Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 250

Archive for 12 dicembre 2015

Former Port Corpus Christi Cold Storage Warehouse Sets Sail for Santa Marta, Colombia

Posted by fidest press agency su sabato, 12 dicembre 2015

DCIM100MEDIADJI_0029.JPG

Corpus Christi, TX, USA – The long standing refrigerated warehouse at Port Corpus Christi is completely dismantled, and well on the way to its second life of service to Port Santa Marta, Colombia. An agreement amongst the sister ports, Port Santa Marta and Port Corpus Christi, was reached in early 2015. Now completely disassembled, the warehouse components are loading to the vessel, Onego Rotterdam, en-route to Port Santa Marta, Colombia from Port Corpus Christi, Texas. In support of the alignment and construction of a new Corpus Christi Harbor Bridge Port Corpus Christi committed to remove the refrigerated warehouse in 2014. On August 12, 2014, the Port Commission approved a Resolution designating the Refrigerated Warehouse Facility and associated furniture, fixtures, and equipment as surplus property.Deconstruction was completed by a local contractor. The facility is completely disassembled, and following shipment to Colombia will be completely reassembled as a new refrigerated warehouse at Port Santa Marta. “As we remove the refrigerated warehouse at Port Corpus Christi to accommodate further growth with a taller Corpus Christi Harbor Bridge, it is great to know the warehouse will provide further beneficial use to Colombia through Port Santa Marta,” says Judy Hawley, Port Corpus Christi Commission Chair. “This news is historic for our country’s international trade and infrastructure. Colombia handles large flows of Corpus Christi1refrigerated cargo, but did not have a port that holds all of these features. Without a doubt, this will be the greatest capacity and efficiency of the country, and service large volumes of cargo through the terminal and for Colombian Export,” says Mauricio Suárez Ramírez, Port Santa Marta CEO.
As the primary economic engine of the Coastal Bend, Port Corpus Christi is the 5th largest port in the United States in total tonnage. Our mission; to “Leverage Commerce to Drive Prosperity.” Our vision; “To be the energy port of the America’s.” Strategically located on the western Gulf of Mexico, with a straight, 45’ deep channel, Port Corpus Christi provides quick access to the Gulf and the entire United States inland waterway system. The Port delivers outstanding access to overland transportation with on-site direct connections to three Class-1 railroads and uncongested interstate and state highways. Port Corpus Christi is protected by a state-of-the-art security department and an award-winning Environmental Management System. With outstanding management and operations staff, Port Corpus Christi is clearly “The Port of the Lone Star State.”

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Expert comment on the Dow Chemical and Du Pont merger

Posted by fidest press agency su sabato, 12 dicembre 2015

Expert comment on the Dow Chemical and Du Pont merger, John Colley, a Professor of Practice at Warwick_Business_School_Scarman_road_view and an expert on large mergers, has made the following statement: “The newly created organisation will be split into three new businesses, thereby avoiding the label of a chemicals conglomerate which attracts a discount in the share price – typically investors shun conglomerate shares due to low growth expectations.
“Activist shareholders have been lobbying for a split.Their belief is that constituent businesses will have better stock market ratings separately, than as a whole. Overall the deal should create significant value in an industry which has struggled for growth in recent years. Petrochemicals and agrochemicals have been highly competitive markets with sluggish growth. The new businesses are likely to be plastics, agrochemicals and speciality chemicals.”The intention is to merge their respective divisions. This will create greater scale and scope economies, regional and divisional management savings and importantly higher market shares and more market influence. Ultimately this may mean less competition, less consumer choice and conceivably higher prices. However, competition regulators in a number of markets, will have plenty to say about these issues.”These regulatory concerns could jeopardise the deal. The Department of Justice showed its teeth recently with GE withdrawing from the sale of its consumer durables business to Electrolux. This was as a result of signs that the deal would not be cleared. More concerning, is the tag ‘merger of equals’ which normally precedes a botched integration. Clarity and unity of leadership in achieving merger benefits is critical to achieving the expected returns. Research shows that ambiguity in leadership usually results in a failed merger, just ask Daimler and Chrysler for one.”Savings have been estimated at $3 billion a year. This is likely to be a conservative figure. Much will be through job reductions, so employees are unlikely to favour the deal. In process industries, such as chemicals, enormous scale economies can be achieved through merging and concentrating production on the biggest most modern plant located nearest to demand.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Expert comment on Legal and General scrapping quarterly reporting

Posted by fidest press agency su sabato, 12 dicembre 2015

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Expert comment on Legal and General scrapping quarterly reporting Crawford Spence, of, is Professor of Accounting. Professor Crawford Spence said: “Although the requirement to produce quarterly financial reports for shareholders was relaxed in 2014, very few organisations have been bold enough to stop doing it. This is no doubt because of the fear of shareholder backlash. That Legal & General have decided to do so is a very positive step.”The notion that we need more transparency and more accountability all the time has not produced better quality information, as was hoped, but only led to the intensification of short-term pressure upon companies. In turn, this short-term pressure encourages dysfunctional decisions to be made within organisations.”Managers in big companies are often seen as the bad guys in the modern world, but they often only behave erratically because of the unrealistic demands placed upon them by shareholders. If management were given more time and room to develop long-term visions and strategies for companies then we would perhaps live in a more stable and less volatile and crisis-prone economic environment. Sensible company reporting has a role to play here too.”

Posted in Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

EY’s Transaction Advisory Services named the Accountancy Firm of the Year in Europe 2015

Posted by fidest press agency su sabato, 12 dicembre 2015

londonLONDON. EY’s Transaction Advisory Services (TAS) practice was named the Accountancy Firm of the Year in Europe for the fifth time in six years by Mergermarket, an independent mergers and acquisitions intelligence and data provider. The Mergermarket M&A Awards are the most sought-after honors in the deal industry across Europe. EY previously won the top award in 2014, 2013, 2012 and 2010.
The ceremony in London saw EY TAS recognized for leading major mergers and acquisitions (M&A) in Europe and being the prominent deal advisor from strategy to execution. In the year under review, TAS advised on 544 announced deals. EY also ranked first in Mergermarket’s league tables for both volume and deal value for accountancy work on transactions. Andrea Guerzoni, EY’s TAS Leader for Europe, Middle East, India and Africa (EMEIA), says: “At a time when deal activity in Europe is showing signs of a sustained recovery, this is recognition of the best-in-class advice we give each and every day to our clients in Europe.
“Our ongoing investments in innovative technologies, leading industry knowledge and strategic and operational capabilities enable us to advise our clients on a wide range of capital and transaction-related business issues – from strategy to execution. Five awards in six years is an amazing achievement; we are honored to remain the accountancy firm of choice for M&A advice in Europe.”
The award was accepted by Demet Özdemir, EY Turkey TAS partner in Istanbul. Pip McCrostie, EY Global Vice Chair – Transaction Advisory Services, says: “Sector convergence, driven by technology and changing customer preferences, is driving the direction of the deal market around the world. These awards are a testament of how – year after year – we have been able to respond to the changing market by expanding our service offerings and delivering exceptional client service to our clients.”
EY TAS is represented across 38 countries in Europe by around 5,500 professionals spread across more than 100 cities.
The award recognizes EY’s preeminence in Europe; it also caps an outstanding 2015 for EY TAS worldwide. It has advised on many of the megadeals across the globe. It also welcomed a record number of new direct hire partners around the world – and a hit new highs in terms of internal partner promotes – further strengthening its capabilities to advise on our clients’ capital agenda.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Update on legal protection for LGBTI people

Posted by fidest press agency su sabato, 12 dicembre 2015

The protection of the fundamental rights of lesbian, gay, bisexual, trans and intersex (LGBTI) people has been steadily improving in many EU Member States, according to the latest comparative legal update from the EU Agency for Fundamental Rights (FRA). However, in some countries progress is slower. Trans and intersex people particularly face difficulties. Such problems and the differences in legal protection across EU Member States confirm the need to address the gaps in legal protection, as also flagged in the European Commission’s list of actions to advance LGBTI equality presented on 7 December.“FRA’s legal analysis of the fundamental rights situation of LGBTI people shows there has been progress in some areas,” says FRA Director a.i. Constantinos Manolopoulos. “However, it also reveals persistent barriers that need to be lifted to allow all LGBTI people fully enjoy their rights.”The report ‘Protection against discrimination on grounds of sexual orientation, gender identity and sex characteristics in the European Union: Comparative legal analysis’ reveals key developments and trends in the legal protection of fundamental rights of LGBTI people across the EU. Examples include:Limited protection from sexual orientation and gender identity discrimination: The adoption of the EU’s proposed Equal Treatment Directive would help broaden and better protect LGBTI people in important areas of their life.
Stronger protection from hate crime: To help tackle hate crime, Member States need to address underreporting and the lack of hate crime statistics.Unclear definitions of ‘family members’ impede freedom of movement within the EU for LGBTI families: Member States should consider acknowledging the civil status granted in another Member State to facilitate the right to freedom of movement for all EU citizens.
Poor understanding of the rights of intersex people: Member States need to review their laws and practices that can result in discrimination, and violations to the physical and psychological integrity of intersex people, especially children.
Overall, the report acknowledges the encouraging legislative developments that have occurred since 2010. However, it also points to the challenges that remain. Added to the fear, isolation and discrimination LGBTI people face in their daily lives revealed in FRA’s EU LGBT survey, it underlines how many LGBTI people would benefit from greater efforts by the EU and its Member States to address the European Commission’s list of actions to advance LGBTI equality.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

The alarming increase of bullying incidents in Europe calls for a common European strategy

Posted by fidest press agency su sabato, 12 dicembre 2015

conferenceThe 2nd International Conference of the European Anti-bullying Network was held at the heart of EU institutions, the premises of the European Parliament in Brussels, under the aegis of Greek MEP Miltiadis Kyrkos (S&D Group) and with the participation of Greek and other Members of the European Parliament, as well as representatives of international, European and national organizations active in the field of children’s rights.The conference under the title “Placing Bullying as a Priority in the European Agenda”, which was addressed amongst others by the Vice-President of the European Parliament, Dimitrios Papadimoulis, brought together academia and organizations working on the ground in tackling and preventing bullying, and presented to the Members of the European Parliament the alarming increase of the problem as well as the need for coordination on a European scale.
In addition, participants had the opportunity to exchange useful experiences and good practices implemented on the national and European levels, focusing on empowering children and preventing the phenomenon. YouSmile – European Student Volunteer Network was highlighted during the conference as one of the useful tools that promote child participation.The members of the ΕΑΝ network expressed their strong commitment to mobilize national and European actors involved in fighting the problem and create the necessary dynamism in view of the next EAN General Assembly and Board of Directors meetings as well as the 3rd international conference that will take place on 23 and 24 June 2016 in Malta.The main conclusion drawn during the conference was the need to increase awareness on the problem within societies and approach both national and European political actors in an effort to promote initiatives addressing the ever increasing phenomenon of bullying.“When a child tries to commit suicide because of bullying it means that this is a serious issue within our society which is developing into a public health issue. Behind numbers of bullying incidents they are children and their families. The goal of this pan-European effort is to tackle the phenomenon in Europe in a coordinated way and, thus, to protect thousands of children from bullying” said Costas Yannopoulos, President of the European Anti-bullying Network and “The Smile of the Child” Greek Organization for Children.
Hosting MEP Miltiadis Kyrkos (S&D Group) said in his opening address: “Given the ever increasing extent of the problem, as suicide incidents from children victims of bullying demonstrate, we need to realize that bullying constitutes one of the main risks for children that need to be taken into serious consideration”. The keynote speaker of the conference, Peter Smith, Emeritus Professor of Psychology at the University of London, presented research surveys on bullying that among others demonstrate an increase in cyber-bullying. According to these surveys, 10.3% of children have bullied 2 to 3 times in a period of 2 months, whereas 11.3% has experienced some form of bullying under the same period. In Greece, only 1 in 10 children that are experiencing a form of violence are receiving some kind of support from specialists, whereas according to a European survey conducted in 2012 by “The Smile of the Child” 31.98% of children have experienced bullying. On the margins of the conference the General Assembly and Board of Directors meetings of the network were also held at the premises of the European Parliament in Brussels on 8 December 2015. (photo: conference)

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Balletto:“Lo schiaccianoci”

Posted by fidest press agency su sabato, 12 dicembre 2015

schiaccianoci

The Nutcracker by Tchaikovsky, Artists of the Ballet ( as Snowflakes), Music – Pyotr Il’yich Tchaikovsky, Choreography – Peter Wright after Lev Ivanov, Designs – Julia Trevelyan Oman, Lighting – Mark Henderson, The Royal Ballet, The Royal Opera House 2009, Credit Johan Persson/ ArenaPal, http://www.arenapal.com

Martedì 15 dicembre. In tutta Europa (ma non solo) “Lo schiaccianoci” viene riproposto ogni anno in una delle sue numerose versioni. Viene programmato nei mesi di dicembre o gennaio nei grandi cinema del mondo e riscuote immutato successo. The Space Cinema propone martedì 15 dicembre la produzione con la coreografia di Peter Wright dalla Royal Opera House.
Il balletto fu commissionato dal direttore dei teatri imperiali russi. La storia deriva dal racconto “Schiaccianoci e il re dei topi” di Ernst Theodor Amadeus Hoffmann. Tchaikovsky compose le musiche nel 1891. La favola sotto l’albero racconta la storia della piccola

schiaccianoci1

The Nutcracker by Tchaikovsky, Music – Pyotr Il’yich Tchaikovsky, Choreography – Peter Wright after Lev Ivanov, Designs – Julia Trevelyan Oman, Lighting – Mark Henderson, The Royal Ballet, The Royal Opera House 2012, Credit Johan Persson/

Clara e del principe schiaccianoci minacciato dal re dei topi. Il grande musicista affrontò la composizione dello “Schiaccianoci” dopo aver scritto la musica de “Il lago dei cigni” che ottenne un grande successo.
“Lo schiaccianoci” è anche uno dei soggetti preferiti dalle scuole di ballo, utilizzato nel cinema e a teatro. L’esempio più conosciuto è sicuramente “Fantasia” di Walt Disney, in cui fate, funghi, pesci, fiori e orchidee danzano al ritmo della partitura musicale di Tchaikovsky. Non è un solo un balletto, ma uno spettacolo magico.
The Space Cinema, nato nel 2009 dalla fusione di Warner Village Cinema e

schiaccianoci2

The Nutcracker by Tchaikovsky, Music – Pyotr Il’yich Tchaikovsky, Choreography – Peter Wright after Lev Ivanov, Designs – Julia Trevelyan Oman, Lighting – Mark Henderson, The Royal Ballet, The Royal Opera House 2012, Credit Johan Persson/

Medusa Multicinema, è il leader del mercato italiano dell’esercizio cinematografico. A fine 2014 la proprietà della società è passata da 21 Investimenti e Mediaset a Vue Entertainment International, il gruppo fondato nel 2003 nel Regno Unito da Timothy Richards e Alan McNail. Il controllo azionario è nelle mani di due fondi canadesi: Omers e Alberta Investment Management Corporation. Giuseppe Corrado, amministratore delegato di The Space Cinema dalla sua fondazione, è stato confermato alla guida della società anche dalla nuova proprietà. Vue è presente in Uk, Irlanda, Germania, Danimarca, Polonia, Lituania, Lettonia e Taiwan con un fatturato di 900 milioni di euro, pari a una volta e mezzo l’intero mercato italiano. La mission di The Space Cinema – 36 multiplex in ogni regione italiana e 79mila posti a sedere- è quella di porre al centro del proprio lavoro lo spettatore a cui offrire l’eccellenza sia per quanto riguarda il livello delle proprie strutture cinematografiche sia nell’offerta sempre più ampia di contenuti esclusivi. Proprio per questo nel 2012 è nato The Space Extra, un palinsesto di contenuti speciali dedicati a cultura, musica, scienza, sport, intrattenimento e arte. E dal 2014 ha preso inoltre il via The Space Movies, il nuovo marchio del circuito dedicato alla distribuzione dei prodotti cinematografici. http://www.thespacecinema.it (foto: schiaccianoci)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

SACE all’incontro bilaterale Italia – Egitto – annunciati 5 miliardi di nuovi progetti allo studio

Posted by fidest press agency su sabato, 12 dicembre 2015

egittoSACE annuncia nuove operazioni allo studio a sostegno di export e investimenti di imprese italiane per 5 miliardi di euro e conferma il proprio impegno nel Paese, uno dei mercati più strategici per l’Italia nell’area del Mediterraneo.L’annuncio avviene in occasione dell’incontro bilaterale tra il Ministro dello Sviluppo Economico Federica Guidi e il Ministro egiziano per gli Investimenti Ashraf Salman, al quale ha partecipato anche Alessandro Castellano, amministratore delegato di SACE.In Egitto, SACE conta già su un portafoglio d’impegni assicurati pari a circa 1,6 miliardi di euro, concentrati prevalentemente nei settori dell’energia, del petrolchimico e delle infrastrutture e costruzioni che coinvolgono sia grandi società italiane che tante PMI.Un dinamismo che trova pieno riscontro anche nelle relazioni economiche tra i due Paesi. L’Italia è uno dei principali partner commerciali dell’Egitto, con un export pari a 2,8 miliardi di euro nel 2014, e conta sulla presenza stabile di oltre 100 imprese italiane nel Paese. Secondo le stime di SACE, l’export italiano verso l’Egitto potrebbe raggiungere i 3,4 miliardi di euro entro il 2018, registrando un +21% in 4 anni.SACE ha recentemente rinnovato il proprio impegno con il Paese, firmando un Memorandum of Understanding con il Ministero dell’Industria egiziano e ponendo le basi per una più stretta collaborazione con il paese nordafricano. Il governo egiziano, in particolare, ha varato il programma di investimenti Egypt the Future, che prevede 49 progetti in 8 settori strategici, in cui il Made in Italy può posizionarsi bene e cogliere le opportunità ad essi connesse. Per sostenere le imprese italiane che continuano a trovare nella sponda sud del Mediterraneo una destinazione privilegiata per le proprie esportazioni e investimenti, SACE ha inoltre costituito un Desk dedicato al Medio Oriente e Nord Africa.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Il Consiglio deve impegnarsi a ricollocare i richiedenti asilo bloccati in Grecia e Italia”

Posted by fidest press agency su sabato, 12 dicembre 2015

commissione europeaBruxelles. Barbara Spinelli ha presentato un’interrogazione al Consiglio sull’attuazione delle decisioni relative alla ricollocazione di 160’000 richiedenti asilo dall’Italia e dalla Grecia. Le due decisioni del Consiglio dell’Unione Europea sono state adottate nel corso delle riunioni del Consiglio straordinario Giustizia e Affari Interni il 14 e 21 settembre e prevedono la ricollocazione di un totale di 160’000 richiedenti asilo provenienti da Grecia e Italia negli altri Stati membri dell’Unione europea. “Come indicato nella comunicazione della Commissione (COM (2015) 510 definitivo), entrambe le decisioni richiedono un immediato follow-up delle istituzioni dell’UE, degli Stati membri sotto pressione e degli Stati membri che si sono impegnati ad ospitare persone ricollocate”, afferma l’eurodeputata del gruppo GUE/NGL.”Lo stesso documento sottolinea che, a partire dal 14 ottobre, ventuno Stati membri hanno individuato i punti di contatto nazionali, e fino ad ora solo sei Stati membri hanno notificato le capacità di accoglienza messe a disposizione per i profughi da ricollocare. Fino a quel giorno, appena 86 richiedenti asilo erano ricollocati dall’Italia con il nuovo regime. Il 3 novembre, un comunicato stampa della Commissione ha sottolineato che il primo volo di trasferimento dalla Grecia con 30 richiedenti asilo era pronto a partire per il Lussemburgo”.Barbara Spinelli, insieme a 24 eurodeputati di vari gruppi politici (Socialisti, Liberali, Verdi, Sinistra unitaria europea) chiede dunque al Consiglio quali misure intenda prendere perché i rappresentanti degli Stati membri si impegnino a ricollocare quanto prima i richiedenti asilo bloccati in Grecia e in Italia in condizioni di allarmante precarietà.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Spina Group annuncia l’avvio della terza unità produttiva

Posted by fidest press agency su sabato, 12 dicembre 2015

spina groupSpina Group, storica azienda italiana a forte vocazione internazionale specializzata nell’offerta di soluzioni complete e personalizzabili per l’impiantistica industriale e attiva da oltre trenta anni nei settori dell’Oil & Gas, Energia, Industria e Trasporti, annuncia l’avvio della terza unità produttiva, Eurocavi a chiusura di un triennio di forti investimenti, fatturato in crescita e aperture di nuove sedi in tutto il mondo. Fondata nel 1990, Spina Group nasce come società fornitura di materiali elettrici e ricambi per l’industria. Seguendo un percorso evolutivo in controtendenza rispetto alla consuetudine, la Società ha aperto alla produzione, grazie all’acquisizione nel 2008 della società Schiavetti Tekno, azienda leader nella produzione di passerelle portacavi, e l’apertura nel 2011 di Atex srl, per la produzione di materiali antideflagranti.Con Eurocavi, azienda specializzata nella fornitura di cavi elettrici industriali standard e speciali, realizzati secondo le specifiche del cliente, il gruppo Spina avvia oggi la sua terza unità produttiva a completamento di un triennio di investimenti nella produzione per quasi 4 milioni di Euro.Contemporaneamente l’Azienda ha avviato un intenso programma di internazionalizzazione, con investimenti per l’apertura di sedi all’estero per seguire i principali clienti dell’Oil & Gas. Oggi Spina Group è presente in Egitto, Messico, Olanda, Nigeria ed Emirati Arabi. Il fatturato dell’intero gruppo Spina (incl. le unità produttive e le sedi all’estero) è raddoppiato negli ultimi tre anni, passando dai 7,8 milioni di Euro nel 2011 ai 16,3 milioni di Euro nel 2014. Anche le previsioni per il 2015 mostrano ulteriori segnali di crescita.In particolare le unità produttive del gruppo hanno fatto registrare fatturati in crescita nel passato triennio. La società Schiavetti Tekno ha raddoppiato il proprio fatturato dopo l’acquisizione da parte di Spina Group e la ristrutturazione, mentre Atex è cresciuta del 18%, più della media delle aziende dello stesso comparto, che si è attestata intorno al 13%. “Spina Group è un azienda in forte crescita e siamo orgogliosi oggi di annunciare l’avvio di una nuova realtà produttiva, Eurocavi”, ha dichiarato Marco Spina, Sales Director di Spina Group. “Spina Group è una delle poche aziende totalmente italiane che, in un periodo di forte crisi economica, ha deciso di investire pesantemente nel nostro Paese, dove vogliamo mantenere la produzione e dove continueremo ad investire. Parallelamente aumenteremo gli investimenti all’estero per rafforzare la presenza di Spina Group nei paesi dove operano i nostri principali clienti del settore Oil & Gas”. (foto: spina group)

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Parmigiano reggiano: lotta allo”italian sounding”

Posted by fidest press agency su sabato, 12 dicembre 2015

falsi1Il Consorzio del Parmigiano Reggiano alza il tiro nella lotta allo “italian sounding” aperta con gli Stati Uniti e oggetto anche dei negoziati TTIP tra Unione Europea e Usa.
Dopo aver denunciato alla Commissione Europea – davanti alla quale ha parlato pochi mesi fa il direttore dell’Ente, Riccardo Deserti – un fenomeno che colpisce il Parmigiano Reggiano con 100.000 tonnellate di prodotti venduti negli Stati Uniti con il termine “parmesan” e in confezioni che palesemente richiamano l’Italia, il Consorzio mette ora sul piatto gli esiti di una ricerca (sviluppata da Aicod) che evidenzia, oltre al danno per i produttori italiani, la situazione ingannevole che pesa sui consumatori americani.
I dati non lasciano dubbi, al proposito. Per il 66% dei consumatori statunitensi, infatti, il termine “parmesan” non è affatto generico – come sostengono, invece, le industrie casearie americane – ma identifica un formaggio duro con una precisa provenienza geografica, che il 90% degli intervistati indica senza alcun dubbio nell’Italia. L’indicazione spontanea è poi stata approfondita.
“Abbiamo mostrato agli intervistati due confezioni di “parmesan” made in Usa – spiega il direttore del Consorzio del Parmigiano Reggiano, Riccardo Deserti – di cui una senza richiami all’Italia e l’altra caratterizzata da evidenti richiami al Tricolore. Già nel primo caso il 38% dei consumatori ha indicato il prodotto come formaggio di provenienza italiana, ma la situazione è apparsa ancora più grave di fronte alla confezione caratterizzata da elementi di “italian sounding” (ad esempio la bandiera tricolore o monumenti e opere d’arte italiane): in tal caso, infatti, il 67% degli falsiacquirenti americani è convinto di trovarsi di fronte ad autentico prodotto italiano”.
“Un inganno – sottolinea il presidente del Consorzio, Giuseppe Alai – che negli Usa colpisce decine di milioni di consumatori e che costituisce un grave pregiudizio all’incremento delle nostre esportazioni e, conseguentemente, un danno palese anche per i nostri produttori”.
A parlare chiaro, ancora una volta, sono le cifre: gli Usa si collocano al terzo posto (dopo Germania e Francia) nella classifica delle esportazioni di Parmigiano Reggiano. Negli States, infatti, nel 2014 sono giunte 6.597 tonnellate di Parmigiano Reggiano, corrispondenti al 17,8% delle esportazioni complessive (44.000 tonnellate), e nei primi otto mesi del 2015 si è registrato un incremento del 28,8%, ed è proprio questo flusso in crescita che potrebbe letteralmente esplodere se venisse quantomeno ridotta la quantità di prodotto che negli Usa si richiama esplicitamente all’Italia.
“La battaglia aperta in sede di negoziati TTIP – afferma Alai – non sarà certo facile, perché quelle 100.000 tonnellate di prodotto che circolano negli Usa sono irregolari alla luce della legislazione europea sulle Dop, ma non vengono ancora considerate tali dall’industria e dalla legislazione americana”.
“Una delle chiavi di volta per sconfiggere il prodotto che si richiama al Parmigiano Reggiano e all’Italia – conclude Alai – potrebbe essere proprio questa ricerca che a inizio 2016 presenteremo a Bruxelles e che dimostra inequivocabilmente come i consumatori americani vengano tratti in inganno da pratiche che si traducono in un palese danno per i nostri produttori, titolari della Dop più contraffatta, imitata ed evocata nelle denominazioni che circolano negli Stati Uniti”.
La ricerca è stata presentata stamane a Roma nella sede di Aicig (Associazione Italiana Consorzi Indicazioni Geografiche), alla presenza dell’on. Paolo De Castro, relatore per il TTIP alla Commissione agricoltura e sviluppo rurale del Parlamento Europeo. “Va sottolineata l’importanza dell’indagine del Consorzio del Parmigiano Reggiano – ha dichiarato De Castro – perché offre una pista interessante per un possibile accordo in ambito TTIP tra la posizione delle delegazioni europea e americana. Spostando infatti l’attenzione dal produttore al consumatore, si hanno terreni reciproci di interesse che si avvicinano. In fondo noi chiediamo un’alleanza con i consumatori americani, perché vogliamo che l’accordo offra informazioni corrette sui prodotti. Questo quindi può essere un interessante terreno di dialogo su cui trovare un accordo finale che può avvicinare le posizioni di Stati Uniti ed Europa e che, nello stesso tempo, può dare una risposta concreta di un avanzamento sul tema delle Indicazioni Geografiche che è basilare in quanto, come più volte ricorda la nostra commissaria Cecilia Malmstrom, senza un avanzamento su questo capitolo non ci sarà accordo. (foto: falsi)

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

“Cooperazione Italia-Svizzera: risultati e prospettive”

Posted by fidest press agency su sabato, 12 dicembre 2015

porta nuova milanoMilano Martedì 15 dicembre salle 9.30 alle 18 presso l’Auditorium G. Testori – Palazzo Regione Lombardia (piazza Città di Lombardia 1, Milano) l’Autorità di Gestione del Programma, la Commissione europea, autorità elvetiche, beneficiari dei progetti si confronteranno su risultati e buone pratiche realizzate in tema di cooperazione. Il Programma Interreg Italia-Svizzera, è un programma europeo di cooperazione che interessa la Regione Lombardia (Province di Como, Sondrio, Lecco, Varese), Piemonte (Biella, Novara, VCO, Vercelli), la Regione Autonoma Valle d’Aosta e la Provincia Autonoma di Bolzano, una delle frontiere esterne dell’Unione europea che gode di una posizione centrale e strategica rispetto all’Europa e agli spazi di cooperazione transnazionale del Mediterraneo, del Centro Europa e dello Spazio Alpino. Nella Programmazione 2007-2013 sono stati finanziati 800 soggetti beneficiari tra pubblici e privati, con 153 progetti suddivisi tra i tre assi Ambiente e Territorio, Competitività e Qualità della Vita per un ammontare di circa 100 milioni di euro (92 milioni tra FESR – Fondo Europeo di Sviluppo Regionale e contributo nazionale, e circa 8 milioni di euro di risorse elvetiche).
Durante il convegno, alla presenza del Presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, dell’Ambasciatore Elvetico Eric Jakob, della Commissione europea Agnès Monfret sarà tracciato bilancio di quanto realizzato e delle nuove prospettive di cooperazione per il periodo 2014-2020. Verranno premiati i progetti significativi per i risultati ottenuti in termini di cooperazione e progetti che si sono distinti per “la particolarità” della cooperazione, sia essa relativa al tema della cooperazione e giovani, cooperazione ed arte, cooperazione e ambiente, cooperazione e pace.Il convegno sarà inoltre l’occasione per aprire il confronto sul nuovo Programma di Cooperazione Italia Svizzera 2014-2020 che la Commissione europea ha approvato al fine di far fronte ai bisogni comuni dei due versanti della frontiera, a partire dai risultati conseguiti e dalle prospettive di sviluppo futuro. Con una dotazione di 158,4 milioni di euro, di cui 117,92 milioni di contributo tra Unione e europea e stato italiano e 42,96 milioni di franchi svizzeri per parte elvetica (contributi federali, cantonali e privati) il nuovo programma si delinea come uno strumento capace di incidere in modo significativo nelle principali politiche transfrontaliere più urgenti. Con i suoi cinque assi prioritari Competitività delle imprese, Valorizzazione del patrimonio naturale e culturale,Mobilità integrata e sostenibile, Servizi per l’integrazione delle comunità e Rafforzamento della governance transfrontaliera il nuovo programma intende accrescere i benefici a favore dei territori dell’area generando un significativo cambiamento in termini di crescita della competitività e rafforzamento della coesione economica e sociale.“La cooperazione costante – commenta Enzo Galbiati, Autorità di Gestione del Programma di Cooperazione Italia-Svizzera – con regioni e città disposte su un territorio eterogeneo di circa 700 km intende superare i limiti dei confini amministrativi contribuendo ad accrescere la competitività dei territori e a migliorare le condizioni di vita delle popolazione dell’area. L’obiettivo è la creazione di una rete transfrontaliera che avrà un impatto concreto su diversi settori: innovazione e comunicazione, gestione congiunta delle risorse naturali e culturali, prevenzione dei rischi connessi ai cambiamenti climatici, turismo sostenibile, commercio transfrontaliero, infrastrutture di trasporto comuni e collegamenti fra aree urbane e rurali”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Progetto Alcotra Italo-Francese

Posted by fidest press agency su sabato, 12 dicembre 2015

torinoTorino mercoledì 16 dicembre a Palazzo Dal Pozzo della Cisterna, sede della Città Metropolitana di Torino, è in programma il seminario conclusivo, che offrirà ai promotori del progetto l’occasione per presentare le buone pratiche al pubblico e per suggerire nuove strategie e nuove etiche che tengano conto dei bisogni primari delle persone.
Il programma dei lavori prevede alle 14 i saluti istituzionali delle autorità: l’assessore al Commercio e Attività produttive Città di Torino Domenico Mangone, l’assessore Istruzione del Comune di Grugliasco Marianna Del Bianco, il Vice Presidente del Conseil Général del Dipartimento della Savoia Lionel Mithieux.Seguirà la presentazione delle attività e delle buone pratiche, tra le quali i progetti ”Nutrire Torino Metropolitana” e “Il menu l’ho fatto io”, che saranno illustrati dalla dirigente della Città Metropolitana Elena Di Bella. Lionel Berger, direttore del collège Perrier de la Bathie di Ugine, parlerà invece della ristorazione scolastica eco-responsabile.Aude Choupin del Collège Les Frontailles di Saint Pierre d’Albigny, illustrerà le azioni pedagogiche ed educative nel quadro di una gestione eco-responsabile e di un’alimentazione biologica. Katia Leggio, funzionaria del Laboratorio chimico della Camera di commercio di Torino tratterà il tema degli acquisti guidati nella grande distribuzione. I funzionari della Città di Torino illustreranno poi le azioni per la valorizzazione dei mercati alimentari. Roberto Mangiardi, parlerà delle azioni della Città di Torino relative al progetto “Alimentazione eco responsabile “ : il cinema al mercato e la guida turistica dei mercati di Torino. Deana Panzarinotratterà del progetto “Fa Bene” che promuove l’innovazione sociale nei mercati. Si passerà poi all’illustrazione delle iniziative della Città di Grugliasco per il consolidamento delle buone prassi di prevenzione primaria nella refezione scolastica, nel quadro del progetto di educazione alimentare “Okkio alla salute”. Sono previste relazioni di Giuseppina Cerrato (ricercatrice del Dipartimento di Chimica dell’Università di Torino e referente dei progetti di educazione alimentare dell’Azienda Sanitaria) e di Denise Spagnoli (dirigente Medico del Servizio di Igiene degli Alimenti e Nutrizione, responsabile della Struttura semplice di sorveglianza e prevenzione).
A chiusura dei lavori, intorno alle 17 la Consigliera metropolitana delegata all’agricoltura, Gemma Amprino, trarrà le conclusioni del dibattito.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Uncategorized | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »