Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Archive for 26 gennaio 2016

Tre continenti, dieci nazioni, 54 atleti: tutto pronto per i Mondiali di racchette da neve a Vezza d’Oglio

Posted by fidest press agency su martedì, 26 gennaio 2016

vezza1Vezza d’Oglio (BS)Vezza d’Oglio si prepara ad accogliere il 6 febbraio gli atleti delle 10 nazioni ad oggi iscritte, che competeranno nella tappa unica dei Mondiali di racchette da neve e le migliaia di appassionati, che ogni anno partecipano alla Caspolada al Chiaro di Luna. A 12 giorni dal Mondiale, infatti, tutto è pronto per la gara e per la passeggiata amatoriale. La macchina organizzativa, infatti, ormai da vari giorni lavora a pieno regime per poter offrire ai concorrenti un campo di gara di qualità: tutti i dettagli che riguardano il percorso di gara, completamente innevato, sono stati definiti.Tre i continenti e dieci le nazioni rappresentate: la più nutrita quella statunitense, composta da ben 12 persone, seguita da Italia Spagna e Germania, rispettivamente con 11, 11 e 10 sportivi. Singolare la presenza di un atleta peruviano. A breve dovrebbe giungere l’iscrizione degli atleti indiani.
“Posso dire con soddisfazione siamo pronti. Il percorso è completamente innevato, gli atleti inizieranno ad arrivare settimana prossima. E abbiamo già superato le 2000 iscrizioni alla tradizionale Caspolada al Chiaro di Luna, confermandoci anche nel 2016 l’appuntamento più partecipato d’Italia”, ha dichiarato Diego Occhi, Presidente del Comitato organizzativo dei Campionati Mondiali per Racchette da Neve, “Quest’anno non è stato affatto semplice farci trovare pronti, perché alla complessità dell’organizzazione di un campionato mondiale, si è aggiunto il meteo che non ci ha portato la neve. Grazie ai cannoni della SIT Spa di Ponte di Legno (società impianti turistici) e al duro lavoro di volontari, oggi il percorso è in ottime condizioni, anche grazie al freddo dei giorni scorsi che lo mantiene intatto”. (foto: vezza)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Reasons for optimism as European oil & gas sector adapts to new reality, says DNV GL

Posted by fidest press agency su martedì, 26 gennaio 2016

europeAlthough the majority of senior oil and gas professionals in Europe (68%) are preparing for a sustained period of low oil prices, there are reasons for optimism according to a new report published today by DNV GL, the leading technical advisor to the oil and gas industry. Despite ongoing concerns over job losses, a new more meaningful stage of cost management is expected, prioritizing efficiency, cutting complexity and driving innovation. According to A New Reality: the outlook for the oil and gas industry in 2016, a DNV GL report based on a global survey of 921 senior professionals in the sector1, cost management is the top priority for 41% of Continental European respondents in 2016. The highest-prioritized measure to impose stricter cost controls is to optimize the efficiency of production from existing assets (31% in C. Europe, compared to 25% of respondents globally). Reducing exposure to riskier/costlier projects is favoured by 29% in C. Europe (compared to 25% globally) and 27% will initiate simpler processes and designs (versus 20% globally).Continental Europe has less of a focus on reducing headcount to manage costs in 2016 compared to the global average (22% vs 31% globally) and pressure on the supply chain is also easing, down from 31% in 2015 to 27%.Liv Hovem, regional manager, Continental Europe, North and East Africa for DNV GL – Oil & Gas, says: “While the oil and gas sector in Europe still needs to be prepared for more short-term cost-cutting measures and job losses, there is cause for optimism. Companies are driving initiatives to reengineer projects to create more efficiency and generate longer-term value.”The industry needs to accelerate these more meaningful cost-management measures that will enable it to adjust to the new reality and put it on a sustainable growth path for the long term. That means cutting complexity, increasing collaboration and driving standardization.”There are positive signs that the industry is adopting longer-term thinking on cost management: six in ten respondents say that their organization will seek to achieve greater standardization of tools and processes during 2016. Standardization measures in Continental Europe will have a high focus on processes, process design and operational procedures in 2016.Further, more than half of respondents (55%) say their organization is taking a long-term approach to innovation and R&D, compared to a global average of 49%. The R&D focus will be on LNG/gas production for 43% of respondents (compared to 17% globally) and subsea/deepwater operations (18%, compared to 20% globally).
The most common strategy for maintaining innovation with shrinking budgets is to increase collaboration with other industry players (47%). Nearly one in three (28%) plans greater involvement in joint industry projects in the year ahead.
Elisabeth Tørstad, CEO of DNV GL – Oil & Gas, adds: “Innovation isn’t just about finding the breakthrough technologies – although that’s important too – it’s also about making things simpler and more efficient and ultimately helping the industry to safely cut costs. At DNV GL, we are continuing to invest 5% of our revenue in R&D as we see this as a key enabler for sustainable long-term competitiveness.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

JHA informal Council – Improve intelligence sharing in the EU to better combat terrorism, asks Claude Moraes

Posted by fidest press agency su martedì, 26 gennaio 2016

European_Investment_Bank_-_LuxemburgMember States should foster dialogue and trust between intelligence agencies in order to better target and combat threats to security within the EU, said on Monday the Chair of the European Parliament’s Civil Liberties, Justice and Home Affairs Committee, Claude Moraes.
Mr Moraes is attending the informal Justice and Home Affairs Council taking place in Amsterdam today and tomorrow. At the end of the first working day, Mr Moraes (S&D, UK) said:“Today at the Informal Justice and Home Affairs Council I reported back to Ministers on the adoption of the PNR proposals in the LIBE committee at the end of last year. I expressed that this is a key file for the LIBE committee and that the committee will give its full support in order to facilitate the work of intelligence agencies in the fight against terrorism.In addition, I have raised the issue of other existing key information sharing agreements by Member States including the Prum Convention which is also crucial to intelligence sharing, however it remains badly implemented by key Member States within the EU. The EU urgently needs to advance on facilitating a better dialogue and more trust between intelligence agencies in order to better target and combat threats to security within the EU”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Discussione al Parlamento Europeo per questa settimana

Posted by fidest press agency su martedì, 26 gennaio 2016

parlamento europeoLegge danese in materia di asilo e di rifugiati. Un progetto di legge controverso proposto dal governo danese, sarà discusso oggi in Commissione per le Libertà Civili, Giustizia e Affari Interni; il progetto prevede la possibilità per le autorità danesi, di sequestrare beni di valore dei rifugiati al fine di pagare il loro soggiorno in Danimarca.
Segreti commerciali. Giovedì, in commissione Affari Giuridici, durante un incontro informale Parlamento/Consiglio, si voterà sulle nuove regole per sostenere le aziende nelle richieste di risarcimento legale contro il furto o l’abuso di segreti commerciali. I deputati assicurano che la libertà di espressione e d’informazione saranno protetti e che le nuove regole non saranno un limite al lavoro dei giornalisti.
Servizi portuali. Lunedì saranno votate dalla Commissione Trasporti e Turismo, le nuove regole per migliorare la qualità e l’efficienza dei servizi forniti agli utenti dei porti di mare, come le compagnie di navigazione. La Commissione esprimerà la sua posizione sulle misure proposte riguardanti in particolare l’accesso al mercato dei servizi, per migliorare la trasparenza delle infrastrutture, gli oneri e il finanziamento pubblico dei porti stessi.
Lotta contro la frode. Giovedì sarà votata dalla Commissione di Controllo dei Bilanci, la proposta per migliorare i controlli sulla spesa UE e sul recupero dei fondi europei persi a causa di frodi o spese irregolari. La risoluzione si basa sulla relazione annuale 2014 della Commissione Europea sulle prestazioni degli Stati membri e della Commissione stessa nel rafforzamento della lotta contro l’uso fraudolento dei fondi UE.
Serbia e Kosovo. Giovedì, attraverso due risoluzioni, saranno valutati e poi votati dalla Commissione Affari Esteri i progressi compiuti nel 2015 dalla Serbia nel suo cammino verso l’adesione all’UE e dal Kosovo sulle riforme per la costruzione del nuovo Stato.
Rapporto annuale della BCE. Oggi saranno valutate le attività 2014 della Banca Centrale Europea in una risoluzione che sarà poi votata dalla Commissione per gli Affari Economici e Monetari, e che include la politica monetaria della BCE e il suo ruolo nella Troika.
Preparazioni plenaria. I gruppi politici si prepareranno per la sessione plenaria del 1- 4 febbraio a Strasburgo. Tra gli altri argomenti, i deputati discuteranno con il Presidente della Commissione Juncker sul prossimo vertice dell’UE e con il presidente della Bce Draghi sulla relazione annuale della Banca Centrale Europea. I gruppi si occuperanno anche del voto sui sostegni del Parlamento europeo verso i negoziatori dell’UE che si occupano del commercio mondiale dei servizi (TISA) e sulla creazione di una piattaforma europea per prevenire e monitorare il lavoro sommerso.
Seminario sul terrorismo. Domani e Mercoledì il servizio stampa del Parlamento Europeo organizza un seminario sulla risposta dell’UE al terrorismo. La discussione si concentrerà sull’agenda europea in materia di sicurezza, sulla proposta di diverse direttive atte a combattere il terrorismo e sul sistema UE di gestione dei dati personali dei passeggeri (PNR). Si parlerà inoltre di Europol, di controllo del commercio delle armi, del livello comune di sicurezza delle reti (NIS) e di protezione dei dati.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Iran: SACE firma accordo di recupero del credito di 564 milioni di euro

Posted by fidest press agency su martedì, 26 gennaio 2016

iranRoma. E’ stato firmato ieri, alla presenza del Presidente della Repubblica Islamica dell’Iran, Hassan Rouhani, e del Presidente del Consiglio Matteo Renzi, un accordo per il recupero del credito sovrano vantato da SACE nei confronti della Banca Centrale dell’Iran.
Firmato dal Governatore della Banca Centrale Iraniana, Valiollah Seif, e dall’Amministratore Delegato di SACE, Alessandro Castellano, l’accordo prevede il pagamento in favore di SACE di 564 milioni di euro in tre rate entro il 15 ottobre 2016. Un credito costituito dagli indennizzi corrisposti negli anni scorsi da SACE alle imprese italiane, per finanziamenti non pagati da controparti iraniane a seguito del blocco dei sistemi di pagamento imposto dalle sanzioni internazionali.
L’accordo è stato raggiunto a pochi giorni dall’Implementation Day, ossia dalla rimozione delle principali sanzioni adottate nei confronti dell’Iran. Un’intesa che consentirà a SACE di riavviare il proprio sostegno a export e investimenti italiani nel Paese, consentendo alle nostre imprese di cogliere le interessanti opportunità in settori come l’oil & gas, il petrolchimico, l’automotive e le costruzioni. Secondo l’ufficio studi di SACE, l’Italia potrebbe registrare esportazioni aggiuntive in Iran pari a quasi 3 miliardi di euro entro il 2018.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Brescia dal 28 al 30 gennaio 2016 “Innovation in cardiology: still a wishful thinking?”

Posted by fidest press agency su martedì, 26 gennaio 2016

ospedale bresciaBrescia Il Simposio, organizzato dall’Istituto di Cardiologia dell’Università e Spedali Civili di Brescia e promosso dalla Fondazione Internazionale Menarini, sarà inaugurato giovedì 28 nel pomeriggio al Museo Santa Giulia in Via Piamarta 4, per proseguire venerdì 29 e sabato 30 nell’Aula Magna della Facoltà di Medicina, Università degli Studi di Brescia, in Viale Europa 11. La partecipazione è aperta a tutti i medici, è gratuita e assegna crediti formativi ECM. Le malattie cardiache rappresentano la principale causa di morte e malattia e sono responsabili del 15-20 per cento della spesa sanitaria. E i costi medici per queste patologie sono destinati a triplicare nei prossimi anni. Per quanto riguarda le terapie, anche se sono stati approvati nuovi farmaci per il trattamento delle malattie cardiovascolari, la prevenzione non è soddisfacente a causa del continuo aumento di obesità e diabete.
Per risolvere questa situazione abbiamo bisogno di innovazione, ma in che modo? Il rischio è quello di prolungare una vita non in salute, costellata da ripetute ospedalizzazioni e scarsa qualità di vita. L’obiettivo è invece quello di ridurre il numero di persone con malattie cardiache.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Master in Statistica medica e genomica

Posted by fidest press agency su martedì, 26 gennaio 2016

università paviaPavia. Il Master biennale in Statistica Medica e Genomica dell’Università di Pavia, unico in Italia, intende formare biostatistici, proponendo un percorso ampiamente fruibile e altamente professionalizzante nell’ambito della statistica medica, dell’epidemiologia clinica e della statistica genomica. Rispondendo alle richieste del mercato in Italia e all’estero, il Master in Statistica Medica e Genomica è rivolto a laureati nei corsi di laurea specialistica/magistrale in Medicina, Scienze MMFFNN, Ingegneria, Chimica, Farmacia, Scienze Politiche, Economia e mira a fornire know how specifici, quali: disegno e analisi di dati genetici e genomici, attraverso tecniche all’avanguardia impartite da docenti che lavorano nel campo e pubblicano su riviste ad alto impatto; disegno e analisi di studi clinici randomizzati; metodi di analisi statistica classica; metodi di analisi statistica innovativa, come ad esempio l’inferenza causale.
Le conoscenze acquisite forniscono gli strumenti per pianificare studi epidemiologici osservazionali e offrono agli studenti capacità operative autonome nell’analisi di studi sperimentali e osservazionali attraverso una attività pratica guidata.
La presenza di docenti, esperti e noti a livello internazionale, provenienti da Università straniere, quali Manchester e Cambrigde, e di docenti italiani che hanno un record scientifico eccellente e lavorano in Università e Centri di Ricerca avanzati, conferisce al percorso formativo un valore aggiunto, che spalanca agli studenti l’affascinante orizzonte della ricerca statistica attuale.
Il Master intende formare la figura dello Statistico Genomico, profilo professionale del quale gli istituti di ricerca, in ambito pubblico o privato (Industrie Farmaceutiche che si occupano di farmacogenomica, Università, Centri di Ricerca, I.R.C.C.S e C.N.R, Aziende che sviluppano biomarcatori, …), fanno sempre più pressante richiesta. Dato il crescente fabbisogno di progettazione, analisi e valutazione di sperimentazioni cliniche e la diffusione degli studi genomici, il Master offre altresì agli studenti l’opportunità di stage in Italia e all’estero.
L’INPS mette a disposizione per questo master 5 borse di studio a copertura totale della quota di partecipazione a favore dei figli e orfani di dipendenti della Pubblica Amministrazione e dei figli e orfani di pensionati INPS/INPDAP.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Salute: Acoi, bisturi in Italia non tagliano più

Posted by fidest press agency su martedì, 26 gennaio 2016

chirurgia estetica“I bisturi in Italia non tagliano più. È quanto emerge da una nostra inchiesta tra i soci Acoi – Associazione Chirurghi Ospedalieri Italiani- che ha coinvolto migliaia di chirurghi in tutta Italia. Una situazione che è diventata nel corso degli anni preoccupante, nonostante il progressivo deterioramento della qualità’ dei dispositivi medici sia stato denunciato da tempo, a tutti i livelli, anche dalla nostra società’ scientifica. La continua ricerca del prezzo di mercato più basso, con criteri di valutazione spesso discutibili da parte delle commissioni regionali, ha determinato un livellamento verso il basso della qualità. Il prezzo non può e non deve essere l’unico criterio di valutazione, a scapito della qualità e della sicurezza. I cittadini pazienti hanno diritto, come peraltro stabilito dalla Carta della Qualità in Chirurgia già nel 2007, alla tecnica chirurgia più appropriata secondo gli studi di evidenza scientifica. La mediocre qualità dei bisturi utilizzati oggi ha conseguenze sia estetiche, perché il taglio perde la famosa precisione chirurgica, sia infettive, perché, aumentando il trauma cutaneo per incidere una superficie, si aumenta il rischio di contaminazione batterica della ferita. E’ evidente che, dovendo aumentare la forza per incidere una superficie, si rischia di tagliare oltre le intenzioni dell’operatore. Quanto ai costi, possiamo affermare che si tratta di una scelta antieconomica, perché per uno stesso intervento può essere necessario utilizzare più bisturi, cosa che non si verificherebbe con un buon bisturi che, al contrario, potrebbe essere utilizzato più volte durante lo stesso intervento. Per questi motivi è indispensabile che le società scientifiche di chirurgia siano parte attiva nel processo di selezione e scelta dei dispositivi medici. Se continuiamo a privilegiare il prezzo a scapito della qualità, fino a fare scomparire quasi del tutto le caratteristiche minime di funzionalità del prodotto, addirittura dei dispositivi medici ad elevata tecnologia il cui malfunzionamento può avere affetti letali, che tipo di sicurezza e qualità forniamo ai nostri pazienti?”. Lo afferma Diego Piazza, presidente dell’Acoi (Associazione Chirurghi Ospedalieri Italiani).

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »