Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 250

“Le Imprese di Telecomunicazioni nell’era digitale: TIM”

Posted by fidest press agency su martedì, 22 marzo 2016

sanità-digitaleRoma, 23 marzo 2016 – ore 15.00 Biblioteca UNINT (Via C. Colombo, 200. Roma). Nell’ambito della collaborazione fra AICT, INFORAV e CDTI, in atto già dall’anno passato, si è voluto organizzare un ciclo di conferenze tematiche coinvolgendo i principali attori fra Operatori di rete, Over The Top e Network Provider allo scopo di far emergere le possibili strategie di intervento per sostenere e guidare la rivoluzione digitale in corso negli ambiti dei propri sviluppi professionali.
Così daremo voce a TIM, VODAFONE, WIND, H3G, FASTEWB e TISCALI per quanto riguarda i Network Operator, GOOGLE e FASTWEB per gli OTT mentre coinvolgeremo Ericsson, Huawei, e Nokia per quanto riguarda i Network Provider.
Tutti gli speakers cercheranno di coniugare gli aspetti principali della rivoluzione digitale in corso con le loro visioni strategiche del futuro e cercheranno di spiegare come queste potranno efficacemente essere implementate all’interno delle loro organizzazioni complesse. Si parlerà di Internet delle cose, di Industria 4.0, di Cloud Computing, di virtualizzazione delle infrastrutture di rete, di Digital Single Market , di Agenda Digitale e lo si farà con uno sguardo speciale rivolto a quella che oggi viene tecnicamente definita come la “Digital Disruption” per lo sviluppo di una “Shared Economy” nella quale i concetti di sostenibilità e solidarietà stanno emergendo prepotentemente. Abbiamo chiesto a TIM di introdurre questo ciclo di conferenze perché riteniamo che debba essere l’Operatore italiano di riferimento ad introdurci nel viaggio dell’innovazione e della digitalizzazione, dal momento che, nonostante alcuni appesantimenti finanziari che la tormentano ormai da anni, TIM stessa, da tempo, ha avviato quel processo di trasformazione tecnologica e dei processi organizzativi interni, per un percorso virtuoso peraltro fortemente suggerito ed indirizzato dai vertici dell’Unione Europea. E questo processo evidentemente condiziona non soltanto l’azienda ma tutto l’indotto che ad essa fa esplicito riferimento.
Con TIM cercheremo di conoscere come l’Agenda Digitale potrà avere un “execution” efficace e in che modo il nostro paese potrà allinearsi agli obiettivi da raggiungere entro il 2020. A che punto siamo con il 5G? Quali saranno le innovazioni principali che questa nuova tecnologia di evoluzione del mobile potrà introdurre in un settore già fortemente saturo di tecnologie avanzate? La convergenza fisso-mobile sarà definitivamente una realtà? Potremo finalmente parlare di Italia connessa e di reti completamente virtuali? La vera realtà sarà dunque quella reale e scomparirà definitivamente il dualismo fra reale e virtuale?
Tim certamente guiderà questa transizione così complessa e ci auguriamo, anzi siamo certi che all’interno di quel processo inevitabile di consolidamento a cui assisteremo nel prossimo futuro sarà in grado di esercitare un ruolo da protagonista, sia nell’ambito della ricerca che del mercato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: