Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Teatro: “Convivio”

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 Maggio 2016

teatro parioliRoma Giovedì 19 maggio 2016 – Ore 21 Al Teatro Parioli Via Giosuè Borsi, 20 Peppino De Filippo torna con CONVIVIO Prove, tentativi e sforzi di convivenza. Dopo la tournée in Danimarca e le numerose repliche italiane la [RITMI SOTTERRANEI] contemporary dance company torna con Convivio a raccontarci, con ironia e originalità, la convivenza, in tutti i suoi aspetti. I sei danzatori-attori, infatti, riaprono le porte della loro casa al pubblico romano giovedì 19 maggio al Teatro Parioli Peppino De Filippo e lo invitano a condividere le esperienze, le abitudini, i vizi, i pensieri che all’interno di essa si vivono.
Incontri, scontri, solitudine festosa, rumori isolanti, confusione, nitidezza…. La coreografa Alessia Gatta, affiancata dal drammaturgo Marco Angelilli, giocando con sapienza con il pretesto del cibo, ha saputo leggere nel profondo dell’animo umano ed è riuscita a ritagliare un luogo in cui chiunque può riconoscersi. Attraverso la commistione di hip hop e danza contemporanea, breakdance e teatro-danza, Gatta fa in modo che l’esperienza del singolo diventi riflesso collettivo, come nelle più grandi opere d’arte. Convivio mette in scena una sorta di gioco sociale in cui sei corpi, sei voci, sei sguardi sul mondo si incontrano in un unico spazio diviso in sei ambienti. Si inizia dall’alto per scendere in profondità. I sei convitati entrano nella casa dal terrazzo, come farebbero Batman o Spiderman, poi visitano il secondo piano e quindi il primo. Dalla vertigine del vuoto passano ai luoghi della meditazione; dalla camera del digiuno a quella del nutrimento, dalle stanze del conflitto e della dispersione a quelle dell’incontro e della conoscenza. Il tessuto coreografico si compone attraverso un gioco combinatorio di tecniche differenti: la concretezza dell’hip-hop, dell’house e del breaking si fonde con la musicalità il linguaggio, la parola del corpo con il movimento della voce, in una compresenza continua di ironia e di inquietudine.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: