Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

“Referendum sulle trivellazioni”

Posted by fidest press agency su sabato, 16 aprile 2016

trivelleDomenica 17 Aprile 2016 dalle 7.00 alle 23.00 Il seggio in cui votare è quello segnato sulla tessera elettorale. Italia che Cambia ti invita a votare Sì al “Referendum sulle trivellazioni”, affinché il nostro Paese abbandoni la strada delle fonti fossili ed il vecchio sistema produttivo per muoversi sempre più verso quel futuro di sostenibilità ambientale e sociale su cui migliaia di cittadini, organizzazioni ed imprese hanno già deciso di investire.L’invito è di votare SI’ per abrogare la norma introdotta dall’ultima Legge di Stabilità che permette alle attuali concessioni di estrazione e di ricerca di petrolio e gas che insistono nella zona di mare vicina alla costa di non avere più scadenza. Con la Legge di Stabilità 2016, infatti, le licenze già in essere entro le 12 miglia dalla costa sono diventate “sine die”. Il referendum serve dunque a cancellare l’ennesimo regalo fatto alle compagnie petrolifere permettendo loro di estrarre petrolio e gas entro le dodici miglia nei nostri mari, senza alcun limite di tempo.Il referendum del 17 aprile è stato ritenuto necessario dalle Corti di Cassazione e Costituzionale per entrare nel merito della durata delle concessioni entro le dodici miglia. Nessuna concessione di un bene dello stato infatti, può essere affidata a un privato senza limiti di tempo, fino a che convenga a quest’ultimo.Il testo del quesito è il seguente: «Volete voi che sia abrogato l’art. 6, comma 17, terzo periodo, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, “Norme in materia ambientale”, come sostituito dal comma 239 dell’art. 1 della legge 28 dicembre 2015, n. 208 “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge di Stabilità 2016)”, limitatamente alle seguenti parole: “per la durata di vita utile del giacimento, nel rispetto degli standard di sicurezza e di salvaguardia ambientale”?». “Le trivelle – si legge nell’appello del Comitato nazionale delle associazioni “Vota sì per fermare le trivelle”, a cui Italia che Cambia ha aderito – sono il simbolo tecnologico del petrolio: vecchia energia fossile causa di inquinamento, dipendenza economica, conflitti, protagonismo delle grandi lobby”. “Se a questo referendum vincessero i Sì diventerebbe politicamente insostenibile continuare queste politiche pro-fossili e la prima cosa che bisognerebbe fare, sarebbe porre una volta per tutte sull’agenda politica la legge per la transizione energetica”, ci spiega il Presidente dell’associazione Cetri-Tires Angelo Consoli che insieme al Presidente della Fondazione UniVerde, Pecoraro Scanio, ha curato e pubblicato l’ebook ‘Laudato Sì Trivelle No – Manuale di Sopravvivenza per italiani che non vogliono morire fossili’.”L’approvvigionamento di energia da fonti fossili, è centralizzata e verticistica nonché geopoliticamente molto instabile, poiché le fonti combustibili fossili sono a disposizione solamente in pochi paesi e laddove c’è petrolio arrivano anche guerre, instabilità, fame, povertà.
Non è un caso se la Basilicata, che è anche la regione italiana più ricca di petrolio d’Italia, sia anche tra le più povere, dove inoltre c’è anche il tasso di disoccupazione più elevato! Quindi le fonti fossili non producono lavoro ma lo inibiscono”, afferma Angelo Consoli che in questa intervista smonta molte delle voci circolate circa la presunta occupazione creata dall’industria del petrolio, le tasse e accise italiane etc.“La vera posta in gioco di questo Referendum è quella di far esprimere gli italiani sulle scelte energetiche strategiche che deve compiere il nostro Paese, in ogni settore economico e sociale per un’economia più giusta, rinnovabile e decarbonizzata”. (foto: trivelle)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: