Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Perequazione pensionistica:giustizia per i pensionati!

Posted by fidest press agency su martedì, 10 Mag 2016

pensionatiProsegue la vertenza dei Pensionati per il ripristino della perequazione pensionistica degli anni 2012 e 2013. Dopo i pronunciamenti del Tribunale di Palermo, di Brescia, di Milano sui ricorsi presentati da pensionati del privato impiego, anche la Corte dei Conti dell’Emilia Romagna e delle Marche, sulle domande poste da pensionati del pubblico impiego, hanno dichiarato rilevante e non manifestamente infondata, la questione di legittimità costituzionale del comma 25 dell’articolo 24 della legge 214/2011, così come modificato impropriamente ed illegittimamente dal decreto Renzi/Poletti, con l’articolo 1 del decreto legge 65/2015 convertito, con il voto quasi unanime del Parlamento, in legge 17 luglio 2015 n. 109, lo comunicano Serbassi Pietro Segretario Generale FAST CONFSAL ed Apadula Agostino Segretario Nazionale FASTPensionati. Su questa remissione degli atti ed eventualmente su altri eventuali pronunciamenti che arriveranno la Corte Costituzionale presumibilmente dovrebbe esprimersi entro la fine del corrente anno, riconoscendo quanto dovuto ai Pensionati, in considerazione del fatto che sulla materia la Consulta si è più volte pronunciata favorevolmente. I profili di costituzionalità sollevati rilevano quindi come il decreto 65/2015, con il quale il Governo Renzi aveva reinterpretato in modo riduttivo la Sentenza della Consulta n°70/2015, sia in contrasto con gli articoli 3, 36 e 38 della Costituzione e confermano continuano Serbassi ed Apadula come la Sentenza 70/2015 richiamata sia stata violata macroscopicamente, in quanto il decreto Renzi/Poletti ha di fatto riproposto in modo malamente dissimulato l’illegittimo blocco della perequazione per gli anni 2012/2013 imposto dal Governo Fornero/Monti, riconoscendo infatti solo una rivalutazione pensionistica parziale, per un numero ridottissimo tra l’altro di aventi diritto.Un abuso macroscopico perpetrato dal potere legislativo e dal Governo che dimostra come il Presidente Renzi ed il Ministro Poletti, dichiarano anche Serbassi ed Apadula, abbiano preso di mira i Pensionati, escludendoli, nonostante le promesse, dal bonus degli Euro 80,00 e poi disapplicando la Sentenza 70/2015 al fine di utilizzare le risorse sottratte dai loro trattamenti pensionistici dal blocco Fornero/Monti per perseverare nella politica di azioni di tamponatura ai problemi invece d’intervenire in modo strutturale sulla pressione fiscale applicata ai dipendenti ed alle imprese che continua ad aumentare costantemente. Le Organizzazioni Sindacali libere come la FAST CONFSAL e la FAST Pensionati pertanto continueranno a difendere i diritti pensionistici quesiti ed a richiedere con forza una riforma delle pensioni che garantisca anche le generazioni future.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: