Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 318

Archive for 24 novembre 2015

Turchia: Jet abbattuto

Posted by fidest press agency su martedì, 24 novembre 2015

mig caccia“L’episodio del jet russo abbattuto dalla Turchia è un fatto gravissimo. Purtroppo, però, episodi del genere si possono verificare quando ogni Stato ritiene di poter risolvere da solo problemi che richiedono invece una strategia condivisa. Se ognuno è solo preoccupato del mantenimento dello status quo, del proprio potere e dei propri interessi nazionali si fa solo il gioco di Da’esh”. A dirlo è Paolo Alli, Capogruppo Area Popolare (Ncd-Udc) in Commissione Affari Esteri e Vice Presidente dell’Assemblea Parlamentare Nato.“Pertanto – continua – è sempre più necessaria una coalizione contro Da’esh dove i protagonisti siano i paesi islamici della Regione, con il sostegno della comunità internazionale. Attacchi diretti degli occidentali o dei russi non farebbero altro che radicalizzare il conflitto e l’ostilità del mondo musulmano, rafforzando la posizione dei fondamentalisti”.E conclude: “del resto il terrorismo jihadista nasce come problema tutto interno al mondo islamico e deve essere risolto anzitutto dentro i suoi confini. Gli attacchi di Da’esh ai Paesi occidentali o alla Russia hanno proprio lo scopo di innescare reazioni violente, rafforzando la crociata fondamentalista che mira, invece, al predominio dentro il mondo musulmano”.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

A lezione con le imprese

Posted by fidest press agency su martedì, 24 novembre 2015

la sapienzaSi è svolto lo scorso giovedì 19 novembre nella sala Convegni della Macro Area di Ingegneria dell’Università di Roma Tor Vergata il seminario, in occasione del quale è stato presentato ufficialmente il nuovo indirizzo Telecomunicazioni attivato presso il corso di studi della laurea e della Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale della stessa Università. Il progetto formativo, primo nel suo genere in Italia, è stato ideato e realizzato dal Prof. Francesco Vatalaro, Ordinario di Telecomunicazioni presso il Dipartimento di Ingegneria dell’ Impresa (DII) dell’ Università di Roma Tor Vergata. Il seminario, organizzato in collaborazione con l’ Associazione per le tecnologie dell’informazione e della comunicazione (AICT), Key4biz e Media Duemila, ha consentito ai partecipanti provenienti dal mondo accademico e dalle principali aziende italiane del settore ICT, di poter discutere e riflettere sulle opportunità di lavoro offerte dal mondo del lavoro nei prossimi anni, in particolare quello dell’ Information & Communication Technology (ICT), sui nuovi profili di ingegnere richiesti e in che modo il mondo accademico italiano può contribuire in un contesto socio-culturale sempre più “digitale”.L’evento è stato aperto dai saluti iniziali da parte del Prof. Nathan Levialdi (Direttore del DII), il quale ha ribadito “la necessità da parte dei neolaureati di possedere un giusto bilanciamento di conoscenze e competenze sia nelle aree principalemente tecniche (incluse le Telecomunicazioni) sia in quelle gestionali. A questa necessità vuole rispondere l’intero Corso di Laurea e di Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale erogato dal nostro Dipartimento”. L’ Ing. Andrea Penza (Presidente AICT) ha sottolineato l’importanza di una stretta collaborazione tra il mondo universitario e il mondo delle aziende soprattutto nel settore dell’ ICT che ha assunto ormai una importanza sempre più rilevante. “Per questo motivo – conclude Penza – la Society AICT della Federazione AEIT, in qualità di organismo no profit che a livello nazionale raggruppa i maggiori esperti di ICT provenienti sia dal mondo accademico che da quello industriale, farà la sua parte ed è lieta di poter contribuire a questa importante iniziativa, unica in Italia”.
E’ stata la volta poi del Prof. Francesco Vatalaro (Università di Roma Tor Vergata) che ha introdotto l’attuale contesto in cui si inserisce il progetto formativo, evidenziando il “ruolo dell’intero settore ICT, fortemente legato alla crescita dell’intera eurozona e in grado di cubare quasi un terzo dell’ intero PIL europeo.” “In Europa entro il 2020 – prosegue Vatalaro – si stima una carenza di oltre 800.000 posti di lavoro nel settore ICT, nonostante l’impiego professionisti esperti del digitale cresca ogni anno del 4%. Stiamo assistendo ad una mancanza quantitativa dei nuovi esperti del digitale. Ma non solo. E’ anche quantitativa. Infatti dal punto di vista delle competenze, già da diversi anni si sta assistendo ad un cambiamento dei profili richiesti. La rivoluzione digitale in atto ha creato una crescente domanda di nuovi esperti del digitale con un forte focus sulla gestione, sulla conoscenza degli aspetti di business e sulla capacità di analisi dei dati. Si stima che entro il 2020 questi nuovi profili cresceranno del 44,2%.” “Per tali motivi – conclude Vatalaro – il mondo accademico deve tenere in forte considerazione questi nuovi elementi, rimanendo al passo dei tempi. L’indirizzo Telecomunicazioni del Corso di Laurea e Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale attivato presso il nostro Dipartimento di Ingegneria dell’ Impresa si prefigge proprio questi obiettivi ”.La Tavola Rotonda moderata da Raffaele Barberio (Direttore di Key4biz) ha visto la partecipazione di manager di importanti aziende italiane del settore ICT.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Pfizer and Allergan merger makes sense in an industry forcing a race for scale

Posted by fidest press agency su martedì, 24 novembre 2015

Expert comment on the newly announced merger between Pfizer and Allergan, John Colley, Professor of Practice at Warwick Business School and an expert on large-scale mergers, has made the following comments:”Botox producer Allergan has been acquired for $160Bn by Pfizer to make it the world’s largest pharmaceutical business. This deal follows a pattern in which the pharmaceutical industry has seen acquisitions totalling over $600Bn this year as the industry consolidates. “Industry valuations increase as industry players become concerned at being left behind in the race for scale. In the instance of Pfizer it is also pursuing greater growth as its own established products are losing patent protection at a greater rate than it can produce innovative products. “Allergan’s drug portfolio has greater potential for growth. In addition the lure of tax advantages from a Dublin Head Office has been a significant factor in driving this deal. The threat of succumbing to US tax rates has meant that Pfizer has been desperate for a deal outside the U.S. The failure of the AstraZeneca bid in a consolidating industry has driven the substantial price paid for Allergan.”In a year in which low interest rates, relatively benign markets, reasonable growth prospects and institutions awash with cash there is likely to be a record number of deals exceeding the previous record of $4.6 Trillion in 2007. “Most deals this year have been consolidations within an industry which have a clear strategic logic and as a consequence slightly lower risk. AB InBev and SAB Miller, Dell and EMC, Holcim and Lafarge are designed to exploit greater market power through size and generate substantial cost savings through scale and scope economies. Head Office and Regional management are generally key targets.”Both institutions and businesses draw confidence from ‘strength in numbers’ which encourages more deals. Despite the enormous risks associated with acquisitions in which over half destroy value and 60 to 80% materially fail to deliver expected benefits the rush goes on. “Research shows that the biggest reason for acquisitions failing to deliver benefits is simply paying too much! One wonders how many of the 2015 deals will ultimately fail to deliver value. My money is on more than half.”
Warwick Business School, located in central England, is the largest department of the University of Warwick and the UK’s fastest rising business school according the Financial Times. WBS is triple accredited by the leading global business education associations and was the first in the UK to attain this accreditation. Offering the full portfolio of business education courses, from undergraduate through to MBAs, and with a strong Doctoral Programme, WBS is the complete business school. Students at WBS currently number around 6,500, and come from 125 countries. Just under half of faculty are non-UK, or have worked abroad. WBS Dean, Professor Mark P Taylor, is among the most highly-cited scholars in the world and was previously Managing Director at BlackRock, the world’s largest asset manager.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Global Travel and Tourism leaders’ statement on the recent terrorist attacks

Posted by fidest press agency su martedì, 24 novembre 2015

montrealThe leaders of the Global Travel Association Coalition (GTAC), meeting in Montreal on the occasion of the 2015 ICAO World Aviation Forum, condemn the terror attacks in recent days and weeks and extend our deepest condolences to the families and friends of all the victims affected by such senseless violence. Our thoughts are with them at this terrible time.Terrorism is a global threat that can only be addressed through the strong and concerted efforts of the world’s governments and the international community.The Travel & Tourism sector recalls that security is a prerequisite for tourism and therefore the sector is fully available to cooperate with governments to include tourism representatives from the public and private sectors in national security planning and implementation structures and procedures. Our sector is fully available to apply its experience to work even closer with governments around the world to develop the appropriate response and recovery plans for the sector where necessary.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Importante accordo internazionale tra ASI e NASA

Posted by fidest press agency su martedì, 24 novembre 2015

il futuro del mondo passa da qui - official photo“Importante accordo internazionale tra il Governo Italiano e gli Stati Uniti volto a favorire la cooperazione tra ASI e NASA, riguardo l’esplorazione e l’utilizzazione dello spazio extra-atmosferico per scopi pacifici. L’intesa facilita lo scambio di informazioni e dati, e agevola soprattutto le procedure in campo italiano, in quanto l’agenzia ASI tuttora non può assumere determinati impegni se non nel quadro di un accordo superiore tra i due Governi. Pertanto la cooperazione nasce come cornice normativa generale in cui inserire gli accordi operativi tra le Agenzie nazionali, senza più dover ricorrere a Scambi di Note verbali tra le rispettive parti.” Lo ha dichiarato il Presidente Maurizio Bernardo, VI Commissione Finanze della Camera in merito all’Accordo firmato tra Italia e Stati Uniti in coincidenza con il cinquantenario dall’inizio della cooperazione in campo spaziale tra i due Paesi, sul quale la Commissione si è espressa in sede consultiva “L’accordo – conclude – non determinerà direttamente alcun onere economico a carico del bilancio dello Stato”

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

“Serve piano strategico per creare sviluppo e lavoro”

Posted by fidest press agency su martedì, 24 novembre 2015

fabbricato in Italia“Un dato allarmante e sul quale occorre agire rapidamente. Lo ripetiamo da tempo, c’è un Paese a due marce ed un gap che va colmato, con programmi e risorse, da utilizzare bene e in tempi certi. Alle famiglie del Sud non serve l’assistenzialismo che ha caratterizzato le politiche per il Mezzogiorno fino ad oggi, ma un piano strategico che crei sviluppo e posti di lavoro” così Dorina Bianchi, vicepresidente dei deputati di Area popolare (Ncd – Udc), commenta il dato Istat sul 45,6 per cento di residenti al Sud a rischio povertà.
“Servono interventi infrastrutturali, la creazione una free zone sull’esempio dell’Irlanda, un credito d’imposta per le imprese che investono nelle regioni meridionali, zero burocrazia, potenziamento della banda larga e logistica, con un forte intervento sulla legalità nel lavoro e, infine nuove opportunità anche nel settore della ricerca scientifica e dell’innovazione. Ma serve farlo rapidamente, prima che sia troppo tardi: non c’è Italia senza Sud” conclude.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

“This changes everything. Capitalism vs the climate”

Posted by fidest press agency su martedì, 24 novembre 2015

This changes everythingRoma Nuovo Cinema Palazzo 26 Novembre h. 20:00 Piazza dei Sanniti 9. E’ un film di Avi Lewis estratto dal best seller di Naomi Klein, per raccontare la più stridente contraddizione dell’attuale modello produttivo: stravolgere gli equilibri ecologici del Pianeta o rivoluzionare sé stesso. Una rivoluzione che significherebbe però ribaltare la natura del capitalismo, ristrutturando il sistema economico secondo principi di giustizia ambientale e sociale. Cambiare tutto per non cambiare il clima, sembra questa l’unica via per salvare il Pianeta e chi lo abita da una catastrofe diluita nel tempo ma annunciata nella sua gravità dagli sconvolgimenti climatici e dalle loro conseguenze.
A pochi giorni dalla COP21, l’associazione A Sud propone presso il Nuovo Cinema Palazzo un momento di riflessione e dibattito attraverso la proiezione di alcuni estratti del film e l’incontro con il regista Avi Lewis, un’occasione per capire meglio cosa è veramente in gioco alla Conferenza delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici che si terrà a Parigi a partire dal 30 novembre. La presenza del regista di“This changes everything” a Roma, precede di pochi giorni l’appuntamento che i movimenti si sono dati nelle città di tutto il mondo il 29 novembre per la Global March for Climate (info qui). A Roma hanno risposto all’appello le realtà aderenti alla Coalizione Clima (info qui) di cui sarà presente all’incontro un rappresentante.Interverranno alla presentazione anche gli autori di “Italian offshore” (info qui), un progetto di video inchiesta sulla nuova corsa alle fonti fossili nei mari italiani premiato al DIG – Documentari Inchieste Giornalismi 2015 (info qui). Un breve video di presentazione del lavoro finora svolto per raccontare quanto sta accadendo in Italia con l’approvazione del decreto c.d. Sblocca Italia e il conseguente impulso alla ricerca e all’estrazione di fonti fossili, tra le prime cause di cambiamento climatico. Un racconto che parte dall’esperienza di chi sui territori vive le conseguenze di queste scelte. Intervengono:
Avi Lewis Regista di “This changes everything”
Marcello Brecciaroli, Manuele Bonaccorsi, Salvatore Altiero Autori di “Italian offshore” – Premio DIG 2015
Stefano IannilloCoalizione Clima – Parigi 2015 [Link] [Facebook]
Modera:Marica Di Pierri Associazione A Sud e Centro di documentazione sui conflitti ambientali
Ci ritroviamo di fronte ad una scelta difficile: lasciare che i cambiamenti climatici stravolgano tutto il nostro mondo o stravolgere radicalmente la nostra economia. Ma dobbiamo essere molto chiari: a causa di decenni di rifiuto collettivo del problema, adesso non sono possibili soluzioni graduali [Naomi Klein – This Changes Everything: Capitalism vs. The Climate] (foto: This changes everything)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Approvato l’utilizzo del secukinumab per il trattamento dei pazienti affetti da spondilite anchilosante

Posted by fidest press agency su martedì, 24 novembre 2015

the new wngland journal of medicineLa SA e la AP sono malattie infiammatorie croniche, che colpiscono circa cinque milioni di persone in Europa, ciò nonostante rimangono significativamente sotto-diagnosticate e sotto-trattate 1,8-12. Se non trattate in modo efficace, entrambe le patologie possono essere la causa di danni irreversibili a carico della colonna vertebrale e delle articolazioni periferiche con dolore e conseguente perdita della funzione articolare13. Sono pertanto necessarie nuove opzioni terapeutiche per entrambe le patologie poiché molti pazienti non rispondono bene ai trattamenti esistenti, e fino al 40% non risponde in modo adeguato alle terapie con anti-TNFα6.Recenti studi hanno dimostrato che il secukinumab ha determinato una significativa riduzione dei segni e dei sintomi di SA o AP già alla settimana 1-3, riduzione che è stata mantenuta per oltre due anni2,3. Fino all’80% dei pazienti con SA trattati con il secukinumab non ha mostrato progressione del danno strutturale, come rilevato radiologicamente 4. Nell’AP, l’84% dei pazienti non ha mostrato progressione radiologica del danno articolare nel corso di due anni5.Più di 9600 pazienti sono stati trattati con il secukinumab nel corso di studi clinici in diverse indicazioni, e oltre 12.500 sono stati trattati nel contesto post-marketing14. Il profilo di sicurezza del secukinumab ha dimostrato di essere coerente con quello osservato nel corso degli studi clinici in diverse indicazioni2-5,14.Il secukinumab è ora approvato per il trattamento attivo della SA negli adulti che hanno risposto in modo inadeguato alle terapie convenzionali – quali i farmaci anti-infiammatori non steroidei – e per il trattamento della AP attiva nei pazienti adulti, in monoterapia o in combinazione con metotressato, quando la risposta alla precedente terapia con farmaci anti-reumatici modificanti la malattia si è rivelata inadeguata.Le Autorizzazioni all’Immissione in Commercio della Commissione europea per il secukinumab sono applicabili a tutti i Paesi dell’Unione europea e dello Spazio economico europeo.Per i pazienti affetti da SA e AP, la dose approvata del secukinumab è 150 mg per iniezione sottocutanea, con dosaggio iniziale alle settimane 0, 1, 2 e 3, seguito da un dosaggio di mantenimento mensile a partire dalla settimana 4. Per i pazienti con AP e con concomitante psoriasi a placche da moderata a severa, o che non hanno risposto in modo adeguato alla terapia con anti-TNFα, la dose raccomandata del secukinumab è 300 mg.Gli studi registrativi di Fase III – facenti parte del programma di studi clinici con il secukinumab – che hanno fornito i dati per la sottomissione della domanda di approvazione sono stati MEASURE 1 e MEASURE 2 nella SA, e FUTURE 1 e FUTURE 2 nella AP2,3,15,16. Si tratta di studi multicentrici, randomizzati, controllati verso placebo, che sono tuttora in corso, disegnati per valutare l’efficacia e la sicurezza del secukinumab nella SA e nella AP.La SA è una malattia infiammatoria cronica a carico della colonna vertebrale. Fino al 70% dei pazienti affetti da SA severa nell’arco di 10-15 anni sviluppa anche fusione dei corpi vertebrali (a causa della quale la mobilità della colonna vertebrale risulta estremamente ridotta), che riduce in modo significativo la qualità della vita17. In Europa la SA interessa circa 1,78 milioni di persone8,9 e colpisce tipicamente persone di entrambi i sessi a partire dai 25 anni di età18.La AP è una malattia infiammatoria cronica a carico delle articolazioni che risulta spesso associata a una patologia caratterizzata da ispessimento, arrossamento e desquamazione cutanea, chiamata psoriasi. In Europa la AP interessa circa 3,1 milioni di pazienti8,10. Fino al 30% dei pazienti affetti da psoriasi soffre di concomitante AP, e fino a una persona su quattro con psoriasi potrebbe soffrire di AP non diagnosticata19-20. Il secukinumab è un anticorpo monoclonale totalmente umano che neutralizza selettivamente l’interleuchina 17A (IL-17A) circolante21. Il secukinumab è il primo inibitore di IL-17A che ha conseguito risultati positivi negli studi di Fase III per il trattamento di AP e SA. La ricerca suggerisce che l’IL-17A potrebbe svolgere un ruolo importante nello stimolare la risposta immunitaria nella psoriasi, nella AP e nella SA22. In totale, 50 Paesi hanno approvato il secukinumab per il trattamento della psoriasi a placche da moderata a severa, inclusi i Paesi dell’Unione europea, Svizzera, Australia, USA e Canada. In Europa il secukinumab è l’unica terapia biologica approvata come prima linea sistemica per il trattamento della psoriasi a placche da moderata a severa nei pazienti adulti. Negli Stati Uniti il secukinumab è approvato come trattamento della psoriasi a placche da moderata a severa nei pazienti adulti candidati alla terapia sistemica o alla fototerapia. In Giappone il secukinumab è approvato per il trattamento della psoriasi a placche da moderata a severa e anche per il trattamento della AP. In Ecuador il secukinumab è approvato per il trattamento della AP e della SA.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Mentalità e produttività

Posted by fidest press agency su martedì, 24 novembre 2015

produzione-industrialeSecondo una ricerca sulla business mobility commissionata da VMware, è necessario un cambiamento di mentalità per migliorare la produttività in azienda.In Italia, per il 66% delle organizzazioni (il 55% in EMEA) il driver fondamentale per abbracciare un modello mobile è una maggiore sicurezza. Fra le altre priorità citate ci sono:
· una maggiore efficacia della forza lavoro mobile 53% per cento in Italia rispetto al 38% in EMEA
· una migliorata esperienza utente per il 38%
L’indagine mostra anche i principali vantaggi che dichiarano di aver ottenuto coloro che hanno implementato con successo strategie per la mobilità in azienda:
· miglioramento della produttività della forza lavoro mobile per il 52%
· ottimizzazione dei processi aziendali per il 51%
· riduzione dei costi di supporto per il 37%
Solo il 22% degli intervistati nell’area EMEA che ritiene di far parte di un’azienda che ha adottato un modello di business mobility per almeno un processo chiave dell’organizzazione. Fra le preoccupazioni che si dimostrano essere un ostacolo per il passaggio a un modello di business mobility ci sono:
· il budget (49%)
· la sicurezza (34%)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

TTIPxTE? Parliamone!

Posted by fidest press agency su martedì, 24 novembre 2015

Napoli, lnapoliunedì 30 novembre 2015 ore 9,30 Via Partenope 36 Centro Congressi dell’Università Federico II Confronto strutturato sul Partenariato transatlantico su commercio e investimenti tra UE e USA (#TTIP) Dialogo tra opinione pubblica e eurodeputati con la partecipazione di Luca de Carli, negoziatore TTIP per la Direzione generale per il Commercio alla Commissione europea.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Le Costellazioni Schizofreniche”

Posted by fidest press agency su martedì, 24 novembre 2015

università studi milanoMilano Sabato 28 novembre dalle 9 alle 18 via Paisiello 24, «Secondo i Codici Biologici, la malattia psichiatrica e neurologica non esiste, esiste soltanto una legge biologica che regola e determina le funzioni nel cervello e nell’organo» spiega il dottor Samorindo Peci, tra i massimi esperti di Medicina Biologica in Italia. «Quando una persona viene definita maniaco-depressiva, paranoide, bipolare, delirante, autistica, bulimica o anoressica, in realtà ci troviamo di fronte a una situazione di emergenza dell’organismo, nelle sue componenti di psiche, cervello e organo, che esplicita l’impossibilità di elaborare i conflitti. Durante il corso dimostreremo come nessuna terapia possa funzionare senza un’attenta analisi dei conflitti».Il corso sull’affascinante tema delle costellazioni schizofreniche, organizzato dalla Scuola di Alta Formazione in Medicina Biologica, è destinato ai medici, professionisti della salute, naturopati e cultori della materia, ma è aperto anche ad uditori esterni di non addetti al settore. A condurlo saranno il dottor Samorindo Peci, specialista in Endocrinologia e Immunologia clinica, il dottor Fabio Ghigi, specialista in Piconeuroimmunoendocrinologia e il dottor Franco Cirone, specialista in Ipnosi clinica, Psicoterapia e Nutrizione clinica. Il costo è di 100 euro per chi ha partecipato ai precedenti corsi della Scuola di Medicina Biologica, di 150 euro per gli altri. Programma della giornata:
9.00 Dott. Fabio Ghigi, Spec. in Piconeuroimmunoendocrinologia Il significato di costellazioni e schizofrenie
10.30 Dott. Fabio Ghigi, Spec. in Piconeuroimmunoendocrinologia Aspetti conflittuali e localizzazioni anatomiche delle costellazioni maniacali-depressive
12.00 Dott. Franco Cirone, Spec. in Ipnosi clinica, Psicoterapia e Nutrizione clinica Gli interventi neuropsicologici nel quadro maniacale-depressivo
14.30 Dott. Samorindo Peci, Spec, in Endocrinologia e Immunologia clinica Relazione aree cerebrali e sintomatologie e il loro significato biologico
16.00 Dott. Samorindo Peci, Spec. in Endocrinologia e Immunologia clinica Alzheimer, Parkinson, Anoressia, SLA, SM, individuate come costellazioni
17.00 Chiusura lavori

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Terrorismo: cooperazione con paesi islamici

Posted by fidest press agency su martedì, 24 novembre 2015

attacchi chimici siriani“Per sconfiggere Daesh non bastano soluzioni bilaterali o trilaterali, serve una colazione ampia che comprenda l’Onu e, soprattutto, i paesi islamici dell’area intorno alla Siria, che sono i primi a dover essere chiamati in causa. Infatti, il conflitto innescato dal fondamentalismo islamico parte, all’origine, all’interno stesso del mondo islamico, è culturale e identitario e per questo non si può sconfiggere solo militarmente o sul piano economico”. A dirlo è Paolo Alli, Capogruppo Area Popolare (Ncd-Udc) in Commissione Affari esteri e Vice Presidente dell’Assemblea Parlamentare Nato, ai microfoni della trasmissione Altrove su Gr Parlamento. “Abbiamo di fronte un nemico che non conosciamo perfettamente – continua – ed è disseminato nel mondo. È diverso da Al Qaeda che era geograficamente localizzato. Daesh è ovunque e, pertanto, nessuno può dirsi immune dal rischio. Per questo non serve richiamare i nostri militari dall’Afghanistan o non finanziare più le missioni internazionali che servono a prevenire e gestire i post conflitti”. E conclude: “Per affrontare la minaccia jihadista sarà anche necessario accettare ulteriori limitazioni come quelle, ad esempio, sul trattamento dei dati personali. Negli Stati Uniti se ne fa un utilizzo più normale soprattutto quando si tratta di questioni di sicurezza, anche a scapito della privacy. Bisognerebbe trovare una giusta mediazione”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Riconoscimento status apolide

Posted by fidest press agency su martedì, 24 novembre 2015

senato-della-repubblica[1]Roma mercoledì 25 novembre 2015 alle ore 13.30 presso la Sala Caduti di Nassiriya, Palazzo Madama, Senato della Repubblica. Il Disegno di legge sul riconoscimento dello status di apolide, promosso dalla Commissione straordinaria per la tutela e la promozione dei diritti umani del Senato, l’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) e il Consiglio Italiano per i Rifugiati. L’apolide è un individuo che nessuno Stato considera suo cittadino. Una persona apolide, priva del riconoscimento ufficiale del proprio status incontra continuamente difficoltà ad accedere a diritti fondamentali.I recenti impegni assunti dall’Italia rappresentano un passo importante per la tutela dei diritti delle persone apolidi, tuttavia per contrastare e prevenire questo fenomeno è necessaria e urgente una legge organica che renda le procedure di riconoscimento dello status di apolidia più efficaci ed accessibili. Introduce e modera l’incontro, il giornalista Gad Lerner.
Partecipano: il Senatore Luigi Manconi, Presidente Commissione Diritti umani del Senato, Héléna Behr, UNHCR; Daniela Di Rado, CIR; Riccardo Compagnucci, Prefetto.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Convegno “AMicoGrano”

Posted by fidest press agency su martedì, 24 novembre 2015

Granoturco di Marano, 2010, olio su tela, cm 65 x 70Parma Giovedì 26 novembre, dalle ore 9.30 alle 13, nell’Auditorium del Centro Sant’Elisabetta dell’Ateneo di Parma (Campus Universitario di via Langhirano), si terrà il Convegno conclusivo del progetto “AMicoGrano – Analisi dell’incidenza delle Micotossine su Grani moderni e antichi coltivati in regime biologico e convenzionale”, realizzato grazie al finanziamento ricevuto dalla Regione Emilia-Romagna con il bando Zona Sisma del 2013 – Studio e Ricerca Settore Vegetale (n. PG/2013/0200547) e cofinanziato da Open Fields s.r.l.Al Progetto, coordinato dalla società Open Fields s.r.l. di Collecchio (Parma), che opera nel settore agro-alimentare fornendo servizi di innovazione e trasferimento tecnologico, hanno partecipato l’Università degli Studi di Parma (Dipartimento di Scienze degli Alimenti), l’Azienda Agraria Sperimentale Stuard di San Pancrazio (Parma) e l’Azienda Agricola Capponcelli di San Giovanni in Persiceto (Bologna), con il supporto dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza.Il progetto, nell’ottica di contribuire al miglioramento della sicurezza e salubrità delle produzioni cerealicole e al mantenimento della biodiversità e della sostenibilità ambientale in Emilia-Romagna, si è proposto di approfondire lo studio delle caratteristiche dei grani antichi e delle varietà storiche verso cui sta aumentando l’interesse da parte dei consumatori e, conseguentemente, del settore industriale e distributivo. Questi cereali si prestano ad essere coltivati in regime biologico ed in aree marginali per la loro minore necessità di apporti durante la crescita delle piante, il che li rende un’alternativa sostenibile dal punto di vista ambientale, nonché un’opportunità in più per la promozione dei prodotti del territorio.In particolare, verranno presentati i risultati relativi allo studio della suscettibilità/resistenza verso la fusariosi della spiga e al conseguente accumulo di micotossine in grani antichi come il farro piccolo (Triticum monococcum L.), medio (Triticum turgidum, var. dicoccum L.) e grande (Triticum spelta L.), e in diverse varietà di grano duro (Triticum turgidum var. durum Desf.) e tenero (Triticum aestivum L.) moderne o risalenti all’inizio del secolo scorso, sottoposti a tecniche colturali convenzionali e biologiche. Per le stesse varietà e per i diversi regimi colturali, sono state caratterizzate la qualità della granella in base ai parametri classici di valutazione panificatoria e pastificatoria e, contestualmente, è stato effettuato un confronto tra genotipi antichi e moderni dal punto di vista della presenza di peptidi immunogenici e tossici, che potrebbero svolgere un ruolo nella tematica della sensibilità al glutine.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Eletto Presidente dell’Argentina il nipote di Antonio Macri

Posted by fidest press agency su martedì, 24 novembre 2015

macriE’ stato eletto Maurizio Macrì, ovvero Mauricio Macri per dirla all’argentina, che è il nipote (figlio del fratello) dell’indimenticato, e indimenticabile, Vice Segretario del CGIE Antonio Macri.
Quante volte ci siamo beccati con Antonio, al CGIE e sulla stampa di emigrazione. Ma, anche se ci divertivamo a polemizzare, lo facevamo però sempre nel massimo rispetto reciproco e ci volevamo bene. E così, una volta che andai a Buenos Aires, mi fece conoscere quel suo giovane nipote, del quale era molto orgoglioso, che era appena diventato presidente del Boca Juniors.
Oggi, se il nipote di Antonio è Presidente della Repubblica Argentina, lo deve all’influenza che su di lui ha avuto lo zio che gli ha trasmesso l’italianità. Sì, anche il suo contendente, Daniel Scioli, è italiano, ma lo ha penalizzato l’affare Colombo.
Chissà se la signora Kirchner si rende conto di quanto le sia costato quello che forse lei considerava semplicemente uno dei suoi tanti capricci.
Avere preteso a tutti i costi lo sfratto del monumento a Colombo dalla piazza dove stava, perché il suo amico Chavez glielo aveva suggerito, è stato uno schiaffo intollerabile alla grande e potente comunità italiana.
Il risultato è che per la prima volta gli italiani si sono schierati apertamente e lo hanno fatto a favore di Macri che perlomeno aveva tentato di opporsi e, in ogni caso, aveva evitato che la statua venisse portata via da Buenos Aires. Non a caso si è schierato apertamente anche il MAIE che, elezione dopo elezione, ha dimostrato di essere l’espressione politica della comunità. Forse l’immagine che più ha illustrato questo impegno italiano è la fotografia di Cristiano Rattazzi, Presidente di FIAT Argentina, seduto al tavolo di una sezione elettorale in periferia come rappresentante di lista per Macri.
Finora si tramandava una maledizione, che peraltro ha funzionato anche questa volta: nessun governatore della Provincia di Buenos Aires potrà mai diventare presidente, perché il palazzo di governo è costruito su un vecchio cimitero indio. Da oggi dunque c’è da tenere conto anche della “maledizione di Colombo” che si è abbattuta sul kirchnerismo.
Il monumento a Colombo era il simbolo di una visione “europea” e la competizione è stata fra chi voleva conservare l’Argentina come un’isola “europea” in Sud America, con valori europei e cultura europea e chi voleva allontanarla dall’Europa per integrarla in una visione sudamericana. Via Colombo perché simbolo di una diversità nei confronti del neopopulismo autarchico ed isolazionista del Venezuela, dell’Ecuador e della Bolivia.
A questo ha detto no la maggioranza degli argentini, che ha rifiutato anche un’interpretazione muscolosa ed esclusiva del potere in democrazia, coma ha detto no all’assistenzialismo di Stato. E ha detto sì a Macri ed alle sue promesse di misure che favoriscano investimenti esteri. (foto macri)

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Vittoria Macrì orgoglio italiani all’estero

Posted by fidest press agency su martedì, 24 novembre 2015

“Il ballottaggio tra due candidati di origine italiana rappresenta un esempio significativo dell’importanza del contributo dei nostri connazionali all’estero”. Così il Sen. Aldo di Biagio (Ap) commentando il risultato dell’elezione del nuovo Presidente dell’Argentina, Mauricio Macrì. Un orgoglio per i tanti emigrati – ha evidenziato – “che vedono simbolicamente in queste elezioni la realizzazione, attraverso le nuove generazioni, dei sacrifici e dei sogni di tanti padri e nonni”. Tanti auguri a Mauricio Macrì – ha concluso il senatore popolare -“con la certezza che darà un contributo significativo e costruttivo al futuro del suo Paese”.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »