vissuto questa esperienza come un’occasione formativa appassionante. Ancora oggi è possibile diventare magistrati o avvocati senza aver mai visto un carcere. Per loro è stata una sorpresa molto istruttiva scoprire come il diritto vivente sia molto diverso da quello scritto nei testi della legge».Le serate teatrali “Le altre facce della medaglia” si collocano all’interno del progetto Passi oltre i confini realizzato da Teatro Società grazie al sostegno di “Progetto libero – linee guida in ambito carcerario” della Compagnia di San Paolo e con la partecipazione dell’Assessorato alla Cultura della Città di Torino. Il progetto è condiviso operativamente dalla Direzione, dagli educatori e dagli agenti della Casa Circondariale Lorusso e Cutugno e dal Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Torino nell’ambito della Cattedra di Sociologia del diritto.«Il progetto di Teatro Società è importante perché ambisce ad aprire un dialogo tra la società e la struttura carceraria. La nostra comunità spesso non vuole vedere e, così facendo, rischia di rendere la limitazione fisica del carcere qualcosa di ancora più profondo. Un dialogo complesso, che Teatro Società prova ad avviare attraverso il filtro di una forma metateatrale: una missione tanto utile all’interno del carcere quanto per chi sta all’esterno» afferma Maurizio Braccialarghe- Assessore alla Cultura, al Turismo e alla Promozione della città.
«La Compagnia di San Paolo, d’intesa con enti e autorità locali, sostiene e promuove da anni, attraverso “Progetto Libero – linee guida in ambito carcerario” progetti su temi carcerari che rispondano al principio che la pena inflitta a un detenuto – secondo quanto afferma il dettato della nostra Costituzione – non deve rappresentare soltanto una sanzione ma anche avere come obiettivo la riabilitazione. Questo percorso di emancipazione non si conclude con l’individuo, ma offre vantaggi in ultima analisi all’intera collettività. Nell’ ambito di “Progetto Libero – linee guida in ambito carcerario”, tra il 2011 e il 2014 la Compagnia di San Paolo ha erogato circa 5,8 milioni di euro a sostegno di 136 progetti nelle carceri del Piemonte e dell’area genovese. Le iniziative a favore del reinserimento sociale e lavorativo sono state circa il 52%, la restante parte è stata a favore di cultura, arte, spettacolo e, in generale, per migliorare le condizioni di vita all’interno della carcere. Tra queste figurano gli spettacoli di Teatro e Società, che propone su questi temi riflessioni sempre profonde e di grande impegno sociale e civile» sottolinea Luca Remmert, Presidente della Compagnia di San Paolo.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Pompei: Interventi per messa in sicurezza

Posted by fidest press agency su domenica, 22 novembre 2015

casa marco lucrezio1Pcasa marco lucrezioompei lunedì 23 novembre è la volta della casa di Marco Lucrezio su via Stabiana (IX, 3, 5.24) nell’ambito dell’ampia attività di “Messa in sicurezza delle regiones IV, V e IX” prevista dal Grande Progetto Pompei. Gli interventi interesseranno gli apparati decorativi, le murature e le coperture poste sugli ambienti intorno all’atrio, dietro al quale si apre, come una sorta di quinta scenica, il bel giardino, visibile dall’ingresso principale su via di Stabia, nel quale era una elegante fontana in marmo a cascatella, alimentata da un getto ricavato all’interno di una statuetta di Sileno. L’atmosfera della domus era inoltre caratteristica per la vasca circolare intorno a cui erano disposte quattro erme e una serie di statuette marmoree di diverse dimensioni e soggetto vario: eroti e animali, un satiro e due gruppi con satiro e Pan e satiro e capretta. Notevole il tablinum, con la magnifica pavimentazione in opus sectile, recentemente oggetto di restauro.
Durante i lavori, che si svolgeranno tra il 23 novembre e il 15 gennaio, la casa non sarà visitabile. (foto: casa marco lucrezio)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Safe House”, per un aiuto concreto a donne in pericolo

Posted by fidest press agency su domenica, 22 novembre 2015

Policlinico La Sapienza RomaRoma Lunedì 23 novembre 2015, alle ore 9:30, nella sala della Direzione Generale del Policlinico Umberto I, Azienda Ospedaliera da sempre in sinergia con l’Associazione per sensibilità alle tematiche sociali, Salvamamme e Rete di Sicurezza Attiva Onlus, insieme ai partner, terranno il workshop “Valigia di Salvataggio. Per non tornare indietro”.Alle porte del 25 novembre, Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, due faranno sentire la loro voce e si farà il punto sul progetto della “Valigia”, tutto improntato a rapidità e concretezza, per offrire un aiuto vero a donne in reale pericolo, sfuggite alla violenza, nei momenti in cui il rischio è più alto e la confusione può mal consigliare.Una valigia di effetti personali per evitare di tornare in una casa non protetta, una psicologa per un sostegno immediato, un avvocato per i primi consigli e, insieme, l’informazione per contattare al più presto il 1522, numero antiviolenza della Presidenza del Consiglio dei Ministri.Tutto ciò in sinergia con Aziende Ospedaliere e Polizia di Stato, con cui è stato definito un protocollo d’intesa, che verrà presentato per la prima volta nella giornata, dopo la firma ufficiale. La prospettiva della realizzazione di una “Safe house” a completamento del supporto offerto nelle prime ore, quando si è più esposte.
Aprirà la giornata il Dott. Domenico Alessio Direttore Generale del Policlinico Umberto I. Coordinatrice della giornata di workshop sarà il caporedattore segreteria di redazione RAI Tgr Lazio Rossella Alimenti. Interverranno la Dott.ssa Maria Carla Bocchino, Primo Dirigente del Servizio Centrale Operativo Polizia di Stato; la Dott.ssa Giuseppina Luciana Barreca, Consigliere della Corte di Cassazione; Maria Grazia Passeri, Presidente del Salvamamme; il Dott. Edoardo Marcelli Presidente Associazione Rete di Sicurezza Attiva Onlus; l’Avv. Erminia Cozza, Presidente Salvamamme Onlus; la Prof. Rosanna Cerbo, Responsabile scientifico del progetto della Valigia di Salvataggio; la Dott.ssa Oria Gargano, Presidente BeFree Coperativa; la Dott.ssa Tiziana Rocca, PR Testimonial del Salvamamme e Support del progetto della Valigia di Salvataggio.
Saranno presentati gli spot sociali contro la violenza sulle donne “Provaci con me” della Federazione Pugilistica Italiana e “Non tornare indietro” di Ma.Ma Management. Saranno inoltre presenti rappresentanti della squadra di Rugby “Fiamme Oro” della Polizia di Stato e delle Associazioni partner del progetto “Valigia di Salvataggio”: Ad Ogni Modo, Associazione di Protezione Civile RNS Monterosi, Associazione Giovani per Roma, Associazione Mamme Laboriose, Associazione Motociclisti Forze dell’Ordine, Associazione Taxi Roma Capitale, Comitato di Quartiere Torresina, Federazione Nazionale Parafarmacie Italiane, Federazione Polizia Interforze, International Inner Wheel, Rotary International Distretto 2080. Invitati a prender parte a questa importante giornata i diversi municipi di Roma. Madrina della giornata Maria Rosaria Omaggio, attrice e scrittrice italiana.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Giornata infanzia

Posted by fidest press agency su domenica, 22 novembre 2015

giornata infanzia«Secondo l’ultimo rapporto Unicef i minorenni rappresentano quasi la metà dei poveri del mondo, 250 milioni di bambini vivono in paesi devastati da conflitti, i bambini delle famiglie più povere hanno il doppio delle probabilità di morire prima dei cinque anni rispetto agli altri e le ragazze il quadruplo delle probabilità di sposarsi prima dei 18 anni. L’impegno del MODAVI Onlus è sempre stato caratterizzato da una particolare attenzione alla tutela e promozione dell’infanzia, sia in Italia che all’estero. Proprio con la raccolta fondi svolta lo scorso Natale è stato possibile comprare lettini e ristrutturale i locali di una casa famiglia dei bimbi del Meru, in Kenya. Anche quest’anno la nostra campagna sarà dedicata ai bambini, allargando i nostri interventi in altre zone del mondo, come Argentina e Palestina, dove da anni il MODAVI opera per difendere il bene più prezioso, i bambini». Lo dichiara Maria Teresa Bellucci, Presidente Nazionale del Movimento delle Associazioni di Volontariato Italiano (MODAVI Onlus) in occasione della Giornata Mondiale dell’infanzia.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

La scelta di guerra di Hollande

Posted by fidest press agency su domenica, 22 novembre 2015

cisnettoA Parigi il 13 novembre sono state uccise e ferite alcune centinaia di persone innocenti in uno degli attentati terroristici più gravi ed emotivamente traumatici che siano stati consumati in Europa dal dopoguerra in poi. Ma tre giorni dopo ad essere colpita a morte è stata l’Europa stessa, o se si vuole quell’idea di integrazione politica e istituzionale dei paesi del Vecchio Continente che hanno in comune una moneta che è stata alla base, seppur poi tradita, dei padri fondatori dell’euro. “A la guerre comme à la guerre”, ha detto al Parlamento francese solennemente riunito in seduta comune a Versailles, François Hollande, il più mediocre dei presidenti che la Francia abbia mai avuto. Intendiamoci, la sua è una scelta per molti versi comprensibile, forse indispensabile per lui, per i socialisti e per gli stessi gollisti, di fronte all’altissima probabilità che la destra della Le Pen possa fare il pieno di consensi per effetto della reazione popolare alla strage e alla evidente vulnerabilità del sistema di sicurezza e di intelligence gestito dalla gauche. Ma è una scelta sbagliata in sé, e letale per l’Europa. Sbagliata primo perché non si può dichiarare guerra ad uno Stato che non esiste, finendo così con il legittimarlo: immaginiamo che quelli dell’Is (o Isis che dir si voglia) si siano fregati le mani. E secondo perché non si può confondere i soldati con i terroristi, le cui azioni pongono problemi di sicurezza interna, ma non rappresentano una minaccia di tipo militare. È vero che gli attentatori sono ispirati all’Isis e dall’Isis, ma sono anche autonomi, in molti casi si tratta di cittadini europei (nel caso di Parigi, francesi e belgi) e il loro reclutamento in genere è opera di predicatori e “cattivi maestri” insediati nelle nostre città. Come ha ben spiegato un esperto di strategie militari come Stefano Silvestri, la lotta contro di loro richiede un’intensa azione investigativa e di intelligence, una forte iniziativa di contro-propaganda e di mobilitazione sociale, soprattutto all’interno delle comunità etniche e religiose d’origine, che occorre infiltrare. Invece, aerei e carri armati, con tutta evidenza, non servono. E poi, oltre che in Siria e Iraq, gli uomini del califfato hanno costituito affiliazioni dell’Isis in molti altri paesi, dalla Libia alla Nigeria passando per lo Yemen: che si fa, si scende in guerra con tutti? E ancora: guerra significa raid aerei o intervento di terra? Perché nel primo caso di bombardamenti dall’alto finora ne sono stati fatti a centinaia, senza per questo aver dichiarato guerra (e anche senza il minimo risultato), mentre nel secondo caso andrebbero spiegate le regole di ingaggio di una forza militare che o è occidentale (e quindi Nato) o non è. Non sappiamo se Hollande abbia studiato la storia e abbia voluto imitare i suoi predecessori di quella fase iniziale del secondo conflitto mondiale quando, dopo l’attacco tedesco alla Polonia (1 settembre 1939) e la dichiarazione di guerra di Francia e Gran Bretagna alla Germania (3 settembre 1939), le truppe francesi e inglesi si mantennero inattive, in una sorta di “surplace”. Sarà bene comunque ricordargli che quella che fu chiamata “drôle de guerre” (guerra farsa) terminò (10 maggio 1940) con un disastro: l’invasione tedesca del Belgio e dei Paesi Bassi.Insomma, un conto è dichiarare “guerra” al terrore, come si fece dopo l’11 settembre 2001, quando gli alleati offrirono agli Stati Uniti la solidarietà derivante dall’articolo 5 del Trattato di Washington, e cioè la mobilitazione della Nato. Altro è scendere in guerra, intesa come conflitto militare, contro uno Stato, che peraltro non ha alcun riconoscimento come tale. Ma c’è di più. Hollande non ha invocato, come tutti si aspettavano, l’articolo 5 del Trattato Nato, bensì quello 42.1 del Trattato europeo di Lisbona, che fa riferimento alla guerra tra Stati e non al terrorismo. La differenza è sostanziale. Perché ora si apre uno scenario di “economia di guerra” dove i vincoli europei di bilancio, su cui si è costruito da Maastricht in poi l’euroristema, sono archiviati per lasciare che deficit e debito diventino gli strumenti con cui fare la guerra, come storicamente è sempre stato.Si dirà: bene, abbiamo sempre detto che le regole europee sono stupide e questo cambiamento di scenario ci permetterà di liberarcene. E no, un conto è avviare una politica per la crescita, che peraltro non dovrebbe affatto aumentare il già pesante fardello europeo del debito (la media Ue in rapporto al pil è oltre il 90%, trenta punti in più della fatidica soglia del 60% sotto la quale tutti i paesi dovevano stare) come a ben spiegato a “Roma Incontra” l’economista keynesiano Pierluigi Ciocca ricordando a chi lo cita a sproposito che Keynes odiava il debito e non proponeva affatto di accrescerlo a dismisura. E altro è metter mano alla spesa pubblica senza limiti per impegni militari. Per cifre di fronte alle quali la famosa flessibilità di cui la stessa Francia ha usufruito e alla quale un po’ furbescamente abbiamo fatto ricorso noi italiani – e per la quale, peraltro, siamo stati rimandati agli esami di riparazione del prossimo anno – finirà per essere una misera questua. E cosa facciamo, costruiamo la ripresa sulle spese per la sicurezza e gli interventi militari? E per di più senza avere uno straccio di integrazione dei sistemi di difesa che avrebbe dovuto consentire di avere soldati, poliziotti e servizi segreti europei? Gli Stati Uniti 14 anni fa lo fecero, ma su ben altre basi. Loro sono uno stato federale, mica un accozzaglia di paesi che non hanno mai ceduto un briciolo della loro sovranità come hanno fatto gli europei, anche dopo aver creato una moneta comune. E sapete qual è il paese che più si è opposto all’idea di rinunciare ad un po’ di potere indipendente? No, non la ruvida Germania, che semmai ha il vizio di concepire eventuali Stati Uniti d’Europa come tedesco-centrici, ma la sciovinista Francia. E sapete quale processo politico continentale innescherà la “dichiarazione di guerra” del non europeista Hollande, fatta anche e soprattutto per riconquistare la centralità perduta? Che aggraverà l’eclisse di leadership di Angela Merkel, già in forte difficoltà per ragioni interne tanto da far parlare di una sostituzione con il falco Wolfgang Schäuble, mettendone così seriamente a rischio il posto. Chissenefrega? E no, mica diventerebbe cancelliere un esponente dell’ormai inesistente Spd o un altro democristiano moderato come lei: ci ritroveremmo un uomo della Bundesbank, magari bavarese, e sarebbero dolori. E sapete chi ha già fatto tesoro dell’improvvida uscita di Hollande? Sì, proprio zar Putin, rapidissimo nell’ordinare alla marina russa di agire “in piena cooperazione con l’alleata Francia”, ridicolizzando Obama che finora ha trattato l’Is come una banale rete di tagliagole. Chi pensa che questo sia un bene alzi la mano.
Renzi e il governo italiano hanno assunto un atteggiamento prudente. Noi pensiamo che sia un bene. E anche se temiamo che si tratti più di un riflesso condizionato della nostra debolezza che di una scelta strategica, sosteniamo con convinzione questa scelta. Tuttavia, sarà bene che si apra subito nel Paese un confronto su quali orientamenti assumere e sulle conseguenze europee senza precedenti che la scelta francese ci rimbalzerà addosso. Noi di TerzaRepubblica faremo la nostra parte, con lo spirito critico e costruttivo di sempre.A gennaio, andando controcorrente, dicemmo che “non siamo Charlie”, e rivendicammo il diritto di affermare che non ci piace l’impotenza buonista tanto quanto il belluino richiamo alla guerra. Ricordando a noi stessi che la superiorità occidentale, cui noi crediamo profondamente, si dimostra usando l’intelligenza valutativa e la razionalità reattiva, non l’emotività viscerale. Lo dicemmo allora e lo ripetiamo ora, pur sgomenti di fronte alla barbarie. La guerra esiste, certo, ma non è la nostra. La cosiddetta “guerra di religione” è nel (e non del) mondo islamico. È quella, drammaticamente sanguinosa, che i musulmani stanno facendosi tra loro da molto tempo, divisi da concezioni radicalmente diverse dell’Islam. E che è resa maledettamente complicata dal suo intersecarsi al diabolico intreccio tra gli interessi egemonici di varie potenze musulmane (Arabia Saudita, Turchia, Egitto, Iran, paesi del Golfo) e gli interessi economici e politici delle maggiori potenze occidentali, nel quadro geopolitico della globalizzazione che ha rimescolato le carte della storia. Dunque, gli attacchi terroristici di cui siamo vittime sono azioni che non servono a fare un’impossibile guerra all’Occidente, ma a legittimare agli occhi dei fedeli la guerra interna all’Islam, finalizzata alla presa del potere da parte di gruppi che usano il fanatismo come mezzo di conquista. Dopo la caduta delle torri gemelle sembrava dovesse scoppiare la terza guerra mondiale (noi non ci abbiamo mai creduto), sono passati 13 anni e non è successo. Dunque, non facciamo prendere la mano dall’emotività. Abbiamo molti più problemi “interni” – impedire che la curva del progresso, che nell’ultimo mezzo secolo ha messo il turbo, non diventi discendente – che “esterni”. Immaginare una crociata contro il nemico islamico, per esorcizzare le nostre paure, finirebbe solo con l’alimentare le ragioni del fondamentalismo agli occhi dei popoli islamici e col creare un perfetto alibi alla (crescente) deresponsabilizzazione delle classi dirigenti occidentali. Non caschiamoci. (Enrico Cisnetto direttore Terza Repubblica)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Il card. Paolo Romeo saluta l’Arcidiocesi di Palermo

Posted by fidest press agency su domenica, 22 novembre 2015

cardinale romeo.jpgDomenica la celebrazione Eucaristica in Cattedrale alle 18 Prevista la diretta streaming Dopo quasi 9 anni, il card. Paolo Romeo lascia l’Arcidiocesi di Palermo per raggiunti limiti d’età. Lo farà nel corso di una solenne celebrazione Eucaristica che si svolgerà domenica 22 novembre 2015, nella Solennità di Cristo Re dell’Universo. Alla celebrazione che si svolgerà nella chiesa Cattedrale alle ore 18 prenderanno parte i presbiteri, i diaconi e il popolo santo di Dio. La celebrazione sarà trasmessa in diretta streaming.
Giovedì 26 novembre 2015, alle ore 17.30, nell’Aula Magna della Facoltà Teologica di Sicilia “S. Giovanni Evangelista”, sarà presentato il volume “Salvatore card. Pappalardo sul cammino della carità”, Messaggi e discorsi alla sua Chiesa a cura di Maria Saccone Shofar, Palermo 2015. Il programma prevede Gratulatorio del prof. don Francesco Lomanto, preside della Facoltà Teologica di Sicilia, la riflessione “Semper inhaerere mandatis” Il mandato dell’amore evangelico – Il ministero episcopale del card. Salvatore Pappalardo tra testi e contesti a cura del Prof. Sergio Tanzarella della Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale.
Gli interventi conclusivi saranno di padre Pietro Leta, OC, Parroco, della signora Maria Saccone, curatrice dell’opera, e card. Paolo Romeo, Gran Cancelliere della Facoltà Teologica di Sicilia. Modera prof. mons. Rino La Delfa, Facoltà Teologica di Sicilia.Il prossimo appuntamento diocesano in programma sarà il prossimo 5 dicembre con l’ordinazione Episcopale di mons. Corrado Lorefice in Cattedrale. Il programma prevede l’incontro con le Autorità e la Cittadinanza a piazza Pretoria, alle ore 16 e successivamente nella Chiesa Cattedrale alle ore 17 si svolgerà la celebrazione Eucaristica, nel corso della quale riceverà l’Ordinazione Episcopale per l’imposizione delle mani del card. Paolo Romeo e degli altri due vescovi conconsacranti mons. Antonio Staglianò, vescovo di Noto e mons. Paolo De Nicolò, vescovo titolare di Mariana in Corsica. Anche questa celebrazione sarà trasmessa in diretta streaming dal sito dell’Arcidiocesi di Palermo al seguente indirizzo: http://www.diocesipa.it (cardinale romeo)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Quartetto Stesichoros per gli amici della musica di Trapani

Posted by fidest press agency su domenica, 22 novembre 2015

Quartetto StesichorosTrapani. Domenica 22 novembre 2015, alle ore 18.30, nello scenario della Chiesa di Sant’Alberto, a Trapani, in Via Garibaldi, si esibirà il Quartetto Stesichoros. In programma musiche di Wolfgang Amadeus Mozart (Quartetto per archi in sol maggiore KV 80), Franz Joseph Haydn (Quartetto per archi in re minore op. 76 n. 2 “Delle quinte”), Carl Maria von Weber (Quintetto per clarinetto op. 34), eseguite da Marcello Spina (violino), Alessio Nicosia (violino), Giovanni Casano (viola), Alessandro Longo (violoncello),Giuseppe Casano (clarinetto).
IL QUARTETTO “STESICHOROS” nasce nel 2009 sotto il nome di quartetto “Hermes” ed è costituito da strumentisti che ricoprono a tempo indeterminato il ruolo di professori d’Orchestra presso l’ E.A.R. Teatro Massimo “V. Bellini” di Catania. A causa di omonimia con un quartetto francese dal 2014 il nome dell’ensemble cambia definitivamente in “Stesichoros”.
Il quartetto ha seguito corsi di Musica da camera tenuti da Sergei Girschenko,( primo violino “Bolschoi” Mosca) e Rocco Filippini; inoltre è stato ammesso da effettivo alla prestigiosa Accademia Europea del Quartetto – Fondazione “Pro-Quartet” di Parigi, frequentando le Master/Class dei Maestri Walter Levine (Quartetto “La Salle”), Valentin Erben (Quartetto “Alban Berg”) Heime Muller (Quartetto “Artemis”),e Louis Fima (Quartetto “Arpeggione”). Ha ottenuto il Primo premio al Concorso nazionale A.M.A. Calabria sezione Musica da camera;
Il “Quartetto Stesichoros” si è esibito per importanti associazioni musicali e prestigiosi enti come la Pro-Quartet di Parigi, Lyceum Club Catania, S.C.A.M di Catania, Associazione musicale “Stesichoros”, Quotidiano di Sicilia, Associazione musicale “Quadrivium” di Treviso, A.F.A.M. di Floridia, Associazione “Amici dell’Arte” di Forlì, Alliance Artistique Europeenne de Paris, Associazione Siracusana Amici della Musica, Società Aquilana concerti “B. Barattelli”, Camerata Musicale Barese, riscuotendo unanimi consensi di critica e di pubblico.
Sempre attento alla qualità e purezza del suono, che lo contraddistingue, il ”Quartetto Stesichoros” è alla continua ricerca del giusto compromesso tra rigore tecnico-stilistico ed estro musicale, e si prefigge inoltre come obiettivo la diffusione della musica da camera in particolar modo della letteratura quartettistica. Il repertorio spazia dal Barocco al Contemporaneo. (I biglietti potranno essere acquistati nella sede dell’evento: intero euro 7,00, ridotto euro 5,00 studenti fino a 24 anni, Soci Fondazione Pasqua 2000 per l’anno 2014). (foto: Quartetto Stesichoros)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Uncategorized | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Delegazione spezzina a Bruxelles

Posted by fidest press agency su domenica, 22 novembre 2015

benifeiBruxelles – Una tre giorni emozionante, che ha visto protagonisti lo sport, l’Europa e i suoi valori di integrazione e abbattimento delle frontiere, mai così importanti come in questo difficile periodo storico: si è conclusa la visita a Bruxelles della delegazione composta da 11 spezzini ospiti dell’eurodeputato del Partito Democratico Brando Benifei. Cuore del viaggio, reso possibile grazie alle quote messe a disposizione dal Parlamento Europeo, è stata la giornata presso la sede dell’istituzione: nella prima parte, il funzionario del direttorato della comunicazione Alfonso Alagna ha illustrato al gruppo il funzionamento degli organi comunitari, ampliando la sua lectio ad alcuni dei temi di maggior interesse comune, dall’allargamento della UE alla politica monetaria, e ha risposto alle numerose domande dei membri della delegazione. Dopo una tappa in aula, lo staff dell’on. Benifei ha fatto da Cicerone all’interno degli edifici del Parlamento, illustrandone la storia e l’utilizzo. “E’ un piacere, per me, dare alle persone la possibilità di accrescere la loro conoscenza dell’Unione Europea – ha commentato l’eurodeputato – : ritengo particolarmente importante che tutti possano verificarne il funzionamento dal suo interno e capire quanto l’Europa sia decisiva anche nella vita di ognuno di noi. Nel mese di dicembre ospiterò nuovamente i ragazzi delle scuole cittadine, questa volta a Strasburgo, come già era avvenuto lo scorso anno”. Altro momento clou della giornata, la partecipazione della delegazione – composta da rappresentanti del mondo sportivo spezzino e da tre studenti degli istituti superiori – all’Award Ceremony for European Capitals and Cities for Sport, organizzata da Aces Europe presso la Sala P3C050 nella sede comunitaria, durante il quale i rappresentati dell’organizzazione hanno consegnato nelle mani dell’assessore allo Sport del Comune della Spezia Patrizia Saccone lo stendardo simbolo del titolo di “Città Europea dello Sport 2016”. Ad assistere, anche l’on. Benifei, nella doppia veste di eurodeputato e vicepresidente del comitato consultivo di Aces Europe. Il gruppo spezzino era formato da: Patrizia Saccone, assessore allo Sport del Comune della Spezia; Alessandro Ribolini, presidente Attiva Sportutility; Angelo Molinari, presidente provinciale Panathlon Club; Antonella Inferrera, membro della Croce Rossa Italiana della Spezia; Alessia Bonati ed Eugenia Rossi, rispettivamente responsabile e atleta disabile Anffas La Spezia – Special Olympics; Roberto Giansanti, professore responsabile progetto “Salvamento a mare”; Isa Raffellini, funzionario Centro di Responsabilità Sport Comune della Spezia, e i tre studenti Francesco Falanga (Liceo “Pacinotti”), Daniel Bisanti (Liceo “Mazzini”) e Paolo Parrella (Istituto “Fossati”).Assente giustificato, il presidente dello Spezia Calcio Giovanni Grazzini, che ha dovuto rinunciare per impegni societari concomitanti. (foto: benifei)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »