Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 229

Archive for aprile 2016

Mediterranean fisheries: stocks recovery means fishers’ recovery

Posted by fidest press agency su sabato, 30 aprile 2016

fisheriesTo reverse the dramatic decline of Mediterranean fisheries, Commissioner Vella commits to improve the state of the stocks and thus the economic prospects of the industry. At a global event in Brussels, he unveiled a new strategy for the Mediterranean and launched a dialogue with Ministers from EU and non-EU countries.
“The facts are undisputed – he said at a recent conference -: fish stocks in the Mediterranean are shrinking. Some are on the verge of depletion. All in all, 93% of the fish stocks assessed are over-exploited. This is an environmental but also a social issue, as it represents a clear threat to the way of life of fishing communities around the Mediterranean”.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A Milano un evento per anticipare i tempi e trasformare il business

Posted by fidest press agency su sabato, 30 aprile 2016

in actionMilano 12 maggio dalle ore 9.30 alle 12.30 Via Maurizio Gonzaga 7 presso lo spazio Bou-Tek, l’evento Oracle Analytics in Action. Gli analytics sono un tassello fondamentale per la trasformazione digitale delle imprese: offrono opportunità senza precedenti per ottenere informazioni approfondite su cui basarsi per innovare, per scoprire nuovi canali di profitto e ampliare i confini della propria attività. Il potere dei dati è a portata di mano di tutte le aree dell’impresa, grazie a soluzioni che permettono di esplorare e rappresentare i dati in modo facilmente condivisibile e visuale, sulla base di piattaforme integrate solide ed efficaci che coniugano l’agilità del cloud e tecnologie e applicazioni on premise.Il tema delle analytics sarà affrontato con il contributo di rappresentanti nazionali e internazionali dell’azienda e attraverso la narrazione delle esperienze e dei risultati di alcuni dei clienti che si sono rivolti a Oracle per anticipare i tempi e trasformare il loro business, quali Tivu’Sat, Trenitalia, Pianoforte Group e altri ancora.Oracle Analytics in Action sarà anche l’occasione per incontrare per la prima volta dopo la sua recente nomina Stefano Maio, Country Leader Business Analytics di Oracle Italia, che introdurrà una mattinata particolarmente densa di contenuti, arricchita anche dal kenyote di Cenk Kiral, Vice President Business Analytics di Oracle EMEA. L’agenda della mattinata è la seguente
10.00 Benvenuto di Stefano Maio, Country Leader Business Analytics, Oracle Italia
10.10 Digital Analytics in the age of digital disruption Cenk Kiral – Vice President Business Analytics,Oracle EMEA
10.45Customer in Action:
· Gilda Serafini – Director of Planning, Management and Control; Head of CRM, Tivu’Sat
· Alessandro La Rocca – Responsabile Direzione Pianificazione Strategica, Piani di Innovazione e Integrazione Commericale, Trenitalia
· Michele di Nuzzo – IT Project Manager, Pianoforte Group (Carpisa, Yamamay, Jaked)
11.45 Customer Talk
12.15 Conclusioni
Oracle Analytics in Action è organizzato in collaborazione con Intel; si rivolge ai manager delle linee di business in aziende di tutti i tipi e naturalmente ai professionisti della Business Intelligence e della Information Architecture. La partecipazione è gratuita previa registrazione sul sito dedicato. (foto: in action)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Attacchi in Siria contro il personale medico e le strutture sanitarie

Posted by fidest press agency su sabato, 30 aprile 2016

aleppo“Ci uniamo al gran numero di voci che esprimono sdegno per l’attacco all’Ospedale di Al Quds ad Aleppo. Tra le persone uccise vi erano due dottori – uno dei quali l’unico pediatra rimasto in città- 3 paramedici e numerosi pazienti, compresi bambini.
Siamo indignati per la frequenza allarmante degli attacchi al personale e alle strutture sanitarie in Siria. Questi episodi avvengono mentre si acuiscono le violenze soprattutto nel nord del paese.
Pochi giorni fa, un ginecologo è rimasto ucciso da un mortaio, mentre tornava a casa dopo aver curato civili feriti presso una clinica supportata dall’UNICEF ad Aleppo.
Questi attacchi ci ricordano le enormi difficoltà e i pericoli che ogni giorno gli operatori sanitari siriani devono affrontare. Questi operatori meritano molto di più della nostra semplice ammirazione. Meritano una protezione più ampia.
Gli attacchi al personale e alle strutture sanitarie e il mancato accesso a servizi sanitari, equipaggiamenti e scorte mediche ovunque in Siria, non rappresentano solo un’evidente violazione delle Leggi del Diritto umanitario internazionale, ma privano le famiglie e le comunità delle cure sanitarie essenziali quando ne hanno maggiormente necessità.
L’UNICEF e l’OMS chiedono a tutte le parti in conflitto di porre fine agli attacchi contro le strutture sanitarie, il personale medico e le ambulanze e di consentire l’accesso alle cure ai tanti civili innocenti che hanno disperato bisogno. Migliaia di vite sono a rischio”.

Posted in Estero/world news, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Franco Gabrielli è il capo della polizia

Posted by fidest press agency su sabato, 30 aprile 2016

franco gabrielliLa spuntano i Poliziotti. Il risultato del sondaggio “Siamo senza Capo della Polizia … tu chi preferisci?”, proposto sulla home page del sito http://www.coisp.it anche per biasimare lo stato di abbandono da parte del Dipartimento della P.S. in cui si sono trovati gli uomini e le donne della Polizia di Stato negli ultimi 3 anni, non ha mai lasciato chance ad altri.
Da oltre due mesi il Prefetto Franco Gabrielli è sempre stato saldamente in testa alle preferenze dei Poliziotti e stasera, mentre il Consiglio dei Ministri si riuniva per decidere, tra le altre,la nomina del nuovo Capo della Polizia, la sua posizione di leader della classifica ha anche registrato una incredibile impennata. Franco Gabrielli è il Capo indiscusso che noi Poliziotti vorremmo: questo è il risultato del nostro sondaggio.E Franco Gabrielli adesso è davvero il nostro Capo. Il Consiglio dei Ministri ha deciso: il Prefetto di Roma Franco Gabrielli è nominato Capo della Polizia! Ebbene, la Segreteria Nazionale del COISP ha avuto il piacere di incontrare il Prefetto Gabrielli il 2 marzo u.s. ed il 1° aprile ci ha gratificato della sua presenza e di un suo intervento al nostro Convegno sui 35 anni della Riforma della Polizia di Stato e sul tema Sicurezza: in entrambi i casi abbiamo avuto conferma di aver fatto bene ad averne sempre apprezzato le qualità.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Colombia Leads the World in South Florida Real Estate Online Searches

Posted by fidest press agency su sabato, 30 aprile 2016

Miami-skyline-for-wikipediaMIAMI —Colombia registered the most global searches for South Florida real estate, according to new statistics from the MIAMI Association of REALTORS® (MIAMI). The South American nation finished as the top international country using MIAMI’s search portal, http://www.Miamire.com, in February 2016. Colombia has now led the rankings for three consecutive months.
Venezuela and Brazil finished second and third, respectively. Brazil — which posted the most Miamire.com searches for 13 consecutive months through June 2015 — placed third for the first time since November 2013. The February 2016 MIAMI statistics also revealed surging interest from the Philippines, the world’s 12th-most populated country, and the United Kingdom.“Despite the strength of the U.S. dollar, international home buyers continue to search, buy and invest in Miami real estate,” said Mark Sadek, the 2016 MIAMI Chairman of the Board. “With 51 percent of its population foreign born, Miami has a unique history of welcoming and embracing all cultures. International home buyers feel at home here.”
Colombian home buyers tied with Argentinians in purchasing the third-most Miami real estate among foreign countries, according to the 2015 Profile of International Home Buyers in Miami Association of Realtors Business Areas. Colombia registered 10 percent of all foreign Miami transactions, according to the survey conducted by MIAMI and the National Association of REALTORS. Only Venezuelan (13 percent) and Brazilian (12 percent) buyers purchased more.
Colombians moving to South Florida are often upper-middle-class families who want to enjoy their prosperity earned in their homeland as professionals and entrepreneurs. Colombians spend the second-most on South Florida property among foreign buyers. The $516,000 average purchase price of Colombians tied with Argentina and only trailed Brazil ($766,000), according to the 2015 survey.
Philippine and United Kingdom buyers increased their online interest in South Florida real estate in February 2016. The Philippines have now placed fifth, the country’s highest finish, for three consecutive months. The United Kingdom improved from last month’s eight-place ranking to finish seventh.

Posted in Estero/world news, recensione | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Europol: MEPs endorse new powers to step up EU police counter-terrorism drive

Posted by fidest press agency su sabato, 30 aprile 2016

europolThe EU police agency Europol will soon be able to step up efforts to fight terrorism, cybercrime and other criminal offences and respond faster, thanks to new governance rules endorsed by Civil Liberties Committee MEPs on Thursday. The new powers come with strong data protection safeguards and democratic oversight.
The draft rules, agreed by Parliament and Council in November last year and approved by 40 votes to 3, with 2 abstentions by the Civil Liberties Committee on Thursday, will enhance Europol’s mandate to ensure that it is fully equipped to counter the rise in cross-border crimes and terrorist threats, in particular by making it easier for Europol to set up specialised units to respond immediately to emerging threats.
Read more about the new rules on Europol in the press release on the agreement reached with Council.
The Civil Liberties Committee vote paves the way for the final approval of the new rules by Parliament as a whole in Strasbourg early in May. The new rules will take effect on 1 April 2017.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

New rules to attract non-EU students, researchers and interns to the EU – last steps

Posted by fidest press agency su sabato, 30 aprile 2016

strasburgo-parlamento-europeoHarmonised EU entry and residence rules that will make it easier and more attractive for students and researchers from third countries to study or do research at EU universities were endorsed by the Civil Liberties Committee on Thursday. The new rules also have provisions to clarify and improve conditions for non-EU interns, volunteers, school pupils and au pairs, so as to facilitate cultural exchanges. An informal agreement on the new rules to attract non-EU students, researchers and interns to the EU was reached with Council in November last year. Thursday’s vote on the Civil Liberties Committee’s recommendation for second reading brings the new directive one step closer to its final adoption which is scheduled for early May in Strasbourg. The new rules merge two existing directives (one on students and one on researchers) to ensure that:
• students and researchers will have the right to stay at least nine months after finishing their studies or research in order to look for a job or to set up a business, which should also ensure that Europe benefits from their skills. Today, it is individual EU member states which decide whether students and researchers from third countries may stay on after their studies or research have ended,
• it will be easier for students and researchers to move within the EU during their stay. Under the new rules, they will have to notify only the member state to which they are moving, for example to do a one-semester exchange, instead of having to submit a new visa application and wait for it to be processed, as is the case today. Researchers will also be able to move for longer periods than those currently allowed.
• researchers will have the right to bring their family members with them, also when they move within the EU, and these family members will also have the right to work during their stay in Europe, and
• students will have the right to work at least 15 hours a week
In addition to the rules on students and researchers, the new directive also has provisions for interns and volunteers under the European Volunteer Scheme, who will benefit from uniform conditions to enter Europe and increased protection once there, as well as optional provisions for other volunteers, school pupils and au pairs. This is the first time that third-country au pairs have been included in an EU law.
The final plenary vote is expected to take place in Strasbourg in May. The directive enters into force the day after its publication in the European Official Journal. After that, member states will have 2 years to transpose the new provisions into their national laws.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Public access to documents: MEPs demand a common electronic register for all EU institutions

Posted by fidest press agency su sabato, 30 aprile 2016

european parliamentCitizens should be given full access to the EU institutions´ documents and exceptions to this rule have to be limited to the minimum necessary, say MEPs in a non-binding resolution approved by plenary on Thursday. The Chamber demands the creation of a public register, accessible electronically, gathering information about the actions of the elected representatives, the decision-making process and the way in which public money is apportioned and spent.MEPs also want a mandatory inter-institutional register of interest groups. The non-legislative resolution –approved with 523 votes in favour, 37 against and 46 abstentions- asks for a more proactive approach on transparency by the EU institutions, disclosing as many documents as possible, in the most simple, user-friendly and accessible way.The text, drafted by Laura Ferrara (EFDD, IT), calls for a public e-register to trace the institutions’ actions (including any documents circulated, individuals involved, votes cast, etc.) and underlines that any decision denying public access to documents must be based on clearly and strictly defined legal exemptions, accompanied by reasoned and specific justification, allowing citizens to understand the denial of access and to make effective use of the legal remedies available.MEPs are concerned about the secrecy of trilogues –three-way talks in which most of the legislation is currently being adopted- and deplore the fact that citizens have no power to scrutinise these negotiations. They advocate for trilogue documents to be published proactively on an easily accessible platform, as a way to prevent leaks and a subsequent unequal access to documents.Parliament also requests the Commission to set up a mandatory and detailed inter-institutional register of interest groups, and of local authorities and regional organisations operating within the institutions.Finally, the resolution encourages MEPs and Council representatives to follow the Commission practice and to publish information about meetings between them or their staff, on the one hand, and stakeholders and civil society, on the other.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

FRA presents guidance from across the EU on combating hate crime

Posted by fidest press agency su sabato, 30 aprile 2016

We are seeing hate crime against religious minorities and migrants around the EU on a daily basis. In response, the EU Agency for Fundamental Rights (FRA) is today publishing a compendium of good practices from across the EU on how to combat hate crime. This is the culmination of work by the Working Party on combating hate crime, to be presented today at a meeting of the Working Party in cooperation with the Dutch Presidency of the Council of the EU. “Hate crimes harm not only the victim but also other people from the same group, and undermine social cohesion, which Europe can ill afford particularly at present,’’ said FRA Director Michael O’Flaherty. “In order to combat hate crime effectively, we need to pool our resources and look at what is already working. There are plenty of good practices around the EU – we should make the most of them.” “By organising this meeting in Amsterdam, the Netherlands EU Presidency offers a platform to exchange information and learn from each other’s experiences. On helping victims to take the difficult first step and report hate crimes. On how to make the best use of our law enforcement capacity. And on grasping the full significance of the problem, by working on better statistics,” Dutch Security and Justice Minister Ard van der Steur said. “We should not let geographical boundaries get in the way of success.”
“Hate crime is an affront to the EU’s core values. We are seeing fundamental rights breached across the EU every day, as people are attacked for what they look like, what they believe, and who they are,” said EU Justice Commissioner Vera Jourova. “In order to combat hate crime effectively and help victims, we need better quality data. FRA’s Working Party on Improving Reporting and Recording of Hate Crime has been an important move in this direction.”“The Commission’s newly formed High Level Group on Racism, Xenophobia and other forms of intolerance will bring together Member States, FRA, civil society and other international organisations to pull together different expertise and develop synergies to deliver, together, concrete results for society at large. The FRA work on data collection and its support of Member States in improving recording of hate crime needs to be operationalised and will be of central importance in this renewed context.”The online compendium contains measures that EU countries are using to combat hate crime, with details on their implementation and evaluation. Some 30 practices are being launched today, but these are just a beginning, as the compendium is a living document that will be revised and added to in the coming months. It is aimed at policy makers and law enforcement officers, who are encouraged to review and adapt practices from other countries for their own national context.The compendium emphasises the Fundamental Rights Agency’s growing focus on practitioners as a vital element in countering hate crime. In this context, FRA is also publishing a new report based on interviews with 263 experts from law enforcement, criminal justice, and civil society organisations. While listing a number of promising developments across the EU, the report chiefly highlights the difficulties of recording hate crime, as well as the risk that police officers may share the discriminatory attitudes of offenders, the probability of discrimination being overlooked in court proceedings, and the overall challenges faced in living up to and enforcing the ideal of a diverse society based on respect for human dignity.
Today, the majority of hate crimes – whether against Roma, LGBT people or members of Muslim or Jewish communities – remain unreported, unprosecuted and therefore invisible, often leaving victims without redress for their suffering. The objective of FRA’s work is to assist EU Member States in encouraging and supporting victims to report their experiences on the one hand and to improve the performance of the police and the judiciary in tackling hate crime on the other, thus helping to ensure access to justice for all victims.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Gli Stati Generali del Giornalismo musicale il 24 settembre a Faenza

Posted by fidest press agency su sabato, 30 aprile 2016

GiornalistiIl NuovoMei2016, che si terra’ a Faenza dal 23 al 25 settembre, invita a parteciparvi tutti i giornalisti interessati a portare il loro contributo, parere, suggerimento e suggestione, da quelli delle grandi testate a quelli delle tantissime webzine e social, in un grande forum aperto a ogni finale e conclusione. Un evento mai realizzato in Italia, che si avvale del coordinamento di Enrico Deregibus. Un incontro che prenderà forma anche in base agli stimoli dei giornalisti stessi, che potranno offrire idee e spunti da qui a settembre. Con questa giornata il Mei intende rovesciare le abitudini tradizionali, mettendo al centro i giornalisti, il loro nuovo ruolo, le loro diverse prospettive, il loro punto di vista per costruire, per primi, da un osservatorio privilegiato, un’idea del futuro della musica del nostro paese. Un modo diverso di vedere, tutti insieme, la musica. Magari di prevedere, chissa’, quella del futuro.
MEI (the Independent Labels Meeting) is the most important event dedicated to the new Italian indie music scene. It is a two-day-long series of concerts, musical and literary shows, meetings and exhibits, as well as a display area for the professional workers of the music industry.The aim of the event is to support, promote and foster the growth and distribution of an indie and emerging music culture, in order to fight the process of depersonalisation which is currently going on in the music industry. We do it by offering an intense experience during the two days, which means: around three hundred showcases and concerts and hundreds of debates, meetings and book launches. Throughout the event, music is in the spotlight.In seventeen years, MEI followed the music industry and its progressive transformation, supported independent artists and contributed to the promotion from their debut to their success. MEI collaborates with little and big Italian indie music labels that are daily looking for new opportunities and fosters new talents that take part in the event, each with its display area, live shows, records and downloads, in order to represent a universe in which the authentic Italian music grows and spreads.MEI has been able to confirm its success by gaining credibility among public institutions and citizens all over the territory. Throughout the years it has also benefited the sponsorship of big commercial partners, both in terms of funds and merchandising, as it happens with important magazines and music websites. An excellent collaboration has also been strengthened with the local public institutions, such as the Comune di Faenza (district of Faenza), Provincia di Ravenna (the province of Ravenna), the Emilia Romagna region, the Chamber of Commerce and Anci (the National Associaton of Italian Districts), as far as some annual projects are concerned.During 2011 and 2012 editions the show has further developed itself by creating the Supersound contest. MEI has also been able to reinvent itself thanks to the crossing of various needs, first of all those coming from the radical changes of the music market, which called for the renewal and transformation of our offer. This brought us back to the young generations and the new talents, in order to turn Faenza into the Italian milestone of the emerging and self-financed music in a market that is heading more and more towards niches and self-productions. We also gave the opportunity to little and average producers and musicians to take part in the event at a moderate cost.This led to the choice of a new location, the Faenza historic centre, and to the reschedule of the event (which now takes place in the last weekend of September). The historic centre, its buildings and squares have become breeding ground for the new Italian emerging music scene, which fills the streets with people for two days long. Hundreds of festivals, contests and awards are involved, as well as promoters, concert organizers and many more networks working in the emerging live music industry.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Woven by the Mercy of God”: Conference highlights religion’s role in social change

Posted by fidest press agency su sabato, 30 aprile 2016

conference1MADRID — A recent interfaith event, co-hosted by the Baha’i community of Spain, drew 200 participants to explore how religious communities can collectively work for the betterment of the world.Titled “Woven by the Mercy of God”, the event was held on April 17, 2016 and organized by multiple religious groups, including the International Association for Interfaith Dialogue, the social Monastic and missionary action section of the national Catholic Church of Spain, Turkish House, and the Baha’i community.In the opening remarks, representatives of the Baha’i community identified the aims of the gathering as understanding the underlying unity among the religions of the world and exploring the role of religion in addressing complex issues facing humanity.”All religious traditions capture certain facets of the great mystery,” said d. Jose Luis Navarro, Catholic priest and President of the International Association for Monastic Interfaith Dialogue, acknowledging the inherent unity of different religions.
“Spain has a long tradition of interfaith activities,” said Sergio Garcia, Director of the Baha’i Office of Public Affairs in Spain. However, he noted that a challenge often encountered in these fora is to raise the discussion of issues beyond the abstract. A goal of this event was to ground conversations in practical actions that could be taken by the various religious groups present. “Despite what we see done at times in the name of religion today, the truth is that religion has been the cause of great social progress in the past,” said Mr. Garcia, “we can harness its power for the common good today as well.”
Participants explored the implications for the application of spiritual teachings to daily life and to the challenges facing their society. “Truth does not mean anything unless in connection with justice, we try to apply it in the world,” said Mario Stofenmacher Rabin of the Masorti Beth-El community.
Attendees acknowledged that the participation of various actors in society is required to achieve social change. “Transformation of society requires building capacity at the levels of the individual, the institutions, and the community,” said Miryam Sanz, representative of the Baha’i community of Spain. “This process of positive change, in light of the vision of Baha u llah, must lead to a just, unified, prosperous, and sustainable world, where everyone can contribute to the generation of knowledge about social development.” Among the conclusions of the gathering was that religion must play a more significant role in combating prejudice and fanaticism. The religious communities represented identified this as an important first area of action. (photos: conference)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

SEIU’s Henry: We stand with working people in Alabama fighting against attempt to block local minimum wage boost

Posted by fidest press agency su sabato, 30 aprile 2016

washington—SEIU International President Mary Kay Henry issued the following statement today regarding the lawsuit filed by the NAACP and citizens of Birmingham, Ala., over the state legislature’s move to take away a raise for working people in Birmingham that was approved by city government:“The working men and women of SEIU fully support working people in Birmingham and their fight to raise their local wage floor.“It is appalling that profitable special interests are trying to use their influence at the state level to nullify democratic decision-making by African American elected leaders who were elected by the people of Birmingham.“Right now, wages are so low that too many working people are getting trapped into poverty no matter how hard they work. Raising wages will give more families enough money to pay their bills and more money to spend in Birmingham neighborhoods, which will create jobs and boost the economy.“Nearly four in ten Americans who are paid the minimum wage are people of color. For far too long, racism and racial anxiety have been used by corporations and wealthy elites to support policies that hold down wages and turn hard work into poverty jobs.
“We stand against attempts to divide us and for higher wages that fuel inclusive prosperity for every family of every race.”

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un visa pour la recherche d’un emploi: vers une nouvelle politique de mobilité pour les ressortissants de pays tiers

Posted by fidest press agency su sabato, 30 aprile 2016

Policy paper par Yves Pascouau. Ce Policy paper d’Yves Pascouau, chercheur associé à l’Institut Institut Jacques Delors, s’inspirant de la liberté de circulation des citoyens européens et s’appuyant sur l’arsenal juridique et technologique de contrôle aux frontières extérieures de l’UE, propose la création d’un visa pour la recherche d’un emploi.
L’Union européenne (UE) est confrontée à une crise migratoire et des réfugiés sans précédent qui se développe dans un contexte politique très difficile. L’adoption de mesures d’urgence et l’adaptation des politiques migratoires et d’intégration au nombre et au profil des nouveaux arrivants vont occuper durablement l’agenda politique en obligeant à penser autrement la gestion du phénomène migratoire. Si, en l’état actuel, la gestion de la crise prévaut, elle ne doit toutefois pas reporter sine die la réflexion sur le contenu d’une politique européenne d’immigration et plus précisément sur la question de l’immigration de travail. Dans ce domaine, les ambitions de la Commission Juncker sont mesurées et visent à améliorer l’existant plutôt que de proposer des solutions innovantes pour répondre aux défis à venir.Yves Pascouau propose d’aller plus loin dans la réflexion en s’appuyant sur un triple constat. L’immigration de travail est le « parent pauvre » de la politique migratoire de l’UE. Elle ne figure pas en bonne place dans les relations bilatérales de l’UE avec ses proches voisins. Enfin, les politiques de contrôles (frontières et visas) développées au cours des dernières années alimentent davantage l’immigration irrégulière et les réseaux de passeurs qu’elles prétendent pourtant combattre.
Il identifie une voie d’action inspirée, d’une part, de la liberté de circulation des citoyens européens, qui en un demi-siècle n’a pas généré de « vague migratoire » entre les États membres, et, d’autre part, de « l’arsenal » juridique et technologique mis en place pour assurer le contrôle des personnes aux frontières extérieures de l’UE. Partant de cette antinomie – entre liberté et contrôle – il propose de créer un visa pour la recherche d’un emploi. Si l’idée n’est pas nouvelle, la proposition s’appuie sur la mise en synergies des expériences et dispositifs existants qui la rendent ainsi « concevable » dans un paysage politique sensible où aborder la question migratoire est devenu « toxique ». En pratique, des ressortissants de pays tiers limitrophes (tels que le Maroc, la Tunisie ou l’Ukraine) pourraient, sous conditions spécifiques, obtenir un visa pour venir chercher un emploi dans l’UE. Un mécanisme de suivi serait mis en place à partir des bases de données développées dans le domaine de la politique migratoire. L’obtention d’un emploi permettrait de résider dans l’UE. Dans le cas contraire, le retour dans le pays d’origine avant l’expiration du visa serait nécessaire et n’empêcherait pas d’introduire une nouvelle demande de visa. Enfin, en cas de non-respect des règles et sans retour dans le pays d’origine avant l’expiration du visa, un système de sanctions serait organisé, reposant sur le rejet de toute demande ultérieure de visa et une interdiction d’entrée dans l’UE. Ce visa pour la recherche d’un emploi donnerait plus de consistance au concept de mobilité, qui reste actuellement limitée au visa Schengen de court séjour, et n’engagerait qu’un « risque » migratoire minimal, compte tenu des dispositifs technologiques de surveillance qui permettent aujourd’hui un suivi plus efficace des parcours migratoires et en particulier des entrées et sorties. Enfin, il contribuerait à desserrer le nœud qui pèse sur l’immigration légale et alimente l’immigration irrégulière, en créant une « nouvelle respiration » entre les espaces et les hommes. (foto: Policy paper)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La lotta al cancro non ha età

Posted by fidest press agency su sabato, 30 aprile 2016

Natali CANCRO acrilico su tela lavorata a mano 100x100In Italia tutti i giorni 500 nuovi casi di cancro colpiscono pazienti con più di 70 anni. Il rischio oncologico nell’anziano è, infatti, 40 volte più alto rispetto alle persone di 20-40 anni. Però il 21% di loro fuma, uno su quattro consuma quantità elevate di alcol e il 42% è in sovrappeso. Per questo la Fondazione Insieme Contro il Cancro ha lanciato la campagna nazionale La Lotta al Cancro non Ha Età, la prima di sensibilizzazione e prevenzione dei tumori negli over 70. L’iniziativa fa tappa oggi ad Avellino con un incontro presso l’Azienda Ospedaliera S.G. Moscati al quale partecipano medici, pazienti, familiari, giornalisti e cittadini. “L’aspettativa di vita è alta e questo giustifica la prevenzione oncologica anche nella terza età – afferma il prof. Francesco Cognetti Presidente della Fondazione Insieme Contro il Cancro -. Non è mai troppo tardi per smettere di fumare, iniziare a praticare un po’ di moto, cominciare a seguire una dieta sana ed equilibrata o per sottoporsi ad alcuni esami. La mammografia e il sangue occulto nelle feci, per esempio, sono in grado di diagnosticare precocemente il tumore del seno e quello del colon-retto. Si tratta di test semplici e privi di controindicazioni per il benessere degli over 70. È quindi importante continuare questo genere di controlli preventivi per tutto il corso della vita. Se possiamo intervenire contro la patologia con un certo anticipo migliorano di molto le possibilità di cura e la qualità di vita durante e dopo i trattamenti”. “Quando dobbiamo assistere una persona con più di 70 anni dobbiamo affrontare tutta una serie di problematiche legate all’età – aggiunge il prof. Cesare Gridelli Direttore dell’Unità Operativa di Oncologia Medica dell’Azienda Ospedaliera S.G. Moscati di Avellino -. Diabete, ipertensione, disfunzioni renali, patologie cardio-vascolari e riduzione della riserva midollare rendono più difficili le cure contro il cancro. Inoltre gli effetti collaterali dei trattamenti oncologici risultano amplificati. Questo vale soprattutto per la chemioterapia. Ma oggi, grazie alla ricerca scientifica, abbiamo a disposizione tante altre terapie che sono sempre più “personalizzate” e a misura del singolo malato. La grande maggioranza dei farmaci a bersaglio molecolare sono ben tollerati anche dagli anziani. L’ultima frontiera contro le neoplasie è rappresentata dall’immuno-oncologia. È una terapia che sfrutta il nostro sistema immunitario per contrastare lo sviluppo di un cancro. Dai primi studi non risulta che le controindicazioni per l’organismo dell’over 70 siano molto più gravi rispetto a quelle riscontrate in pazienti più giovani”. La Lotta al Cancro non Ha Età è una campagna indirizzata non solo ai pazienti ma anche alla comunità medico-scientifica del nostro Paese. “Solo il 20% degli italiani over70 riceve le cure oncologiche migliori – sottolinea il prof. Francesco Di Grezia del Direttore Direttore dell’Unità Operativa di Geriatria dell’Azienda Ospedaliera S.G. Moscati di Avellino -. Molto spesso questi pazienti sono “sottovalutati” e si ritiene erroneamente che non sia necessario sottoporli a certe diagnosi o terapie. È importante invertire questa tendenza e sensibilizzare tutti i professionisti della salute, soprattutto alla luce di nuovi trattamenti che si stanno dimostrando sempre più efficaci nel contrastare i tumori dell’anziano. Dobbiamo inoltre rafforzare l’alleanza tra il geriatra e gli altri specialisti che si occupano dell’assistenza ai pazienti: dall’oncologo al chirurgo, dal medico di famiglia al radiologo e al radioterapista. Migliorando questa cooperazione possiamo aumentare ulteriormente le possibilità di guarigione”. “L’invecchiamento è il maggiore fattore di rischio per lo sviluppo di una neoplasia – conclude il prof. Silvio Monfardini, Direttore del Programma di Oncologia Geriatrica dell’Istituto “Palazzolo-Fondazione Don Gnocchi” di Milano -. In Italia 900.000 persone d’età compresa tra i 60-74 anni vive con una diagnosi di tumore. E più di 750.000 pazienti oncologici sono ultrasettantenni. Si tratta di numeri importanti che dimostrano chiaramente come il cancro può diventare una malattia cronica. Dobbiamo perciò riorganizzare il nostro sistema sanitario, la formazione degli specialisti e l’assistenza ai malati. Con questa campagna vogliamo dare il nostro piccolo contributo e far capire a tutti che La Lotta al Cancro non ha Età”.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Romaeuropa presenta: Patrimonio storico e cultura contemporanea

Posted by fidest press agency su sabato, 30 aprile 2016

palatinoRoma 24 giugno – 27 novembre 2016 Colosseo, Crypta Balbi, Palatino, Palazzo Altemps, Terme di Diocleziano, Villa Borghese, Villa Farnesina, Villa Medici. La Soprintendenza Speciale per il Colosseo e l’area archeologica centrale di Roma e la Fondazione Romaeuropa Arte e Cultura presentano Patrimonio storico e creazione contemporanea: un progetto congiunto che in due fasi da giugno a novembre porterà arti visive, teatro, musica e performance nei luoghi simbolo della Capitale.
Il progetto prenderà il via il 24 giugno al Palatino con la mostra Par tibi, Roma, nihil (fino al 18 settembre), ideata da Monique Veaute, a cura di Raffaella Frascarelli, realizzata in collaborazione con Nomas Foundation ed Electa.
Da Jannis Kounellis a Daniel Buren, Kapwani Kiwanga, Nico Vascellari, Marinella Senatore, Sislej Xhafa: 27 artisti proporranno un universo di multiformi linguaggi, discipline ed espressioni artistiche in una esposizione all’aperto che si articolerà dalle arcate e dal grande terrazzo della Domus Severiana, allo stadio Palatino di Domiziano, al peristilio inferiore della Domus Augustana, fino alla Meta Sudans, aree non tutte accessibili al pubblico che saranno riaperte per l’occasione.La mostra sarà affiancata da un programma di performance affidate a 5 artisti tra cui Sissi ed Emiliano Maggi. Al tramonto Alessandro Baricco anima gli spazi della mostra con 5 rappresentazioni del suo Palamede, l’eroe cancellato, in una versione appositamente rimessa in scena per lo stadio di Domiziano (dal 4 al 9 luglio). A raccontare le vicende di uno dei capi dell’esercito greco nella guerra di Troia, tradito dal suo compagno d’armi Odisseo, in scena sarà Valeria Solarino con lo stesso Baricco. Questa fase estiva del progetto si presenta come anteprima del Romaeuropa Festival-31a edizione che, con la direzione artistica di Fabrizio Grifasi, da settembre porterà Patrimonio storico e creazione contemporanea in altre sedi prestigiose.
A novembre le Terme di Diocleziano ospiteranno Inedia Prodigiosa di Lucia Ronchetti coprodotta con l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, e il nuovo progetto di Giorgio Barberio Corsetti, Il Ratto di Europa nell’Aula Ottagona, collegata virtualmente con Palazzo Altemps, Crypta Balbi e il Colosseo, e con Maddalena Crippa come interprete principale. Gli altri appuntamenti vedranno protagonisti Sabine Meyer con Ninfa in Lamento, spettacolo in bilico tra musica contemporanea e prassi barocca che si terrà a Villa Farnesina, la suggestiva sede dell’Accademia dei Lincei, e Alvin Curran con due diverse serate: Maritime Rites (Riti Marittimi) al Laghetto di Villa Borghese, un concerto galleggiante con la Banda della scuola popolare di Musica di Testaccio, e Endangered Species ossia The Alvin Curran Fakebook atipica autobiografia in forma sonora, nella storica residenza dell’Accademia di Francia a Villa Medici.
Con Patrimonio storico e creazione contemporanea continua l’apertura degli spazi museali e monumentali al lavoro degli artisti. Una linea di pensiero riassunta dal Ministro per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo Dario Franceschini con la frase: «Favorire la creazione contemporanea e metterla in relazione con il nostro patrimonio». Intento dell’iniziativa è creare una linea di comunicazione tra i luoghi del passato e le multiformità del presente, come di rado avviene in un solo progetto visti i molteplici linguaggi espressivi coinvolti. Questa volta arti visive, performance, teatro, musica, installazioni trovano posto in edifici e vestigia cariche di storia e significati per un dialogo non scontato. Mitica culla delle origini di Roma, il Palatino venne poi interamente dedicato alla residenza degli imperatori: tre generazioni di artisti visivi dovranno fare i conti con questo luogo del potere per antonomasia, con la sua raffinatezza, la sua superbia, la sua transitorietà. Anche se in modi diversi, lo stesso vale per le altre sedi che saranno teatro di questa iniziativa: così, oltre agli artisti cui è stato commissionato un progetto nuovo, anche gli altri hanno sentito l’esigenza della creazione, rimodellando il loro lavoro per questi spazi. L’incontro tra passato e presente naturalmente oggi è affidato anche alla tecnologia per collegare virtualmente luoghi diversi, ma soprattutto memorie e storie lontane a quelle attuali. L’epicentro è nel mito, Palamede, Europa, le ninfe, ma anche nel mormorio dell’autobiografia, nella festa sull’acqua o nel digiuno rituale del Medioevo, la pratica monastica della anorexia mirabilis, rappresentato in quelle Terme di Diocleziano che nel corso dei secoli sono state anche la Certosa di Roma. Spesso irrituale e canzonatoria la contemporaneità accostata al passato immobile e anche remoto, promette un incontro rischioso: da cui attendere una scintilla di vita per entrambi, patrimonio e creazione. (foto. palatino)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Benchmark finanziari: nuove regole su affidabilità e conflitti d’interesse

Posted by fidest press agency su sabato, 30 aprile 2016

tassi interesseI tassi interbancari considerati critici per la stabilità del mercato finanziario in Europa, come il LIBOR (London Interbank Offered Rate) e l’EURIBOR (Euro Interbank Offered Rate), saranno più affidabili grazie a un nuovo regolamento votato dal Parlamento giovedì. L’obiettivo della legislazione UE è di migliorare il processo di definizione di tali indici, aumentandone la trasparenza per evitare conflitti d’interesse come quelli che hanno portato alle manipolazioni dei LIBOR negli ultimi anni.”Questa normativa, dovrebbe porre fine alla manipolazione degli indici di riferimento e sono lieto che sia stata approvata. Questi indici sono importanti per le persone con mutui, ma vengono anche utilizzati per stabilire il prezzo della benzina e del tasso di cambio dell’Euro e dovrebbero quindi essere pienamente affidabili. Sono orgoglioso che l’Europa sia il primo continente a regolamentare questo campo”, ha commentato la relatrice Cora van Nieuwenhuizen (ALDE, NL).
Nel nuovo regolamento, adottato con 505 voti favorevoli, 113 voti contrari e 31 astensioni, gli indici di riferimento sono stati suddivisi in tre categorie, cui applicare diversi regimi di vigilanza in relazione all’influenza che hanno sulla stabilità dei mercati finanziari.I tassi interbancari “critici” influenzano gli strumenti finanziari e i contratti con un valore medio pari ad almeno 500 miliardi di euro e possono pertanto minare la stabilità dei mercati europei. Un benchmark può inoltre essere considerato critico se non ha sostituti adeguati, oppure se ne ha molto pochi e se l’ipotesi che ne sia bloccata l’erogazione potrebbe avere un impatto negativo sulla stabilità del mercato.Vi sono poi gli indici di riferimento “rilevanti”, che influenzano gli strumenti finanziari o i contratti con un valore medio pari ad almeno 50 miliardi di euro. Infine, i benchmark “non rilevanti” sono quelli che non soddisfano le condizioni per essere inclusi nella categoria “rilevanti”. I benchmark possono essere trasferiti da una categoria all’altra, quando necessario.
Alla luce del nuovo regolamento, tutti gli amministratori degli indici di riferimento dovranno essere autorizzati da un’autorità competente o registrati, anche se forniscono semplicemente benchmark non rilevanti. Dovranno pubblicare una “dichiarazione di indice di riferimento” che definisca dettagliatamente le misure dei loro benchmark, ne descriva la metodologia e le procedure di calcolo, e metta a conoscenza il consumatore dell’impatto che un cambiamento o la cessazione del benchmark potrebbe avere sui contratti finanziari.I dati utilizzati per la definizione di un indice di riferimento dovranno rispettare gli standard di qualità al fine di garantire che l’indice rifletta accuratamente la realtà che si intende misurare. Quando il benchmark si basa su forniture di dati, i fornitori degli stessi devono essere affidabili e rispettare un codice di condotta per ogni benchmark.Gli amministratori dei benchmark critici devono disporre di una chiara struttura organizzativa, per evitare conflitti di interesse, e sottostare a procedure di controllo definite.Gli amministratori dei benchmark non rilevanti saranno esentati dal soddisfare certe condizioni ma dovranno immediatamente dare notifica alle autorità competenti se il benchmark supera la soglia di 50 miliardi di euro.
Il regolamento sugli indici usati come valori di riferimento deve ora essere approvato formalmente dal Consiglio. In seguito, sarà pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell’UE ed entrerà in vigore il giorno successivo alla sua pubblicazione.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pagine d’Arte al salone del libro di Torino

Posted by fidest press agency su sabato, 30 aprile 2016

Yourcenar-PiranesTorino 12-16 maggio 2016 di Carolina Leite. Pagine d’Arte, raffinata ed indipendente casa editrice che dal 1982 propone titoli originali unendo parole e figure, sarà presente al Salone del Libro per presentare alcuni dei suoi titoli storici e le ultime novità in catalogo.Pagine d’Arte, che ha sede a Tesserete/Lugano, in Canton Ticino (Svizzera) si caratterizza per le scelte editoriali libere da ogni condizionamento, inedite e mai scontate, basate sull’idea di studiare le corrispondenze tra testo e immagine e sviluppandole intorno ad alcuni temi come parole e figure, arte e natura, l’identità linguistica e culturale, la bellezza che salverà il mondo…
“L’occhio e la fiaba della pittura di Emilio Tadini ci hanno accompagnato fin dall’inizio – commenta Matteo Bianchi, fondatore di Pagine d’Arte -: Emilio infatti ci ha suggerito la copertina del catalogo che di fatto è un vero e proprio libretto. La vicenda editoriale è continuata guidata dal buon senso di Raffaele La Capria e dalla “mano che pensa” di Valerio Adami, attraverso gli “atelier” della scrittura nomade di Paul Nizon, in ascolto di “cartavoce” di Ruggero Savinio, del “disegno e la voce” diMaunguel-Durer Yves Bonnefoy. E ancora, fra i libri speciali di Pagine d’Arte, si legge l’invito a riflettere sul tema dell’identità attraverso gli scritti sul federalismo culturale di Denis de Rougemont e sul senso della traduzione di Silvia Baron Supervielle; per chiudere in bellezza conviene gustare l’antico “sapore del mondo” del poeta-pittore Shitao proposto da François Cheng”.
Ecco le novità 2016 che Pagine d’Arte presenterà ai prossimi eventi dedicati all’editoria; i titoli sono illustrati nel libretto&catalogo.Per la nuova collana “parole&figure”, che unisce pagine di importanti autori con incisioni di grandi artisti, per un invito alla lettura e al piacere dello sguardo oscillante fra immagine e testo, verranno proposte due opere che, per impostazione e contenuti, si prestano per una lettura abbinata: “L’Apocalisse secondo Dürer” di Alberto Manguel e “La mente nera di Piranesi” di Marguerite Yourcenar.
Alberto Manguel, riconosciuto autore di una mitica Storia della lettura e del recente saggio sulla Curiosità – editi in Italia da Feltrinelli – pone il libro al centro dei suoi interessi: il libro che illumina la conoscenza contro il buio dell’ignoranza. I sedici brevi testi sull’Apocalisse secondo Dürer ne sono una riconferma. Il volume, accanto alla scrittura di Alberto Manguel, offre al lettore la possibilità di ammirare le riproduzioni delle 16 incisioni dell’Apocalisse di Dürer.
Sempre di Manguel la casa editrice proporrà una raccolta di brevi scritti letterari intitolata “Sig. Bovary & altri personaggi”.
Accanto a “L’Apocalisse secondo Dürer”, Pagine d’Arte propone la ristampa dello scritto di Marguerite Yourcenar su “L’Invenzione delle Carceri” di Piranesi e sul nero splendore della loro tenebrosa architettura, che ha suscitato l’interesse di molti autori fra i quali Charles Nodier e Théophile Gautier che invita al confronto con l’universo di Victor Hugo. Il volume, accanto al testo della Yourcenar, propone le 16 incisioni delle Carceri di Piranesi. Oltre alle novità 2016 Pagine d’Arte porterà alle fiere alcuni dei suoi migliori e più apprezzati titoli, come i due romanzi grafici di Frans Masereel, “Storia senza parole” (con testo di Hermann Hesse) e “La passione di un uomo” (con presentazione di Goffredo Fofi); la breve novella “La collezione invisibile” di Stefan Zweig, un omaggio allo spirito del collezionista nel paradosso di un collezionista cieco; due titoli di Raffaele La Capria, “Capri e non più Capri” e “La nostalgia della bellezza” stimolano l’attiva difesa di natura e arte nel segno di una forma combattente di nostalgia mai ripiegata.
La casa editrice Pagine d’Arte è stata fondata nel 1982 da Matteo Bianchi, che per vent’anni è stato direttore del Museo Villa dei Cedri di Bellinzona, dove ha realizzato una serie di esposizioni e cataloghi legati alla cultura figurativa fra Otto e Novecento (Albert Anker, Félix Vallotton, Camille Claudel…) e a quella moderna e contemporanea (Jean Fautrier, Oskar Kokoschka, Sonia Delaunay…).
Matteo Bianchi conduce l’attività editoriale a Tesserete/Lugano (Svizzera) nella casa museo del pittore svizzero-lombardo Luigi Rossi (1853-1923) insieme a Carolina Leite, con la quale ha inaugurato a Parigi il catalogo francese di Pagine d’Arte. Le pubblicazioni di Pagine d’Arte sono dei veri e propri gioielli dell’editoria: la casa editrice dà un particolare rilievo alle scelte grafiche, di carattere e legate alla produzione di suoi libri che sono al tempo stesso curati e accessibili. (foto: Yourcenar-Piranes, Maunguel-Durer)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Conferenza stampa di Felicia Impastato

Posted by fidest press agency su sabato, 30 aprile 2016

MAFIARoma Giovedì 5 maggio ore 10.30 Sala A Viale Mazzini, 14 Proiezione e conferenza stampa di FELICIA IMPASTATO Film tv liberamente ispirato alla storia di Felicia Impastato, al suo impegno civico, sociale e personale nella lotta alla mafia con Lunetta Savino.
Regia di Gianfranco Albano con la consulenza di Giovanni Impastato e con Carmelo Galati, Barbara Tabita, Linda Caridi, Alessandro Agnello, Gaetano Aronica, Paride Benassai, Alessandro Idonea, Francesco La Mantia, Rosario Petix, Fabrizio Ferracane e con la partecipazione di Giorgio Colangeli e Antonio Catania Una coproduzione Rai Fiction – 11 Marzo film
Peppino Impastato, un ragazzo che sfida il padre e la mafia fino a trovare la morte. Il suo coraggio viene portato avanti dalla madre, che fa quello che nessuna donna aveva mai fatto fino a quel momento: parlare, denunciare e gridare al mondo i nomi e cognomi di chi ha ucciso suo figlio… Alla conferenza stampa (ore 12:15 circa) saranno presenti Eleonora Andreatta Direttore di Rai Fiction, Giovanni Impastato, Lunetta Savino, il regista Gianfranco Albano e il produttore Matteo Levi. In onda su Rai1, martedì 10 maggio ore 21.15

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

99esima edizione del Giro d’Italia

Posted by fidest press agency su sabato, 30 aprile 2016

bicilondraRoma Lunedì 2 maggio ore 15.00 Sala A Viale Mazzini, 14 Conferenza stampa per la presentazione del palinsesto Rai dedicato alla 99esima edizione del GIRO D’ITALIA In onda su Rai 3, Rai HD, RaiSport 1 e Raisport 1 HD dal 5 al 29 maggio oltre 200 ore live tra rubriche e diretta delle tappe per vivere tutte le emozioni della Corsa Rosa e per la presentazione di VIAGGIO NELL’ITALIA DEL GIRO Un programma di Edoardo Camurri In onda su Rai Storia dall’8 maggio alle ore 21.00 con replica su RaiScuola dal 9 maggio alle ore 18.00 e su RaiSport 1 dal 9 maggio. Saranno presenti:
Carlo Verdelli – Direttore Editoriale per l’Informazione Rai
Gabriele Romagnoli – Direttore Raisport
Paolo Bellino – Direttore Generale Rcs
Renato Di Rocco – Presidente Federciclismo
Flavio Mucciante – Direttore Rai Giornale Radio e Radio1
Silvia Calandrelli – Direttore Rai Cultura
Roberto Cecatto – Direttore Produzione Tv
Alessandro Fabretti – Caporedattore Raisport
e Team Leader Giro D’Italia

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Presentazione della terza edizione del Festival della Comunicazione

Posted by fidest press agency su sabato, 30 aprile 2016

porta nuova milanoMilano Lunedì 2 maggio Ore 10.30 Sala Conferenze Centro di Produzione Tv Corso Sempione 27 Conferenza Stampa per la presentazione della terza edizione del FESTIVAL DELLA COMUNICAZIONE Interverranno:
Monica Maggioni – Presidente Rai
Claudio Magris
Francesco Olivari – Sindaco di Camogli
Ilaria Cavo – Assessore alla Comunicazione, Formazione,
Politiche Giovanili e Culturali della Regione Liguria
Rosangela Bonsignorio e Danco Singer – direttori del Festival
Camogli ospiterà dall’8 all’11 settembre 2016 la terza edizione del Festival della Comunicazione,che quest’anno
si svilupperà attorno al macrotema del world wide web. Durante le quattro giornate, oltre 120 ospiti si daranno il cambio sui palchi del Festival per riflettere su “Pro e contro il web”, spunto lanciato da Umberto Eco, guida e ispiratore
della manifestazione sin dall’inizio.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »