Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Archive for 8 febbraio 2016

Expert comment on Volkswagen considering an IPO for its trucks division

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 febbraio 2016

Christian Stadler, Professor of Strategic Management and has researched Volkswagen, comments on Volkswagen considering an IPO for its trucks division.Professor Christian Stadler said: “This is an interesting decision for Volkswagen as keeping hold of the truck business might help it smooth out what is a tough period on the car front following the emissions scandal. But from the perspective of the truck division it will probably find it hard to get any extra capital to grow because the group’s focus is on the emissions scandal, even though this is a good period to for the truck division to grow. The truck market is going through a difficult period, so acquisitions would be cheaper. “Volkswagen is too busy dealing with the emissions scandal so by the truck division going independent it might bring in the capital it requires. There is a big growth opportunity for its brands – MAN and Scania – in the US where they have very little presence, particularly when compared to its rivals Daimler and Volvo. They are both active in the US and own other brands there. The market is very different in the US because of the regulations, but it could acquire a company like Paccar or Navistar International.”The other option for VW trucks is China. The market is also expected to be slow, but Volkswagen is in a relatively strong position in China. It has a dual strategy, with a partnership with Sinotruk to produce trucks for the mass market, while its brands MAN and Scania take on the high end of the market. It could grow in China by organising additional partnerships with local players.”So far Volkswagen has struggled to find synergies between MAN and Scania since it acquired both. This might be because MAN attempted a hostile takeover of Scania in 2006 which eventually failed. It has produced a non-driving axel for both brands and it is combining two assembly facilities in Russia into one, but there has been only limited progress in finding synergies. Having said that, I don’t see why that would be affected if the trucks division became independent.”
Warwick Business School has in-house broadcasting facilities for TV and radio. We have an ISDN line for radio and for television interviews we have the Globelynx TVReady network, a list of Warwick experts is available.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Italian Hotel Association Wins MITT Wild Card

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 febbraio 2016

mittThe MITT Wild Card Programme aims to help travel companies/destinations discover more about the Russian tourism industry, by taking a free stand at MITT – Moscow’s International Travel and Tourism Exhibition. Companies that had never exhibited at the event before were invited to apply. The winner, the Italian hotel association Associazione Italiana Confindustria Alberghi, was chosen by the organiser ITE Group plc, with consideration of recent promotional activities implemented by Italy. In 2014 both countries (Russia and Italy) celebrated the Russia-Italy Cross-Year of Tourism, whereby Italy focused on the promotion of new forms of tourism, new routes and gastronomy to the Russian market. Their promotional efforts resulted in over one million Russians travelling to Italy in 2015 – making it the 11th most popular destination for Russian tourists. The Associazione Italiana Confindustria Alberghi is present throughout Italy, the association deals with more than 2,500 tourist accommodation facilities totaling a 175,000 room occupancy, and therefore is a reputable organisation that unites the hotel industry of Italy. Italy, represented by the Italian National mitt1Agency for Tourism (ENIT) will also exhibit at MITT. ENIT has exhibited at MITT for several editions of the event. This year, the destination will return with an increase in exhibiting space to communicate the highlights the country has to offer to Russian tourists, and will bring together Italy’s regional tourism agencies, resorts, hotels and transportation companies. Italy is renowned for its enchanting vineyards, fashion, breathtaking architecture and mouthwatering food. The country is commonly quoted as a top destination to visit.
ENIT and the Associazione Italiana Confindustria Alberghi will showcase their travel offerings in pavilion 2.3. More than 1,800 travel companies from 192 destinations participate at MITT annually.
The MITT event is a platform where travel trade professionals, government ministers and international press can assess the market/competition; network with existing and new clients, as well as conduct and conclude deals for the following tourism season.
The Russian region of Altay and the Israeli city of Eilat have Partner Region status for MITT 2016.MITT is organised by ITE Group plc, which organises a portfolio of 8 annual travel industry exhibitions in Turkey, Russia, Ukraine, Azerbaijan and Kazakhstan.
ITE Group plc was established in the early 90’s and is now one of the leading organisers of conferences and exhibitions. Today, the group organise over 230 trade exhibitions and conferences each year in 19 countries.

Posted in Estero/world news, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Climaveneta per le strutture ospedaliere

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 febbraio 2016

by Pivari.com. L’Istituto Europeo di Oncologia (IEO), nato nel 1994 da un’idea di Umberto Veronesi, è un “comprehensive cancer centre”, con finalità “non profit”, attivo in tre aree: Clinica, Ricerca e Formazione. Lo IEO si propone di raggiungere costantemente l’eccellenza nel campo della prevenzione, della diagnosi e distituto europeo encologiaella cura dei tumori attraverso lo sviluppo della ricerca clinico scientifica e l’innovazione organizzativa e gestionale in un contesto di costante attenzione alla qualità del servizio erogato alle persone assistite.Nel corso degli ultimi anni l’istituto è stato soggetto a continue opere di ampliamento e miglioramento della struttura al fine di garantire un ambiente d’eccellenza alle cure dei propri pazienti. Nell’ambito dell’ultimo stralcio dei lavori si è provveduto anche alla sostituzione delle unità per la climatizzazione dell’istituto, con l’installazione di 3 TECS2/SL-CA-E 1054 di Climaveneta, in grado di raffrescare sia le utenze esistenti, sia quelle del nuovo ampliamento in atto. Le unità sono collegate a pompe con portata variabile e servono tutti i terminali esistenti nella struttura: fan coil, close control e unità trattamento aria. L’energia prodotta dai 3 TECS2/SL-CA-E 1054 ed un gruppo frigorifero ad assorbimento precedentemente installato sarà contabilizzata dal sistema di gestione ed ottimizzazione ClimaPRO, al fine di garantire la massima efficienza possibile all’impianto, attraverso un monitoraggio continuo e puntuale.Centinaia di realizzazioni fra cliniche universitarie e piccole realtà d’eccellenza in tutto il mondo sono la migliore garanzia della varietà e della qualità delle soluzioni che Climaveneta ha sviluppato per rispondere in modo evoluto e razionale alle principali sfide impiantistiche poste dalle strutture sanitarie.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Founding Executive Director of the UN Global Compact to Deliver Keynote Address for upcoming Responsible Finance Summit

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 febbraio 2016

Georg KellKUALA LUMPUR, MALAYSIA RFI Foundation, organizer of the Responsible Finance Summit is excited to announce that that Georg Kell, the founding Executive Director of the UN Global Compact, will deliver a keynote speech to the global responsible finance community in March. Mr. Kell helped establish the Global Compact as the foremost platform for the development, implementation and disclosure of responsible and sustainable corporate policies and practices. Mr. Kell is currently the Vice Chairman of Arabesque Partners, an Anglo-German asset management firm offering a quantitative approach to sustainable investing. The decades of experience in responsible finance that Mr. Kell brings to the Summit perfectly aligns with its premise that Islamic finance and responsible finance ecosystems are based on shared principles. The Summit will bring together the industry, regulators, and other stakeholders to expand the footprint of responsible finance within emerging markets. These diverse stakeholders will come together to explore ways to better integrate Islamic finance to lead growth of the global responsible finance industry within these markets. Speaking ahead of the Summit, Georg Kell said: “The Summit’s theme and focus resonates with our agenda at Arabesque Partners to make responsible finance more inclusive and expand its presence globally. By forging alliances to make responsible finance compatible with Islamic finance, it can fully leverage the growing global momentum around corporate sustainability. We look forward to partaking in these critical discussions at the Responsible Finance Summit”. The Responsible Finance Summit will take place at Sasana Kijang, a renowned center for knowledge and learning excellence established by Bank Negara Malaysia. For more information on the Summit, please visit rf-summit.com. Join the conversation on responsible finance #
The RFI Foundation is a non-profit organization with a mission to identify a neutral, nonpartisan and universal value proposition that encourages convergence of responsible finance practices. By highlighting the shared standards around principles that govern the sector, Islamic finance will further contribute to a more diverse and representative thinking around the growth, trajectory and development of responsible finance.
Middle East Global Advisors (MEGA) is the gateway connectivity and intelligence platform to opportunities in the rapidly developing economic region that stretches all the way from Morocco in the West to Indonesia in the East – The Middle East North Africa Southeast Asia (MENASEA) connection. We pride ourselves for being at the heart of these diverse markets for over 22 years. (photo georg kell)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Uno storico accordo per la salvaguardia della Foresta del Grande Orso del Canada

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 febbraio 2016

grande orso1

A White Spirit Bear (Ursus amercanus kermode). Wildlife im Great Bear Regenwald in Kanada. Ein weisser Kermoden Baer, White Spirit Bear (Ursus amercanus kermode).

Aerial view of the Great Bear Rainforest. Lake between Bella Bella and Klemtu.

Aerial view of the Great Bear Rainforest. Lake between Bella Bella and Klemtu.

E’ una delle più grandi foreste pluviali temperate del mondo. È quanto hanno annunciato nei giorni scorsi il governo della provincia canadese della British Columbia e i governi di oltre venti Prime Nazioni indigene. L’accordo, sostenuto da Greenpeace, Forest Ethics, Sierra Club British Columbia e imprese forestali, sancisce la protezione di tre milioni di ettari di foresta, un territorio grande approssimativamente quanto il Belgio, nonché habitat di lupi, grizzly, uriette marmorizzate, salmoni, rane e del rarissimo orso kermode o «orso spirito», una sottospecie di orso nero che vive lungo le coste centro-settentrionali della Columbia Britannica. Un decimo della popolazione esistente dell’orso kermode è composta da esemplari dalla pelliccia bianca o color crema. Per il loro aspetto, gli «orsi spirito» hanno un ruolo molto importante nella mitologia delle Prime Nazioni.La lotta per la protezione della Foresta del Grande Orso è cominciata a fine anni Novanta, quando il 95 per cento del territorio era senza tutele e soggetto a deforestazione. Dopo anni di proteste, sfociate in una campagna di pressione internazionale che ha portato alla cancellazione di contratti milionari con imprese operanti nella Foresta, nel Duemila sono iniziati i negoziati, conclusi con successo proprio pochi

grande orso6

Chief Marilyn Slett of Coastal First Nations stands at podium. Press conference held at the Museum of Anthropology, located at the University of British Columbia. After almost two decades of conflict and then collaboration, a unique partnership of First Nations governments and the British Columbia government along with environmental groups and forestry companies have come to a final long-term agreement on how to safeguard the beautiful Great Bear Rainforest for healthy communities and healthy forest.

giorni fa. Con i suoi innovativi standard giuridici, scientifici e morali, l’accordo per la salvaguardia della Foresta del Grande Orso rappresenta un modello globale per la conservazione su larga scala delle foreste, la protezione dei diritti delle popolazioni indigene e la lotta ai cambiamenti climatici.Ora nell’85 per cento della Foresta del Grande Orso è proibito il disboscamento: cedri millenari e imponenti pecci di Sitka non dovranno più temere le motoseghe. Ciò eviterà la liberazione nell’atmosfera di circa 640 mila tonnellate di anidride carbonica l’anno, e permetterà alle Prime Nazioni, che abitano da sempre queste territori, di vedere riconosciuti i propri diritti.Nel restante 15 per cento del territorio – circa 550 mila ettari – sarà consentita la silvicoltura a fini commerciali, seppur soggetta a uno dei regolamenti più severi al mondo.«Questo accordo rappresenta un fondamentale passo in avanti perché dimostra come il rispetto dei diritti delle popolazioni indigene, la salvaguardia della fauna selvatica, la protezione ambientale e gli interessi economici possano coesistere nel migliore dei modi», sostiene Richard Brooks, coordinatore della Campagna Foreste di Greenpeace Canada. «Quanto ottenuto consolida il controllo dei popoli indigeni sui loro territori originari, e garantisce l’integrità ecologica di un ricco e antico sistema di boschi ed isole», conclude.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Achieving Health Throught Antimicrobial Stewardship

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 febbraio 2016

istituto superiore sanitàRoma, 11 febbraio 2016 – ore 9.00 Istituto Superiore di Sanità – Aula Pocchiari Viale Regina Elena, 299 La resistenza delle infezioni batteriche agli antibiotici è stata definita una delle maggiori e più urgenti criticità a livello globale. Ministero della Salute, ISS e Società Scientifiche si confrontano sulle strategie da mettere in campo per contrastare le malattie infettive, le antibiotico resistenze e le infezioni virali.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

The refugee crisis: biologists warn of the problems of determining age from biological indicators in children

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 febbraio 2016

oxford universityOXFORD, UK. The thousands of unaccompanied asylum seeking children (UASC) entering Europe to seek escape from war and poverty are in the headlines as the British Government considers the acceptance of 3000 refugee children to the UK. In addition to the loss of their families, many of these children will also have no documentary proof of their identity or age and no-one to support their status as “children” and thus their claim of asylum. In those cases in which the child appears to be mature, scientific evidence is required by the government to support an age of less than 18 years. In these cases an assessment of the biological maturity of the child is made on the assumption of the close relationship between maturity and age. In 2015 these assessments were carried out in 488 of the 2168 applications by UASC; over 20% of all applications.The lack of precision in determining age from estimates of maturity is highlighted by Noël Cameron, Professor of Human Biology at Loughborough University, in a commentary article in the Annals of Human Biology. Professor Cameron draws attention to the “imperfect association” between maturity and age. He writes that, “The standard method of maturity estimation involves assessing skeletal maturity from the bones of the hand and wrist. However skeletal maturity or “skeletal age” as it is commonly known, has a standard deviation of approximately one year about any specific chronological age meaning that a child’s chronological age could be within ±2 years of any skeletal age.” If an average skeletal age of 18 “years” is assumed to have been reached by boys at a chronological age of 18 years, then whilst 50% of young men will exhibit full skeletal maturity at 18 years, 50% will not exhibit full maturity. Thus a decision based on adulthood being defined as the attainment of full skeletal maturity condemns those skeletally advanced 17 year olds to laws governing adults and those skeletally delayed 18 year olds to laws governing children.Cameron maintains that figures similar to these “can be found in most countries of the European Union who have been the target for asylum seeking refuges in the last few years. Almost all use skeletal maturity as the primary method to determine chronological age.” In his opinion it is indefensible to ignore the known imperfect association between maturity and age in order to decide who will, or will not, be granted the opportunities afforded by asylum in the UK.
Taylor & Francis Group partners with researchers, scholarly societies, universities and libraries worldwide to bring knowledge to life. As one of the world’s leading publishers of scholarly journals, books, ebooks and reference works our content spans all areas of Humanities, Social Sciences, Behavioural Sciences, Science, and Technology and Medicine.From our network of offices in Oxford, New York, Philadelphia, Boca Raton, Boston, Melbourne, Singapore, Beijing, Tokyo, Stockholm, New Delhi and Johannesburg, Taylor & Francis staff provide local expertise and support to our editors, societies and authors and tailored, efficient customer service to our library colleagues.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

World’s largest gathering of international Takaful leaders announces 11th annual edition

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 febbraio 2016

dubaiDubai. The 11th Annual World Takaful Conference (WTC 2016) will be held on the 11th and 12th of April 2016 at the Dusit Thani in partnership with the leading takaful companies from from the GCC, Southeast Asia, Africa and Europe. The Forum is set to gather more than 250 Takaful professionals from around the world comprising of policy makers, dignitaries, central bank representatives, heads of insurance supervision, CEOs of the largest Takaful companies, thought leaders and experts in research, bankers, academia and Shariah scholars.The Takaful industry is still at a nascent stage in its development, however, its growth has been rapid over the past 7 years and its total assets have doubled in the last 5 years. As the industry navigates through the complex global Takaful landscape, there is a greater need for its leaders to share insights and deliberate on new strategies to help it grow beyond its niche status.For a decade, WTC has provided a unique platform for leaders to deliver on these strategies. It takes a pragmatic approach in finding solutions to the major issues in the industry by carefully analyzing the Takaful landscape and leveraging in-house research insights and engages renowned experts to come.WTC 2016 will play host to a number of new initiatives and innovative features. The most noteworthy feature is “Connect by MEGA”, a mobile application that will provide a truly engaging and interactive experience for the audience by enabling them to participate in live voting on key issues. The mobile app will also facilitate high impact networking opportunities between delegates to help build new partnerships. Another key feature is the real time extensive coverage of the conference on social media to facilitate virtual conversations, thereby extending the reach of the Takaful community and its key issues to consumers.On the intelligence front, the most exciting feature will be the launch of the “Finance Forward World Takaful Outlook Report 2016” by Middle East Global Advisors, the conveners of the Forum over its 11-year history. The findings of the report will help leaders in the industry to make key strategic decisions and capitalize on the emerging opportunities.Speaking ahead of the forum, Ehsan Abbas (Chairman of Middle East Global Advisors): “The App and Outlook report are part of our promise to the global Takaful industry to further enhance the experience of participants and ensure that WTC 2016 generates fresh insights for the industry. I am particularly looking forward to the launch of the “Finance Forward World Takaful Outlook Report 2016” as the findings of the report will help leaders in the industry make key strategic decisions and capitalize on emerging opportunities.”
Middle East Global Advisors (MEGA) is the gateway connectivity and intelligence platform to opportunities in the rapidly developing economic region that stretches all the way from Morocco in the West to Indonesia in the East – The Middle East North Africa Southeast Asia (MENASEA) connection. We pride ourselves for being at the heart of these diverse markets for over 22 years.
World Takaful Conference (WTC) is the leading global forum for Takaful which has played an instrumental role in the development of the industry for more than a decade by facilitating thought-provoking discussions, producing quality research and actionable insights.
WTC serves as a platform to facilitate ideas sharing among the leaders in the industry gathered from various parts of the world ranging from key markets for Takaful such as the GCC and SE Asia to emerging markets such as Africa and Europe.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Roots Interchange European Live Tour”

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 febbraio 2016

florioRoma Giovedì 11 febbraio Cotton Club via Bellinzona, 2. Parte a febbraio dal Cotton Club di Roma il “Roots Interchange European Live Tour” che vedrà impegnato il chitrarrista e compositore Jazz, Alessandro Florio, nella presentazione del suo nuovo album realizzato con due tra i più importanti e quotati musicisti della scena jazzistica internazionale: Pat Bianchi all’hammond e Carmen Intorre alla batteria, quest’ultimo fulcro della rhythm section di George Benson e di Joey Defrancesco, ed entrambi musicisti del trio di Pat Martino, leggenda della chitarra jazz.
Il tour che toccherà Italia e Belgio, farà tappa in alcuni tra i più importanti jazz club e vedrà il chitarrista Alessandro Florio accompagnato da due formazioni: si parte dal Cotton Club di Roma il prossimo giovedì 11 febbraio con il trio americano completato da Pat Bianchi all’hammond e Carmen Intorre alla batteria, per proseguire venerdì 12 al D’Ascoli Jazz Club di Pontecagnano (SA), sabato 13 al Gregory’s Jazz Club di Roma e concludere il giro italiano domenica 14 febbraio all’ Alhambra Jazz di Formia. Il tour proseguirà poi in Belgio con il trio italiano, che vedrà al fianco di Alessandro Florio, Alessio Busanca all’hammond e Armando Luongo alla batteria, in tre appuntamenti: venerdì 26 febbraio ad Hasselt, sabato 27 a L’ Aquilone Asbl a Liegi e domenica 28 febbraio in concerto ad Anversa.
florio1Per Florio quindi si preannuncia un inizio di 2016 ricco di impegni e di soddisfazioni e che fa seguito ad un 2015, segnato dalla pubblicazione di ‘Roots Interchange’, album che ha riscosso un notevole successo di pubblico e critica e che lo ha visto protagonista di una intensa attività ‘live’ da New York ad Atene. Florio è stato anche direttore artistico di un noto locale Milanese e della rassegna “Amalfi in jazz” che ha fatto il “tutto esaurito” per tutti i sei eventi svoltisi a cavallo tra luglio e agosto.
‘Roots Interchange’ il cd
Per Alessandro Florio la genesi di questo album è riassunta in un viaggio, prima verso il Nord Europa e poi verso gli USA alla ricerca delle “radici” (Roots) del jazz, del soul e del blues. Conosciuti e coinvolti i due famosi jazzisti italo-americani Pat Bianchi e Carmen Intorre, il viaggio diventa uno “scambio” (interchange) culturale e musicale; e per i due anche un ritorno alle loro “radici” italiane. Nasce così l’idea di “Roots Interchange” un incontro tra la migliore tradizione jazzistica americana e la cultura mediterranea ed europea di concezione melodica. «Un grande disco – come sostiene Freddie Bryant (chitarrista, compositore, professore associate al Berklee College) nelle note di copertina – nell’accezione più classica del termine: un album di melodie con contrasti di stili e di groove differenti tra loro che coinvolgono l’ascoltatore dall’inizio sino alla fine. Suonato da una sezione ritmica stellare, si rifà alla tradizione degli organ trio con tanto di Boogaloo, florio2blues e ballads».
L’album “Roots Interchange” è composto da sette tracce, per lo più brani originali firmati dallo stesso Alessandro Florio, ad esaltare il groove dell’hammond trio (“Feel Good Music”, “Il Dottor Thomas Non è In Sede”, “V”, “Ring Shout” e “Lo Zio del Mare”); e brani di Thelonious Monk: “In Walked Bud” e “Straight, No Chaser” che vede la partecipazione straordinaria di Gegè Telesforo. Il cantante pugliese ha abbracciato il progetto con grande entusiasmo e ha realizzato una versione inedita con un “testo che sembra sia stato registrato solo una volta precedentemente nella storia del jazz…”, come afferma scherzosamente lo stesso Gegè Telesforo. «Sono sempre stato un fan di Gege’ – afferma Alessandro Florio –, del suo carisma, del suo modo di cantare e della sua missione nel far capire, agli Italiani in special modo, l’importanza del Groove e del movimento nel Jazz, che è una musica che deve far ballare e ti deve entrare nello stomaco e non intellettuale e cerebrale. – e conclude – Se Gegè ha collaborato al mio disco lo devo ad Alberto Gurrisi (pianista e organista hammond ndr.) che mi ha spinto a chiamare Telesforo. Questa collaborazione oltre ad essere un vero piacere è stato un grande onore».
“Roots Interchange” è dedicato alla comunità italiana ed italoamericana nell’intento di rivendicare e non trascurare il ruolo chiave nella storia e nell’evoluzione del Jazz.
“Roots Interchange” il nuovo album soul jazz firmato dal chitarrista e compositore jazz Alessandro Florio con Pat Bianchi all’hammond e Carmen Intorre alla batteria, è disponibile sulle principali piattaforme digitali (iTunes, Amazon, CdBaby, etc.) è prenotabile anche nel classico formato in digipack tramite il sito internet ufficiale dello stesso Florio (www.alessandroflorio.com)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Importante lavoro svolto nel Reparto di Neurochirurgia della Fondazione Policlinico Universitario “Agostino Gemelli”

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 febbraio 2016

woir«Siamo a Roma nel Reparto di Neurochirurgia della Fondazione Policlinico Universitario “Agostino Gemelli” – Università Cattolica del Sacro Cuore. Qui le persone arrivano con il grande desiderio di ritornare ai loro affetti e alle loro case e sanno che, nonostante le loro condizioni spesso critiche, ce la potranno fare. Sì, perché qui trovano la neurochirurgia di eccellenza data sia dalla perizia dei chirurghi che vi operano che dalle macchine di cui il reparto è dotato: il massimo della tecnologia» sottolineano i funzionari della World Organization for International Relations (WOIR), l’Organizzazione Mondiale per le Relazioni Internazionali i cui settori di intervento prioritari includono quello della salute.I funzionari della WOIR (www.woirnet.org) hanno avuto occasione di visitare il Reparto di Neurochirurgia del Policlinico Gemelli, «un reparto dove si infondono speranze» dichiara Emilia Lordi-Jantus, già funzionaria dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura (FAO) e del Programma Alimentare Mondiale (WFP) ed ora Segretario Generale della World Organization for International Relations (WOIR).Proprio alla Neurochirurgia del Policlinico Gemelli i funzionari della WOIR hanno potuto riscontrare un reparto di eccellenza a livello europeo. Un’eccellenza che è stata subito osservata a tutti i livelli, a cominciare dal personale di supporto e dalle infermiere, che non solo dimostrano una grande professionalità ma anche notevoli capacità di entrare in empatia con il paziente e di essere flessibili per adattarsi ad ogni situazione, dietro la supervisione di una brava caposala, Giovanna Farisei, che non solo si è dimostrata una buona coordinatrice delle risorse umane alle sue dipendenze ma anche una persona di grande umanità, continuamente in contatto con i pazienti, incoraggiando ed assistendo personalmente i degenti ed i loro familiari.Un’eccellenza quella di questo reparto che la WOIR riconosce in tutto il personale, dagli ausiliari fino ad arrivare al nuovo direttore, il Prof. Alessandro Olivi, la cui competenza ed umanità sono un sostegno fondamentale per tutti coloro che si trovano ricoverati in questo reparto del Policlinico Gemelli. Secondo la WOIR il professore è riuscito a portare una ventata di novità: viene dagli Stati Uniti dove ha fatto parte per molti anni del National Comprehensive Cancer Network (NCCN), il panel di esperti che definisce le linee guida statunitensi. Ma disponibili, secondo quanto osservato dalla WOIR, sono tutti i medici di questo reparto, di grande competenza e sempre attenti con i pazienti. Medici come il Prof. Roberto Pallini, anch’egli una persona di una grandissima umanità, autore di 169 pubblicazioni indicizzate su Pubmed, con una carriera universitaria brillante ed un’attività didattica documentata da numerosi incarichi di insegnamento sia presso i corsi di laurea che presso le scuole di specializzazione della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. L’attività chirurgica del Prof. Roberto Pallini è articolata in migliaia di interventi da primo operatore.O come il Prof. Eduardo Marcos Fernandez Marquez, anch’egli una persona di una grandissima umanità e con una brillante carriera universitaria continuativa e numerosi incarichi, tra cui quello di direttore della Scuola di Specializzazione in Neurochirurgia, nonché membro attivo di diverse società scientifiche nazionali ed internazionali. Il Prof. Eduardo Marcos Fernandez Marquez si distingue per un’attività chirurgica articolata in migliaia di interventi da primo operatore, includendo anche quello che ha consentito di impiantare la prima mano bionica che “sente” gli oggetti: caldo, freddo, consistenza. Una protesi in grado di trasmettere sensazioni tattili al cervello e di far manipolare gli oggetti con la giusta forza, come una mano vera.Ma secondo quanto potuto osservare dai funzionari della World Organization for International Relations al Policlinico Gemelli anche i medici di altri reparti si dimostrano persone di grande umanità, continuamente in contatto con i pazienti, come, il Prof. Claudio Mattana del reparto di Chirurgia Generale 1 (UOC), le cui ricorrenti visite ai degenti sono di grande sostegno per i pazienti ed i consigli preziosi.
«La World Organization for International Relations ringrazia dunque tutti i medici del Policlinico Gemelli per la loro competenza, la loro dedizione, la loro umanità ed il loro amore per una professione in cui chi la esercita deve spesso confrontarsi con i momenti di maggiore fragilità dell’essere umano: la scoperta di una malattia e la speranza di una cura» conclude il Segretario Generale della WOIR.
Fondata nel 1978 per iniziativa di Emilia Lordi-Jantus, già funzionaria dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura (FAO) e del Programma Alimentare Mondiale (WFP), la World Organization for International Relations (WOIR) si prefigge di contribuire in maniera indipendente allo sviluppo e all’applicazione delle Relazioni Internazionali e di preservare così l’armonia nel mondo.La WOIR è un’organizzazione internazionale che si propone dunque di sostenere gli sforzi volti ad eliminare i motivi di conflitto tra le nazioni, promuovere la cooperazione internazionale ed operare al servizio della causa della pace e della difesa dei diritti umani.I settori di intervento prioritari della WOIR (global issues) includono: pace e sicurezza, sviluppo, diritti umani, questioni umanitarie, diritto internazionale, cambiamenti climatici, ambiente, alimentazione e agricoltura, acqua e risorse naturali, salute. (foto:woir)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Infezione da virus Zika nei neonati: ecco le linee guida americane

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 febbraio 2016

mosquito closeup

mosquito closeup

Vista la rapida diffusione a partire dall’America latina dell’infezione da virus Zika – che in gravidanza appare associata a un aumento di rischio di microcefalia del nascituro – i Centers for Disease Control and Prevention (Cdc) e l’American Academy of Pediatrics hanno pubblicato le linee-guida preliminari per la valutazione e la gestione dei neonati con possibile infezione congenita. Il virus è trasmesso dalla puntura della zanzara Aedes (che rappresenta il vettore anche di dengue e chikungunya), e in genere causa una sintomatologia blanda di tipo influenzale, con febbre, rash, dolori articolari e congiuntivite della durata di alcuni giorni. Solo raramente causa il ricovero ospedaliero. Nel maggio del 2015 la Pan American Health Organization (Paho) ha confermato il primo caso di infezione da virus Zika in Brasile, che da allora si è diffusa nel subcontinente americano dando luogo a segnalazioni di casi di sindrome di Guillain-Barre e di donne gravide che hanno messo alla luce neonati con problemi di vario genere. È seguita la pubblicazione di una messa in guardia per i viaggiatori diretti in zone con trasmissione locale di Zika virus da parte delle autorità sanitarie internazionali, tra cui anche i Centers for Disease Control europei.Le raccomandazioni per i sanitari pubblicate sul bollettino Morbidity and Mortality Weekly Report riguardano i neonati con microcefalia o calcificazioni intracraniche (osservate in fase prenatale o alla nascita) ma anche tutti i nati da madri risultate positive al test per l’infezione da Zika, o in cui i test virologici hanno fornito risultati non chiarificanti. In questi casi i Cdc raccomandano di cercare nel siero l’Rna virale, l’immunoglobulina M (IgM) del virus Zika e del virus della dengue, con i rispettivi anticorpi. Il prelievo va fatto sul cordone ombelicale o direttamente sul neonato, se possibile entro due giorni dalla nascita. Anche il fluido cerebrospinale eventualmente ottenuto per altre analisi dovrebbe essere testato per Rna, IgM e anticorpi. Le linee-guida spiegano nel dettaglio esami clinici e di laboratorio raccomandati nelle diverse circostanze, e raccomandano di notificare a livello centrale ogni caso di possibile infezione congenita: «Non è disponibile alcun trattamento antivirale specifico per l’infezione da virus Zika, né alcun vaccino» spiega la nota dei Cdc. «La terapia dell’infezione congenita da virus Zika è di supporto e dovrebbe farsi carico dei problemi specifici, medici o legati allo sviluppo neurologico, di ciascun neonato specifico; le indagini per capire quali servizi siano i più efficaci per questi bambini nel corso della crescita sono tuttora in corso». (fonte Doctor33) (foto: virus zika)

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »