Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Alzheimer: L’italiano che scoprì la malattia

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 dicembre 2015

santa_giulia_brescia_010_choistro_san_salvatoreBrescia 11 dicembre 2015 ore 17 via Pilastroni 4 convegno scientifico. Alzheimer, cioè Perusini. Pochi lo sanno, ma la scoperta della demenza più diffusa e studiata nel mondo ha contribuito in maniera decisiva l’italiano Gaetano Perusini, al punto che nell’ambiente medico e scientifico questa patologia è stata chiamata a lungo malattia di Alzheimer-Perusini e si medita di ripristinare ufficialmente questa denominazione. A cent’anni dalla morte del luminare friulano, l’Irccs Fatebenefratelli dedica a questa figura un convegno scientifico  e al quale parteciperanno il direttore generale dell’Irccs fra Marco Fabello, la professoressa Barbara Borroni, il dottor Bruno Lucci (con la lettura magistrale “La figura di Gaetano Perusini nella storia della neurologia”), il professor Orazio Zanetti, il dottor Matteo Borri (“La malattia di Alzheimer: il ruolo di Gaetano Perusini”) e il dottor Fabrizio Tagliavini, direttore del dipartimento malattie neurodegenerative e direttore del dipartimento diagnostica e tecnologia della Fondazione Irccs Istituto Neurologico Carlo Besta di Milano (“La modernità dell’approccio scientifico di Gaetano Perusini”). Il convegno si concluderà con la cerimonia di annullo filatelico: Perusini fu anche un valoroso soldato, insignito della medaglia d’argento al valor militare alla memoria nella prima Guerra Mondiale, cui partecipa come volontario e che lo porta alla morte, colpito da una scheggia. In suo ricordo, le Poste hanno emesso un francobollo da 95 centesimi. Come spiegherà Lucci durante il convegno bresciano, il valore scientifico del contributo di Perusini alla individuazione della malattia di Alzheimer è oggi universalmente riconosciuto, al punto che “come ha recentemente riconosciuto anche la scuola tedesca, dovrebbe tornare a chiamarsi Demenza di Alzheimer-Perusini”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: