Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 289

La parata del 2 giugno

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 giugno 2016

bersaglieriSi è trattato di uno spettacolo irrepetibile, che ha simboleggiato l’unità del Paese, intorno alle Forze Armate, una unità che è durata lo spazio di poche decine di minuti che ci ha fatto credere che esiste (o sarebbe doveroso che esistesse) una Nazione diventata Stato, che si appresta ad essere la Patria Comune degli italiani. Questa aspirazione l’ha suggerita l’entusiasmo che ha accompagnato la sfilata delle varie armi, quasi a volere fornire una compensazione emotiva alle (per fortuna) rarissime zoomate sul palco delle “autorità”, dove hanno fatto bella mostra di sé personaggi che avremmo preferito non vedere in questa occasione.
E’ emerso il motivo conduttore che ha scandito il passaggio di ogni singolo reparto; motivo conduttore che possiamo riassumere nella vocazione a difendere e sostenere taluni ideali che appartengono prioritariamente (se non esclusivamente) alle FF.AA.
E’ la difesa del territorio nazionale, è il sostegno operativo nei casi di calamità naturali, è l’equilibrio di diritti e doveri sancito dalla Costituzione che sostiene l’uguaglianza di tutti i cittadini di fronte alle leggi.
Malauguratamente i princìpi che abbiamo voluto trovare in questa parata del 2 giugno 2016, vengono troppo spesso neutralizzati da quell’altra parte del sfilata, quella che dispensava applausi ipocriti, dopo avere emanato leggi a tutela di interessi personali, a volte dichiarati anti-costituzionali dall’Alta Corte Costituzionale, o ancora vigenti come l’assurta abolizione del reato del falso in bilancio.
Si tratta di riflessioni che non vogliono sminuire i sentimenti che la parata militare ha suggerito, al contrario, vogliamo puntualizzare che esiste una fetta di Italia che ci onora e onora i sacrifici dei tantissimi che hanno saputo servire l’Italia fino all’estremo sacrificio, e che eleva un severo monito a quell’altra parte che disonora il ruolo ricoperto, cedendo alle lusinghe della corruzione per esaltare solo se stessi.W LE FORZE ARMATE. (Rosario Amico Roxas)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: