Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Biennale del Disegno di Rimini dal titolo “Profili del mondo”

Posted by fidest press agency su venerdì, 22 aprile 2016

guido reniRimini 23 aprile inaugurazione della Biennale del Disegno di Rimini dal titolo “Profili del mondo”, che nella seconda edizione esplora la storia del disegno come racconto naturale e antologico del paesaggio, e dell’umano paesaggio, confermando Rimini, città d’arte e cultura. (www.biennaledisegnorimini.it). Ideata dal Comune di Rimini e dai Musei Comunali, la Biennale del Disegno 2016 (aperta fino al 10 luglio) consiste in un percorso di 2.000 opere in 27 mostre allestite in contemporanea, lungo un itinerario nei luoghi più belli di Rimini. Opere prestigiose provenienti dal Gabinetto delle Stampe della Pinacoteca di Bologna, dai musei civici di Reggio Emilia, dalla Galleria civica di Modena, da collezionisti privati e antiquari famosi. E così i grandi maestri come Guido Reni, Guercino, Tiepolo e Canaletto, conversano andrea pazienzacon la modernità di Bacon, Schifano e Kiki Smith, mentre ad Andrea Pazienza è dedicata una monografica come al faentino Domenico Rambelli o al maestro Mario Sironi.
La Biennale del Disegno di Rimini “Profili del mondo” inizia idealmente dal Museo della Città di Rimini con la mostra dal titolo “Il racconto naturale e l’umano paesaggio”. Qui in mostra grandi capolavori come la Testa del Cristo di Guido Reni o il Nudo di Guercino.
Nell’Ala Nuova del Museo, in continuità con la formula della prima edizione della Biennale del Disegno, apre il Cantiere Disegno, 50 artisti contemporanei che autogestiscono gli spazi a loro dedicati tra cui Luigi Toccafondo e Walter Davanzo.
Alla FAR Fabbrica Arte Rimini disegni da Umberto Boccioni e di Mario Sironi, al Teatro Galli di Rimini, riconvertito da poco a luogo di cultura, la attesa mostra su Andrea Pazienza dal titolo: «… credevo fosse uno sprazzo, era invece un inizio» che espone 100 opere dell’artista. Castel Sismondo accoglie una grande esposizione: “I Marziani opere su carta del XX secolo italiano”, da Medardo Rosso a Domenico Gnoli passando per Carol Rama e Enrico Baj,
E ancora “I Sironi di Sironi”, l’omaggio a Domenico Rambelli la mostra dal titolo “Il volume del segno”. A Palazzo Gambalunga in mostra due celebri artisti contemporanei: 50 opere di Pino Pascali e 50 di Tullio Pericoli, la rete espositiva collaterale, da Longiano a Sogliano a Santarcangelo di Romagna il MUSAS ospita la mostra dal titolo: “Cristallino” che espone disegni contemporanei. (foto: andrea pazienza, guido reni)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: