Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Archive for 26 dicembre 2015

Immigration in Italy in 2014: The main aspects

Posted by fidest press agency su sabato, 26 dicembre 2015

migranti1Edited by IDOS Study and Research Centre In 2015, according to the latest projections, migrants worldwide are at least 237 million, and their number is constantly growing especially in Europe and North America. The extreme inequalities in the world affect such a migration phenomenon: 48.0% of global wealth and assets is owned by the richest 1.0% of the world’s population, another 46.5% is owned by one-fifth, whereas the remaining 5.5% is divided among the four-fifths of the world population. Economic inequalities are obviously exacerbated by political, military and environmental crises. In 2014, forced migrants reached the record number of 60 million (8 million more than in 2013), including internally displaced persons (two-thirds of the total), asylum seekers and refugees (respectively 1.8 and 20 million). In particular, asylum seekers find many obstacles in their path – often being in contrast with international regulations, as proven by the construction or planning of at least 65 walls and barbed-wire fences along the borders of several countries. The Italian and European situation must be read in the light of this global data: in 2014 there were 33.9 million foreign citizens residing in the Eu (6.7% of the entire population), of whom 20 million were third-country nationals whereas 14 million were from other Eu Member States. Asylum seekers amounted to 626,710. Italy is one of the main countries of immigration in Europe, with 5,014,000 foreign residents at the end of 2014 (+99,000 compared to 2013) – whereas the Italian citizens residing abroad are now 4,637,000 (+150,000 compared to 2013). The incidence on the Italian population (8.1%) continues to be higher than the European average. Moreover, the Statistical Dossier on Immigration has estimated the total foreign presence in our country in 5,421,000 people, including non-Eu residents awaiting registration in the Italian registry office. The majority of foreign nationals residing in Italy (more than 2.6 million) are European citizens. Slightly less than 30% of them come from an Eu Member State (1.5 million). Romanians are the largest foreign community in Italy (1,131,839), followed by Albanians (490,483), Moroccans (449,058), Chinese (265,820) and Ukrainians (226,060). According to the estimates of the Dossier, Christians (2.7 million) and Muslims (1.6 million) are the major religious groups, whereas other religious groups are much smaller. In 2014, 30,906 irregular immigrants were intercepted by the police (data of the Ministry of Interior) and 50.9% of them (15,726) were repatriated. Refugees and other migrants arrived by sea amounted to 170,000. Asylum applications were 64,625 in 2014 and 30,545 in the first 6 months of 2015. In June 2015, the accommodated migrants were 78,484, of which 19,716 within the System of Protection for Asylum Seekers and Refugees (Sprar) and the remaining part in temporary
or first reception centres. In 2014, 129,887 foreign nationals obtained the Italian citizenship (+29% compared to 2013,
when a strong increase, compared to the previous year, had already been recorded). Mixed marriages slightly decreased (18,273 or 9.4% of the 194,097 marriages registered in 2013), whereas marriages between foreign nationals were 3.8% of the total (7,807 marriages).
In 2014, the number of children born in Italy during the same year from both foreign-born parents remained almost stable (75,067, i.e. 14.9% of the total births). Out of the more than 1.1
million foreign minors, 814,187 were those enrolled in the school year 2014/2015, that is 11,343 more than in 2013 (the highest increase regarded minors born in Italy: +8.4%), whereas the Italian students continue to decrease (8,886,076, -0.6%). The 26,626 foreign students with disabilities represent 11.5% of the total number of disabled students. In 2014, foreign workers employed in Italy were 2,294,000 (1,238,000 men and 1,056,000 women), accounting for more than one-tenth of the total number of employed persons (10.3%) – that is a slight increase in their employment rate. Non-Eu citizens with disabilities registered in the provincial employment offices were 13,108 (1.9% of the total, as at December 31, 2013). Due to the economic crisis, 154,686 residence permits – mainly for work and family reasons – were not renewed (29.3% more compared to 2013): this implied the consequent obligation for the persons concerned to leave Italy. Non-Eu citizens beneficiaries of a pension for invalidity, old age and
survivors amounted to 35,740 (0.2% of all the beneficiaries), whereas those beneficiaries of a welfare pension were 51,361 (1.4% of the total). Tax and pension contributions paid by immigrant workers totaled 16.6 billion euro in 2013, whereas the total expenditure of the State for them was 13.5 billion, with a positive balance of 3.1 billion euro. Moreover, in 2013 the Gdp contribution produced by immigrants was equal to 123,072 billion euro (that is 8.8% of Italy’s Gdp). Also interesting is the fact that in the period 2004-2013 the total number of criminal complaints rose from 692,000 to about 897,000: but while the complaints against Italians increased
by 28.0% (from 513,618 to 657,443) – despite a slight decrease in the native population -, those filed against foreign citizens decreased by 6.2% (255,304 vs. 239,701) – despite such a population more than doubled during the same period. Unfortunately, cases of ethnic and racial discriminations persist: out of a total of 1,193 complaints received by Unar during 2014, 990 were considered relevant. The mass media are mainly responsible for these discriminations, with 291 confirmed cases (29.4% of the total): a fact that proves the absolute importance of an unbiased and proper information in our country. Certain key elements will help summarize the contents of the 2015 Statistical Dossier on Immigration: a slow but steady growth of the immigrant population; an important improvement of processes of inclusion (acquisitions of citizenship, school enrollments, employment and birth rates); a continuously positive balance between State expenditure and revenue; improvement of criminal statistics; increasing difficulties in overcoming discriminations and properly framing the future immigration scenario.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Apertura al pubblico di 6 domus restaurate

Posted by fidest press agency su sabato, 26 dicembre 2015

domus1Pompei dal 26 dicembre e fino al 10 gennaio Scabec, con il circudomusito Campania Artecard, propone due percorsi inediti che guideranno gli ospiti alla scoperta di domus appena restaurate e aree normalmente chiuse al pubblico.
I percorsi sono:“Di domus in domus” (visite dalle ore 10.00 alle 15.00 –
biglietteria di Piazza Esedra – tutti i giorni tranne il 1 gennaio) che prevede la visita all’antica “tintoria” Fullonica di Stephanus dove sarà illustrato il trattamento dei tessuti utilizzato dagli antichi romani, ai quattro ambienti termali della Casa del Criptoportico, alla Casa di Paquius Proculus con le sue scritte domus6elettorali, alla Casa del Sacerdos Amandus con le pitture del triclinio che riprendono le imprese degli eroi e all’attigua Casa di Fabius Amandio un esempio di piccola casa del ceto medio e infine alla Casa dell’Efebo, una ricca dimora di mercanti che si distingue per il lusso e il fasto delle decorazioni delle pareti e dei pavimenti.
Il secondo percorso proposto da domus4Campania>Artecard è “Memorie e suggestioni – viaggio dal 79 d.C. ad oggi” (visite alle ore 11.00, 13.00, 15.00 – biglietteria di Porta Anfiteatro tutti i giorni tranne il 1 gennaio) che prevede la visita all’Anfiteatro e alla Piramide, realizzata dall’architetto Francesco Venezia che custodisce i calchi, e la domus5Palestra Grande, un tempo utilizzata per l’educazione fisica della juventus e arricchita dalla mostre degli affreschi provenienti dalla Villa di Moregine. Le visite sono comprese nel biglietto d’ingresso agli Scavi ma è necessario prenotarsi. Disponibilità fino ad esaurimento posti. Per informazioni e prenotazioni 800 600 601 cellulari ed estero +39 06 39967650 , http://www.campaniartecard.it. I percorsi speciali di Campania>Artecard a Pompei sono realizzati dalla Scabec, la società campana beni culturali, che ha curato anche il progetto “Pompei, un’emozione notturna”, le visite notturne guidate spettacolarizzate che si sono tenute durante l’estate ed ha prodotto il cortometraggio promozionale di Pappi Corsicato “Pompei, eternal emotion”. (foto: domus)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Singapore Airlines inaugura il sesto volo settimanale da Milano

Posted by fidest press agency su sabato, 26 dicembre 2015

Singapore Airlines aumenterà il numero di voli settimanali per Milano Malpensa dai cinque attuali a sei, inclusi i due voli che proseguono per Barcellona in Spagna. L’orario estivo degli operativi (27 marzo 2016 – 29 ottobre 2016) prevede in aggiunta l’aumento della frequenza dei collegamenti verso Bangkok in Thailanda e Sydney in Australia.Inoltre, per rispondere all’elevata richiesta in alta stagione, saranno introdotti 5 voli settimanali verso Roma dal 25 giugno al 30 luglio 2016, rispetto agli attuali 3 voli a settimana.
All’interno dell’orario estivo, a partire dal 27 marzo 2016, sarà introdotto il sesto volo giornaliero per Bangkok, con l’obiettivo di rispondere alla domanda di voli da/verso la capitale tailandese. Il collegamento, realizzato attraverso un Airbus A330-300, offrirà oltre 2000 posti aggiuntivi a settimana verso la destinazione, molto richiesta da uomini d’affari e turisti.
Il volo SQ982 partirà da Singapore alle 17:35 e arriverà alle 19:00 a Bangkok. Il volo di ritorno SQ983 volerà da Bangkok alle ore 20:05 e raggiungerà Singapore alle 23:30 (tutte ore locali).
La prossima estate, fra il 23 giugno e il 4 settembre 2016, anche i collegamenti in Australia verso Sydney aumenteranno fino a 35 a settimana.Singapore Airlines annuncia ulteriori novità anche in merito agli operativi verso Colombo, in Sri Lanka, che incrementeranno la frequenza dagli attuali sette a dieci. Inoltre, la città indiana di Ahmedabad sarà servita 4 volte a settimana fra il 30 aprile e il 4 giugno 2016, un volo in più rispetto agli attuali 3 voli a settimana, mentre 18 voli settimanali collegheranno Mumbai dal 21 aprile al 6 giugno 2016, incrementando gli attuali 17 voli a settimana.Come annunciato, Düsseldorf diventerà una nuova destinazione del network di Singapore Airlines dal 21 luglio 2016. I voli saranno operati 3 volte a settimana dai nuovissimi Airbus A350-900 dotati dei nuovi allestimenti di cabina Singapore Airlines.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

EY: sempre più forte la ripresa dell’Eurozona, prevista una crescita del PIL del +1,8% tra 2016 e 2017

Posted by fidest press agency su sabato, 26 dicembre 2015

europa comunitariaTrainata dall’aumento dei consumi tra 2014 e 2015, l’Eurozona prosegue il trend di stabilità economica, sostenuto anche dalle prospettive di investimenti di capitale nel medio periodo, come riscontrato dall’ultima edizione del report EY Eurozone Forecast (EEF). Secondo lo studio il prodotto interno lordo complessivo dell’Area raggiungerà una crescita dell’1,5% a fine 2015, che salirà all’1,8% nel 2016 e nel 2017.Donato Iacovone, AD di EY in Italia e Managing Partner dell’Area Mediterranea commenta: “Con l’avvicinarsi del 2016 la ripresa economica dell’Eurozona sembra essere solida e, nonostante i numeri saranno ancora al di sotto dei livelli pre-crisi, prevediamo che la crescita del PIL salirà all’1,8% nel prossimo anno. Intanto, a seguito di un incremento della fiducia e a una migliore redditività, riscontriamo che sia la spesa dei consumatori che gli investimenti da parte delle aziende sono in aumento. Creare maggior occupazione e incoraggiare la formazione e lo sviluppo di competenze specializzate, in particolare per quanto riguarda l’ambito dell’innovazione e del digitale, saranno fattori determinanti per lo sviluppo nei prossimi anni”. Intanto cresce la domanda interna e alcuni settori come quello dei servizi finanziari, professionali e del turismo potrebbero offrire nuove opportunità. La facilità di accesso al credito, unita ai bassi tassi di interesse previsti, sono tra gli elementi che guideranno l’incremento della domanda per quanto riguarda i prestiti.Relativamente agli investimenti l’EY Eurozone Forecast (EEF) prevede una crescita del 2,4% nel 2016 – la più consistente dal 2007 – cui seguirà un ulteriore incremento del 3,1% nel 2017 mentre tra il 2018 e il 2019 è previsto un aumento annuale degli investimenti fissi intorno al 2,5%.
L’ulteriore investimento di capitali dovrebbe affiancare e supportare i processi di riforme che hanno rilanciato l’export di alcuni paesi dell’Eurozona negli ultimi anni. Ciononostante, il rallentamento di alcune economie emergenti potrebbe influire negativamente sulle prospettive future. Nonostante l’abbassamento dei tassi di cambio (aiutato dall’estensione di acquisto di asset da parte della BCE e dall’aspettativa di una stretta monetaria negli Stati Uniti) e la ripresa delle economie avanzate, lo studio prevede un leggero calo percentuale dell’export che passerà dal 4,5% nel 2015 al 3,7% nel 2016 e scenderà al 3,4% circa tra il 2017 e il 2019.
La spesa dei consumatori, supportata dall’abbassamento del prezzo del petrolio, ha rappresentato finora la principale leva di crescita dell’Eurozona e si prevede che continuerà ad avere un ruolo cruciale. L’incremento dei redditi, in particolare, sarà un fattore determinante per l’aumento della spesa delle famiglie. L’EY Eurozone Forecast prevede una crescita dei consumi dell’1,7% nel 2015 e dell’1,6% nel 2016. Nel medio termine ci si aspetta una crescita annua intorno all’1,4%.
Anche per il nostro Paese si prevede una crescita del prodotto interno lordo dell’1,3% nel 2016 per poi tornare a valori più contenuti dell’1,2% nel 2017 e dell’1,1% nel 2018. L’Italia occupa inoltre, secondo EY, la 4° posizione per quanto riguarda il tasso di inflazione che oscillerà tra una crescita dello 0,7% nel 2016, 1,1% nel 2017 fino ad arrivare all’1,4% nel 2018.Dopo un crollo degli investimenti pubblici negli ultimi sei anni, l’EEF si aspetta ora una crescita dello 0,4% nel 2016 per poi arrivare a un picco del 3,2% nel 2018 cui seguirà una graduale ripresa.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Industria: fatturato e ordini ottobre 2015

Posted by fidest press agency su sabato, 26 dicembre 2015

istatSecondo i dati resi noti oggi dall’Istat, a ottobre il fatturato dell’industria cresce del 2% rispetto a settembre e gli ordinativi del 4,6%. Sull’anno il fatturato sale del 1,6% (dato corretto) e gli ordini del 2,2% (dato grezzo). “Si tratta di dati indubbiamente positivi, ma ancora troppo altalenanti per poter parlare di un’inversione di tendenza” ha dichiarato Massimiliano Dona, Segretario dell’Unione Nazionale Consumatori.
“Solo un mese prima, a settembre, su base annua il fatturato era sceso dello 0,9% e gli ordinativi dello 0,8%. Basta vedere i grafici pubblicati dall’Istat, insomma, per rendersene conto: sono un continuo zig zag. In ogni caso fa ben sperare l’incremento del mercato estero, che invece era crollato a settembre” ha concluso Dona.
L’Unione Nazionale Consumatori ricorda che, per il mercato estero, a settembre il fatturato aveva registrato una flessione dell’1,6% rispetto ad agosto e dell’1,4% su settembre 2014. Anche gli ordinativi totali erano scesi del 3,2% rispetto al mese precedente e del 2,5% nei dodici mesi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »