Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 259

Riforme: Ripensare peso Stato in economia

Posted by fidest press agency su sabato, 7 maggio 2016

palazzo chigi“Quale ruolo per lo stato?” Le riforme del Governo Renzi avrebbero prima di tutto dovuto ripensare il ruolo dello stato e i suoi meccanismi organizzativi e di funzionamento, cioè il peso dello stato nell’economia e il suo rapporto con i cittadini che non sono sudditi. Così non è successo, per ora, la riforma del Senato non centra nulla con questo”, così Pietro Paganini, Direttore della Fondazione Luigi Einaudi di Roma e Prof. alla John Cabot University intervenendo al convegno Contro Tutti gli Statalismi organizzato dall’On. Raffaele Fitto e dall’On. Daniele Capezzone. Per Paganini “non abbiamo mai costruito uno stato Liberale sul modello delle grandi democrazie. Senza questa macro riforma il paese non potrà mai modernizzarsi ma dovrà sempre inseguire.”. Non sono le tasse la prima ragione per cui non si investe in Italia. Al contrario, è la burocrazia e quindi il funzionamento dello stato la prima ragione. La prima vera riforma è quella della burocrazia. Paganini ha proposto “l’istituzione di free zone, cioè di aree giuridicamente indipendenti da un punto di vista legale, economico, amministrativo e politico, sul modello delle regioni più competitive al mondo. Con le free zone si azzera la burocrazia e si torna competitivi, attirando imprese e innovatori”. Il Direttore Scientifico della Fondazione Luigi Einaudi, Lorenzo Castellani, intervenendo al medesimo convegno ha invece dichiarato: “Quattro idee liberali per l’Italia: riduzione del debito pubblico con congelamento della spesa pubblica, privatizzazioni, raggiungimento del pareggio di bilancio; tassazione agevolata per giovani con aliquota ridotta in base al numero degli anni lavorati; abolizione della contribuzione obbligatoria INPS a partire dai nati dopo il 1980 con progressiva privatizzazione del sistema pensionistico; equiparazione delle norme tra impiego pubblico e privato.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: