Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 15 aprile 2016

Tenerife: crollo palazzina

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 aprile 2016

tenerifeTenerife. Al momento risulterebbero non ufficialmente due italiani morti, ancora due connazionali feriti e altri due dispersi. Si è trattato di un crollo strutturale di una palazzina dove vivono anche dei pensionati, e che in questi giorni è stata oggetto di lavori di ristrutturazione. Dichiara il senatore Aldo Di Biagio: “Sono vicino ai familiari degli italiani coinvolti alla comunità degli italiani a Tenerife. Sono in costante contatto con le autorità locali. Ci auguriamo che le autorità locali avviino al più presto le indagini.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parliament backs EU directive on use of Passenger Name Records (PNR)

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 aprile 2016

aereoThe new directive regulating the use of Passenger Name Record (PNR) data in the EU for the prevention, detection, investigation and prosecution of terrorist offences and serious crime was approved by Parliament on Thursday. It will oblige airlines to hand national authorities passengers’ data for all flights from third countries to the EU and vice versa. “We have adopted an important new tool for fighting terrorists and traffickers. By collecting, sharing and analysing PNR information our intelligence agencies can detect patterns of suspicious behaviour to be followed up. PNR is not a silver bullet, but countries that have national PNR systems have shown time and again that it is highly effective”, said Parliament’s rapporteur for the proposal, Timothy Kirkhope (ECR, UK).“There were understandable concerns about the collection and storage or people’s data, but I believe that the directive puts in place data safeguards, as well as proving that the law is proportionate to the risks we face. EU governments must now get on with implementing this agreement”, Mr Kirkhope added.The text was approved by 461 votes to 179, with 9 abstentions.
Member states will have to set up “Passenger Information Units” (PIUs) to manage the PNR data collected by air carriers. This information will have to be retained for a period of five years, but after six months, the data will be “masked out”, i.e., stripped of the elements, such as name, address and contact details that may lead to the identification of individuals. PIUs will be responsible for collecting, storing and processing PNR data, for transferring them to the competent authorities and for exchanging them with the PIUs of other member states and with Europol. The directive states that such transfers shall only be made “on a case-by-case basis” and exclusively for the specific purposes of “preventing, detecting, investigating or prosecuting terrorist offences or serious crime”.The directive is to apply to “extra-EU flights”, but member states could also extend it to “intra-EU” ones (i.e. from an EU country to one or more other EU countries), provided that they notify the EU Commission. EU countries may also choose to collect and process PNR data from travel agencies and tour operators (non-carrier economic operators), since they also manage flight bookings.

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Investment in Europe: Making the best of the Juncker Plan/ Investissement en Europe : tirer le meilleur parti du Plan Juncker

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 aprile 2016

Jean-Claude JunckerThis Report, written by Eulalia Rubio, David Rinaldi and Thomas Pellerin-Carlin, respectively senior research fellow ans research fellows at the Jacques Delors Institute and foreworded by Enrico Letta, vice-president of the Jacques Delors Institute, analyses the strengths and weaknesses of the Juncker Plan. Based on the Plan’s preliminary results, experts’ opinions, experiences with similar instruments and two case studies, this report identifies various short-term implementation risks that can threaten the success of the Plan within its initial three-year period and formulates policy recommendations to address such risks.The main conclusion is that the Plan will not be sufficient to close the current EU investment gap – and therefore should be complemented by other actions to boost investment. The success of the Juncker Plan might be also threatened in the absence of certain conditions.The Report also analyses possible long-term scenarios; in particular, the possibility that EFSI leads to the establishment of a system of public investment banks in Europe and the possibility that it becomes the seed of a future euro area macro-economic stabilization capacity.Finally, the Report provides a more on-the-ground analysis of the possible contributions of the Juncker Plan in two major areas: digital infrastructure and energy efficiency. The two case studies stress the need to deliver on the third pillar of the Plan by improving EU and national regulatory frameworks in order to remove non-financial barriers to investment. In both areas there is a concrete risk of geographical concentration but evidence also point out that EFSI can serve to help structure and finance small-sized and high-risk investment projects.
Ce Rapport, rédigé par Eulalia Rubio, David Rinaldi et Thomas Pellerin-Carlin, respectivement chercheur senior et chercheurs à l’Institut Jacques Delors et préfacé par Enrico Letta, vice-président de l’Institut Jacques Delors, analyse les forces et faiblesses du plan Juncker. À partir des résultats préliminaires du plan, d’avis d’experts, d’expériences avec des instruments semblables et de deux études de cas, elle identifie plusieurs risques à court terme concernant la mise en œuvre qui pourraient compromettre le succès du plan durant sa période initiale de trois ans, et formule des recommandations stratégiques pour remédier à ces risques.La principale conclusion est que le plan ne sera pas suffisant pour combler le déficit d’investissement actuel de l’UE et devrait donc être complété par d’autres mesures visant à stimuler l’investissement. La réussite du plan Juncker pourrait également être compromise en l’absence de certaines conditions. Ce Rapport analyse également des scénarios possibles sur le long terme, notamment l’éventualité que l’EFSI donne lieu à la création d’un système de banques d’investissement publiques en Europe et celle qu’elle soit à l’origine d’un futur mécanisme de stabilisation macroéconomique de la zone euro.Enfin, ce Rapport propose une analyse de terrain des apports possibles du plan Juncker dans deux grands domaines : les infrastructures numériques et l’efficacité énergétique. Les deux études de cas soulignent la nécessité de progresser au niveau du troisième pilier du plan en améliorant les cadres règlementaires nationaux et européens, afin de supprimer les obstacles non-financiers à l’investissement. Dans ces deux domaines, il existe un risque concret de concentration géographique, mais des éléments indiquent également que l’EFSI pourrait contribuer au montage et au financement de projets d’investissement de petite taille et à haut risque.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Robots could get ‘touchy’ with self-powered smart skin

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 aprile 2016

robotsSmart synthetic skins have the potential to allow robots to touch and sense what’s around them, but keeping them powered up and highly sensitive at low cost has been a challenge. Now scientists report in the journal ACS Nano a self-powered, transparent smart skin that is simpler and less costly than many other versions that have been developed.Endowing robots and prosthetics with a human-like sense of touch could dramatically advance these technologies. Toward this goal, scientists have come up with various smart skins to layer onto devices. But boosting their sensitivity has involved increasing the numbers of electrodes, depending on the size of the skin. This leads to a rise in costs. Other systems require external batteries and wires to operate, which adds to their bulk. Haixia Zhang and colleagues wanted to find a more practical solution. The researchers created a smart skin out of ultra-thin plastic films and just four electrodes made from silver nanowires. Other prototypes contain up to 36 electrodes. Additionally, one component harvests mechanical energy — for example, from the movement of a prosthetic hand’s fingers — and turns it into an electric current. Therefore, the skin wouldn’t need an external power source. Testing showed that the skin was highly sensitive. It could “feel” a honeybee as it flew toward and away from the device. It also demonstrated electrical stability, maintaining the same level of output over 30,000 cycles. (photo robots)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sofradir turns 30, marks anniversary at SPIE DCS

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 aprile 2016

Parigi torre-eiffel1Palaiseau, near Paris, France. Sofradir, the global leader in advanced infrared (IR) detectors for military, space and commercial applications, today announces it will mark its 30th anniversary as an industrial pioneer of high performance IR components at the international trade event SPIE DCS.This year Sofradir will unveil its extended Daphnis MW portfolio featuring the HD version. It is the world’s first HD format midwave IR detector based on the new 10-micron pixel pitch industry standard, which replaces 15-micron pixel pitch generation models. With 1280 x 720 pixels packaged to fit previous platform generations, Daphnis-HD MW enables imaging equipment used in airborne, naval and ground vehicles to achieve longer range, wider field of view and better resolution than previously available. This significantly improves target detection, recognition and identification ranges.“We are especially pleased to be celebrating 30 years’ growth in the infrared market at SPIE DCS. This is an annual event where we show the strength of our innovations to customers and demonstrate our commitment to excellence and innovation to the photonics community,” said Philippe Bensussan, chairman and CEO of Sofradir. “We congratulate ULIS on achieving delivery of its 500,000th product and look ahead to marking the millionth unit in a few years from now. Most of all, we acknowledge the trust, loyalty and support that our customers have given us over the decades. It is in their honor that we raise our glasses.”Sofradir will also co-host celebratory cocktails for invitees on Tuesday, April 19 from 5:00pm – 7:00pm, in conjunction with subsidiaries Sofradir EC and ULIS, which make up the Sofradir Group. ULIS, globally the second largest producer of thermal image sensors for surveillance, thermography, defense and outdoor leisure markets, will mark the delivery of its 500,000th unit. Based in the US, Sofradir EC supplies IR cores and engines and services using Sofradir and ULIS detectors with a focus on Northern-American markets. The Sofradir Group has been exhibiting at SPIE DCS, one of the largest international events for sensing, imaging and photonics technologies for defense, security, industry and the environment, for 30 years. Sofradir’s IR detectors are at the center of multiple military and space programs and applications: thermal imagers, missile seekers, surveillance systems and targeting systems. Its IR detectors have played a key role in spaceborne earth observation, meteorology and environment monitoring such as Sentinel 2, Tropomi, Hayabusa 2 and more recently ExoMars space programs; these now total over 70 flight models to date.Sofradir was formed in 1986 through a DGA (the French Defense Procurement Agency) initiative to transfer advanced research in infrared technology developed at the Leti, the leading microelectronics laboratory run by the French Atomic Energy Commission (CEA), into highly specialized industrial components. Sofradir is a subsidiary of Safran and Thales, which are equal (50/50) shareholders. Since its founding, Sofradir has experienced double-digit growth at a higher rate than the overall market. The Sofradir Group reported an annual turnover of $244M (€214M) in 2015. Sofradir manufactures an average of 7,000 IR detectors per year. The company owns all four cooled main IR technologies, enabling it to cover the whole infrared spectrum and offer the best performing infrared products in each category for all wavelengths from the near visible to the very far infrared. This extensive portfolio, in addition to the top of the range innovations it regularly brings to the market, places Sofradir in a highly enviable and globally competitive position.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

MEPs welcome “robust” new EU data protection rules ahead of final vote

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 aprile 2016

A large majority of MEPs welcomed the new EU data protection rules in Wednesday’s debate, ahead of the final plenary vote on Thursday. The revised rules aim to give citizens back control of their personal data and to create a high, uniform level of data protection across the EU fit for the digital era. The reform also sets minimum standards on use of data for policing and judicial purposes. Parliament and Council negotiators reached a provisional agreement on the data protection package, consisting of a regulation governing data transfers in general and a directive on transfers for criminal law enforcement purposes, last December. The Civil Liberties Committee endorsed the new rules on Tuesday. The final vote in plenary session, which will mark the last step in the legislative procedure, takes place on Thursday.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

EU PNR: useful against terrorism, but privacy and proportionality worries remain

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 aprile 2016

terrorismoMany MEPs speaking in Wednesday’s debate were convinced that the proposed EU law on the use of Passenger Name Records (PNR) will be a useful tool in the fight against terrorism and serious crime. But others voiced serious concerns about the adequacy of privacy safeguards and the proportionality of massive collection of data. The EU PNR directive, which Parliament will put to a plenary vote on Thursday, will oblige airlines to hand EU countries their passengers’ data for all flights from a third country to the EU and vice versa. According to the provisional agreement reached by Parliament and Council negotiators in December 2015, the data will be retained for five years, although after six months the information that may lead to the identification of the individual will be rendered invisible.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Data protection reform – Parliament approves new rules fit for the digital era

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 aprile 2016

parlamento europeoNew EU data protection rules which aim to give citizens back control of their personal data and create a high, uniform level of data protection across the EU fit for the digital era was given their final approval by MEPs on Thursday. The reform also sets minimum standards on use of data for policing and judicial purposes.Parliament’s vote ends more than four years of work on a complete overhaul of EU data protection rules. The reform will replace the current data protection directive, dating back to 1995 when the internet was still in its infancy, with a general regulation designed to give citizens more control over their own private information in a digitised world of smartphones, social media, internet banking and global transfers.”The general data protection regulation makes a high, uniform level of data protection throughout the EU a reality. This is a great success for the European Parliament and a fierce European ‘yes’ to strong consumer rights and competition in the digital age. Citizens will be able to decide for themselves which personal information they want to share”, said Jan Philipp Albrecht (Greens, DE), who steered the legislation through Parliament.
“The regulation will also create clarity for businesses by establishing a single law across the EU. The new law creates confidence, legal certainty and fairer competition”, he added.The new rules include provisions on:
· a right to be forgotten,
· “clear and affirmative consent” to the processing of private data by the person concerned,
· a right to transfer your data to another service provider,
· the right to know when your data has been hacked,
· ensuring that privacy policies are explained in clear and understandable language, and stronger enforcement and
· fines up to 4% of firms’ total worldwide annual turnover, as a deterrent to breaking the rules.
The data protection package also includes a directive on data transfers for policing and judicial purposes. It will apply to data transfers across borders within the EU as well as, for the first time, setting minimum standards for data processing for policing purposes within each member state.The new rules aim to protect individuals, whether victims, criminals or witnesses, by setting out clear rights and limitations on data transfers for the purpose of prevention, investigation, detection or prosecution of criminal offences or the execution of criminal penalties, including safeguarding against and preventing threats to public security, while at the same time facilitating smoother and more effective cooperation among law enforcement authorities.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Papa Francesco ha ricevuto una copia del film “Poveda” mani di Pablo Moreno

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 aprile 2016

papa francescoMadrid. Durante la tradizionale Mercoledì pubblico, Papa Francesco ricevette una copia del film “Poveda” mani di Pablo Moreno e Josemaría Muñoz, rispettivamente regista e produttore, e Maite Uribe, CEO dell’Istituzione teresiana. Il Santo Padre ha ringraziato e benedetto regalo ai partecipanti. Il film “Poveda”, che racconta la vita del sacerdote e martire spagnolo Pedro Poveda, è stata depositata il 12 aprile nella Filmoteca Vaticana ad un pubblico selezionato di personalità della Curia romana, superiori e direttori di varie realtà ecclesiali. Al la fine della proiezione Cardinale Santos Abril y Castelló ha detto che avrebbe “raccomanda il Papa per vedere esso e pensare che si riconosce in questo film, soprattutto quando Poveda dice a distribuire misericordia”. L’evento è stato presentato dal direttore della Cineteca, Claudia Di Giovanni, il protagonista Raul Escudero e il già citato Maite Uribe, Pablo Moreno e Muñoz Josemaría. “Poveda” è entrato nella sesta settimana di uscita, essendo il settimo film spagnolo lo scorso fine settimana, secondo i dati pubblicati il Giovedi 14 aprile dal ICAA. Il 23 aprile attraverserà il confine con la Spagna, con una prima versione teatrale in Cile. (foto: papa francesco)

Posted in Recensioni/Reviews, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Governo: Pensioni alla sbarra

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 aprile 2016

pensionatiDichiarazione dell’onorevole Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia: “Caos pensioni all’interno del governo. Dapprima sul banco degli imputati era finita la reversibilità, poi la marcia indietro. Poi si è parlato di una sforbiciata alle pensioni d’oro. Sempre vivo il tema della flessibilità in uscita. Adesso, e siamo all’apertura dei giornali di oggi, la possibilità del part-time post 60 anni per gli ultimi tre anni prima di andare in pensione. Nel frattempo l’ineffabile presidente del Consiglio, Matteo Renzi, aveva promesso, poi smentito dalle teste (si fa per dire) economiche del governo, i famigerati 80 euro per le pensioni minime. Insomma, la categoria dei pensionati è continuamente stimolata, il più delle volte in modo negativo, da un esecutivo che appare sempre più in confusione mentale e con idee quanto mai approssimative. Basta creare allarmismo, basta illudere o prendere in giro milioni di cittadini italiani. I lumicini che di tanto in tanto si intravedono non riescono neanche in parte a squarciare il buio pesto nel quale ci si muove. Che sorprese riserva la coppia di separati in casa Boeri-Poletti? Da capogruppo di opposizione chiedo che si apra un confronto serio, in Parlamento, sulle pensioni, sui numeri veri, sulle prospettive per il futuro, sulle soluzioni reali, senza spot e promesse. Il ministro del Lavoro venga nelle Aule parlamentari, i luoghi preposti alla democrazia nel nostro Paese, e si apra un proficuo dibattito. Basta sorprese nascoste dietro il paravento di sorrisi (Poletti), minacce (Boeri) e balle propagandistiche (Renzi). I pensionati meritano ben altro”.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tumori della bocca in aumento

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 aprile 2016

tumore boccaSono in aumento i tumori del cavo orale, con circa il 5% degli italiani colpiti ogni anno e 43.000 nuovi casi, tra cui sempre più giovani (40%). Tra le cause, innanzitutto una diagnosi tardiva che di per sé provoca 8.000 morti in più l’anno e una percentuale che raggiunge il 63% di tumori scoperti in stadio avanzato. E poi, la scarsa propensione degli italiani alle visite odontoiatriche, registrata dall’ultimo Rapporto ISTAT e causata nell’85% dei casi da costi ritenuti troppo alti. Se ne è discusso ieri a Roma, nel corso del 23° Congresso Nazionale del Collegio dei Docenti Universitari di Discipline Odontostomatologiche della Sapienza Università di Roma, in un Simposio dedicato al tema dei tumori maligni del cavo orale. “Il numero globale di nuovi casi è in aumento e la sopravvivenza a cinque anni resta attualmente ancora bassa – ha dichiarato la Prof.ssa Antonella Polimeni, Direttore del Dipartimento Testa Collo del Policlinico Umberto I, Sapienza Università di Roma e Presidente del Congresso – Per invertire il trend tumore bocca1di incidenza è necessario far convergere le migliori energie sulla prevenzione, sulla diagnosi precoce e sul trattamento multispecialistico. La figura specialistica dell’odontostomatologo – prosegue Antonella Polimeni – ricopre un ruolo di “sentinella” nell’intercettare immediatamente non solo i fattori di rischio carcinogeni ma anche le lesioni precancerose o già neoplastiche in fase iniziale”.
Tra i principali fattori di rischio del tumore del cavo orale, prima di tutto fumo e alcool, per l’80%; il restante 20% è costituito da scarsa igiene orale, da uno scorretto posizionamento di protesi dentarie, da una dieta povera di frutta e verdura, da infezione da Papillomavirus (HPV), quest’ultima trasmissibile sessualmente.“Eppure questo tipo di tumori – aggiunge all’unanimità il Tumor Board del progetto MoMax (Medicina Orale e Maxillo Facciale) del Policlinico Umberto I della Sapienza Università di Roma, composto dai Prof. Giorgio Pompa2, Prof. Umberto Romeo3 e Prof. Valentino Valentini4 – con un aumento in controtendenza rispetto ad altri carcinomi, il cui numero generalmente va diminuendo, dovrebbero essere i primi ad essere diagnosticati, proprio per la “facilità” con la quale è possibile riconoscere i sintomi che fanno scattare il campanello di allarme.”
tumore bocca2Il MoMax rappresenta la prima task force ospedaliera in Italia, pensata per intercettare precocemente i tumori del cavo orale. Nel Centro operano sinergicamente diverse specialità: patologo orale, protesista, chirurgo maxillo-facciale, otorinolaringoiatra, radioterapista, oncologo, radiologo e psicologo.Nel corso del Simposio odierno, gli esperti del MoMax sono stati concordi nel consigliare sei semplici azioni di autodiagnosi che sono il primo passo per l’individuazione del carcinoma del cavo orale:
1. Tira fuori la lingua il più possibile e controlla con una garza anche lateralmente e posteriormente la presenza di eventuali macchie biancastre o rosse. Tasta la lingua e verifica se ci sono noduli o grumi. PS: La lingua è la parte più colpita dal cancro orale nei non fumatori.
2. Prosegui a “tastare” guance e labbra per sentire eventuali noduli e verificare la presenza di macchie bianche o rosse.
3. Esamina il pavimento della bocca contemporaneamente con due dita, una dal basso e l’altra dall’alto, e verifica la presenza di grumi o noduli.
4. Controlla il palato per sentire grumi e noduli ed eventuali parti molli del palato.
5. Palpa l’area del collo e della gola per sentire linfonodi che possono essere la spia di un’infezione o di qualcosa di più serio.
Tra i sintomi che potrebbero suggerire la presenza di un tumore del cavo orale ci sono dolore o bruciore di natura sconosciuta persistente alle labbra, alla bocca o in gola, sanguinamento o intorpidimento all’interno della bocca, mal di gola che non guarisce o sensazione della presenza di un corpo estraneo in gola, difficoltà o dolore durante la masticazione o la deglutizione, modificazioni della voce, dolore alle orecchie, ferite o placche rosse o bianco-rossastre che sanguinano e tardano a rimarginarsi, difficoltà crescente a una corretta masticazione.In presenza di uno di questi sintomi gli Odontoiatri raccomandano di rivolgersi ad uno specialista del cavo orale per esami più approfonditi. (foto: tumore bocca)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

World Takaful Conference: GCC sovereign issuance can be hugely instrumental for takaful stability

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 aprile 2016

World Takaful ConferenceDubai, UAE The 11th annual World Takaful Conference concluded its two-day proceedings on Tuesday to overwhelming praise from the Takaful industry, following the launch of a unique intelligence report by the forum’s conveners, Middle East Global Advisors.The Finance Forward World Takaful Report: Connecting the Dots, Forging the Future was launched as part of WTC’s commitment to supporting the Takaful industry through insightful and groundbreaking intelligence. The Report provides a way forward to addressing various challenges ranging from price wars and pricing regulation, to closing the gap of human capital, and includes contributions from UK & Netherlands-based boutique consultancy, Takaful Outsource.The report was launched on Monday by Sahar Kazranian (Acting CEO of Middle East Global Advisors) who shared key insights of the report, which is based on expert analysis and feedback from leading industry practitioners. She said: “Takaful is an essential part of the Islamic financial ecosystem and is spreading beyond its core markets. The pace of growth has not matched up with the momentum seen in the Islamic banking segment, leaving significant ground for changes to help the industry scale.”She said that although over-competitiveness and price wars were major challenges faced by the industry, the huge rise in GCC sovereign issuance is a potential boon for the Takaful industry: “Two of the three leading markets globally, namely Saudi Arabia and the UAE, will see a $58 billion issuance in bond and sukuk in 2016 alone. This is important given that pressure on underwriting profits means that sustainable investment returns will be critical for long-term growth.”She concluded: “We see regulators becoming more stringent on what investments are permissible for takaful operators, and our survey of industry leaders reflected a shift away from equity and commodities markets – so the potential new supply of Sharia-compliant fixed income can be hugely beneficial.”With specialist contributions from Takaful Outsource and comprehensive survey of industry practitioners by Middle East Global Advisors, the Report will be instrumental to help industry players navigate the regulatory, economic, demographical and technological landscape in uncertain times.The World Takaful Report was launched to an audience comprising of high profile guests and dignitaries from Dubai Islamic Economy Development Centre, Dubai International Financial Centre, Islamic Insurance Association of London, Insurance Authority UAE, PwC, Moody’s, EY, Swiss Re, Munich Re, Noor Takaful, Watania, Emirates RE and many more organisations. (photo: World Takaful Conference)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Teatro: Magda e lo spavento

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 aprile 2016

magdaRoma dal 19 al 24 aprile al Teatro India Lungotevere Vittorio Gassman (già Lungotevere dei Papareschi) è di scena Magda e lo spavento, regia di Renzo Martinelli, che completa la trilogia Innamorate dello spavento di Massimo Sgorbani sulle figure femminili legate al Fürer nei giorni che precipitano inarrestabili verso la fine del Reich.
A raccontare la relazione fra Hitler e Magda Goebbels saranno Milutin Dapcevic e Federica Fracassi, insieme sul palcoscenico per dare voce ad un dialogo della morte, un dialogo dell’incubo. Dialogo delle fiabe da raccontare ai bambini per farli stare buoni. Dialogo impossibile eppure reale tra la infanticida e il genocida. Dialogo pieno di comparse, da Biancaneve ai sette nani, passando per Topolino, con Walt Disney che sorride sornione alla finestra del bunker. Magda e lo spavento: in effetti c’è da aver paura, pensando alla storia, la Storia con la esse maiuscola. Si ride, si scherza, si flirta amabilmente con l’uomo nero e, per farlo, bisogna avere il sangue freddo di Magda Goebbels, essere capaci di far amabilmente morire sei piccoli cuccioli d’uomo, il freddo del cianuro e il bacio della buona notte. A conclusione della trilogia Innamorate dello spavento ecco arrivare l’innominabile, l’osceno, Heil Hitler! Questo è l’unico dei tre testi a vedere in scena proprio lui, orribile, eppure bellissimo agli occhi idealizzanti delle sue seguaci, forte, eppure debolissimo, l’uomo di razza dalle origini incerte.
magda1Innamorate dello spavento è un progetto di Teatro i in cui l’autore Massimo Sgorbani cattura le voci di alcune donne legate al Führer. Tra il 29 aprile e il 1° maggio del 1945, nel bunker sotterraneo del Palazzo della Cancelleria di Berlino, alcuni dei principali rappresentanti del partito nazionalsocialista si suicidano. Poche ore prima Hitler sposa Eva Braun. Poche ore dopo Hitler e signora si uccidono con le fiale testate sul pastore tedesco del Führer, Blondi, il primo a morire. Poche ore dopo Magda Goebbels somministra le fiale ai sei figli addormentati. Ancora poche ore, e anche Magda e il marito si avvelenano con le stesse fiale. Innamorate dello spavento si compone di tre testi distinti che Teatro i sta affrontando con la regia di Renzo Martinelli e l’interpretazione di Federica Fracassi. Il primo, “Blondi”, è stato prodotto dal Piccolo Teatro di Milano nella stagione 2012-2013 ed è stato ripreso sul medesimo palco nel maggio 2014. La seconda parte, “Eva (1912-1945)”, uno spettacolo in site specific le cui tappe hanno portato a molteplici versioni dello realizzate ad hoc per i luoghi ospitanti, dà voce all’omonima protagonista, Eva Braun che, precipitando ignara verso il suicidio, intreccia la sua storia con quella di Rossella O’Hara, protagonista di “Via col Vento”, il suo film preferito. Infine, la terza parte, che vede in scena Magda Goebbels e lo stesso Führer, ha debuttato nell’autunno 2014.
Lo spettacolo si inserisce nel segmento di Stagione LA SCENA ALLE DONNE, protagoniste assolute come autrici, interpreti, registe, soggetti: Veronika Voss di Fassbinder, dallo schermo al palcoscenico, grazie ad Antonio Latella; le 11 operaie capeggiate da Ottavia Piccolo in 7 minuti di Stefano Massini, per la regia di Alessandro Gassmann; Francesca Comencini dirige 6 interpreti per 6 storie al femminile per ridare vita ai 335 uomini sacrificati alle Ardeatine; il premio Nobel per la pace Aung San Suu Kyi è interpretato da Ermanna Montanari; Nicoletta Braschi è la Winnie di Giorni felici; Lucrezia Lante della Rovere si appropria della vita sregolata di Misia Sert; Elena Bucci, Marta Galli, Marta Gilmore si misurano con una faccenda da uomini, la Guerra; Mascia Musy è Nora di Casa di bambola, diretta da Emanuela Giordano; Maria Paiato e Arianna Scommegna sono Due donne che ballano, condotte da Veronica Cruciani.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il gruppo Vitali sbarca in Iran

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 aprile 2016

iranIl gruppo Vitali sbarca in Iran o sarebbe forse meglio dire atterra, visto che ci arriva con la sua divisione Aeroporti che ha visto tanti recenti successi nel bel Paese. Stamane infatti, i vertici del gruppo, già in Iran al seguito della delegazione del Governo Italiano guidata dal nostro Presidente del Consiglio Matteo Renzi, sono stati parte del cerimoniale con la sottoscrizione e ratifica di due memorandum, frutto dell’alacre lavoro di questi mesi svolto dal Gruppo con operatori iraniani in ambito aeroportuale. La firma è avvenuta alla presenza di Ivan Scalfarotto, Viceministro al Commercio Estero (MISE); Mohammad Javad Zarif, Ministro degli Esteri Iraniano; Mauro Conciatori, Ambasciatore d’Italia a Teheran; Licia Mattioli, Vicepresidente di Confindustria e Mohsen Jalalpour, Presidente della Camera di Commercio Iraniana.Negli ultimi mesi il gruppo Vitali ha intrattenuto stretti rapporti con i più importanti operatori aeroportuali ed in particolare con la Iran Airport Company (IAC) che è l’ente che sovraintende e pianifica la manutenzione e l’ammodernamento di 54 scali aeroportuali iraniani. Nei diversi incontri succedutesi nei mesi scorsi Vitali ha avuto l’opportunità di dimostrare la propria competenza e professionalità su progetti concreti e che sono sfociati nella firma di due memorandum distinti che riguardano in particolare il Tabriz International Airport e il Kerman International Airport.
Vitali SpA ha siglato il 5 aprile 2016 scorso a Teheran un accordo con la società di costruzioni iraniana Herison Construction Company Inc. Tale accordo prevede la collaborazione finalizzata allo sviluppo e alla costruzione di progetti in ambito aeroportuale all’interno del territorio iraniano. In particolare il MOU prevede un primo obiettivo nella realizzazione del nuovo terminal dell’Aeroporto Internazionale di Tabriz, anche mediante strumenti di finanza complessa. Il valore stimato per la realizzazione del terminal è di 50 milioni di Euro. L’accordo prevede inoltre la possibilità di collaborare alle opere connesse all’ammodernamento dell’intera infrastruttura aeroportuale, per un valore stimato complessivo superiore ai 100 milioni di Euro. Il gruppo negli ultimi mesi ha anche stabilito una corrispondenza continuativa ed una negoziazione con la Iran Airport Company (IAC) finalizzata alla sottoscrizione di un accordo riguardante l’ammodernamento delle infrastrutture di volo dell’Aeroporto di Kerman ed in particolare il design, l’engineering, management e realizzazione della pista aeroportuale. Dopo un sopralluogo tecnico a Kerman nel mese di febbraio, Vitali ha redatto una “offerta tecnica ed economica” con diverse possibili soluzioni, illustrata il 5 aprile scorso ai responsabili IAC, ed al local main contractor. In considerazione delle tecnologie proposte e delle rapide tempistiche di realizzazione degli interventi, i vertici IAC hanno quindi scelto la proposta di Vitali. Il valore stimato complessivo dell’operazione è di 20 milioni di Euro e, la stessa IAC, ha espresso l’intenzione di utilizzare la collaborazione con Vitali a Kerman quale case study da riproporre per l’intero patrimonio aeroportuale nazionale.
“I due accordi segnano un ulteriore riconoscimento al lavoro svolto dal Gruppo, sia riguardo all’ambito aeroportuale dove veniamo riconosciuti come interlocutori privilegiati e in possesso di tutte le competenze specifiche necessarie, sia riguardo al traguardo dell’internazionalizzazione – ha dichiarato Massimo Vitali, Presidente del Gruppo – Questa è per Vitali SpA la commessa estera più importante acquisita, siamo soddisfatti del lavoro svolto in questi mesi e dei risultati ottenuti; la giornata di oggi riveste un enorme significato per la storia del Gruppo”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sessantesima edizione del Premio Basilio Cascella

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 aprile 2016

passerini.BasilèLe vie di Ortona (CH) dal 15/04 al 29/04 2016 Per aprire la sessantesima edizione del Premio Basilio Cascella vengono esposte una selezione di opere che hanno caratterizzato le ultime edizioni, in cui il Premio è cresciuto e si è rinnovato. Fotografia e pittura perfettamente integrata al tessuto cittadino in un’esposizione che abbraccia e arricchisce tutta la cittadina di Ortona (CH) in cui il premio è nato nel 1955 per volere di Michele e Tommaso Cascella insieme a Tommaso Rosario Grilli. Oggi i loro discendenti ne rinnovano gli intenti e le aspirazioni omaggiando gli artisti, vincitori e collaboratori, che ne hanno di stefanopermesso l’attuale crescita. Un atto performativo che tramuta le zarattiniopere in street art tipografica, effimera nella materia, ma dai contenuti eterni. Scrive Diego Fusaro: “”L’arte – sostiene Hegel – è una forma dello spirito assoluto. In quanto tale, è una delle modalità fondamentali, insieme con la filosofia e la religione, per cogliere l’assoluto. La specificità dell’arte, come sappiamo, sta nel coglierlo per mezzo di supporti sensibili. Che ne è dell’arte nel tempo del capitalismo assoluto, che conosce il solo valore di scambio e la sola verità della produzione e del consumo di merci? L’arte tende sempre più a diventare, essa stessa, merce tra le merci, bene prezioso, dal punto di vista del valore di scambio, da custodire gelosamente nel caveau delle banche, come avviene nel film “La migliore offerta” (2012). In questo modo, essa smarrisce il suo fondamento veritativo e, insieme, la sua capacità contestativa rispetto all’alienazione oggi divenuta planetaria”.
Artisti: Alessandro Falco, Alessandro Passerini, Alessandra Carloni, Andrea Amaducci, Boris Squarcio, Carlo Ferrara, Chiara Teodoro, Delfina De Pietro, Elisa Crostella, Franco Sumberaz, Giorgio Distefano, Giulia Magagnini, Giuseppe Barilaro, Lamberto Melina, Lorenzo Fontanesi, Luca Zarattini, Marco Circhirillo, Matteo Basilè, Maurizio Rapiti, Michele Pierpaoli, Monica Seksich, Mr Wany, Ornella Di Profio, Pino Ferrucci, Simone Sapienza, Symbolon, SR Studio, Tea Falco, Vittorio Manciagli, Vladimiro Lilla. (foto: passerini, Basilè, di stefano, zarattini)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Matteo Fedeli concerto del maestro con lo Stradivari

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 aprile 2016

Matteo FedeliSomma Lombardo (Va) Sabato 16 aprile, nella chiesa sommese di San Vito (via Mameli 144) il maestro Matteo Fedeli porta il suo progetto “Uno Stradivari per la gente” presentando un recital per violino e pianoforte accompagnato dal pianista Andrea Carcano (inizio alle 21, ingresso 15 euro). L’iniziativa è organizzata dall’associazione Amici della Chiesa di San Vito per raccogliere fondi e sostenere il recupero artistico della chiesa cinquecentesca. Infatti, dopo una serie di interventi strutturali, la chiesa necessita un investimento corposo per riportare alla luce gli affreschi che un tempo decoravano le pareti ma che oggi sono coperti da intonaco.«Abbiamo raccolto una grande opportunità per portare a Somma Lombardo un evento del tutto eccezionale con il maestro Fedeli», spiega Walter Camarda Presidente dell’associazione Amici della Chiesa di San Vito. «L’intento è quello di fare conoscere la bellezza: attraverso un concerto di elevatissima qualità vogliamo promuovere e recuperare la “nostra” chiesa. Molti interventi sono già stati fatti. Il prossimo impegno è quello di riportare alla luce gli affreschi seicenteschi che si intravvedono sotto lo strato di tinteggiatura e che attendono solo di essere riscoperti».Definito come “l’uomo degli Stradivari”, Matteo Fedeli è il violinista san vitoche ha suonato più Stradivari al mondo: ben 25. Attraverso il progetto “Uno Stradivari per la gente” si propone di far conoscere al grande pubblico il suono di questi straordinari violini. A Somma Lombardo Fedeli suona un violino di 300 anni fa: costruito in quello che viene definito il “periodo d’oro” di Antonio Stradivari, l’ex Bazzini ha una sonorità eccezionale ed è considerato tra i migliori violini al mondo.
Venerdì 15 aprile è previsto un incontro durante il quale il maestro Fedeli farà conoscere meglio i lavori di Stradivari, con aneddoti e curiosità sulla famosa liuteria, e presenterà il concerto. La serata sarà allietata dallo StraDuo: Lorenzo Meraviglia (violino) e Vittorio Sabastiano Benaglia (viola) eseguiranno brani di Halvorsen e Brustad. Inizio alle 21, ingresso libero.
La chiesa di San Vito, edificata nel 1500 su un oratorio risalente al 1260, sorge in posizione dominante, su una piccola collina al limitare del centro storico. All’esterno si presenta con una facciata austera alla quale si arriva attraverso una scalinata settecentesca. Il campanile del 1620 è caratterizzato da due curiosi busti in terracotta intorno ai quali ruotano molte leggende. All’interno, sotto il notevole il soffitto a cassettone, studi stratografici hanno evidenziato la presenza di numerosi affreschi seicenteschi su tutte le pareti. Ad oggi però, gli affreschi sono per lo più coperti da uno strato di tinteggiatura. Nel 1997 è nata l’associazione “Amici della chiesa di San Vito” (www.amicidellachiesadisanvito.it) che, volendo recuperare l’edificio religioso trasformato nel tempo in un magazzino, si impegna a raccogliere i fondi necessari per mantenere e valorizzare la chiesa. L’associazione ha già provveduto a consolidare le parti strutturali, al rifacimento del tetto e al recupero delle cappelle della Beata Vergine del Carmelo e dell’Annunciazione. (foto: matteo fedeli, san vito)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ripartire dalla famiglia per un cammino di speranza

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 aprile 2016

alberto gambinoRoma lunedì 18 aprile 2016, alle 19,15, all’Università Europea di Roma, via degli Aldobrandeschi 190, “Ripartire dalla famiglia per un cammino di speranza” è il tema di un incontro, con ingresso libero, che si terrà dai Circoli Culturali Giovanni Paolo II.
Sarà anche un’occasione di dialogo e di riflessione sull’Esortazione Apostolica postsinodale “Amoris laetitia”.
Nel 2014 Papa Francesco, in un suo discorso, ha definito la famiglia “cellula fondamentale della società umana”, sottolineandone il valore e l’importanza per il domani di tutti noi. “Quello che oggi ci è chiesto – ha detto il Papa – è di riconoscere quanto è bello, vero e buono formare una famiglia, essere una famiglia oggi; quanto è indispensabile questo per la vita del mondo, per il futuro dell’umanità”.
Ne parleranno i relatori della conferenza all’Università Europea di Roma: il Cardinale Francesco Coccopalmerio, Presidente del Pontificio Consiglio per i testi legislativi, Emma Ciccarelli, Vice-Presidente del Forum delle Associazioni familiari, e Alberto Gambino, Pro-Rettore dell’Università Europea di Roma. L’incontro sarà aperto da un saluto del Rettore Padre Luca Gallizia LC. (foto: alberto gambino)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Italia in deflazione

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 aprile 2016

istatSecondo i dati definitivi resi noti oggi dall’Istat, a marzo l’Italia continua ad essere in deflazione, registrando una diminuzione dei prezzi dello 0,2% su base annua. In particolare, i prezzi dei prodotti ad alta frequenza di acquisto, nei dodici mesi, calano dell’1,1%, dal -0,8% del mese precedente. Secondo i calcoli dell’Unione Nazionale Consumatori, la discesa dell’1,1% dei prezzi dei beni acquistati più frequentemente, consente di risparmiare, in termini di minor del costo della vita, per una tradizionale famiglia, una coppia con 2 figli, 172 euro su base annua. Una coppia con 1 figlio spenderà, invece, 159 euro in meno nei dodici mesi, un pensionato con più di 65 anni sborserà 86 euro in meno, -93 euro un single con meno di 35 anni, -127 euro una coppia senza figli con meno di 35 anni. L’Unione Nazionale Consumatori ha stilato la classifica dei capoluoghi di regione dove, grazie alla deflazione, si risparmia di più. Sui 20 capoluoghi delle regioni e delle province autonome per i quali sono calcolati gli indici generali, ben 14 sono ancora in deflazione. La palma del risparmio spetta a Bari, dove l’abbassamento dei prezzi dell’1% consente ad una famiglia di 4 persone di risparmiare 353 euro su base annua, in termini di riduzione del costo della vita. Al secondo posto Potenza, con una deflazione sempre dell’1% ed una minor spesa di 325 euro. Semaforo verde anche per Perugia, dove una famiglia di 4 persone risparmierà 240 euro e Roma, dove si potranno accantonare 222 euro.
La città più cara d’Italia è Aosta, che scalza il primato di Bolzano e dove l’inflazione dello 0,5% si traduce in un aggravio di spesa, sempre per una famiglia di 4 persone, pari a 224 euro su base annua. Seguono, come capoluoghi di regione, sempre in termini di aumento del costo della vita, Trento, dove l’inflazione dello 0,4% si traduce in un aumento del costo della vita pari a 186 euro e Bolzano (inflazione +0,3%, + 167 euro). Tra la città più cara, Aosta, e quella meno cara, Bari, si determina una differenza, in termini di spesa, pari a 577 euro (353+ 224).

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ariston Thermo – Risultati 2015

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 aprile 2016

aristonAriston Thermo Group annuncia oggi i risultati 2015, il migliore anno nella storia del Gruppo con il miglioramento di tutti gli indicatori, e celebra i 50 anni dello stabilimento produttivo di Genga nelle Marche.Risultati 2015 di Ariston Thermo:
· Ricavi in crescita a € 1.433 milioni, in aumento del 6,8%.
· EBITDA Adjusted a € 174 milioni, in crescita del 13%.
· EBIT Adjusted a € 132 milioni, in crescita del 12,8%.
· Risultato netto a € 80 milioni, in aumento del 9,6%.
· Posizione finanziaria netta positiva per € 7 milioni.
“Il 2015 è stato un altro anno di crescita per Ariston Thermo, tutti gli indicatori sono positivi e abbiamo compiuto anche alcune operazioni strategiche per aumentare la nostra presenza sul mercato”. – ha dichiarato Paolo Merloni, Presidente di Ariston Thermo – “Siamo ariston1fortemente impegnati per continuare il nostro percorso di crescita nei prossimi anni, i cui principali driver saranno l’innovazione di prodotto, il continuo miglioramento delle performance delle nostre operation e l’investimento sui marchi e sulle nostre persone, che sono il principale motore di sviluppo. Grazie a loro, Ariston Thermo potrà proseguire nel suo cammino e contribuire a migliorare la qualità della vita dei propri clienti, preservando l’ambiente”. Inoltre, nel corso del 2015 il Gruppo ha compiuto tre operazioni strategiche in mercati maturi e a rapido sviluppo: un’acquisizione di un player del mercato Danese, un’acquisizione in Francia e l’ampliamento della propria presenza in Indonesia.
Ariston Thermo festeggia i 50 dello stabilimento produttivo di Genga, attivo a pieno regime dal 1966. Negli anni è diventato un vero fiore all’occhiello del footprint industriale del Gruppo, all’avanguardia nelle tecnologie per la produzione di scaldacqua. Oggi il sito di Genga occupa 250 persone in un’area di circa 40.000 m² e può produrre fino a 1.600.000 scaldacqua all’anno.
“Festeggiare 50 anni di presenza produttiva a Genga è un motivo di grande orgoglio per il nostro Gruppo. Dalle Marche ci siamo sviluppati in tutto il mondo arrivando a essere uno dei gruppi con la maggiore presenza globale nel settore.” – ha commentato Paolo Merloni, Presidente di Ariston Thermo – “Vediamo questo traguardo come un punto di arrivo e al tempo stesso un punto di partenza con rinnovato entusiasmo. Il nostro obiettivo è continuare il percorso di crescita rimanendo grandi esportatori: infatti oltre il 40% della nostra produzione è effettuato nei nostri 7 stabilimenti in Italia a fronte di un fatturato generato per l’89% all’estero”. (foto: ariston)

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Summit cardiologia interventistica

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 aprile 2016

cuoreMilano mercoledì 27 e giovedì 28 aprile, dalle ore 10 Fondazione Riccardo Catella, Via Gaetano de Castillia 28. GISE ACTIVITY DATA, workshop nazionale che riunisce clinici, decisori, aziende del settore della cardiologia interventistica propone soluzioni capaci di coniugare innovazione ed efficacia, difendere la qualità delle cure, mantenendo l’efficienza del sistema sanitario.
Si tratta di un’importante occasione per conoscere e analizzare i dati di attività di 257 centri cardiologici di emodinamica italiani, rilevati annualmente dalla Società Italiana di Cardiologia Interventistica (SICI-GISE) che organizza il congresso insieme alla Fondazione GISE. L’evento fa parte di un più ampio progetto denominato “Thinkheart”.
A partire dal rapporto annuale 2015 sui dati provenienti dai centri cardiologici censiti dal SICI-GISE che effettuano interventistica cardiovascolare, il convegno ha l’obiettivo di indicare le modalità per migliorare l’appropriatezza delle prestazioni nell’ottica di un’ottimizzazione delle risorse.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »