Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 250

Archive for 27 febbraio 2016

Bianca D’Aponte ritorno a Barcellona

Posted by fidest press agency su sabato, 27 febbraio 2016

bianca d'aponteBarcellona. È ormai una figura internazionale Bianca d’Aponte, che verrà per la seconda volta omaggiata a Barcellona nel “Bianca d’Aponte International”, in programma il 6 marzo al CAT (Centre Artesà Tradicionàrius). La serata è organizzata dall’Associazione barcellonese “Cose di Amilcare”, costola spagnola del Club Tenco, capitanata da Sergio Secondiano Sacchi, coadiuvato da Steven Forti.
Come per la passata edizione alcune canzoni della giovane cantautrice di Aversa, scomparsa nel 2003 all’età di 23 anni, verranno eseguite tradotte in varie lingue. Ci sarà poi l’incontro tra la canzone e la letteratura al femminile: canzoni basate su versi di poetesse o a loro dedicate. Quello di Barcellona è il primo di una serie di appuntamenti annuali dedicati alla cantautrice, che proseguiranno il 28 e il 29 ottobre ad Aversa, in occasione della XII edizione del Premio Bianca d’Aponte (come sempre con la direzione artistica di Fausto Mesolella), per concludersi a dicembre a Sanremo.
La conferma di Aversa come Città di musica (da Cimarosa a molti altri compositori), arriva oggi grazie a Bianca d’Aponte, varcando anche i confini nazionali. Basta leggere i nomi di chi parteciperà a questa edizione del Bianca d’Aponte International: Alessio Arena, Idil Ayral, Indiana Carsin, Vera Gottschall, Enric Hernàez, Katres, Tamar McLeod Sinclair, Fausto Mesolella, Steven Munar, Olden, Yannis Papaioannou, Miquel Pujadó, Ulrich Sandner, Stelios Togias, Zacharis Vamvakousis, Christiana Vlanti, Peppe Voltarelli. A presentare la serata sarà Steven Forti. Oltre a “Cose di Amilcare” e all’Associazione Bianca d’Aponte, hanno collaborato all’organizzazione: BarnaSants, Club Tenco, Istituto Italiano di Cultura di Barcellona, Zibaldone @Contrabanda FM. La grafica sarà curata da un artista noto in tutto il mondo come Marco Nereo Rotelli.È intanto stato avviato il bando per il concorso del Premio Bianca d’Aponte, l’unico in Italia dedicato esclusivamente a cantautrici. La partecipazione è gratuita, mentre la scadenza per le iscrizioni è fissata al 23 aprile 2016. Alla vincitrice sarà attribuita una borsa di studio di € 1.000; per la vincitrice del Premio della Critica la borsa di studio sarà di € 800. Novità di quest’anno è la creazione di una nuova sezione, “Musica della poesia”. Le artiste interessate dovranno musicare e interpretare in canzone una poesia, a propria scelta, di un/una poeta/essa, proposto/a dall’organizzazione; quest’anno la poetessa prescelta è Alda Merini.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Expert comment on UBS being charged with tax fraud and money laundering in Belgium

Posted by fidest press agency su sabato, 27 febbraio 2016

Crawford Spence, of warwick_campus_2_large Business School, is a Professor of Accounting and researches tax avoidance. He comments on UBS being charged with tax fraud and money laundering in Belgium. Professor Crawford Spence said: “These latest allegations against a Swiss bank are strongly reminiscent of the HSBC scandal that broke last year. In both cases, a large bank based in Switzerland – the HSBC case concerned the Swiss subsidiary – has been accused of tax fraud AND money laundering.”In the HSBC case, HMRC recently wound-up its investigation and concluded that no criminal charges would be brought against the bank. The city regulator, the Financial Conduct Authority (FCA), similarly concluded an investigation by bringing no formal charges against the bank. “This inaction by regulatory bodies has been widely criticised, particularly because there was strong evidence supporting the allegations against HSBC. In this latest case, it is as yet unclear how strong the evidence is against UBS.”However, there is growing unrest among the public and politicians over the seeming inability of regulatory bodies such as HMRC and the FCA to clamp down on what appear to be blatant transgressions by large financial institutions.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Italia: Immagini e visioni”

Posted by fidest press agency su sabato, 27 febbraio 2016

madridMadrid. Esta es la síntesis de la programación cultural del Instituto Italiano de Cultura de Madrid para el año 2016 y que se presentó el pasado 18 de febrero en el IIC Madrid. Un programa que narra cómo el país de la “Grande Bellezza” es asimismo el país de la belleza cotidiana, de esa continuidad entre arte y vida, entre arte y artesanía, entre cultura, territorio y paisaje, que el resto del mundo nos reconoce desde siempre. Un programa que toma forma en el diálogo constante entre las más importantes realidades culturales españolas e italianas, públicas y privadas, siguiendo la máxima de la colaboración y de la creación conjuntas.IMÁGENES, como por ejemplo:
– las de la innovadora exposición Illustrazione per Ragazzi: Eccellenze italiane, realizada junto con la Feria de Bolonia, la mayor cita internacional del sector, y con la Región de Emilia Romaña.
– las de la gran muestra “Gabriele Basilico. Fotografia dalle Collezioni del MAXXI” de Roma, comisariada para PhotoEspaña por Giovanna Calvenzi y Francesca Fabiani, a partir del 26 de mayo;
-las del Festival de Cine Italiano de Madrid, patrocinado por ENEL Endesa, que en noviembre celebrará su IX edición habiendo alcanzado la cifra de 9000 asistentes en su anterior edición.
IMÁGENES entendidas también como palabras de los escritores italianos contemporáneos. Literatura, escritura y edición son sectores por los que el Instituto Italiano de Cultura apuesta fuerte:
– trayendo a España los principales acontecimientos literarios italianos – desde el Festival Libri Come en abril, al de Pordenonelegge, que mantendrá un diálogo con el Festival de Poesía de Granada de mayo, pasando por el Salone del Libro de Turín, protagonista de la Semana de la Lengua Italiana de octubre.
– participando en las citas relacionadas con el libro y la lectura, desde la Feria del Libro de Málaga, donde Italia es el país invitado de honor, hasta la Noche de Los Libros, pasando por el Festival Gutun Zuria de Bilbao.
– inaugurando el ciclo “E3+ – Encuentros + escritores + editores”, que abre el diálogo entre autores y editores italianos y españoles.
– celebrando los grandes aniversarios literarios como el centenario del nacimiento del escritor de Ferrara Giorgio Bassani (1916- 2016).
Y así, de las IMÁGENES pasamos a las VISIONES, como nexo de unión entre arte, artesanía y ciencia, entre mente, experiencia y cuerpo, de ese “saber hacer” que en el mundo constituye una de las características del Made in Italy y que en la actualidad quiere, cada vez más, contribuir a diseñar un modelo europeo de crecimiento inclusivo.
Un programa, por último, que no se fija solo en España, sino en Europa, con la vista puesta en 2017, fecha en la que el Instituto Italiano de Cultura asumirá la presidencia de EUNIC, la red de los institutos culturales europeos con sede en Madrid.
– desde el diseño, tema fundamental de 2016 en el que el IIC de Madrid colaborará con el Instituto Europeo de Design en el último “proyecto secreto” del gran crítico de arte Gillo Dorfles, con una serie de serigrafías realizadas por los alumnos del IED, que se expondrán durante el mes de abril en el Palacio de Abrantes.
– a la creación de perfumes, con la conferencia de la experta Laura Tonatto, en el ámbito de la colaboración con el Festival “Ellas Crean”, el 11 de marzo;
– pasando por las Estancias de artistas “L’arte che verrà”, que comenzaron precisamente durante la feria de ARCO con el escultor de Turín Paolo Peroni, el 18 de febrero.
– por la colaboración con el festival “Una mirada diferente”, del Centro Drámatico Nacional, que el 22 de mayo acogerá a las escritoras italianas Alessandra Sarchi y Barbara Garlaschelli con el espectáculo “Sex and disabled people”.
– y por las citas del ciclo Suono Italiano Madrid realizado con el patrocinio de Unión Fenosa Gas, y con la colaboración del Comitato Nazionale Italiano Musica – CIDIM.
Un programa, además, que abarcará toda España:
– desde la Comunidad de Madrid, con el Corral de Comedias de Alcalá de Henares, que acogerá a Antonio Tagliarini el 28 de abril;
– hasta Castilla y León con la exposición “Mirada Interior” de Valerio Bispuri en el Palacio Quintanar de Segovia, (del 18/3 al 1/5);
– pasando por Castilla-La Mancha y la Semana de Música Religiosa de Cuenca con Federico Maria Sardelli y la Orquesta Modo Antiquo, el 19 de marzo;
– y por Canarias, apoyando al Centro Coreográfico de La Gomera.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Publication of the catalogue raisonnè of Hartung

Posted by fidest press agency su sabato, 27 febbraio 2016

hartungThe first volume of the catalogue raisonné of the painted and drawn works by French artist of German descent Hans Hartung (1904-1989) is now online at hanshartung.com. It covers the 1914-1944 period and includes 2241 art pieces, in which we integrated his only sculpture. This digital edition offers, in an open and generous way, an access to a significant amount of data that has been developed by the members of the Hartung-Bergman Foundation and falls within the public service purpose of the institution. Jean-Luc Uro is in charge of the scientific and technical development of the catalogue and Thomas Schlesser is the publication director. This work is based primarily on the immense, extremely well-organized and well-thought documentation that Hartung himself left of his work; it also benefited from collaborations with many specialists from the entire world for over 20 years.This medium primarily enables to discover the least-known of Hans Hartung’s period – and yet, a crucial and fascinating one, different from the many historiographical commonplaces made by the painter. It also allows to observe the informal and automatic artistic style he used as young as 18, in 1922; to examine his figurative style as an adolescent, his experience in the post-expressionist period and the “dreadful” years of 1940-1942; to become familiar with his transfer-printing technique from the beginning of the 1930s and with the development of his unclassifiable visual vocabulary.
In short, this medium allows the readers to see a dense aesthetic journey, diverse but coherent, long before the “glorious” post-war years, and to get familiar along the way with a biography particularly marked by the tragedies of World War II (hired in the Foreign Legion, concentration camp life, and leg amputation).
As a public service institution, the Foundation seeks to provide audacious and innovative media and therefore took on the initiative to develop a unique model of catalogue raisonné: displaying synthetic perceptions of artistic production; a search interface allowing numerous possibilities and easier access to bibliographic information; a reconstitution of exhibited sets (themselves exhaustively referenced); archives (published photographs by Hartung himself and displays); an intuitive interface for a very simple navigation – a linear, piece by piece layering – as well as advanced search features.
In addition to its generous and innovative aspect, choosing an online edition also allows for future and potential developments and adjustments: as such, the Foundation welcomes any additional information that could enrich the content. In particular, the discovery of lost or stolen works, information on provenance or affiliations, document references and iconographic or bibliographic sources… The catalogue raisonné is therefore likely to evolve, with an archiving of previous editions at each modification.
Ongoing and future developments
The Foundation also wishes to point out that this catalogue raisonné comes from a sophisticated database, which is being continuously enriched internally and which can only be consulted at the Foundation and by appointment, with access to a substantial amount of sources (access to all bibliographic content, for example, which cannot be offered online for legal reasons).
The first volume of this catalogue raisonné of the painted and drawn works is related to the catalogue of engravings published in 2010. There will also be links to the second volume (1945-1960) and to the third volume (1961-1989), currently being developed, which will benefit, like the previous two, from an intuitive interface adapted to their singularity.
The Hartung-Bergman Foundation, based in Antibes, is universal legatee of the work of Hans Hartung and Anna-Eva Bergman; it is responsible for a remarkable triple heritage – artistic, archival and architectural – and works for the dissemination of these two major figures of abstraction. The publication of the catalogue raisonné inaugurates a particularly rich year 2016, in which Hartung will be the subject of a double exhibition on the war period in Aubagne, accompanied by a collective book by Gallimard (Beau geste – Hans Hartung, peintre et légionnaire) under the curatorship of Fabrice Hergott; an exhibition in Siegen on the 1960s and photography at the Museum für Gegenwartskunst; an international symposium at the German Centre of Art History; a scientific edition of his autobiography (Autoportrait, 1976) by Presses du réel. (photo hartung)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Uncategorized, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il pianista russo Dmitry Masleev debutta a Roma

Posted by fidest press agency su sabato, 27 febbraio 2016

Dmitry MasleevRoma martedì 1° marzo alle 20.30 nell’Aula Magna della Sapienza (piazzale Aldo Moro 5) il pianista russo Dmitry Masleev, vincitore nel 2015 del XV Concorso Internazionale Čajkovskij di Mosca, sezione pianoforte debutta a Roma. (Ricordiamo che la precedente edizione di questo concorso, tra i più selettivi, prestigiosi ed ambìti a livello mondiale, è stata vinta quattro anni fa da Daniil Trifonov, che fu subito scritturato dalla IUC ed ora è lanciatisismo in campo internazionale: questo suona di buon auspicio per Masleev).
Tecnica impeccabile, brillatezza, lirismo, spontaneità sono le doti riconosciute dalla critica a Dmitry Masleev, che dopo la vittoria al Concorso Čajkovskij ha suonato a New York, Londra, Stoccolma, Monaco, Rotterdam, Pechino e altre capitali della musica. Ma già in precedenza aveva vinto importanti concorsi e iniziato una carriera internazionale, che lo aveva portato in Germania, Francia, Italia e Romania, oltre che in Russia.
Nato e cresciuto a Ulan-Ude in Siberia, vicino al lago Baikal e al confine con la Mongolia, Masleev ha studiato al Conservatorio di Mosca e all’Accademia Internazionale di Musica del Lago di Como.
Per questo concerto ha scelto di inziare con Bach e proseguire con tre grandi del pianismo romantico, quali Schumann, Schubert e Liszt, e con tre russi, uno dei quali è naturalmente Čajkovskij. È dunque un programma molto vario e impegnativo, che gli permetterà di dimostrare tutto il suo talento.
Di Johann Sebastian Bach esegue la Partita n. 1 in si bemolle maggiore BWV 825, una delle poche sue opere che egli ebbe la soddisfazione di vedere stampate dopo la sua vita: si tratta in pratica di una Suite di danze, che si conclude con una brillante Giga, il cui carattere giocoso e scherzoso è raro nella musica di Bach. Segue la Sonata n. 2 in sol minore op. 22, in cui Robert Schumann realizza i suoi altissimi ideali poetici e formali per mezzo di una tecnica virtuosistica e spettacolare che aveva ammirato in Paganini, da lui ascoltato in concerto in quegli anni. La Barcarolle è il celebre Lied Auf dem Wasser zu singen per voce e pianoforte di Franz Schubert, trascritto per pianoforte solo da Franz Liszt, che trasforma i riflessi della luna sull’acqua in un magico e iridescente scinitillio. Wilde Jagd di Liszt è uno dei suoi dodici Studi d’esecuzione trascendentale e rievoca un’antica leggenda tedesca, che narra di spettri che cavalcano in cielo in una furiosa battuta di caccia: un brano magnifico, potente, visionario, attraversato da tempestose nubi romantiche.
Si cambia nettamente atmosfera con Pëtr Il’ič Čajkovskij, di cui Masleev esegue 4 dei 18 Pezzi op.72, intitolati Chant élégiaque, Valse à cinq temps, Un poco di Chopin e Scène dansante. Nikolai Medtner non è molto noto fuori dalla Russia, dove è considerato insieme a Skjabin e Rachmaninov uno dei grandi pianisti-compositori dell’inizio del Novecento: la Sonata Reminiscenza in la minore op. 38 n. 1 del 1920, in un unico movimento dal carattere nostalgico e malinconico, è una delle sue creazioni più poetiche. Gran finale con la Danse macabre di Camille Saint-Saëns, un poema sinfonico del 1874 che, nonsotante il titolo, è molto brillante e ironico e fa sfoggio di un grande virtuosismo orchestrale, che la trascrizione di Liszt trasforma in un funambolico pezzo pianistico, la cui difficoltà è portata agli estremi nella versione che ne fece Vladimir Horowitz, probabilmente il pianista dalla tecncia più strabiliante di tutto il Novecento.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giustizia e verità per Giulio Regeni

Posted by fidest press agency su sabato, 27 febbraio 2016

presidio

“Abbiamo partecipato, al presidio davanti l’Ambasciata dell’Egitto a Roma per chiedere giustizia e verità per Giulio Regeni. Una vicenda oscura che chiama direttamente in causa le autorità egiziane e i suoi servizi di sicurezza. Non è un mistero, infatti, che l’Egitto pratichi in maniera sistematica nei confronti di tanti suoi cittadini lo stesso tipo di trattamento riservato al ricercatore italiano. Per questo motivo non ci accontenteremo di verità di comodo e chiediamo al nostro Governo di non farsi condizionare dagli interessi economici che legano il nostro paese all’Egitto. Aderiamo alla mobilitazione lanciata da Amnesty International e da altre associazioni e chiediamo un’indagine internazionale non solo sulla morte di Regeni, ma anche di tutti quei i casi di scomparsa, tortura e morte avvenuti nelle negli ultimi tempi per mano del regime egiziano, in modo che i responsabili di questi crimini possano essere identificati e portati davanti agli organi della giustizia internazionale”. Lo dichiara Giovanni Barbera, membro della segreteria politica del Prc di Roma. (foto: presidio)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

The EU-UK Agreement: much ado about (almost) nothing?

Posted by fidest press agency su sabato, 27 febbraio 2016

Dopted following unilateral action from David Cameron and permitted by the goodwill of his counterparts, the recent agreement between the European Union (EU) and the United Kingdom (UK) contains a number of reminders and adjustments that are worth getting into perspective from both a political and a legal standpoint.In this Viewpoint, Yves Bertoncini, Alain Dauvergne and António Vitorino focus on three key issues:
1. The EU-UK agreement contains a number of useful reminders for the “Eurosceptics” but also for the people of Europe as a whole;
2. The EU-UK agreement contains a limited number of substantial “reforms” whose implementation will need to be closely monitored;
3. The EU-UK agreement is likely to have only a limited impact on the European construction. When all is said and done, there is one major advantage to be gained from the conclusion of the EU-UK agreement: it now allows the people and leaders of Europe to turn their attention to the other pressing challenges that they need to face together, particularly the refugee crisis and the terrorist threat, which are far more crucial for the EU’s future and for its citizens’ well-being and prosperity.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Chinese Propaganda Posters “Serve the People, China”

Posted by fidest press agency su sabato, 27 febbraio 2016

I want to be a scientistForte dei Marmi LU Dal 19 marzo al 17 aprile mar, mer, gio, ven, dom ore 11.00 – 19.00, sab 11.00 – 22.00, lunedì chiuso Fondazione Villa Bertelli Via Giuseppe Mazzini, 200. Una selezione di Poster della propaganda cinese dell’epoca maoista appartenenti alla Hafnia Foundation di Xiamen (Cina) – una delle più grandi collezioni nel mondo su questa tematica – che ricrea in maniera attenta e ragionata un inedito viaggio nel passato prossimo del colosso orientale, per intenderne il presente e proiettarne il futuro.La mostra si compone di manifesti e dipinti originali utilizzati come modello per fogli stampati tra il 1949 e il 1983 corrispondente al periodo di Presidenza di Mao Tse Tung e alla sua storica “Rivoluzione Culturale”, ed è suddivisa in categorie (Società, Industria, Socialismo e Pittura) e sottocategorie per aiutare il visitatore a comprendere maggiormente la loro storia e creazione.I manifesti di propaganda cinese. Durante il forum di letteratura e arte di Yan’an realizzato nel maggio del 1942, il Partito Comunista Cinese guidato da Mao Tse Tung, tracciò le linee guida della “cultura rivoluzionaria” del partito. I discorsi di Mao, durante questo evento, delinearono il modello dell’arte che si sarebbe prodotta fino a dopo la Rivoluzione Culturale, negli anni ’80.I suoi principali interessi erano che l’arte riflettesse la vita della classe operaia e la considerasse come la principale protagonista, e che fosse a servizio della politica e dello sviluppo del socialismo. Così, tutta la creazione artistica si trasformò in vera e propria propaganda, che principalmente, descriveva la vita dei contadini ed era a loro diretta. Una produzione artistica di grande bellezza che rappresenta ancora oggi, nel 2016, le speranze più alte dell’utopia Maoista, dove si distinguono immagini di purezza ideologica e di felicità familiare. In contrasto con la teoria tradizionale Marxista e a quella Marxista Leninista, il Maoismo, non è un’interpretazione materialistica dello sviluppo storico, ma piuttosto, una teoria idealista basata sulla convinzione di Mao che la coscienza e la volontà umana sono i principali fattori che guidano la storia. Da questo quadro ideologico, i propagandisti cinesi furono in grado di produrre opere che vennero valorizzate e apprezzate per la loro bellezza e il loro uso decorativo sia in ambienti pubblici che privati.Nei Manifesti della Propaganda Cinese si alternavano diversi stili artistici, incluso il realismo sociale e il tradizionale acquerello cinese. Alcune opere, come i dipinti rupestri sono bellissimi esempi di arte näif; lineari e pieni di colori, con un leggero e bizzarro senso della prospettiva. Senza dubbio, l’ndiscusso talento naturale dei pittori è inconfondibile. La mostra curata da Massimo Scaringella è accompagnata da un catalogo con la riproduzione di tutte le opere in mostra. (foto: I want to be a scientist)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Italia/Qatar: opportunità

Posted by fidest press agency su sabato, 27 febbraio 2016

dubaiSebbene gli impatti delle tensioni geopolitiche nell’area e l’andamento dei prezzi delle materie prime rimangano fattori da monitorare, il Qatar offre un’economia solida, con buoni margini di crescita per l’export italiano (superiori al 5% nel prossimo biennio secondo le previsioni di SACE) e un business climate favorevole, con profili di rischio di credito tra i migliori dell’area (pari a 26 su 100 secondo il SACE Risk Index). Nell’ultimo triennio il Paese è cresciuto a tassi medi superiori al 6% e le prospettive complessive restano positive anche nel medio termine, nonostante si preveda una moderata contrazione del Pil al 4% tra il 2015 e il 2018 causata dai corsi petroliferi. Oggi l’Italia è il settimo fornitore per il Qatar e il terzo a livello europeo, dopo Germania e Gran Bretagna. L’export italiano si concentra soprattutto nelle tecnologie industriali, i mezzi di trasporto e l’arredamento, comparto in prospettiva sempre più funzionale al processo di sviluppo urbanistico intrapreso dal Paese. Tra i settori di opportunità per le imprese italiane si segnalano, oltre all’oil&gas, le infrastrutture (trainate dal piano d’investimento da 200 miliardi di dollari per i progetti legati ai mondiali di calcio del 2022) e i beni di consumo spinti soprattutto dal segmento del lusso.Il Qatar è il quinto mercato estero nel portafoglio di SACE con un’esposizione pari a 1,3 miliardi di euro, concentrati prevalentemente in progetti nei settori oil&gas e infrastrutturale che coinvolgono sia grandi società italiane sia tante PMI. SACE mette a disposizione prodotti e servizi capaci di rispondere a esigenze diversificate a sostegno di export e investimenti: accesso a finanziamenti per l’internazionalizzazione; assicurazione delle vendite dal rischio di mancato pagamento; protezione degli investimenti esteri dai rischi politici; garanzie fideiussorie per gare e commesse; anticipazione dei crediti vantati verso i clienti italiani ed esteri. SACE ha recentemente annunciato l’apertura di un nuovo ufficio a Dubai dedicato ai mercati di Medio Oriente e Nord Africa.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Forum dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) sui tumori del cavo orale

Posted by fidest press agency su sabato, 27 febbraio 2016

New York 4-5 marzo 2016 Il Prof. Marco Meleti, ricercatore del Dipartimento di Scienze Biomediche, Biotecnologiche e Traslazionali – S.Bi.Bi.T. dell’Università di Parma, diretto dal Prof. Marco Vitale, è stato selezionato per rappresentare l’Europa al Forum dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) sui tumori del cavo orale. Il carcinoma del cavo orale rappresenta un’emergenza globale. Per questo l’OMS ha istituito un Forum permanente, il “Global Oral Cancer Forum”, che debutterà proprio a New York il 4 e 5 marzo. Esperti da tutto il mondo si incontreranno per discutere i punti critici e le innovazioni riguardanti la prevenzione, la terapia e le nuove tecnologie per fronteggiare questa patologia dall’incidenza in costante aumento, come evidenziato dai più recenti dati epidemiologici. La scelta di Parma non è casuale. Nel corso degli ultimi trent’anni il Prof. Vescovi ha dato vita insieme ai suoi collaboratori, la Prof.ssa Maddalena Manfredi e lo stesso Prof. Marco Meleti, a un gruppo di ricerca sulle malattie del cavo orale conosciuto in tutta Europa. A Parma è in atto da tempo una consolidata collaborazione tra gli specialisti dell’Odontostomatologia, della Chirurgia Maxillo-facciale (Prof. Enrico Sesenna, Prof. Silvano Ferrari, Prof. Tito Poli e Dr. Bernando Bianchi) e dell’Anatomia Patologica (Prof. Enrico Maria Silini, Dr. Luigi Corcione) che rende possibile un approccio diagnostico e terapeutico delle lesioni potenzialmente maligne e delle neoplasie maligne della testa e del collo in linea con i più avanzati standard mondiali.
La recente opportunità di poter disporre di strutture avanzate cliniche e di ricerca nel Centro Universitario di Odontoiatria, diretto dal Prof. Mauro Bonanini, e nella Struttura Complessa di Odontostomatologia dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria, diretta dalla Prof.ssa Silvia Pizzi, ha fornito un ulteriore input per il consolidamento e l’implementazione dei risultati ottenuti finora.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Telemedicina a Bangui

Posted by fidest press agency su sabato, 27 febbraio 2016

banguiÈ partito il progetto di telemedicina al Centro “Joie de vivre” gestito a Bangui dall’Associazione “Amici per il Centrafrica” onlus. “Qualche giorno fa è partito il primo teleconsulto dal nostro centro sanitario di Bangui per un problema dermatologico e i medici italiani hanno prontamente risposto segnalando le cure appropriate per la soluzione del caso”, annuncia il vicepresidente dell’Associazione Pier Paolo Grisetti esprimendo orgoglio e felicità per il risultato raggiunto. Il progetto di telemedicina – il primo attivo in tutto il Centrafrica – nasce dalla collaborazione dell’Associazione con le onlus Nico i Frutti del Chicco e Global Health Telemedicine (GHT), le cui strutture operative fanno riferimento alla Comunità di Sant’Egidio. La postazione si chiama “Nicolò”, dal nome di una delle tre onlus che ha contribuito alla realizzazione del progetto, ed è ospitata nel nuovo dispensario pediatrico del centro, a fianco del laboratorio di analisi. Il progetto consente attualmente di tenere sotto controllo i 450 bambini che frequentano la scuola ma potrebbe essere esteso alle mamme e ai bambini di altre scuole.“Attualmente – spiega da Bangui l’infermiera professionale Lucie Peters – stiamo monitorando lo stato di salute dei ragazzi che frequentano il Centro. La nostra infermeria scolastica dispone ora del materiale medicale e informatico per effettuare teleconsulti con medici specialisti in Italia: un bel sistema che comincia già a permettere una presa di carico di qualità per i nostri bambini, per la maggior parte dei quali non è mai stato fatto uno screening sanitario approfondito”. Il consulto di telemedicina fatto partire da Lucie e riguardante un problema dermatologico ha raggiunto Roma e la postazione di Ght, dove un medico ha analizzato i documenti e inviato subito un referto in Centrafrica.“La novità è che questo sistema di telemedicina – evidenzia Michelangelo Bartolo, segretario generale di Ght, – è tutto sul web e non ha bisogno di installare alcun programma sul posto. Il sistema a breve potrà funzionare anche senza Internet”. Una notizia non da poco per luoghi dove la fornitura di elettricità è spesso discontinua. Attivi sulla telemedicina per Ght, prosegue Bartolo, “ci sono circa 80 specialisti volontari afferenti a 13 branche mediche, pronti a refertare esami strumentali come elettrocardiogrammi, radiografie, fotografie e dare indicazioni diagnostiche e terapeutiche a distanza. È un nuovo modo di fare cooperazione ad alto impatto e costi contenuti”. Per il futuro la collaborazione tra Amici per il Centrafrica e Ght potrebbe ampliarsi anche in merito alla realizzazione del programma Dream, così anche a Bangui potranno nascere bambini sani da madri hiv positive.

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Non toccate i consultori

Posted by fidest press agency su sabato, 27 febbraio 2016

africadi Guglielmo Micucci Direttore generale Amref Health Africa – Italia. Avevo meno di vent’anni. Era la seconda metà degli anni Novanta e vivevo a Taranto, con il suo mare e i suoi tanti problemi. Ligabue prendeva piede e Vasco era già una grande star. Si ascoltavano i Pink Floyd e si pensava di essere alternativi. The wall era un must. Le siringhe per la strada erano la norma e la paura del contagio era tanta. Alcuni grandi divi dello sport si ammalavano mentre altri incitavano all’uso del preservativo. Erano gli anni in cui noi ci affacciavamo al consultorio pubblico con timore e vergogna. I manifesti sulla prevenzione dell’AIDS erano ovunque cosi come le campagna di sensibilizzazione per l’uso dei profilattici. Si pensava che l’HIV fosse ovunque. Il consultorio era un luogo obbligato. Non sarei mai potuto andare dal mio medico di famiglia e non ne avrei mai parlato né con i miei famigliari e ne con gli amici. Troppa vergogna. Al consultorio invece sì. Non conoscevi nessuno li e nessuno ti conosceva. Era un luogo protetto. Ha funzionato. Mi rassicurarono e mi insegnarono la prevenzione. Molto di più dell’outing che fece Magic Johnson e che sconvolse il mondo (comunque utilissimo per tanti).Poi è successo qualcosa. Sono cresciuto e forse la politica ha deciso che il bene pubblico più importante (la sanità) non fosse più così importante. Si poteva andare dal ginecologo privato. Dal dermatologo privato. Dal pediatra privato. Non era importante il tipo di dottore. L’importante era l’aggettivo. Privato significava di valore, professionale e di qualità. Pubblico è stato trasformato in povero. Di bassa qualità.Sono passati 20 anni. Io sono diventato padre da poco e quasi per caso abbiamo deciso di visitare il consultorio di quartiere dove vivo con la mia compagna a Roma. Ero certo che avrei trovato dipendenti stanchi, arrabbiati e senza risorse. Che l’avrei trovato chiuso. Che se fosse stato aperto, gli operatori non sarebbero stati aggiornati. Abbiamo trovato gente grintosa in un posto semplicemente bello. Aggiornati e molto più vicini alle nostre idee rispetto a diversi privati ormai contaminati dalle aziende farmaceutiche. Abbiamo incontrato dottori in linea con gli standard internazionali e consapevoli del loro ruolo di sentinelle del territorio per tutte quelle persone che, in una grande città come Roma, non hanno un rete sociale consolidata. Sostengono il biologico e l’allattamento esclusivo al seno. Mio figlio ogni settimana incontra altri bimbi e gioca con loro solamente perché fa bene.Contemporaneamente con Amref stiamo studiando un progetto sui consultori italiani per rafforzare il sistema sanitario nazionale. E la regione Lazio sta rilanciando l’importanza di questi luoghi come luoghi di confine dove le persone posso trovare conforto, comunità e informazioni. Insomma, sono fiero. Del mio pubblico. Lo dico con orgoglio perché di questo penso ci sia veramente bisogno. Essere fieri di un servizio pubblico che ancora c’è, è vivo e combatte ogni giorno per dare risposte concrete. Il pubblico non è gratis. Il pubblico lo pago con le mie tasse. Andateci. Ne vale la pena. (foto: africa)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Global Automotive OEM

Posted by fidest press agency su sabato, 27 febbraio 2016

londonLondon By 2020 key 12 global Automotive OEM groups are expected to reduce their passenger vehicle platforms from 223 in 2010 to 154. From these the Volkswagen and Daimler groups are expected to emerge as winners with the highest degree of platform standardisation and widest range of vehicle models on a single platform. While pushing for the right line-ups of models at the right price and time in the future, Automotive OEM’s will have to remain frugal with their platform and production approach and prepare for intense competition at the same time. Frost & Sullivan will hold a complimentary web conference, entitled Reduction of Passenger Vehicle Platforms by 2020, taking place on Wednesday, 12th October 2011, at 2 p.m. BST. Industry Analyst, Vishwas Shankar, will discuss global market dynamics as well as the current and future environment of platform strategy and its impact on standardisation and the response of key global Automotive OEMs.
The webinar aims to present quantitative and qualitative information on how standardisation of platforms is expected to impact the OEMs and their sub-brands. Technology partners and component suppliers in the future will have to better plan and invest to attain high levels of factory utilisation by having a reduced count of discrete parts. This webinar will primarily benefit components manufacturers, distributors, vehicle manufacturers as well as technology partners globally. It also benefits end consumers, including local and global fleet operators, by hearing about new models planned for the future in different vehicle segments globally, irrespective of being familiar with their platforms.
Frost & Sullivan, the Growth Partnership Company, enables clients to accelerate growth and achieve best-in-class positions in growth, innovation and leadership. The company’s Growth Partnership Service provides the CEO and the CEO’s Growth Team with disciplined research and best-practice models to drive the generation, evaluation, and implementation of powerful growth strategies. Frost & Sullivan leverages over 50 years of experience in partnering with Global 1000 companies, emerging businesses and the investment community from 40 offices on 6 continents. To join our Growth Partnership, please visit http://www.frost.com

Posted in Estero/world news | Leave a Comment »

Investing in competitive blue growth – smart and sustainable solutions

Posted by fidest press agency su sabato, 27 febbraio 2016

maritime dayThe conference will provide a strong input to shape future policies and the practical steps needed to drive transformational change in the blue economy and the wider integrated maritime policy agenda. It will focus on smart and sustainable solutions for blue growth, ocean governance, clean energy and skills development and it will look at tools such as strategic cluster partnerships and common roadmaps to facilitate joint action. Throughout, there will be a particular focus on specific regional challenges and opportunities. These focused, thematic sessions will explore what is needed to drive transformational change in different areas of the integrated maritime agenda. In each stream, a panel discussion will be followed by a structured discussion to set out which actions are needed at different levels: global, European, regional and conclusions/action points to be retransmitted to the plenary will be reached in a participative way.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »