Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Giornata della divulgazione della ricerca sulle cellule staminali

Posted by fidest press agency su martedì, 8 marzo 2016

parma universitàParma venerdì 11 marzo, con inizio alle ore 9 nell’Auditorium del plesso polifunzionale del Campus Universitario di via Langhirano, l’ottava edizione di UniStem Day, la Giornata della Scienza dedicata alle Scuole Superiori. UniStem Day è una giornata dedicata in tutta Europa alla divulgazione della ricerca sulle cellule staminali rivolta agli studenti delle Scuole Superiori. UniStem Day vedrà unite in questa iniziativa più di 40 Università e Istituti di ricerca in Italia e oltre 35 sedi universitarie dislocate in Germania, Spagna, Regno Unito, Polonia e Svezia. Finora hanno aderito all’iniziativa, e parteciperanno con rappresentanze di studenti, il Liceo Scientifico “Giacomo Ulivi” di Parma, il Liceo Classico e Scientifico Convitto “Maria Luigia” di Parma, il Liceo delle Scienze Umane “Albertina Sanvitale” di Parma, l’Istituto Tecnico Industriale Statale “Leonardo da Vinci” di Parma, l’Istituto Superiore “Pietro Gobetti” di Scandiano (RE) e il Liceo Ginnasio “Melchiorre Gioia” di Piacenza. Le iscrizioni sono ancora aperte. L’evento sarà coordinato dai proff. Franco Bernini del Dipartimento di Farmacia e Federico Quaini del Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale dell’Ateneo di Parma. Dopo il filmato di benvenuto e le note introduttive del Rettore Loris Borghi, seguirà un collegamento audio tra alcune università partecipanti. Quindi, sotto la moderazione del prof. Marco Vitale, direttore del Dipartimento di Scienze Biomediche, Biotecnologiche e Traslazionali S.Bi.Bi.T., inizieranno le presentazioni dei relatori.
Il prof. Maurizio Zuccotti – Istologia ed Embriologia, Università degli Studi di Parma – spiegherà come avviene in natura la selezione della cellula uovo che darà origine all’embrione. Inoltre, mostrerà le primissime fasi dello sviluppo del cuore nell’embrione e come le radiazioni o sostanze tossiche interferiscano su questo processo.
Il prof. Franco Aversa – Ematologia e Centro Trapianti di Midollo, Università degli Studi di Parma – parlerà di come la ricerca sulle cellule staminali emopoietiche ottenute da midollo e da cordone ombelicale abbia portato al successo del loro utilizzo nella terapia di gravi malattie del sangue.
Il prof. Piergiorgio Petronini – Oncologia Sperimentale, Università degli Studi di Parma – spiegherà come la scoperta dell’esistenza di cellule staminali tumorali possa rivoluzionare la terapia del cancro.
Il prof. Federico Quaini – Medicina Clinica e Sperimentale, Università degli Studi di Parma – presenterà luci e ombre dei recenti risultati della ricerca scientifica che ha riaperto la possibilità, da sempre sognata, di rigenerare un organo.
Il prof. Stefano Grolli – Medicina Veterinaria, Università degli Studi di Parma – mostrerà gli attuali approcci di terapia cellulare in medicina veterinaria
Il futuro è adesso! Idee, persone, ricerca e industria dietro il primo farmaco basato su cellule staminali
Il dr. Diego Ardigò di Chiesi Farmaceutici SpA presenterà il percorso che ha portato alla realizzazione di un prodotto basato su cellule staminali per la terapia di malattie dell’occhio.
Nel pomeriggio un gruppo selezionato di studenti e insegnanti potrà far visita ai laboratori dislocati in diversi punti dell’Università per toccare con mano il fascino della ricerca sulle cellule staminali.L’obiettivo di UniStem Day è quello di fornire agli studenti delle scuole superiori le conoscenze sullo stato attuale, lo sviluppo e il potenziale della ricerca sulle cellule staminali. Le conoscenze accademiche e del mondo scientifico, che hanno già portato ad una avanzata comprensione del ruolo delle cellule staminali, non sono state ancora adeguatamente trasferite nel curriculum scolastico. La giornata UniStem promuoverà le curiosità, approfondirà questioni e trasmetterà i fatti che costituiscono il grande tema delle cellule staminali.La senatrice a vita Elena Cattaneo, scienziata di fama internazionale nel campo delle cellule staminali, è l’iniziatrice di questo evento e ha il compito del coordinamento centrale delle attività. Il suo coinvolgimento dimostra come sia necessario sensibilizzare i giovani su un tema di grande interesse, troppo spesso gestito in modo miracolistico o detrattivo dai mezzi di comunicazione e dallo stesso mondo scientifico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: