Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 250

Archive for 9 dicembre 2015

Sicilia felicissima?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 dicembre 2015

Palermo-Panorama-bjs-2In questi giorni di furente, sterile polemica sull’infelice sortita di Roberto Vecchioni, mi è capitato di scorrere su Google (vedi link sotto) un libro del ‘600 “Itinerario overo nuova descrizione dei principali viaggi d’Italia”, del giureconsulto belga Franciscus Schott (italianizzato Francesco Scoto), pubblicato (postumo) in Venezia nel 1665, nel quale l’Autore presenta la Sicilia come una realtà economica prospera, rilevando, altresì, il carattere contraddittorio dei suoi abitanti definiti: ingegnosi e volitivi, ma anche sospettosi, gelosi, vendicativi e, talvolta, di mano lesta..Cose note, in verità, descritte da vari autori, fra i quali- segnalo- l’inglese Abulafia che si diffonde sulla Sicilia del 1300.
Sicilia felicissima? Per pochi senz’altro. Poiché tale ricchezza era appannaggio delle elites nobiliari e dei grandi mercanti calati in Sicilia dal nord italiano ed europeo.
Le plebi affogavano nella miseria, nell’ignoranza, nelle malattie, nelle ingiustizie, nella schiavitù. Una condizione infame che, quasi, nessuno richiama, descrive.
Tuttavia, data la circostanza, le pagine di Scoto possono essere utili perché mostrano una realtà che, almeno sul piano meramente economico, non era seconda ad altre, in Europa e nel Mediterraneo.
La Sicilia era, dunque, una realtà “appetibile”, si direbbe oggi, per la varietà e l’abbondanza delle sue risorse naturali e agricole, minerarie, per le produzioni industriali, per i suoi traffici e commerci. Talmente appetibile da divenire preda prelibata, oggetto di frequenti incursioni piratesche e di una sequela di occupazioni straniere.
Segnalo queste pagine non per alimentare il nostro inveterato, smisurato orgoglio (sentimento da contenere perché fa stravedere), quanto per sollecitare una seria riflessione sui processi storici e sulle vicende politiche recenti che hanno visto decadere ulteriormente il ruolo economico e culturale della nostra Isola, per cercare una risposta comune all’atroce domanda, tutt’ora inevasa: perché oggi la Sicilia, che discende da cotanto “splendore”, si trova in questo stato di emarginazione, d’illegalità, di malgoverno?
La risposta non è facile. Anche perché nella ricerca molti hanno preso la via più breve, più comoda: quella di scaricare, prevalentemente, le colpe sui nemici esterni (che non mancano), forse per coprire quelle dei nemici interni che sono molti di più e alla vista di tutti. E più dannosi. (Agostino Spataro) (fonte: http://montefamoso.blogspot.it/2015/12/quanto-era-ricca-la-sicilia-nel-500.html)

Posted in Spazio aperto/open space | Leave a Comment »

Mini-hearing on Monitoring Democracy

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 dicembre 2015

european commissionThis mini-hearing is organised in the framework of the preparatory process for the Civil Liberties Committee own-initiative legislative report (under Article 225 TFEU) on “the establishment of an EU mechanism on democracy, the rule of law and fundamental rights” as a follow-up to the Parliament’s resolution of 10 June 2015 on the situation in Hungary, in which the EP mandated the Civil Liberties Committee to “contribute to the development and elaboration” of a future Commission proposal on such a mechanism.The mini-hearing will be opened by the Chair of the Civil Liberties Committee, Claude Moraes (S&D, UK), and by the rapporteur on the legislative own-initiative report on a mechanism on democracy, the rule of law and fundamental rights, Sophie in’t Veld (ALDE, NL). Under Article 225 TFEU, “(t)he European Parliament may, acting by a majority of its component Members, request the Commission to submit any appropriate proposal on matters on which it considers that a Union act is required for the purpose of implementing the Treaties. (…)”

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Libro: “Dieci meno – Un’avventura cinematografica”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 dicembre 2015

dieci menoIl libro “Dieci meno – Un’avventura cinematografica”, è in libreria edito da Licosia Edizioni, nasce dall’incontro tra lo storico dirigente della Direzione Generale del Cinema Francesco Ventura (testimone di circa quarant’anni di commissioni per il finanziamento alle opere prime e seconde del cinema italiano) e Luigi Sardiello, direttore di FILMAKER’s magazine, sceneggiatore e regista (“Piede di Dio”, “Il pasticciere”).
Un libro che evoca, in sedici capitoli, quarant’anni di Cinema, ma anche tre generazioni di cineasti agli esordi, sballottati senza rendersene conto dalla seconda parte del “secol breve” al terzo millennio.Vengono tratteggiati, così, con ironia e leggerezza, numerosi ritratti di registi e protagonisti del settore. Nelle pagine sfilano tanti personaggi famosi ma anche talenti mai emersi, imbroglioni e outsider che mostrano il loro lato umano e vulnerabile: da Bernardo Bertolucci a “quelli che minacciano il suicidio”, da Marco Ferreri a Carmelo Bene, da Nanni Moretti ai “tentativi di corruzione”. Con qualche condimento piccante e un pizzico di nostalgia, soprattutto per i rapporti d’amicizia che non ci sono più, come quella con Alberto Grifi, il più rivoluzionario fra gli autori rivoluzionari del cinema italiano.Ne emerge, anche, una fotografia del cinema italiano “vissuto” nei corridoi di un ministero “di serie B” come quello del cinema e del ruolo, dolceamaro, del famigerato articolo 28, con cui si è espresso in questi anni il sostegno pubblico alla cinematografia. (foto: dieci meno)

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

MIAMI Association of REALTORS to Promote South Florida Real Estate in China

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 dicembre 2015

miami1The MIAMI Association of REALTORS® (MIAMI) will be promoting South Florida real estate at LPS Shanghai 2015, one of the world’s top luxury real estate expos. More than 5,000 affluent real estate buyers and investors from China and around the globe will be attending the Dec. 11-13 event at the Shanghai Marriott City Centre. China is one of the fastest growing segments of South Florida foreign buyers, and the Asian country’s interest should only increase due to Miami’s world-famous lifestyle, top-tier colleges and universities, expansive designer shopping, diversified economy, sunny weather, clean air, walkable districts, and secure investments.“Access to quality education and clean air are top priorities for Chinese buyers, and Miami real estate offers some of the cleanest air and best schools in the United States,” said Teresa King Kinney, the chief executive officer of MIAMI. “South Florida has long been the top destination in the U.S. for international home buyers, and we feel very strongly that China, the world’s most populated country, will only increase Miami real estate sales to foreign buyers.”
MIAMI has facilitated several events to help its 41,000-plus members better advertise their properties in China. In 2013, MIAMI made a market-presentation in San Francisco to a group of 100 top Chinese brokers with SouFun, which operates one of the leading real estate Internet portals in China. MIAMI also hosted a dinner last fall in Miami for the Chairman of the Chinese Real Estate Association and their delegates.‎ MIAMI members also have special pricing for their properties on SouFun, now Fang.com.China is one of the fastest growing segments of South Florida international buyers, according to a 2014 survey conducted by the National Association of Realtors (NAR) for MIAMI. Chinese buyers represented 2 percent of all international closed sales in Miami-Dade and Broward Counties in 2014. That’s a 50 percent increase from 2012 and 2011 when China comprised 1 percent of transactions.According to the 2015 Profile of International Home Buyers in Florida conducted by NAR, Miami-Miami Beach was the top Florida destination for Chinese buyers. About 42 percent of Chinese consumers purchasing property in Florida bought in Miami-Miami Beach. Bradenton-Sarasota-Venice was the second-most popular Sunshine State destination at 27 percent. In 2015, Chinese consumers had an average Florida purchase price of $1.065 million, the highest among all international home buyers, according to the 2015 Profile of International Home Buyers in Florida. All foreign buyers had an average purchase price of $538,600 in Florida, higher than the $258,200 mean home price for domestic clients.Nationally, Chinese buyers have surpassed Canadians as the most dominant foreign home purchasers, according to the National Association of REALTORS® 2015 Profile of Home Buying Activity of International Clients. Chinese buyers comprised 16 percent of international buyers who purchased single-family homes and condos in the 12-month period ending in March, up from 12 percent in 2013.Hundreds of countries, regions and cities will be showcasing international high-end properties at the 11th annual LPS Shanghai 2015, an invitation-only event. Canada, Australia, the United Kingdom, France, Spain, Italy, Switzerland, Cyprus, Thailand, Singapore, Malaysia and other countries will be in attendance.
In addition to the three-day property exhibition, LPS Shanghai 2015 will feature exclusive on-site events to maximize interactions between exhibitors and visitors.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews, Uncategorized | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Teatro: Intervista

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 dicembre 2015

intervista

Roma Teatro Argot Studio via Natale del Grande 27 (Trastevere), Sarà in scena dal 15 al 20 dicembre, INTERVISTA di Theodor Holman, tratto dal film di Theo Van Gogh, traduzione di Alessandra Griffoni, con Viola Graziosi e Graziano Piazza. Regia di Graziano Piazza. Intervista è l’adattamento teatrale dell’omonimo film di Theo Van Gogh, regista olandese assassinato nel 2004 da un fondamentalista islamico per il cortometraggio Submission, che denunciava la posizione d’inferiorità della donna araba. La questione femminile è centrale anche in questo testo (del 2003) in cui la famosissima Star di soap opera Katia, è messa ‘sotto accusa’ dal giornalista politico Pierre Peters, mandato contro voglia ad intervistarla la sera della caduta del governo. L’incontro tra i due inizia in maniera disastrosa e si trasforma rapidamente in una battaglia spietata. Non si distingue più la verità dalla menzogna, né il vero dal falso. Lui sembra appartenere alla cruda realtà, mostrando le ferite procurate dalla guerra. Lei pare non avere nulla di vero, vantando le sue tette finte e la capacità di piangere a comando, ambasciatrice di una cultura pop ai limiti del trash. La lotta dei sessi è anche guerra di culture e classi, dove ciascuno rimane fedele ai propri pregiudizi generazionali e al proprio habitat professionale. Di chi fidarsi quando si assiste al loro confronto? Chi dice il vero? La pièce diventa una disperata ricerca degli ultimi rimasugli di inter-vista “tra” esseri umani; zona grigia “tra” verità e menzogna; trincea in cui il giornalista esplora il territorio femminile con le modalità ciniche di un corrispondente di guerra, a cui l’attrice risponde con le armi della seduzione fino a scardinare in lui le più oscure realtà.
Orario spettacoli: Dal martedì al sabato ore 21.00 – Domenica ore 17.30 Costo biglietto: 12 euro intero, 8 euro ridotto (+ tessera associativa stagionale 3 euro) (foto: intervista)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La Francia si risveglia Blue Marine

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 dicembre 2015

le pen marine2La Francia vota e destra e sinistra soccombono. Marine Le Pen si riprende il centro della scena politica. Come era accaduto alle Europee. Ma niente è come prima o, come allora. Il suo Fronte nazionale ha cambiato pelle. E da parecchio. E l’ha fatto nella spocchiosa indifferenza della destra rabberciata di Sarkozy e nella sufficienza appagata da champagne e caviale dei socialisti di Hollande. Ha giovato a Marine Le Pen il silenziatore dei media rispetto ai suoi programmi e alle sue idee: miopi e superficiali, i media francesi si sono mostrati interessati solo dalle diatribe familiari col vecchio patriarca Jean Marie. Con determinazione e autorità, questa signora d’acciaio della politica francese ha messo a punto un programma, ha limato eccessi e protagonismi e s’è circondata di una classe dirigente di tutto rispetto: Florian Philippot in testa in le pen marine1Alsazia-Lorena ne è la riprova evidente. Donne e uomini che spingono tutti in un’unica direzione e che hanno come stella polare l’appuntamento delle presidenziali del 2017: eccolo il Front Nationale. Movimento vero, che percepisce istanze e le proietta sulla scena. Che pure, potrebbe cambiare nome a breve. Lo sussurrano quasi con timidezza nell’entourage della signora d’acciaio. Probabilmente è già stato approvato. Sicuramente testato. Blue Marine, potrebbe chiamarsi. Qualcosa di nuovo anche nel nome. Che supera, che archivia definitivamente destra e sinistra. Categorie di un novecento che è stato e che più non è. Sarà Blue Marine perciò e sarà un sentire diffuso. Che accoglie e sostiene e difende. “Spero che destra e sinistra, che hanno tradito e umiliato il popolo francese, ne traggano le giuste conseguenze”. Se ci si fa caso, il succo è tutto qui. In questa frase pronunciata da Marion Maréchal-Le Pen che nella sua Provenza è largamente avanti. Aspettando i ballottaggi. E poi le presidenziali. E il nome che verrà.

Posted in Estero/world news, Uncategorized | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »