Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for 21 giugno 2016

Concorso fotografico Packlick Mem. G. Meana Premiate la sostenibilità e la creatività fotografica

Posted by fidest press agency su martedì, 21 giugno 2016

Giuseppe-MeanaSi è concluso il 16 giugno con la cerimonia di premiazione nella cornice del Magna Pars Event, location di prestigio nel cuore del design district di Milano, il Concorso fotografico Packlick – Memorial Giuseppe Meana, organizzato da GIFASP (Gruppo Italiano Fabbricanti Astucci e Scatole Pieghevoli), facente parte di Assografici (Associazione aderente a Confindustria) in collaborazione con l’Azienda Pusterla 1880 Spa. Un’iniziativa che sin dall’inizio si è rivelata fuori dagli schemi consueti dei photo contest che caratterizzano il mondo fotografico, sia per l’aspetto performante e professionale del concept, che ha unito il mondo degli studenti di fotografia a quello dell’industria del packaging cartaceo, sia per la giuria prestigiosa e la rigorosità nell’attuazione.
Nato, innanzitutto, per ricordare e far conoscere ad un pubblico più vasto la figura dell’Arch. Giuseppe Meana, imprenditore di rilievo nel settore del packaging cartaceo di lusso, per oltre quaranta anni alla guida dell’azienda di famiglia Pusterla 1880 Spa, presidente GIFASP e dell’Istituto Italiano Imballaggio per un lungo periodo, il concorso è stato ideato anche come supporto al progetto specifico di GIFASP “Cultura della protezione e della sostenibilità del packaging cartaceo”, già in atto da più di un anno ed orientato a evitare gli sprechi alimentari e ad enfatizzare la componente comunicazionale e la sostenibilità del packaging cartaceo.

medley-gifasp-packlick-premiazione-cartoncino

medley-gifasp-packlick-premiazione-cartoncino

Uno degli obiettivi – centrato appieno- di questo concorso era anche far aumentare, presso la fascia giovanile, la percezione positiva intorno al concetto del “buon packaging” ed al suo ruolo quale oggetto indispensabile nella vita di tutti i giorni ed oggi sempre più orientato alla sostenibilità e prezioso alleato nel determinare il successo di un prodotto, promuovendo l’utilizzazione di linguaggi artistici per una lettura consapevole dei significati legati al packaging cartaceo. È risultata vincente anche l’incentivazione della cooperazione tra un’associazione di industriali e il mondo accademico degli atenei e delle scuole di formazione post diploma, grazie alla fattiva collaborazione dei docenti, che hanno supportato la promozione e la realizzazione di un progetto creativo e formativo allo stesso tempo.
Il photo contest, con iscrizione gratuita, era rivolto agli studenti tra i 19 e i 30 anni, iscritti nel 2014, e/o 2015, e/o 2016 ad un corso di fotografia presso accademie, università, fondazioni universitarie, scuole ed istituti italiani, riconosciuti dal MIUR o accreditati a livello regionale. Ha raccolto 98 iscritti, di cui l’89% italiani e il restante di nazionalità varia (Finlandia, Francia, Germania, Serbia, Russia, Ucraina, Egitto, Cile, Cina, Messico). L’età media dei partecipanti è risultata 24 anni. Gli studenti di fotografia di Accademie di Belle Arti, Università e Politecnici, di scuole ed Istituti post diploma di tutta Italia si sono cimentati, con il prezioso supporto dei docenti, con due temi di non facile accezione, che dovevano coniugare da un lato la sostenibilità, dall’altro l’elemento comunicativo, al linguaggio fotografico digitale moderno e declinare il tutto in singole immagini o racconti fotografici. Una sfida che è stata vinta sul fronte delle idee e della creatività fotografica, culminata nella messa a punto di veri e propri manufatti artigianali, in grado di esprimere, poi, attraverso le foto, il concetto di packaging cartaceo sostenibile visto con gli occhi dei giovani. Un tema, quello della sostenibilità, scelto dal 68% degli iscritti. Se il cuore del concorso è decisamente green, la prevalenza delle iscrizioni è rosa: le studentesse rappresentano, infatti, il 66% della partecipazione.
Circa la provenienza “didattica” degli studenti, abbiamo una netta prevalenza dalle Accademie di Belle Arti statali e private di tutta Italia (Milano, Bergamo, Brescia, Verona, Genova, Parma, Bologna, Firenze, Pesaro/Urbino, Viterbo, Foggia, Napoli, Bari, Sassari). Non mancano studenti del Politecnico (Torino) e delle Università Statali, quali DAMS Udine, IUAV, Parma, Alma Mater Bologna, La Sapienza e degli Istituti e scuole post diploma, quali CFP Bauer, ISIA Design, Pantheon, Diskos, Quasar Design University e ILAS.

virginia-zucca-marco-figus-eliana-farotto

virginia-zucca-marco-figus-eliana-farotto

A riprova che l’insegnamento della “fotografia” continua ad essere ben radicato nel programma didattico italiano, essendo presente in oltre 13 percorsi di laurea (intese tra I e II livello).
La Giuria, che ha rappresentato il mondo fotografico di alto livello e il mondo dell’industria e sdella ostenibilità legati al packaging cartaceo, ha visto protagonisti Fabio Castelli, ideatore e direttore MIA Photo Fair; Piero Gemelli, architetto e fotografo professionista; Barbara Frigerio, titolare Barbara Frigerio Contemporary Art Gallery; Eliana Farotto, Responsabile Ricerca & Sviluppo Comieco; Emilio Albertini, Presidente GIFASP; Anita Cattania Meana, Azionista Pusterla 1880 e fotoamatrice. Sponsor del concorso: Assografici; A. De Robertis&F.; Abar Litofarma; Box Marche; Cartotecnica Goldprint; Comieco; Ival; Iggesund; Luca Print; Tecnocarta.
1° classificato
Alessandro Allegrini Titolo foto: “Paesaggio di scarto#2“ Ateneo/Scuola/Istituto: Accademia Belle Arti di Brera Docente: Prof.ssa Paola Di Bello
2° classificato “Gruppo Triscari – Gustavsson – Tiainen”, composto da Giuseppe Triscari, Kasper Gustavsson e Reetta Tiainen
Titolo foto: “The Doll“ Ateneo/Scuola/Istituto: Accademia Belle Arti di Brera Docente: Prof.ssa Paola Di Bello
3° classificato Anna Veneziale Titolo foto: “Protect me“ Ateneo/Scuola/Istituto: Accademia Belle Arti di Bologna Docente: Prof. Luciano Leonotti
2° TEMA: Racconto fotografico “Il packaging cartaceo, potente mezzo di comunicazione del prodotto”
1° classificato Ekaterina Zorzi Titolo Sequenza: “Packaging is the best frame“ Ateneo/Scuola/Istituto: Accademia Belle Arti di Urbino
Docente: Prof. Massimo Tosello
2° classificato Chiara Pisani Titolo Sequenza: “Cosmospack“ Ateneo/Scuola/Istituto: ILAS – Istituto Superiore di Comunicazione di Napoli Docente: Prof. Ugo Pons Salabelle
3° classificato Elettra Renzi Titolo Sequenza: “Supermercato Ohanel” Ateneo/Scuola/Istituto: ISIA Roma Design Docente: Prof. Enzo Agnello (foto. giuseppe meana, virginia-zucca-marco-figus-eliana-farotto, premiazione)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le strade del Ponente: Il Villaggio turistico Miracervo

Posted by fidest press agency su martedì, 21 giugno 2016

miracervoMiracervo1Per la nostra rubrica “Sulle strade del Ponente Ligure” siamo andati a Cervo per incontrare Selina Ramondo, figlia dei proprietari del Villaggio Turistico Bungalows Miracervo. Situato ai piedi di uno dei Borghi più suggestivi d’Italia, con vista sulla riserva marina “Il Santuario dei Cetacei”, offre ai turisti la possibilità di un soggiorno indimenticabile in Liguria, nei suoi bungalows sulla spiaggia con un mare meraviglioso. Nell’antico borgo di Cervo, abitato fin dall’epoca romana, oltre a godere dei suoi numerosi scorci pittoreschi, si possono visitare opere architettoniche uniche nel panorama storico-artistico ligure quali: il Castello dei Clavesana, l’Oratorio di Santa Caterina, il Bastione di Mezzodì, tipico baluardo difensivo ligure nonché la Chiesa barocca dei Corallini, che è il simbolo di Cervo. Offriamo a Selina la possibilità di raccontare la storia del residence e i servizi che vengono proposti ai turisti. ”Il Villaggio turistico Miracervo fu costruito da mio nonno oltre cinquanta anni fa. Fu chiamato così perchè a metà del ‘900 gestiva un albergo a Cervo con lo stesso nome e voleva dare un segnale di continuità con la nostra lunga tradizione familiare alberghiera e la nostra passione per l’ospitalità. I miei nonni mi raccontano sempre che all’inizio, negli anni ’60, c’erano tantissimi stranieri che si sono affezionati a questo incantevole posto e sono ritornati per decenni.
Nel corso degli anni siamo riusciti ad instaurare un rapporto speciale con i nostri ospiti, creando un’atmosfera familiare e di grande attenzione per ogni loro esigenza. Organizziamo le loro giornate con escursioni in mare con la nostra barca da pesca, giochi in spiaggia, attività di animazione, serate a tema, lezioni di vela e canottaggio. Tutto questo ci permette di superare serenamente la crisi che sta colpendo il settore. Non bisogna mai stare fermi, ma inventarsi nuovo formule per incentivare il turismo.
Cervo, da anni certificato tra “I Borghi più Belli d’Italia”, con la sua baia blu che si apre sul mare e il suo spettacolare entroterra ricco di profumi ed aromi, è uno dei luoghi più belli e romantici da visitare in Liguria. Chi visita Cervo, si innamora a prima vista della sua magia e molto spesso decide di tornarci. (Christian Flammia)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Da chi non te lo aspetti – prima parte” il nuovo disco di Tricarico

Posted by fidest press agency su martedì, 21 giugno 2016

tricarico

tricarico1Milano. Sarà presentato giovedì 30 giugno alle 18.30 presso Fabbrica Eos, piazzale A. Baiamonti 2 Milano durante la mostra attualmente in corso di Davide Bramante e Fabrizio Bellafante “Doppio Scatto – sovrapposto fino a qui” a cura da Alberto Mattia Martini che farà da cornice, insieme ad alcuni dipinti di Francesco Tricarico, ad una serata aperta a giornalisti e pubblico con mini show-case di Tricarico accompagnato da Michele Fazio.
(Francesco) Tricarico, infatti, dipinge da sempre e con Fabbrica Eos ha avviato una collaborazione artistica come pittore iniziata con la mostra “Da chi non te lo aspetti” presso il Jamaica, storico locale di Brera, curata da Alberto Mattia Martini; la mostra ha suggerito a Francesco la creazione del nuovo brano omonimo che da il titolo al disco e che vede come co-autore Giancarlo Pedrazzini, direttore della galleria.Una sinergia tra arte e musica che si esprime nella poliedrica figura di Tricarico, poeta, cantante, scrittore, autore, pittore e che interpreta perfettamente la filosofia caratteristica di Fabbrica Eos, da sempre attenta alle zone di confine tra le varie forme d’arte che sono ponti e non muri, capaci di dare vita a nuove visioni.Questa nuova avventura artistica si fa emblema della convinzione di Giancarlo Pedrazzini secondo cui LA MUSICA E’ SCULTURA, per la sua capacità di riempire inaspettatamente lo spazio. “Oltre l’innegabile valore artistico della Musica, sono convinto che anche un semplice suono sia in grado di riempire metri cubi di spazio, come fa la scultura, ma è capace più della materia di manifestare e quasi imporre la sua presenza”. G.P.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Marcia Perugia-Assisi della pace e della fraternità

Posted by fidest press agency su martedì, 21 giugno 2016

assisiRoma giovedì 23 giugno, alle ore 11.30, si terrà una Conferenza stampa a Roma presso la FNSI (Corso Vittorio Emanuele II, n. 349) per illustrare le ragioni e gli obiettivi della Marcia Perugia-Assisi. “Possiamo fare a meno dell’Europa”. “Dobbiamo impedire a chi cerca rifugio nel nostro continente di arrivare da noi”. “La solidarietà è un lusso che non ci possiamo più permettere!”. “La guerra è inevitabile”. Contro queste idee e politiche che alimentano le paure, accentuano le divisioni, avvelenano i rapporti e allontanano le soluzioni domenica 9 ottobre 2016 si svolgerà una nuova Marcia Perugia-Assisi. Sarà la Marcia della pace e della fraternità contro la rassegnazione e l’indifferenza che circondano le molte tragedie dei nostri giorni: dalle guerre alle migrazioni, dal terrorismo alle stragi e alle violenze che si susseguono. Alla Conferenza stampa interverranno tra gli altri:
Flavio Lotti, Tavola della pace, Sergio Bassoli, Rete della Pace, Don Luigi Ciotti, Libera, Alex Zanotelli, Missionario, p. Enzo Fortunato e p. Egidio Canil, Sacro Convento di San Francesco d’Assisi, Giuseppe Giulietti, Presidente FNSI, Andrea Ferrari, Presidente Coordinamento Nazionale Enti Locali per la pace e i diritti umani, Franco Uda, ARCI, Fausto Durante, CGIL, Barbara Scaramucci, Articolo 21, Vittorio Cogliati Dezza, Legambiente, Maurizio Simoncelli, Archivio Disarmo, Guido Barbera, Presidente CIPSI, Graziano Zoni, Emmaus Italia,…

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

Premio Drive Production

Posted by fidest press agency su martedì, 21 giugno 2016

Kahbum

Kahbum1

Taormina Kahbum continua il suo bellissimo percorso e ottiene un’altro importante risultato: quello di vincere il premio Drive Production nella prestigiosa location del Taormina Film Festival.A consentire la vittoria è stata la divertente puntata realizzata con Alessandro Maras e Marcello Newman, in uscita sul sito e sui canali di Kahbum il prossimo martedì 21 Giugno. I due artisti si sono sbizzarriti con il titolo “Ravvivati i capelli” ed hanno messo in mostra la vera peculiarità del progetto Kahbum: il valore della cooperazione.La vittoria del premio Drive Production al Taormina Film Festival non ha fatto altro che confermare l’originalità del progetto Kahbum e la tanta voglia di un contesto musicale diverso dai meccanismi competitivi di cui si nutrono i talent. Kahbum non ha infatti nulla a che vedere con quel mondo, e anzi, gli si pone come alternativo.

Come detto dai ragazzi di Kahbum dal palco del Taormina Film Festival: “Quel che sta accadendo on kahbum è davvero bellissimo, ma è solo l’inizio di un processo creativo che ci auguriamo culmini con una rivoluzione”

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sant’Egidio: un accordo con l’Iraq per proseguire sulla via del dialogo, della pace e del rispetto delle minoranze

Posted by fidest press agency su martedì, 21 giugno 2016

sant'egidio1Roma martedì 21 giugno, alle 11,30, nella Sala della Pace a Sant’Egidio la firma di un Memorandum of Understanding tra la Comunità di Sant’Egidio e la Suprema Commissione per la Riconciliazione nazionale dell’Iraq. Nei giorni scorsi si è riunita a Roma, ospite della Comunità di Sant’Egidio, la Suprema Commissione per la Riconciliazione nazionale dell’Iraq composta da delegati del presidente della Repubblica, del Primo Ministro, del Presidente del Parlamento e del Presidente della Corte costituzionale. La Commissione ha chiesto alla Comunità di Sant’Egidio di contribuire con la sua esperienza al lavoro di dialogo e riconciliazione che la Commissione stessa è incaricata di svolgere.
Oggi la firma del un Memorandum of Understanding tra la Commissione e la Comunità di Sant’Egidio, contenente i lineamenti fondamentali per un’azione tesa a ricostruire la pace e favorire la coabitazione tra le varie componenti etniche, sociali e confessionali della popolazione irachena. Fondato sul rifiuto della discriminazione, tale documento punta a preservare la diversità culturale e religiosa dell’Iraq, per diffondere attraverso il dialogo una cultura di pace. Le iniziative congiunte cercheranno di raggiungere le vittime del presente conflitto, ed in particolare di proteggere le minoranze presenti in Iraq.
La Comunità di Sant’Egidio esprime la sua soddisfazione per aver contribuito al raggiungimento del Memorandum of Understanding, che rappresenta un utile strumento di collaborazione a favore della pace, affinché le istituzioni dello Stato iracheno possano rivolgere a tutta la popolazione un messaggio di pace e di rispetto delle diverse componenti della società.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Counter-terrorism Press conference after committee vote

Posted by fidest press agency su martedì, 21 giugno 2016

terrorismoOn Tuesday 21 June at 11.00, Civil Liberties MEPs will vote their amendments to the draft directive on “Combatting terrorism” and on a mandate for Parliament’s lead MEP Monika Hohlmeier (EPP, DE) to open up negotiations with the Council. Following the committee vote, Mrs Hohlmeier will give a press conference at 14.30.The draft directive on “Combatting terrorism” aims to step up the fight against terrorism by criminalising also preparatory acts. EU legislation of 2002, last updated in 2008, already criminalises certain terrorist acts, including the commission of terrorist attacks. However, the new proposal suggests also criminalising travelling abroad for terrorist purposes, receiving training or financing terrorist activities as well as specific measures to protect and assist victims of terrorism. The proposal for the Counter terrorism directive was presented by the Commission on 2 December 2015 in the wake of the November Paris attacks and is considered a key tool in the joint fight to prevent terrorism.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Brexit: Un voto storico

Posted by fidest press agency su martedì, 21 giugno 2016

londonQuesto giovedì, il futuro del progetto europeo sarà nelle mani del Regno Unito, dato che i suoi cittadini decideranno se lasciare l’Unione oppure restare uno stato membro. Se il Regno Unito lascerà l’UE, sarà un duro colpo per lo spirito di solidarietà e cooperazione di cui abbiamo bisogno per superare i problemi della nostra generazione.Sappiamo che l’Unione Europea non è perfetta. Ma dobbiamo restare uniti per poter risolvere sfide importantissime come i cambiamenti climatici, il potere delle corporazioni e l’emergenza dei rifugiati. Questi problemi sono troppo grandi per essere gestiti dalle singole nazioni.Ma in questo momento i sondaggi non sembrano molto favorevoli per il fronte di chi vuole rimanere. [1] Sappiamo che le persone che presumibilmente voteranno per rimanere più difficilmente andranno a votare. [2] Dobbiamo lanciare un appello agli europeisti del Regno Unito e chiedere loro di andare a votare! Abbiamo scritto una lettera aperta ai cittadini britannici chiedendo loro di rimanere nell’UE. Martedì distribuiremo questa lettera sul Millenium Bridge di Londra. La invieremo ai nostri membri affinché la diffondano attraverso la loro rete di contatti. Il tuo messaggio di sostegno motiverà e incoraggerà le persone a votare per restare in Europa!
L’UE ci ha aiutato a promuovere la pace e la collaborazione tra quei paesi che sono stati in guerra per la maggior parte della loro storia. Abbiamo bisogno di sfruttare questa collaborazione per combattere i problemi globali del nostro tempo, e non di isolarci come nazioni singole.
WeMove.EU è stata fondata sul principio secondo il quale insieme possiamo creare un’Europa migliore. Un’Europa più giusta. Un’Europa più democratica. Abbiamo appena iniziato ma abbiamo già sfidato il potere delle corporazioni, le multinazionali che evadono il fisco e l’industria del nucleare. Insieme possiamo fare ancora moltissimo. E i nostri vicini europei che vivono nel Regno Unito devono sapere che il nostro movimento ha bisogno di loro.Il voto potrebbe facilmente favorire chi cerca di distruggere l’unità che abbiamo sviluppato negli ultimi decenni. Dobbiamo dire ai cittadini britannici che vogliamo che restino in UE e chiedere loro di andare a votare!

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Progetto di teatro in carcere con Alessandro Anderloni

Posted by fidest press agency su martedì, 21 giugno 2016

teatro in carcereVerona Lunedì 27 e martedì 28 giugno 2016, ore 20.00 casa circondariale. I detenuti e le detenute del carcere di Verona si cimentano con l’arte teatrale. Il palcoscenico è davvero singolare: la cappella del Carcere di Verona, spazio adattato a ospitare le prime due repliche di Speratura, un nuovo testo di Alessandro Anderloni portato in scena dal Teatro del Montorio, compagnia teatrale del carcere. Lo spettacolo è frutto del laboratorio condotto da Alessandro Anderloni e Isabella Dilavello nell’ambito del progetto Teatro in Carcere voluto dalla direzione della casa di reclusione di Verona nel 2015 ed organizzato da Le Falìe con il sostegno della Fondazione San Zeno.
Ne saranno protagonisti i dieci attori e attrici che, dalle diverse sezioni del carcere, hanno condiviso un percorso di teatro iniziato nel novembre scorso, con incontri settimanali. Iniziativa fortemente sostenuta dalla direttrice del carcere Maria Grazia Bregoli che ha acconsentito a far lavorare insieme detenuti e detenute ed ha aperto le porte dell’istituto ad un pubblico esterno. Anderloni non è nuovo a progetti di teatro con attori non professionisti, spesso in ambiti di disagio sociale come per il progetto con gli ex-bambini soldato della Repubblica Democratica del Congo. «Il carcere è un concentrato di mondo», racconta, «per provenienze, lingue e culture. Così, com’è consuetudine nei miei laboratori, ho condiviso innanzitutto l’esperienza comune del gioco. Non scrivo mai un testo senza condividerne la creazione con chi lo interpreterà. Così il vissuto dei partecipanti al corso a poco a poco è emerso prepotentemente, scompaginando aspettative e regole. E forse è proprio il desiderio di sfuggire alle regole che ci ha fatto ribaltare l’idea che credevamo essere quella buona. Avevamo iniziato a improvvisare su un mondo di morti, e siamo finiti a raccontare la condizione di non nati; pensavamo di ragionare sull’ineluttabilità della condanna, e ci siamo ritrovati a interrogarci sul rischio della scelta. Tutto è partito dalla lettura del Mito della caverna di Platone, ma nessuno pensava che avremmo inconsapevolmente parafrasato un altro mito platonico, quello di Er».
L’attesa forzata, il calcolo ossessivo, l’azzardo del giudizio. La narrazione prende spunto da queste esperienze consuete all’interno di un carcere. La scena si svolge in una sala d’attesa dove si muovono personaggi che hanno già vissuto, pur non essendo ancora venuti al mondo: un re, un servo, un pugile, una moglie fantasma, due soldati nemici, una bambina, un filosofo, Pulcinella. E il titolo? «Se in zoologia», continua Anderloni, «speratura è l’atto di guardare se c’è vita, in carcere è l’atto di sperare. E forse è la stessa cosa». Con Alessandro Anderloni ha condotto il laboratorio e curato la regia dello spettacolo Isabella Dilavello. In scena ci sono le creazioni in feltro di Esther Weber, realizzate con la scultrice Marta Pagan Griso. I costumi sono di Giovanna Ferrarese, le fotografie di scena di Flavio Pèttene. (foto: teatro in carcere)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sbarca in Italia il giovane talento italo-tedesco MATTEO MARKUS BOK

Posted by fidest press agency su martedì, 21 giugno 2016

MATTEO MARKUS1MATTEO MARKUSNonostante la sua giovane età (14 anni), Matteo Markus Bok, madre italiana e padre tedesco, è già un piccolo talento ed un performer a tutto tondo che a breve sbarcherà in Italia.
È cantante: è stato finalista della quarta edizione di “The Voice Kids 2016” in Germania. Dopo aver superato la selezione (oltre 50 mila partecipanti), Matteo Markus Bok, l’artista più giovane ad aver partecipato alla trasmissione, ha letteralmente conquistato il pubblico tedesco con la naturalezza e la semplicità delle sue interpretazioni di “Caruso” e di “Breath easy”, tanto da essere considerato “l’artista del cuore”, il vincitore morale, di “The Voice Kids”, mentre sono già nati in tutta la Germania fan club a lui dedicati. In team con Lena Mayer, (gli altri due coach erano Sasha e Mark Fonster), questi sono i video di alcune perfomances di Matteo: Blind Audition (con “MMMBop”), alle Battles (con “The Prayer”) e in Semifinale (con “A chi mi dice”).
È autore di canzoni: “È diventata primavera” è il primo singolo di Matteo, uscito su iTunes il 3 giugno, accompagnato da un videoclip (GUARDA IL VIDEO) che anticipa l’Ep d’esordio che uscirà in autunno. Prodotto dalla ROS GROUP di Rossano Eleuteri e presentato in Germania il 4 giugno a Gorlitz in occasione di un gala di beneficenza, Matteo ha deciso di donare l’incasso ottenuto dal suo download day in beneficenza in occasione dell’evento “Star for Kids”.
Il singolo è nato da un tema scolastico a 11 anni che parlava della sua famiglia, in particolare della lontananza dal padre che avrebbe voluto avere più vicino. La sorella di Markus, dopo averlo letto, ha pensato di raccontarlo ad un loro caro amico di famiglia, e attuale produttore, Rossano Eleuteri.È ballerino e attore: è stato selezionato per interpretare Billi Elliot di Massimo Piparo, oltre a personaggi principali di alcuni dei musical più celebri che si sono svolti a Milano: è stato Little Simba in “The lion king” per il Teatro S. Carlo, Max in “L’amico immaginario” al Teatro San Babila, Peter Pan nell’omonimo musical al Teatro Litta e Benji in “Priscilla – La regina del deserto” al Teatro Manzoni.È conduttore: dal 13 giugno al 12 settembre sarà alla guida del programma “English Lessons” di Disney Channel Junior (canale 619, Sky Italia).È anche uno sportivo: è stato agonista in equitazione dai 7 ai 9 anni, e attualmente lo è nel nuoto e nello snowboard. (foto: MATTEO MARKUS)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Aumento di capitale di 765.000 Euro per Pneusmart

Posted by fidest press agency su martedì, 21 giugno 2016

Euan LonmonL’aumento di capitale ha visto la partecipazione di Shark Bites, holding italiana specializzata in investimenti seed ed early stage, l’incubatore Digital Magics, Rancilio Cube, family office e business accelerator fondato dalla famiglia Rancilio e diversi business angel italiani e internazionali.Grazie a questa operazione, Pneusmart consoliderà il proprio posizionamento in Italia, Germania e Olanda e concentrerà tutte le attività operative a Milano per puntare sui mercati del Sud Europa, con il lancio delle nuove versioni del sito per la Francia e la Spagna. Potenzierà inoltre la piattaforma tecnologica – nelle prossime settimane sarà online il nuovo sito in italiano, olandese e tedesco – migliorando ulteriormente il servizio, ampliando l’offerta e sviluppando soluzioni innovative rivolte ai rivenditori di pneumatici e agli utenti. Pneusmart ha già rafforzato, con l’ingresso di 2 professionisti, il team che ora conta 15 dipendenti nei tre Paesi.Digital Magics continuerà a supportare Pneusmart con i propri servizi di incubazione e accelerazione per sostenere il business della startup in Italia e in Europa. Entrano nel Consiglio di Amministrazione di Pneusmart: Fabio Cannavale, azionista di riferimento di Shark Bites e Founder e CEO di lastminute.com group e André Schuurman, consulente di venture capital. (foto: Euan Lonmon)

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Incidenti stradali in Ue: il numero delle vittime torna a crescere

Posted by fidest press agency su martedì, 21 giugno 2016

incidenti stradali-2Torna a salire, per la prima volta dal 2001, il numero delle vittime di incidenti stradali in Europa. Nel 2015, infatti, sulle strade della UE, 26.300 persone hanno perso la vita (in media 70 al giorno): l’1,3% in più rispetto all’anno precedente. Nel nostro Paese – sulla base delle stime preliminari ACI-Istat – la percentuale risulta leggermente più alta +1,4%: 3.430 le vittime (quasi 10 al giorno), 49 in più rispetto al 2014.Lo rileva la decima edizione del Road Safety Performance Index Report (il programma di valutazione dei progressi in materia di sicurezza stradale, al quale partecipa anche l’ACI), realizzato dal Consiglio Europeo per la Sicurezza dei Trasporti (ETSC). Sono 3, secondo l’analisi di ETSC, le cause che rischiano di impedire all’UE di raggiungere l’obiettivo di ridurre del 50%, entro il 2020, il numero delle vittime degli incidenti stradali: la diminuzione dei controlli sulle violazioni al Codice della Strada, i mancati investimenti in infrastrutture più sicure e gli interventi limitati nel contrasto a velocità e alcool.Se la tendenza del 2015 non si invertirà, l’Europa per raggiungere l’obiettivo fissato dovrà ottenere una riduzione media annua di quasi il 10% dei morti su strada, un risultato di segno opposto e decisamente lontano dal +1,3% fatto registrare lo scorso anno.
Sulla carta non si tratta di un obiettivo impossibile, almeno non per i singoli Stati, quattro di loro, infatti, sono riusciti a ottenere percentuali anche più elevate.La migliore prestazione in assoluto (se si esclude il -20,4% della Norvegia, che non fa parte della UE) è quella dell’Estonia: -14,1%, seguono l’Irlanda (-14%), la Lettonia (-11,3%) e la Lituania (-11%). Bene anche la Polonia (-8,2%), riduzioni meno significative, invece, in Svezia (-4,1%), in Danimarca (-2,7%) e in Portogallo (-1,7%). Ci sono, però, Paesi che hanno fatto registrare preoccupanti percentuali di crescita a doppia cifra: Cipro, ad esempio, dove, nel 2015, i morti sulle strade sono aumentati del 26,7%, il peggiore risultato tra i 28. Aumenti non confortanti anche in Finlandia (+13,5%), in Croazia (+13%), in Slovenia (+11%), in Austria (+10,5%) e a Malta (+10%). In linea con la media europea, invece, la Grecia (+1,3) e l’Italia (+1,4), situazione invariata in Spagna, unico Paese a “crescita zero”.Tra le cause principali: l’eccesso di velocità, la distrazione, il mancato utilizzo delle cinture di sicurezza e l’alcool, che risulta addirittura collegato a un quarto dei morti per incidente, anche perché si stima che circa il 2% delle distanze venga percorso con tassi alcolemici fuori legge.In Italia – dove il numero delle sanzioni per eccesso di velocità è aumentato in seguito alla maggiore diffusione degli autovelox – il numero dei controlli sul tasso alcolemico, viceversa, continua a diminuire. In rapporto agli abitanti, si tratta della cifra più bassa d’Europa. Stabile, invece, la percentuale di automobilisti (2,5%) ai quali sono stati riscontrati valori di alcool nel sangue superiori ai limiti consentiti.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sandoz annuncia lancio di cinque nuovi biosimilari

Posted by fidest press agency su martedì, 21 giugno 2016

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Holzkirchen. Sandoz, divisione del gruppo Novartis e leader globale nella produzione e commercializzazione di farmaci biosimilari, pianifica di lanciare 5 nuovi farmaci biosimilari di alcune tra le principali molecole oncologiche e immunologiche entro il 2020, con l’obiettivo di ampliare le possibilità di accesso alle terapie ad un numero maggiore di pazienti. I biosimilari, clinicamente comparabili ai farmaci biologici di riferimento e introdotti dopo la scadenza del brevetto, rappresentano una grande opportunità per i risparmi del sistema sanitario globale.I 5 nuovi prodotti saranno disponibili sul mercato grazie ad una dinamica strategia regolatoria che prevede il deposito di 11 procedure di registrazione nell’arco di 3 anni (2015-2017). Sandoz stima inoltre investimenti totali di oltre 1 miliardo di dollari, tra il 2010 e il 2020, negli impianti di produzione biotecnologica all’avanguardia di Shaftenau e di Kundl, in Austria. Questi investimenti consentiranno maggiore disponibilità dei farmaci biosimilari Sandoz per soddisfare le richieste di pazienti e professionisti della salute di tutto il mondo.“Nonostante gli impressionanti progressi in campo medico-scientifico dello scorso secolo, l’accesso ai farmaci rimane uno dei più grandi bisogni non soddisfatti sia nei Paesi sviluppati che nei Paesi in via di sviluppo”, afferma Richard Francis Division Head e CEO di Sandoz, rispondendo alle domande durante l’evento Sandoz svoltosi a Shaftenau, Austria. “I biologici hanno rivoluzionato il trattamento di molte patologie complesse e invalidanti, ma spesso l’accesso a tali cure è limitato, mentre numerosi sono i pazienti che ne avrebbero bisogno. Per questo motivo Sandoz è impegnata ad ampliare l’accesso a terapie innovative ad un numero maggiore di pazienti, grazie al lancio di biosimilari di alcuni tra i principali farmaci oncologici e immunologici nel corso dei prossimi anni”.Dopo il completamento e l’approvazione delle rispettive procedure di registrazione, saranno lanciati sul mercato i biosimilari di Enbrel® (etanercept), Humira® (adalimumab), Neulasta® (pegfilgrastim), Remicade® (infliximab) e Rituxan®/Mabthera® (rituximab). Nel 2015 questi biologici hanno generato complessivamente 43.6 miliardi di dollari in termini di vendite globali. Negli ultimi 12 mesi Sandoz ha già presentato 6 delle 11 procedure di registrazione – la più recente è la sottomissione ad EMA (European Medicine Agency) della domanda di registrazione del biosimilare di rituximab (maggio 2016). La pipeline di Sandoz è ricca di molecole nelle prime fasi di sperimentazione, sia in area oncologica sia in altre aree terapeutiche, con l’obiettivo di avviare ogni anno nuovi progetti di sviluppo.
Sandoz è pioniera nel mondo dei biosimilari in quanto è stata protagonista del lancio del primo biosimilare al mondo (Omnitrope® in EU nel 2006), del primo biosimilare in Giappone (Somatropina BS S.C. nel 2009) e del primo biosimilare negli Stati Uniti approvato col nuovo percorso regolatorio accelerato (Zarxio® nel 2015). Da allora ha significativamente ampliato la propria presenza nei biosimilari e continua a registrare crescite a doppia cifra per i tre farmaci oggi in commercio. I biosimilari costituiscono una parte significativa del business di Sandoz, nel 2015 la business unit dei farmaci biosimilari ha registrato vendite pari a 772 milioni di dollari. In futuro l’offerta dei biosimilari Sandoz vedrà un’ulteriore espansione in area oncologica e il suo ingresso in ambito immunologico, due aree terapeutiche dove beneficiare dell’esperienza dell’ampio portfolio Novartis.1 miliardo di dollari destinati a un programma di sviluppo di biotecnologie in Austria
Sandoz iniziò la sua attività di ricerca e produzione di farmaci biologici nel 1980, sviluppando capacità da leader per la produzione e lo sviluppo di biotecnologie. Nel decennio dal 2010 al 2020, un miliardo di dollari è stato destinato all’acquisto di macchinari all’avanguardia per le produzioni biotecnologiche e per lo sviluppo sia di nuovi medicinali biologici Novartis che di biosimilari Sandoz, per rispondere ai crescenti bisogni dei pazienti. Come parte del gruppo Novartis, Sandoz può beneficiare della notevole esperienza di Novartis in diverse aree terapeutiche per quanto riguarda lo sviluppo clinico, la commercializzazione e la produzione.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giovani e malattie cardiovascolari

Posted by fidest press agency su martedì, 21 giugno 2016

pisaPisa. Aterosclerosi e ipertensione con sono più gli unici fattori che determinano le malattie cardiovascolari, ma va considerata la predisposizione genetica, correlata a specifiche mutazioni geniche che sono state ben individuate. Familiarità e predisposizione genetica che sono importanti soprattutto per i giovani, dato che anche tra loro non è così raro che si manifestino problemi cardiovascolari. Sono le indicazioni provenienti dal congresso “International Summit on Ischemic Heart Disease” organizzato dal Dipartimento Cardio Toracico dell’Università degli Studi di Pisa e promosso dalla Fondazione Internazionale Menarini.
«La predisposizione genetica determina un elevato rischio di eventi cardiovascolari. Ciò significa che, in certo senso, già fin dalla nascita si ha una maggiore o minore probabilità di presentare questo tipo di manifestazioni durante la vita. A questa predisposizione iniziale poi naturalmente si aggiungono, in senso peggiorativo o protettivo, lo stile di vita e gli altri fattori di rischio classici che già conosciamo» spiega Mario Marzilli, Docente al Dipartimento di Patologia Chirurgica, Medica, Molecolare e dell’Area Critica dell’Università di Pisa e presidente del congresso.
«In base alle più recenti osservazioni, con uno screening genetico potremmo individuare, a iniziare dalla giovane età, quali soggetti sono a rischio più elevato per malattie cardiovascolari e concentrare le misure preventive in questi sottogruppi di popolazione. Esiste la possibilità di realizzare un profilo di rischio genetico dei pazienti. Non è sufficiente trovare una singola mutazione genica, un singolo polimorfismo, perché questo tipo di rischio si realizza quando c’è un’associazione di più polimorfismi. Ciascuno per conoscere sé stesso e la propria predisposizione genetica dovrebbe iniziare dalla familiarità: casi di malattie vascolari in famiglia, soprattutto in soggetti giovani, devono indurre a una particolare attenzione». Il passo successivo è il controllo genetico per le persone a rischio, a partire dai giovani. È quello che hanno iniziato a fare Fondazione Italiana Cuore e Circolazione e la Società Italiana di Cardiologia con il progetto “A scuola di Cuore”, con uno screening cardiovascolare nelle Scuole secondarie di II grado mediante l’esecuzione di un elettrocardiogramma a ragazzi di età compresa tra i 16 ed i 18 anni.
In una popolazione di circa ottomila ragazzi apparentemente sani sottoposti all’esame, nel 21% sono state individuate alterazioni elettrocardiografiche meritevoli di approfondimento diagnostico. Dagli esami di secondo livello condotti sui 1600 ragazzi con elettrocardiogramma sospetto è chiaramente emerso che in ottanta ragazzi sono state riscontrate patologie cardiache che hanno richiesto terapia. Questo approccio, se applicato a una popolazione più estesa, consentirebbe di circoscrivere l’uso delle terapie nei sottogruppi a più alto rischio, dato che attualmente le molecole che hanno un effetto preventivo non lo esprimono se somministrate in tutta la popolazione. Viceversa, se le misure preventive vengono applicate in termini generali, la loro efficacia si diluisce talmente che il rapporto costo-beneficio si perde. Inoltre le persone più a rischio, conoscendo la propria condizione, sarebbero più motivate alla prevenzione. Sempre riferendoci ai giovani, tra i ragazzi esaminati nel progetto “A scuola di Cuore”, il 15% dei ragazzi presenta familiarità per malattie cardiovascolari, il 19% presenta abitudine tabagica, il 13% fa abuso di alcol e il 6% dichiara di far uso di sostanze stupefacenti. «Per tutte le persone valgono le regole ormai ben conosciute di un sano stile di vita: alimentazione corretta, evitare il fumo e gli alcolici, fare attività fisica» aggiunge Marzilli. «Consigli validi per tutti, ma soprattutto per chi presenta un rischio più elevato, a maggior ragione se giovane».

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Confucianesimo e potere nella Cina di oggi

Posted by fidest press agency su martedì, 21 giugno 2016

calza

Triennale Internazionale del Legno 2011 Associazione Artigiani e Piccole Imprese della Provincia di Trento Inaugurazione padiglione Giapponenella foto: Trento FiereTrento 15 ottobre 2011 AgF Bernardinatti Foto

scarpari

Como 22 giugno ore 20,30 villa Olmo: Confucianesimo e potere nella Cina di oggi. La Cina è al centro dell’incontro con Gian Carlo Calza e Maurizio Scarpari. Prendendo spunto dai due libri di Scarpari “Ritorno a Confucio. La Cina di oggi fra tradizione e mercato”(Il Mulino, 2015) e “Confucianesimo” (Morcelliana, 2015), si discuterà di come in Cina lo straordinario sviluppo economico degli ultimi decenni abbia promosso un benessere diffuso ma abbia anche prodotto o lasciati irrisolti squilibri gravi a livello strutturale, sociale, culturale. Accanto a un numero crescente di ricchi e super-ricchi convivono ancora milioni di persone in condizioni di estrema povertà. Nel vuoto ideologico e nello spaesamento esistenziale conseguenti all’esplosione liberista, il Partito Comunista Cinese guarda con rinnovato interesse alle radici del suo patrimonio culturale, riscoprendo i princìpi etici del confucianesimo, garanti del “buon governo” e di quella “società armoniosa” che hanno caratterizzato l’impero per oltre duemila anni. Introduce l’incontro Alfredo Tomasetta. L’incontro è organizzato in collaborazione con Associazione Caracol. A seguire, alle 22 sempre a Villa Olmo, proiezione del film “Confucio” di Mei Hu. (foto: calza, scarpari)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Annuncio vincitori premio Napoli

Posted by fidest press agency su martedì, 21 giugno 2016

napoli palazzo realeNapoli mercoledi 22 giugno ore 10.30 Palazzo Reale – Ingresso da piazza Trieste e Trento. La Fondazione Premio Napoli annuncia i vincitori dell’edizione 2016 e le iniziative che nel corso dei prossimi mesi promuoverà in città. Nel corso della conferenza verrà inoltre comunicata un’importante novità sul futuro della Fondazione. Intervengono Gabriele Frasca, presidente della Fondazione Premio Napoli; Gennaro Carillo, docente di Storia del pensiero politico dell’Università Suor Orsola Benincasa, Carmelo Colangelo, docente di Etica e Filosofia Morale presso l’Università degli Studi di Salerno, Stefano De Matteis, docente di Antropologia Culturale presso l’Università degli Studi di Salerno, Maurizio Braucci, scrittore, e David Lebro, Consigliere Delegato al Patrimonio della Città Metropolitana di Napoli.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le discipline Stem

Posted by fidest press agency su martedì, 21 giugno 2016

carlos soaveSi chiamano STEM, acronimo inglese di Science, Technology, Engineering e Mathematics e sono le 4 discipline che potrebbero salvare il mondo del lavoro dalla carenza di professionisti specializzati. Ne sono convinti gli esperti Hays, società leader attiva da 10 anni in Italia nel recruitment di profili di top e middle management che, nell’ultimo numero dell’Hays Journal, evidenziano la necessità di promuovere lo studio di queste materie. Fin dai primissimi anni di scuola.
Negli ultimi anni, la rapidità dell’evoluzione tecnologica ha determinato un’impennata nella richiesta di professionisti specializzati in ambito STEM. “Il progresso digitale – spiega Carlos Soave, Managing Director di Hays Italia – ha portato ad una crescita esponenziale delle opportunità lavorative che richiedono competenze sempre più specialistiche che la forza lavoro globale non è in grado di soddisfare. Da qui la necessità per imprese, governi e scuole di collaborare al fine di individuare soluzioni efficaci per colmare questo gap, garantendo una crescita economica costante”.
Secondo Hays, è fondamentale incoraggiare lo studio di queste discipline fin dalla tenera età. Se le materie STEM venissero presentate in maniera coinvolgente ai bambini, già sui banchi di scuola, si potrebbe generare in loro interesse e curiosità, favorendo terreno fertile per la scelta in futuro di determinati percorsi professionali. Cercare di coinvolgere i ragazzi negli anni della scuola superiore potrebbe essere già troppo tardi perché, a quell’età, si sono già fatti un’opinione di massima sul loro futuro e sulle materie che non vorrebbero più studiare. La soluzione ideale sarebbe quella di avvicinare i bambini alle discipline e alle carriere STEM fin dai primi anni di formazione, sfruttando poi la scuola secondaria per rafforzare gli schemi di apprendimento in vista degli anni universitari. “Non si devono educare solo i bambini sulle professioni che potrebbero essere intraprese in seguito allo studio delle materie STEM, ma anche i genitori. Ingegneristica, per esempio, è un termine decisamente troppo ampio: genitori, insegnanti e soprattutto studenti, dovrebbero avere ben chiaro quali sono le sfaccettature di questa disciplina e quali le opportunità lavorative ad essa collegate – aggiunge Soave – Si tratta davvero di uno sforzo comune da parte di tutti: i docenti per ispirare ed educare, le aziende per coinvolgere le scuole e le istituzioni per inserire e promuovere le materie STEM nei programmi scolastici”.Per ulteriori approfondimenti, è possibile consultare l’Hays Journal, la rivista semestrale del mondo dell’HR e del recruiting, al link http://www.hays-journal.com (foto: carlos soave)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Inaugurazione mostra Giuseppe Flangini Un Percorso Europeo

Posted by fidest press agency su martedì, 21 giugno 2016

flanginiMantova Venerdì 24 giugno ore 17.30 a Mantova Casa del Mantegna dal 24 giugno al 28 agosto 2016 Al via una straordinaria rassegna di settanta opere di Giuseppe Flangini alla Casa del Mantegna, che ricostruisce il percorso di un grande uomo e di un’artista mai dimenticato.
La mostra, che presenta opere, anche inedite, dagli anni venti fino agli anni sessanta, è un’ importante antologica che la città di Mantova dedica al pittore che ha molto amato questa terra. Da qui il suo sguardo si è allargato all’ Europa: i suoi percorsi non sono stati solo culturali, ma conoscitivi di “una realtà umana dove l’energia drammatica del mondo si scontra con la grande energia dell’ individuo, con la lotta quotidiana per un”identità dell’ individuo stesso”(Giorgio Cortenova) .
La Provincia di Mantova, con la mostra dedicata a Giuseppe Flangini (Verona 1898 – 1961), allestita alla Casa del Mantegna, approfondisce e mette a fuoco un percorso estetico che – come sottolinea Francesca Zaltieri (Vicepresidente della Provincia) – «colpisce per l’energia e la forza della qualità artistica». E sempre la Vicepresidente mette in evidenza «come tale rassegna nasca dal lavoro prezioso dello staff culturale dell’ente, in grado di calibrare, nella misura degli spazi severi e razionali ideati dal grande umanista, una iniziativa che esprime il teatro della raffinatissima pittura di un instancabile ricercatore. E tutto questo impegno – così ribadisce – è indirizzato a partecipare dello sforzo collettivo che vede, in questo 2016, Mantova Capitale italiana della Cultura». Con la rassegna dedicata a Giuseppe Flangini, si apre dunque una mostra che presenta circa settanta opere pittoriche e una ventina di disegni, opere fondamentali nel percorso artistico dell’autore la cui attività si è svolta prevalentemente tra Italia, Olanda, Belgio e Francia, in luoghi che gli hanno consentito di assumere una mentalità aperta e, appunto, europea. (Christian Flammia) (foto: flangini)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le relazioni Italia-Giappone in campo spaziale

Posted by fidest press agency su martedì, 21 giugno 2016

tokyo-japanRoma, martedì 21 giugno 2016 ore 10:30 SIOI – Società Italiana per l’Organizzazione Internazionale Piazza di San Marco 51. La Società Italiana per l’Organizzazione Internazionale (SIOI), in collaborazione con la Fondazione Italia Giappone e l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) organizzano il Seminario “Le relazioni Italia – Giappone in campo spaziale. La governance, il comparto industriale e le prospettive di sviluppo”. L’iniziativa rientra nel calendario delle celebrazioni per il 150esimo anniversario delle relazioni tra Giappone e Italia ed è realizzata in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia a Tokyo e quella del Giappone in Italia.
Il Seminario intende illustrare le collaborazioni tra i due Paesi nel settore dello spazio, da un punto di vista politico, di ricerca e di industria, aprendo una discussione ad alto livello per attirare l’attenzione su un settore ricco di potenzialità per superare le criticità esistenti, creando sviluppo nella ricerca e nell’impresa. Irappresentanti delle Istituzioni e del comparto industriale dei due Paesi confronteranno le loro esperienze e illustreranno le collaborazioni e i sistemi di governance, sottolineando l’importanza di incrementare la ricerca in un settore innovativo e ricco di possibilità di investimenti e sviluppo. Infine, i Senatori Fabrizio Bocchino, Salvatore Tomaselli e Paola Pelino illustreranno la loro proposta per la creazione di un Comitato per la politica spaziale nazionale.Saranno presenti, tra gli altri, Franco Frattini Presidente della SIOI, Kazuyoshi Umemoto Ambasciatore del Giappone in Italia, Umberto Vattani Presidente della Fondazione Italia Giappone, Roberto Battiston Presidente dell’ASI, Mauro Moretti Presidente dell’Italy Japan Business Group per la parte italiana e ADG di Leonardo Finmeccanica (da confermare), Yoshio Toukaku Direttore della sede JAXA di Parigi, Fabrizio Nicoletti Direttore Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica del Ministero degli Affari Esteri, Yoshihisa Kumagai Presidente di Mitsubishi Aircraft Europe, Gianluca Benamati Coordinatore dell’Intergruppo Parlamentare per lo Spazio, Fabrizio Bocchino Segretario della 7ª Commissione permanente (Istruzione pubblica, beni culturali), Salvatore Tomaselli Membro della 10ª Commissione permanente (Industria, commercio, turismo), il Sen. Paola Pelino Vice Presidente della 10ª Commissione permanente (Industria, commercio, turismo).Sono previsti i videomessaggi di: Katsuyuki Kawai Membro del Gabinetto e Special Advisor del Primo Ministro Abe, Yasutoshi Nishimura Membro del Partito Liberal Democratico, Takeo Kawamura già Ministro dell’Istruzione, Sport, Cultura, Scienza e Tecnologia, Naoki Okumura Presidente della JAXA (Agenzia Spaziale del Giappone).

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuovo antibiotico per infezioni cutanee disponibile anche in Italia

Posted by fidest press agency su martedì, 21 giugno 2016

infezioni cutanee

È da pochi giorni disponibile anche in Italia dalbavancina, antibiotico ad uso ospedaliero che, grazie a un innovativo profilo farmacocinetico, consente di trattare le infezioni batteriche acute della cute e della struttura cutanea anche con un’unica somministrazione endovenosa. La somministrazione con un singolo dosaggio (1.500 mg) e un’infusione di 30 minuti del farmaco, sottolinea una nota Angelini, determina vantaggi significativi quali riduzione dei tempi di permanenza del paziente in ospedale, risvolti positivi sulla diminuzione a medio/lungo termine delle infezioni intraospedaliere e sostenibilità economica per il Servizio Sanitario Nazionale. Un’elevata efficacia clinica, anche nei confronti di ceppi di Stafilococco aureus resistenti alla meticillina, e un ottimo profilo di sicurezza, continua la nota, sono caratteristiche distintive dell’innovativo antibiotico, indicato per il trattamento delle infezioni acute batteriche della pelle e del tessuto epiteliale, le cosiddette ABSSSI. In Italia sono malattie diffuse soprattutto in ambiente ospedaliero, mentre la loro presenza in comunità è ancora piuttosto rara, costituendo a volte una causa di accesso al Pronto Soccorso.Il farmaco, un lipoglicopeptide semisintetico di ultima generazione, possiede un’eccellente attività battericida in vitro contro un ampio spettro di batteri Gram-positivi – tra cui lo Stafilococco aureus meticillino-resistente e meticillino-sensibile – e alcune specie di Streptococchi, oltre a una buona penetrazione nei tessuti, a fronte di un ottimo profilo di sicurezza. In merito alla modalità di somministrazione, dalbavancina presenta due regimi posologici: un dosaggio di 1000 mg seguito, dopo una settimana, da una dose di 500 mg (double shots), somministrati per infusione endovenosa di 30 minuti, oppure una singola dose di 1500 mg (one shot), sempre tramite infusione di mezz’ora. «Le ABSSSI sono infezioni molto frequenti in ambito ospedaliero, soprattutto nei reparti di medicina interna, malattie infettive, chirurgia e geriatria», dichiara Ercole Concia, Professore di Malattie Infettive all’Università di Verona e Direttore della Divisione Clinicizzata di Malattie Infettive dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona.«Sono malattie spesso di difficile diagnosi eziologica, che richiedono un adeguato approccio terapeutico, considerando anche la rapida diffusione di microrganismi antibiotico-resistenti, in particolare lo Stafilococco aureus che non risponde alle penicilline e, solo in Italia, rappresenta il 35-40% di tutte le infezioni causate da questo agente patogeno, con punte anche dell’80% nelle lungodegenze per anziani. Rispetto ad altri antibiotici attualmente disponibili nella pratica clinica, dalbavancina ha una superiore capacità antibatterica e una buona penetrazione nei tessuti. La nuova modalità di somministrazione in un’unica dose, inoltre, consente di dimettere il paziente in tempi brevi, permettendo di ottenere benefici sulla sua qualità di vita e vantaggi in termini di economia sanitaria, con un enorme risparmio di posti letto».«La disponibilità di un antibiotico a rapida attività battericida con spettro d’azione diretto ai microrganismi Gram-positivi, che può essere somministrato in dose unica (1500 mg) per via endovenosa, apre scenari rivoluzionari nel percorso assistenziale nelle infezioni acute batteriche della pelle e della struttura cutanea, quali la terapia ambulatoriale senza ricovero e dimissioni ospedaliere precoci», sostiene Francesco Menichetti, Professore Straordinario di Malattie Infettive all’Università di Pisa e Direttore dell’Unità Operativa Complessa di Malattie Infettive presso l’Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana. «Grazie a dalbavancina, è possibile gestire il paziente e la sua problematica infettiva con un approccio olistico, che tenga conto non solo della cura dell’infezione ma consenta anche di ridurre i rischi correlati alla degenza in ospedale e i relativi costi». (fonte farmacista33) (infezioni cutanee)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »