Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Archive for 18 giugno 2016

Managers are building businesses on assumptions and not facts

Posted by fidest press agency su sabato, 18 giugno 2016

Warwick_Business_School_Scarman_road_viewRhian Silvestro, Associate Professor of Operations Management at Warwick Business School, has found some managers do not actually apply ideas on financial performance to their own organisation, instead operating on the assumption their strategies are correct.
“Some of the core assumptions about what drives financial performance have become so widely accepted that they are often assumed as fact,” said Dr Silvestro. “However, managers are frequently unable to justify the assumptions underlying their competitive strategies with data from their own organisations. “The danger is that unless the core assumptions are sound and relevant to your own circumstances, you run the risk of developing wrong-headed strategies that will lead you astray.” In the paper Understanding What Drives Your Business Performance, published this month in the summer issue of MIT Sloan Management Review, Dr Silvestro gives an example of such thinking: the assumption that well rewarded and engaged employees deliver a higher level of service and consequently generate better customer loyalty, which in turn results in an enhanced financial performance.
Dr Silvestro researched two well-known British retail organisations to see how management assumptions around the use of strategy maps and models such as the service profit chain – the idea customer satisfaction mirrors employee satisfaction, or the satisfaction mirror effect – showed a lack of actual organisational application.The superstore study was based on a sample of 15 stores spanning 12 months; the home improvement retailer provided data for 75 stores over 10 months.Both firms were organisationally similar in that they both had strong brand identities and were geared to selling a wide variety of products to the mass market through large numbers of stores, according to Dr Silvestro.Similarly, the store layout was made central and replicated in all of them, while staff cost was a relatively small percentage of total cost.“With the superstore, I found some positive correlations to align with the service profit chain: notably productivity linking with customer satisfaction and ultimately profit,” added Dr Silvestro.“However, there were also negative correlations between employee satisfaction and sales growth, and between employee loyalty and both profit and productivity.“While the service profit chain posits that the most productive, profitable and highest growth stores are the ones where employees are likely to be most satisfied and loyal, in the superstore chain this was not the case; in fact, the most productive, profitable and highest growth stores were those where employees were least satisfied and least loyal.“In the case of the home improvement retailer the data revealed negative correlations between labour productivity and employee satisfaction. What’s more this was also the case between store productivity and employee loyalty.In both cases, management consulted for the research actually acknowledged these issues and were even able to attribute the reason behind the results: store size.Bigger stores tended to be the most profitable, but at the same time stressful places to work.Despite this both companies’ training programmes still, falsely as it turned out, operated under the assumption that satisfied loyal employees would have a positive effect on financial returns.Instead of accepting untested hypotheses about performance linkages that may not apply to their organisations, Dr Silvestro believes managers should use a more rigorous analytic approach.One such example Dr Silvestro gives is ‘topology mapping’ a well-established approach for depicting complex networks commonly used to represent the relationships in settings such as transportation and communications networks.“Performance topology mapping can help managers take a fresh look at performance relationships in their organisations without being blinded by assumptions or business models that don’t apply to their own business reality,” said Dr Silvestro.“Done properly, topology maps can reveal drivers of performance and pathways that may be unique to the way a business is set up, thereby allowing managers to take advantage of complexities and linkages to improve performance.”

Posted in Estero/world news, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Forum Italo-Russo (SPIEF): SACE e VEB firmano accordo di collaborazione per le imprese italiane

Posted by fidest press agency su sabato, 18 giugno 2016

san pietroburgoÈ stato firmato durante il St. Petersburg International Economic Forum (SPIEF), l’accordo di collaborazione tra SACE, società del Gruppo Cdp, e la banca di sviluppo russo Vnesheconombank (VEB), destinato a facilitare le relazioni economiche tra Italia e Russia.
L’intesa è stata firmata da Nikolay Tsekhomskiy, First Deputy Chairman di VEB, Alessandra Ricci, Chief Business Officer di SACE e da Antonello Colussi, Chief Representative in Russia del Gruppo Danieli, azienda leader del mercato dell’acciaio con una forte presenza sul mercato russo, in qualità di testimone.L’accordo è finalizzato a promuovere la cooperazione economica tra i due Paesi attraverso l’identificazione e il finanziamento di operazioni di mutuo interesse e a rafforzare la collaborazione tra le parti individuando nuove opportunità di business. SACE e VEB lavoreranno insieme anche in programmi di training reciproci.La Russia non è solamente un mercato chiave per l’export delle imprese italiane, ma è anche un hub strategico per l’intera area CSI. Non a caso è il primo paese estero nel portafoglio di SACE, con un’esposizione totale pari a € 4,7 miliardi (al 31.03.2016).In base alle previsioni del nuovo Rapporto Export di SACE, il trend negativo dell’export italiano verso la Russia si attenuerà nei prossimi anni: resterà negativo per l’anno in corso (per il quale è previsto -8%, seppure negativo, in netto miglioramento rispetto al -25% del 2014) e diventerà positivo nel 2017 e nel 2018 (+1,8% e +1,9%, rispettivamente). SACE ha allo studio diversi progetti nel paese per un valore di circa 1 miliardo di euro di potenziali impegni, concentrati principalmente nei settori dell’oil & gas e dell’industria metallurgica.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Leave a Comment »

Milano: Presentazione, consegna reward e incontro con l’autore Matteo Di Giovanni

Posted by fidest press agency su sabato, 18 giugno 2016

Åland IslandsGiulio LimongelliMilano Mercoledì 29 giugno, alle ore 19.00 presso Micamera (via Medardo Rosso 19, Milano), Matteo Di Giovanni incontrerà gli ospiti, gli sponsor e i sostenitori della campagna di crowdfunding, lanciata nel settembre 2015 su Kickstarter, alla quale hanno aderito quasi 300 persone che, con il loro contributo, hanno reso possibile la realizzazione di questo viaggio. Matteo Di Giovanni è infatti un fotografo che, nel 2011, in seguito ad un grave incidente ha subito l’amputazione transfemorale di una gamba. Il suo percorso professionale ha subito un arresto, ma con Reaching the Cape ha voluto e potuto provare a sé stesso che esistono limiti ma non confini, partendo per un’avventura fotografica on the road di due mesi. La serata è l’occasione per l’autore di incontrare e ringraziare chi l’ha sostenuto, con la consegna delle prime stampe del progetto e degli altri reward della campagna. Tutti gli ospiti potranno ascoltare il racconto della sua esperienza, vedere una prima selezione delle immagini realizzate durante il viaggio e acquistare le stampe a prezzo speciale. Sarà così possibile contribuire anche alla realizzazione del libro e della mostra di Reaching the Cape.
New Old Camera è lo storico negozio situato nel cuore di Milano, fondato da Ryuichi Watanabe e da oltre trent’anni punto di riferimento nel panorama fotografico italiano per collezionisti, fotoamatori e fotografi professionisti. (foto: Åland Islands, Giulio Limongelli)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

USB, solidarietà ad attivisti napoletani scesi in piazza il 6 aprile scorso

Posted by fidest press agency su sabato, 18 giugno 2016

napoliL’Unione Sindacale di Base esprime la propria solidarietà umana e politica agli attivisti napoletani destinatari dei provvedimenti giudiziari della Magistratura per la contestazione a Renzi durante la sua visita a Napoli lo scorso 6 aprile.In quella giornata di mobilitazione migliaia di persone – tra cui la nostra Federazione provinciale napoletana – sfilarono per la città, risposero unitariamente agli assurdi ed antidemocratici divieti polizieschi e parteciparono, nel pomeriggio dopo il corteo, all’assemblea popolare alla Galleria Umberto I. Oggi vengono individuati e colpiti, a caso, 6 attivisti accusati di reati assolutamente generici, tentando di negare e stravolgere la dimensione popolare e di massa dell’ostilità a Renzi ed al complesso delle sue politiche antisociali. Come sempre l’USB è al fianco degli attivisti inquisiti ed è parte delle mobilitazioni sindacali, sociali e territoriali contro le misure del Governo, che vorrebbe di nuovo mettere le mani su Napoli e la sua area metropolitana. Nel percorso di costruzione dello Sciopero Generale del prossimo 23 settembre, l’USB mette al centro della sua Piattaforma anche la lotta alla repressione, la battaglia per la libertà di lotta e di organizzazione e l’opposizione ad ogni blindatura autoritaria della società.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Baby Pit Stop nei Musei Civici di Venezia

Posted by fidest press agency su sabato, 18 giugno 2016

baby pit stopVenezia presso il Salone da Ballo del Museo Correr in Piazza San Marco a Venezia, il Presidente dell’UNICEF Italia Giacomo Guerrera e la Presidente della Fondazione Musei Civici di Venezia Mariacristina Gribaudi, hanno firmato un Protocollo di intesa per sostenere la realizzazione di Baby Pit Stop in 11 Musei della città. I “Baby Pit Stop” sono degli spazi promossi dall’UNICEF appositamente pensati per le mamme e i loro bambini.
Il termine pit stop è preso in prestito dalla Formula 1 dove indica, come noto, un’area di sosta per il rifornimento veloce di carburante, cambio gomme, ecc.. In questo caso il Baby Pit Stop (BPS) per le mamme e i bambini è invece un’area allestita dov’è possibile “fare i pieno di latte” e il cambio del pannolino, il tutto in un ambiente riservato e accogliente. Il servizio è gratuito.
In questo modo il circuito museale dei Musei Civici di Venezia, gestito dalla Fondazione MUVE, rientrerà tra le strutture che in tutta Italia hanno deciso di andare incontro alle esigenze delle mamme, dando loro la possibilità di trovare ambienti aperti ai bisogni loro e dei propri bambini. La promozione dei Baby Pit Stop rientra tra le iniziative realizzate da UNICEF nell’ambito del programma “Insieme per l’allattamento – Ospedali e Comunità amici dei bambini”.
La promozione dell’allattamento materno è considerata da tempo una priorità di salute pubblica, tale da essere espressamente indicato dall’UNICEF come un diritto nell’art 24 della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.
L’ UNICEF ritiene importante che Musei e Biblioteche, luoghi di cultura per eccellenza e quindi luoghi di crescita formativa e culturale della persona, siano anche servizi attenti alle esigenze dei cittadini e, in particolare, delle famiglie.
Il progetto si avvierà a Venezia nei musei gestiti dalla Fondazione Musei Civici di Venezia – Palazzo Ducale, Museo Correr, Ca’ Rezzonico – Museo del Settecento Veneziano, Ca’ Pesaro – Galleria Internazionale d’Arte Moderna, Museo Fortuny, Museo di Palazzo Mocenigo, Museo di Storia Naturale, Casa di Carlo Goldoni, Museo del Vetro di Murano, Museo del Merletto di Burano – partendo nell’immediato dai musei di Ca’ Pesaro e Ca’ Rezzonico, dove sarà possibile fruire del servizio – totalmente gratuito – e proseguendo poi via via in tutte le altre sedi museali. (foto: baby pit stop)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Costo polizze auto in Italia e in Europa

Posted by fidest press agency su sabato, 18 giugno 2016

stradeSecondo i dati dell’IVASS il costo delle polizze RCA è sceso del 7,5%, mentre il divario con i Paesi Ue è sceso a 150 euro. Per Adoc il divario, in percentuale del 42%, è ancora molto elevato, soprattutto in rapporto al reddito disponibile.
“I costi delle polizze Rca scendono ma i consumatori italiani non hanno avvertito questa riduzione – dichiara Roberto Tascini, Presidente dell’Adoc – i prezzi, nonostante il calo, continuano ad essere molto rilevanti per le famiglie italiane. Considerando il reddito disponibile, l’incidenza annuale dei costi sostenuti per l’assicurazione è pari al 3,4%. Mentre in Europa, mediamente, l’impatto dell’RCA sul reddito è pari all’1,9%. A conferma del divario, ancora esistente e molto ampio, tra Italia e resto d’Europa. Ad esempio, in Germania si spende in media il 72% in meno che in Italia, in Francia la differenza è del 56%, in Spagna si spende addirittura la metà. E’ evidente che i consumatori italiani continuano ad essere penalizzati, a causa anche di un mercato poco concorrenziale e trasparente, con enormi disparità tra Nord e Sud e con non ancora risolti problemi di frodi e truffe. Oltre al fatto che ancora oggi circolano circa 4 milioni di veicoli fantasma, senza assicurazione, un pericolo enorme per la sicurezza stradale”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

GIUBILEI: Spiritualità, storia, cultura

Posted by fidest press agency su sabato, 18 giugno 2016

giubileiRoma, mercoledì, 22 giugno 2016 alle 18.00, presso l’Ambasciata d’Italia presso la Santa Sede sarà presentato il volume GIUBILEI. Spiritualità, storia, cultura. In occasione del Giubileo Straordinario della Misericordia UTET Grandi Opere, parte del Gruppo Cose Belle d’Italia, rinnova il suo impegno nel campo della cultura realizzando GIUBILEI. Spiritualità, storia, cultura, opera editoriale di spessore enciclopedico, impreziosita da un ricco apparato iconografico.
Dopo il saluto dell’Ambasciatore, Daniele Mancini, e del Presidente di UTET Grandi Opere, Fabio Lazzari, interverranno S.E. Mons. Rino Fisichella, Presidente del Pontificio Consiglio per la Nuova Evangelizzazione; Claudio De Vincenti, Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio; Marco Castelluzzo, Amministratore Delegato UTET Grandi Opere; e i due direttori scientifici del volume, Alberto Abruzzese, Sociologo della comunicazione, già docente all’Università IULM di Milano e Andrea Pollarini, Docente in Gestione degli eventi presso l’Università IULM di Milano. Coordina l’incontro Lorena Bianchetti.
Curata dal professor Luca Massidda, docente di Sociologia Urbana presso la Scuola di Architettura e Design di Ascoli Piceno, Università di Camerino, l’opera riunisce ben 34 saggi realizzati da 36 autori specialisti di varia provenienza, religiosa e laica ed è accompagnata e arricchita da Misericordiosi come il Padre, medaglia scultura celebrativa in dimensione ridotta, coniata a freddo nello storico laboratorio Picchiani e Barlacchi in Firenze e disegnata, in esclusiva per il progetto IUBILAEUM, dallo scultore italiano di fama mondiale Giuliano Vangi (per il recto), e dal maestro Patrizio Daniele (per il verso), medaglista che lavora per la Santa Sede. http://www.utetgrandiopere.it (foto: giubilei)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Food: “Patto” fra Università di Parma e Stazione Sperimentale per l’Industria delle Conserve Alimentari

Posted by fidest press agency su sabato, 18 giugno 2016

Food SecurityUniversità di Parma e Stazione Sperimentale per l’Industria delle Conserve Alimentari (SSICA) insieme per lo svolgimento di attività didattiche e di ricerca su scienze e tecnologie degli alimenti. Questo il fulcro della convenzione siglata oggi nella sede dell’Ateneo dal Rettore Loris Borghi e dal Presidente della SSICA Andrea Zanlari. All’incontro hanno partecipato anche il Delegato del Rettore al Food Project d’Ateneo Corrado Giacomini e il Dirigente di ricerca della SSICA Giovanni Parolari. Nel corso dell’incontro è intervenuto anche Giancarlo Menta, delegato del Presidente per la costituzione del Comitato di indirizzo della Fondazione di ricerca Stazione sperimentale per l’Industria delle Conserve Alimentari. Ricerca e formazione didattica e professionale dunque l’obiettivo prioritario dell’accordo, che avrà durata triennale. A un Comitato paritetico formato da 3 rappresentanti di ciascuna delle due Istituzioni spetterà il compito di organizzare, mettere in atto e gestire la collaborazione tra Università e Stazione Sperimentale.
Per quanto riguarda la didattica, i due Enti firmatari collaboreranno per la formazione di studenti nell’ambito del settore agroalimentare con vari livelli di preparazione: diploma, laurea, scuole di specializzazione, dottorati di ricerca, master, corsi di perfezionamento. Saranno inoltre sviluppate iniziative comuni di tipo didattico e formativo prevalentemente rivolte a laureati, diplomati e al personale tecnico dell’industria alimentare: queste iniziative potranno includere workshops, corsi, seminari, e potranno essere attivate anche su richiesta di aziende o gruppi di aziende.
Per quanto riguarda la ricerca agro-alimentare, Ateneo e Stazione Sperimentale intensificheranno le collaborazioni favorendo la partecipazione congiunta a progetti regionali, nazionali, internazionali e lo svolgimento di altre iniziative promosse da aziende, enti e associazioni pubbliche e private. Università di Parma e Stazione sperimentale per l’Industria delle Conserve Alimentari uniranno le forze anche per la ricerca di finanziamenti e lavoreranno a stretto contatto su bandi, gare e “call” internazionali.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lettera Enciclica “Laudato Si'” nel primo anniversario

Posted by fidest press agency su sabato, 18 giugno 2016

vaticanoRoma lunedì 20 giugno 2016, ore 18 Basilica di Santa Maria in Montesanto Piazza del Popolo. Intervengono:
Cardinale Peter Turkson Presidente del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace
Archimandrita Athenagoras Fasiolo Delegato del Patriarca Ecumenico Bartolomeo I presentando il suo libro Grazia Cosmica Umile Preghiera (Libreria Editrice Fiorentina)
Christiana Figueres Segretario Esecutivo dell’United Nations Framework Convention on Climate Change
Maria Cristina de Sanctis Ricercatrice presso l’Istituto di Astrofisica e Planetologia Spaziali dell’INAF
Daniela Poggi Attrice teatrale e conduttrice televisiva
Francesco Laureti Studente presso il Liceo Classico “G. D’Annunzio” di Pescara
MODERA: Don Walter Insero Rettore della Chiesa degli artisti a Roma (foto. vaticano)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Settima scuola della Lake Como School

Posted by fidest press agency su sabato, 18 giugno 2016

villa del grumelloComo Dal 20 al 24 giugno a Villa del Grumello si terrà “Quantitative Laws. From interaction structures to collective behavior”, settima scuola della “Lake Como School of advanced studies”, l’iniziativa promossa dalla Fondazione Alessandro Volta di Como che realizza attività di formazione post universitaria rivolte soprattutto a giovani ricercatori nel campo delle teorie dei sistemi complessi.
La scienza contemporanea vive un momento emozionante e di sfida in una varietà di campi. Viene raccolta una quantità senza precedenti di dati di alta qualità e la scoperta di nuovi fenomeni procede quasi più rapidamente della nostra capacità di darne descrizioni teoriche. Aree particolarmente attive includono una moltitudine di settori, che spaziano dalla biologia all’ecologia, alla sociologia, all’informatica, e agli studi urbani. In tali aree, le strutture di interazione sono al centro di un approccio interdisciplinare volto a formulare leggi quantitative, nello spirito della fisica.
Questa scuola affronterà la sfida comune di capire le complesse relazioni tra il comportamento collettivo e la struttura interna del sistema. Il workshop riunirà insieme scienziati da differenti settori, le cui ricerche hanno contribuito alla comprensione di rilevanti fenomeni empirici, promuoverà la condivisione sia delle conoscenze generali che delle ricerche innovative, con mini corsi e sessioni tematiche, e creerà un ambiente stimolante facilitando le discussioni e la creazione di nuove collaborazioni.”
Direttori della scuola sono Federico Bassetti dell’Università di Pavia e Marco Gherardi dell’Università di Milano. Interverranno Amos Maritan (Università di Padova), William Bialek (Department of Physics and Lewis-Sigler Institute for Integrative Genomics, Princeton University), Remco Van Der Hofstad (Technische Universitet Eindhoven), Marc Barthelemy (CEA) e Hans Herrmann (Institute for Building Materials, ETH Zurich). (foto villa del grumello)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il teatro sociale: crescere, incontrare, rinascere

Posted by fidest press agency su sabato, 18 giugno 2016

Riccardo Brunettiteatro socialeIl teatro non è solo evasione e spettacolo. Può essere strumento di rinascita, di riabilitazione e veicolo di dialogo in vari contesti sociali: dalle carceri alle scuole ai centri socio-sanitari.
È anche un modo per crescere, cambiare, incontrare, ricostruire una vita. Soprattutto se non si rimane semplici spettatori, ma si recita, si gioca, si crea insieme agli altri con la guida di un trainer competente.
L’Università Europea di Roma propone un corso di perfezionamento in Teatro sociale – Training for trainers. Sarà un’occasione di formazione per conduttori, registi, trainer teatrali che vogliono approfondire la loro sensibilità e acquisire competenze specifiche per creare e condurre gruppi di teatro nelle carceri, nelle scuole, nei centri socio-sanitari e nei più diversi contesti sociali.
L’occasione è una Summer School, che si svolgerà dal 27 agosto al 5 settembre 2016 in una meravigliosa residenza estiva nel cuore della Puglia. Dieci giorni di full immersion di pratica e teoria con rinomati docenti, tra cui Michele Cavallo, Riccardo Brunetti, Roberto Sestilli, che proporranno esperienze di arte-terapia, drammaturgia collettiva, esercitazioni di conduzione, elaborazione di dinamiche di gruppo, tecniche del corpo-in-relazione, pedagogia delle emozioni.
Il corso si svilupperà poi in una serie di week-end intensivi a Torino, Roma e Foggia.
Il corso dà forma a una nuova figura professionale che da alcuni anni è sempre più operativa in Italia, nei diversi contesti sociali: conduttori esperti delle applicazioni del Teatro come strumento di riabilitazione, veicolo di dialogo e creatore di comunità. (foto: teatro sociale, Riccardo Brunetti)

Posted in Cronaca/News, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Corruzione, Marotta (Ap): “Su norme inutili stavolta ok Davigo”

Posted by fidest press agency su sabato, 18 giugno 2016

Davigo“Questa volta ci troviamo d’accordo con le parole del presidente dell’Anm Davigo che a proposito del contrasto alla corruzione afferma: ‘si fanno norme che nell’ipotesi migliore non servono a niente e nell’ipotesi peggiore creano danni’”. E’ quanto dichiara il capogruppo di Area popolare in commissione Giustizia alla Camera, Nino Marotta. “La corruzione – prosegue – si combatte privilegiando due binari: celebrando processi rapidi e in tempi assai ragionevoli senza chiedere aiuto all’istituto della prescrizione; prevedendo, per tutte le ipotesi di tali reati, la pena accessoria dell’interdizione perpetua dal ricoprire cariche pubbliche o dall’avere rapporti con le amministrazioni per chi viene condannato con sentenza definitiva. Così in pochi anni i corrotti e i corruttori saranno fuori dalla gestione della cosa pubblica e non ci sarà bisogno che il legislatore intervenga in maniera contingente e straordinaria sul presupposto – conclude Marotta – che la legislazione emergenziale non ha mai risolto i problemi in modo definitivo”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Attività di trapianto in Italia del 2015

Posted by fidest press agency su sabato, 18 giugno 2016

chirurgia padovaPadova. E’ stato per Padova un anno eccezionale per l’attività trapiantologica. L’Azienda Ospedaliera di Padova si conferma polo di eccellenza della trapiantologia italiana, con un’attività che è al top delle classifiche per le principali tipologie di organi trapiantati. Un risultato eccellente sempre riferito al 2015 è quello della UOC Trapianti Rene e Pancreas diretta dal Prof. Paolo Rigotti, che non solo rappresenta il Centro italiano con la maggiore attività di trapianto di rene da donatore deceduto (90 trapianti nel 2015), ma svetta rispetto agli altri Centri per l’attività di trapianto di rene da donatore vivente, con 53 trapianti eseguiti (tutti con 100% di sopravvivenza dei pazienti e degli organi) su un totale di 301 trapianti da donatore vivente eseguiti in Italia; l’Unità Operativa esegue anche il trapianto di pancreas e si colloca al secondo posto in Italia con 10 casi trattati nel 2015 a fronte di un’attività complessiva di 50 casi. L’Azienda Ospedaliera di Padova si colloca al secondo posto come numerosità di casi trattati per il trapianto di cuore con 27 trapianti eseguiti, Centro Trapianti Cuore – Prof. Gino Gerosa, e di polmone con 18 trapianti, Centro Trapianti Polmone – Prof. Federico Rea, mentre i 77 trapianti di fegato, Centro Trapianti Fegato – Prof. Umberto Cillo, vedono Padova al quarto posto in Italia.L’Azienda Ospedaliera di Padova col suo polo pediatrico che espleta l’attività di trapianto su tutti gli organi, per quanto concerne il rene nei bambini l’attività è tra le più consistenti in Italia: 9 trapianti di rene da donatore deceduto e 6 da donatore vivente.
Si ricorda che l’attività di trapianto ha la prerogativa di necessitare di modelli organizzativi e gestionali che coinvolgono strutture multidisciplinari non solo all’interno del singolo ospedale ma tra più strutture sia regionali che extra regionali e per questo che in Italia è stata creata la Rete Nazionale per i Trapianti composta dal Centro Nazionale Trapianti, dal Centro Interregionale di Riferimento, dai Coordinamenti Regionali, dai Coordinamenti Locali e dai Centri di prelievo e trapianto.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Merlo: “Il MAIE è un’avventura politica appassionate” Intervista a Riccardo Merlo

Posted by fidest press agency su sabato, 18 giugno 2016

riccardo merlodi TULLIO ZEMBO Incontro a Buenos Aires l’ On. Riccardo Merlo, Presidente del MAIE, un movimento importante che ha cambiato la realtà degli italiani all’estero.
È un piacere ed un onore stare qui con lei. Se dovesse spiegare a chi viene da chissà dove e non sa nulla cosa è il MAIE e come è nato cosa direbbe?
Il MAIE in realtà non è un partito, è un movimento, nato come movimento culturale nell’ Associazionismo di volontariato, nelle associazioni italiane soprattutto quelle cattoliche…noi veniamo da quella storia, soprattutto dall’Associazionismo di volontariato. Poi, quando l’ Italia ha approvato la possibilità di votare all’ estero e di avere i propri canditati (con la legge Tremaglia), abbiamo visto che avevamo la possibilità di presentarci e di vincere perchè la gente già ci conosceva per il lavoro di volontariato. Quindi abbiamo fatto tre elezioni in Sud America e le abbiamo vinte tutte e tre. Veniamo da quella storia e vogliamo mantenere la nostra autonomia. Perciò noi ci teniamo a specificare che non siamo un partito, dentro del nostro movimento c`è chi la pensa più a destra e chi più a sinistra, però la cosa più importante è che tutti abbiamo come obiettivo la difesa degli interessi degli italiani all’estero. Questo è il nostro scopo principale, non l’unico, però quello principale. Per cui, quando siamo in Parlamento, per noi la priorità assoluta è difendere gli interessi degli Italiani nel mondo!
Anche perchè poi, a prescindere dalle idee politiche di ciascuno di noi che viviamo all’ estero, evidentemente abbiamo tutti gli stessi e abbiamo qualcosa che ci accumuna e ci differenza da chi vive in Italia: Passaporto, Consolati …
In Argentina vi vedo presenti dappertutto.
Non solo in Argentina, siamo presenti in tanti altri Paesi.
Sì, ho visto, vi seguo. Recentemente siete stati in Uruguay.
Ultimamente siamo stati anche in Repubblica Domenicana, dove siamo stati gli UNICI ad essere presenti per richiamare l’attenzione, insieme alla nostra comunità, sulla decisione pazza che ha preso questo Governo di chiudere la nostra Ambasciata. Non si capiscono i motivi, ma abbiamo detto già al Governo che la devono riaprire. E lo stesso vale per il Consolato di Montevideo.
Siete stati da poco anche in Australia.
Sì, questa idea, che è nata nell’ associazionismo in Argentina, nel volontariato latino americano, è una idea che ha cominciato a correre in tutti i continenti.
State facendo anche un grande lavoro in Europa.
Tanto per farle capire, sabato scorso abbiamo tenuto il V Congresso europeo a Budapest con oltre un centinaio di partecipanti arrivati da oltre 20 nazioni del Vecchio Continente. Un grande successo.
E – non so perché mi viene da chiederle – in Sud Africa ci siete?
In Sud africa abbiamo il nostro coordinatore Riccardo Pinna che fa parte del CGIE. Abbiamo fatto una visita in quel Paese dove c’è una collettività italiana di grande qualità. D’altronde possiamo dire di essere stati dappertutto per impegnarci con le nostre comunità a non tradire mai e mai votare qualcosa che vada contro i loro interessi.
Grande crescita dunque.
buenos airesVeramente il MAIE sta crescendo e noi siamo convinti che alle prossime elezioni non solo confermeremo i nostri deputati in Sud America ma sono convinto che prenderemo la nostra quota di parlamentari anche in Centro e Nord America ed in Europa. Sono certo che, nella prossima legislatura, diventeremo un piccolo gruppo parlamentare che, con la nuova legge elettorale e con la riforma costituzionale, avrà un peso importante. Oltretutto noi abbiamo un progetto politico proprio, non un progetto politico romano, ma un progetto politico che nasce all’estero. Ecco perchè noi siamo il movimento che rappresenta autenticamente gli italiani nel mondo.
Qui in Argentina avete cominciato ad avere un ruolo attivo nella politica locale. Avete appoggiato il candidato Macri, poi eletto Presidente. Avete fatto eleggere un parlamentare del Mercosur. A Mar del Plata uno dei vostri è Assessore….
Sì. Perchè quando gli aderenti ad un movimento politico hanno tutti e due i passaporti è naturale che anche le forze politiche locali si avvicinino. Noi siamo molto pragmatici in questo senso abbiamo fatto un accordo con la forza politica in Argentina che ci ha garantito che i pensionati italiani adesso prendessero finalmente la pensione in Euro o in Pesos ma ad un cambio reale dopo quattro anni in cui ai nostri pensionati è stato rubato il 40% o 50% della pensione. A seguito di questo accordo politico abbiamo contribuito alla campagna elettorale per Mauricio Macri che, anche grazie a noi, ha vinto. Ciò non significa che siamo “macristi”, questo accordo finisce quando finisce la legislatura. Poi vedremo.
Siete un forza politica, lei ha detto, con due passaporti.
Il 90% degli italiani che vivono in Argentina hanno anche il passaporto argentino e fra loro noi abbiamo avuto nelle ultime elezioni per il Parlamento italiano una quantità di voti molto rilevante. Ci sono anche persone che non hanno il passaporto italiano e vorrebbero comunque votarci o, almeno, seguire le nostre indicazioni.
Bisogna certamente riconosce che le sue capacità e la sua analisi politica sono risultate vincenti anche perchè gli altri partiti poi si sono messi dietro.
Prima di tutto è vincente la nostra passione. Io che ho studiato Scienze Politiche mi appassiono e mi emoziono a vedere crescere giorno dopo giorno il nostro movimento che – mi piace ripetere – è nato nell’associazionismo di volontariato, soprattutto quello cattolico, e si è sviluppato come movimento culturale. È grande vantaggio del MAIE, non essendo un partito romano, quello di avere l’ambivalenza e la possibilità di presentarsi localmente che poi crea i presupposti di poter essere un bacino di voti sia nella realtà italiana ed in quella locale argentina.
Perciò il MAIE è diventato un’avventura politica veramente appassionante ed io che ho passione per la politica, avendo studiato Scienze Politiche in Argentina ed in Italia, sono convinto che l’unico modo di cambiare le cose è attraverso la politica. Questa mia passione, questa mia voglia di fare mi melbournecostringe spesso a lasciare la famiglia, i figli. Ma corro verso l’obiettivo di fare vincere il Movimento, come le ho detto, anche in Centro e Nord America ed in Europa oltre che in Sud America per essere una forza politica piccola, ma importante al momento di prendere decisioni. Se seguissimo un partito romano saremmo costretti a perdere la nostra autonomia e dovremmo votare in Parlamento come ci viene ordinato. Vede, adesso in Parlamento siamo 18 eletti all’estero, ma gli altri eseguono gli ordini di scuderia e votano addirittura a favore quando il governo chiude Ambasciate e Consolati e taglia i fondi per gli italiani all’estero.
O mette la tassa sulla cittadinanza.
Oltretutto neanche un Euro di questa odiosa tassa viene reinvestito nel Consolato, nella rete consolare. E’ uno dei motivi per il quale il MAIE in Parlamento vota contro l’attuale governo. Io non sono oppositore del centrosinistra per principio, ma sono contro la politica per gli italiani all’estero di Renzi perché ci fa male. E, come abbiamo votato contro la politica per i connazionali nel modo del governo Berlusconi, così coerentemente votiamo contro quella di Renzi.
Se lei pensa che su 18 eletti all’estero 14 votano questa politica, capisce bene che il MAIE è l’unico progetto politico che mantiene una coerenza di linea. Noi non facciamo 14mila chilometri per andare in Parlamento a farci dire da qualcuno come votare. Noi possiamo fare alleanze strategiche, possiamo negoziare, ma la nostra linea è l’esclusivo interesse degli italiani all’estero.
Siete anche molto attivi nel mondo dell’associazionismo e negli organismi di rappresentanza (Comites e CGIE).
Oggi per esempio è del MAIE il Presidente della FEDIBA, la Federazioni della associazioni italiane di Buenos Aires. Numerosi membri dei Comites in giro per il mondo sono del MAIE, che è ben presente nella politica di base. Abbiamo una folta rappresentanza nel CGIE…
Insomma siamo ben presenti nella politica di base. Io la politica la concepisco così: andare sul posto, ascoltare la gente. Così mi sento più motivato per prendere decisioni in maniera più adeguata. Altrimenti uno rimane a Roma dentro un ufficio a fare politica di destra o di sinistra, a declinare il politichese romano. Noi siamo molto lontani da questo, è molto più facile trovarci fra le nostre comunità nel mondo che dentro il palazzo.
Il MAIE è presente anche in un organismo importante come il ParlaSur.
Sì, siamo riusciti a fare eleggere Daniel Ramundo, che sta lavorando all’accordo fra il Mercosur e l’Unione Europea. Quando abbiamo parlato con Macri, gli abbiamo detto che ci interessava il Mercosur perché abbiamo l’esperienza dell’Unione Europea e vogliamo agevolare un accordo fra Mercosur e UE molto importante sia dal punto di vista commerciale che culturale e sociale.
Come vi siete organizzati nel Parlamento italiano?
gentiloniPer contare di più all’interno del Parlamento facciamo accordi con forze politiche più consistenti sia alla Camera che al Senato, conservando però sempre la nostra autonomia decisionale. Noi, e solo noi, decidiamo come votare di volta in volta. Semplicemente parliamo con tutti, anche col Governo. Possiamo anche fidanzarci… ma non a sposarci.
Torniamo all’Argentina. Da quando c’è il nuovo Governo, dall’Italia stanno venendo tutti. E’ venuto il premier Renzi, il ministro Martina, il ministro Franceschini, Governatori regionali, imprenditori. A luglio verrà il Presidente della Repubblica Mattarella. Si ritornerà agli ottimi rapporti Italia-Argentina?
Nessun dubbio o perchè oggi l’Argentina rappresenta una grande opportunità per gli investimenti, soprattutto per investimenti nell’economia reale. Le regole del gioco in Argentina stanno cambiando e gli imprenditori cominciano a sentire la possibilità di venire ad investire, quindi io penso che l’Argentina oggi a livello internazionale sia diventata davvero attrattiva.
Lei è argentino, ma la sua circoscrizione elettorale è tutto il Sud Amercica, quindi anche il Venezuela così martoriato ultimamente.
Spero veramente che Maduro vada a casa perché sta facendo molto male al Venezuela.
Ho visto che avete fatto un’interrogazione in merito alla situazione in quel Paese al ministro Gentiloni.
Proprio così, perchè in Venezuela vivono 150 mila italiani e circa 500 mila discendenti di italiani.. Io ci sono stato un mese fa. Stanno veramente male a causa di una politica economica e sociale che non ha senso. E sentire le cose che dice Maduro … mamma mia!
E Gentiloni ha risposto?
No. Purtroppo il Governo Italiano sembra che guardi da un altra parte, perchè oggi in nostri pensionati in Venezuela stanno prendendo 10 euro al mese per la politica economica di Maduro, che ha inventato un cambio ufficiale che dice che un euro costa tanto….come succedeva in Argentina, ma mille volte peggio. I nostri connazionali non possono uscire dalla casa perchè c’è una mancanza di sicurezza totale. Poi manca tutto: latte, medicine… Io ero al nostro Congresso in Venezuela e ho visto un amico, delegato di Maracaibo, molto contento: era riuscito a trovare del latte per il figlio di 7 mesi. E il Governo Italiano. Il Governo Renzi, deve capire che la situazione in Venezuela esploderà e noi abbiamo 150 mila cittadini italiani là. Si devono prendere decisioni subito, è urgente: ci vogliono più soldi per Ambasciata e Consolati per aiutare gli italiani.
Hanno tolto dall’Ambasciata un addetto esperto antisequestri che aiutava molto  i nostri, l’hanno tolto per motivi economici. Quindi uno come può appoggiare un Governo che fa queste cose?
Ora o ci risponde il ministro Gentiloni oppure riterremo corresponsabile il governo Renzi della mancanza di sicurezza dei connazionali che vivono in Venezuela. E’ una cosa insopportabile, insostenibile.
Mi rendo conto che la sua grande mole di lavoro le lascia poco tempo libero. Però vorrei strapparle la promessa di incontrarci periodicamente per chiacchierate come questa. La prossima volta potrebbe essere dopo la visita del Presidente Mattarella.
Volentieri. Per me è importante spiegare ai nostri connazionali cosa facciamo, chi siamo e soprattutto qual il nostro progetto politico che è un progetto molto molto chiaro. (da intervista del direttore Zembo all’On. Merlo pubblicata su L’Italiano, il quotidiano italiano di Buenos Aires) (foto: riccardo merlo)

Posted in Fidest - interviste/by Fidest | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Altro che ‘No-Imu day’, con Renzi la pressione fiscale in Italia è aumentata”

Posted by fidest press agency su sabato, 18 giugno 2016

Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, durante la conferenza stampa “16-06. Altro che ‘No Imu day’, è ‘Imbroglio day’. Con Renzi pressione fiscale aumentata”, organizzata dagli azzurri oggi a Montecitorio.
“Non solo da quando è al governo Renzi non ha abbassato le tasse ma, come si evince dai documenti di finanza pubblica, elaborati, approvati e pubblicati dallo stesso governo, la pressione fiscale generale nel nostro paese – tenendo conto delle clausole di salvaguardia, che sono Legge e il governo ha disinnescato solo a parole – è aumentata: dal 43,4% del 2014 al 43,7% del 2015, al 44,2% del 2016. La dimostrazione che Renzi con una mano dà e con l’altra prende”, ha sottolineato Brunetta.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tasse sulla casa: Renzi imbroglione

Posted by fidest press agency su sabato, 18 giugno 2016

Tasse“Gli imbrogli di Renzi non finiscono mai. Ve la spiego in poche parole. Imu, Tari, siglacce che vogliono dire tasse sulla casa, danno come gettito 30 miliardi. L’Imu non c’è più e c’è la Tasi , quella che Renzi vuole cancellare, ha cancellato o dice di cancellare, è la Tasi sulla prima casa, 3-4 miliardi di euro di minor gettito. Ma cosa è successo? Che nel frattempo i Comuni hanno aumentato la Tari, la tassa sui rifiuti, di pari ammontare. Il risultato è che qualcuno deve aver detto a Renzi ‘guarda che il gettito totale, che è di 30 miliardi, se tu lasci la Tasi sulla prima casa passa a 33-34, fai finta di tagliare la Tasi sulla prima casa che tanto il gettito rimane a 30.’”. Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, parlando con i giornalisti a margine della conferenza stampa “16-06. Altro che ‘No Imu day’, è ‘Imbroglio day’. Con Renzi pressione fiscale aumentata”, organizzata dagli azzurri oggi a Montecitorio. “Quindi Renzi dice di aver tolto l’Imu/Tasi, in realtà il gettito complessivo sulla prima e seconda casa, ivi compreso l’incremento, praticamente il raddoppio della Tari, tassa sull’immondizia, rimane lo stesso. Scommessa che io faccio nei confronti dell’imbroglione Renzi è che il gettito totale delle tasse sulla casa rimarrà di 30 miliardi nonostante il taglio, si fa per dire, della Tasi prima casa. Imbroglione, ma lo sappiamo”, ha sottolineato Brunetta.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Conti pubblici: aumento debito sovrano

Posted by fidest press agency su sabato, 18 giugno 2016

Banca d'Italia“Mercoledì sono stati resi noti da Banca d’Italia i dati sul debito pubblico: ad aprile 2016 (ultimo dato disponibile) ammonta a 2.230,8 miliardi di euro, un record (purtroppo negativo) per il nostro paese; a febbraio 2014, quando ha cominciato a governare Renzi, ammontava a 2.107,6 miliardi di euro. Significa che con Renzi il debito pubblico italiano è aumentato di 123,20 miliardi in poco più di due anni, pari a una media di 4,7 miliardi al mese”.
Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, durante la conferenza stampa di qualche giorno fa. Altro che ‘No Imu day’, è ‘Imbroglio day’. Con Renzi pressione fiscale aumentata”, organizzata dagli azzurri oggi a Montecitorio.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Alluvioni e frane in Italia: Rischi idro-geologici

Posted by fidest press agency su sabato, 18 giugno 2016

dissesto ambientale“Mentre dalla Cina arrivano notizie di nuovi e disastrosi allagamenti, la scelta di Firenze come sede dell’odierno forum ONU sulla resilienza urbana ai cambiamenti climatici è opportuna, non solo perché è stata tra le prime città ad aderire alla campagna internazionale “Making cities resilient: my city is getting ready?” e perché ricorre il cinquantenario dell’alluvione, ma anche perché è una delle città d’arte a maggior rischio idrogeologico insieme a Venezia, Ferrara, Ravenna e Pisa.”
A sottolinearlo è Francesco Vincenzi, Presidente dell’Associazione Nazionale dei Consorzi di Gestione e Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue (ANBI), che prosegue: “In questo periodo di avvio della stagione turistica è utile ricordare che, secondo l’ISPRA, in Italia sono circa 29.000 i beni culturali a rischio medio di alluvione, che interessa l’11,5% del territorio nazionale soprattutto in Emilia Romagna, Liguria, Veneto e Toscana; tale numero si eleva ad oltre 40.000 monumenti, se si considera uno scenario legato agli eventi estremi, più rari ma più violenti. A completare il preoccupante quadro, che pregiudica un’assoluta ed inimitabile eccellenza del nostro Paese, va aggiunto che il 18,1% dei beni architettonici, monumentali ed archeologici, cioè 34.651 capolavori, sono minacciati da frane; addirittura oltre 10.000 sono quelli presenti in aree a pericolosità elevata o molto elevata!
Questi dati, unitamente alla necessità di salvaguardare la vita delle comunità ben rappresentata dalle oltre 6.000 scuole e 500 strutture sanitarie ubicate in aree ad alta criticità idrogeologica, avvalorano l’importanza di investire nella salvaguardia da frane ed alluvioni prima che l’imprevedibilità climatica penalizzi irreparabilmente la risorsa territorio, fondamentale per il rilancio della nostra economia in un rinnovato modello di sviluppo. A ciò va accompagnata una politica di educazione ambientale, che insegni a convivere con il rischio, ma soprattutto a mantenere quotidianamente l’ecosistema, nel quale viviamo. I Consorzi di bonifica ne sono da anni esempio nel nome degli stessi principi oggi alla base delle politiche di resilienza urbana: prevenzione, protezione, preparazione, le tre P del futuro.”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Editrice La Scuola: Avvicendamento alla presidenza

Posted by fidest press agency su sabato, 18 giugno 2016

santa_giulia_brescia_010_choistro_san_salvatoreBrescia. Rinnovamento del CdA dell’Editrice la Scuola con nuovi membri nominati martedì scorso 14 giugno durante l’assemblea dei soci della storica editrice bresciana. Dopo un triennio Elia Zamboni lascia la presidenza per motivi personali. Al suo posto arriva Ettore Giuseppe Medda, già vicedirettore generale di Ubi Banca e membro del consiglio di gestione della stessa. Novità per quanto concerne i membri del consiglio di amministrazione che resta formato da undici membri, ma vede nuovi ingressi. Confermati i consiglieri vicepresidenti Giovanni Bazoli e Michele Bonetti, i consiglieri monsignor Giacomo Canobbio, Enrico Minelli, Giulio Maternini, come pure il consigliere e amministratore delegato Giorgio Riva. Escono invece dal cda, con l’ex presidente Elia Zamboni, i consiglieri don Angelo Maffeis, Gian Enrico Manzoni, Francesco Mascoli, Filippo Perrini, ai quali l’assemblea dei soci ha espresso un caloroso ringraziamento. Al loro posto vanno Claudio Calabi,presidente e AD di Risanamento S.p.A. e già AD del Gruppo Il Sole 24 Ore S.p.A. e della Rcs Editori S.p.A.; Marco Nicolai, presidente del Consiglio di Gestione di Finlombarda – Finanziaria per lo sviluppo della Lombardia S.p.A; Mauro Salvatore, economo della Diocesi di Brescia; Marcellino Valerio, direttore amministrativo della Fondazione Poliambulanza Istituto Ospedaliero di Brescia.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gas a effetto serra: un progetto di norma UNI in inchiesta pubblica finale

Posted by fidest press agency su sabato, 18 giugno 2016

clima nel mondo1ll cambiamento climatico è sicuramente una delle principali sfide che le nazioni, i governi, i sistemi economici e i cittadini si troveranno ad affrontare nei prossimi decenni. Esso ha implicazioni sia sull’uomo che sull’ambiente e potrebbe portare a significativi cambiamenti nell’utilizzo delle risorse, nella produzione di beni e nelle attività economiche. Come risposta a ciò, sono state sviluppate e attuate iniziative internazionali, regionali, nazionali e locali per limitare le concentrazioni dei gas ad effetto serra (GHG) nell’atmosfera terrestre. Tali iniziative si basano, per esempio, per le organizzazioni, sulla quantificazione, sul monitoraggio, sulla rendicontazione e sulla verifica delle emissioni di GHG, mentre per i progetti sono finalizzate a dare evidenza della riduzione delle emissioni o dell’aumento della loro rimozione. Per questo motivo la Commissione Ambiente dell’UNI (Ente Italiano di Normazione) ha sviluppato il progetto di norma U53003370 “Gas ad effetto serra – Specifiche per la realizzazione del sistema nazionale di gestione del mercato volontario dei crediti di CO2e derivanti da progetti di riduzione delle emissioni o di aumento delle rimozioni di GHG”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »